… un anno di blog…!!!

Eccoci…

… c’era una volta… ‘nnagg…, stavo per partire con i miei soliti disorientamenti letterari e non mi ero accorto che invece Mario se ne stava seduto al bar a bere un cappuccino e nel mentre, Roberta, la figlia di quella santa donna di Gelsomina, l’aspettava alla fermata dell’autobus… uhmmm, deve essere l’emozione… 🙂 …  il 1 novembre del 2008 alle 14.43, con un titolo pieno di enfasi “Benvenuti!!!” e poche parole così giusto per dire che c’ero, ma che non ero ancora pronto, scrivevo il mio primo post:  “Un po’ di pazienza… sto per arrivare… “

Dopo un anno, vi confesso che, malgrado l’avessi deciso ormai da tempo, quel giorno mi sentivo come uno scolaretto al suo primo giorno di scuola, forse perché, dopo tanto “dire”, l’emozione mi aveva fatto diventare piccolo, piccolo, quasi non avessi più il coraggio di scrivere qualcosa di decente e invece… eccomi oggi qui a festeggiare il mio primo anniversario da blogger, un anno volato, mese dopo mese, insieme alle mie parole.

Che dire… nessun bilancio, un’avventura che fin dall’inizio mi ha dato tanto, un percorso fatto tra persone meravigliose e fra tutte, due voglio ringraziarle pubblicamente, perché senza di loro oggi, forse, non starei qui a festeggiare:

Diemme, che senza sapere ancora chi fossi, mi ha accolto a braccia aperte, offrendomi le chiavi di casa sua, una casa dove io mi sono sentito a mio agio da subito e che forse, qualche volta, ho usato senza troppi complimenti… da lei ci sono due pagine che mi ha voluto dedicare, quella delle mie ricette e la pagina “U Principi Picciriddu”, Il Piccolo Principe di Antoine de Saint-Exupéry che io avevo iniziato a tradurre in Siciliano, proprio perché “Chiddu chi ccunta, ‘un si pò mai vidiri!” che nell’originale è il celeberrimo “L’essenziale è invisibile agli occhi…”

          Elle, compagna di tante avventure fatte esclusivamente di emozioni, Elle… che nel suo primo anniversario del blog, le ho scritto: non mi ricordo da quanto ti conosco, ma se anche lo sapessi, se anche volessi cercare una data, vorrei che fosse senza margini questo tempo che è passato, perso tra le virgole delle emozioni che da sempre ci regali.

Nel quadro allegorico che ho messo per questo anniversario, c’è la foto che ho “Scattato” a noi cuccioli, quando eravamo tutti insieme a giocare e discutere nell’Angolo delle Chiacchiere di Diemme.

Per chi non lo sapesse ancora, si tratta di un fotomontaggio che ho creato mettendo insieme le foto di noi bambini e in particolare, questa, riguardava i “Cuccioli” che andavano al mare…  e che testimoniava il legame che univa quella allegra combriccola… c’era Petite_Adoré_Elle, in rappresentanza della mamma, io, ‘nnagg… quel bel ricciolone, Diemme la Tremendisia, seduta sulla poltroncina, Piccola Ema, Nunzy, Pan, Engel la mia papona, Raggio di Sole, Piemme… e poi ancora Antonella la Tremendisia jr, un Disastrino conosciuta con il nome di Stellina, Rosamaria, apina, Morena la mia scrittrice preferita, Irish, Veronica, Cindy, Sancla, Giovanna, Spazio, Balibar, Manu, Eppi, Mistral, Alan, Aquilotta, Folletta, Liviana, Splendido e l’ultima New Entry, come ama farsi chiamare, ma non per questo meno importante, anzi, Solindue , praticamente una “Attrazione fatale” 😉 e… poi, tanti, tanti ancora, ( tant’è che il mio blogroll è pieno zeppo…), che io ringrazio di cuore, perché senza di VOI questo mio mondo non sarebbe mai esistito.

Grazie!

Ps: beh, in effetti oggi è anche il mio compleanno e tra l’altro, l’onomastico di mio Padre, che si chiamava Santi.

Quanti anni compio? Tanti per la vita che ho vissuto e pochi per quella che vorrei vivere ancora e forse, l’unica cosa che oggi desidererei, è avere accanto a me Simona, sapere di poterla abbracciare perché nel frattempo è “cresciuta” anche lei insieme a me, con la sua voglia di ridere e scherzare, con la sua voglia di amare la vita.

In qualunque posto sia, l’abbraccio forte, forte.

E adesso un po’ di numeri:

73 articoli e 4 pagine scritte, 2.926 commenti e 40.712 visite (porcacc… quanti… 🙂 )

Top ten degli articoli, tolta la pagina “Chi sono”… :

Forse è una follia (…) 679

Un soffio 585

Panni stesi al sole 568

La ricerca della felicità  550

Odor di primavera 512

Complicità 498

La panchina 482

Ciao… 480

Nonno Archimede 464

Ci credo ancora 456 

Annunci

79 pensieri su “… un anno di blog…!!!

  1. Erzicovina delle Valli Ruspanti

    Oh, ma è vero, quasi me ne dimenticavo!!!

    Grande giornata oggi, il compleanno, il blogheanno, l’onomastico del tuo papà… povera me, tutta affaccendata a correre per la contrada, a comprare biglietti d’auguri e polli ruspanti, da servire agli ospiti con un bel minestrone, un menù molto chic, perché io sono una signora, e i pranzi di gala, modestamente, li so organizzare.

    E poi alla magione, giù alle Valli Ruspanti, per mettermi tutta in ghingheri, perché noi, qui alle Valli, all’Arthurino ci teniamo e vogliamo fargli tutti gli onori!

    Dunque, intanto tanti auguri per il compleanno, ma quanti sono? No, no, non ce lo dire, tu sei Artù, il re dell’aere, uno come te non ha età.

    E poi, il blogheanno: eh, ma io c’ero, e c’ero anche da prima, sono nata giusto poco prima, in tempo per assistere a “ha inizio l’avventura”. Come mi dissero una volta, esserci dall’inizio dà qualcosa in più, il famoso poter dire “Io c’ero”.

    E poi il tuo papà, il grande Santi…

    Auguri auguri auguri, triplici auguri! Ora però me ne torno alla magione, sennò non faccio in tempo a prepararmi…

    Mi prenoto il primo ballo però, l’ho già scritto sul carnet, ho un vestito color aragosta a strisce viola con cui farò faville! 😉

    Permetti?

    Mi piace

  2. Eccomi qua, che ho aspettato mezzanotte sveglia per poterti fare gli auguri (per prima, quasi per prima, un uccellino mi ha detto che qualcuno ha tagliato il traguardo un attimo fa, ma solo perché gliel’ho permesso :lol:).

    Tanti auguri, amico di tante avventure (e disavventure), guardo quella foto sempre con tenerezza, con la tua manina inavvertamente su di me, che facevo la vaga (e poi non l’ho più fatta, oh come non l’ho più fatta, ‘sta benedetta Tremendisia!).

    Tanti cari auguri, e spero che tu possa avere un sacco di soddisfazioni, dalla tua vita, oltre a quelle che sicuramente ti avrà già dato, prima ancora, naturalmente, che da questa rete amica e sconosciuta.

    Ora mi metto a dormire (è dalle nove che t’aspetto), contenta di esserci, come ci sono stata quel primo novembre di un anno fa, quando insieme cercavamo il nome del blog, e come cambiare il nick perché tu volevi chiamarti semplicemente Arthur, e “il mondo di Arthur” andava bene per il blog, ma non per una persona, giaà nota, e nota come Arthur, il nostro Artù.

    E poi… e poi un sacco di cose ma, tra l’una e l’altra, eccoci qui.

    Ti abbraccio forte.

    Un abbraccio forte, quello virtuale per forza di cose, anche a Simona che, grazie ai tuoi ricordi, hai reso sempre presente, qui accanto a noi.

    Mi piace

  3. Ciao Arthur, è domenica, 1° novembre, è molto tardi sai sono un po’ stanca di sedere qui, senza far niente: ho con me un libro, ma non ci sono né dialoghi né figure,

    — e a che serve un libro, pensò Alice, — senza dialoghi né figure?

    Quand’ecco un coniglio bianco dagli occhi rosei mi passa accanto, quasi sfiorandomi.

    Non me ne sono troppo meravigliata, lì per lì, ma quando il coniglio si è tolto l’orologio dal taschino della sottoveste e lo ha consultato, ho capito tutto! Cielo, la festa di compleanno!!! Allora sono saltata in piedi pensando di non aver mai visto un coniglio con la sottoveste e il taschino, nè con un orologio da cavar fuori, e allora, ardente di curiosità, ho traversato il campo correndogli appresso e sono arrivata appena in tempo per vederlo entrare in una spaziosa conigliera sotto la siepe.

    Vieni Arthur, seguimi, anzi corriamo insieme dietro il Bianconiglio…c’è da scartare il regalo, ricordi?

    Ti aspetto da me…

    Mi piace

  4. alanford50

    Ciao Arthur, buon compleanno e buon blogheanno, come vedi, nonostante i miei 999 anni, mi sono ricordato e sono passato a lasciarti un pensiero, complimenti per il tuo lungo peregrinare per queste lande virtuali, vedo che hai un sacco di amici, vecchi e nuovi, che hanno percorso questa strada con te, e continuano a farlo, segno che sai dare loro molto, mi unisco al coro e ti rinnovo i miei migliori auguri, ciaoooo neh!

    Mi piace

  5. @ Erzicovina delle Valli Ruspanti: ebbene si, è proprio vero che la classe non è acqua fresca… 😆

    Grazie. In effetti tutto mi sarei aspettato tranne vederti alla festa del mio compliblog, nonché compleanno. Ogni promessa è un debito (????)… mia cara Erzicovina, vuoi aprire le danze con me?

    ps: mavalà, come dice un celebre personaggio, abbiamo capito che sei tu Diemme e non l’Erzicovina che parla, anche perchè lei viene, prima, sempre da me e quindi… mavalà che ti abbiamo scoperto… 😆

    Mi piace

  6. uh! congratulazioni! E pensare che all’inizio eri recalcitrante, non volevi aprire un blog e ti facevi ospitare da diemme. Sotto sotto eri come un trentenne bamboccione, come disse Schioppa 🙂

    Mi piace

  7. @ Diemme: in effetti con te ho mosso i miei primi passi in questo mondo che più di una volta ho guardato con sospetto e tu ne sei testimone, visto che proprio un mio intervento sull’argomento blog ci ha fatto conoscere, quel famoso 30 settembre 2007.

    “Perché aprire un blog? A cosa serve e, soprattutto, a chi può servire realmente?”

    Erano queste le cose che allora mi ponevo e ho continuato a farlo in tutto questo tempo, alternando momenti di entusiasmo a momenti dove era più difficile capire dove stessi andando realmente, cos’è che mi spingesse a scrivere delle cose, per poi far conto con un riscontro alle volte inaspettato.

    Ho pubblicato in fondo al mio articolo la top ten delle pagine più cliccate, perché è abbastanza curioso osservare che, pur essendo in generale le pagine più cliccate dalla rete, hanno avuto un numero di commenti di gran lunga inferiori rispetto ad altre che ho vissuto in maniera meno intensa, dove parole e metafore non s’intersecavano più di tanto, perché era la storia che ne traeva un esclusivo beneficio.

    E in questo, i miei “lettori preferiti” non mi hanno mai fatto sentire la loro mancanza, e di questo li ringrazio, da loro ho tratto la linfa necessaria per continuare a scrivere e a proporre, spero con coerenza, sempre qualcosa di nuovo e d’altronde, a cosa serve scrivere se non c’è dall’altra parte qualcuno che ti legge?

    Ed è ancora da te che ho pubblicato la prima volta la bellissima poesia di mio padre Santi “Ombre” dove con il suo “E strànio mi sento… “, dichiarava tutto il suo disagio per questo mondo fatto solo di apparenze, da te per la prima volta ho parlato di Simona, una figlia che non ha avuto il tempo di esserlo del tutto, da te, forse per la prima volta, ho avuto il coraggio di dire che non era giusto morire a vent’anni…

    Evvabè (il mio famoso Evvabè sgrammaticato… )

    Tante cose ci hanno unito, tante ci hanno fatto prendere strade diverse, ma oggi è un giorno sereno e… grazie per gli auguri, grazie di essere anche tu qui insieme agli altri.

    Mi piace

  8. ma bene! un anno di blog che è un anno di belle conoscenze, di amicizie, di scambi, di letture fatte insieme, di riflessioni, di scambio di pensieri.
    e poi c’è pure il compleanno. e tante altre cose.
    molto bello.
    ti abbraccio, caro Arthur
    … e pensare che eri recalcitrante, dice Pani 😉

    Mi piace

  9. Buon compleanno e buon primo anno di blog caro Arthur!
    Il tuo tempo senza margini me lo ricordo bene, così come vivi sono anche tanti altri ricordi legati all’immagine dei cuccioli ed anche a quei titoli di post, cui hai affiancato dei bei numeretti.
    Che non son semplici caratteri grafici in neretto ma rappresentano i tuoi pensieri, le tue emozioni, i tuoi disorientamenti letterari, le tue soddisfazioni e le tue speranze.
    Grazie per averle riversate e condivise qui, con noi, con chi ti segue mescolando ai tuoi, altri pensieri e sensazioni, tra risate e giochi, tra commozione, suoni, immagini e vita.
    E poi grazie per questo post che celebra un anno insieme, perché ogni blog ha più autori: chi lo scrive naturalmente, ma anche chi lo legge e lo vive insieme a te.
    Quindi oggi, primo anniversario della sua nascita, anniversario della tua, nonché festa collettiva.
    Un forte abbraccio.

    Mi piace

  10. A cosa serve un blog? Credo di avere risposto tante volte a questa domanda, almeno dal mio punto di vista.

    Quando le persone mi scrivono, in pubblico o in privato “mi hai aiutato tanto”, e ovviamente senza che io ne sapessi nulla,, capisco che la condivisione dell’esperienza è qualcosa che può aiutare gli altri.

    Poi, non so te (a proposito, perché hai aperto un blog? 😉 ), ma a me piace anche semplicemente scrivere (di quanti post di cui mi hai chiesto lumi ti ho risposto “esercizio stilistico”?).

    Ogni tanto, è vero, ci sono degli incidenti di percorso (di matti ne girano tanti); per esempio, nel blog di una nostra cara amica, se ricordi, le hanno pure augurato lo morte (e lei “Ma perché, cosa ho fatto di male?” e io “Niente mia cara, rientra nell’ordine di idee che non sei responsabile dei disordini mentali di terzi”).

    Tante cose ci hanno unito, forse una sola ci ha fatto prendere strade diverse e, sul piatto della bilancia, le tante hanno la meglio sull’una: certo che sono qui, ci mancherebbe!

    Mi piace

  11. follettabacibaci

    Arthur, buon giorno per prima cosa, sono passata al volo per dirti una cosa importantissima
    OGGI E’ IL 1 NOVEMBRE QUINDI TANTISSIMI AUGURI DI BUON COMPLEANNO 😆 :mrgreen: 😳
    DA OGGI SEI MAGGIORENNE HIHIHIHIHI
    chiaramente auguri anche al tuo blog, ma questo è secondario.
    Domani rientro in ufficio, ti abbraccio forte e non mangiare tutta la torta, lasciane un pezzettino anche per
    Folletta baci baci 😉

    Mi piace

  12. laura

    Tanti, tanti, tanti auguri Arthur, tanti auguri per il tuo compleanno, e tanti auguri per per questa tua creatura che, in tante occasioni, ci ha fatto compagnia, facendoci riflettere alle volte, facendoci sorridere, altre volte.

    Un bacio ed un abbraccio.

    Mi piace

  13. Mi dispiace di non poter scrivere un commento all’altezza della situazione…
    Volevo comunque augurare a te e al tuo blog un buon compleanno!
    Per fortuna che quel 1 novembre 2008 ti sei deciso… 🙂

    Mi piace

  14. silvia

    Arrivo di corsa anch’io per farti gli auguri, per il tuo compleanno e per il blog e come ha appena detto Ester, meno male che ti sei deciso quel 1 novembre 2008.

    Auguroni!

    ps: nella classifica dei post che hai scritto, vedo che “Un Soffio” è stato visualizzato tante volte e, come poteva essere diversamente? 😉

    Mi piace

  15. @ Solindue: che dire… è la prima volta che per il mio compleanno ricevo un regalo da un Bianco Coniglio e che regalo ragazzi… un pacco azzurro, con tanti fili dorati, con dentro, ben incartata, una stella cadente raccolta dopo il tramonto, per esaudire il mio sogno impossibile… un pacco da scartare al suono del pianoforte di Allevi… che meraviglia!

    continua nel tuo blog… 😉

    Grazie!

    Mi piace

  16. @ Alan: grazie anche a te Alan, gli amici, è vero. sono tanti, ma tutti coltivati tra le pagine di questo blog e prima nel blog di Diemme e di Elle, e poi, non meravigliarti, perché anche tu fai parte di questa nutrita schiera, e quindi… 🙂

    @ Rosamaria: champagne a profusione, per un evento, evvabè, diciamo per una festicciola tra amici, quale tu mi hai dimostrato di essere in questi lunghi mesi… grazie anche a te per esserci sempre e comunque.

    @ Morena: come avrei potuto festeggiare senza di te?
    Ricambio l’abbraccio, anzi, dippiù, dippiù… 😉

    Mi piace

  17. @ Pan: come sei sempre saggio!!!
    In effetti devo dire che la parte del trentenne bamboccione mi piaceva anche, (grazie per il trentenne… 🙂 ), ma come tu sai, non mi lasciavano scappare via e allora…

    Comunque, adesso ho tanto da fare, ma ne sono felice e a te, devo riconoscere che mi hai spronato tante volte, con Diemme che si arrabbbbbbiava… 😆 😆 😆
    Grazie anche a te.

    @ Ester: che bello vederti ogni tanto!
    Non ci sono commenti all’altezza della situazione, ci sono solo i commenti e tu ne hai fatto uno bellissimo.
    Grazie e… ciao e ti aspetto ancora.

    Mi piace

  18. @ Folletta: ‘nnagg… mi tocca essere ormai maggiorenne, e che ci posso fare? 🙂

    ‘nnagg…

    Grazie degli auguri, detti, cantati, buon rientro in ufficio domani e per la torta… ma scusa non si parlava di diete da te tempo fa?

    Comunque, una fetta per te l’ho già messa via e quindi… quando vuoi passare… 😉

    Grazie, con te porti sempre una ventata di allegria.

    @ Silvia: ebbene si, meno male che mi sono deciso e per quanto rigrarda “Un Soffio”… beh, è così intenso quel post…

    @ Laura: grazie anche a te, Laura, per glòi auguri e per esserci sempre.

    Mi piace

  19. Ciao, son qui a leggere la top ten 🙂
    Dovessi scrivere tutto ciò che mi passa per la mente leggendo fra tutte queste pagine, immagino ingolferei il tuo blog per un bel po’. Tranquillo mi trattengo.
    Sono contenta che il “regalo” ti sia piaciuto. Ho reso pubblica la pagina W.Rabbit come mi hai detto. Non hai idea quanti stanno curiosando 😉 Non terrò quella pagina per sempre, magari già domani sparirà. In fondo si sa, i regali si scartano, si gioisce di felicità, poi si inizia con il gettare la carta, i fili dorati e a volte anche il regalo finisce in un cassetto, dimenticato.
    Comunque tranquillo, se anche dovessi perdere la stella di oggi, sarò pronta a cercare di raccogliertene un’altra. L’importante è non dimenticare le parole della Regina “allenati almeno mezz’ora al giorno” ed i sogni impossibili….

    p.s. Abbiamo una pagina in comune? Non ti seguo…parli dell’ Antologia …o mi sono nuovamente persa qualcosa??

    Mi piace

  20. @ Solindue: trattenerti, e perchè mai?
    Quelle pagine son lì per essere lette e commentate, anche, se se ne ha volgia, altrimenti, che ci stanno a fare? (‘nnagg… non hai fatto i compiti… 🙂 )

    E poi… i regali che finiscono in un cassetto dimenticato, sono quelli poco graditi, mentre invece quelli importanti… beh, oltre al regalo, ho messo da parte la carta e il nastro, ma certamente non per riciclarli.

    E per finire… ‘nnagg… eccerto che la pagina in comune è “Antologia del Portiere”… ‘nnagg… queste new____entry… 😆

    Mi piace

  21. Perdonami, ma non ci riesco proprio. Non posso davvero commentarle così. Sono pagine alcune straordinarie, con talmente tanto Arthur dentro, che non si possono commentare. Lo hanno già fatto in tanti. Ma non posso commentare il tuo modo si sognare, di sentire, di osservare.
    Lo respiro cerco di assimilarlo, di comprenderlo e in qualche caso mi permermetto di chiudere gli occhi e di viverlo attraverso le tue parole.
    Bene così.

    Mi piace

  22. @ Elle: quante cose ci siamo detti in quest’anno e mezzo… Chiddu chi ccunta, ‘un si pò mai vidiri, ricordi? Credo che tu sia stata la prima persona alla quale ho fatto questa traduzione e forse l’ho anche dedicata, perché fin dall’inizio, abbiamo lasciato fuori dalla porta ogni sotterfugio, sapendo di poterlo fare perché la chiarezza e la sincerità era la nostra arma preferita.

    Conoscersi senza essersi mai veduti… è questa la cosa più strana tra di noi, ecco perché pensieri, speranze, emozioni, riusciamo a scambiarceli anche soltanto tra le parole, ecco perché riusciamo a vedere quest’anno vissuto insieme, come se fosse un passo fatto uno accanto all’altro.

    L’abbraccio forte me lo prendo tutto, non senza averti detto ancora: grazie di essere stata accanto a me.

    Mi piace

  23. Auguri Arthur, una stretta di mano virtuale ma se chiudi un poco gli occhi sono sicuro che ne senti la forza.
    Continua a portare la tua voglia di vivere, di esserci e di fare la differenza … anche per chi pensa che nel suo piccolo non si possa cambiare.
    Ciao

    Mi piace

  24. balibar

    E’ un anno che Re Arthur cavalca, un anno in più.
    Procede ora al passo, ora al galoppo, ora al trotto. Attraversa foreste, corre lungo i bagnasciuga, s’inerpica sulle colline.
    I suoi occhi fermano,guidati dal cuore, istantanee di paesaggi, oggetti e sentimenti.

    Passa per i paesi delle valli e sulle colline, giù fino alle città.
    Per ognuno ha un sorriso e c’è sempre un sorriso che lo attende.
    Le donne fremono e gli porgono fiori e languide occhiate. I villici si chiedono “come fa?”.

    In effetti anche noi ci chiediamo “ma non gli darà fastidio?”. Perché Re Arthur monta il suo cavallo, che lui chiama Vita, nudo, a pelo.

    Sir Arthur, l’unico vero Re nudo (o naturista) del web. 😀

    Buon tutto, così, senza esagerare.

    Mi piace

  25. @ Spazio: in tutto il mio percorso, tu sei stato sempre un compagno discreto e attento, un compagnio di viaggio che credo chiunque vorrebbe avere al suo fianco.

    Grazie per la stretta di mano, che mi è arrivata forte e sicera, che ricambio, anzi, dippiù, dippiù… 😉

    Mi piace

  26. @ Balibar: ‘nnagg…… come mi hai fatto ridere!!!

    Non conoscevo questa tua vena poetica e comunque, devo confessarti che neanche io non so come faccio e se le signore mi porgono fiori e languide occhiate, io le prendo a piene mani… ‘un si sa mai dovessero venire a mancare improvvisamente… 😆 😆 😆 e comunque, nessun fastidio, te lo posso assicurare.

    Grazie Balibar, anche tu, come Alan fai ormai parte di questa allegra combriccola… 😉

    Mi piace

  27. @ Aquilotta: se vuoi accomodarti… sul tavolo c’è di tutto, arancini di riso caldi caldi, melanzane alla parmigiana, piripacchio (la mia specialità… ), acciughe salate condite con olio aceto e prezzemolo, pasta a forno, pesce spada e tonno marinato, tonno sott’olio portato direttamente da Lampedusa, olive verdi schiacciate condite con peperoncino, gattò di patate fatto ala maniera sicula, involtini di pesce spada al forno, formaggi vari, il formaggio catanese con il pepe nero, la provola di Montalbano, il pecorino e la ricotta salata infornata… dolci a volontà, cassata siciliana, frutti della Marturana, ossa dei morti, visto che domani è il giorno dei morti, la scorza di cedro grattugiata e cotta nel miele, i sfinci, antichissime frittelle con patate lesse e semi di finocchio, ovviamente i cannoli siciliani, per chi vuole mangiare leggero, la torta limoncina e la torta fragolina, torte varie con e senza mandorle, accompagnate dal passito di Pantelleria e poi vini a quantità, con il Rapitalà in cima ai miei preferiti…

    Dici che può bastare?

    @ Rosamaria: occhiate languide? mannaggia, nonmmenesonoaccorto… 🙂

    ps: ma, ma, ma… niente auguri da apina? 😦

    Mi piace

  28. Carissimo Arthur, che bello essere citata nel tuo post! E che post!!
    Il post dell’anniversario, la gioia e la celebrazione del coraggio di aprire un blog. Sì, perchè ci vuole fegato, amici! Per parlare di sè senza maschere, per confessare sentimenti e scoppi d’ira, per rimanere legati nell’animo anche quando le mani si sono ormai sciolte.
    Tanti auguri mio caro, altri cento-mille anni così!
    L.

    Mi piace

  29. Carissimo Arthur,

    sabato sera prima di rifugiarmi tra gli alberi, le foglie e la terra che tanto amo e che mi serve per riprendere energia, eri nei miei pensieri. I miei auguri poco prima della mezzanotte te li ho inviati con un sorriso di luce e polvere di stelle. Mi sono messa avanti, perchè come ti avevo anticipato, non avrei potuto scriverti qui sul blog fino a stamattina.

    Il mio incontro con te, che ricorderò sempre come uno dei momenti più preziosi della via blog vita, non è avvenuto nel mondo di Arthur, ma a casa Diemme, e da quel giorno abbiamo imparato a conoscerci e a volerci bene. Dure le tue parole, forse hanno fatto scendere qualche lacrima, ma poi sono spuntati tanti sorrisi.

    Se all’inizio non riuscivi a capirmi fino in fondo poi sei diventato una delle persone in questo mondo a cui io sono più legata. E mi viene in mente soloindue, e sorrido quando l’ho chiamata new entry ma già molto entry, che tra l’altro le è piaciuto come nomignolo. Quando io e te siamo entrati in contatto è stata più o meno la stessa cosa. Stellina mi sa che è venuto da Piemme. Il marchietto registrato invece è opera tua, e spesso ci penso e sono convinta che ci azzecchi molto. Io sono Stellina, Disastrino e Solitaria.

    In questo anno hai scritto pezzi (so che la parola post non è nelle tue corde) emozionanti, altri avvincenti e comunque sempre molto Arthuriani. In un periodo pur sentendoti per mail o nel mio cielo, pur leggendoti, non lasciavo segno del mio passaggio perchè non mi sentivo a mio agio. Ne abbiamo parlato spesso in privato, ma non per questo la nostra amicizia si è arenata, anzi è decollata più che mai in seguito a un piccolo fraintendimento nel mio cielo.

    Rimane la mia convinzione che Stellina ogni tanto venga snobbata, ma venerdì hai snobbato anche la tua bistecca, quindi ero in buona compagnia, sperando che la bistecca fosse in compagnia di patate arrosto e insalata…..

    Per questo importante giorno ti mando un bacio di luce (e le stelle di luce ne hanno tanta) che illumini i tuoi giorni e le tue strade buie; un abbraccio di stelle che ti illumini il cuore e tanta polvere di stelle per rendere più caldi solari e accoglienti i tuoi pensieri.

    Luminosamente Stella

    Mi piace

  30. Pingback: Il compli Mondo di Arthur « IL CIELO DI STELLA

  31. api

    potrai mai perdonarmi?!!! 😦
    arrivo solo ora…ma qualcuno mi disse? qualcuno m’informò? qualcuno mi dette forse la classica gomitata di suggerimento? NO!
    o sono io smemorata?
    Arthur mio caro – nota la maiuscola e il nome esatto 😉 – che dico adesso?
    mio ex concittadino, gli anni trascorsi qui ti hanno donato in/coscienza e solarità….vuoi vedere che è tutto merito dell’aria dell’isoletta se hai osato e pure bene? 🙄 e delle tue vasche al corso che, per fortuna, non facevo?!
    un abbraccio forte per i tuoi anni, tutti, virtuali e non.
    di cuore!
    api

    Mi piace

  32. @ apina: ma come potrei avercela con te?
    Io avevo mandato una colombella, ma a quanto pare le correnti nello stretto della Maddalena, deve averle fatte tornare indietro.

    Dodododododododoooohhhh… sono raffreddadissimmmo mia cara apina e… comunque senz’altro quelle mie passeggiate al corso mi hanno giovato, ma più di ogni altra cosa, mi giova sapere che ci sei anche tu che ogni tanto mi leggi, vuoi mettere questo blog senza il ronzio delle tue alette?

    ‘nnagg…

    Grazie per gli auguri e per l’abbraccio che ricambio di cuore.

    Mi piace

  33. @ late… : grazie…

    @ Sancla: ti aspettavo… grazie anche a te. 😉

    @ Liviana: hai ragione, ci vuole coraggio per aprire un blog e per parlare di se… grazie anche a te, giovane amica… 😉

    @ Solindue: sei sicura che avevi portato la cioccolata? Mi era sembrato che invece… 🙂

    Mi piace

  34. @ Stellina: allora… snobbata, tu sei snobbata da me? Maddai!!! 🙂

    Lo so che tu scherzi, ma non è la quantità che conta, ma la qualità ed io, cara Stellina, come ben sai, ci sono sempre e ci sono stato anche quella volta che ti ho detto parole dure, come le hai chiamate tu, mi dispiace averlo fatto, ma credimi, oggi non saremmo più qui a ricordarlo se non te le avessi dette quelle parole e tu lo sai benissimo.

    Vedi, il rapporto tra queste pagine è forse più difficile che nella realtà, perché al di là delle apparenze, al di là delle cose che si scrivono, dei baci e degli abbracci, è una vita fatta di emozioni che si riescono a cogliere se solo si ha voglia di farlo, qui tutti sono amici di tutti, ma quanti realmente lo sono veramente?

    E, infatti, poi avviene, come nella vita reale, la selezione, pochi affezionati che si frequentano solo perché la condivisione che si è trovata, smuove e fa crescere la voglia di sapere cosa ha scritto Stellina, Sancla, Solindue… perché è di emozioni che stiamo parlando, non di curiosità, ma di momenti nati solo per farci riflettere, capire, conoscere, sentirci vicini, condividere, perché dietro ad una tastiera ed ad un video non resta altro che questo, l’immagine di un cuore che batte, che palpita perché sofferente, che gioisce perché felice…

    Non ci sono belle parole, ci sono parole che “parlano” per farci sentire uno vicino all’altro, per alcuni è magari un po’ di compagnia, per non sentirsi soli, parole che spesso nella vita reale mancano perché alle volte è più facile dirle senza sapere che ci sono occhi che ci guardano, parole che ci riguardano da vicino, amore, sogni, speranze, prospettive, bisogno di crederci e nient’altro.

    Eccoci…

    Ho detto tutto e non ho detto niente, ma una cosa voglio senz’altro dirla, grazie anche a te di esserci in questa allegra combriccola, nata per caso, ma già abbastanza grande da essere presa in seria considerazione.

    Ps: bellissimo il tuo commento, grazie!

    Mi piace

  35. api

    …’Bocche di Bonifacio’, arthur!
    non ‘stretto della maddalena’. a noi niente ponte, meraviglioso! 🙂
    suvvia, ti perdono…hai solo sbagliato le coordinate isolane.
    comprensibile per un siculo, raffreddato per giunta!
    curati, mi raccomando! 😉

    Mi piace

  36. @ apina: ehhhhh… come siamo pignole!!!

    In ogni caso, fanno parte dell’arcipelago de La Maddalena… giusto?

    Uffi e triplo uffiiii!!! 🙂

    ps: da quando hai imparato a fare le faccine, sei diventata tremenda, anzi, dippiù, dippiù… 😦

    Mi piace

  37. api

    ma…scusami!
    non eri tu che mi hai fatto lezioni a sfroso?!
    tra parentesi: odio le faccine! SALLO!

    ps: ti manderò una cartina particolareggiata della MIA isola, va bene?

    Mi piace

  38. Buonasera ragazzi, altra cioccolata? a proposito di faccine, io ancora non so fare quella che diventa rossa per chè si vergogna e invece sarebbe tanto importante….cioè in realtà sono tante le cose che non so fare, faccio dei casini nelle mie pagine…però la cioccolata portata da me era buona davvero perchè non fate che rammentarmi…. (faccina felicissima) 😆

    Mi piace

  39. Giovanna Amoroso

    Anche se in ritardo (causa influenza “suina” del bimbo. Per fortuna ora tutto bene) auguroni anche da parte mia!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    Dolce notte
    Giovanna

    Mi piace

  40. Carissimo Arthur,

    come ben sai non riesco a commentare solo per far sapere che ci sono. Non lo faccio con te, con lo faccio con altri amici di Blog. Ci sono blog come questo che frequento regolarmente. Qualcuno dove vado ogni tanto. I miei commenti sono parte di me, sono riflessioni nelle riflessioni. Ognuno ha il suo stile. Lo accetto e lo rispetto, così devo essere accettata io, semplicemente per quello che sono, me stessa. Non è un ostentare ciò che sono, ciò che so, ciò che ho. Non sono nulla. Non ho niente. Non so niente. Sono un’anima errante, un’anima graffiata nel profondo che non ha mai lasciato che queste ferite le impedissero di vedere il bene, l’amicizia e l’amore.

    A volte, sai, per lasciare un saluto ti mando un messaggio o una mail. Tutti segni della presenza di qualcuno. Io ci sono sempre stata. E lo sai. Momenti belli o bui, io ci sono smepre stata. A volte magari ho commentato meno ma non sono mai andata via. E poi tu sei un sostenitore della qualità.

    Lo so che non dovevo rispondere, ma te l’ho promesso perchè mi faceva piacere risponderti.

    E poi è bello vedere amici di amici diventare amici di amici e via così.

    Un abbraccio grande, stella in compagnia della bistecca…

    Ps. lo so che sono simpatica, ti anticipo, è la mia carattersitica principale….

    Mi piace

  41. … con … ehm … qualche giorno di ritardo … pero’: AUGURI AUGURI AUGURI per tutte le ricorrenze che questo giorno ha portato con se’ … e per un sereno proseguimento dell’avventura bloggosa che mi pare proprio che ti riesca bene!!!! 🙂

    Mi piace

  42. @ Thumper: Grazie! Grazie! Grazie!

    ps: benvenuta… 😉

    @ Rosigna: grazie anche a te e benvenuta.

    @ Thumper e Rosigna: mannaggia all’istruttore/trice… 😆
    Vi aspetto ancora. A presto! 😉

    @ Diemme: mannaggiatte… 😉 grazie anche a te… inszomma, inszomma, Tremedisia sempre e comunque anzi, dippiù, dippiù… 🙂

    Mi piace

  43. Ma oggi vi siete messi d’accordo? Io scrivo un commento, si risponde a tutti e i miei vengono automaticamente scarpati, ma mettetemi nello spam e facciamola finita.

    uffa, da oggi non commento più da nessuno.

    stella snobbata (ma è una persecuzione)

    Mi piace

  44. ***Lei ci ha provato Dolcisia, ma il telefono ha remato contro***Lui ci ha provato a rispondere ma il cliente***poi sono andata a fare un giro da solo in due e ancora più gelosa***oggi non è giornata***un abbraccio stella gelosa

    Mi piace

  45. Oh, ma è Antonella nostra! Chi si risente…

    (Purtroppo non riesco a vedere il video, da un po’ di giorni la possibilità di vedere youtube va e viene)

    Secondo me il nostro Artù ci avrebbe dovuto riproporre anche quel pezzo bellissimo che scrivesti sulla sua nascita.

    (Sissi ancora aspetta quello per lei, non dimenticare! A santi non chiedere, a bambini non promettere)

    Mi piace

  46. @ Antonella: mannaggiatte… grazie, mancavi solo tu e… molto bello il video di Sting… ti abbraccio!

    @ Diemme: hai ragione, il pezzo sulla mia nascita che aveva scritto Antonella era stupendo, mi ero ripromesso di ricordarlo, ma poi…

    Comunque, rimedio subito.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...