Qualche idea per il tempo libero… marzo 2010

Piazza dell’Anfiteatro – Lucca © ItalyGuides

Oggi inizio questa mia rubrica, parlandovi di una delle più belle città d’arte Italiane, Lucca.
Per chi non la conoscesse, è una bellissima città a metà strada tra la piana di Torre del lago Puccini, dopo Viareggio e Firenze, che merita di essere visitata ed ammirata come esempio, raro e prezioso, di centro storico che si è preservato pressoché integro nel suo insieme.

La città, che è completante cinta da delle belle mura medievali, che descrivono un perimetro di 4.450 metri, insieme a Ferrara, Grosseto e Bergamo è uno dei quattro capoluoghi di provincia ad avere la cinta muraria intatta. Ha una struttura urbana romano/medievale, ma ciò non significa che dal punto di vista architettonico non abbia subito cambiamenti, anzi, non ha mai cessato di rinnovarsi, adeguandosi, via, via, alle nuove esigenze, ma senza distruzioni radicali.

Così, i palazzi del cinque, sei e settecento, non sono presenze estranee ed isolate, ma s’inseriscono con naturalezza, senza turbare l’equilibrio dell’originale tessuto urbano.

Soprannominata anche la città delle cento chiese, ha una cattedrale, in stile Romanico, che fu completamente ricostruita nel 1060, con una facciata ispirata al Duomo di Pisa ma arricchita da elementi originali tipici del Romanico Lucchese, firmata da Guidetto da Como e datata 1204.

L’interno della cattedrale, che avrebbe dovuto avere un corpo basilicale con cinque navate, è stato rinnovato nella seconda metà del XIV sec., ed è a tre navate, scandite da pilastri con transetto sporgente e abside semicircolare.

Ci sono anche tante belle piazze e la più celebre è sicuramente Piazza dell’Anfiteatro, nata sulle antiche rovine dell’anfiteatro romano, su progetto dell’architetto Lorenzo Nottolini, unica nel suo genere.

Molto bella da girare a piedi, come città mi ricorda molto Verona, con la magnificenza dei suoi palazzi ma Lucca, ha un suo fascino particolare, proprio dovuto a questa “unione” di stili, che la rendono inconfondibile.

Tra le altre cose, un percorso consigliato è il giro delle mura in bicicletta, così da avere la possibilità di godere la città dall’alto e, in una bella giornata di sole, diventa anche un’ottima alternativa per visitarla.

Ovviamente, come in tutte le città toscane, si mangia divinamente (Farinata di fagioli e cavolo nero, la braschetta, i fegatelli di maiale con la rete, la frittata trippata…) e quindi, una gita che merita veramente di essere fatta.

E per finire, da non perdere assolutamente l’iniziativa promossa dalla FAI, Fondo Ambiente Italiano. Sabato 27 e domenica 28 marzo, sono 590 i monumenti che la FAI aprirà in via straordinaria in tutte le regioni italiane, nella diciottesima edizione della Giornata Fai di Primavera.

Alcuni esempi? Da Palazzo Chigi a Roma alla Biblioteca Braidense a Milano, dal complesso della Misericordia a Venezia al Palazzo della Banca d’Italia a Firenze… da non perdere!

Notizie più particolareggiate le trovate sul sito della FAI.

Buon divertimento!

Annunci

42 pensieri su “Qualche idea per il tempo libero… marzo 2010

  1. Laura

    Conosco Lucca per esserci stata diverse volte e condivido il tuo pensiero, è una gran bella città.

    E’ interessante l’iniziativa della FAI, adesso andrò sul sito per vedere la città più vicina, così approfitto anch’io di questa iniziativa.

    Grazie, questa rubrica è veramente utile.

    Mi piace

  2. Avevo già letto gli altri articoli che avevi scritto per il tempo libero, ma non ti avevo mai commentato, un po’ per timidezza e un po’ perché in genere leggo senza mai commentare.

    Però questa volta ho voluto scriverti due parole, perché parli della mia città, che amo tantissimo e che trovo stupenda.

    E quindi ti ringrazio per le cose che hai scritto, che senz’altro invoglieranno altri a visitarla.

    Un’ultima cosa, hai mai mangiato a Lucca i tortelli di patate al ragù di Chianina?

    Se ti mancano, provali e poi mi sai dire.
    Ciao.

    Mi piace

  3. Diciamo che anche a me riporta alla mente ricordi passati…ma ora sono un pò impegnata a non starnutire per l’allergia che inesorabile arriva…almeno questo freddo serviva a bloccare i pollini…nnnnaaaaggggiiiiaaaa!!!!!!!!!!!!!!!!!

    Buona serata…besitos kate

    Mi piace

  4. simple

    L’iniziativa del FAI è sempre troppo poco conosciuta e pubblicizzata. Bravo, arthur!
    PS: Prendo nota su Lucca, visto che un salto da quelle parti è previsto tra fine aprile e inizio maggio.
    🙂

    Mi piace

  5. @ Simone: innanzitutto, grazie del tuo commento, visto che dici che non commenti mai.
    Conosco molto bene Lucca per esserci stato parecchie volte, e ci torno sempre volentieri, proprio per l’atmosfera che si respira e per uno come me, è fondamentale.
    Non ho mai mangiato i tortelli di patate al ragù di chianina, ma la prossima volta che ci torno, li assaggerò senz’altro.

    Torna pure quando vuoi, sarai sempre il benvenuto.

    Ciao!

    Mi piace

  6. @ Aurora: che bello, hai vissuto a Lucca? E’ vero, per certi versi è una città malinconica, ma un po’ tutte le città con un centro storico come Lucca lo sono, sarà la maestosità di certi palazzi o alcune viuzze anguste, che sembrano dimenticate dal tempo… Mi piace entrare nei portoni, curiosare, vedere i giardini, i ballatoi che riportano a certe atmosfere d’altri tempi.
    Una città secondo me è da visitare anche così, monumenti e musei, ma soprattutto angoli sperduti che ci raccontano molto di ciò che è stato e come si sia evoluto nel tempo.

    Ciao e buona giornata.

    Mi piace

  7. @ Morena: grazie Morena, mi sono riproposto di scriverne uno ogni mese, segnalando eventi magari non particolarmente pubblicizzati e l’invito è esteso anche a voi lettori, con lo spazio a vostra disposizione per segnalare eventi, mostre o curiosità varie.

    Ciao carissima, buona giornata.

    Mi piace

  8. @ Simple: la Fai è un’organizzazione che con il contributo di molti cittadini e aziende, ha salvato, restaurato e aperto al pubblico importanti testimonianze del patrimonio artistico e naturalistico italiano.

    Con una quota di appena 39,00 euro, (60,00 per due persone) è possibile iscriversi per un sostegno all’organizzazione e in più, si può entrare gratis a visitare i beni Fai e si hanno sconti e agevolazioni in musei, teatri e parchi convenzionati.

    Io mi sono iscritto.

    E per quanto riguarda Lucca, vacci che merita senz’altro.

    Mi piace

  9. Non conosco Lucca, ma spinta dalla tua bella descrizione,
    voglio farci un pensierino. Mi pacciono le città o i luoghi dove
    si respira storia. Non disdegno neanche la buona cucina,
    come fagiolata cavoli e bruschetta.
    Lieta serata

    Mi piace

  10. i tortelli di patate al ragù di chianina ispirano veramente…

    a Lucca ci sono stato tanto tempo e una o due vite fa, non me la ricordo molto bene, ricordo che quando c’era stato faceva caldo, molto caldo

    forse non bisognerebbe fare gite culturali d’estate 🙂

    Mi piace

  11. @ Sonoqui: se vai a Lucca e se vuoi un consiglio, la prima volta visitala girando per le vie e assaporando l’atmosfera della città. C’è anche una via del centro dove ci sono delle belle gioiellerie, se può interessarti, alcuni negozi hanno mantenuto l’arredamento originale, altri si inseriscono con discrezione nel contesto della città.

    E poi… per i monumenti c’è sempre tempo… 😉

    Adesso non ricordo esattamente dove si trova, ma sotto le mura, vicino all’ingresso principale della città, c’è un ristorante dove si mangia divinamente e se vai, chiedi che magari riesci a trovarlo.

    Lieta serata anche a te.

    Mi piace

  12. @ Fra: il ragù di chianina è speciale, come tanti altri piatti Lucchesi.

    E’ vero, quando fa caldo, non è bello girare per le città, ma se ci ritorni e se fa ancora caldo, affitta una bicicletta e fai il giro delle mura… è meraviglioso.

    Mi piace

  13. Ah la Toscana terra di donne e città stupende! 😆
    Se davvero qualcuno di voi venisse in questa regione nelle prossime settimane vi segnalo una mostra che ho visitato ieri a Firenze.
    Fino al 25 aprile alla Strozzina (Centro di arte e cultura contemporanea a Palazzo Strozzi) c’è un’interessantissima mostra che mette in dialogo undici lavori di Gerard Richter, con altri sette artisti contemporanei e relativa al tema della dissolvenza dell’immagine.
    Spiego per i non addetti al lavoro.
    Si parte – spesso – da una fotografia, la si riporta su tela, e poi attraverso differenti tecniche, l’immagine viene più o meno sfocata, togliendo quindi chiarezza, decontestualizzandola e smaterializzandola. Spesso arrivando all’astrazione e comunque creando un immagine finale figurativa ma indipendente dalla realtà di partenza.
    Ecco qui ad es. il Duomo Milano

    Mi piace

  14. Sai, Arthur, ho una cara amica che abita in provincia di Lucca.
    Quasi quasi ci faccio un pensierino per quest’estate! 😉
    Ci troviamo tutti lì? Fatemelo sapere, ché sto già preparando la sciarpa rossa! 🙂

    Mi piace

  15. @ Solindue: quasi quasi ci faccio un salto.
    Come tecnica è molto interessante, che poi, nell’era dei computer è un giochetto semplice semplice, ovviamente se si è in grado di fare qualcosa che abbia un ben che minimo accenno di artistico… 🙂 ovviamente!

    Mi piace

  16. ho qualche problema con i vigli urbani di Lucca. Risale a 22 anni fa. Me l’avevano combinata proprio sporca.
    Però ho un bellissimo ricordo della veccheitta della casa di riposo che ci fece da guida in tutta la città

    Mi piace

  17. Grazie Sol, è bella l’immagine del Duomo, dipingendo ho visto spesso cose simili, ma l’arte è tutta da scoprire, pensare che sono stata a Firenze diverse volte e che all’inizio in gita scolastica è stata una di quelle città che proprio non sopportavo….
    ahhhhh la saggezza degli adulti!!!!!!!!!!!!!!!!!
    😉
    Buona giornata Arthur
    kate

    Mi piace

  18. Oh Cielo Arthur, forse non mi sono spiegata! Quando dico “Si parte – spesso – da una fotografia, la si riporta su tela, …” intendevo dire che le opere sono dipinti ad olio! Non è un giochetto semplice fatto nell’era dei computer: niente a vedere con fotografie sfocate con photoshop!
    L’immagine del duomo di Milano che vi ho linkato è un olio su tela del 1964!

    Mi piace

  19. @ Solindue: non volevo sminuire assolutamente l’operato di questi artisti, volevo dire che nell’era dei computer certe tecniche si sono “semplificate”, ma lo metto come vedi tra parentesi, perché non sto parlando di giochetti tipo sfocature con Photoshop, ma di vera e propria grafica computerizzata, tipo l’immagine che ti ho fatto vedere ieri, che presuppone una preparazione tecnica non indifferente, e ovviamente, non meno importante, una sensibilità artistica determinante.

    Pur amando le tecniche artistiche “tradizionali”, olio su tela con annessi e connessi, secondo me oggi ci sono altre manifestazioni artistiche non meno pregevoli, in fondo è come dire che con i tempi sono cambiati anche il modo per esprimersi e se ci pensi non cambia assolutamente nulla, perché se si ha qualcosa da dire, la si dice ugualmente.

    Metti il mondo della fotografia, oggi va di moda esporre Fotografie, come se fossero delle opere d’arte e allora…

    Ricordo alcuni anni fa… avevo un’amica e collega che faceva i suoi progetti al computer. Quando l’andavo a trovare, la guardavo affascinato, ma mantenevo una certa resistenza ad utilizzare anch’io i computer, perché pensavo che il contatto con la matita, il tecnigrafo, il foglio di carta, fosse per me fondamentale.
    Poi mi sono deciso e ho “scoperto” che con il computer riuscivo a fare le stesse cose magari impiegandoci meno tempo, ma soprattutto che, senza idee, ambedue i modi sarebbero stati sullo stesso piano.

    Mi piace

  20. @ Pan: Io invece ho avuto qualche problema con i pizzardoni di Londra…
    Visitare una città con la giusta guida, è fondamentale, il ricordo resta amplificato, non credi?

    Mi piace

  21. Marta

    “Una gita che merita veramente di essere fatta.”
    Assolutamente , non posso che concordare. Ci sono stata due anni fa eppure il ricordo che me ne rimane è di una delle città , non solo più belle ma proprio ben fatte ( purtroppo non posso usare il tuo stesso modo tecnico di descriverla , quindi spero mi passerai questo termine ). Ad ogni modo ricordo sopratutto la tranquillità e tutte quelle biciclette che sfrecciavano con naturalezza , cosa che in altre città italiane viene vista molto diversamente. E ricordo anche il commento della guida : “.. Lucca è inoltre soprannominata la città delle cento chiese” […] “Fortunatamente per voi non le vedremo tutte.”

    Una gita , merita.
    Sono contenta di essere passata , piacere Marta.

    Mi piace

  22. @ Marta: benvenuta anche a te… sì, Lucca è una città meravigliosa. In genere d’estate, un paio di volte ci vado sempre, è una di quelle città che mi piace vivere camminando tra le sue vie anche senza una vera e propria meta fissa, e ogni volta, alzando lo sguardo in aria o soffermandomi su certi particolari, scopro qualcosa di nuovo. Credo che questo sia il modo migliore per vivere una città. Tra l’altro un’amica ha appena comprato casa in un paesino vicino, esattamente dieci minuti dal centro storico in bicicletta e allora, un buon motivo per ritornarci.

    Bene… torna a trovarmi ancora, ti aspetto. Ciao!

    Mi piace

  23. Marta

    Accidenti , io vedo sono appena tornata da un viaggio a Perugia , niente a che vedere con Lucca! La sconsiglio .. magari potessi avere io questa “scusa” =)

    Grazie mille del benvenuto!
    A presto , Marta.

    Mi piace

  24. E Spoleto?
    E’ la città natale di mia madre “Città Dei Due Mondi”, a me queste piccole cittadine con un centro storico cosi artistico fanno impazzire, Perugia compresa…Foligno, Orte, e la Toscana?
    Mi piace proprio tantissimo…hai ragione Arthur, nessuna città merita di non essere visitata…ma se così fosse dovremmo stare 365 gg in viaggio….mica male l’idea!!!! 😉
    kate

    Mi piace

  25. @ Marta: l’approccio ad una città, positivo o negativo che sia, dipende da tanti fattori, lo stato d’animo, la compagnia, se ci si aspetta qualcosa di particolare… io amo tantissimo Parigi, eppure ho degli amici che invece la detestano, e quando ne parliamo, non riesco a capire come non debbano amarla come me, ma il mondo è bello proprio perché è vario, come si suol dire e allora, ogni punto di vista è sacrosanto, altrimenti, chissà che noia, non credi?

    Ciao e buona serata.

    Mi piace

  26. @ Kate: Spoleto… bellissima città, dalla storia millenaria. Passeggiando per le vie di un centro storico, ti sei mai chiesta come doveva essere la vita di allora?
    Sarebbe meraviglioso poter viaggiare 365 giorni l’anno, ma forse una pausa ogni tanto non guasta, così giusto per riprendere fiato.

    Ciao kate, buona serata anche a te.

    ps: per fine settimana o al massimo inizio della prossima, pubblichiamo il secondo numero di The best… Wow!!!

    Mi piace

  27. Marta

    Assolutamente sì! Mi immagino un mondo in cui si ha la stessa opinione di un qualcosa , che tristezza che dovrebbe essere! Meglio così.
    Credo inoltre che verrò prossimamente a ritrovarti.
    Buonanotte , Marta.

    Mi piace

  28. Darling

    Ciao, faccio un saluto di cortesia. Devo ancora capire bene il senso di questi commenti agli articoli che scrivete … che faccio devo darti il buongiorno?

    Mi piace

  29. @ Daling: che onore averti tra le mie pagine!

    Allora… se vuoi dare il buongiorno, e sia, se vuoi scrivere un commento, e sia, insomma fai quello che ti senti, in ogni caso va sempre bene.
    Ciao e torna pèure quando vuoi.

    @ Barbie: buonagiornata anche a te.

    Mi piace

  30. Sai quante volte come dici tu ho immaginato le persone e i costumi del tempo camminando in un centro storico?
    I cavalli i carretti le mura, i cesti con la frutta…ma che meraviglia…
    eh si che meraviglia camminare dove molti nostri avi hanno camminato e vissuto…
    per il giornale…Super wowowowow…non vedo l’ora!
    Baci baci kate

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...