Libertà

Libertà. C’è molta confusione intorno a questa semplice parola ed è proprio vero.

E ripercorrendo alcune considerazioni fatte ieri dopo aver sentito qualcuno urlare di voler essere libero di dissentire, perché democrazia è soprattutto questo, mi sono chiesto ancora una volta cosa fosse per me la libertà.

Che parola. Libertà!

Dentro di me la libertà è riposta in un angolino che a prima vista sembrerebbe assai piccolo ma, in effetti, ha tanto spazio attorno a sè.
Se dovessi descrivermi direi di essere nato libero, nel senso che libertà ritengo sia per me l’aria che respiro, l’ossigeno che mi mantiene in vita senza il quale non potrei mai vivere.

          Libertà che sa di anarchia, non al di sopra delle regole, ma frutto di libere scelte non condizionate da qualsivoglia imposizione, libertà di rimanere fedeli a se stessi, per non farsi travolgere da falsi stereotipi. Libertà che è rispetto dell’altrui libertà, libertà che è un modo di concepire la vita, unica e sola, degna per questo d’essere vissuta. Libertà che è vagare per sentieri impervi alla ricerca di creatività da sviscerare, libertà che mi fa essere migliore nel momento in cui volo con la mia fantasia alla ricerca di cose a cui dar vita.

          Libertà di sentirmi non diverso dagli altri, ma con altre inclinazioni, che proprio per questo coltivano la mia anima, che proprio per questo è solo mia. Libero di concepire il giorno come fosse notte, la notte come fosse giorno, di decidere che spazio dedicare alla mia esistenza, poco, grande o magari niente che sia, libero di non sentirmi libero, perché di questa libertà ne ho fatto una ragione d’essere, perché ho deciso di dividerla ma solo per farla diventare ancora più grande, non più una, ma due, dieci, cento, non importa quante, unite alla ricerca di un essere comune, di una condivisione che mi fa sentire ancora più libero.

Libertà!

E per voi?

Annunci

46 pensieri su “Libertà

  1. Libertà di star lontano da chi non mi merita, di ascoltare
    chi voglio, di sentirmi felice quando gli altri non lo sono,
    libertà di poter scegliere, libertà di vivere a modo mio,
    libertà di amare e illudersi di essere liberi.
    Lieta notte Arthur

    Mi piace

  2. Luisa

    Anni fa anelavo l’indipendenza economica,il potermi gestire totalmente senza rendere conto a nessuno,vivere altrove. L’ho avuto,ne ho gioito i primi tempi. Ho provato a scavalcare i paletti che altri avevano posto intorno a me. Poi ho scoperto che i paletti li avevo in testa e che non se ne sarebbero andati. Appagati i desideri mi sono permessa il lusso di non essere più contenta.Ma come? potevo fare quello che volevo e non mi bastava più?Poi ho perso tutto. Punto e a capo. Allora bisogna dare un altro senso alla libertà,quella di prima era importante( a volte la rimpiango e ne soffro),quando la riavrò non avrà più tanto valore,poco ma sicuro. E’ come dici tu,la libertà senza condivisione è monca,almeno a me toglie un po d’entusiasmo. LIbertà è poter imparare,scoprire,sperimentare,andar fuori ed avere qualcuno che t’spetta e t’ascolta, e forse libertà è star bene nonostante i paletti. Libertà by luisa

    Mi piace

  3. Condivido l’ultimo paragrafo, soprattutto.
    Mentre leggevo il tuo post mi chiedevo cosa significhi libertà per me, e credo sia ciò di cui tu parli nelle ultime righe.
    Libera di essere me stessa, anche se questo vuol dire essere non necessariamente “diversa” ma quanto meno bizzarra, non immediatamente decifrabile, testarda nel portare avanti scelte di vita che altri non capiscono.
    E tutto questo è complicato, faticoso e difficile. Ma chi ha detto che la libertà è facile?
    V

    Mi piace

  4. Il mio senso di libertà si affina la sera, quando prima di chiudere gli occhi alla notte mi accorgo di aver condiviso con gli altri un progetto e nonostante quel che mi potrà accadere, potrà continuare domani.
    E’ la libertà di un pensiero o di un sentimento che non ha un proprietario ma è libero di appartenere a tutti quelli che lo riconoscono.
    Sarebbe bello che si pensasse:
    “Io non sono libero; faccio parte di quelli che contribuiscono alla libertà”. Un gioco di parole per dire che si è liberi solo nel rispetto e nella fiducia degli altri.
    Ciao
    Buon fine settimana

    Mi piace

  5. Sto pensando anch’io ad un post su questo valore grande grande. Penso che la libertà sia una cosa bella, fondamentale purchè si esplichi nell’ambito di regole e legalità. Un caro saluto e…buon 25 aprile, Fabio

    Mi piace

  6. @ Api: sì, bella domanda cara apina, ma alla quale non è poi tanto difficile dare una risposta.

    Stasera ho visto un bellissimo film “Baaria” di Tornatore, ed ad un certo punto il figlio del protagonista chiede al padre come mai tutti dicevano che avevano un brutto carattere e il padre risponde dicendo che probabilmente perché era vero o forse era perché avrebbero voluto abbracciare tutto il mondo, ma purtroppo avevano le braccia troppo corte per poterlo fare.

    E già… il film è un ritratto dipinto a volte con tinte delicatissime, dello scorrere di un’epoca che vede i protagonisti combattere per difendere l’unico loro vero bene, le idee, dai soprusi della politica, che trova nella mafia un alleato fedele.

    La libertà di pensiero, che non si piega ai compromessi neanche per un tozzo di pane.

    Pensa a quanta gente ha dato la vita per questo e quanti ancora la danno… ecco, credo che questa sia l’unica vera e possibile risposta alla tua domanda.

    Mi piace

  7. api

    vero, arthur. quella che tu chiami domanda era solo l’inizio dell’ennesima riflessione che, credimi, non poteva portare altrove se non a quello che dici qui sopra. in fondo, la sintesi di tutto ciò che gli altri interventi affermano…
    oggi è il 25 Aprile.
    per me ha ancora un senso, forse più vivo di altri periodi della mia vita. non è mai finita, la Resistenza, anche se viene cancellata da libri di scuola o da manifesti celebrativi!
    sarà che non ho mai creduto alle celebrazioni, di nessun tipo, ma al quotidiano vissuto e combattuto, sì! 🙂

    Mi piace

  8. Sono libera quando sono me stessa , quando dico quello che penso , faccio quello che sento , quando dico no se una cosa non mi va , quando dico si se una cosa mi va anche se quella cosa non si fa . Sono libera quando non c’è nulla intorno che possa distrarre quella voce importante , forte e prioritaria che è la voce del cuore .

    In un mondo che tenta di tenerci prigionieri , per conquistare la nostra libertà , la fuori , dobbiamo prima d’ogni cosa , conquistare la nostra libertà , qui dentro !

    La libertà interiore è una nostra scelta!

    Mi piace

  9. Un post sulla libertà…………quasi anacronistica una riflessione sulla libertà nella nostra epoca, dove certi concetti sono dati per scontati, proprio per evitare questo, riflettere su di essi…… ed eccola la libertà per me………..libertà, per me, è proprio questo che hai fatto tu con questo post, ovvero riflettere su concetti, il cui significato, la cui essenza è data per scontata…….. 🙂

    Mi piace

  10. @ Luisa: indubbiamente ciò che dici è vero, ma è un po’ difficile godere della libertà se ci sono dei paletti, anche se è auspicabile.

    Secondo me, non è giusto far coincidere la libertà con l’indipendenza, anche perché se poi mancano tutti gli altri presupposti, risulta monca, (per usare un tuo termine…), diciamo che è un primo passo, il resto, a fatica, si conquista un po’ per volta e non sempre del tutto.

    Mi piace

  11. @ Valentina: è sempre difficile e complicato portare avanti se stessi, carattere, idee, vissuto, si scontrano senz’altro con altri modi di vedere e di intendere, ma libertà è soprattutto questo, combattere per essere rispettati per come si è, (non accettati…) anche se è faticoso farlo.

    Mi piace

  12. @ Spazio: è più o meno ciò che ho risposto a Valentina.
    Mi piace però questo tua riflessione sulla sera, su quando chiudi gli occhi e sai che ciò che hai condiviso, potrà continuare.
    Bello!

    Mi piace

  13. @ Piccola Ema: bellissima considerazione, profonda e vera.

    ps: oggi sono tante le cose che si danno per scontate, purtroppo.

    @ Koala: conquistare la libertà dentro, è la cosa più difficile da fare.

    Mi piace

  14. Hai ragione: l’accettazione non basta e, anzi, può apparire anche svilente, a seconda di come si esprime nei nostri confronti o nei confronti altrui.
    Non ci avevo mai riflettuto, grazie per questo spunto!
    V

    Mi piace

  15. Luisa

    Per me libertà e indipendenza vanno a braccetto. Ora che non posso più goderne, permetto ai pensieri di andare dove vogliono(o quasi),ma non di tramutarsi in voce se non con pochissime persone. Bisogna pur sopravvivere, e io,per il momento, non posso ottenere altro. C’è un tempo per ogni cosa e questo è il momento della pazienza. (bell’esempio di donna…però son stata onesta 🙂 ciao

    Mi piace

  16. @ Valentina: più che altro, non mi piace l’idea di essere accettato, preferisco piuttosto essere ignorato, non essere preso in considerazione.
    Il rispetto, invece, lo esigo, perché senza il quale, è impossibile iniziare qualsiasi tipo di rapporto. Rispetto per ciò che si è, e prima ancora come individuo, proprio perché nessuno ha il diritto di cambiare quello che sono, quindi senza dover a tutti i costi dover dimostrare nulla, senza dover apparire diverso, per poi essere, appunto, accettato e questa è la regola basilare della libertà, “Libertà di sentirmi non diverso dagli altri, ma con altre inclinazioni”…

    In un rapporto a due, il cambiamento significa crescita, l’accettazione è amore, ma questo è tutto un altro paio di maniche.

    Mi piace

  17. @ Luisa: certo che indipendenza e libertà vanno a braccetto, però bisogna anche essere liberi “dentro” altrimenti non basta.

    E proprio perché sei onesta che sei un bell’esempio di donna e di questo ti ringrazio.

    Mi piace

  18. Domanda impegnativa di prima mattina….perchè il pc non mi fa entrare più in redazione e richiede la password?
    Avete dimenticato di inviare qualche dato con l’uscita del nuovo numero?

    🙂 kate

    Mi piace

  19. @ Kate: ciao Kate… se ti riferisci a The Best Magazine (il blog), l’abbiamo momentaneamente oscurato per ristrutturazione. (c’è tanto da fare… )
    Domani o al massimo giovedì, pubblichiamo il nuovo numero di The Best (STREPITOSO!) e quindi sarà a tua completa disposizione. 😉

    ‘giorno!

    Mi piace

  20. Non capisco la foto, la guardo e la riguardo..e non capisco cosa rappresenta.
    Detto ciò, è molto bello ciò che ho letto fra i commenti. Sembra che in genere tutti si sentano più o meno liberi.
    Io non so.
    Mi sento sempre costretta fra mille vincoli che mi soffocano. Forse perchè protendo verso una libertà “totalizzante” e impossibile da raggiungere se non forse soli in mezzo al mare … e anche lì c’è la natura che mi vincola a fare o non fare …

    Mi piace

  21. Chiedo scusa anche io per il Blog di The Best Magazine. Siamo in piena rivoluzione grafica.
    Non possiamo pubblicare il nuovo numero senza chiudere la redazione ai curiosi per almeno due giorni… ma vedrete ne varrà davvero la pena!
    E’ questione di poche ore, come dire: stiamo lavorando per voi!

    Mi piace

  22. @ Solindue: ma come, una marinara come te non riconosce quegli aggeggi d’acciao (non so come si chiamano) dove sono legate le cime in una barca a vela?
    Quella foto l’ho fatta in un cantiere navale qualche anno fa, dove c’era una bellissima barca a vela tutta in legno che una mia amica e collega aveva progettato e stava facendo costruire. E’ una vista del ponte, con quegli aggeggi “incartati” e l’ho messa perché rappresenta la metafora della mia idea di libertà.

    ‘nnagg… !

    Mi piace

  23. Ok. Dunque sono “winch” quegli aggeggi incartati … e quello è il ponte di una barca a vela … e voi mi state dicendo che tutti quanti lo avevate capito e che solo io “la velista” non ci ero arrivata.
    Mah, forse libertà è anche non capire e avere il coraggio di domandare senza remore!

    Mi piace

  24. @ Solindue: ebbene sì, sono “winch” e finalmente ho saputo come si chiamano… 🙂

    Per il resto… più che coraggio, l’umiltà di chiedere, che è poi una gran bella qualità.

    ‘serata!

    Mi piace

  25. Carissimo Arthur,

    come sempre ho letto il tuo scritto e tutti i commenti che lo completano e ho riflettuto, guardando il cielo e l’estesa pianura davanti a me, su cosa significhi libertà nella mia vita e cosa abbia significato quando ero ragazzina.

    Ricordo un’aula ai tempi di ragioneria. Mi ricordo piangente sui banchi di scuola. Non mi piaceva. Volevo cambiare scuola. Era l’inizio della terza. Il liceo classico nel cuore. Non avevo avuto la libertà di scegliermi la scuola. Non avevo la libertà di mollare tutto e iniziare da capo. Allora mi sono sentita libera di fare capire al mondo che non ero d’accordo con quello che i miei genitori avevano deciso per me. Da brava sono diventata bravissima. Da vivace sono diventata ribelle, non maleducata ma semplicemente insopportabile. 8 e 9 in tutte le materie, ma ho rischiato di avere tutte le materie a settembre per la condotta.

    La mia libertà la esprimevo nei miei scritti, non solo nelle poesie, ma anche nei temi e gli insegnanti si sentivano liberi di darmi 6 e non 8 o 9, solo perchè il mio scrivere era contro corrente e con conforme ai ragazzini della mia età e io mi sentivo libera di continuare nella mia direzione.

    Quella ragazzina è diventata una donna, che ha lottato per i propri interessi, per le proprie idee, per i propri amori. Non ho mai fatto qualcosa che non soddisfasse la mia anima. Non è in vendita, nè la mia anima, nè il mio cuore.

    Libera di dire no e libera di accettare le conseguenze.

    Da ragazzina le mie scelte mi hanno fatto rimanere da sola. Quando sono cresciuta ho iniziato ad avere intorno tante persone. Io non mi sono mai spezzata al vento. Inclinata, ma spezzata mai.

    Oggi libera di essere attivista in un movimento religioso cattolico molto rigido e molto criticato.

    La liberta è una nuvola sospesa al vento, illuminata dal sole, rischiarata dalla luna, bagnata dalla pioggia.

    Luce libera nei suoi pensieri

    Mi piace

  26. simple

    La libertà è la possibilità di scegliere, e si può scegliere solo se si conosce; quindi la libertà me la danno la mia capacita e la mia voglia di sapere.

    Mi piace

  27. belle considerazioni, ci sono dei punti che condivido totalmente,
    bella la libertà, quella interiore, che ti permette di non dover nulla a nessuno, di scegliere e pensare solo attraverso le tue inclinazioni, fermo restando che la mia libertà finisce dove comincia quella degli altri!!
    un salutoi

    Mi piace

  28. libero dai condizionamenti della famiglia, della propria appartenenza sociale o ideologica, libero dalle proprie schiavitù e dalle proprie paure, libero dalle proprie catene che spesso sono così radicate che non vengono neanche riconosciute tali ma semplicemente fanno parte della propria realtà, libero da me stesso, libero dalla propria coscienza, libero non di fare ciò che voglio ma di essere ciò che voglio.

    la libertà è solo dentro di noi

    Mi piace

  29. @ Luce: molto bella la storia che hai raccontato, che in un certo senso, ti “descrive”.
    Mi piace l’idea che la libertà sia una nuvola sospesa al vento, molto poetica come visione, ma pur vera come metafora, pronta per essere acchiappata da noi.
    Ciao Luce libera nei tuoi pensieri, credo che tu sia unica anche in questo. 😉

    Mi piace

  30. @ Aurora: mi fa piacere sapere che condividi alcune mie vedute, ma la cosa più bella in tutta questa discussione, sono i punti di vista di ognuno di voi, che anche se hanno delle cose in comune, sono conditi sempre da una visuale del tutto personale.
    Ecco, questo è un bel momento di condivisione.

    Ciao!

    Mi piace

  31. libertà è la parola che, nonostante non abbia mai tatuato, è impressa nella mia pelle e nel mio dna, cerco di perseguirla pur cercando di non calpestare altre persone/pensieri !

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...