Ma voi, siete puntuali?

Ma spiegatemi una cosa, con la puntualità, voi, che rapporto avete?

Beh, io normalmente sono abbastanza puntuale, magari non spacco il minuto, anche se alle volte mi capita di arrivare addirittura in anticipo.

Non la considero una paranoia, e tra l’altro non mi capita mai di andare in ansia se per caso sono qualche minuto in ritardo e in genere cerco di mantenere l’impegno preso, qualunque esso sia, di lavoro o di tempo libero.

Invece, ci sono delle persone che non riescono mai ad essere puntuali, se poi si tratta di tempo libero, è un disastro e se per caso lo fai notare, ci fanno su una bella risata, come dire: e che ci posso fare?

Ricordo che una volta ho aspettato per quasi un’ora un amico, con il quale dovevamo andare a cena fuori. Non vedendolo arrivare e visto che non rispondeva al telefono, sono andato via, per poi incontrarlo all’una di notte casualmente per strada in macchina con una ragazza, tranquillo tranquillo, come se niente fosse accaduto.

‘nnagg… !!!

Penso che dietro questo atteggiamento, ci sia fondamentalmente una mancanza di considerazione verso le altre persone, se non addirittura una mancanza di rispetto, tutto in fondo ruota attorno alla loro persona e gli altri… beh, che male c’è, possono aspettare. Certo può succedere di essere in ritardo per un inconveniente, per l’inghippo dell’ultimo momento, ma quando la cosa diventa cronica, vuol dire che i motivi sono altri e allora forse qualche domanda è giusto farsela.

E le donne? Ho conosciuto poche donne che non si fanno aspettare, ma si sa com’è, a loro è concesso (sempre) tutto, anche la mezz’ora, o magari, i tre quarti, o magari… e no, dopo il troppo stroppia… 🙂

Annunci

48 pensieri su “Ma voi, siete puntuali?

  1. Luisa

    Ciao Arthur,sono sempre stata una puntuale,involontariamente ho anche spaccato il minuto, è questione di carattere e di organizzazione. Qualche minuto di ritardo è consentito,ma non molto oltre,almeno senza validi motivi. Per le visite mediche esco di casa con un certo anticipo,perchè non si sa mai e poi…il disgraziato fa più di un ‘ora di ritardo…Alla ASL gironzolavano per vedere se era arrivato,ma niente. Aspetta, aspetta… poi un: “signora,il medico arriva da lontano…” E a me,che me ne frega? Io posso alzarmi alle 6a.m e lui no? E’ menefreghismo bello e buono! Lo stesso vale per i rapporti personali,se si ha piacere d’incontrare una persona,perchè non fare qualche sforzo in più? ciaooo 🙂

    Mi piace

  2. @ Rosamaria:ora più ora meno? ‘nnagg… adesso che lo so, la prossima volta che c’incontriamo, mi porto tutto l’occorrente per il picnic… 🙂

    ps: dov’eri finita? 😉

    Mi piace

  3. @ Luisa: anch’io, come te, penso che sia menefreghismo bello e buono, anzi, mancanza assoluta di rispetto verso gli altri (ovviamente se la cosa si ripete sistematicamente…) e comunque, indubbiamente dipende anche dalle circostanze. Per esempio, sul lavoro non transigo per quanto riguarda i collaboratori, con i clienti se capita, chiudo un occhio, ma in genere molto di rado, con gli amici, beh… insomma, qualche volta ci scappa l’arrabbiatura, ma solo nei casi eclatanti.

    Mio fratello, per esempio, che fa il medico, spesso è in ritardo non per impegni legati alla sua professione (a meno che non sia in sala operatoria e allora, è comprensibile…), ma solo perché se la prende comoda, infatti, d’estate, quando c’incontriamo (abitiamo in due città distanti…), se lo invito a cena, metto in conto che arriva in ritardo e allora, me la prendo comoda anch’io.
    Ciaooooo!!! 🙂

    Mi piace

  4. Luisa

    “metto in conto che arriva in ritardo e allora, me la prendo comoda anch’io”, prima o poi ti frega…fai un lungo riposino pomeridiano, ritardi nel preparare la cena, ed ecco che arriva bello bello e ti chiede cos’hai preparato di buono 😉 io vivo con l’orologio in mano,purtroppo, c’è un ora per ogni cosa e da li non si scappa…che io abbia qualche antenato svizzero-tedesco? bo?

    Mi piace

  5. Marta

    Puntuale e dannatamente permalosa se il ritardo diventa cronico. A quanto pare a questi individui chiedere di prepararsi cinque minuti prima è come chiedere il mondo.

    Mi piace

  6. @ Luisa: con mio fratello è un classico e quindi… 🙂
    Ma con gli altri, sono meno tollerante, ma ovviamente dipende sempre dall’entità del ritardo e dai motivi (che in genere non ci sono mai veramente… )

    Ciao e buona serata.

    Mi piace

  7. @ Marta: è vero, per certa gente è un dispiacere, ma siamo sempre al punto di partenza, cosa gl’importa degli altri? 😉

    Ciao piccola Marta, buona serata anche a te.

    Mi piace

  8. cristinabetti

    Non sopporto molto chi arriva perennemente in ritardo, è vero, è segno di mancanza di rispetto, e non è bello!
    Io generalmente sono sempre puntuale, a meno che non ci sia proprio un impedimento tendo a partire prima di casa,magari porto un libro in borsa, così se son costretta ad aspettare non butto via tempo…

    Mi piace

  9. Puntualità significa rispetto verso l’altro.
    Ci può stare l’imprevisto, può succedere, ma se diventa abitudine non va. Forse basterebbe pensare che il valore del tuo tempo è pari al mio e quindi… trarne le dovute conseguenze.
    Ciao

    Mi piace

  10. @ Cristinabetti:ottima l’idea di portare un libro in borsa, ma… non si corre così il rischio di fornire un alibi al ritardatario?
    Benvenuta e buona giornata.

    Mi piace

  11. @ Spazio: ed è proprio questo l’inghippo, chi è perennemente in ritardo, non pensa che il suo tempo vale quanto il mio, anzi, non lo prende neanche in considerazione.

    Dalle mie parti si dice: il rispetto è misurato, chi ne porta, gli viene portato.
    Ecco, questa massima dovrebbe essere presa più in considerazione, chissà… 😉

    Mi piace

  12. io ero lentiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiissima fino ai 18 anni…poi una volta venuta a Roma la vita di convivenza mi ha cambiata e adesso sono pronta in mezz’ora…shampoo permettendo..eheh

    Mi piace

  13. cristina betti

    Scusa non ho specificato, il libro serve le attese forzate, alla posta, al supermercato, all’inps o dal dottore, per i ritardatari non esistono alibi, dovrebbero essere più puntuali e basta!
    Può esser vero ciò che dice Benni e aggiungerei che la vita di un puntuale è anche costellata di ansie oltre che di solitudini, ma sono tutti ingredienti della vita, è ciò che troviamo nel calderone della quotidianità, sta a noi fare le dosi…

    Mi piace

  14. @ Renée: benvenuta anche a te, Renée, la sorellina di Luciano, sbaglio?
    Ci siamo incontrati da Solindue e mi pare che fossimo dello steso parere, come adesso, d’altronde. Destino? 😉

    Ti aspetto ancora, se vuoi.
    Buona serata.

    Mi piace

  15. @ Mr.Loto: è giusto, significa che sei una persona corretta.
    Pensa che domenica sera avevo un appuntamento in un ristorante e, appena arrivato, mi siedo al tavolo che avevo prenotato e… suona il cellulare, la persona che aspettavo mi chiama per dirmi che ritardava di un quarto d’ora… 🙂
    Roba da fargli pagare il conto… 😉

    Mi piace

  16. @ Cristina Betti: detto così va un po’ meglio… 😉
    Però l’ansia è meglio lasciarla da parte, perché è sempre una brutta compagnia.
    ‘notte!

    Mi piace

  17. ciao ! in radio si impara la puntualità… sai com’è: i programmi iniziano puntualmente e comunque io lo sono sempre stata, senza essere “malata”, ma sopratutto sopporto (e a volte mi piace proprio) aspettare chi non lo è: un buon libro in borsa serve per molte cose

    Mi piace

  18. Sono d’accordo con te, è mancanza di rispetto per gli altri e il loro tempo. Anche quando si tratta di donne. Certo dieci minuti non si negano a nessuno ma quando, come è successo a me, un’amica ti lascia ad aspettarla all’uscita della metro, con temperature sullo 0°, allora dopo mezz’ora di attesa prendi i piedi e te ne vai.

    Mi piace

  19. @ Kokeicha: ‘nnagg… come mai hai scelto un nome così difficile da scrivere? 🙂

    @ X TUTTI: sto lavorando per voi, un pochetto anche pimmia (per me…), a The Best e quindi, scusate l’assenza… a dopo, anzi…

    A PRESTO!

    Mi piace

  20. Io sono puntuale e comunque se succede qualcosa per cui potrei non esserlo (di solito treni soppressi o in ritardo o code per strada) avviso sempre e tengo la persona che aspetta continuamente aggiornata sul ritardo……..penso che in me scatti questo meccanismo: io non vorrei aspettare qualcuno per ore senza sapere nulla, così non lo faccio agli altri……..

    Mi piace

  21. Io sono sempre puntuale, anzi a volte arrivo anche molto tempo in anticipo. Ho sempre considerato una cosa maleducata arrivare in ritardo e fare aspettare gli altri e quindi mi regolo di conseguenza. Poi, abitando in una città in cui regna il caos (Palermo), sia prendendo i mezzi pubblici che la macchina non riesco mai a capire quanto tempo ci metterò ad arrivare nei vari posti: a volte esco molto in anticipo convinta di trovare molto traffico (mi è capitato spesso di metterci un’ora per fare 3 km con la macchina) e invece non c’era anima viva, altre volte esco in anticipo e faccio bene perchè c’è realmente un casino infernale. Quindi l’unica cosa è partire da casa molto tempo prima dell’orario d’arrivo perchè altrimenti il ritardo è assicurato.

    Un saluto 🙂

    Mi piace

  22. @ Valentina: anch’io se posso, arrivo in anticipo e qualche volta mi mangio le mani.
    Palermo… ho fatto il primo anno d’università a Palermo ed ho tanti bei ricordi di una città che è senz’altro da amare, per le sue bellezzze ed anche per tutte le sue contraddizioni.

    Benvenuta nel mio mando!

    Poi passo a trovarti.
    Ciao! 🙂

    Mi piace

  23. Caro Arthur, leggo che hanno già detto tutto o quasi.
    Personalmente mi capita spesso di arrivare in anticipo e visto che non c’è nessuno, ritorno indietro per arrivare
    in ritardo.

    Ciao e serena giornata

    Mi piace

  24. @ Sonoqui: interessante come teoria, essere in anticipo e andare via per arrivare in ritardo… terrò conto la prossima volta che sono lì ad aspettare qualcuno… 🙂

    Mi piace

  25. credo che la mancanza di puntualità sia anche un po’ una mancanza di rispetto pr gli altri, ma molto spesso rientra in quel carattere delle persone che vivono quasi per aria, senza orari, incapaci di guardare un orologio,
    quindi per queste persone non è tanto mancanza di rispetto è che son fatti così..daiii…un po’ alla leggera!

    Mi piace

  26. Solitamente sono abbastanza puntuale,personalmente mi scoccia aspettare e non voglio far aspettare gli altri. Ci sono cmq qualche eccezioni..le persone antipatiche,quelle che se la tirano e che vogliono sempre ragione.Ma quasi sempre evito di incontrare questi individui.Bacione

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...