Fermate il mondo… ‘nnagg… voglio scendere!

Delirio di onnipotenza?!?

E già, forse così potrebbe essere definita l’ultima iniziativa del sindaco di Castellammare di Stabia, dove un nuovo regolamento comunale mette al bando minigonne, scollature generose e jeans a vita bassa, con multe che vanno dai 25 euro a, pensate un po’, 500 euro, a chi si sdraia al sole in pubblico (sconcezze…), a chi indossa abiti succinti e a chi gioca al pallone nei giardini della villa comunale. Ovviamente un parere favorevole è arrivato dal parroco locale che, intervistato, afferma che così si contrasta anche il dilagare delle molestie sessuali. (sic!!!)

Ed essendo il sindaco un pidiellino, le critiche arrivano puntuali solo dalle donne del partito democratico, quindi si deduce che le donne del pdl sono felici di simili iniziative… diciamo così, maschiliste? Maddai, sono solo norme per “Ripristinare il decoro urbano per favorire una migliore convivenza civile”

Forse, come qualcuno ha fatto notare, dovrebbe occuparsi della Fincantieri, delle frane, della camorra, e dei lavoratori delle terme da mesi senza stipendio, ma si sa com’è, oggi ognuno vuole lasciare un’impronta indissolubile del suo mandato, (purché se ne parli), come dimostra un’altra iniziativa “singolare” di queste ultime settimane, quella del sindaco di Adro, paese del bresciano, che ha arredato il nuovo polo scolastico con i simboli del Carroccio.

Evvabè, direbbe l’Arthur… e così giusto per darvi anche una bella notizia, oggi mentre rientravo in studio, per strada vedo un gruppetto di persone che ridevano a crepapelle.

Erano un gruppo di ragazzi di circa 20, 25 anni che accompagnavano dei disabili, alcuni dei quali, in carrozzella, che giocando e prendendosi in giro, ridevano felici.

Niente di artificioso, ma solo cose semplici.

Che meraviglia!

Annunci

31 pensieri su “Fermate il mondo… ‘nnagg… voglio scendere!

  1. Forse é proprio vero che le belle notizie sono più frequenti di quanto non immaginiamo. Solo che quelle i giornali non usano farle… 😉 Evvabé, consoliamoci così!
    Ciao! 🙂

    Mi piace

  2. Silvia

    Hai ragione Romaguido, le belle notizie sono più frequenti di quanto si pensi, e volendo come dice Arthur, sono a portata di mano.

    Per quanto riguarda l’articolo, credo che ogni commento sia superfluo.

    Mi piace

  3. prima o poi ‘ vedrete che questo Sig. Sindaco farà outing … non può essere diversamente … eliminare scollature e minigonne … Oh Cielo e adesso che cosa indosso??

    Mi piace

  4. carlotta

    Ne ho sentite di diverse ultimamente..non so da chi,ma anche quella che le donne in Parlamento occupano quei posti solo perchè si sono prostituite non era male! Strafalcioni di pensiero ne passano continuamente tra le nostre povere orecchie e per fortuna dimentichiamo presto queste amenità..Dio ci salvi!

    Mi piace

  5. In quei luoghi così ameni, erano per meglio dire, c’è un detto che dice :
    ”Ppur ‘e ppulici tenghno ‘a ‘ttosse !
    ( anche le pulci hanno la tosse )
    smania di protagonismo, voglia di mettersi in mostra alla corte del capo ?
    Sindaci !?
    Ora sono poco più di capocondomini .
    Non vedo nessuna differenza fra loro e le veline che fanno la spola fra un colle ed i graziosi palazzi della Roma umbertina.
    I programmi d’intrattenimento del pomeriggio televisivo, faranno a gara per intervistarli e/o portarli in studio.
    Tanto è ormai casa propria.
    Ciao a tutti
    T.

    Mi piace

  6. Luisa

    Il sindaco di Castellamare dovrebbe guardare meglio i suoi concittadini, non solo le signore in abiti succinti che lo preoccupano tanto. Vogliamo parlare dei ragazzini col cavallo ad altezza ginocchia e le mutande in bella mostra? son più belli da vedersi delle ragazze in minigonna o coi pantaloni a vita bassa? credo proprio di no. Se le ragazze che si coprono evitano le molestie, i maschietti coi pantaloni alzati non faranno venire tanta voglia di prenderli a calci…Il parroco fa bene ad esigere look adeguato in Chiesa, ma fuori ognuno deve farsi guidare solo dal buon gusto…sindaco, a buon intenditore, poche parole…Quello di Adro è statao bacchettato anche dai suoicompagni di partito, quindi…
    Mi piacciono i disabili che ridono coi loro accompagnatori, con le sedie a rotelle si possono fare anche delle corse 🙂 ben vengano tutte le occasioni per stare sereni e mostrare a tutti che disabile non vuol dire “sfigato triste”.

    Mi piace

  7. questa iniziativa è l’ennesima ordinanza strampalata inventata da un qualche sindaco della penisola, forse bisognerebbe togliere questo potere agli amministratori locali, anche perché in questo caso a me sembra assolutamente illegittima, perchè va a incidere sul diritto sacrosanto di ognuno a vestire come c***o gli pare

    Mi piace

  8. @ Rosamaria: hai sentito l’ultima nostizia di un politico che vuome mettere i disabili in classi separate, perché rallentano l’apprendimento degli alunni normali (cos’è la normalità?)?

    Mi piace

  9. @ Carlotta: questi strafalcioni di pensiero, come giustamente li chiami tu, purtroppo stanno diventando “linguaggio comune” e il guaio è che alla fine ci si abitua, al punto da non sapere più quale è la verità.
    Hai presente la pubblicità? A furia di dai e dai e dai, alla fine vai a comprare quel prodotto e magari ti convinci che è anche buono… 😉
    E’ la logica del potere e l’unico modo per giustificare le sue malefatte… ma questo è un alro discorso, forse.

    Mi piace

  10. @ Tonino: infatti il problema è proprio questo, si finirà per discutere (nei salotti televisivi e nei programmi di intrattenimento “culturale”…) di queste boiate, e le cose importanti passano in secondo piano.
    Ciao!

    Mi piace

  11. @ Luisa: i ragazzini che portano i pantaloni con il cavallo sotto al cavallo, sono di un antiestetico da far paura, oltre che ridicoli. Comunque sia, è ancora più ridicola questa iniziativa, perché non tiene conto che il decoro è ben altro.

    E’ sempre una bella cosa vedere dei disabili che si divertono, e i ragazzi che li accompagnano e li accudiscono, secondo me sono dei ragazzi fantastici. Li ammiro molto per questo dedicarsi agli altri, senza remore o altro.

    Mi piace

  12. @ Fra: sei molto gentile a ritenere quet’ordinanza soltanto strampalata, ma come ho già detto, ormai certi amministratori pubblici fanno a gara a meritarsi l’onore della cronaca.

    Libertà… che parolona!!!

    Mi piace

  13. Luisa

    Hai ragione Arthur, il decoro è ben altro, e sicuramente fra i tanti provvedimenti d’urgenza che si potevano prendere questo è il più scemo ed inutile otre che orbo. Mi risento del fatto che si cerchino di punire sempre e solo le donne. Non riconosco al sindaco il diritto dovere di vigilare sul look di alcuno,ma se lo fa, includa pure i maschietti. NOn vanno bene due pesi e 2 misure…ma veramente non trovava di meglio da fare? vabbè che anche più in alto son anni che parlano solo di lodo Alfano, e gli operai stanno sui tetti ad aspettare che qualcuno si degni di prestare loro attenzione…

    Mi piace

  14. Arthur, credo chre abbiamo già parlato del fatto che certi principi, certe “riforme”, a volte ventilate, altre direttamente applicate, sembrano rifarsi a Sparta. Davvero inaudito, ma… tant’é 😦

    Mi piace

  15. Caro amico, dal mondo per ora non voglio scendere.
    Vorrei solo far riposare la mia testa, stanca e affaticata
    dalle fesserie di taluni.

    Un affettuoso ciao da
    Gina

    Mi piace

  16. @ Luisa: che non ci sia, malgrado tutto, ancora una “considerazione” delle donne è assodato, vedi le famose quote rosa, però credo che iniziative di quel genere non sono fatte per punire le donne, ma solo per accontentare un certo tipo di elettorato che, nel rigore dei costumi ci vede la panacea a tutti i mali.

    Fa nulla se poi dilaga ai vertici la corruzione ecc. ecc…

    Che facciamo, fermiamo ‘sto mondo e scndiamo alla prima occasione? La voglia è tanta, ma come si suol dire, tutto il mondo è paese e allora è forse meglio restare e combattere perché le cose possano cambiare per il meglio.
    E prima o poi, chissà… o almeno si spera.

    Ciao e buona giornata a te e a tutti.

    Mi piace

  17. Volevo segnalarti sul mio blog il post dedicato alla vertenza degli allevatori della Sardegna. Ho realizzato anche una video intervista ad alcuni esponenti del Movimento dei Pastori Sardi. Un abbraccio, Fabio

    Mi piace

  18. carlotta

    Buongiorno Arthur,non mi interesso molto di politica ma so di certo che il potere lo ha solo colui che sa guadagnarselo,mi limito a pensare che errori se ne fanno ovunque,noi dobbiamo far si che quello che c’è davanti a noi non sia il “resto di niente”;poi la ruota gira,arriveranno altri che diranno di essere l’esatto contrario ma che faranno altri enormi errori..è la vita,cerchiamo solo di far si che ci resti almeno un sogno ……felice giornata!

    Mi piace

  19. @ Carlotta: il mondo è una ruota, come giustamente diceva Gianbattista Vico… la politica in questi ultimi anni ha dato il peggio di se stessa e indubbiamente chi verrà dopo non sarà certamente migliore, ma visto che sono sempre stato un ottimista, spero che non sia così, anche perché peggio di così credo che non si possa più andare.

    Ciao e… felice giornata anche a te!

    Mi piace

  20. la convivenza civile in molti luoghi del sud non sanno neanche cosa vuol dire..ed è proprio questo uno dei punti fondamentali per il quale non mi pento di essere scappata!
    proprio a castellamare a maggio scorso ho rischiato di esser messa sotto da uno scooter con 3 persone a bordo mentre attraversavo sulle strisce pedonali e due auto s’erano fermate per farmi attraversare…
    vogliamo poi parlare del degrado del lungo mare, della sabbia nera di sudicio, del palco nella piazza recintato per non farci salire la gente sopra, nella munnezza, delle auto in doppia e tripla fila, della mancanza di infrastrutture..
    pdliellino o meno..al sud non è problema di razza politica, ma di una strafottenza radicata fin dai tempi antichi.

    Mi piace

  21. @ Verdeve: Non ne faccio anch’io un fatto di colore politico, ma da quello che mi racconti, probabilmente il sindaco di quella cittadina, avrebbe ben altro a cui pensare.

    Per quanto riguarda invece il sud e la sua strafottenza… devo confessarti che per me, andare al mio paesello è una vera sofferenza, vedere interi paesini sulla costa che come unica risorsa hanno il degrado urbano, mi fa star male, perché ci vedo mancanza di amor proprio per una terra che è ricca di bellezze e che se solo fossero valorizzate, potrebbero costituire una risorsa fondamentale per non far scappare via giovani che lì non trovano lavoro.

    Ma non è con la gente che me la prendo, ma con chi di questo degrado ne trae convenienza.

    Indubbiamente la mentalità comune deve cambiare, ma alle volte il tirare a campare aiuta a non pensare al peggio che, purtroppo in quei luoghi, è sempre dietro l’angolo.

    Non so se mi piacerebbe tornare a vivere in quei luoghi, me lo sono chiesto tante volte, ma quel che so e di questo sono convinto, è che il malessere di un popolo ha radici ben più profonde di quello che superficialmente appare e solo gente come noi, del sud può saperlo.

    Mi piace

  22. @ Superdelly: a me, più che nervosismo, mettono tristezza, oltre che rabbia.
    Benvenuta!

    Poi passo a farti visita, anche se già un paio di volte ti ho letto, in silenzio… 😉

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...