Aspettando The Best…

E nell’attesa di pubblicare il nuovo The best…

Oggi è una giornata un po’ così. Fuori fa freddo e piccolissimi, infinitesimi, impercettibili fiocchi di neve cadono, asciutti che quasi sembrano polvere.

Faccio un giro in rete, leggo di parole che meriterebbero un po’ più tempo da dedicare, nel frattempo con la mente vago altrove, senza una meta fissa, perché è come se mi trovassi davanti ad un crocevia e nessuna direzione da seguire.

A volte succede, nulla di che, come succede spesso che le cose si danno per scontate, piccole o grandi, importanti o secondarie, che siano.

E allora, i pensieri vanno, vengono, spesso si perdono in silenzi che non accettano repliche e invece, come sarebbe bello poter dire ti voglio bene con una carezza… parole che s’accompagnano ad un gesto.

Ne siamo capaci?

Evvabè, torno a pensare a The best… (è solo questione di ore…)

Annunci

29 pensieri su “Aspettando The Best…

  1. Silvia

    E’ vero, alle volte l’amore, l’affetto si da per scontato, pensando che l’altro non ha bisogno anche di parole. Credo sia un po’ egoismo, pensare molto a se stessi e non pensare che anche l’altro ha bisogno di attenzioni, perché fa bene dirlo e sentirselo dire ti voglio bene.

    Ma questo vale anche nell’amicizia.

    Un bel proposito per le feste Natalizie.

    Ciao e buon lunedì con pensieri più leggeri. 😉

    Mi piace

  2. Siamo davvero capaci di accettare che qualcuno metta a nudo la propria anima dinanzi a noi dicendo: ti voglio bene. Siamo capaci di dare al partner un luogo sicuro dove non si debba combattere tutti i giorni per la propria identità, i propri diritti, per un po’ di attenzione, di affetto? Siamo capaci di DARCI?

    Non so.

    Mi piace

  3. pensierieperline

    ‘naggia Arthur cos’è questa tristezza?!?!? proprio da te….
    Capita anche a me e forse un po’ a tutti di avere dei giorni così :-S
    Dai dai che domani non sarà più così!!! 😀 Stai preparando il TbM?? e me lo prepari così?? va che poi tutto questo stato d’animo si ripercuote sul lavoro che stai facendo… non puoi!! Da te non accetto un Arthur triste! XD
    perciò http://www.youtube.com/watch?v=cVbK6CkDlTY
    o se preferisci http://www.youtube.com/watch?v=MmeWoKsc-ks&feature=related
    😆

    L’affetto è vero lo si da sempre per scontato poi accadono cose/fatti che ci fanno sbattere il muso contro e finalmente apriamo gli occhi…
    l’unica cosa è non ricaderci in questo errore perché è facile nascondersi dietro un dito dicendo ” posso essere fraintesa.. invado troppo la sfera altrui”… o cose simili… ma quando queste occasioni non ci saranno più.. sarà proprio quello il momento dei rimpianti!

    Un abbraccio
    Lely 😀

    Mi piace

  4. @ Silvia: sì, in effetti è un bel proposito per le feste Natalizie, pensare che intorno a noi ci sono persone a cui vogliamo bene e uno “sforzo” per dirglielo non sarebbe niente male.

    E’ una cosa che voglio fare!

    Mi piace

  5. @ Aracne: le scuse sono tante, mia cara, il lavoro, il tempo che non basta mai, la stanchezza, le arrabbiature, insomma, spesso dimentichiamo che anche gli altri vivono le nostre stesse “incertezze” e chiusi nel nostro mondo, non ce ne curiamo più di tanto.

    E’ un po’ come quando ci si alza al mattino e il bacio del buon giorno, diventa, non un’abitudine, ma un gesto di accoglienza che, gia da solo, può aiutare ad affrontare la giornata con qualcosina in più. Ho sempre pensato che fosse non giusto, ma bello dire ti voglio bene, ma questa capacità, che senz’altro è dentro di noi, va coltivata, perché non bastano i gesti, ma anche le parole hanno la loro sacrosanta importanza.

    E allora, al tuo “non so”, ci aggiungo: proviamo?

    Mi piace

  6. @ Pensierieperline: ‘nnagg… Lely, mi hai fatto ridere come un matto.
    Innanzitutto, bellissimo il tuo nuovo avatar, senz’altro in linea con la tua anima creativa, in cosa dirai? Ma in quegli occhioni sgranati che vanno alla ricerca di cose nuove, gli occhi di chi ha voglia di vedere, oltre che d’imparare.

    Evvabè, scusa la digressione… 😉

    Niente tristezza, maddai, come potrei io essere triste? 🙂

    Scherzo ovviamente. No, erano solo delle considerazioni, le mie, come ogni tanto mi capita di fare e magari, la giornata un po’ così, me le ha stimolate. Quante volte, chiusi nel nostro piccolo o grande mondo che sia, ci dimentichiamo degli altri? Pensiamo che proprio perché sono lì accanto a noi, non hanno bisogno della nostra attenzione e allora ecco che anche l’amore, l’affetto, o l’amicizia si dà per scontata. C’è, perché preoccuparsi?

    E invece no, l’amore, l’affetto, l’amicizia va in qualche modo coltivata, perché potrebbe succedere che magari all’improvviso, ci accorgiamo che qualcosa è cambiato, ciò che ritenevamo sicuro, assodato, indistruttibile, improvvisamente si sgretola. Ho detto a Aracne nel mio commento di risposta al suo, che allora anche un bacio al mattino con un “buongiorno” sussurrato oltre che accoglienza, vuol dire che sei importante per me. Insomma, dimentichiamo spesso che oltre che ai gesti, le parole hanno un’importanza decisiva. Come si fa a far capire ad un bambino che gli si vuol bene se non lo si dice mai?

    E’ la stessa cosa e vale anche per noi adulti. Non bisogna aver paura di far vedere la nostra parte più sensibile, perché è di quella che poi noi abbiamo “bisogno” e lo scrivo tra virgolette, giusto per farti capire che il senso di questo bisogno è molto ampio.

    Tutto qui, più o meno, si può dire fino alla noia all’altro/a che è nei nostri pensieri, ma se questi pensieri non abbandonano il silenzio, sarà sempre e comunque inutile.

    Per il resto, stai tranquilla che va tutto bene. Sto aspettando Solindue che torna (è andata via un paio di giorni…) e domani o massimo dopodomani, pubblichiamo The Best, che tra l’altro ha una copertina che è dippiù, dippiù… 🙂

    Ciao e buona serata.

    Mi piace

  7. Luisa

    Coro coro Pollon! Scusa, ma Pollon è mitica 😀
    Non si deve mai dare niente per scontato, a volte è un attimo e…si perde tutto, non si può più rimediare…e forse è proprio nelle giornate un po così, che si può fare quel passo in più verso chi ci è caro…bisogna solo tramutare il pensiero in azione…buonanotte Arthur 🙂

    Mi piace

  8. Parole che si accompagnano ad un gesto…

    Silenzio che fa compagnia ad un gesto…

    La magia di un momento.

    Ho visto tue foto belle.
    Tornerò a trovarti.

    Un sorriso
    Aura

    Mi piace

  9. Caro Amico, ti sento più vicino con questi pensieri un po’ malinconici ma tanto
    dolci e sinceri. A volte manifestare il Bene con un Pensiero, o attraverso uno sguardo,
    arriva prima di un semplice gesto( che può essere solo involontario).

    A presto, ci sentiamo dopo per
    gli auguri.
    Gina

    Mi piace

  10. @ Luisa: tramutare il pensiero in azione… magari fossimo capaci di farlo, spazzeremmo via tanti equivoci ed acnhe qualche frustrazione.

    E poi, come è bello poter dire ti voglio bene con una carezza… 😉

    Mi piace

  11. @ Aura: benvenuta anche in queta parte del mio mondo… grazie dei complimenti, passerò a trovarti.

    Un sorriso anche a te. 😉

    ps: ho provato a lasciarti un commenti nel tuo blog, ma non l’accetta. Se torni, fammi sapere come devo fare.

    Mi piace

  12. @ Sonoqui: un po’, solo un po’, di malinconia ogni tanto non ci sta per niente male. Se poi questa leggera malinconia ci aiuta a riflettere, meglio ancora. Come giustamente ha fatto notare Silvia, questa mia considerazione potrebbe essere un regalo da farci a Natale, ma non perché dobbiamo essere a tutti i costi buoni, ma perché può aiutarci ad avvicinarci ai nostri cari, a riconsiderare dei rapporti che magari diamo troppo per scontato.

    A presto per gli auguri.
    Ciao e buona giornata.

    Mi piace

  13. @ Aura: questo è il messaggio che mi da se cerco di commentare: Spiacente, non puoi commentare questo post!

    Bisogna per caso registrarsi a Splinder per poter commentare?

    E comunque, visto che non riesco a commentare, volevo dirti che da buon amante del jazz, ho apprezzato molto la Rhapsody in Blue di Gershwin.
    Fantastica!

    Bel blog, complimenti.

    Mi piace

  14. @Arthur: *_* *__* *_____* evoluzione della mia espressione mentre leggevo il tuo commento! Grazieeeee hai sempre delle belle parole per me, oltre che ai complimenti…
    Per l’avatar mi hai fatto ritornare alla mente un episodio, stavo tornando a casa in treno ero un po’ stanchina e l’occhio si chiudeva molto facilmente quando è salita una ragazza e si è seduta poco distante da me, aveva al collo una collana super! e ti pare che io dormivo con una collana così a poca distanza da me?!? beh ho iniziato a fissarla.. poi non contenta ho preso pure carta e penna! non ho idea di cosa abbia pensato questa “povera” ragazza… perché dopo un po’ ha iniziato a guardarmi torva 😆

    Uh meno male che non era “tristezza”… hai ragione mi sa che tutti abbiamo delle giornate un po’ così.. poi noi donne si sa iniziamo a far girare quei 4 ingranaggi e facciamo di quei pensieri di quelle considerazioni che poi ci sfociano in mal di testa! (ovviamente scherzo)…

    Nella mia vita posso dire di aver dato per scontato alcuni rapporti.. quello che però mi ha fatto cambiare “rotta” è stata la perdita di mio nonno materno, l’ultimo nonno in vita che avevo, ci tenevo abbastanza con lui volevo avere un determinato rapporto che hanno molte persone con i propri nonni un po’ come l’avevo con i miei nonni paterni… ma l’astio che c’era stato prima della mia nascita per il carattere “burbero” di mio nonno aveva un po’ rovinato la prospettiva di questo rapporto, poi c’era stato un lento riavvicinamento, vedevo che anche dall’altra parte mio nonno era interessato.. poi la mia “nonna acquisita” ha messo il dito in questo rapporto e ha dato un freno a questa crescita.. così ogni tanto lo chiamavo per dire le solite cose… quando ovviamente mia “nonna” non c’era… poi un giorno così all’improvviso ci ha lasciato e l’ultima telefonata che ho avuto con lui non è stata delle migliori… il mio rimpianto è non essere andata contro questo ostacolo della “nonna”.. di non aver fatto quella telefonata con lo stesso entusiasmo che avrei dovuto avere… di non avergli detto apertamente quello che sentivo per lui, il rapporto che volevo con lui…
    poi il tempo passa e tutto cancella (o almeno in parte) ma la vita ti riporta sempre qualcosa di simile che ti avverte a volte per tempo dell’errore che stai facendo…
    così ora, almeno con le persone che sento vicine, che voglio nel mio cuore questi problemi evito di pormeli….

    Non vedo l’ora di vedere la copertina dippiù dipppppiùùùùù e salutami Sol quando torna 😛

    PS: sono contenta che in tutto questo sia riuscita anche a farti ridere 😛

    Mi piace

  15. Sì.
    Credo che tu dovresti registrarti in splinder…

    Ho chiuso i commenti per gli anonimi.

    L’importante è che tu abbia potuto ascoltare la musica.

    Ti ringrazio.

    I miei migliori auguri!

    A presto con un sorriso
    Aura

    Mi piace

  16. Ne siamo capaci quando abbassiamo le nostre difese e tendiamo la mano per dare.
    Non sempre è possibile e quindi può capitare di sentire una dissonanza che ci lascia un pò tristi. Ma non sempre il silenzio è un muro impenetrabile e quel gesto inatteso può far più rumore di mille parole.
    Serene giornate di festa.
    Ciao

    Mi piace

  17. io dico sempre “ti voglio bene” a chi voglio davvero bene, perchè penso che potrei non avere più l’occasione per dirlo…e sarebbe un peccato…sarebbe brutto pensare che sono più le cose non dette che quelle dette….

    Mi piace

  18. Per me i gesti d’affetto non sono mai telecomandati ed ora senza preavviso vorrei abbracciare tutto “il mondo di Arthur”,così,con un solo gesto..Mi piacerebbe conoscervi tutti e a tutti donare qualcosa di simbolico con la famosa carta con il nastro verde mela!Spero che attraverso questo mio “Buon Natale” ognuno possa ricevere in dono dal cielo anche un’ulteriore piacere per se..AUGURI!:-) 😉

    Mi piace

  19. @ Spazio: dovremmo essere capaci più spesso, perché non è poi “malaccio” farsi vedere senza difese (come in questo caso… )

    Grazie e Buon Natale anche a te.

    Mi piace

  20. lo so. ed è per questo che lo dico…a volte mi stupisco molto di come sia facile mandare a fanculo le persone e invece sia complesso dire Ti voglio bene…non dovrebbe essere il contrario?

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...