A tavola con… Carlotta. Crustole Pugliesi

 Siamo a Carnevale o forse no… sapete che non ne sono sicuro del tutto? Non ho voglia di guardare il calendario e quindi, diciamo che siamo a CARNEVALE e non poteva mancare una ricetta della nostra cara amica Carlotta che, tra l’altro, a leggerla sembra davvero gustosa, anzi, dippiù, dippiù e… leggetela, preparatela e se per caso vi venisse in mente una cosa bella, ditemi quando è pronta che passo ad assaggiarla.
 
‘nnagg… !!! 🙂

 CRUSTOLE PUGLIESI

(in dialetto pugliese carteddàte o cartiddati o péttue)

 

INGREDIENTI

 

  • 500 gr.di FARINA
  • 1 TAZZINA (da caffè) D’OLIO cotto sul fuoco con una mollica di pane e poi raffreddato
  • 50 gr. di ZUCCHERO A VELO
  • VINO BIANCO (tipo Lacryma Christi) di buona qualità 

FARCITURA:

 

  • MOSTO 1 barattolo
  • CIOCCOLATO TRITATO
  • MANDORLE ABBRUSTOLITE

 

                    Impastare gli ingredienti lentamente e ottenere una pasta piuttosto dura. Lasciar riposare un’ora poi stendere delle sfoglie e ricavarne delle strisce lunghe circa 15 cm. tagliarle da un lato con il tagliapasta dentellato. Pizzicarle ogni centimetro e mezzo di pasta lasciando l’orletto dentellato a formare il bordo esterno (meglio regolarsi non seguendo alla lettera la distanza) e unirle in tondo come per formare delle rosette. Friggere le crustole in olio bollente e sciogliere in un pentolino del mosto finché non diventa liquido, tuffarle nel mosto e sollevarle ed accomodarle in un piatto dove saranno cosparse di granella di mandorle tostate e scaglie di cioccolato fondente.

 

NOTE: Lo so, è più difficile da capire che a fare ma se si ha voglia di realizzarle sono molto particolari e decisamente piacevoli di gusto. Vanno bene sia a Natale che a Carnevale…

 

Baciotto sul naso così passa… 🙂

Annunci

30 pensieri su “A tavola con… Carlotta. Crustole Pugliesi

  1. Sono una grande appassionata di cucina e quindi mi sono immediatamente trascritta la ricetta.
    Ricordo che anni fa, avevo una vicina pugliese che me ne faceva sempre assaggiare un pò.
    Ti farò sapere.
    Buon pomeriggio,
    Luciana.

    Mi piace

  2. Luisa

    Domanda: il mosto è quello cotto vero? si trova anche in commercio, mi pare. Non so quanto sia buono però. Meglio quello fatto in casa. La ricetta mi sembra semplice e gustosa 🙂

    Mi piace

  3. Per me la parola Crustole ha tutto un altro significato ( parliamo sempre di dolci o
    quasi). Dalle miei parti, le Crustole sono dei “fritti” tipicamente del Natale.
    Ma ciò non mi vieta di provare questa gustosa ricetta.

    Un caro saluto
    Gina

    Mi piace

  4. Silvia

    non sono brava a fare i dolci, ma voglio cimentarmi una volta tanto.

    Grazie Carlotta, vedo che le tue ricette sono semprte molto appetitose.

    L’unico problema è che fanno ingrassare, o sbaglio?

    Mannaggia, come direbba l’Arthur. 🙂

    Mi piace

  5. Darling

    Ummmh hanno un aspetto delizioso, mi sembra quasi di sentirne il profumo. Se le cucino per Pasqua sarà lo stesso?

    p.s. Non capisco cosa debba passare con il “baciotto sul naso” ma fa niente!

    Mi piace

  6. @ Darling: Oh My Darling, benvenuta nel mio mondo!!!

    Chiederò all’autrice della ricetta, Carlotta, se si possono mangiare anche a Pasqua, ma credo che non ci siano assolutamente problemi in merito.

    Per quanto riguarda il “baciotto sul naso”… ( ‘nnagg… ) beh, devo ammettere pubblicamente che era rivolto al sottoscritto ( 😳 ), ma in un impeto di generosità, ho voluto condividerlo con tutti voi.

    Mi piace

  7. Carlotta

    Eccomi.Vanno bene a Pasqua come a Capodanno
    e se si vuole anche il giorno del Compleanno..
    Più che un dolce è una voglia
    e se non si esagera è come di lattuga mangiar la foglia..
    Perdonate la filastrocca ma mi è venuta così.
    Per Arthur questo ed altro anche ogni dì..
    (p.s.La foto è giusta ed un baciotto sul naso è sempre un toccasana, se si è un pò tristi e si merita tutto.Provate e mi darete ragione!):-)

    Mi piace

  8. Darling

    Bene allora le proverò a Pasqua e già che ci sono proverò a fare anche come dice Carlotta: un bel baciotto sul naso ad Arthur!

    Mi piace

  9. @ Carlotta: te lo dico un un orecchio (grazie per non avermi sconfessato… il baciotto sul naso era lì a portata di mano che non ho fatto in tempo a leggerlo che già l’avevo ricevuto. Altro che toccasana, dippiù, dippiù, anzi, ancoradippiù. 😆 )
    Bella la filastrocca compresa di rima, come dire che l’arte (Venticello, dove mettiamo l’arte della cucina?) è una cosa innata, senz’altro non un optional e poi, hai visto che successso hanno ogni volta le tue ricette?
    Grazie Carlotta, alla prossima ricetta.

    Mi piace

  10. @ Sonoqui: se son buone, si mangiano tutto l’anno.

    ‘nnagg… dici che c’è il rischio di mettere su qualche chiletto? 🙂

    Ciao Gina, buona serata anche a te.

    Mi piace

  11. Carlotta

    @Luisa :Si,il mosto è quello che si ricava dal vino cotto prima della fermentazione.Non so di dove sei,ma mi risulta che al centro-nord i negozi specializzati(quelli che vendono anche le mostarde)dovrebbero averlo, al sud è più facile procurarselo dal contadino o in qualche casa vinicola nel periodo della vendemmia.:-)

    Mi piace

  12. Luisa

    @Carlotta, m’è sembrato di vederlo in barattolo mentre cercavo la confettura, ma ero distratta, per questo ti chiedevo. Sono molto meridionale, conosco bene il sapore del mosto cotto fatto nelle case, vengono fuori dolci speciali 🙂 Brava 🙂

    Mi piace

  13. alanford50

    Arthur, questa volta NNNNAGGGG. lo dico io, io ingrasso solo a leggere la ricetta, ci vuoi tutta ciccia e brufoli?
    Ciaooo neh!

    Mi piace

  14. @ Alan: pensa che pensavo (mentre sto pensando… 🙂 ) di organizzare un bel pulman per andare a trovare Carlotta e visto che è un’ottima cuoca e non solo di dolci, altro che ciccia e brufoli. 😆

    Infatti mi sono messo a dieta rigida così sarò pronto per l’evento. Wow!!!

    Tu sei senz’altro dei nostri, non è vero? 🙂

    *** Ciao! ***

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...