A tavola con… Carlotta. Zeppole di San Giuseppe alla Napoletana.

Ed ecco una nuova ricetta della nostra Carlotta che, come sempre, ospito volentieri tra le mie pagine.

Buona lettura e mi raccomando… attenti alla linea. 😉

 Zeppole di San Giuseppe alla Napoletana

Ingredienti:

  • 3 bicchieri d’acqua
    4 bicchieri di farina
    50 gr. di burro
    1 bustina di vaniglia
    scorza di un limone grattato
    4-5 uova a seconda della grandezza
    1 cucchiaio di zucchero
    un pizzico di sale

Esecuzione

In una pentola sul fuoco versare l’acqua il sale e il burro e portare ad ebollizione, aggiungere in un sol colpo la farina e mescolare finché l’impasto non si stacca dalle pareti e diventa una palla liscia ed omogenea.

OLIO DI GOMITO MI RACCOMANDO!!! 🙂

Dopo mezz’ora,aggiungere le uova intere una per volta ed impastare finché non sono singolarmente assorbite, aggiungere vainiglia,limone grattugiato, lo zucchero e lasciar riposare. Dopo un pò introdurre l’impasto nella tasca di tela con beccuccio a stella o doppia stella e versare direttamente in una padella con olio a fiamma bassa e poi più alta (bisogna giocare un pò con il gas altrimenti è meglio usare 2 padelle a diverse temperature). Per le meno esperte/i, a Napoli si usa un coperchio di alluminio senza bordi oliato sul quale si fanno accomodare i bignè e farli scivolare delicatamente nell’olio. Una volta scolati bene, si decorano con zucchero a velo vanigliato, ciuffi di crema pasticciera e tante ciliegie amarene in marmellata di ottima qualità… Nelle splendide confetterie napoletane e dintorni anticamente (che meraviglia!) in questo periodo, le vendevano sfuse e artigianali (hand made) e fino a Pasqua non si serviva altro come dessert.

Vi è piaciuta? O preferite qualcosa di salato per la prossima volta? Se non vi hanno ancora stancato i dolci, passo alla pastiera napoletana, altrimenti un bel millefoglie salato ricetta antica e quindi tra gli ingredienti, una dose di pazienza in più! 🙂

by Carlotta

Annunci

43 pensieri su “A tavola con… Carlotta. Zeppole di San Giuseppe alla Napoletana.

  1. Grande Carlotta!!!

    Ancora una volta grazie per le tue ricette che, solo a leggerle, mi costringono ad aumentare la mia dose giornaliera di passi, da 7.000 a 10.000.

    ‘nnagg… !!! 🙂

    Mi piace

  2. Silvia

    Una volta ho usato il coperchio per girare la frittata e mi è caduta per terra.
    Non è che rischio la stessa cosa con i bignè? 🙂

    Grazie Carlortta, come dice Arthur le tue ricette sono sempre molto appetitose.

    Mi attivo per farla e poi ti farò sapere.

    Mi piace

  3. Mammaaaaaa!!!!!
    Queste son torture bell’e buone!!! Altro che dolci!!!
    Che tristezza però..m’han fatto venire in mente le zeppole sarde 😦
    ( che io chiamo peppoline)…
    E secondo te che dovrei dire?
    Sto zitta zitta e vivo di sogni tuffati nella vaniglia.
    E ora mi mangio fette biscottate e marmellata di fragole, tutte rigorosamente senza zucchero!
    Da quando la mia ciospina è a dieta, qui non c’è nulla che superi le 100 kcal a confezione!
    😦

    Mi piace

  4. Luisa

    Mi offro per l’assaggio, ma anche per la lavorazione. Sono bravissima quando c’è da mettere l’olio di gomito 🙂
    Quando c’erano da fare questi lavori (dolci), io ero il braccio, mamma la mente…e meno male che non era l’inverso 😉
    Ci metterei volentieri la marmellata di amarene senza zucchero di Venticello, se è quella che compro io è meravigliosa, e sopra una valanga di zucchero a velo…slurp…

    Mi piace

  5. Non temere Silvia cara, prima di diventare bravi siamo tutti “alquanto imbranati”… basta oliare il coperchio e te la lavori con tutta la calma sul tavolo così,finchè non sei convinta,non la tuffi nell’olio… Per quanto riguarda i commenti sulle calorie (Arthur,Vento), tutti abbiamo paura di ingrassare, ma tutti siamo iscritti ad una palestra o corriamo lungo un viale o i giardini,vi confermo che anch’io un chiletto lo perderei volentieri!! Ma penso che un buon piatto cucinato bene senza esagerazioni abbuffatorie, val bene 10 minuti in più di tapis roulant e tutto si accomoda, un bacione a tutti e grazie per l’interesse ed i complimenti! 🙂

    Mi piace

  6. Laura

    Ma allora è un vizio il tuo Carlotta, vuoi farci ingrassare tutte?

    E così ti dico slurp e doppio slurp, mi accodo a Luisa con la valanga di zucchero a velo e rimango solidale con Semprevento, perché 100 kcal sono veramente un po’ pochine, ma se si deve fare, pazienza.

    Intanto noi facciamo le zeppole e poi ti facciamo sapere come sono venute.
    Arthur, sei tremendo! 🙂

    Mi piace

  7. @ Carlotta: come vedi, le tue ricette hanno sempre tanto successo. Tra l’altro, dalle statistiche di wordpress, siamo a quota 130 accessi solo in questa pagina.

    Caspiterina!!!

    Ti lascio ai tuoi fans. 🙂

    Mi piace

  8. in sicilia per san giuseppe si mangiano le Sfingi, delle bombe caloriche fritte ripiene di ricotta, scagliette di cioccolato e piastacchi…gnam gnam

    Mi piace

  9. Ovviamente ho già copiato la ricetta.
    Ma aspetto con ansia quella del millefoglie salato………..
    Buonissima giornata di sole…..
    Che stia arrivando la primavera?
    Luciana

    Mi piace

  10. @ Luciana: e allora siamo in due ad aspettare.
    Anche dalle mie parti giornata di sole e mi sa che hai ragione tu sulla primavera.
    Buona giornata di sole. 😉

    Mi piace

  11. E allora, se si va verso il salato, la scelta è tra millefoglie e soufflè di tagliatelle. Per ora un punto in più e quindi precedenza al millefoglie che piace a Lucianaele… andiamo per alzata di mano?? 😉 KISS!

    Mi piace

  12. @ Carlotta: Soufflè di tagliatelle al ragù?

    Prendo il primo aereo e arrivo subito.

    ‘nnagg… ma te lo ha detto mai nessuno che sei una donna da sposare? 😳 ( 🙂 ) 😳

    Mi piace

  13. Si, me lo hanno detto un po’ troppo presto, e poi il secondo tentativo non è mai andato a buon fine.. la mia coscienza si divide in due unità *°* angioletto e ^ ^ diavoletto.. una pensa “Ho bisogno di dare tanto tanto Amore”, l’altra invece dice: “E che mi metto un estraneo in casa??” e scappa via.. Quale vincerà alla fine???? Attendo fiduciosa un consiglio spassionato ma c’è chi ha esagerato nel dire “SI” e chi non concede neanche il beneficio del dubbio.. astenersi perditempo……………. 😉 🙂

    Mi piace

  14. p.s.Sono certa che il discettare di storie di vita comune, se capita, anche mentre si valuta una ricetta, non dia fastidio a nessuno, men che meno ad Arthur.. giusto?? 🙂

    Mi piace

  15. Carlotta, non ti conosco ma credo che Arthur apprezzi te, le tue ricette,
    le tue storie che si intrecciano tra dolci e salati…
    io leggo e studio…
    e poi Il maestro è un ottimo padron di casa…sembra di essere al Colosseo…
    si entra ma senza pagare pedaggio… si lascia un pensiero condivisibile e poi si ritorna ..perchè qui ci si sta come al mare…in relax!!!
    ..ora vado…
    E pardon!
    vento

    Mi piace

  16. ..Il Maestro… l’hai chiamato il Maestro e mi hai riportato con la mente al mio libro preferito che ho letto tanti tanti anni fa (ne avevo 18..) Il Maestro e Margherita.. impossibile dimenticarlo! E un pò sembriamo felicemente folli anche noi come dopo aver spalmato l’unguento e via.. sulle scope o sui maialini volanti come tutti coloro che volavano dietro il Maestro, appunto, per vivere la vita che nella realtà non avevano mai potuto realizzare, ma che solo per una notte facevano loro con quell’incantesimo inaspettato.. A presto, Vento, ora vado a vedere un po’ le tue foto.

    Mi piace

  17. @ Carlotta: mia cara Carlotta, faccio subito una premessa per dirti che questa è come se fosse casa tua e quindi puoi parlare di qualsiasi cosa tu ritenga opportuno, senza alcun problema.
    Questo blog è, come dire, eclettico, come il suo padrone d’altronde e poi mi piace la discussione che viaggia sul filo dell’ironia, anche quando il tema del post è del tutto diverso. E’ uno stimolo anche per chi ci legge e poi, ammettiamolo, siamo o non siamo un po’ giocherelloni? 😆

    Detto questo, capisco, capisco… e immagino che stare nel proprio lettone con una gamba da una parte e una dall’altra sia una cosa fantastica, oltre che comoda. Esisterà l’anima gemella? Boh, qualche volta me lo son chiesto, ma immagino che esistono delle anime che s’incontrano e che magari decidono, malgrado tanti lati del carattere non proprio comune, di tentare qualcosa, ma si sa che la convivenza non è mai facile e il mio articolo di prima (“AAA… cercasi…) in qualche modo lo metteva in evidenza.

    Ora noi scherziamo ed è anche giusto farlo, ma sia io che te, sappiamo che non sempre il rischio vale la candela, come si suol dire e tu, con molta ironia, l’hai appena detto, ma sappiamo anche che per incontrarsi bisogna essere convinti dentro, sapere di averne voglia, come dire, sapere di voler lasciarsi andare, altrimenti di “Principi Azzurri” ne passeranno tanti , ma se guardati con gli occhi sbagliati, sembreranno sempre dei rospi, belli, magari, ma pur sempre dei rospi.

    Sono stato abbastanza convincente?

    Ps: bella quella del “Maestro e Margherita”, però. dai, vi prego… 🙂

    Mi piace

  18. @ Semprevento: ‘nnagg… Venticello, maddai, maestro, così m’imbarazzi, anzi, dippiù, dippiù… 🙂

    Grazie per le cose che hai scritto a Carlotta ( ma che lei sapeva già, ma essendo una persona molto rispettosa si era posta il problema…) e mi piace sentire che in questo “mio mondo” si sta bene e credimi, se solo avessi sentore del contrario, lo chiuderei immediatamente.
    Però bisogna dire una cosa importante e cioè che il merito non è tutto mio, ma anche e soprattutto vostro, perché per dialogare bisogna essere almeno in due, altrimenti sarebbe un semplice e univoco soliloquio. Tanti blog purtroppo lo sono.

    Quindi, nessun pardon… 🙂
    ‘sera!

    Mi piace

  19. Beh, non ho detto che è convincente colui che è anche la mia fotocopia,anzi..forse finirebbe per esserlo meno degli altri, perchè sai che noia mortale!A me piace confrontarmi con persone che non hanno le stesse idee, ma la stessa educazione, quella si!.. altrimenti autorizzi un altro a toglierti l’ossigeno per respirare.. perchè con la sua” incuria” tende a scavalcarti inesorabilmente. L’anima gemella sicuramente esisterà ma pochi l’hanno a portata di bacio!!! 😉

    Mi piace

  20. @ Carlotta: infatti io non ho detto che bisogna trovare la fotocopia di se stessi.

    bello il tuo finale… ” L’anima gemella sicuramente esisterà ma pochi l’hanno a portata di bacio!!! “
    ‘nnagg… !!! 🙂
    Buona serata!

    Mi piace

  21. Imbarazzo. Sconcerto. Fame.

    Nel senso che ho letto la ricetta e mi è venuta fame…ho letto i commenti e mi è girata la testa…nell’imbarazzo del sapere di aver l’anima gemella a portata di bacio…e nello sconcerto di sapere che è l’esatto opposto della mia fotocopia.

    Per quanto riguarda le calorie e i chili di troppo … ma chissene frega!

    Godetevi la vita … tranne Arthur che deve continuare con i suoi fantastici, utilissimi, coinvolgenti 7.000 passi a sera! 😉

    P.s. Che facciamo domani? Ti aspettiamo?

    Mi piace

  22. @ Solindue: beh, devo dire che sia Carlotta che io dobbiamo essere stracontenti degli effetti che la ricetta e i relativi commenti hanno avuto su di te. In effetti quella del’anima gemella a portata di bacio ha, come dire, turbato anche me, ma per il resto, tranquilla, tenetevi i vostri chili di troppo ( sono sicuro che sei uno schianto… 🙂 ) che io mi tengo i miei fantastici, utilissimi, coinvolgenti 7.000 passi per sera e se poi trovo qualche anima buona che mi tiene compagnia mentre li faccio, è il massimo, ma che dico, il massimo del massimo, ma, ma, ma… il massimodippiùassaiechinehadippiùlodicaoppuretacciapersempre. 😆

    ps: a un quarto all’una sono da voi.

    Mi piace

  23. ^. .^ e *°* continuano a vagare per il blog senza sapere se è meglio mangiare una zeppola con valanga di zucchero a velo, o prendere la scheda sim con la rubrica dei nottambuli sfigati che si incontrano col bicchiere in mano, da anni ormai, per locali e buttarla dalla torre merlata del castello situato in cima al monte che sovrasta la nostra ridente cittadina … 😦
    ‘NOTTE.

    Mi piace

  24. Anche se ho lasciato passare tempo da quando me li hai indicati, ho guardato i tuoi album fotografici. Tu fai i complimenti a me?? Sono io che devo farli a te invece, sono veramente belli, molto emozionanti, complimenti di cuore, sono foto bellissime

    P.S. Da me non si riesce a lasciare commenti perché sono inseriti in un’altra piattaforma, penso sia questo il motivo. Grazie
    Ciao, Pat

    Mi piace

  25. semprevento

    ….Carlotta: ho messo una fotocopia a portata di bacio, così, tanto per….
    Siete belli, tutti quanti….
    Cià
    vento

    Mi piace

  26. @ Carlotta: un pizzico di tristezza oppure solo voglia di giocare?

    Devo darti una NOTIZIONA, cara Carlotta, la tua ricetta è su Liquida ( http://www.liquida.it/zeppole-di-san-giuseppe/ ), un portale che si occupa un po’ di tutto, ricette compreso, con un giudizio che è tutto dire: GOOD!!!
    Complimenti!!! 😉

    Buona serata e cerca di non diventare troppo famosa, altrimenti divento a mia volta molto, ma molto, ma molto geloso. 😆

    Su Liquida, trovi il link anche a questo indirizzo: http://www.liquida.it/search/blog:ilmondodiarthur.wordpress.com/

    Mi piace

  27. @ Semprevento: siete, siete tutti belli, te compresa… 🙂

    ps: comunque sia, poi mi spiegate come si fa a mettere una fotocopia a portata di bacio. 😉

    Mi piace

  28. ODDIO!..Siamo famosi!!!Liquida ha messo un po’ di tutto delle nostre vicende seriose e non, e ci cita ad ogni dove..da non credere! Sono felice per te e non so cosa se se ne ricava qualcosa, ma ti auguro tanta notorietà. Scusate il ritardo, ma ho accompagnato ^..^ e *°* a buttare la sim dalla torre merlata……..Baci a tutti voi 🙂

    Mi piace

  29. @ Carlotta: ODDIO, sei FAMOSA, visto che la paternità e maternità della ricetta è tutta TUA. Io sono solo uno strumento, nient’altro e mi accuccio in un angolino felice di sapere che le tue ricette vanno alla grande.
    Appunto!!! 😉

    Buon WE e mi raccomando, fai la brava. 🙂

    Mi piace

  30. semprevento

    Penso che meglio di Carlotta nessuno possa spiegarlo!!! 🙂
    Io posso dirti che alla mia altezza c’è una bella fotocopia…(più di una!)
    si , si, a portata di strabacio!!!

    Mi piace

  31. Non credo di sbagliare,immagino che Vento si riferisca ad uno dei suoi figli perchè se si verificasse lo strano caso della fotocopia di noi stessi alias anima gemellai identica ma dell’altro sesso,non credo che sarebbe una cosa tanto felice…epperfortuna che in giro non ne circolano granchè!!!

    Mi piace

  32. semprevento

    Qui si entra in un ginepraio!!!
    Fotocopia permettendo!
    però però…ci sto pensando…un me stessa al maschile…
    probabile che mi diverta un sacco!
    Però…insopportabile quando gli giran male!!!
    ..E poi quei suoi momenti di lettura….uff…
    oppure quelle sere che non ha mai sonno…
    che ha voglia di chiacchierare e peggio ancora
    quando c’ha voglia di camminare…anche di notte.
    Uhm….tengo la fotocopia !
    Son con te Carlotta!
    PS: c’ho una sola figlia…ma di fotocopie ne ho infinite
    e in tutte le pose!

    Mi piace

  33. @ Giovanni:Sono sincera non le ho mai contate,ma ti assicuro che viene un bel piatto di portata tanto da poter invitare tutti gli zii, i nipoti, i nonni e le famiglie allargate, o se sei un ragazzo, tutti gli amici che vengono a vedere la partita a casa tua…:-)

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...