I Colori…

© arthur

      “I Colori”… tema del nostro ultimo The Best Magazine, intesi anche come spiraglio di luce che rischiara le ombre della nostra vita e magari ci aiuta a vederla o viverla in maniera diversa.

Insomma, vuol forse dire che chi ha tanti colori in una casa anche la sua vita è colorata?

Può darsi, anzi, senz’altro!

Entrando, sembrava d’essere in una dimensione ovattata, dove ogni cosa era al posto giusto e persino le tendine del lucernario, entrambe con ai lati le stesse pieghe tenute da laccetti di raso azzurro, sembrava facessero un inchino, dedicato esclusivamente a lei e al suo piccolo mondo dorato.

Che poi, non che la mansarda fosse grande, anzi, tutto si racchiudeva in un unico ambiente che fungeva da soggiorno e camera da letto insieme; quinte di colore arancio sfumato misto ad un bianco quasi panna alle pareti, un piccolo divanetto di tessuto giallo canarino con sopra adagiati dei cuscini finemente ricamati in pizzo di San Gallo, un vecchio Brionvega bianco poggiato per terra, un tavolinetto quadrato in ferro battuto con il piano in cristallo molato per la colazione, con sopra dimenticate delle mollette verdi e blu per capelli, un piccolissimo angolo cottura con un frigo rosso bombato con tanti bigliettini e cartoline appiccicate sopra e sotto all’abbaino, una poltrona in morbida stoffa color ocra, con delle gambe in legno di ebano con finitura cromata stile anni ’60, ed un’abajour in ceramica poggiata per terra, con paralume frangiato e tanti libri accatastati uno sopra l’altro con copertine colorate, sparsi tutto intorno.

C’era profumo di lavanda e dalla finestra spuntava un raggio di sole come una lama riverente che, con delicatezza, s’adagiava sul bel pavimento in legno di mogano anticato.

Un mondo pieno di colori!

da “L’Opinione” in The Best Magazine #2- marzo/aprile 2011
Tratto con alcune revisioni da un mio commento a “La mansarda” di Elle del 4 gennaio 2009
Annunci

30 pensieri su “I Colori…

  1. Luisa

    Se apri il mio armadio non vedi il grigiume di parecchi anni fa, c’è tanto colore, c’è la possibilità di scegliere e il coraggio di non aver paura di mostrare qualcosa di sè(intendo stati d’animo, non centimetri di pelle, cosa sulla quale sono fiscalissima). Il colore che scegliamo di indossare, o del quale ci circondiamo in casa parla di noi in un modo del quale forse non ci rendiamo nemmeno conto. Eppure chi è colorato nell’animo non piace ai perennemente grigi, attira la disapprovazione o forse fa invidia, ancora non so…forse perchè alcuni non tollerano la non uniformità, la capacità di un pensiero autonomo, anche di sfida, o forse perchè chi è triste in fondo in fondo non riesce a tollerare chi è allegro…come dicevo in un altro commento, ho una maglietta ch è un’esplosione di colore, mi ha sempre fatta sentire allegra…la mia maglietta non piaceva quasi a nessuno…l’ho sempre indossata con gioia 😀

    Mi piace

  2. Anche oggi indosso camicetta nera e golfino nero.
    Le pareti di casa mia sono tutte bianche .
    La mia macchina è nera …
    ma il mio orologio ha il quadrante arancione.
    I raggi di luce colorata nella vita arrivano da dove meno te li aspetti.

    Mi piace

  3. 🙂 non te l’aspettavi eh?
    invece eccomi qui…un attimino per approvare questo post….
    i colori….i colori….
    ce n’avri da dire sui colori…ognuno ha il uo che sente addosso…ma non è detto he ,io he indosso spessissimo il neso, sia il colore della mia vita! Adesso soo nell’iola he di colori se ne intende…c’è un esploione di giallo , roso , azzurro, verde… come posso spiegarti?
    hai presente l’arcobaleno? ecco , una cosa così….
    Comunque….un ti voglio annoià…ci rileggiamo al mio ritorno….intano anche oggi piove…però stamani sono andata a caccia..di foto….
    Vi abbraccio tutti…col mio solito sapore di sale!!!!
    vento

    Mi piace

  4. … mi domando che tastiere hanno n Sardegna…
    “n’avri da dire ”
    “ha il uo che ”
    “non è detto he”
    “spessissimo il neso”
    “Adesso soo nell’iola he”
    “esploione di giallo , roso ”
    … Sei il mio mito cara Venticello!!!
    E coraggio faremo una colletta per una tastiera nuova! 😆

    Mi piace

  5. Mi piace ricordare i colori dei tailleurini e i tubini che usava mia madre negli anni ’60 e ’70,con colori pastello e qualche piccola balza trasparente che immancabilmente danzava sull’orlo sfiorando le sue gambe o il decolletè dorato di abbronzatura.I colori erano,principalmente, il verde scuro, il rosso amarena e il glicine,di lino o rasatello,e a volte,tra i più eleganti,ce n’erano alcuni,di chiffon,tra i suoi preferiti, aderenti o svasati sulla gonna,i quali,insieme al profumo che usava si mescolavano a quel “profumo di mamma” che, per me bambina,era sinonimo di gioia ed amore per lei.Mi piace ricordare anche l’azzurro dei suoi occhi delicatamente bistrati di ombretto ed eye liner, come il colore dello smalto per unghie uguale al rossetto.Per me mia madre era “Il Colore”perchè è lei che d’istinto mi viene in mente e,solo dopo averci pensato,mi vengono in mente i colori dei nostri fiori,che spontaneamente nascono in primavera sporgendo da ogni muretto o fanno capolino da ogni balcone e finestra ed ovunque possano attecchire, finanche lungo il guard reil in autostrada,nonchè il colore del nostro mare,che,essendo differente da quello delle isole,ha un colore più azzurro che verde, ma di una tinta più sfumata,come i colori degli acquerelli.In casa ho pochi colori;avendo ereditato alcuni mobili di antiquariato,per il resto dell’arredamento mi sono sempre mantenuta su colori sobri e non troppo chiassosi,ma “Il Colore” per me, può essere anche un sorriso fresco di denti bianchi o le labbra e le gote paffute di un bimbo che hai davanti e che sembrano petali di rosa.Per finire,i colori degli affreschi delle chiese e non credo ci siano accostamenti di colore più superbi di quelli che si ammirano nelle navate all’interno delle nostre cattedrali,basiliche o chiesette di campagna che siano,ma che comunque sono un trionfo di turchini,di rossi e di ori,in perfetta armonia tra di loro.Ecco, questo è il mio contributo sull’idea del colore e non avendo viaggiato molto oltre Europa,posso solo ricordare una foto di cotoni scattata ad Agadir in una bottega,nella zona del mercato,che li racchiude tutti..se riesco ve la mando 🙂

    Mi piace

  6. Luisa

    @Carlotta . Belli i colori misti al profumo di mamma 🙂
    @Sol. Secondo me le tastiere sarde vogliono l’indipendenza dal pc…digiti bene, ma si rifiutano di obbedire…testarde come gli abitanti dell’isola :mrgreen:
    Ricambio l’abbraccio della simpatica Vento…Arthur…ho preso confidenza, mò mi ricompongo, prometto 🙂

    Mi piace

  7. Spesso i colori con i quali ci si circonda rispecchiano la propria personalità, altre volte invece no. Io in casa ho un sacco di cose colorate, le mie pareti sono un guazzabuglio di oggetti appesi, le mie raccolte di folletti, gnomi, troll e tanto altro fanno assomigliare la mia casa ad un bazar, però vesto quasi sempre di nero, poche volte con capi colorati. Quindi credo che i colori siano quelli che abbiamo dentro di noi e non quelli che sfoggiamo o dei quali ci circondiamo, solo se siamo sereni i colori irradiano luce su di noi, perché escono proprio dal nostro essere e sono i più belli che ci possano essere, infatti diventano un tutt’uno con quelli che ci circondano ed ecco che i colori assumono il loro vero significato.
    Ciao, buon fine settimana
    Patrizia

    Mi piace

  8. Silvia

    Un mondo pieno di colori aiuta a vivere con un po’ più di ottimismo, anche se è importante averceli dentro.

    La mia casa, molto piccola, non ha molti colori, ma solo perché ho paura ad usarli. Puoi darmi qualche consiglio? 🙂

    Mi piace

  9. @ Luisa: è vero, hai ragione, chi è colorato nell’animo piace poco ai griggioni, ma solo perché ne hanno paura, così come si ha paura di tutto ciò che esce dagli schemi. Come è anche vero che non bisogna avere paura a mostrarsi così come si è dentro, con i propri sentimenti, le paure, le emozioni e così via.

    E per quanto riguarda la maglietta adesso ci hai fatto venire la curiosità e visto che l’hai sempre indossata con gioia, vogliamo vederla con gioia? 🙂

    Mi piace

  10. @ Solindue: il nero, negli abiti, è un classico nelle donne, un tailleur nero, giacca e gonna, o fumo di Londra è sempre elegante (fantastico), ma questo se si vuole ricalcare degli schemi prefissati (dell’eleganza).

    Amo le donne con le gonne, nere o colorate che siano. Anche il bianco nelle pareti di casa è un “clasico”, come tutti i colori neutri, si adatta a tutto ( 🙂 ). La macchina nera, beh, io ne ho una bianca ed una nera, così, mi sono detto, non sbaglio di sicuro, ma l’orologio arancione è una figata, anzi, una grande grossa figata e magari è un crono con il quadrante grosso, pazzesco!!! 🙂

    E’ vero, i raggi di luce arrivano da dove meno te li aspetti, ma bisogna ugualmente saperli vedere e probabilmente tu ci riesci benissimo.

    Mi piace

  11. @ Venticello: che bella sorpresa, Venticello, e lo vedo quell’arcobaleno, così come sento l’odore del sale, ma… evvabè, dillo che hai voluto farci rabbia. 😦 ( 🙂 )

    Aspetto il tuo ritorno per sentire il seguito del racconto.

    Divertiti! 😉

    Mi piace

  12. @ Carlotta: e allora aspetto la foto scattata in una bottega di Agadir, che senz’altro sarà coloratissima.

    Per il resto, cara Carlotta, molto bella la tua idea dei colori e mi fa pensare che è proprio guardandolo che ci si accorge di quanto colore ci c’è in questo mondo (di colori).

    Mi piace

  13. Sol………Grazie della omprensione 🙂
    in effetti qui mancava la luce…però son davvero una talpetta.
    Ma te sei buona e comprendi tutto il mio essere !
    Buon 1 maggio a tutti voi…. conoscenti e non 🙂
    @cià Carlottaaaaa….Luisaaa….bellineeeeeeee!!!!
    Un carissimo saluto al sor Arthur che mi ospita sempre…
    ehm….io le gonne un le porto! 🙂
    bacione e a presto presto…..
    vento

    Mi piace

  14. @ Patrizia: forse è la casa che più rispecchia la perconalità di chi ci vive, anche per tutte le cose che hai detto. Una casa colorata aiuta a vivere, secondo me, con più energia positiva, perché il colore è luce, è vita, ma è anche vero che dipende anche della visione che noi abbiamo della vita stessa e indubbiamente se siamo predisposti, tutto ciò che ci circonda assume un aspetto completamente diverso.
    Ciao e buon inizio settimana.

    Mi piace

  15. @ Venticello: sei già tornata? Wow e allora, aspettiamo con impazienza il racconto delle tue avventure.

    ps: non porti le gonne? Evvabè, succederà qualche volta immagino. 🙂

    Mi piace

  16. Luisa

    Arthur, la mia maglietta ha subìto dieci anni di lavaggi spietati, combatte ancora come la sua padrona…non è in condizioni d’essere mostrata in pubblico. Credimi, con quella indosso mi si notava e mi stava pur bene…7chili fa 😀

    Mi piace

  17. Se Arthur è bravo, vi fo vedere qualche “fotografiola” che, non avendo altri meriti, potrà almeno essere giudicata “a tema”, l’ho scattata così.. di getto e ve la invio a patto che nessuno pensi che voglia competere.. mai.. assolutamente.. men che meno.. con i professionisti dello scatto che frequentano il blog e.. non mi parlate, per carità, di filtri ed altri marchingegni, perchè è semplicemente scattata con un telefonino non superaccessoriato e di cui non so cosa siano i pixel, nè quanto possano valere.. Sarà solo merito del nostro famoso Capitano, la capacità di trasferirle sul blog 😉

    Mi piace

  18. @ Carlotta: beh, io ci ho provato, tieni conto che le foto scattate con il telefonino sono molto piccole come risoluzione e quindi il massimo che ho potuto fare è questo:

    E comunque, anche se piccole, sono belle, come dire che nella botte piccola ci sta il vino buono. 🙂

    Mi piace

  19. Luisa

    Non sono una pigrona, era una notte da lupi…anzi pure quelli si sono rifiutati d’uscire!
    Nei sacchi ci sono le spezie? e nella foto sotto?

    Mi piace

  20. @ Luisa: ‘nnagg…!!! 🙂

    Le foto sono belle, ma carlotta le ha scatate con il cellulare, ho cercato di ingrandirle, ma di più non riesco, pena il pixleggio impazzito.
    Per la seconda aspettiamo Carlotta.

    ‘nnagg… !!! 🙂

    Mi piace

  21. Arthur…..
    sono arrivata da circa due ore…
    uhm…
    devo fare un sacco di cose…
    ma stai tranquillo… con calma…con molta calma…
    recupero…
    ..mi son riletta il mio commentino strampalato…
    Che cara la Sol…menomale che lei mi capisce… 🙂
    cmq…scusate gli errori….ora sono di nuovo in
    postazione…e te accorgerai presto

    Mi piace

  22. @ Venticello: ciao piede lungo, finalmente sei arrivata, ‘nnagg… !!! 🙂

    Abbbiamo sentito la tua mancanza. Adesso, fai la brava, fai i compiti arretrati e raccontaci tutto.

    ‘nnagg… !!! 😆

    Mi piace

  23. …son sempre qui …ma avete scritto ‘na cifraaaa!!!!
    ..a proposito…stavo guardando le foto fatte…
    una è per te e una per Sol…
    devo ancora scaricarle….ufff…
    il mio blog fotografico sembra morto…,manco un battito!!
    uhm..devo smuoverlo un pò !
    notte serena ai notturni….
    ma ho cambiato nome? piede lungo mancava alla mia lunga collezione…
    🙂 bellino però!..in effetti porto un 44 magnum!
    🙂 scherzooooooooo!!!

    Mi piace

  24. @ Semprevento: eddai, sono curioso, quando ci fai vedere queste foto (con dedica…)? 🙂

    Piede lungo è perché sei sempre in giro, ‘nnagg… oh, ma stasera devo proprio chiarire con tutti? 😆

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...