Il coraggio di lottare.

Non sempre chi ama ha anche il coraggio di lottare.

L’amore non da fiducia in se stessi, anzi, a volte la sottrae, la rende instabile e, alla prima occasione, ecco che si crolla, che si abbandona tutto per paura dell’imponderabile.

L’amore può creare delle illusioni momentanee, può farci credere di voler tutto, ma poi al momento della resa dei conti, di non volere più niente, di non credere più in quel che si era creduto e tutto questo anche per vigliaccheria, certamente.

Investire negli altri, prima ancora che in noi stessi, è cosa assai difficile se pensata non solo con il cuore; è cosa che può renderci fragili e al tempo stesso coscienti d’aver vissuto qualcosa più grande di noi.

E tutto questo non è solo una spiegazione, è l’eterno conflitto che ci rende partecipi di scelte fatte o da fare, o soltanto di scelte accuratamente evitate e che possono fare del male.

Una semplice riflessione, che credo abbia molto di vero. L’ho fatta tanto tempo fa rispondendo in un blog e oggi guardandomi intorno, la trovo molto attuale, o forse non ha mai smesso di esserlo.

Annunci

61 pensieri su “Il coraggio di lottare.

  1. ..certo che di venerdì, mi lasci una bella palla!!!!
    per ora non so che dirti se non che son riflessioni attualissime come tu dici…
    l’amore include troppe cose…ed io oggi ho già dato qualcosa di me.
    Mi mandi in crisi sai..
    per farti capire, hai presente quei cesti colorati ebormi dove i bambini mettono tutti i balocchi disseminati per casa facendo un pò di pallacanestro?
    Ecco , il mio cervello è così….pieno trapieno di cose a cui non so dare bene un posto….
    eppure c’è…ne son quasi sicura….
    Forse non c’entra nulla o forse si perchè comumque è amore….
    tu sai che giro e rigiro..e a volte mi imbatto in personaggi di una bellezza unica.
    te lo voglo lasciare….
    quando avrai tempo ascoltalo….lo conosci …ne son sicura…

    E’ un discorso globale ma è sempre amore…

    Per ora passo e chiudo.
    vento

    Mi piace

  2. Si trascinano solo abbandonate incoerenze.
    Naturali percezioni,
    d’inappaganti mutamenti viscerali,
    dei ricordi.
    Sconvenienti tue sparizioni,
    trainano percettibili ritorni,
    ma privi di espressione
    poiché orgogliosi.
    Togliendomi il sapore del poter assimilare,
    di te,
    fresche emozioni.
    Sulla punta delle dita tastare
    ancora vorrei
    quel sentimento che ci siamo spartiti,
    rallentando questo domani
    troppo vicino.
    Ma fatto oramai solo di chiasso a perdere.

    DIS.

    Mi piace

  3. Vero Arthur, non sempre chi ama ha anche il coraggio di lottare, spesso preferisce battere in ritirata davanti alla prima difficoltà, non volendo affrontare molte cose e rifugiandosi in un mare di scuse che poi alla fine rovinano tutto quanto, rendendo se stesso e l’altra persona coinvolta infelice e lasciando ferite che a volte non si rimarginano mai…
    Ciao, Pat

    Mi piace

  4. Tutti abbiamo creduto di trovare L’Amore,spesso,da giovanissimi pensiamo sia una cosa quasi naturale da dare con l’impeto e la veemenza di quell’età,poi,con gli anni e le cicatrici che ognuno di noi si porta dietro,diventiamo più guardinghi meno disposti a “darci”all’altro.L’amore ,in verità,col tempo diventa più un “do ut des”,e a poco a poco,un fatto da cui ricavarne profitto,che non ha niente a che vedere con il PRODURRE amore.L’amore è piuttosto diventato un gioco a scacchi,un mettere sul tavolo varie strategie per RICAVARNE piacere, fine a se stesso.Per questo motivo non si lascia la donna precedente se non se ne trova un’altra che possa degnamente sostituirla perchè nessuno degli amici-parenti possa dire che si è andati peggio di prima,ecco perchè tante coppie clandestine si formano soltanto per,mantenere il rapporto coniugale in piedi che, altrimenti,non andrebbe avanti a lungo.E’ un consumare finchè se ne guadagna qualcosa ed ecco che lì compaiono i limiti o i paletti che dir si voglia,per cui non ci si fa coinvolgere,le promesse si fanno a iosa ma soltanto perchè non le mantieni,se non in minima parte;siamo tanti venditori di fumo,e i punti fermi sono la carriera e i figli che fan si che la donna che li alleva debba essere necessariamente colei da accontentare più di tutte le altre.Quelle, fanno il loro turno..E la cosa triste è che ciò avviene in tutte le classi sociali,cambia la crosta di formaggio che devi spartire,se è piccola,molli qualche briciola ,se invece è grande ne molli un pò di più ma sempre con avarizia,perchè se ti devi sentire “il furbo”devi concedere sempre meno di quello che l’altra si aspetta da te.(Parlo come donna e mi riferisco all’uomo,ma,anche se più rari, ci sono già casi di donne con questa mentalità,così come,in futuro ce ne saranno sempre di più, perchè si sta allevando,in questo settore,un esercito di nuove leve che imitano i maschi.)Insomma..si recita un inno alla diffidenza reciproca che poi altro non è che una forma di vigliaccheria.

    Mi piace

  5. Una consapevolezza binaria: quella data dal nostro volere, e dal nostro dovere. Il primo ci appartiene, il secondo un po’ meno. Perciò nelle scelte, la consapevolezza serve fino al momento esatto in cui hai scelto. Se hai scelto, allora puoi mobilitarti verso quella scelta con la consapevolezza già acquisita che diventa pensiero e convinzione. Un credo che se è forte ti accompagnerà anche nei tuoi fallimenti.

    Mi piace

  6. Luisa

    E si, ci vuole coraggio per lottare per un sentimento, sempre che ci si creda veramente e non sia stato solo un esercizio di conquista. La paura frena e a volte fa perdere delle belle persone che solo col senno di poi si riesce ad apprezzare. Tardi, troppo tardi. Ma è anche vero che a volte si riesce a salire su quel treno e si deve scendere nostro malgrado prima del previsto. Possiamo tralasciare sui perchè e percome. Si corre alla stazione per prenderne un altro al volo, senza badare dove potrebbe portarci. Che importa, l’essenziale è essere su un treno per dimostrare a se stessi e agli altri che essere dovuti scendere dall’altro non ci ha ferito, che siamo capaci di salire sui treni quando vogliamo. Povere anime in affanno in balia di quella voglia di viaggiare senza sosta…magari c’è pure il compatimento per chi è seduto dentro quella stessa stazione, guarda i cartelloni per controllare l’ora della partenza del suo, aspetta con calma perchè un treno non vale l’altro. Chi lo sa chi viaggerà meglio?
    Buon fine settimana 🙂

    Mi piace

  7. Lottare per amare è un bel contrasto. L’amore in senso generale non è conquista di qualcosa ma condivisione di qualcosa che si ha già.
    Nei rapporti tra persone amore è partecipare attivamente ad un progetto comune, dedicare tempo ed energie per crescere insieme.
    L’amore dovrebbe essere quell’ennesima potenza che mostra agli altri quel che siamo veramente e porta pace nel nostro cuore.
    Nessuna lotta, perchè una lotta attende sempre uno sconfitto.

    Ti auguro un buon fine settimana.
    Ciao

    Mi piace

  8. Come si fa a non combattere? Come si fa a lasciar andare quello che più si vuole? Perchè la gente è disposta a perdere chi ama piuttosto che alzarsi in piedi e prendere in mano la situazione?

    Mi piace

  9. Ma cosa diavolo credete di farmi bere? Acqua oligominerale Paradiso?
    Se smetti di lottare per qualcuno è perchè, da una parte o dall’altra, non c’è più amore.
    Se smetti di lottare per qualcosa è perchè non c’è più passione, interesse.

    Mi piace

  10. oddio sto investendo
    o meglio sono da 7-5 giorni di relazione
    un prodigio per quest’ anno, in effetti lui ha passato il we nella capitale …o almeno così dice e mi devo fidare, il sito per un project nella capitale e oltre ce l’ ha a suo nome, sembrerebbe così, io per motivi svariati non l’ ho seguito anche se me l’ ha proposto,
    è come avere un paio di ciabattine nuove per l’ estate, le sto testando, magari mi vanno comode chissà
    many kisses arthur era dà un po’ che non passeggiavo da te sorry

    Mi piace

  11. Se si ama si lotta , se si ama si rinuncia.
    Già queste due contrapposizioni la dicono molto sull’amore.

    Buona giornata a tutti con amore….quello universale!
    e su quello non si discute….o si?
    vento

    Mi piace

  12. Se ripenso a tanti di noi vent’anni fa mi vengono i brividisembrava davvero un altro mondo. .Eravamo così certi che il dovere veniva prima di tutto,che era diventata quasi una missione!Bisognava comportarsi bene,soprattutto chi aveva,come me,figli piccoli,doveva essere ancora più convincente,ma credo fosse un modus vivendi che ci accomunava un pò tutti,tanto è vero che i”tossici”,allora,erano davvero un altro mondo.Di conseguenza anche l’amore era vissuto come responsabilità concreta si facevano vere e proprie rinunce in nome dell’amore,ora invece si è spostato il baricentro dei valori,siamo tutti un pò tossici ed un pò egoisti,la passione,se non è momentanea,è alla pari con l’Aids,e l’interesse non si coltiva per niente.Vi sono una miriade di uomini corteggiati ed inseguiti,ed un’infinità di donne che si fanno piacere uomini solo perchè rendono la vita meno difficile da gestire,(vedi giovani straniere,con uomini maturi,ma non solo..!)e si lotta soltanto per questo..

    Mi piace

  13. …….mi viene in mente che c’è stato un periodo circa 15 anni fa che i giovani si sposavano tutti…cioè qulli che io conoscevo…per giovani intendo 18 20 anni…..e immancabilmente
    dopo 8mesi…quasi un parto… si separavano per dei futili problemi di incomprensione.
    E magari sapevo che i genitori si erano indebitati per sostenere le spese…
    e magari era pure il matrimonio riparatore nell’attesa che il figlio nascesse.
    Poi di questo bimbo se ne prendevano cura i Nonni.
    Ora mi domando se questo mondo è davvero sano nel decidere un passo che è tanto importante (tanto quanto la convivenza) e che coinvolge non solo i futuri sposi ma gli eventuali figli. se davvero c’è bisogno di frequentare un corso prematrimoniale religioso o laico che sia…Credo di si, perchè a quanto pare è andato perduta la consapevolezza della parola Amare nella sua globalità.
    Lo spirito di sacrificio deve essere una rinuncia momentanea data da una certa situazione e non una situazione che ti costringe a dover essere solo usata e poi gettata.
    Per amore , se di vero amore si tratta non c’è peso…non c’è scontento, c’è gioia anche nel momento del dolore.perchè non siamo soli. perchè siamo in due a caricarci e in due a trascinare il peso. Poi ci sono situazioni in cui l’amore non basta e allora si decide di rompere quel patto. fa un male cane anche quando l’amore non c’è più perchè è una sconfitta. Ma c’è la consapevolezza morale di ciò?
    guardandomi intorno ..uhm…mi pare di no.
    ma io probabilmente son vecchia….son fuori moda…Però posso dire di aver provato in ogni modo possibile, sino ad ammalarmi, per salvare qualcosa….
    O gente , poi se non è , non è!!!!
    …vado.

    Mi piace

  14. @ Patrizia: per lottare, bisogna anche vedere che ruolo che si aveva all’interno della coppia, che è molto importante. E poi, il più debole in genere soccombe e allora sì che preferisce battere in ritirata.

    Mi piace

  15. @ Spazio: come non darti ragione, caro Spazio, ma amore, forse purtroppo, è anche lotta, vuoi perché non sempre si ama alla stessa maniera e vuoi perché non sempre si è forti alla stessa maniera.
    Ed anche questa è una verità.

    In ritardo, ma… buon inizio settimana. 3

    Ciao!

    Mi piace

  16. @ Valentina: alle volte si è un po’ “vigliaccchi” ma solo per paura di soffrire troppo o anche perché non si ha la forza per reagire. Sarebbe bello che fossimo sempre consapevoli, ma l’amore spesso ci rende deboli, e allora piuttosto che combattere, si scappa via. Succede purtroppo.

    Mi piace

  17. @ Solindue: mi spiace cara Sollindue, ma questa volta non sono d’accordo. Alle volte si smette di lottare perché in qualche modo si è vittima dell’altro. Giusto domenica un’amica mi ha detto una cosa che mi ha fatto riflettere molto e cioè che stava aspettando di essere cacciata via dal suo uomo e lo ha detto con rassegnazione. Sensi di colpa, senz’altro, ma anche consapevolezza di non popter fare più nulla. L’amore c’è ancora, ma qualcosa si è rotto.

    Mi piace

  18. @ Delicaterose: bello, mi piace questa cosa delle ciabattine nuove da testare, è fantastica, ma come tutto il modo tuo d’intendere certe cose, d’altronde. 🙂

    E’ sempre un piacere “sentirti”, poi, stasera, passo da te a farti visita.

    A dopo. 😉

    Mi piace

  19. @ Semprevento: no, cara Venticello, non sei vecchia e neanche fuori moda, sei soltanto una persona che ama domandarsi il perché delle cose e quando l’ha fatto, non lasciare nulla di intentato, perché un rapporto in qualunque modo nasca e si sviluppi, merita sempre quanto meno un po’ di lotta per cercare di salvarlo.

    Non è poi neanche del tutto vero che certi matrimoni si rompono con facilità, il problema piuttosto è che invece si fanno con troppa facilità e allora, alle prime avvisaglie problematiche, allora si va in crisi e ciò che sembrava ci fosse, sparisce come una bolla di sapone. Comunque ho visto matrimoni rompersi dopo un solo anno di convivenza, pur avendo dietro le spalle sette o otto anni di fidanzamento.

    Saranno stati i famosi calzini da condividere, o piuttosto un rapporto che prima ancora di iniziare (veramente) era già logorato e stanco?

    Ma forse si lotta soltanto quando si è creduto in quell’amore, quando la passione e dopo la condivisione ha creato dei solchi profondi dentro di noi, al punto da non riuscire più ad abbandonarli.

    Ma allora è quella famosa fiducia che viene a mancare? O piuttosto non riuscire a investire sugli altri in maniera profonda?

    Non lo so, so soltanto che, come ho già detto, tra due persone che sono in crisi, uno dei due è sempre il più forte e allora, la disfatta, per l’altro, è inevitabile.

    Mi piace

  20. @ Luisa: bella metafora la tua!

    Però, voglio dirti una cosa e cioè, non credi che alle volte ci s’incontra e magari non siamo giusti l’uno per l’altro? Succede anche questo e la rinuncia diventa inevitabile. L’amore, quello vero, ha dentro di sè il virus della lotta, l’importante è esserne coscienti. Ma non sempre le rinunce si fanno per vigliaccheria, alle volte si è costretti e quindi, in quel caso, è meglio girare pagina.

    Mi piace

  21. carlotta

    Ma siamo sicuri che sia amore? O piuttosto paura della solitudine? Ho sempre pensato e quando ho potuto, ho constatato di persona, che il vero amore resiste al tempo e agli anni che volano via. Vedere quelle coppie anziane ancora per mano o sottobraccio mi provoca un certo stordimento. Vedere il rispetto e l’affetto anche nei loro discorsi equivale ad uscire incolumi da uno scoppio di una bomba nucleare. E’ roba da racconti di fantascienza, simil-Asimov. Oggi nei rapporti con l’altro sesso prevale il menefreghismo totale e la certa temporaneità di sentimenti alla plastica. Perchè anche questi vanno soggetti ad invecchiamento e come tutte le cose che invecchiano, bisogna ritoccare qua e là, con l’ossessione del “giovane e bello”. Siamo ologrammi e non lo sappiamo…

    Mi piace

  22. Oh nooo!!!
    Carlottaaaaa!!!
    ma te , quanto a pessimismo mi batti!!!!
    Benchè io non abbia avuto una vita felice, meglio dire serena,
    credo ancora nell’amore…è faticoso lo so, ma è l’unico modo per vivere…
    L’essere umano non è nato per stare da solo…Il discorso si fa ampio e andrebbe a toccare tanti punti…
    L’equilibrio è ciò che manca…e dall’equilibrio nascono un sacco di cose…
    C’è chi si attacca alla persona che ha accanto, c’è chi invece si chiude a libro e non c’è versi di leggere neppure una parola.
    Quando si parla di condivisione e consapevolezza non è un caso!
    Poi mi viene in mente che si vive una sola volta, non abbiamo repliche…
    e allora perchè non cercare di dare il meglio di noi in questo presente?
    ..ammettendo però che sbagliamo continuamente….cercando il perdono e l’aiuto per poter migliorare…
    L’amore ha sempre scatenato grandi problematiche e discussioni…non troveremo mai un’unica risposta che vada bene per tutti…
    non ci resta che trovare il nostro equilibrio confidando in quell’amore universale fatto di rispetto e carità…..( noooo, non mi faccio suora, tranquilla!).
    …….io se avessi….farei…ma siccome non ho…mi arrabatto!
    …col senno di poi arriverò sula su Giove!

    un bel bacio con lo schiocco…io e te dovremmo andare al mare….seguite a ruota da Luisa….e la Sol….due risate , due confessioni…una bella sigaretta…..e domani è un altro giorno!..lo disse lei ..in via col vento! ( non mi ricordo il nome..Rossella?)
    Buona giornata , ora!
    ©vento 🙂

    Mi piace

  23. Capisco il senso di “lottare” per amore, se questo racchiude la condizione di superare insieme gli ostacoli che la vita ci riserva. Ma sottolineo INSIEME perchè una lotta “contro” per mantenere vivo ciò che è morto od è cambiato non porta a nulla se non un deleterio spreco di energie.
    Nessuno amore idilliaco, perchè si ama sbagliando, si ama riparando agli sbagli fatti, si ama sorridendo ed a volte soffrendo. Si ama in equilibrio, che non significa essere sempre al 100% ma poter contare sull’altro quando si è stanchi o si ha bisogno di cure.
    Tutto questo perchè l’altro c’è e non deve essere conquistato come fosse un castello.
    Insomma, l’amore sincero non vuole terra dove ci sono battaglie ma campi fioriti per cullare i sogni del cuore. 😉
    Buona giornata

    Mi piace

  24. ehmmm,
    Carlottaland….scusami…
    essendo un pò taralluccia….Non sei Carlotta la cuoca…ti avevo confuso…
    il gravatar… avevo notato che non era il solito…ma sai…a volte le donne amano cambiare…e ho pensato che fosse la coca di bordo… pardon…
    ..Diciamo che a te mi sarei rivolta con un approccio diverso…
    Piacere, sono vento….e poi avrei scritto con uno stile meno ventoso.
    Comunque l’invito al mare è valido ugualmente!!!

    Grazie a chi mi ha fatto notare la “svista”
    Altrimenti il Capitano poi mi rimprovera….uhmmmmmfffffffffffffffffff 🙂

    …Il signor Spazio …come scrive chiaro!!!
    ….manca Luisa…ciao ciospina!!

    Mi piace

  25. @ Carlotta: ieri ti ho lasciata per ultima nella risposta, perché volevo riflettere ben bene su ciò che hai detto.

    Devo dire, e mi perdonerai per questo, che hai una visione troppo pessimistica dell’amore, comprese le complicazioni che esso comporta. Ma senza voler scendere nei minimi particolari, dico soltanto che secondo me deve esserci una sorta di rivalutazione del rapporto in sé, perché è vero che l’unione tante volte si trascina per interessi che vanno al di là dell’amore stesso, tipo figli, interessi economici, la difficoltà di trovare un’altra casa e così via, ma è anche vero che tante coppie prima di rompere, consapevolmente cercano la strada migliore per eventualmente ricominciare e se poi non è più possibile, ovviamente la rottura è inevitabile.

    Ma tutto questo non implica che, dopo, non bisogna aspettarsi più nulla. Le persone, secondo me, s’incontrano e alle volte ciò che scatta, li lega oppure li divide, ma è la vita che è così e non può essere diversamente, altrimenti sarebbe troppo “bello” e scontato vivere.

    Senza cadere per questo troppo sul personale, posso solo dirti che ogni volta che una storia è finita, dopo ho sempre avuto voglia di ricominciare, perché la cosa migliore che può capitarmi è di mettermi in gioco, forte anche delle esperienze fatte, che in qualche modo devono servire a qualcosa.

    Troppo spesso, dopo un rapporto andato a male (che brutto termine), ci si chiude nei rancori e le paure inevitabilmente alle fine hanno la meglio.

    E mettersi in gioco vuol dire investire anche sugli altri, oltre che in se stessi. Come si sa, non tutte le ciambelle nascono con il buco, ma alla fine a furia di tentare, chissà…

    Mi piace

  26. @ Carlotta (Carlottaland): beh, un’altra Carlotta, che bello!!!

    Innanzitutto, benvenuta e poi, beh, anch’io provo il tuo stesso senso di stordimento nel vedere una coppia di anziani camminano per strada mano nella mano, forse perché spero di diventare anch’io così, un domani.

    Nel rapporto bisogna investire e per farlo, le energie sono tante e forse è per questo che alle volte si rinuncia, oppure la rinuncia parte da presupposti diversi, magari l’interesse oppure l’amore e ciò che è rimasto, non è più sufficiante e quindi, anche per vigliaccheria si abbandona e se non si fa, come giustamente dici, la paura della solitudine prende il sopravvento. Ma anche in questo caso non me la sento di condannare.

    Dopop passo a trovarti.
    Ciao!

    Mi piace

  27. x semprevento: “il signor Spazio”…
    Mamma mia, che sobbalzo leggendo queste parole. Mi sono sentito vecchio, vecchio, direi quasi lontano… mentre nella realtà … 🙂
    Sorridere prego
    Buona giornata a tutti i viandanti.

    Mi piace

  28. ….difficile caro Arthur non cadere troppo nel personale…
    restando vaghi si resta anonimi, non coinvolti…
    l’esperienza diventa multipla…
    e poi io che direi?
    …anche a me è successo così…dopo 20 anni divisi o spaccati, a seconda di come si guarda,
    sono uscita con le ossa rotte…e guai a chi voleva prevaricare i miei pensieri…
    ledere la mia libertà…Non ragionavo correttamente , devo ammetterlo…
    difatti mi affibbiarono il nome di “bionda velenosa”.
    Capirai bene che ogni tentativo di conoscenza andava a farsi friggere… bastava un nulla e mi mettevo sul chi va là. Era molto più facile aprirsi con le amiche…forse a loro insaputa, complici di un’assetata libertà.
    Col buon senso si cambia senso….con la voglia di amare, con l’aprirsi anima e corpo…
    fermo restando che la propria individualità non si tocca. Mai.
    salto il pranzo e mi mangio una bella torta allo yogurt con le pesche!!!
    L’ha fatta la mia ciospina…..l’è bonaaaaa!!!
    Però alla fine della preparazione ha detto, sospirando:
    ” Sempre più convinta che la cucina ..non è cosa per me!”
    Ho capito dopo il perchè…. 🙂

    Mi piace

  29. @Spazio,
    te ne prego…ma noooo!!!!
    Vecchio? non voleva essere questo lo scopo.
    Hai scritto da vero innamorato dell’amore.
    bella sensazione riuscire a vedere i campi fioriti…
    che non è realtà distorsa, anzi è l’esatto contrario.
    Significa mettersi in gioco, provare…sino a che vedi un solo fiorellino.
    Sono metafore di vita anche loro.

    Ciao tenero!
    🙂 il sorriso è d’obbligo.

    Mi piace

  30. Luisa

    Ciao, si, ci può stare che alla fine si scopre di non essere fatti l’uno per l’altra. Amarissima constatazione, però. Si spera che queste cose accadano prima e non dopo, quando la marcia indietro è ancora più complicata e dolorosa…Ogni rottura è comunque dolorosa e lascia segni, piccole cicatrici invisibili,ma ci sono. Vuoi che non capisca il tirarsi indietro che ci raccontava Vento? Ma prima o poi si trova chi riesce ad insinuarsi piano anche in quel muro di cemento armato…e si spera solo che vada bene,che il feeling non sia un’altra illusione… “Tendo la mano, e tu ci sei”…ora e sempre… 🙂 così dovrebbe essere!
    Io comunque in quella stazione mi ci sono messa comoda…

    Mi piace

  31. Luisa

    @Vento…vada per la gita al mare, comunque io sono una golosa incorreggibile non fumatrice, oh mitica Ciospa 🙂

    Posto due canzoni…la canzone dell’amara constatazione :

    Mi piace

  32. …scusa ciospa …ma io per le canzoni intellettualoidi un ci sono!!!
    Sta nelle mie corde molto di più Contigo…..teneraaaa e dolce dolce.
    ..un pò come me!
    Tiè

    senti che ventoooo…………

    ..a tutto Fo’o
    @
    scusa Arthur ma oggi tra una tela , un ricordino ..è meglio la musica!!!

    Mi piace

  33. @ Fabio: sarebbe meglio poterlo fare senza cautela (l’investimento sugli altri), altrimenti rischia di diventare subito rinuncia.

    Ps: wow, sei di nuovo dei nostri!!! 🙂

    Mi piace

  34. @ Venticello: sai perché torno spesso su questo argomento? Perché credo che si debba rilflettere tutti, se non vogliamo fare la fine di uomini soli e poi perché, nel bene e nel male, la vita di coppia è ANCORA LA SCELTA MIGLIORE.

    Una torta allo yogurt? ‘nnagg… una al cioccolato è possibile? Evvabè, chiederò a Carlotta o a LUisa di prepararne una. ‘nnagg… !!! 🙂

    Mi piace

  35. @ Luisa: non trovare l’anima gemella non deve essere necessariamente una tragedia, perché magari a furia di temntare… 🙂

    Vabbene la stazione, ma ogni tanto uscire a prendere aria non guasta. 😉

    ps: bella musica, grazie!

    Mi piace

  36. …Carlotta , guccini è stato tra i miei anni più belli(?)…
    ma già allora mi metteva una tale tristezza…
    come De andrè..che io più che cantante considero un poeta….
    ma anche lui inveiva su di me…
    Anni lontani….lo so….
    ma le mie orecchie si sono fermate alla musica più allegra…
    e quella che strappa il cuore è solo musicale…
    …..mi metti un bel tuka tuka???

    Mi piace

  37. Luisa

    Arthur, io esco a prendere aria, ma più che da un colpo di fulmine stavo per essere colpita da un colpo di calore! Io ci conto sull’anima gemella, deve solo farsi riconoscere e io devo captare i segnali giusti ma questo… più in là, molto più in là…ora non ho tempo.

    Per quanto riguarda la torta…non amo la Sacher, non la so nemmeno fare 😦 avevo un cavallo di battaglia, una torta che mi veniva bene anche facendola ad occhi chiusi. Saranno ciraca 10anni che non la preparo più. L’ultima volta non era stata all’altezza dell’impegno che ci avevo messo. Basta, non l’ho più fatta.

    La musica di Guccini è particolare, molto intensa, a volte troppo intensa. Anch’io non lo ascoltavo da anni,ma Farewell è una di quelle poche canzoni delle quali conosco il testo a memoria tanto mi piace…e tocco ferro, che non si sa mai. Guccini si risposa alla tenera età di 70 anni…
    Ricevuto il messaggio Vento, positività anche nella musica per scacciare con le note la malinconia 🙂
    Allegro, ballabile e a tema…ora ascolto anche la tua canzone 🙂

    Mi piace

  38. 🙂
    hahahhahahahh!!!!!
    Mi fai morì!!!
    Buongiorno a tutti…
    ieri sera ho preferito la tv al pc…
    Due mostri sacri: morgan Freeman e jack Nicolson…mi fanno impazzì quei due..
    talmente diversi e così omogenei…una storia tenera…
    con un finale scontato…ma recitato così…è un film troppoooooo bellooooooo!!!

    subito dopo ho cappottato! mi sono annullata nelle lenzuola…ronf ronf…
    🙂 ciao belliiiiiiiiiiiiiii!!!!!
    …ma Arthurino????
    sarà andato a comprarsela la torta e s’è perso…
    🙂

    Mi piace

  39. tanto per restare in tema….
    cogliere quel qualcosa di fantastico…
    che non si lega alla tristezza…alla fine di un amore…
    alla perdita…in ogni suo senso…e per cogliere alla fine
    “il senso della vita”

    …sempre latitante il Capitano….urca!!

    Mi piace

  40. Boonjouuur!Come và alla folla di naviganti a cui si intenerisce il core???Io meglio,postumi dei postumi,mi tenevano lontana da casa..Qui ho notato che si dibatte anche di una torta,allo yogurth,più dietetica,o Sacher decisamente calorica..Vabbè decidete voi,e da oggi in poi la “coca”come dice Semprevento,saluta la sua Doppia perchè quando una è impegnata l’altra risponde e viceversa..insomma,anche in rete ci sono i parti gemellari,così rispondete a chi volete e si vedrà chi risponderà..bacio a Vento..io in vacanza con te ci vengo per davvero con il bite per non smascellarmi troppo dalle risate..saremmo un duo perfetto!!!

    Mi piace

  41. @ Venticello: Arthurino le chi, tutto pittia. 😆

    Belle le vostre musiche ragazze e in un blogghino che si rispetti, un po’ di musica ci vuole sempre.

    Fate le brave e buona giornata! 🙂

    Mi piace

  42. @ Carlotta: qui attentano alla mia linea, mi sa che dovrai mandarci qualcuna delle tue ricettine dietetiche. 😆

    Riguardati, mi raccomando.

    Ciao e buona giornata!

    Mi piace

  43. semprevento

    ….@carlotta se tu la sapessi tutta!!!!
    però in vacanza…pannoloni a gogò..un so se mi son spiegata! Così non c’è il rischio di ehmmm.farsela nelle braghe!!!
    hahahhahah….c’ho la tinta in capo…mi prude tutto e un so come grattammi la mi testolina…ecco perchè la mi son messa qui!!! così scrivo e un fò danni( credo)!!!
    Le torte….bell’argomento…io so fare solo il tirami su…una bomba!!!
    eh si…solo quello…o gente non posso esssssere mica brava i tutto!!!
    mi vine buono pure il fritto…la mia ciospina dice che come friggo io…nessuno lo sa fare!!!
    …uh….sarà di parte?…

    La musica, caro mio Bel Capitano accompagna la vita..dice che sia proprio la colonna sonora. poi se è stonata , quello dipende da chi l’ascolta…
    Ordunque..quantunque e dovunque……sei tutto pi miaaaaaaa!!!!
    le chi…che lingua è??? veneziano o cosa???? insomma s’è capito che sei polivalente…una gamba qui e una là…
    vado a far lo shampo…..c’ho la tremarella..e se son diventata verde???
    hahahhahahah me li lascio e vi mando la fotina!!!

    Mi piace

  44. @Vento:Qui si rifà la coppia Troisi-Benigni…Và,non ci vantiamo troppo che qui ci criticano!..Ma te con i capelli verdi ed io con il bite alla mascella pensi che sia meglio…?!?No!I pannoloni no,TI PREGO proprio NO..!!Noi donne tratteniamo meglio,son gli uomini che,poveretti,con la prostata qualche problema ce l’hanno..non tutti però,eh Arthur? ;-)E chiudiamola qui,che in rete certi discorsi son sconvenienti e non poco….

    Mi piace

  45. Luisa

    Buon pomeriggio a tutti 🙂 abbiamo capito, Vento sa fare solo il tiramisù, io quell’altra torta, confidiamo nella pronta guarigione di Carlotta per un menù più vario, e non solo 🙂

    Vento, hai i capelli verde praticello di montagna?

    Mi piace

  46. @Luisa-Basta che individuo le preferenze,tutto sommato sono guarita o giù di lì..ditemi se vi piace la bavarese di fragole allo yogurth,la sacher, o una torta francese al cioccolato della quale non ricordo il nome,ma che ho fatto realizzare “gigante”alla Comunione del “Ciospino” come dice la Buon-Vento,bella,coreografica ma calorica o per finire le Famose melanzane…..ma lì sono un pò reti..cente…….! 🙂

    Mi piace

  47. Luisa

    Guarda, sta aumentando la succulenza al solo nominare tanto ben di Dio…Io adoro i dolci, ma non posso prepararli( a limite conservo la ricetta per quando potrò) per rispetto ad un mio famigliare diabetico…per il resto, scegli tu qualcosa che vada bene e che ti senta di preparare 🙂

    Mi piace

  48. semprevento

    ahhhhh, ma qui si sta sforando!!!
    il concetto principale dov’è andato a finire??
    beh..io il filo lo trovo comunque …l’amore per la cucina, la condivisione degli spazi…
    oggi io domani te…e così ognuno si diletta e il giorno dopo pensa ” chissà che mi prepara la mia dolce metà!”
    e si va avanti…beati e incasinati tra lavoro , corse al supermercato…basta sapersi organizzare no?
    Le piccole cose fanno le grandi cose…la base però, è sempre l’amore.
    Io avrei finito di dire la mia… 🙂

    allora i capelli…eh..i capilli…
    🙂 son biondi!!!
    evvaiiiiiiiiii…anche per stavolta è fatta!
    Alle torte pensateci vi…a me va bene tutto….
    poi in cucina a fare i piatti vado io…ah no…l’Arthur c’ha lavastoviglie!!!
    🙂

    Mi piace

  49. carlotta

    Ringrazio il buon padrone di casa per il caldo benvenuto e un grazie speciale a semprevento per l’invito al mare (che adoro più di ogni altra cosa al mondo) e magari chissà per poter parlare tra donne di cose di donne…sarebbe bello…
    Un saluto speciale anche alla omonima di web Carlotta che credo da quanto leggo che sia un asso in cucina e dintorni. Ci deve essere qualcosa che ci accomuna perchè la mia prima professione è stata la dietetica (ero dietista) e somministravo diete e restrizioni caloriche.
    Tu invece, sei il mio esatto contrario. Ma guarda te la vita!
    Un caro saluto a tutti e a presto.

    Mi piace

  50. Allora cara ^Carlotta la dietista^, andiamo perfettamente a braccetto….
    Poi ti dirò tutto il resto…ora devo portare l’omo di ‘asa vento a spasso.
    🙂
    ma pensa te …una dietista ….wow….un etto di salame quante calorie sono?
    tante vero? 😦
    baci
    ☼vento

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...