SOS Donne!!!

                    Capelli rosso cardinale, ricci, raccolti e fermati da una pinza per capelli verde smeraldo, sopracciglia depilate e dipinte di marrone scuro dalla forma arcuata insolita, gote rigonfie evidentemente rifatte, con pomelli abbondantemente pennellati di fondo tinta tendente al fucsia opaco, sintomo che la bacchetta magica del make up perfetto per rendere il viso radioso e levigato come fosse stata una tela su cui dipingere, fosse improvvisamente andata in ferie, occhi vivi cerchiati di nero con gli angoli estremi leggermente a mandorla, bocca sproporzionatamente sproporzionata, che dire a canotto è un puro eufemismo, con riga tendente al bluette e rossetto Rosa Shocking (si scrive così!), non particolarmente alta, vestita con fusò aderenti neri e maglietta aderentissima scollata, che metteva in evidenza una sesta di seno  (?) dalla forma insolitamente arrotondata, altro evidente sintomo di rifacimento totale.

Direte, Oh Mon Dieu, forse che l’Arthur oggi sta dando i numeri?

No, assolutamente no, questa sconvolgente visione l’ho avuta oggi dopo pranzo; la signora in questione, sui 45 anni circa, mi è stata presentata da un collega e poi ho saputo che era tutto tranne quel che ho subito pensato nel vederla, una casalinga dedita alla famiglia e ai figli, agiata, senza tanti grilli per la testa. (emmenomale!!! 🙂 )

                    La domanda è: perché certe donne per piacersi e piacere, alle volte si riducono come delle maschere?

Non ho idea di come fosse prima, ma immagino che in ogni caso senz’altro meglio di adesso.

Vi prego donne che leggete quest’articolo, non sempre a noi uomini piacciono simili mascherate, il tempo passa, è vero, e alle volte lascia dei segni non sempre belli da vedersi, ma cosa ci sarà di male in tutto questo, mi domando? Aver cura di sé vuol dire rifarsi tutta e in ogni caso?

                    E poi chi l’ha detto che qualche rughetta non sia interessante?

No, dai, vi prego, se per caso vi viene qualche idea del genere, andate alla prima agenzia di viaggi e prenotatevi un bel viaggetto in qualche posto sperduto del globo: fa bene alla salute, al portafoglio e all’anima.

Ricordo alcuni anni fa, che ho rivisto un’amica dei tempi del liceo e quasi non la riconoscevo più: dalla taglia di seno seconda (credo) era passata alla quarta abbondante e per quanto mi riguarda, non era più la stessa.

                    ‘nnagg… !!! 🙂

Annunci

51 pensieri su “SOS Donne!!!

  1. Qualche ritocchino forse ci sta solamente se risolve problemi estetici veramente pesanti da sopportare e che con il tempo possono dare fastidio alla salute sia fisica che mentale. Ma però quelle che si rifanno pensando di essere migliori non le sopporto proprio. Ne ho vista più di una trasformarsi in vere e proprie maschere grottesche, mentre prima erano molto ma molto più belle. Beh io non penso che mi farò fare ritocchini, anche perché nel mio caso sarei da rifare dalla testa ai piedi ahahhaha e nemmeno un mutuo centenario sarebbe sufficiente ahahahahah
    ‘nnagg…!!! 🙂
    Ciao ciao

    Mi piace

  2. Silvia

    E’ vero, alle volte certe donne sono inguardabili, ma anche gli uomini quando ci si mettono non scerzano. Comunque, qualche rughetta magari si può anche toglierla., no? 🙂

    Mi piace

  3. Io in teoria non sarei contro la chirurgia estetica, ma in pratica è un gioco che non vale la candela. Il rischio è troppo grosso rispetto a… rispetto a che?

    Il problema è forse nel risalire al perché quando ci guardiamo non ci piaciamo, non ci riconosciamo, vogliamo talmente essere diverse da rischiare addirittura la nostra vita: ecco, su questo mediterei.

    Mi piace

  4. Personalmente trovo la chirurgia estetica un rimedio estremo… (botox e filler compresi).
    Mentre sono assolutamente favorevole a tutto il resto, cioè prendersi cura di sè e del proprio corpo con altri metodi, tipo creme, massaggi, sport, diete e integratori.
    È ovvio che se una menomazione fisica derivata da una malattia (leggi tumore al seno) mi rovinasse la vita, ricorrerei anch’io alla chirurgia!!!
    Tuttavia l’altro giorno, guardandomi allo specchio, inorridita non ho visto le rughe… bensì un accenno di palpebre cadenti!!!
    E mi son detta: forse, forse un ritocchino lì ce lo faccio… non snaturerebbe il viso…
    Mah!
    Ha ragione Diemme: il problema è risalire al perché certe donne non si piacciono, trasformandosi in Barbie e rischiando pure la vita.
    Io non mi piaccio, ma ho imparato a piacere a qualcuno e a valorizzare certe mie doti.
    E comunque sono trent’anni che ci lavoro su!!! Qualche risultato lo avrò pur ottenuto… senza chirurgia!

    Mi piace

  5. @Paula: hai visto il film con Meryl Streep “E’ complicato”? C’è un pezzo in cui lei va a prendere informazioni su un intervento di chirurgia estetica, mi pare giusto per le palpebre cadenti, e fugge via inorridita dalla spiegazione di ciò che le avrebbero fatto: esilarante!

    E poi alla fine, il vero amore, lo trova senza bisogno di ritocchi 😉

    Mi piace

  6. …ebbene oggi non t’aiuto!!!!
    fossi in me ti direi subito: evviva il ritocco, il soppalco e il restauro da capo a piedi!!!
    mi rifarei tutta…e se ci fosse la possibilità pure la materia grigia…
    ..insomma tutto tutto…
    MA SICCOME NON SONO MAI IN ME TI DICO CHE FAREI SOLO ALCUNE COSINE…
    no no, il seno no…quello è di famiglia
    le labbra…manco quelle…son di famiglia pure quelle….
    ooo insomma …son perfetta con le rughe ,
    con la ciccia con la cellulite, i capillari e qualche smagliaturina…..
    va bene?
    il mio lusso maggiore e unico è farmi la tinta…
    i capelli sparpagliati bianchi UN LI SOPPORTO!!!!!!!
    VA BENE????
    SI, LO SO OGNI TANTO SBAGLIO BIONDO…MA POI DA CANARINO RITORNO BIONDO CHIARISSIMO….UN Pò DI VIOLA E S’ABBATTE!!!!
    😆 …detta così fa spavento!!!
    e pensare che con Carlitas avevamo inventato l’ELISIR …..HO BUTTATO VIA LA RICETTA!!!

    Mi piace

  7. Mamma mia, ma davvero. Magari non ci si piace, ma la natura è quella, va accettata. Cosa c’è di bello nell’avere delle sostanze chimiche dentro il corpo solo per piacere a qualcun altro? Io preferirei essere più brutta di Frankenstein piuttosto che avere del silicone o di farmi fare delle iniezioni di qualcosa.
    Siamo sempre là, apparire, apparire sempre. Perchè siamo arrivati a questo punto?

    Mi piace

  8. Penso che accetterei o sceglierei di fare interventi di chirurgia estetica solo se avessi dei grossi problemi estetici dovuti magari a incidente o malformazione.
    Allo stato attuale è l’ultima cosa a cui penso. e questo non significa non curarsi dell’aspetto fisico o trascurarsi. Ma dare il giusto peso alle cose e avere la capacità di guardarsi allo specchio. Ed evitare di rendersi ridicole (però lo stesso vale anche per gli uomini…)

    Mi piace

  9. Laura

    In linea di massima siamo tutte d’accordo che gli aggiustamenti troppo invasivi ci rendono ridicole.
    Anch’io preferisco vedermi così come sono, ma quelle zampette di galline intorno agli occhi magari un ritocchino lo farei. Che dite? 🙂

    Mi piace

  10. Mi piacerebbe avere la bacchetta magica e cambiare la data sulla mia carta d’identità,altro che botox e ritocchi vari,alla fine è stata lei a condizionarmi sempre non la rughetta o la pancetta.Su quella,nessun chirurgo plastico può intervenire, là un t’aiuta nessuno anche se diventi Barbie in carne ed ossa(ecco cosa dovevamo inventare cara Sottotenente!!)Caro Capitano le facce di gomma..NO..PROPRIO NO!!Ma se un naso non ti fa respirare bene o un occhio che si chiude ti impedisce di vedere bene tutto quello che devi vedere…Perchè No? 🙂

    Mi piace

  11. ..carlitasss, il prossimo anno ci ingegnamo…..
    per noi è stata la prima estate insieme….
    la seconda verrà meglio di sicuro….
    lo sai che la prima è sempre piuttosto traumatica!!!
    ihihihiiiiiiiiiiii….ogni riferimento è puramente…..casuale…. 😆

    Mi piace

  12. Luisa G.

    Mamma mia, non ci sono più le casalinghe di una volta. Scusa, volevo chiederti, hai buttato l’occhio al didietro? aveva il Pippa culetto? no?, è l’ultima moda, ti mettono due mezze angurie nelle natiche, paghi, naturalmente, e poi non ti siedi più. Dormi in piedi come i cavalli, o al massimo di fianco badando a non girarti troppo per paura che scoppi. Ne ho viste anche in tv, ragazze giovanissime già al 20°aggiustamento. Dalle foto si deduceva che erano meglio prima, dopo, povere maschere da compatire. C’è chi ha paura anche di operazioni da fare per la salute e chi la salute se la gioca così. Sono scelte azzardate che si possono pagare a caro prezzo. Non so fino a che punto sia per piacere agli altri, sospetto che in casi così estremi non arriveranno mai a piacersi. Il problema è in testa e li non si fa il taglia e cuci, si deve lavorare in altra maniera.Quando è necessario, ben venga la chirurgia ricostruttiva,ma è un’altra cosa.

    Mi piace

  13. il buon Bergonzoni ha detto “credo nella chirurgia etica, dovremmo rifarci il senno!”…
    sono d accordo con Luisa G. il problema è in testa, e lì si dovrebbe andare a lavorare.
    grande insegnamento di arriva da Anna Magnani che diceva ai suoi truccatori “non coprirmi le rughe, c ho messo tutta la vita per averle…”

    ciao carissimo.

    Mi piace

  14. Non sono per nulla favorevole a ritocchi e ritocchini.
    Ci penserei solo per gravi problemi estetici.
    Per ora, solo la tinta ai capelli e le unghie delle mani…….
    Buona giornata e buon week-end,
    Luciana

    Mi piace

  15. @ Diemme: e già, il problema ci appartiene più di quanto pensiamo. Alle volte è difficile convivere con i propri difetti (fisici) se ci sono, ma come giustamente dici, non sempre il rischio da dei risultati positivi e allora è meglio lasciar perdere.

    Mi piace

  16. @ Paula: infatti il piacere agli altri non dipende se si ha un seno rifatto oppure se si sono cancellate le rughe dell’età, ma da quello che gli altri vedono in noi, per fortuna. Una mia lontana parente si è sposata con un uomo che da picolo ha avuto la poliomelite. L’ha amato per tutta la vita e per lei è sempre stato unico e insostituibile.

    Mi piace

  17. @ Venticello: e allora, il seno è di famiglia, le labbra sono di famiglia… insomma, hai avuto delle belle eredità, e quindi giustamente non sei disposta a cambiare e mi sembra giusto.
    ‘nnagg… !!! 🙂

    Mi piace

  18. @ Valentina: non credo lo facciano solo per piacere a qualcun altro, ma principalmente a se stesse.

    Oggi c’è il culto dell’apparire, che poi è strettamente legato al consumo, se pensi che da statistiche risulta che alcune ragazze per il loro compleanno dei 18 anni chiedono di rifarsi il seno, beh, questa cosa la dice tutta sul dove e perché siamo arrivati a questo.

    Mi piace

  19. @ Maria: tenerci, a se stessi, deve essere una priorità, ma senz’altro prescinde dal farsi tagliuzzare un po’ di qua e un po’ di la. Lo so che è facile da dirsi, ma bisogna convivere con se stessi e con l’immagine che lo spechio ci rimanda. Qnado ho smesso di fumare. quattro anni fa, sono ingrassato di dieci chili e avendo una corporatura abbastanza longilinea, sembravo una pagnotta lievitata male. Ho incominciato a fare ginnastica, quasi ogni sera faccio i miei 7 mila passi (ormai famosi in tutta la rete… 🙂 ) e così sono tornato in forma. In fondo, per continuare a piacersi, basta poco, non credi?

    Mi piace

  20. @ Carlotta: non serve cambiare la data sulla carta d’identità, tanto in ogni caso si è cresciuti dentro, e a quello nessuna chirurgia estetica può far niente.

    E poi, chi l’o ha detto che un po’ di pancettina (solo un po’… 🙂 ) non renda più interessanti?

    Mi piace

  21. @ Luisa: adesso che mi ci fai pensare, in effetti aveva due meloncini niente male, dietro, si sarà rifatta anche lì? 🙂

    Sì, è solo un problema di testa. NOn credo che quella signora guardandosi allo speccio si piacesse più di tanto, era orrenda e a meno che non si fosse fatta mettere, tra l’altro, le fette di salame sugli occhi, lo avrebbe visto pure lei.

    ‘nnagg… non ci sono più le casalinghe di una volta!!! 😆

    Mi piace

  22. Ho letto delle ragazze di diciotto anni che chiedono come regalo di rifarsi il seno e, se i genitori glielo concedono, si capisce pure da dove provengano certe patologie.

    In fondo queste persone che non si accettano, che non riescono a stare in pace con se stesse, che non riescono a guardarsi allo specchio e piacersi, sono solo vittime di un sistema che stritola, o forse solo di una fragilità emotiva che cercano dissennatamente di mascherare.

    Mi piace

  23. ohi ohi
    io alle superiori ero 68 cm di vita, avevo la terza di seno, ora a 38 anni e un bebè ho la quarta e sembro sempre incinta di due/tre mesi, è vero che ci si trasforma, ho ancora qualche jeans conservato e solo una mia amica anoressica potrebbe entrarci, io mangiavo panino con prosciutto e mozzarella a paranzo, gelato, cioccolata e ora invece passo da una vegan all’ altra, credo che molti chirurghi plastici siano dei gran psichiatri coinvolgenti o dei Giucas
    Casella alla buona, o forse tu pensi che una donna non possa trasformarsi, a me fece ridere molto la Ferilli a c’è posta per te che ricevette una lettera da un uomo del quale era infatuata da ragazzina, era magra pelosissima e con occhiali e ortodonzia, lui il più avvenente del paese, ora la Ferilli puoi constatare che è in gran forma, lui che l’ aveva sempre giudicata e condannata andò a fargli la corte, si presento’ col panzotto la calvizie e gli anta, la depressione, e disoccupato non ti dico la Ferilli quanto rise e che soddisfazione, ho riso tanto anch’ io, la vendetta è un piatto gustosissimo !e tu come stai messo ?

    Mi piace

  24. Luisa G.

    C’è una signora, tale Janet Cunliffe di 50 anni che si è sottoposta a varie operazioni per cercare la massima somiglianza con la figlia di 28. Cosa vogliamo dire a questa signora? Ci tiene tanto a che la gente le scambi per gemelle 😯 Mi sembra evidente che non è un esempio di equilibrio e la sua figliola l’asseconda. L’autostima in certe persone è esagerata fin da piccoli, in altre deve essere coltivata con pazienza, come fosse una delicata piantina. A volte lo specchio non rimanda la realtà la realtà di quello che siamo, ma solo quello che vogliamo vederci. Se ci vediamo brutte oltre misura, fino a rimanerne ossessionate, e attribuendo a ciò eventuali insuccessi, è anche facile(soldi permettendo) cercare di autodistruggerci per “rinascere” in qualcosa che solo la mente distorta può trovare bello…fino alla prossima ossessione.

    Mi piace

  25. Io ho notato che allo specchio mi vedo più o meno bella a seconda non della realtà oggettiva, ma del mio stato d’animo.

    Quando raggiunsi il peso forma, la gente mi faceva tanti complimenti, mi diceva che ero diventata un’altra persona, e che soddisfazione mi dava guardarmi allo specchio, e a me faceva quasi rabbia, guardandomi allo specchio, vedere sempre la stessa persona, cioè me.

    Ho avuto un’amica che si è fatta ritoccare il viso, naso, mento e zigomi: prima era una bella ragazza e dopo l’operazione sembrava una pupazza. Ora, che è più avanti negli anni, l’effetto è ancora più ridicolo. Quando rimase incinta, volontariamente, interruppe la gravidanza quando vide il corpo che le si sformava (e ho detto tutto sulla tipologia dell’individua).

    Ora è brutta, sola, porta a spasso i suoi cagnolini, e se ti incontra neanche ti può sorridere per quanto la bocca è tirata: e dire che aveva un fisico e una posizione invidiabile, un uomo che l’amava, e si è andata a rovinare così con le sue mani!

    Mi piace

  26. Luisa G.

    Anche a me lo specchio rimandava qualcosa che non mi piaceva. Si può immaginare a 47kg e parecchi anni fa, quanto poco grasso ci fosse, ma io lo vedevo, vedevo pure l’insicurezza mostruosa che mi faceva credere di essere tra le più brutte, tra le più sfigate del pianeta. Ricevevo complimenti e pensavo a prese in giro. Può sembrare strano,ma è stata una mia quasi “rivale” in amore ad essermi amica e spingermi a guardarmi con più obiettività. Altre persone più “amiche” mi facevano notare solo difetti, lei quegli stessi difetti li ha descritti con dolcezza, facendoli diventare pregi. A volte siamo noi a buttarci giù, a volte sono gli altri che ci spingono giù e noi non sappiamo opporci.

    Mi piace

  27. @ Delicate: e allora, panzotta e calvizie, neanche a parlarne, avevo messo su dieci chili appena smesso di fumare, ma ora sono ritornato al mio peso forma, solo ed esclusivamente camminando, 7.000 circa passi la sera dopo cena e non tutte le sere ovviamente. Da un punto di vista lavorativo sono occupato, insomma lavoro ed anche con sodisfazione, per cui non ho problemi di depressione, infatti al mattino, in genere, mi alzo con il sorriso sulle labbra, tant’è che alle volte guardandomi allo specchio, mi dico: “oh mannaggia, ma sono io quello lì?” 🙂

    E’ ovvio che negli anni sono cambiato, a vent’anni così come a trenta, avevo una bella tartarughina, fisico asciutto e discretamente muscoloso, insomma, quel tanto che bastava per dirmi, sempre al mattino appena alzato davanti allo specchio: ” oh mannaggia, sono io quello lì? “ 🙂

    Adesso la tartarughina è sparita, ma va benissimo così. I capelli, da ricioli neri e folti, sono diventati un po’ sale e pepe, ho incominciato a trent’anni, colpa delle donne dicono i maligni, ma nell’uomo un po’ di grigiiore fa “fascino” – dicono sempre i maligni – per cui al mattino appena alzato, mi guardo allo spechio e mi sento dire a volte con soddisfazione: “oh mannaggia, sono proprio io quello lì! “ insomma, mi vado bene così come sono e, come si suol dire, chi mi ama mi segua.
    Ciao bella trentottenne, soddisfatta?

    Buona serata.

    Mi piace

  28. e se adesso la tartarughina è sparita ci sarà un morbido cuscino sul quale appoggiarsi???
    ..a me va bene….hahahahhaahha…dai ciospino…lo sai che io sono abituata a dormire con due cuscino un orso e un cuore enorme????
    ..peccato, con un solo cuscino non ci riesco!!!
    evvaiiiiiiiiiiiiiii…devi esse’ un bello gnocchetto brizzolato!!!
    lo sai che avevo una mania da giovincella???
    quale’? ..mi piaceva toccare il lato B agli uomini, ma senza che mi vedessero…
    ci son riuscita un sacco di volte… 😆 e il tuo come sarà….ronico o in discesa libera???
    ihihihihiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiihhhhiiiiiiii

    ciao Capitano…un pò di maretta ci vuole no?

    Mi piace

  29. @ Diemme: in effetti lo stato d’animo conta molto. Ci sono dei giorni che qualsiasi cosa s’indossi non va bene, altri invece che tutto funziona a meraviglia.
    E allora, vuoi mettere che è vero il detto che è bello ciò che piace? 🙂

    Mi piace

  30. @ Luisa: non bisogna aspettarsi molto dagli altri, soprattutto se la competizione diventa un brutto gioco.

    E poi considera che ci sono persone che non sanno essere positive e non lo fanno per invidia o per altro, ma solo perché fa parte del loro carattere e, credimi” sono le prima a viverlo male, magari incosciamente.

    Mi piace

  31. @ Venticello: un bel gnocchetto brizzolato? Ma, dipende dai giorni, per come mi sveglio, se sono in vacanza o al lavoro, se la vicina di casa ha cambiato profumo e quindi l’ascensore non puzza, se i miei clienti pendono incondizionatamente dalle mie labbra oppure non me ne danno vinta nessuna, se il direttore della banca mi chiama, se le camicie sono stirate bene, se la macchina non mi lascia per strada, se il mondo non gira strano, o… beh, l’elenco è infinito e quindi… 🙂

    Mi piace

  32. @ Solindue: secondo te, visto che sei una donna di mondo e te ne intendi di rapporti umani, come mai gli uomini non vengono nel mio blog? Me lo sono sempre chiesto e considerato che da queste parti sono venuti e vengono (alle volte) uomini speciali – Alan, Spazio, Pan, il mio socio Piemme, Fabio, (ammazza come son pochi… 🙂 ), ne sono la conferma – vuoi vedere che hai ragione tu e che tutti gli altri sono dall’estetista a depilarsi il petto? 😆

    Ci scriverò un post e così vediamo cosa ne viene fuori.

    Mi piace

  33. Ho conosciuto due brasiliane ad Ischia in questi giorni,una completamente rifatta giovane bel portamento agguerrita e single..una storia a sera .L’altra un orrore,scheletrica,così malandata che mi sembrava centenaria,grandi occhiaie e atteggiamento di una “MarellaAgnelli” che parlava portoghese..ebbene,quella aveva tutto!Aveva trovato il modo per far fessi tutti !(si può dire?) il marito che gestiva il più importante albergo e,nonostante il mare di soldi si è fatta pagare da tutti noi il ristorante ordinando solo lei quello che noi non avremmo mai osato ordinare.Ecco ..la ruota gira solo per qualcuno,bello o brutto che sia.. e noi?…a guardare e servire….altro che chirurgia !!!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...