Vogliamo chiamarla conquista?

E così, gira e rigira, l’argomento corteggiamento tra uomo e donna è ancora in voga o forse è meglio dire che non è mai passato di moda. E perché mai, direte voi?

                    Tempi moderni, direbbero alcuni, l’emancipazione della donna, la sua aggressività in certi casi e la conseguente timidezza dell’uomo, direbbero altri.

Perché ne parlo? Ho preso lo spunto dal bell’articolo scritto da Pensieri&Perline, “L’Ambulante e la Perlina”, una storiella dove lui si mostra interessato, dove lei timidamente annuisce, ma ripensandoci dopo magari rinuncia, e dall’articolo scritto da Diemme Il corteggiamento”, visto dal punto di vista prettamente femminile. Ambedue gli articoli stimolano più di una riflessione, e per questo vi invito ad andare a leggerli.

Ma c’è poi così tanta differenza nell’intendere il corteggiamento tra l’uomo e la donna?

                   Non sono poi così sicuro che esistano delle differenze radicali. Malgrado i “tempi moderni”, (largo ai giovani per un’eventuale smentita…) forse radicato nel nostro dna, indubbiamente per l’uomo esiste sempre il bisogno di conquista, la necessità di dimostrare a se stesso innanzitutto e alla donna poi, che è comunque sia sempre il più forte, che è lui che decide i tempi e le modalità. In effetti, chi fa il primo passo? E’ ancora l’uomo che manda il classico mazzo di fiori, o che fa l’invito a cena nel ristorantino fuori porta intimo e accogliente, E su questo non ci sono dubbi.

Ma se poi sia veramente lui a decidere, beh, noto già un sorrisetto sardonico sulle facce delle donne che mi stanno leggendo e… evvabè, diciamo che questa è tutta un’altra storia.

                    E’ il momento del romanticismo; si ha cura in modo particolare del proprio aspetto fisico, si diventa persino più spiritosi, diciamo più brillanti, si ha voglia di fare, s’inventano gite, visite ai musei, serate a teatro e ai concerti, ma soprattutto si diventa o ci s’improvvisa esperti un po’ in tutte le arti della conquista, compresa l’arte culinaria, che ahimè, a dire il vero, non è mai passata di moda. Ricordo che una mia ex fidanzata per tutto il tempo che siamo stati insieme, raccontava sempre agli amici come l’avevo presa “al laccio”: una cenetta romantica a lume di candela in casa mia, per l’occasione tirata a lucido, tavola apparecchiata come da manuale, un menù a base di pesce esotico e la rottura di un dente, il suo, mentre succhiava con gusto un super gamberone.

Indubbiamente la dolcezza, l’attenzione, la voglia di esserci, la comprensione, sapere ascoltare, comunicare insomma, ha la meglio ed è l’arma migliore per una conquista, ma penso che valga in entrambi i casi, ma poi, diciamolo, è così importante stabilire chi deve incominciare per primo?

Personalmente adoro le donne che prendono l’iniziativa, ma solo se non mi fanno sembrare per questo un citrullo che subisce.

                    Sì, voglio essere protagonista e se lo siamo in due, va anche bene, ma solo nei tempi e nei luoghi opportuni e non chiedetemi quali, per favore.

Per il resto, voi cosa ne pensate?

Annunci

47 pensieri su “Vogliamo chiamarla conquista?

  1. ho letto il tuo post e quelli che hai linkato, e curiosamente proprio 2 giorni fa mi era capitato sotto mano un articolo su evoluzione e corteggiamento. dato che più leggo i vostri post, più mi sento inadeguata a qualsiasi tipo di parere sull’argomento (una vita sprecata, sob), mi limito a linkare l’articolo, perchè alla fine la mia forma mentis è quella: ogni comportamento ha una sua logica finalizzata alla conservazione della specie, e il resto è per me materia sconosciuta ed insondabile.
    http://www.corriere.it/salute/12_gennaio_30/uomini-ottimisti-meli_ca79a784-4b1b-11e1-8fad-efe86d39926f.shtml
    p.s. comunque la cosa che è la donna che sceglie mi sembra stiracchiata. per molti che conosco “una botta non si nega a nessuna”, e la differenza sta lì: l’uomo sceglie dopo diversi test, la donna in genere prima. D’altra parte non è del tutto infondato il detto che “per entrare nel letto di una donna devi prima insinuarti nella sua testa, e per insinuarti nella testa di un uomo, devi prima entrare nel suo letto” 😉

    Mi piace

  2. Leggo e sorrido…. preferisco essere corteggiata ma nello stesso tempo non passare per citrulla…
    ma se occorre ci sta benissimo anche il prendere l’iniziativa 🙂

    Son di poche parole, pardon

    Mi piace

  3. Ma solo io durante il corteggiamento sono diventata antipatica il triplo?
    Non mi piace che la donna prenda l’iniziativa, no. Io mi lascio trasportare e appena mi fido dico di sì, altrimenti nooooone!

    Mi piace

  4. ahahhhahaahah!!!
    la Vale mi fa morir dal ridere..che peperina!!!
    Io la penso come Pat..però divento bischera…
    ma c’ho l’antennine che m’avvisano e io …mica le ascolto!!!
    ..cioè le ascoltavo..ora son diventata sorda e per nulla bischera.
    …il corteggimento? troppo bello …insomma come va va…e gnamo…
    a volte son stata spudorata..altre mi son chiusa a riccio…
    ..altre ancora son sparita!
    ..insomma. son sempre una donna ..e che diamine!!!
    ..non seguo un protocollo…vado a ventate!
    e ora mi accingo a soffiare nel lettone…note a tutti.
    vento 😉

    Mi piace

  5. Luisa G.

    Valentina, non sei sola. Anche lasciarsi corteggiare è un’arte e non sempre s’impara. C’è chi nasce gatta e chi nasce gattaccio, io sono un gattaccio…ma c’è anche chi apprezza i gattacci 😀

    Mi piace

  6. Oh mamma oh mamma! citata dall’Arthurino… la mia storiellina…. in tutto quel casino allora una cosa buona la devo aver pur fatta!! 😆

    È così importante incominciare per primo? ma un tempo ti avrei detto no… ora ti dico che da me il primo passo non ci sarà mai più… dopo un po’ di esperienze andate male perché “sei tu che mi hai cercato per prima” ho deciso che attenderò sulla sponda del fiume che “l’uomo” passi e che mi prende con se 😀 hahahah ( ho stravolto un po’ quel detto cinese ma non importa 😛 )

    ” E’ il momento del romanticismo; si ha cura in modo particolare del proprio aspetto fisico, si diventa persino più spiritosi, diciamo più brillanti, si ha voglia di fare, s’inventano gite, visite ai musei, serate a teatro e ai concerti, ma soprattutto si diventa o ci s’improvvisa esperti un po’ in tutte le arti della conquista, compresa l’arte culinaria, che ahimè, a dire il vero, non è mai passata di moda. ”
    questo pezzo mi ha ricordato una cosa…. tempo fa ( un bel po’) tutti mi dicevano ” ma Lely sei diversa” e io che non capivo a cosa si riferissero facevo sempre la faccia stranita :shook: “eh si Lely sei diversa perché…” e diciamo che avevo tutte le caratteristiche del momento “romanticismo”… ” Lely ma sei innamorata??” …. poi non so bene come e perché ma mi sono ritrovata accanto a un perlinO!! :mrgreen: si vede che era nell’aria.. che il mio cuore aveva già scelto ma la comunicazione alla mente era arrivata con un po’ di ritardo.. dannate poste 😆

    PS: ma poi alla tua “ex” gliel’hai pagato il dentista? :mrgreen: certo che gli hai lasciato proprio il segno !! hahahaahahah

    Mi piace

  7. Io sono “bischera” e non so quali sono i tempi e i luoghi opportuni, quindi te lo chiedo,però ti prego di dirmi anche se c’è un uomo che,ha scelto e deciso da solo con chi voleva stare.A me, per quel che ne so,risulta che l’uomo corteggia,ma alla fine è la donna che sceglie,almeno di questo si lamentano(chissà perchè poi)tutti quelli che ho ascoltato sull’argomento in tanti anni di conversazioni con maschietti di tutti i tipi e generi.A riparlarne, per ora buonanotte!

    Mi piace

  8. @ Goldie: sei straordinaria, incominci premettendo che leggendo i nostri post ti senti inadeguata (è perché mai, mi domando… spero sia solo un modo di dire) e poi fai delle considerazioni che vogliamo chiamare pertinenti? Dippiù, dippiù, direi, senz’altro di una donna che sa come va il mondo.

    Mi è piaciuto molto la teoria del “insinuarsi nel letto”, uomo donna, che tra l’altro non conoscevo. Sei simpaticissima!!! 🙂

    Mi piace

  9. @ Pat: e ci credo che preferisci essere corteggiata, è tipico del ruolo delle donne mi pare (c’è qualche femminista tra di voi?) e per entrare in questo ruolo, bisogna senz’altro essere di poche parole. 🙂

    Mi piace

  10. @ Valentina: sei fortissima, come sarebbe a dire che diventi antipatica il triplo? 🙂

    Concordo sul fatto che in quel caso, la donna deve soltanto “lasciarsi guidare”, però mi risulta che tra i giovani d’oggi, alle volte sono più le donne che prendono l’iniziativa che gli uomini, è vero?

    Mi piace

  11. @ Venticellino: a tutte le donne piace essere corteggiate, poi magari per difesa ci si chiude come un riccio, ma dipende sempre dalle situazioni.

    Comunque, da quel poco che ho capito di te, mi sa che tu sei una romanticona. Guarda la foto del tuo avatar, per esempio, è tenera, malgrado gli occhiali scuri, vien quasi voglia di farti una carezza. (Oopsssss… 😳 )

    Mi piace

  12. @ Lely: no, non ho pagato il dentista, ma solo perché non mi è stato concesso. Per il resto, beh, quando ci s’innamora, al di là delle cose strane che si fanno, si vive in un’altra dimensione, e poi, vuoi mettere come si guarda l’innamorato/a?

    Con gli occhi perduti nell’immenso universo dell’amore. 😆

    ps: cerca di non fare la brava!!! 😉

    Mi piace

  13. @ arthur: dire che mi sento inadeguata è in riferimento al fatto che non ho esperienza in materia. Ma proprio nessun genere di esperienza (se stendiamo un velo pietoso sulla fuga precipitosa di fronte ad un paio di “corteggiatori”). Leggo le vostre esperienze e mi dico: “cacchio, devo proprio essere un’aliena”, perchè non potrei raccontare nulla in proposito, e considerando dall’esterno e con oggettività il fatto che io sia una trentenne single neppure troppo repellente, direi che è proprio una situazione deprimente. Io conosco bene l’altro sesso, perchè ci sono cresciuta insieme. Sono stata considerata il “fratello piccolo” per così tanto tempo che mi rapporto perfettamente con gli uomini come un uomo. Come deve entrare in gioco la parte femminile, io vado nel panico. Non so gestirla. Sfuggo a chiunque potrebbe approcciarmi e tendo a mimetizzarmi con la tappezzeria. Non corteggio e non vengo corteggiata, a stento si nota la mia esistenza. Ecco perchè dico che mi sento inadeguata a parlare del tema, sebbene dall’esterno ne conosca (vagamente) le dinamiche…

    Mi piace

  14. Non saprei, Arthur, forse tra quelli ancora più giovani di me sì, ma in quelli della mia fascia (poi ovviamente parlo delle persone che conosco, non di tutte) non è così.
    Io sarò all’antica, ma è l’uomo che deve venire da me, non io che devo andare da lui. La donna deve far credere all’uomo che è lui che la sta scegliendo, mentre in realtà è lei che decide tutto, dando l’ok quando si convince. Non parlo di tirarsela, ma di capire bene come stanno le cose prima di tuffarcisi.

    Io sono diventata più antipatica perchè il mio ragazzo lo detestavo quando ci provava, mi stava troppo antipatico e si capiva benissimo che ci stava provando, mi sembrava una cosa trooooppo palese! Per quello ero indisponente =)

    Mi piace

  15. @ Goldie: se fossi uno psicologo di grido, cosa che non sono – per fortuna o per sfortuna, non saprei… 🙂 -, potremmo dire che hai paura del confronto, ma mi astengo proprio per evitare di fare un’analisi da strapazzo, anche perché ognuno di noi è talmente condizionato da tante di quelle cose che, anche solo a riuscire a vederle, ci vorrebbe una vita intera.

    E allora dico, innanzitutto, che apprezzo molto la tua ironia – secondo me sintomo d’intelligenza – sapersi mettere in discussione è senz’altro positivo, ma non bisogna esagerare, altrimenti si finisce con il perdere il senso delle cose, rapportate ovviamente a noi stessi. Ogni tanto bisognerebbe mettersi davanti allo specchio e dire: oggi mi piaccio, oggi mi sento un figo o una strafi, a seconda di chi ci sta davanti allo specchio, esco e vado a conquistare il mondo!!!

    Come dire che ogni tanto una buona dose di autostima ci sta bene, aiuta a considerarsi e soprattutto a risollevarsi, e chi meglio di noi può farlo? (se aspetti gli altri, buona notte ai suonatori!!! 🙂 )
    Ma ci sta anche, alle volte, solo alle volte, fare da tappezzeria come dici tu, con il vantaggio di potersi guardare intorno, studiare gli altri e poi… e sì, ci vorrebbe un bel “poi”, ma dai tempo al tempo, credimi, non ci sono età giuste per questo o per quello, quando sarai pronta anche il corteggiatore più distratto se ne accorgerà e allora, “poi”, sì che saranno fuochi d’artificio. 🙂

    Mi piace

  16. ho in serbo spettacoli pirotecnici che non si sono visti neanche ai campinati mondiali (di fuochi d’artificio, non facciamo facili ironie sul fatto che fossero di altri discipline!). devo solo avvicinarmi abbastanza al fuoco, e pensare che non mi ustionerò e basta… mi serve tempo, ma imparerò prima o poi!

    Mi piace

  17. Devo dire che stavolta L’Arthur c’ha azzeccato!!!
    A grandi linee c’ha una gran ragione!
    Tutto parte dall’autostima e quando è poca …difficile emergere da quella tappezzeria .
    E’ vero anche che l’età conta ben poco…io ne ho 50 e mi sento sempre come se ne avessi 15…insicura e inadeguata. ma faccio finta che non sia così.
    Poi quando sei a confronto con qualcuno ti rendi conto che gli altri ti vedono in tutt’altro modo.
    Forte, sicura, energica. Ed ecco che in quel momento dovrebbe scattare la famosa autostima.
    E perché no??? Se riescono a vedere delle qualità magari significa che ci sono, o sbaglio?
    Ne so qualcosa.
    E allora perché non cercare di essere, non tappezzeria, ma una bellissima lampadina che illumina la scena? Non da protagonista ma quasi… te lo dice una donna che ama da morire i riflessi….e lì , in quei riflessi ci sta tutto.

    caro Arthur…mi lusinghi..mi stai corteggiando??’ …scherzoooooooooo!!!
    Però è vero, sono una romanticona…perché cerco di cogliere sempre quelle sfumature così impercettibile all’occhio. Mi metto gli occhiali perché ho bisogno di guardare oltre e nascondermi agli altri mentre osservo. E’ vero, ahimè
    Devo anche dire che si presenta un po’ troppo smielato…ehm…sciò!
    …e poi il romanticismo m’ha fregato di brutto…ho detto tutto.
    A proposito, mi corteggiano!!!…..che devo fa?????
    baci a tutti.

    Mi piace

  18. Laura

    Che ad una donna faccia piacere essere corteggiata è un dato di fatto, ma dipende anche da cosa ci si aspetta dall’altro. Ci può essere il corteggiamente di una sera, che rende più frizzante la compagnia, ma anche una coppia assodata si deve secondo me ogni tanto dedicare a questi giochi di seduzione, perché rendono vivo il rapporto, che altrimenti, riscia di diventare monotono e noioso.

    Io sono sposata da diversi anni e ogni tanto mi piace ricevere dal mio uomo un mazzo di fiori o un invito a cena solo per noi due. Raramente, ma quando capita, aiuta a sentirsi meglio.

    Mi piace

  19. Quello che noto è che tutti addossano colpe a qualcosa .Se non fosse per il fatto che ogni sette secondi c’è qualcuno nel mondo che rimane con le dita sotto la porta per essersi innamorato,sarebbe bello sentirsi liberi di corteggiare senza temere “il gran rifiuto”perchè è un piacere esprimersi con amore nei confronti di chi ti piace,peccato che tutti si sentono o un pò deficienti o un pò inadeguati se non addirittura obsoleti.Insomma..Aver paura di innamorarsi troppo!Ieri invece la ragazza che lavora dal mio parrucchiere,mi ha fatto una confidenza che mi ha lasciato un pò disorientata.Vero è che ha vissuto a lungo al nord,quindi è più spigliata,ma ha incontrato un uomo recentemente e siccome le è piaciuto subito,la prima volta che lui,ancora ai primi approcci(era al bar con lei)ha detto:”Cosa prendi?”Lei ha risposto senza neanche pensarci su:”Te!”(preciso,non Thè).Chissà,forse è meglio essere così dirette,non so quanto gli uomini apprezzino questo genere di frasi,lei mi ha detto che solo con lui si era spinta così tanto,perchè aveva capito che era la persona ideale per lei e mi ha aggiunto che non era nè giovanissimo nè bellissimo,a quanto pare era solo intelligente e per questo le piaceva così tanto..Mah!Questione di feeling cantava Mina,Io sono per il corteggiamento,ma a patto che sia intelligente,con occhi che fanno da sottofondo musicale e sorriso che vien voglia di giocare a caccia al tesoro,ti dirò, fortunatamente non mi è quasi mai capitato,ma quando mi son trovata, mi sono sentita un lombrico con un tacco di scarpa da uomo a tre millimetri sopra di me!Sob!
    P.S.Per la cronaca:il tizio l’ha frequentata per un pò ma considerandola una sorta di bomba ad orologeria vagante,dopo un pò si è dileguato accampando varie scuse,in sostanza,ora le parla solo a telefono di tanto in tanto.

    Mi piace

  20. @ Carlotta: non so come mi comporterei se una donna dicesse la stessa cosa a me (ammetto che non mi è mai capitato, ahimè… 😦 ) e probabilmente mi sentirei da un lato gratificato e dall’altro a disagio. Mi piace condurre il gioco, ma anche le “novità” non sono malaccio. 🙂

    Per il resto, d’accordo con te, il corteggiamento deve essere intelligente, fatto con arte, altrimenti, che noia!!!

    Mi piace

  21. Porca paletta!!!!
    La Carlitas m’è diventata pure veggente…Ieri mi son chiusa un dito nella porta…!!!!!
    che doloreeeeeeeeeeee!!! ..stavo entrando in un tabacchi…mi sono contenuta moltissimo!
    donna di classe fui.

    Allora Arthur quando ce lo fai un corso aggiornato di corteggiamento???
    Pensa te un tempo non troppo lontano un signore di 82 anni mi corteggiò con una rosa avvolta nel giornale del giorno prima…Aveva un gambo lunghissimo…usciva fuori dalla pagina.. che tenero..mi disse che l’aveva avvolta così perchè si vergognava…
    Poi mi chiese un bacio e un abbraccio….un ti dico come diventai..ma mi eclissai su fatto che ero sposata…Il signore si chiamava Grillo…mai cognome fu tanto azzeccato…ci riprovò con le mimose…. 🙂
    Ora a tutt’oggi, come si corteggia una signora come me??? erudiscimi/ci/ti.

    il dito? mi fa male pure oggi.
    Carlitas..e se facessimo come la Vanna Marchi????no, eh? si va incontro a troppi problemi, ci metterebbero alla gogna… no, hai ragione.lasciamo stare .
    Meglio il ristorantino… che bellino..ogni 15 giorni cambiamo tema o colore ai tovagliati…alle luci…cerchiamo di stare in tema con la cena…che ne pensi???
    ..si va su toni decisi o su sfumature ambivalenti fotocromate artisticamente…tipo puntinismo????
    fammi sapè…devo comprà i pennellini!
    bbbbaci

    Mi piace

  22. Le poesie tue ed anche mie e le foto tue..come una galleria d’arte un pò naif…Un successone!!!!!!!!!!!!!!!!(Poi col tempo si fa anche la sala unguento…WOW!!) 😛 😛

    Mi piace

  23. ahahahhahahahahahha troppo forte!!!
    qui ci voleva la risatona..la faccina non rende bene!
    Grande che sei!!!! hahahahhah unguento…un successone assicurato ..da mito!
    ciao bella ..vo da mamma..a prendere la seconda torta.. ..le do due baci uno per me e uno per te…faccio il Bis!!!

    Mi piace

  24. ops…ti sei dimenticata Stanlio e Olio volutamente?
    😆
    Allora ? il corteggiamento….? nessuno ha più nulla da dire?
    Beh, passiamo alla fase successiva…il tradimento! Sono certa che …se l’Arthur scive ne viene fuori delle belle!!!!
    Chi è senza peccato scagli la prima pietra!!!!!! Porca paletta mi compro un Caterpilla!!!
    Buongiorno carissime..stavolta qui non c’è nemmeno uno straccio di uomo…mah!!!
    …che siano tutti presi a corteggiare????
    😆

    Mi piace

  25. @ Venticello: sarebbero tante le cose da dire sul corteggiamento, tra l’altro sull’argomento esiste tutta una letteratura che potrebbe offrire più di uno spunto a chi si appresta a metterlo in atto, ma secondo me, al di là dei canoni classici, tutto dipende dalle persone, dalle situazioni che man mano si creano e dagli obiettivi che si vogliono raggiungere.

    In questo credo di essere un tradizionalista, cenetta a lume di candela o in qualche ristorantino tipico, la voglia di conoscersi e quindi la disponibilità ad ascoltare che, in questi casi è sempre fondamentale, ma senza esagerare ovviamente. Ricordo un episodio al riguardo che è abbastanza emblematico. Cenetta in un ristorantino giusto, e per tutta la sera, il racconto da parte della ragazza in questione, dei dispiaceri con il suo ex fidanzato.

    Quando ci siamo lasciati, malgrado l’atmosfera si fosse fatta particolarmente romantica, ho promesso di richiamarla ma, sai com’è, gl’impegni… 🙂

    Il tradimento invece, beh come mai pensi che io abbia molto da dire al riguardo? 🙂

    Se nella tua vita non c’è stata una sola moglie, o compagna, è facile che ci sia stato anche qualche tradimento, magari non voluto o magari, cercato appositamente. Anche qui credo che dipenda tutto dalle situazioni, da come va il rapporto e del perché si senta il bisogno di “guardarsi” altrove.

    Ho tradito, sono stato tradito, ma non ne faccio un dramma. Noi uomini poi siamo più sensibili all’argomento, ma in ogni caso, al di là della scappatella, come si suol dire, senza cerniera, dietro ad un tradimento ci sono sempre delle motivazioni che secondo me, non vanno assolutamente trascurate.

    E sul fatto che qui non ci sia uno straccio di uomo, cosa dire, lo sai che da queste parti è così, ma scusa, una domanda indiscreta, io non ti basto? 🙂

    Mi piace

  26. OOOh ( di meraviglia) certo che si mio amatissimo capitano!!!
    😛
    …anche a me è capitata una cosa simile…solo che il tipo parlava sempre della mamma….
    🙂 quindi….hola!!!
    Ma quando andiamo a cena io e te? ti devo parlare di tutti gli uomini che ho avuto!!!
    😆 magari mi dai un consiglio…..discreto. Con gli uomini son sempre stata sfigata!!
    bon…io il mio l’ho fatto…ora tocca a te.
    via..vado a lavurà!

    Mi piace

  27. @ Ventolino: va bene se passo a prenderti alle 20,15? 😉

    Prenoto al ristorante l’Arsella, a Marina di Pisa, posizionato sul lungomare, in un edificio in legno, con pavimento in legno, con pareti finestrate che guardano direttamente sul mare.
    E’ un po’ spartano, ma molto piacevole e poi c’è il mare, il massimo dunque.
    Imperdibili le lumachine di mare servite sul fornellino che le tiene calde con il loro sughetto, le alici marinate con le cipolle, le seppioline in umido e un piatto tipico con vongole, cozze, fasolari e le piccole ma saporitissime arselle, gamberi, calamari, cannolicchi ed uno scampo a guarnire. Il tutto condito da un abbondante sughetto fatto con l’acqua dei molluschi ed aglio, saporitissimo e invitante, e con fette di pane toscano. Wow!!!

    Ma da non perdere è il fritto di paranza, Fantastico. 🙂

    Ti sta bene?

    Mi piace

  28. ahahahhahahahahh……………c’ho passato diverse estati in quel pezzetto di spiaggia….con sopra il ristorante…che fantasia….PRRRRRRRR..meglio allo Scoglietto…fanno delle cozze da urlo!!! Però…ci possiamo andare il prossimo sabato allo Scoglietto…mi accontenterò dell’Arsella…
    la paranza però mangiala te…poi però scelgo io ..ti porto all’11 di Livorno….la catalana è superba. e costa uno stonfo di euri!!!!
    Ciao bello!!!
    🙂

    Mi piace

  29. @ Venticellino: ed io che volevo passare a prenderti con la mia TORPEDO BLU… 🙂

    Evvabè, non ti va bene niente, che carattere!!! E’ ovvio che tu conosci meglio di me i posti giusti, quindi, se non ci sono problemi di neve, gelo, vento e tsunami vari, va benissimo lo “Scoglietto”, ‘un sia mai detto che tu debba accontentarti. (Che carattere che hai!!!)

    Ciao Bella Bionda!!! 🙂

    Mi piace

  30. Non mi stanco mai di voi due..Ehi Capitano!(Mmazze.. ora c’è Schettino che la fa prendere come un insulto!)non l’hai chiusa un pò troppo presto la pagina del corteggiamento?Io l’avrei tenuta fino a S. Vale,o era troppo scontato?MMMhh..Mi sa di si!Vabbè fanne un’altra ,casomai il 14 sul tradimento ne sentiremo di belle,tanto siamo tutti anonimi…Anzi io inizierò:”Ciao sono Carlitass”,”Ciao Carlitass!””Sono una traditrice ma sono cento giorni che non tradisco”..Bello no?Mi sa che ci arriveremo molto presto… 😉

    Mi piace

  31. Chissà Vale che dice!!! ..e che pensa, soprattutto!!!
    Si sarà raggomitolato nella lapide…poraccio!!!
    Ma un bel baciamano lo hai mai ricevuto, Carlitasss????
    Io si..e sempre da persone di una certa attempata età…
    Però io se il Commodoro…ihihihihi declassato per indisciplina, scrive un post sui tradimenti, mi astengo completamente!!! te un si sa che faccia hai …ma di me conoscono pure la città!!!
    eh…non mi posso compromettere…ormai pure se cambio occhiali…mi riconoscono… e poi mica mi posso mettere la parrucca a vita!!!..magari nera…così d’estate mi cuoce l’unico neurone che ho in testa… si fa così io vi leggo…poi emetto la sentenza…hiihihihihi chi meglio la fa , ..vince un w.e. a casa di Arthur con massaggio e sauna a sue spese!
    ….si dia via al concorso….( un vorrei esse cattiva ma…secondo me nessun partecipante…ala fine lo vinco io per insufficienza di prove!) wow…da sballo!!!

    e ora musicaaaaaaaaaa!!!

    grazie ma…gia fatto!!!

    Mi piace

  32. @ Ventolino: la mia Sicilia è sempre bella. 🙂

    Comunque, cara Venticello e Carlotta , accetto la sfida e in proposito ho già un’ideuzza niente male. 🙂

    Mi piace

  33. …hihihhi e io m’affilo le unghie…
    Carlitassss farà tutto il resto!!! tanto nessuno la conosce!!!
    Buona serata …sotto coperta!!!
    io ci fiondo prestissimo!
    c’ho l’orsetto lavatore che fa un calduccio…è il mio amante!!
    Bacio a tutte….e te fai a modino!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...