Caletta tra gli scogli.

Stasera vi lascio con una poesia di mio Padre e nel farlo, vi auguro una buona serata.

Caletta tra gli scogli

Una caletta tra gli scogli
e sulla rena
un’onda garrula approda.
Vibrano i sassi al contatto gelido,
spargono suoni ed armonia.
Giungono altre onde:
ed è un moto perpetuo,
una deriva d’acque,
ora quiete, ora turbate.
Ogni onda lieve s’attorce
e si inanella
finché si frange in solitario lido.
Lì, un guizzo ancora, e un grido
si disperde nell’aria:
non è più musica,
ma un ricordo che sfuma.
 
Santi
 
©_Copyright
Annunci

10 pensieri su “Caletta tra gli scogli.

  1. Il suono del mare, la breve vita di un’onda, in una poesia dolcissima che ha in sé una lieve nota di malinconia. Grazie papà Santi, che belle emozioni donano le Sue poesie.
    Pat

    Mi piace

  2. Luisa G.

    “non è più musica,
    ma un ricordo che sfuma”.
    Splendida poesia. Può star parlando d’acqua come di sentimenti. Esprimersi così è un dono.

    Mi piace

  3. @ Rosamaria: in effetti mio padre aveva questa capacità, con parole semplici riusciva a descrivere per esempio il mare, le onde, come se fossimo lì a vederle, ad ascoltarle.
    Grazie!

    Mi piace

  4. @ Luisa: anche lui amava molto la metafora o forse è meglio dire che io ho imparato da lui. D’altra parte, la natura fa parte di noi, ecco perché le emozioni ci appartengono

    Mi piace

  5. @ Sonoqui: grazie Gina, detto poi da te che sei una persona estermamente sensibile è un gran bel complimento.

    Mio padre sarebbe stato felice di tutte queste belle parole.

    Un caro saluto anche a te.

    Mi piace

  6. Laura

    Questa poesia di tuo padre non l’avevi ancora pubblicata, se non sbaglio.

    Come dice Romaguido, sembra di essere lì.

    Mi piace

  7. carla

    “Ogni onda, colma di sassi tondi e colorati, è una carezza che proviene dal mare. Lambisce la spiaggia e torna indietro, in perenne movimento, lasciando a volte una piccola conchiglia dietro di sè.”
    Tuo Padre ha scritto dei versi molto veri, sentiti. Se chiudo gli occhi mi sembra davvero di sentire quel rumore dei sassi, l’odore del mare, il sale sulle labbra….

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...