Photo Blog Magazine

Clicca se vuoi sfogliare il magazine

Clicca per scaricare la rivista in formato pdf

Ed eccoci ad un altro Magazine, “Photo Blog Magazine” e qualcuno dirà senz’altro: “Ancora?”

Ebbene sì, ma questa volta è solo un gioco tra amici o forse, anche una promessa mantenuta.

La fotografia, secondo me, tra le manifestazioni artistiche è quella che meglio esprime il senso della vita, un po’ perché quasi sempre la rappresenta, un po’ perché ad ognuno, con una macchina fotografica in mano, è data l’occasione di guardarla con i suoi occhi, per poi vivere le emozioni.

Duilio è un professionista della fotografia e, lo sappiamo, Antonella, Ivana e Patrizia, sono tre donne alla ricerca di un’ulteriore occasione che gioca a scavare nel loro intimo e tutti, utilizzano la fotografia, da un lato come mezzo di ricerca, e dall’altro, in un rapporto di comunione, se non addirittura in simbiosi, tra loro e ciò che li circonda.

In questa ultima “fatica”, ho trovato un valido aiuto in Carla che, senza alcun indugio si è prestata a condividere con me questo progetto, scrivendo poi alcune sue impressioni su ognuno degli autori; un modo garbato di portarci con mano nel loro mondo.

Buona lettura.

Personalmente, questo Magazine è un regalo che faccio a degli amici blogger, come segno di una condivisione che mi auguro non finisca mai.

In copertina, una foto di Simona.

Annunci

26 pensieri su “Photo Blog Magazine

  1. Beh…. che dire. Io mi sento sempre in imbarazzo in queste occasioni e mi mangio le parole
    Addirittura sono la prima a scrivere qualche cosa e sono tra le persone che fanno parte di questo Magazine così ben curato da Arthur e con le splendide presentazioni di Carla.
    Ohhh insomma io non so veramente cosa dire se non che è splendido, che ci sono foto bellissime di Duilio, Antonella, Ivana. Le presentazioni di Carla sono superlative, Arthur come sempre ha fatto un lavoro con i fiocchi ed i controfiocchi ed io sono emozionatissima di fare parte di questo magazine con le mie modeste foto da normalissima appassionata. GRAZIEEEEEEEEEEEE E’ SPLENDIDISSIMIMISSIMOOOOOOOOOOOOOO
    SMACKKKK, KISSSS 🙂

    Mi piace

  2. P.S. La copertina è stupenda Arthur, l’intensità e le sensazioni che trasmettono questa tua foto di Simona sono immense. Grazie per averla usata in questo Magazine
    Scusa, ma ho i lucciconi….
    Kiss

    Mi piace

  3. Seguir con gli occhi un airone sopra il fiume e poi
    ritrovarsi a volare
    e sdraiarsi felice sopra l’erba ad ascoltare
    un sottile dispiacere
    E di notte passare con lo sguardo la collina per scoprire
    dove il sole va a dormire
    Domandarsi perche’ quando cade la tristezza
    in fondo al cuore
    come la neve non fa rumore
    e guidare come un pazzo a fari spenti nella notte
    per vedere
    se poi e’ tanto difficile morire
    E stringere le mani per fermare
    qualcosa che
    e’ dentro me
    ma nella mente tua non c’e’
    Capire tu non puoi
    tu chiamale se vuoi
    emozioni
    tu chiamale se vuoi
    emozioni
    Uscir dalla brughiera di mattina
    dove non si vede ad un passo
    per ritrovar se stesso
    Parlar del piu’ e del meno con un pescatore
    per ore ed ore
    per non sentir che dentro qualcosa muore
    E ricoprir di terra una piantina verde
    sperando possa
    nascere un giorno una rosa rossa
    E prendere a pugni un uomo solo
    perche’ e’ stato un po’ scortese
    sapendo che quel che brucia non son le offese
    e chiudere gli occhi per fermare
    qualcosa che
    e’ dentro me
    ma nella mente tua non c’e’
    Capire tu non puoi
    tu chiamale se vuoi
    emozioni
    tu chiamale se vuoi
    emozioni

    Mi piace

  4. …acccccccccccccccccccccccccc!
    per poco non cado dalla sedia….
    ma che belli che siete tutti quanti… la rivista è troppo bella….ei profili sono DOC!
    Che fantastiche ….sono foto da tenere sempre in vista….
    Duilio ormai , seppur silenzioso me lo sono cercato io…sono innamorata dei suoi lavori …da tanto tanto tempo!
    Antonella la conosco meno ma attraverso le foto già lascia di se un’immagine stupenda….e io m’innamoro sempre più….
    E Pat, la nostra fiammiferina ogni tanto si cheta..e basita si lascia accarezzare da una marea di complimenti tanto veri quanto meritati….un bacio…ottimo lavoro d’appostamenti!
    Mi sento orgogliosa…giuro! …che bella sensazione!
    Wow,e quella pagina in cui si descrive l’artista, sono io?????
    … mi sento un po’ svampita oggi, l’ho letta tre volte…e non ho ancora capito tutto….ma Carla scrive da gran signora!
    Maremmina..e le fotine, come le chiamo io…ma son belle!!!
    Quella del mio babbo e la mamma insieme….. belllissimi..
    CGrazie , ma grazie davvero con tutto l’entusiasmo possibile e quel mio magico mondo d’umiltà che brilla!
    Che ve lo dico a fare…mi son commossa per il bel regalo che ci avete fatto.
    Carla, sei veramente una “Profile” d’eccezione….
    Arthur …te un gran Pupo….
    http://sempreventophoto.wordpress.com/
    Buona serata tutti….l’abbraccio vale per tutta la ciurma al completo.

    Mi piace

  5. GRAZIEEEEEEEEEEEEEEE
    Arthur
    Bellissimo lavoro in compagnia di CARLA
    Sono tutte belle le foto………..
    Sono emozionato e contento, circondato da bravissime SIGNORE FOTOGRAFE.
    IVANA PATRIZIA le conosco, ANTONELLA è stata una piacevole scoperta.
    Bella questa collaborazione tra Blog, arricchisce e rende più piacevole frequentare il tuo spazio sempre aperto a tutti,io scrivo poco,perchè non sono bravo come scrittore, ma mi piace leggere i vostri divertenti e sagaci commenti.
    CARLA non ho parole….. sei BRAVISSIMA…….potresti fare la critica d’arte.
    un bacio a tutti
    sono contento di avervi conosciuti
    Mi riempite le giornate con la vostra simpatica presenza
    GRAZIE buona serata………..
    ora mando il link a Ilaria…….
    ciao

    Mi piace

  6. Antonella

    Arthur sei fantastico, un immenso abbraccio , grazie di cuore !! Non ti sei smentito , non ho avuto sorprese , sei sempre creativo, professionale, sai valorizzare il lavoro e le passioni degli altri.
    La copertina e’ semplicemente bellissima, la trovo di una intensita’ emotiva straordinaria, un ritratto di movimenti interiori in contrasto con una bellezza e una sensualita’ in fiore , hai colto il momento alla grande, in tutta la sua spontaneita’ , ed e’ questo che la rende ancora piu’ vera . Questa foto arriva dritta dentro, e’ impossibile rimanere indifferenti davanti a questa immagine !
    Un enorme ringraziamento va anche a Carla che, attraverso le sue parole, ha saputo comunicare cio’ che sta dietro le mie foto e non e’ da poco, segno di una profonda sensibilita’ che attraversa ogni barriera , e’ stato veramente un piacere incontrarti , anche solo virtualmente !!
    A Duilio, Vento e Patrizia : complimenti anche a voi , in tutte le foto trovo qualcosa di originale, di ricercato, nessuno scatto e’ mai banale o si ferma alla superficie di un ritratto. E’ stato bello condividere con voi questa esperienza !
    Direi che si puo’ rifare ….tranquillo Arthur, dopo l’estate, ora ti lasciamo riposare !!!!

    Mi piace

  7. carla

    Ottimo lavoro Arthur 😆
    Hai regalato spazio e luce agli altri curando la scena da grande regista con l’umiltà di avere di mira solo fare un buon lavoro senza ricercare applausi ma con quello spirito di libertà ed umiltà che sono alla base dell’arte.
    Io… solo una voce “fuori campo”. Grazie per ogni vostra parola 🙂

    Mi piace

  8. Cara Patrizia, cara Ivana, Cara Antonella e caro Duilio, non dovete dire nulla, ma poi non mi pare che abbiamo fatto nulla di così particolare. E’ un gioco, così come ho scritto, un modo per ringraziarvi della vostra presenza tra le mie pagine. Tutti voi avete fatto e state facendo un bel lavoro secondo me, la fotografia è un’arte che con il tempo si affina, perché con il tempo ognuno di noi che la pratica, riesce a trovare il giusto modo per esprimersi, cioè a dire, a rappresentare la sua personalità. In rete ci sono una marea di bravissimi fotografi, alcuni con delle foto perfette e bellissime, ma quale è il limite tra una foto bella e una foto che emoziona?

    Me lo sono chiesto tante volte e continuerò a chiedermelo, perché è una forma espressiva che deve essere capita, oltre che scoperta.

    Tralasciando per un attimo che Duilio fa il fotografo per professione, che se da un lato significa la conoscenza della tecnica ed un occhio più “fine” e indubbiamente una sensibilità diversa, il vostro percorso, se così possiamo chiamarlo, secondo me è molto interessante, proprio per il bisogno che ognuno di voi ha, mi par di vedere, nel ricercare una sua forma espressiva. Che poi lo facciate per un vostro interesse personale, non ha importanza.

    Con Carla, nel momento in cui abbiamo discusso delle vostre foto, abbiamo messo in evidenza una cosa che secondo me è molto importante, e cioè che non volevamo parlare di percorsi artistici, e questo non per togliere a voi dei meriti, ma solo perché un’affermazione di questo genere crea di per sè delle aspettative diverse in chi vi guarda e non lo volevamo.

    Ma è anche vero che artista non è soltanto chi ha dei riconoscimenti e di conseguenza delle quotazioni nel campo dell’arte. Conosco degli artisti accreditati che secondo me non valgono una cicca, come conosco artisti che, per tutta una serie di cose, vivono nell’ombra.

    In ognuno di noi c’è un artista, d’altra parte, quando si crea, come ci si può definire?

    Mi piace pensare che voi siate delle persone con un’enorme sensibilità che, ognuno per conto suo, riesce a trasmettere con le sue foto, perché se io che guardo e mi emozioni o dico soltanto “Però!”, vuol dire che “LUI” dall’altra parte, ha colto nel segno.

    Per il resto, siamo qui per divertirci, per rilassarci, anche per crescere e comunicare, che secondo me è tantissimo, in barba a chi ha come massima aspirazione, quella di buttare del fango addosso agli altri.

    Grazie ragazzi, è stato un piacere lavorare insieme a voi e un grazie di cuore a Carla, che ancora una volta, mi ha seguito in questa nuova avventura.

    Mi piace

  9. Grazie ad entrambi e grazie a Duilio, Antonella, Ivana che hanno condiviso con me questa bellissima esperienza, così ben “architettata” (visto che sei Architetto hihih ) da te Arthur e da Carla 🙂

    Mi piace

  10. aurelio

    Io non ho fotografato, non ho scritto, non ho impaginato. 😦
    Con passione ho ammirato le fotografie, con avidità ho letto le parole, con convinzione ho pensato che un socio migliore di Arthur non potevo trovarlo. Per tutto questo e molto “dippiù” 🙂

    Mi piace

  11. Dai Aurelio, hai deciso di mettermi in difficoltà? Grazie, la stima è reciproca, per questo e per molto “dippiù”, però una cosa volevo dirtela, ho visto le foto che hai fatto a Carla e a Casa di Carla e, senza dubbio hai l’occhio fotografico e se questa estate ti cimenti un po’ e poi a settembre in un altro Magazine ci potresti essere pure tu? Che dici?
    A me sembra una buona idea.
    pensaci! 😉

    ps: grazie anche a Carla ma, senza falsa modestia, volevo aggiungere che io non ho fatto altro che mettere un bel vestitino a ciò che c’era già, delle belle foto e delle belle parole che, sarebbero rimaste tali anche nude e crude. Oh mannaggia, sono dinventato un “tessile”!!! Adesso vengo spodestato dall’UNI. 🙂

    Mi piace

  12. mirko

    E non chiamatelo “un post” per favore.
    Stavolta è di più. E’ una poesia. La sfoglio e mi soffermo pagina dopo pagina su ogni fotografia, a volte un fiore, un rudere, due genitori, bottiglie, profumo, un asciugamano steso e poi leggo parole che mi aiutano a vedere quella persona, sfumature sottili che parlano di quell’autore. Come gustare piano piano una caramella piena di sapore. Chiudo l’ultima pagina e torno a girarlo su se stesso. La caramella è finita. Guardo la foto di copertina e con rabbia stringo la carta della caramella nel mio pugno. La poesia più bella è lì, la rabbia trova un lieve conforto nel suo vivo ricordo.
    Non è soltanto un “post”… stavolta è molto di più! 🙂

    Mi piace

  13. Caro Mirko , hai colto nel cuore…
    hai trovato le giuste parole, come solo tu sai fare.
    Mi sei apparso un uomo meraviglioso, accurato nello scegliere la forma
    più adatta ad un viso talmente espressivo in quello scatto perfetto, che lascia senza parole…..
    E’ vero, l’opera più bella è tutta lì…
    Ciao Dolcissimo♥ …

    Per oggi mi ritiro …
    Un bacio a tutta la ciurma e uno particolare a te Capitano.
    vento

    Mi piace

  14. Silvia

    Sono un’appassionata di foto, anche se come fotografa sono una banalità e quando vedo magazine del tipo che hai pubblicato tu, mi fermo sempre a sfogliarli, che sia in libreria e oggi anche in rete.

    Le foto pubblicate su carta hanno un certo fascino e a seconda di come sono impaginate, acquistano un valore aggiunto, ma mai se mancano di personalità. Le foto che hai pubblicate sono tutte veramente belle e con questo voglio fare i complimenti agli autori. Un bel lavoro Arthur, al di là di tutto, bello perché fatto tra di voi, un bel gesto comunicativo ed anche di questo vi faccio i complimenti.

    E infine, la copertina, un bel ritratto che non ha bisogno di tante parole.

    Bravi!

    Mi piace

  15. daniela

    Troppo bello. 🙂
    Adesso che abbiamo imparato a conoscerci diventa quasi familiare sfogliarlo e …. restare senza parole. Arthur hai messo su un lavoro fantastico. Siamo orgogliosi di te. Bravissimo.

    Mi piace

  16. La copertina.

    Lipari, un tot di anni fa, s’era d’estate, mio zio aveva appena comprato una casa da una signora di Milano che dava direttamente sul mare. Non era messa male, ma aveva bisogno di un po’ di manutenzione. Quell’anno, lui era impegnato per lavoro e nell’attesa di scendere anche lui in Sicilia, mi aveva affidato le chiavi della casa. C’ero andato con la mia compagna e i suoi due figli, Simona e Luca. Non era da molto che stavamo insieme e i ragazzi non si erano ancora abituati del tutto a me, ad un ragazzaccio che fino allora aveva fatto solo quello e che di “figli” e famiglia era digiuno del tutto. Simona era molto legata alla madre e quindi quella presenza estranea non è che la facesse stare molto bene, per cui alle volte faceva il broncio, non che i nostri rapporti non fossero buoni, ma probabilmente aveva bisogno di attirare l’attenzione su di sé e vista l’età, era del tutto normale.

    Quel giorno, stavamo andando in paese per fare un giro e fare al tempo stesso, un po’ di spesa al mercato, dove vendevano il pesce che sembrava pescato qualche minuto prima. I ragazzi erano ovviamente scocciati, li portavamo via dal loro passatempo preferito, la spiaggia e il mare che, in quella meravigliosa casa, avevamo tutto il giorno a disposizione.

    Io, come al solito, ero con la mia fidatissima e fedelissima Olimpus, sempre con un 135 mm, un medio tele, pronto a scattare alla prima occasione. Loro erano seduti su di un muretto e s’aspettava l’autobus che ci avrebbe portati in paese. Ho scattato un po’ di foto e tra le altre, c’era anche questa, che però non era un vero e proprio primo piano, in quanto c’erano tutti e tre, Simona, il fratello e la madre. Sembrerà strano, ma malgrado siano passati alcuni anni, ricordo ancora quei momenti, quella vacanza che poi è servita in qualche modo a far si che in ragazzi mi conoscessero meglio. Tra l’altro, la casa aveva un piccolo problemuccio, quando pioveva, essendo le solette fatte di travi di legno e canne, bisognava mettere dentro casa dei secchi per raccogliere l’acqua e per fortuna la pioggia era un evento raro, altrimenti, v’immaginate che corse?

    Beh, poi l’abbiamo ristrutturata e il “problema” si è brillantemente risolto; però dopo ho avuto un po’ di nostalgia di com’era all’inizio ed oggi ho forse il rimpianto di non poterla rivivere più.

    Grazie ragazzi, Simona in questa copertina è bellissima, ma lei lo era veramente, alta, con un vitino da vespa e quando camminavamo insieme per strada ero fiero di lei, e le dicevo sempre:” Chissà cosa penserà la gente e dirà, chi è quel vecchine che cammina a braccetto con quella bella ragazza? E lei, non mi rispondeva e ridendo, mi prendeva a braccetto, risistemava il passo e, impettita, camminava al mio fianco. 🙂

    Mi piace

  17. Come sempre tutto quello che organizzi tu ,Arthur,fa sempre la sua bella figura anche se non è il tuo vecchio caro Magazine,si vede la tua impronta .Siete fantastici tutti,ragà,tutti bravi e fantasiosi!Un abbraccio! 🙂

    Mi piace

  18. Grazie Carlotta, ho fatto del mio meglio e ho soprattutto trovato un valido aiuto. Piuttosto, una ricettina prima delle vacanze?
    Qui la richiedono tutti. 🙂

    Mi piace

  19. laura

    Lavoro meraviglioso Arthur. Hai fatto e dato tanto, il risultato ti premia.
    Bravi tutti, ognuno nel suo ha saputo aggiungere prestigio all’opera.
    Tanti orchestrali sapientemente diretti da un prestigioso direttore d’orchestra.
    E mentre l’avventura continua…. la musica si diffonde e la vista si appaga.
    grazie Arthur. 🙂

    Mi piace

  20. Carissimi, grazie delle vostre parole ma, ribadisco che in fondo ho fatto ben poco, il merito va tutto agli autori delle foto.

    ‘nnagg… volevo rimanere nell’ombra e non ci sono riuscito. 🙂

    A parte gli scherzi, grazie ancora, ma non pensate di farla franca, Daniela, LaUra, Aurelio e Mirko, il prossimo Magazine ci sarete anche voi e quindi, incominciate a pensare cosa potreste fare. Io un’ideuzza l’avrei. 🙂

    ps: Carla, ‘nnagg…!!! 😉

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...