Qualche idea per il tempo libero… gennaio 2013.

© Fabian Perez
© Fabian Perez

E’ tanto che non scrivo per la mia rubrica del tempo libero, l’ho un po’ trascurata e mi scuso per questo con chi mi ha seguito in questo percorso alternativo all’interno di questo mio mondo, e allora, quale occasione migliore, visto che l’anno nuovo è appena iniziato, per riprenderla, come auspicio di buoni propositi?

In effetti l’idea me l’ha fatta venire Sonia (Sys) che mi scrive: ”…ero qui che pensavo al tango, dovresti vedere i quadri di Fabian Perez, sono disegni che vibrano, ecco sì, la prima parola che mi viene é questa, vibrano. Perez mi piace, amo i suoi giochi di luce tra chiaro e scuro. Mi piacciono le sue donne pensose e sexy senza essere volgari. E poi le scene di ballo sono davvero fatte in tensione. C’é un primo piano di due ballerini, vado a memoria, il viso di lei é parzialmente nascosto da quello di lui. Sono vicini e sembra si stiano dicendo qualcosa a bassa voce. O che sia l’esatto momento prima di un bacio. Dove l’idea c’é ma é sospesa nell’aria.”

Sono andato a vedere e confesso che è stato amore a prima vista. Adoro questo tipo di pittura, un misto tra iperrealismo e impressionismo, dove le emozioni, per usare una parola di Sonia, vibrano così tanto che, è quasi impossibile non sentirsi coinvolti, come degli spettatori silenziosi che nella penombra di un locale fumoso, guardano immobili per paura di perdere ogni minimo movimento.

Non ho idea di come l’artista impressioni le sue figure, i suoi personaggi, se da un lato sembrano delle copie fedeli di scatti fotografici, dall’altro si percepisce il segno della matita che lascia sul foglio immagini appena abbozzate per poi rielaborarle in un secondo momento. E non è un caso che a Perez piaccia lavorare con colori acrilici, perché asciugandosi velocemente, senza quindi vivere i limiti del colore bagnato, gli consentono di seguire i suoi impulsi, rielaborando nuovi segni, nuovi tratti.

Molto belle le “immagini” del tango che, pur vivendo e proprio per questo, il contrasto dello sfondo sfumato con tratti di pennello sapientemente abbozzati, ci fanno percepire i sapori, gli odori, l’atmosfera, l’intensità di una vita vissuta, in un primo piano di passione.

Ma questo vale anche per i primi piani di uomini e donne perfettamente figli del loro tempo, la fotografia di un’epoca che per nessun motivo si sottrae ad una rappresentazione sincera oltre che efficace di se stessa, pur conservano e lo si intuisce in ogni “rappresentazione”, un alito di passato che sa di nostalgia.

Credo che le parole a questo punto siano soltanto riduttive, per cui v’invito a fare la conoscenza di quest’artista, sono sicuro che non vi pentirete. Gustatevi le sue opere centellinandole una per una, e sarà subito magia.

Poche note biografiche:

Fabian Perez nasce a Buenos Aires il 2 novembre 1967 è un pittore argentino.

A 22 anni, lascia l’Argentina e viene a vivere in Italia per 7 anni. Qui la sua carriera – sia come pittore che come scrittore – subisce una forte impennata: è in Italia che riceve l’ispirazione per il suo libro “Reflections of a Dream”, che poi pubblicherà negli Stati Uniti.

Dopo i 7 anni trascorsi in Italia,Fabian Perez decide di trasferirsi in Giappone. Vive lì per un anno, giusto il tempo di dipingere “The Japanese Flag” e “A Meditating Man”, entrambe oggi esposte al Palazzo del Governo. Poi decide di recarsi a Los Angeles, dove vive dal 2007, impiegando la propria vita nel tentativo di inspirare gli altri con i suoi scritti e le sue opere pittoriche.

Il sito dell’artista: Fabian Perez

Annunci

30 pensieri su “Qualche idea per il tempo libero… gennaio 2013.

  1. SyS

    l’immagine che ricordavo l’ho rivista al minuto 4.35. bellissimo questo video.
    alcuni dei suoi quadri li ho usati come avatar in certi periodi “non a caso”. mi ci ritrovo, mi ci rispecchio… ci sono emozioni sospese e non dette, non dichiarate ma tangibili nello stesso tempo… e poi… il resto e molto di più l’hai già scritto.
    e bravo Arthur! 🙂

    Mi piace

  2. Silvia

    Sono andata a vedere le sue opere e hai ragione, sono magiche, molto belle le figure sia maschili che femminili, sempre di persone che sembrano in attesa.
    Tra l’altro lui è anche un bell’uomo e da quel che leggo è stato diversi anni in Italia. Bravo, veramente bravo, alcune tele sono da brivido.

    Ciao Arthur, hai fatto bene a riprendere questa tua rubrica, l’aspettavo. 🙂

    Mi piace

  3. Laura

    Che belle pose, molto plastiche, sembra di vederli ballare.
    Grazie per la dritta Arthur e grazie anche a Sonia che te l’ha suggerita. 😉

    Mi piace

  4. Bellissima questa galleria di personaggi ritratti.Le donne plastiche, le pose naturali,non tutte belle (una di loro sembro io)comunque Perez è uno di quei soggetti che sembrano proprio avere il karma con la K maiuscola.A prescindere all’infanzia brutta o bella che sia stata,(anzi,l’infanzia e l’adolescenza non proprio felici spesso determinano la spinta per risalire la china,la chiave di volta per arrivare al successo,perchè,tanto,non si ha niente da perdere,neanche la reputazione) io li invidio tanto quelli così perchè sono stati capaci di fregarsene di mantenere immacolato il loro status o la loro coscienza ed hanno vissuto senza remore,senza mai dire:”Ma come faccio a lasciare,cosa diranno gli altri,li deluderei?”..ma almeno hanno respirato i loro giorni non sono stati in un teatrino di burattini dove qualcun altro muoveva i fili ed anche quando i fili si sono recisi non si è cambiati per niente.Sono molto affaticata da questo camminare “perbenino”,nessuno mi facilita la vita nemmeno Lassù in alto ed io la testa,come diceva Marghian nel precedente post,l’ho avuta sempre bassa per camminare.E che c’ho guadagnato?Calci nel sedere (si può dire?)ed ora destinata a restare tale perchè cambiare non si può fintanto che c’è chi ti circonda,se hai vissuto così per tanto tempo.Bravo o..fortunato Perez..da ammirare tutto!Ciao Venticè capisci a mmè….Ciao Arthur,tutto bene..

    Mi piace

  5. Conoscevo le opere di questo artista, anche perché ne ho usata una per accostarla ad una poesia che ho scritto proprio sul Tango. Forse te l’ho anche inserita in qualche altro commento, sinceramente non me lo ricordo… Però non ho capito una cosa, l’idea per il tempo libero è imparare tutti a ballare il tango?? Ok ok, potrei anche provarci, ma sei disposto a rischiare un pestone di quelli micidiali??? Io mica sono un peso piuma sai?? Anzi…. hihihihiih
    Un bacione carissimo e mi raccomando FAI IL BRAVO e curati quella tossaccia che ho sentito oggi, altrimenti quando mi parli mi dici… Cobe stai?? Io ho mal di gola, ma bi viene ogni anno, chissà perché…. bo bo bo, da da da. Insomma alla fine sembri uno straniero hihihihihi
    Buoda Dotte caro Arthur e stai al calduccio, mi raccomando!!!
    Smackkkkkkkkkk

    Mi piace

  6. @ Patrizia: maddai, cosa dici, vuoi che mi metta a fare una rubrica dove mi cimento pur_anche in critico d’arte, solo per invitare a ballare il tango? Maddai, che tipastro che sei, scherzi ovviamente e comunque, mi tocca fare il bravo, infatti adesso vado a nanna che ho appena fatto i suffumiggi, così l’effetto mi dura per tutta la notte.

    ‘notte!!! 🙂

    Mi piace

  7. @ Sys: diciamo che è bello scambiare a prescindere, se poi avviane in un blog, meglio ancora, visto che in genere i blog sono abbastanza chiusi da un punto di vista collaborativo, si scrive, chi arriva lascia un like, legge e alle volte commenta magari senza metterci troppo tempo e impegno e poi, ricomincia tutto daccapo.

    A me invece piace e d’ora in poi, tieniti pronta, che t’inviterò a scrivere insieme a chi altri ne ha voglia, una cosa a quattro, sei, otto mani, così come è capitato in passato.

    ‘notte! 🙂

    Mi piace

  8. @ Silvia: è la magia di chi, come Fabian Perez, riesce a raffigurare una realtà a volte un po’ misteriosa, carica di fascino e spesso intrisa di passione. Non mi dispiacerebbe avere una sua tela in casa, e chissà, magari… anche se immagino che abbia delle valutazioni da capogiro.

    Mi fa piacere che ti piaccia l’idea che abbia ripreso la mia rubrica del tempo libero e questo artista ne ne ha dato l’occasione alla grande.

    ‘notte! 🙂

    Mi piace

  9. @ Laura: più che altro vedendoli, vien voglia di ballare ed essendo un tanguero alle prime armi, la cosa mi stimola parecchio, Ma ho promesso a patrizia di fare il bravo, almeno per questa sera.

    ‘notte! 🙂

    Mi piace

  10. Bellissima immagine, condivisione di gesti ed attimi intimi e struggenti. ben rappresentata dalla messa a fuoco unicamente della coppia che balla, a rimarcarne l’intimità, come se fossero soli, insieme alla discreta musica, suonata da persone evanescenti, quasi inesistenti, sicuramente discrete e complici.
    Ciaooo neh!

    Mi piace

  11. @ Alan: sì, l’immagine è molto bella, così come son belli i ritratti di uomini e donne che sembrano in attesa di qualcosa, magari fumando una sigaretta o bevendo un drink.

    Fabian Perez è un artista che non ci propone cose già viste, da un punto di vista pittorico intendo, ma scene di vita sapientemente rappresentate e per questo vale la penna andare a vederlo. Ma come tutti gli artisti, bisognerebbe vedere le sue opere dal vivo, a maggior ragione visto che tra l’altro molte delle sue opere hanno dimensioni contenute.
    Ciao carissimo e buona giornata.

    Mi piace

  12. @ Pen shots: che piacere vederla da queste parti, cara Signora, mi Vuole far capire che è l’inizio di una nuova era? A proposito, visto che nelle vesti del “critico d’Arte” mi ci trovo bene e tutto sommato non sono malaccio ( SI NON MI VANTU IEU… direbbero i Calabresi… 🙂 ), pensavo di fare la recensione di un’artista che reputo abbia dei bei numeri. Si occupa di fotografia ed è parecchio interessante, che dici, riuscirò ad ottenere l’autorizzazione per farlo?

    Ciao… 🙂

    Mi piace

  13. 🙂 mi diverte questo vostro scambio…
    Buondì Arthur….
    a me piace molto l’astratto…ma un motivo c’è…
    Cmq, bellissimo Perez…affascinante e sensuale…lui e le sue opere.
    Donne particolarmente belle e piene di significato.
    Ma ho focalizzato l’attenzione sul suo ruolo di padre….
    ….mi fa tenerezza un papy così….( mi son vista il video con la sua cucciolina) ♥

    Fantastico post…
    Alla SyS , a te….e i tuoi commensali…baci.
    vento

    Mi piace

  14. Arthur, quasi mi sorprende la tua domanda!!!
    ..trovo che nell’astratto non ci siano regole precise da seguire.
    Si può spennellare la vita senza alcuna regola …assemblare colori
    a nostro gusto…unire anche mondi diversi tra loro.
    Linee e rotondità , colori spenti e accesi…
    la genialità sta nel creare uno stile.semplice o complesso.
    Creare qualcosa che dia una bella sensazione guardandolo.
    esteriorizzare ciò che è interiorizzato non è semplice…l’astrattismo forse semplifica un po’ le cose.
    ma lo interpreto io in questo modo…se anfiamo a leggere i vari testi e la storia di questa corrente artistica ci vorrebbero pagine e pagine…ed io non ho voglia di approfondire.
    Prendo l’emozione che mi danno nel vedere tre colori insieme , quello che possono creare …tutto lì.
    vuoi mettere la difficoltà di dipingere un bel viso di donna o tracciare tre onde?
    Per la mia portata, più facile tre onde…un viso non saprei da dove cominciare… 🙂
    Scusa ..ci sta come il cavolo a merenda ..è che proprio non so che dire…
    Beati i pensatori…almeno tacciono!

    Mi piace

  15. Arthur, io sono un tipastro?? Si si, hai proprio ragione hihihi, mi ci diverto troppo quando ti scrivo cose che sono il contrario di quanto tu dici, ma so anche che tu lo accetti e soprattutto capisci che sto scherzando, per questo mi permetto di farlo. Le opere di Fabian Perez le conoscevo e le ho subito trovate fantastiche, affascinanti ed anche intriganti. Belle, belle, belle (pure lui però, mica male hihihi )

    Umm stai facendo il bravo?? Si dai dai, che poi torni in forma e non parli più come se avessi una molletta che ti stringe il naso, o dovrei dire “il daso” 😆
    Bacione, cerca di riposare, stare al caldo. Metti la copertina calda, i calzettoni, la cuffietta con il fiocchetto di quelli tipo nonno di una volta …. ehmmm scappooooo mi sa che sto esagerando ahahahha
    Kissssssssssssssssssss, sereno fine settimana e resta in casa al caldoooooooooo!!!

    Mi piace

  16. Buongiorno!!!
    come sta il nostro capo???
    starà bene di sicuro…Lui ha la tempra forte!!!
    fa freddino..ha piovuto molto… e io ieri son rimasta a casa tutto il giorno 🙂 al calduccio..
    la settimana è iniziata…uff…niente di nuovo , speriamo bene 🙂 citazione mia.

    ma insomma dov’è il mio sposoadoratoMirkino♥???
    qui sto per scoppiare!! e lui è latitante…mah…persino gli altri son nascosti..
    ma anche qui penso col mio motto . niente nuove buone nuove♥
    …aspetto un segno…una folatina di vento caldo..solo un soffio , tanto per non sentirmi sedotta e abbandonata…e gonfia.
    Ora sono ispirata da un desiderio irrefrenabile di patine fritte e maionese… son solo le 10 del mattino…
    stasera maialino arrosto e salsicce…oggi gnocchi con le olive nere. peperoncino e cetriolini sott’aceto… mi va così ! 🙂

    Intanto lascio un abbraccio a tutti quelli che son nascosti e poi un bacio tirato con la cerbottana al capo…un si sa mai beccassi il virus… eh!

    Mi piace

  17. Fabian Perez è nato a Buenos Aires nel 1967. Nonostante la giovane età è già un artista affermato, e i suoi lavori hanno l’intensità di una vita vissuta. Dovrei parlare dei suoi quadri, ma voglio iniziare dal magnetismo dei suoi occhi … ti incantano come quelli di uno scorpione! Ha uno sguardo attento, forse addestrato dal karate che pratica, ma quello che vedono i suoi occhi è magico! E la magia passa nei suoi quadri. Poi dovrei parlare delle sue mani…ma lascio perdere sennò pensate che mi sia innamorata!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...