Buona Pasqua!

cop_pasqua-2013_om1

clicca per sfogliare il biglietto

Come l’anno scorso in occasione della Pasqua, anche quest’anno ho voluto realizzare un biglietto di auguri virtuale da sfogliare su Issuu per tutti voi, oltre che con una mia immagine, con una poesia di mio Padre Santi ” Vegliando ascolto e l’anima si placa”, che ho appena pubblicato nella nuova pagina del blog Poesie

Il disegno raffigurato nella copertina l’ho realizzato alcuni anni fa in occasione della Cresima della mia figlioccia Simona e in forma molto stilizzata e un po’ fantastica rappresenta la Colomba, simbolo dello Spirito Santo che, con la sua forza dirompete spacca le montagne.

Tutti voi sapete che sono un credente all’acqua di rose e così ho chiesto alla mamma di Simona, Laura, esperta in teologia, di chiarirmi il concetto, giusto per non scrivere cose non giuste, e così lei mi ha risposto:

“La Colomba rappresenta sia la pace che la forza dello Spirito. Lo spirito in genere, ciò che anima una persona, nel caso religioso è Spirito Santo, una forza dirompente che può spaccare le montagne. Quando Gesù è entrato nel cenacolo a porte chiuse dopo morto, si dice sia stata la forza dello Spirito ad animarlo. Tutti noi siamo animati e tenuti insieme dallo Spirito, anche se lo chiamiamo in vari modi a seconda delle nostre culture. Che altro è la Forza che ci dà l’amore per esempio? O questo sperare in un mondo migliore? O questo credere che un giorno, non sappiamo dove o come, rivedremo i nostri morti?”

Belle parole, per le quali ringrazio di cuore Laura.

A tutti… Buona Pasqua!

Annunci

33 pensieri su “Buona Pasqua!

  1. Approfitto del giusto post per rinnovare a tutti Voi ed alle Vostre famiglie i miei migliori auguri di una felice Pasqua, speriamo che il tempo ci accompagni e ci consenta di “spatarrarci” per i prati a goder di primavera o di quant’altro a Noi serenità ci doni.
    (Spatarrarci = voce del verbo Spatarrare, ossia spargere, ahahah)
    Ciaooo neh! Auguriiii.

    Mi piace

  2. Grazie Alan, ri_auguri anche per te e la tua famiglia e speriamo veramente di spatarrarci ( 🙂 ) sui prati e goderci della primavera.

    *** Ciao! *** 🙂

    Mi piace

  3. Cara Martina lo spatarrarci nei prati deve essere una cosa fantastica, un’esperienza da provare senz’altro. 🙂

    ps: passo a prenderti!

    ps di ps: Buona Pasqua. 🙂

    Mi piace

  4. carla

    Auguri Arthur anche da parte “nostra” 🙂
    Auguriamo a tutti una Pasqua serena, ricca di felicità.
    Un abbraccio forte

    Mi piace

  5. Ciao Arthur. Ieri sera pensavo…”chi mi manca ancora per gli auguri?” Poco fa ho pensato “arthur per esempio”. Per cui, Il giorno dopo Pasqua, ti faccio gli auguri di un buon…periodo pasquale, che come sai e’ dal giorno di Pasqua alla…”ascensione” mi sembra. I miei auguri di una Pasqua-che, appunto, non e’ solo “ieri”- serena e proficua. Mi piace il disegno (al computer riesco anche io a fare qualche disegno, mentre in maniera tradizionale a scuola ero un disastro (meno male che il disegno non era materia di esame 😆 ).

    Ciao Arthur

    Marghian

    Mi piace

  6. Corrige: “mi piace…il TUO disegno” intendevo. Se intendessi il disegno in generale, cio’ sarebbe in contraddizione con il mio essere una frana il tal disciplina…. 🙂

    Mi piace

  7. “O questo credere che un giorno, non sappiamo dove o come, rivedremo i nostri morti?”.
    Rivederci, incontrarci, vivere dopo la nostra morte non e’ una speranza, ma La…speranza.
    Tutte le altre speranze, pur se si realizzano, terminano con la nostra breve vita. La speranza della vita eterna, se questa si realizzza, non avra’ mai fine. Per questo la vita dopo la vita non e’ “una speranza”, ma e’ La..speranza. E’ nel credere in questo, nello sperare in questo, che si configura la vera visione ottimistica della vita. Ciao a tutti…

    Marghian

    Mi piace

  8. @ Marghian: ciao carissimo e auguri di buona Pasqua anche se in ritardo anche da parte mia. E sulla speranza, hai ragione, la vita dopo la vita non è una speranza ma la speranza.

    Per quanto riguarda il disegno, quello l’ho fatto in maniera tradizionale, usando carta e penna, senza computer insomma, come si usava una volta. E’ passato qualche anno. .-)

    Mi piace

  9. Ciao Arthur, non preoccuparti del “ritardo” negli auguri, oggo al lavoro ho sentito gente darsi il “buona pasqua”..come vedi 🙂
    Avevo capito che il tuo disegno e’ fatto a mano (si vede il tocco della mano umana). Sono io che ho rimarcato che in disegno sono negato, e che solo con il computer riesco a fare qualcosa che ci somiglia. Ciao Arthur.

    Marghian

    Mi piace

  10. @ Marghian: sei negato in disegno ma ciò non vuol dire che tu non sia portato per altre cose, la musica per esempio, no?

    Buona giornata carissimo. 😉

    Mi piace

  11. Ciao Arthur. Ti ringrazio per queste tue parole. Ma sappi che la mia non era un “lamentarmi”, so benissimo di poter essere portato ad “altre cose”. Non e’ un problema, poi. Non so disegnare? Non disegno.. :)semplice, no?
    Proprio oggi ho riflettuto sui “talenti”. Pensando a quel mostro di bravura che e’ Benigni, che sa
    Dante a memoria, ho considerato che il nostro cervello impara..cio’ che gli serve, e’ furbo il cervello (“questa cosa non mi serve e non la ascolto nemmeno. Altro che impararla, la ignoro proprio..”).

    Per Benigni, che fa l’attore da decenni, e’ ^necessario memorizzare battute, intere parti da recitare, canti di poemi..ecco che il suo cervello ^riesce in questo, ma perche’ a Benigni questo ^serve.

    Se questa prestazione fosse necessaria a tutti ” per campare”, credo che ognuno di noi potrebbe memorizzare quello e molto di piu’.

    Se suonare il piano fosse questione di vita-o suoni o non mangi!- , come lo e’ ad esempio guidare, cosa che ci serve per recarci al lavoro, forse saremmo tutti dei pianisti. Ciao Arthur.

    Marghian

    Mi piace

  12. “Benigni, la memoria”. E..l’esercizio? Io non sono come lui, ma in quinta elementare memorizzavo una intera pagina dopo averla letta tre, quattro volte (facevo a gara con un altro ragazzo, Giuseppe),ed a trent’anni imparai in un pomeriggio, dopo averla letta e cantata alcune volte, una canzone di Bob Dylan, lunghissima. Adesso? Manco per idea, perche’ uscito dalla scuola-media- e ad un certo punto della vita, non mi sono piu’ esercitato (come se il mio cervello avesse detto…”non me ne puo’ frega’ de meno di ricordare le cose..parola per parola, mi accontento del concetto”). .

    Ciao Arthur

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...