ScrivereGiocando_2013

Scriveregiocando-Natale_a

ScrivereGiocando è una bellissima iniziativa curata da Morena Fanti che ogni anno per Natale raccoglie tanti autori intorno a sé, con storie, racconti e poesie e per usare le sue parole, “un regalo pieno di dolcezza e di ironia, di tradizione ma anche di irriverenza e giocosità, un regalo che scalda il cuore e che fa riflettere.”

Morena Fanti cura anche la realizzazione del sito di Scriveregiocando, mentre invece io mi occupo del logo, del progetto grafico e dell’impaginazione della rivista virtuale da sfogliare su Issuu/Scriveregiocando.

E così anche quest’anno sono aperte le “iscrizioni” per chi volesse partecipare  a ScrivereGiocando inviando un racconto, una poesia, una storia, magari anche con un’immagine o una foto, altrimenti ci penseremo noi a trovare qualcosa che possa andar bene.

Se voleste saperne di più andate a leggere la pagina che ho dedicato sul blog  a ScrivereGiocando , oppure contattatemi via e-mail, sarò felicissimo di soddisfare ogni vostra curiosità.

E così giusto per gradire, la pagina del sito di Scriveregiocando di Natale 2012 e ScrivereGiocando_2012-Magazine su Issuu

Evvai!!! 🙂

Titolo_a

Annunci

57 pensieri su “ScrivereGiocando_2013

  1. Oh mannaggia Mari, potrebbe essere l’occasione per scriverne uno, che dici?

    Ma puoi mandare anche una storia, una poesia, qualcosa che c’entri con il Natale ma non necessariamente, potrebbero essere anche sei pensieri… pensaci, è un’iniziativa simpatica che mette insieme tanti blogger e non solo, io mi diverto a “confezionare” il Magazine, così poi può essere letto on line come un vero giornale. Vai a dare un’occhiata sui collegamenti che ho fatto.
    Pensaci. 🙂

    Mi piace

  2. Ciao, Arthur..come stai? Ti ho “intravisto” da Vento, e non potevo fare a meno di “passare” da te.
    “Scrivere giocando” mi ricorda il film “l’attimo fuggente”, in cui il nuovo insegnante invitava i ragazzi a poetare in maniera libera e spontanea.”scrivete quello che vi viene in testa..”. Mentre, tornato l’insegnante titolare..”ragazzi, la poesia deve essere lunga tot, larga tot, e la diagonale tracciata dalla prima sillaba all’ultima deve essere lunga…”. Si era tornati al vecchio sistema, ed ai ragazzi questo non piaceva piu’: la poesia non era piu’ un gioco, ne’ loro potevano esprimere liberamente i loro PENSIERI, ma era ridiventata un DOVERE, ed una IMPOSIZIONE. Scrivere giocando”, lavorare..giocando, vivere..giocando. Sarebbe l’ideale, e forse dalla nostra fronte scenderebbe… meno sudore. Ciao, Arthur 🙂

    Marghian

    Liked by 1 persona

  3. E’ bellissima questa iniziativa, ci penserò… però sono in un periodo un po’ grigio e non mi va tanto di “giocare”. Per Natale ci vogliono cose gioiose e non lugubri… Un abbraccio mitico Arthur!

    Mi piace

  4. Sì Laura, è una bella iniziativa, perché mette assieme tante anime di blogger. C’è più o meno un mese si tempo, quindi pensaci con calma, mi farebbe piacere se partecipassi, una poesia, un racconto, una storia, delle impressioni di vita, non importa cosa, purché giustamente siano gioiose e vedrai che ti varrà in mente qualcosa.

    Ciao, grazie per il mitico, ma non è un po’ troppo? 😳

    Mi piace

  5. Grazie Arthur, del lancio e della tua (indispensabile) partecipazione 🙂
    Per chi volesse partecipare:
    i contributi possono essere vari, dal racconto alla poesia, alla riflessione. Sono benvenute anche le foto e le altre forme d’arte miste.
    Il tema dovrebbe avere un’attinenza con il Natale, o il periodo natalizio, cosiddetto delle ‘feste’.
    Questo non significa che debba per forza essere svolto in modo allegro. Ognuno ha il suo modo di intendere il Natale e noi li accettiamo tutti.
    Il periodo natalizio suscita in alcuni di noi, anche un senso di tristezza o di malinconia. Mandateci i vostri sentimenti.
    Grazie a chi vorrà aderire.

    Mi piace

  6. rosy

    Simpaticissima come iniziativa e mi entusiasma molto ! Vedrò di inviare un racconto o una poesia con attinenza alla Grande Festività appena possibile.
    Grazie per la bella iniziativa !
    Un Abbaccio :)))

    Mi piace

  7. E allora aspetto che mi mandi qualcosa, tieni conto che potrebbe andare più o meno verso la metà di novembre.

    Un abbraccio a te e grazie anticipatamente. 🙂

    Mi piace

  8. Ciao Arthur. Chissa’… 🙂
    Non ho tempo, questo e’ il problema. Potrei scrivervi qualcosa di “vecchio”, una poesia magari.
    Avevo un racconto breve, dedicato ad una ragazza che mori’ tragicamente. Immaginai, per lei, il passaggio dalla vita all’altra. Descrissi il momento dell’incidente, la gente che si prodigava a soccorrerla e…nel frattempo un globo luminoso scendeva e si fermava, sospeso a pochi centimetri dal suolo. Dei ragazzi e delle ragazze uscirono dalla luce che pulsava. La gente non poteva vedere ne’ la luce, ne’ i ragazzi. Un ragazzo si avvicino’ alla ragazza morente, le tese la mano e..dal corpo di lei usci’…lei stessa, la sa anima, mentre il ragazzo la teneva per mano . “Vieni, ragazza, vieni con noi…..”. La ragazza andava via con loro, ogni tanto si voltava indietro e diceva di essere dispiaciuta e di soffrire…per gli altri, che non sapevano che ella era viva, ne’ di quanto fosse… ancora piu’ bella. Entro’, con quei i ragazzi, nella luce che si fece piu’ intensa e si levo’ fino ad una certa altezza e scomparve. Nessuno dei vivi vide la scena. Solo la ragazza, soccorsa da quegli amici, vide tutto, anzi ne era parte. Era ormai una di loro, un’anima. Il “118 soccorreva la ragazza gravemente ferita, ma un altro soccorso era in atto, ed era quello di …prendere la sua anima, e portarla in cielo.

    Purtroppo mi arrivo’ un commento di una signora che diceva: “ti scrivo solo questo:attento a come usi il suo nome…noi, i suoi familiari, non ammettiamo simili abusi…” era una sorella-forse- della ragazza. La ragazza sii chiamava Margherita, non la conoscevo, ma ella mi e’ rimasta nel cuore. Va bene che…”l’autorizzazione”, per questa donna che commento’..era piu’ importante dei miei sentimenti di amore (fraterno) per **Marghe.

    Cancellai il post, non volevo liti (anche perche’ quella era di un paese vicino al mio, e poteva venire a casa mia a lamentarsi..)

    **”Marghian”..deriva da lei, da Marghe. Ciao Arthur.

    Marghian

    Mi piace

  9. “non la conoscevi? Strano…” mi disse una amica.

    Accadde che, al lavoro, un collega disse “ragazza uccisa dal pullman….” ed aveva il giornale, io vidi la foto della ragazza, lessi l’articolo e..”questa ragazza mi restera’ nel cuore”, fu il mio pensiero. Ecco, semplicemente questo. Marghe e’ per me come fosse stata una nipotina, o sorellina…pur se non la conoscevo. “Strano”, invece no, e’ il nostro cuore ad essere…gia’, che cos’e ..il cuore? Decidiamo noi cosa provare o sentire? Credo di no.

    Il racconto, come avrai capito, faceva parte di un post dove c’era anche la foto di Margherita, presa anni dopo da un ritalgio di giornale (“ah, quella ragazza…”). Stavo imbiancando una stanza, e mentre mettevo per terra dei fogli di giornale, vidi la foto di Marghe.

    Per la verita’ non era in quel post che la “parente” mi minaccio’, ma in un altro che era intitolato: “Marghe mi ha fatto un regalo, la sua immagine”-perche’ trovai la sua foto in un foglio di giornale-. Post che non esiste piu’. A scanso di fastidi, lo cancellai.

    Marghian

    Mi piace

  10. …Il caro e dolce Marghy…. 🙂

    Ciao Arthur,
    come sai io il Natale lo cancellerei dal mio calendario…
    chiaro che on lo cancellerei dal calendario degli altri..
    ci mancherebbe.
    Quello che riesco a inventare te lo invio…
    sarebbe meglio una foto…senza parole ma
    Morena è una donna molto garbata e affascinante
    a cui non si può regalare un sorriso di assenso..
    E quindi…rimugino già dentro la mia testolina parole e parole…mancano le congiunzioni e gli aggettivi…li troverò.

    Per ora passo e chiudo…sono in stallo.
    bacioni a tutti .
    la mia Carlitasss dove sta???????????????????????????????????????????????
    la voglio!!!!

    Mi piace

  11. Scusate ma in un commento di Marghian ho letto “l’attimo fuggente” e non resisto da postare qui questa citazione (che non per niente ho messo come frase nel mio profilo in un sito in cui si parla di cinema:

    ”Qualunque cosa si dica in giro, parole e idee possono cambiare il mondo.
    Non leggiamo e scriviamo poesie perchè è carino, noi leggiamo e scriviamo poesie perchè siamo membri della razza umana, e la razza umana è piena di passione. Medicina, legge, economia, ingegneria sono nobili professioni, necessarie al nostro sostentamento ma la poesia, la bellezza il romanticismo, l’amore.. sono queste le cose che ti tengono in vita”

    Mi piace

  12. La cara e dolce vento… grazie, dolce vento.
    🙂 Ci stai ragalando un ottobre meraviglioso, Ivana. “Ci, io?”. Si’, come…vento 🙂
    Davvero sta facendo un ottobre praticamente estivo- amleno da me…-. Ciao Ventice’, ciao Arthur (scrivero’- o incollero’- qualcosa che ho gia’ scritto). Buon week enda voi tutti da…
    Marghian
    A presto 🙂

    Mi piace

  13. “Week enda”…beh, ho staccato la “a”, ma quando appre scritto “pubblicazione commento” c’e niente da fare, e mi ha lasciato “enda”. A ben pensarci questo errore farebbe piacere ad un linguista che propose di “italianizzare” le parole inglesi. Intervistato in televisione fece qualche esempio…”la parola computer, ad esempio, se la si cambia in “computère” diventa una parola italiana a tutti gli effetti, oppure “stress”, cambiandola in “stresso” ed altre ancora…”. Per “week end” avrebbe detto proprio…”uik enda”. Ciao.

    Marghian

    Mi piace

  14. Beh caro Marghian, se hai voglia inviami qualcosa che possa avere a che fare con il Natale, magari un Natale in Sardegna, qualche festa popolare, non so, pensaci.
    Ciao carissimo e buona serata. 🙂

    Mi piace

  15. Sono d’accordo con te Erik, e scusa se rispondo solo adesso, “la poesia, la bellezza il romanticismo, l’amore.. sono queste le cose che ti tengono in vita”. Hai letto le poesie che ha scritto mio padre e che trovi nella pagina dedicata in questo blog? Penso che le sue poesie rispondano perfettamente a quanto hai scritto tu. 😉

    Mi piace

  16. Giusto, Erik (ed Arthur, che conndivide). La poesia, la passione, il sentimento (romantico, bucolico, filosofico….umano) e’ qualacosa che non deve mancare, a fronte di un tecnicismo e di un pragmatismo-materialismo esasperati che, se manca la poesia, ci rende degli automi senza sentimenti. A pensarci bene e’ la mancanza di poesia e di sentimento a generare le tensioni- anche quelle politiche, oltre che di altro genere, le alienazioni…- con il risultato che l’uomo e’ totalmente schiavo del materialismo, con quel che ne consegue.

    Naturalmente ci vuole un EQUILIBRIO, non si deve essere solo poeti (per non vivere con la testa tra le nuvole) ne’ troppo tecnicistici (per non vivere SOLO di lavoro, di cose da fare..); bensi’ trovare un equilibrio, dare ad ogni cosa “la sua piu’ bella dimensione” come dice una canzone. Gia’, quale? Non importa il titolo, ma il pensiero 🙂 . Ciao.

    Marghian

    Mi piace

  17. Ciao Arthur..ah, deve essere a tema!!! Ecco xche’ Vento parlava del Natale (ho pensato, “siamo ancora ad ottobre…”). Ed io che ti ho scritto di quel breve racconto, come esempio di qualcosa che avrei potuto scrivere (il “118 spirituale”-vedansi commenti precedenti-, chiamiamolo cosi’, per Margherita eccetera eccetera). Se deve essere sul Natale, Natale sia..qualcosa m’inventero’ 🙂

    Ciao Arthur.

    Marghian

    Mi piace

  18. Oh mannaggia Marghian, non farci caso, le due tremendone, Patrizia e Ventolino, si sono messe insieme e quando avviene, mannagia… 🙂

    Comunque sia, sì, si parla di Natale. 🙂

    Mi piace

  19. Ciao Arthur!Ho in mente qualcosa che mi frulla da un paio di giorni e se mi riesce “simpatico” provo a spedirtelo.Per quel che riguarda il Natale,adoro che si ricordi la nascita di Gesù bambino,per il resto mi associo a Venticello ,lo cancellerei con una gran …folata!Ma mi piace che gli altri lo trovino bello.se c’è qualcuno che si rallegra pensando all’albero di Natale e ai regali,significa che è ancora una festa.Un Abbraccione ..one ..one

    Mi piace

  20. Tranquillo Arthur, e tranquille Patrizia e vento. Ma non ho sbagliato data (e poi un natale vale l’altro.. :lol:). Io ho scritto “natale 2012” per dire “ora mi rendo conto che il tema e’ sul Natale” e l’ho capito dopo aver letto questo, nel post: “E così giusto per gradire, la pagina del sito di Scriveregiocando di Natale ^2012 e ScrivereGiocando_^2012-Magazine su Issuu”. Ciao 🙂

    Marghian

    Mi piace

  21. Ahhhhh, “Angelo si chiamava!”-e’ un nostro modo di dire e significa “ecco, ora ti ho capito!”.,e’ perche’ ho scritto “20212”? Eh, sbagliando si impara!!! Ma chissa’ se ci sara’ ancora allora il..Natale (ammesso ke ce ne importi qualcosa). Ciao 🙂

    Mi piace

  22. Ora mi guardo bene i tasti per non scrivere numeri strani… 🙂

    Ciao, Carlitass! La navicella e’ li’ che aspetta, e stai sicura che e’ piu’ veloce della slitta con le renne di Babo Natale. Pero’ mi dovrai dire quale dicembre. La navicella funziona a “distorsione di spazio” (per sapere che cose’, leggi su internet “il motore a curvatura” od “il caso titor”) e si sposta anche nel tempo. Se vuoi, ti posso portare nel dicembre del 20212, e cosi’ vedremo che Natale sara’ 😆

    Ciao.

    Mi piace

  23. Grazie Marghian per essere andato a vedere su Issuu il magazine di Scriveregiocando, bello, che dici?

    Ma quest’anno lo sarà ancora di più, vedrai. 🙂

    Ciao e buona giornata.

    Mi piace

  24. Bellissimo, Arthur. Ora ricordo di averlo visto gia’ l’anno scorso (“io ed il Natale” di Carla, me lo ricordo bene quello scritto perche’ ^ella mi chiese, per e-mail, di darci uno sguardo.. :)specie al suo scritto.

    Non so se vi scrivero’ qualcosa sul “mio” Natale, la cosa mi limiterebbe un po’ (lo festeggio sempre allo stesso modo, a pranzo da un fratello, a cena con amici….). Credo che scrivero’ considerazioni piu’ generali. Includendoci, magari, qualcosa su come io sento il Natale.
    Credo nello “spirito del Natale”, perche’ sperimento su me stesso che, sotto Natale, mi sento effettivamente piu’ allegro (di poco, per fortuna…se fosse di molto sarei un triste, non vi pare? 🙂 ).

    Chi ha scritto “il natale io lo cancellerei…” Vento? Il Natale deve restare, se non altro non si lavora, e nemmeno il giorno dopo…e ti pare poco? 🙂 Ciao.

    Marghian

    Mi piace

  25. @ Ilie6: certo che hai un po’ di tempo, diciamo fino al 20 novembre? Lo so, non è tanto, ma dobbiamo mettere insieme tutto il materiale e ci occorre un po’ di tempo per farlo e poi Morena vuole pubblicare per fine massimo primi di dicembre.

    Aspetto quindi tue notizia.

    Grazie e ciao. 🙂

    Mi piace

  26. Ho appena inviato. Fammi sapere.
    Ancora grazie a te e a Morena e complimenti per l’iniziativa che dà un senso maggiore al nostro scrivere sul web.
    Ciao 🙂

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...