Accetta quel che c’è di buono!

Stasera sono un po’ confuso, ma credetemi il fatto che normalmente non ci ho capito niente non c’entra assolutamente.

L’altra sera ho visto un bel film e ad un certo punto la protagonista dice ad un suo amico una cosa bellissima, che al momento mi era piaciuta e basta, ma poi ripensandoci l’ho trovata così vera e al tempo stesso così improbabile che per tutta la sera non sono riuscito a togliermela dalla testa.

La frase, più o meno, diceva così: accetta quello che c’è di buono!

In effetti, se ci pensate, dovrebbe essere per ognuno di noi naturale farlo, ma invece non è proprio così, a volte si è più coscienti del male che del bene, ci si crogiola nel dolore senza però la speranza di risorgere e allora, a questo punto mi domando, cosa è che non va in noi?

A volte quando sono insieme ai miei amici ridendo e scherzando ci si prende in giro per come siamo per esempio al mattino, di quello che è il nostro approccio con la nuova giornata, vengono fuori tante di quelle cose che si potrebbe compilare una lunga lista di abitudini, le più disparate, le più creative, ma con sempre un fattore comune: quelli contenti e quelli, diciamo così incazzati? Sì, direi proprio di sì.

Eppure al solo pensiero di essersi svegliati dovremmo essere tutti contenti; cosa c’e di meglio se non aver aperto ancora per una volta gli occhi? L’inizio di una nuova giornata potrebbe essere un modo come un altro per mettersi alle spalle le malinconie del giorno precedente, e invece, niente, c’è gente che se per caso la tocchi o soltanto le rivolgi la parola, reagisce come una iena in gabbia e giù improperi e Q.A. (Quant’altro!)

Poi ci sono quelli sempre scontenti anche quando vivono una vita decorosa senza tanti problemi, ogni occasione è buona per lamentarsi, per desiderare qualcosa di più e ovviamente prendersela con gli altri perché non l’hanno. Quelli che quando l’incontri hanno sempre un viso corrucciato, manco avessero sulle loro spalle le sventure del mondo intero e se chiedi loro “come va? “ rispondono sempre che potrebbe andar meglio; a questo proposito mi viene in mente un mio vecchio amico che quando gli si chiedeva come stava, lui dopo averti guardato con apprensione, rispondeva sempre “Insomma, così, così.“

Ma lui a quanto sembra lo faceva per scaramanzia, perché gli altri, vedendolo felice chissà.

“Accetta quel che c’è di buono!“

Vi rendete conto che se solo dovessimo prendere alla lettera una piccolissima parte di queste parole, saremmo tutti un pochino più sereni?

Evvabè, a furia di parlare non mi ricordo più cose volevo dire, ma forse anche in questo c’è qualcosa di buono.

F.to: Nonno Archimede, detto anche Archi.

©_Copyright

Annunci

29 pensieri su “Accetta quel che c’è di buono!

  1. saggio e se ci pensi logico! va di pari passo con il ringraziare, un atto a dir poco illuminante… mentre ringrazi infatti consideri e comprendi più in profondità “quel che c’è di buono”
    (e porta anche bene: energia positiva richiama eventi positivi)

    Mi piace

  2. Sai che c’è Arthur..siamo talmente presi a voler vedere realizzati i nostri sogni che tutto quel che di buono ci passa davanti agli occhi non lo vediamo..non lo consideriamo..

    Bella domanda..cosa c’è che non va in noi??..non ho la risposta credimi
    Bisognerebbe fare un giretto di tanto in tanto in una casa di riposo..poi vedi come ti torna il sorriso e la voglia di vivere..perchè solo lì ci si rende conto che la vita è un dono prezioso da non sciupare..possibilmente.

    Dici bene..già solo il fatto di svegliarci ogni giorno sani è motivo di sorriso..invece come mettiamo il piede giù dal letto cominciamo a pensare all’ufficio, a quell’appuntamento che semmai eviteremmo se potessimo e l’entusiasmo si smorza..Usciamo di casa che siamo già incacchiati…

    Senti un pò….se ti facessi una promessa??
    Da domani è di rigore il sorriso…indossato ogni giorno come si scende dal letto..che ne dici?

    Potrei farcela…i tanti problemi in fondo si possono superare mentre una giornata vissuta nel grigiore non la si più più recuperare!!

    Mannaggia di una mannaggina….come dice il tuo amico Alan!!

    Mi piace

  3. Beh che dire, Nonno Archimede come sempre fa sfoggio della sua saggezza, ovviamente “sfoggio” l’ho scritto in maniera positiva, perché ha ragione. Però tante volte ci si sveglia la mattina contenti di avere un’altra giornata da vivere (io ringrazio sempre ogni mattina di essermi svegliata, ehm in effetti veramente manco dormo se devo dire la verità, ma questo è un altro discorso), però ciò non toglie che per il resto si possa essere sm……. proprio perché si deve andare in un luogo che non si ama molto, vedere persone con le quali non ci si trova più bene ecc ecc.
    Si, bisogna accettare quel che c’è di buono, ma si sa che spesso prevale il lato negativo delle cose e così giorno dopo giorno si arriva al punto di perdere anche il sorriso e di non riuscire più a vedere il lato negativo. Allora bisognerebbe resettare tutto quanto e dirsi: ora basta, ricomincia a camminare e a voltare la testa solo se ne vale la pena, solo verso ciò che ti fa stare bene. Il tutto ovviamente senza evitare di guardare quello che di brutto c’è nel mondo e che nel proprio piccolo si può cercare di migliorare. Eccallà, come sempre quando mi dilungo poi mi attorciglio da sola nelle mie parole e faccio un caos tremendo!!!! Vabbè, penso comunque di aver espresso ciò che penso!!! Salutone dalla casinista… Pat e un bacione all’adorabile Nonno Archimede

    Mi piace

  4. Questo nonno Archimede deve essere un saggio…simpatico. Alla prossima Arthur ( vieni da me , sul mio post ”Come un sogno”vedrai qualcosa che sono sicura ti piacerà. ) Isabella

    Mi piace

  5. @ katinkawonka: sai che hai perfettamente ragione? Infatti una delle cose più difficili per le persone è dire grazie, semplicemente grazie e c’è tanto di buono in questa parola.
    Grazie! 😉

    Mi piace

  6. Non voglio sembrare strano a tutti i costi, ma io come tu sai – non perché mi hai visto, ma perché ti ho fatto la capa così sull’argomento… 🙂 – mi alzo sempre con il sorriso sulle labbra, non penso alla giornata, ci penso dopo quando esco, anche se ho passato una notte insonne, magari un po’ acciaccato, ma sempre di buon umore. Era così mia madre, mio padre, mio nonno, insomma, gran parte della mia famiglia e forse questo in un certo senso mi è servito come esempio, mettici poi che non amo piangermi addosso e men che meno amo sentire gli altri che lo fanno, è solo la voglia di vedere un po’ di positivo, in una vita che spesso ci “regala” momenti tutt’altro che positivi, ma proprio per questo bisogna reagire.

    E poi, sai, sono sempre stato così è vero, ma ho capito il valore della vita quando ho visto che si può morire anche da giovani, quando hai ancora tutto da scoprire davanti a te.

    (…)

    Cosa mi lamento a fare quindi? Ogni giorno è una nuova scoperta, qualcosa in più che mi è stato regalato e sorrido a questo, cerco e trovo quello che c’è di buono e me lo tengo stretto stretto.

    Sì, hai ragione, una giornata vissuta nel grigiore è difficile recuperarla. Da domani un sorriso, ma per te non è un problema, sorridi già e questo è quel che conta.

    Mannaggia di una mannaggiosa mannaggina che più mannaggia di cosi, mannaggia non si può. 🙂

    Mi piace

  7. No, cara Patrizia, non hai per niente incasinato il discorso, anzi, hai reso perfettamente l’idea. E infatti hai ragione, quando si arriva a vedere tutto negativo vuol dire che è anche arrivato il momento di fermarsi per cercare di ricominciare, magari da dove non si stava poi tanto malaccio.
    Sì, l’ambiente di lavoro, le preoccupazioni, i rapporti con le persone, la mancanza a volte di gratificazioni, tutta quella serie di problemi che ci aggrovigliano in una spirale dalla quale non sempre si riesce a uscire indenni, sì, capita ogni giorno e forse anche più volte al giorno, ma c’è sempre un ma nelle cose e prima di tutto la voglia di volersi un po’ di bene, cosa che non bisognerebbe mai perdere di vista.

    E volersi un po’, dico un po’ di bene, significa vedersi proiettati in un’ottica che lasci delle vie d’uscita, da cercare quindi, perché significa con una parola per niente bella sopravvivenza, che poi diventa una strada dove le salite e le discese sono un’inevitabile percorso a ostacoli che possono essere superati se solo se ne ha voglia, forza e convinzione, o quanto meno provare a farlo.

    Ti sei mai messa davanti allo specchio e guardandoti dire che ce la puoi fare? Quante volte capita di vestirsi al mattino e non trovare le cose giuste da mettere e invece quante volte capita l’esatto contrario, cioè sentirsi a posto, persino quasi belli, a posto con se stessi? E’ da lì che incomincia tutto, da quella piccola nota positiva che ti da la carica, per un attimo magari, ma alle volte gli attimi sono più interminabili di ore, mesi e anni interi.

    Cogli l’attimo, ma sempre tenendo conte di te stessa.

    Un bacio tremendona e, vabbè, ‘notte! 🙂

    ps: Nonno Archimede ringrazia! 🙂

    Mi piace

  8. Tutti dovremmo adottarlo come motto giornaliero…”Accetta ciò che c’è di buono” !!! ci sarebbe senz’altro più serenità, hai detto bene! Ci si rende ancora più conto di quanto sia importante tutto questo quando si è passati attraverso esperienze negative o dolorose . Non ci rendiamo conto , ma sono tante le cose buone che abbiamo in regalo ogni giorno , i sorrisi , svegliarsi ogni mattina, poter camminare in mezzo alla gente senza timore, liberamente ( almeno finora…) .

    Caspiterina , sarà colpa dell’ora tarda,ma comincio a sentirmi tanto ” grillo parlante ” Finisco e vado a dormire ..che è meglio , sorrido ..
    Ri..abbraccio ciao Arthur
    notte ..otte :)))

    Mi piace

  9. liberadidire79

    io vado a periodi….
    periodi in cui il sorriso mi si legge sia sulla bocca che sugli occhi e altri periodi in cui non c’è un raggio di sole nemmeno a pagarlo oro….
    mi sto autoanalizzando…cercando di capire che tipo di automatismo mi scatta dentro da farmi cambiare umore….oddio…in realtà forse lo so…ma non voglio crederci, voglio credere di essere capace di superarlo, ma forse l’unica soluzione per me è “starci lontana”.

    Mi piace

  10. Credo capiti a tutti Mari, e purtroppo la vita giornalmente non sempre ci offre l’opportunità di sorridere. Bisogna provarci però ed è senz’altro un buon punto di partenza. 🙂

    Mi piace

  11. Calo

    🙂
    Accettare quel che c’è di buono è compiere un atto di onestà, con se stessi prima ancora che con gli altri. E’ ammettere che il risvolto della medaglia esiste (anche se spesso ci ostiniamo a tenerla sempre da un lato) e che il bicchiere mezzo vuoto ci dice che siamo in riserva ma NON A SECCO!
    Permettimi di donare a te e ai tuoi lettori un pensiero che mi accompagna ormai da qualche anno:

    Ama la vita con tutta la gratitudine che puoi e non fuggire davanti alle sue sfide. Cerca di vivere un po’ al di sopra delle tue capacità e scoprirai che son più grandi di quel che pensavi.

    Ciao Arthur, buona giornata! 🙂

    Mi piace

  12. Frase che racchiude una chiave importante. Prendere quello che c’è di buono NON significa accontentarsi, significa apprezzare il buono e il bello che comunque abbiamo e che spesso nemmeno vediamo, presi come siamo dai grandi traguardi.
    Un convinto like per questo post!
    🙂

    maria Rosaria

    Mi piace

  13. Puff puffff…questa chiusura col lavoro mi riempie tutto il tempo, anche oggi giornata piena 😦
    ..c’è di buono che tra qualche settimana, avrò tempo per riposarmi e organizzare il tempo libero a mio piacimento :))
    Vado a prepararmi una cioccolata calda , poi se la palpebra non mi cala prima, vado a leggere a letto !
    Buona notte Arthur ..a domani :)))

    Mi piace

  14. Bellissimo questo pensiero Calo, che condivido in pieno. In fondo vuol dire di volersi un po’ di bene, oltre che a credere in se stessi.
    Grazie, grazie davvero. 🙂

    Mi piace

  15. Si Maria Rosaria, vuol dire proprio quello che hai detto e le cose buona accanto a noi, vicino a noi e dentro di noi ce ne sono tante. E’ anche l’approccio con se stessi che deve cambiare, in fondo correre per raggiungere ciò che non sempre ci fa star bene non è la scelta migliore.
    Grazie per il convinto like che, proprio per questo lo accetto con tutto il cuore.

    Ciao, passo a trovarti. 🙂

    Mi piace

  16. Beh cara Rosy, questo significa che tra un po’ starai con la gamba a cavallo? Mannaggia, che fortunella che sei!!!

    Scherzo dai, spero invece che sia il tempo giusto per te. Uhmmm che odore di cioccolato fondente, arrivo!!! 🙂

    ‘notte, a domani. 😉

    Mi piace

  17. ah ah ah manca non molto e poi ..tutta vita e rock&roll !!1

    Eggiaaaà..No, prima qualche giorno di reaset e relax poi si vedrà!! :)) Oggi torta Margherita, te ne preparo una fetta per quando arrivi…
    ‘Sera notte più sorriso

    rosy

    Mi piace

  18. …ho fatto la carrellata….ma non vedo la mia Carlitasss…sarebbe stato interessante leggere il suo commento.
    da parte mia posso dirti che le cose belle le vedo, le godo e le annuso. Son così rare che non potrei metterle in secondo piano!
    So però che si pagano a caro prezzo, questo si.
    Ce la metto tutta a far si che queste meteore abbiano una lunga scia luminosa e lunga lunga.
    Ma tu ormai mi conosci abbastanza bene da sapere che la vita l’ apprezzo in tutto il suo splendore e in tutte le sue ombre.
    Sono una persona fortunata…si. Perché avrei potuto tante cose e bene…ma ne ho fatta una sola: mia figlia. Ti pare poco?
    Sorrido perché il meteo sta dicendo che su tutta l’Italia tira un forte vento… che voglia dire qualcosa?..e chi lo sa….

    Sei sempre così garbato Arthur…
    la foto l’avevo vista…hai colto l’infanzia più bella ed io mi commuovo…
    Volevo scrivere una bella sfuriata stile vento, ma questo post non me lo permette…e fuori l’aria è così grigia e tira vento…
    baci grandi grandi a nonno Archimede.
    vento

    Mi piace

  19. Buona nuova settimana, uomo scomparso nel nulla ahahahha
    Lo so, lo so, sei impegnatissimo e hai ragione!!
    Io sto sbroccando e di brutto anche con tutte queste normative del cavolo che non si decidono a dare come definitiveeeeeeeeeeeee…. ehm ehm pardon, ho alzato un pochetto la voce, chiedo venia 😛
    Ciaooooooo, smackkkkkkk
    Pat

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...