8 marzo 2014

Nonna Clelia_a

Di certo non era una donna mite, malgrado fosse di corporatura minuta era energica, ma al tempo stesso tenera, un po’ al di sopra delle righe per certi versi e con alcune persone, ma mai senza l’ironia che le apparteneva, sapeva farsi valere e soprattutto sapeva far valere il suo essere donna malgrado i tempi, dove di certo la considerazione dell’universo femminile non è che fosse un granché.

E della mia nonna Clelia che sto parlando e questo è un suo ritratto tipico dell’epoca e lo dedico a tutte le donne.

mimosa

Buon 8 Marzo a tutte Voi!

Annunci

15 pensieri su “8 marzo 2014

  1. Grazie mille! È un pensiero gentile. Le cose sono un po’ cambiate dai tempi di tua nonna ma non abbastanza e spero che con il tempo le cose migliorino ancora. Buona notte. Laura

    Mi piace

  2. Calo

    le Donne che hanno vissuto tra fame e sacrifici ci tramandano valori quali la dignità, l’abnegazione, il coraggio. Donne così mi rendono orgogliosa di essere donna.

    Mi piace

  3. Silvia

    Che bella signora elegante che era tua nonna!
    Altri tempi comunque, anche se oggi le donne non sempre sono tenute giusta considerazione. Grazie Arthur, buon fine settimana. 🙂

    Mi piace

  4. laurapozzani

    Grazie Arthur, davvero gentile e gradito questo tuo pensiero. Donne come la tua nonna sono state un esempio importante per le figlie e le nipoti, meritano davvero riconoscenza e un omaggio.
    Sai sorprendermi sempre, non sei mai banale. Grazie ancora, tanto. Un abbraccio.
    (terza) Laura (della compagnia) 🙂

    Mi piace

  5. Ciao Arthur ,gentilissimo e dolce il pensiero che hai scritto .
    Ho gradito molto anche vedere la foto della tua nonna . Ha un’ espressione dolce, familiare e fiera. Mi ricorda molto la mia maestra 🙂 che da bambina è stata come una seconda mamma per me . Sono stata malata per un paio d’anni quando andavo alle elementari e di conseguenza assente dalla scuola, ma lei mi ha sempre seguita come se la frequentassi di persona , e le sono sempre stata molto grata per questo . E’ bella la tua nonna, immagino ti assomigli un po’ ( sorrido ). Io ho conosciuto solo la mia nonna materna, aveva un carattere spartano, ma simpatico e socievole un po’ al di sopra delle righe ( come dici tu) ! Essendo figlia unica con lei passavo buona parte dei miei pomeriggi quando ero a casa da scuola . Il suo nome era Corinna .
    Grazie caro Arthur per questo carinissimo pensiero che fa onore a tutte le donne.
    L’ augurio di una brillante e serena settimana 🙂

    Ti abbraccio forte !!

    Mi piace

  6. l’Otto Marzo era una giornata dedicata a Voi Donne, per cui faccio un unico commento per ringraziarvi di essere passate.
    Purtroppo e malgrado di tempi, siamo ancora lontani dall’aver raggiunto una consapevolezza, ma spero che non sia mai troppo tardi.

    Ciao e grazie.

    Mi piace

  7. Laurè

    mi chiedo solo se le nuove leve conoscano,al di là della mimosa, la storia tragica di quelle donne in Inghilterra, arse vive nella fabbrica (chiusa dal padrone) soltanto perchè chiedevano condizioni di vita più umane…
    Ho recentemente letto un vecchissimo libro di Oriana Fallaci “il sesso inutile” dove si parla della situazione delle donne in America cinquant’anni fa…
    Mi piacerebbe sapere il vostro parere…
    Al di là di tutto: GRAZIE Arthur..anche se un po’ in ritardo…

    Mi piace

  8. Scusa il ritardo, gli auguri me li prendo comunque, sono validi tutto l’anno, giusto? 🙂
    E che bella immagine, le foto di tempi passati hanno un grande fascino, come le donne che hanno saputo sempre fronteggiare le situazioni a loro contrie, e che hanno saputo farsi valere come tua nonna.

    Mi piace

  9. Ciao Laurè, mi hai un po’ trascurato ultimamente, mannaggia. 🙂

    Non ho letto il libro di Oriana Fallaci, ma provvederò subito e poi magari ne riparliamo.

    S^, la festa della donna non è solo mimosa, ma molto di più, soprattutto in un’epoca, la nostra, dove sembra sia cambiato ben poco nel rispetto e nellla dignità delle persone.

    Grazie a te. 🙂

    Mi piace

  10. Grazie Fulvia, mia nonna era un tipo tosto sotto quell’apparente fragilità, e credo sia quello che manca a tante donne purtroppo, così come manca a tanti uomini la coscienza di considerarle delle persone e non oggetti da plasmare a loro uso e consumo.

    Brutta quella storia della madre che ha pugnalato le tre figlie, brutta davvero.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...