Che cosa strana!

Salice

Alta, bionda, un bel viso, circa venticinque anni, giaccone di pelle e pantaloni, e senza essere troppo appariscente, con un incedere elegante. Ero fermo al semaforo e lei lo stava attraversando. Mette le mani in tasca, e prende un pacchetto di sigarette. Toglie prima la carta trasparente e poi quella argentata, le butta con disinvoltura per terra, mette la sigaretta in bocca e l’accende.

Il semaforo era ancora rosso e così sto un attimo a guardarla assorto nei miei pensieri.

Elegante sì, molto bella e anche fine ma, purtroppo per lei, maleducata: la strada è di tutti e se ognuno buttasse una carta per terra, chissà che spettacolo dopo.

E in quanti lo fanno!

Annunci

65 pensieri su “Che cosa strana!

  1. Se non fosse stata elegante, bella e fine….. sarebbe stata anche altre cose oltre che maleducata… Non dico per te, ma in linea di massima è così.
    Comunque concordo, se tutti facessero così cammineremmo tra tunnel di immondizia, sempre che qualcuno si prenda la briga di fare i tunnel.
    Ciao, Pat

    Mi piace

  2. L’ho descritta com’era perché è proprio vero che l’abito non fa il monaco, come si suol dire e da quel poco che ho visto, una delusione unica.

    Mi piace

  3. L’abito non fa il monaco… e sapessi quanti corrispettivi maschili ci sono! Si possono tirare a lucido e griffare quanto vogliono, rimangono cafoni col cuore.
    Io una volta uscii con uno stramiliardario, devo dire pure gran bell’uomo, che mi venne a prendere con un macchinone lungo da qui a laggiù, non ti dico che interni, tutto tirato a specchio. A un certo punto tira fuori un pacchetto di caramelle, prende l’ultima, ammucchia il pacchetto, apre il finestrino e lo butta di fuori: segato per sempre, se ne vada alla ricerca di coatte sue pari, cui brillano gli occhi per il macchinone, il “pacco”, e non fanno caso ai suoi modi e ai suoi “se sarei”.

    Mi piace

  4. laurapozzani

    Un applauso te lo meriti proprio per questo post… mi hai anche strappato un sorriso. Sapessi quanta gente così circola per il mio paese, gente che perché abita in centro, ha fatto degli studi e porta abiti di firma si ritiene in diritto di pontificare su tutto e poi… appunto si comporta così maleducatamente .. grrr… io proprio non li sopporto. Un abbraccio. 🙂

    Mi piace

  5. È una bella cosa il fatto che tu abbia notato questa cosa: alla maggior parte degli uomini non interessa, basta che una donna sia bella e tutto le è permesso; sarà che forse sono maleducati anche loro… Laura

    Mi piace

  6. alta , bionda, bella e “Svetlana” , ma che cafona !!! Ma casa sua è abituata così ??? Grrrrr…:-/ Ho notato anche che sono sempre di più le donne che fumano rispetto agli uomini e soprattutto per strada. Mi hanno sempre infastidito un po’ le donne che fumano per strada.. eppure non sono affatto bacchettona anzi !!! secondo me , lo fanno solo per darsi un tono , anche se alcune sono delle cozze paurose 🙂 .Sarà che io non fumo …. A Lucerna ( svizzera tedesca) 25 franchi di multa e alla seconda volta la multa raddoppia e i vigili sono lì pronti a fartelo notare. Ma li , si sa, sono crucchi ! Qui no…purtroppo .

    Un bacione da una tipa bonsai , che però non butta cartacce
    :)))

    Mi piace

  7. Caro Arthur ma questa è la prassi purtroppo. Magari entrasse in testa alle persone che la strada è di tutti e che l’educazione è una questione di civiltà. Si vivrebbe in un altro mondo. Un abbraccio Isabella

    Mi piace

  8. Realista il tuo commento Isabella, purtroppo è davvero così qua. A parte la questione di mancanza di civiltà, servirebbe anche meno menefreghismo segnalando la cosa , e più cultura da parte di chi insozza! In questo modo, forse sarebbe veramente un altro vivere!
    Un abbraccio e buona notte 🙂

    Mi piace

  9. Calo

    Che cosa strana l’educazione
    amabilmente dimenticata dalle persone,
    spesso disconosciutà ad ogni età
    nonostante ce l’abbiano insegnata mamma e papà.

    … e la cosa più brutta è che, molto spesso, non ci si rende nemmeno conto del male che facciamo a noi stessi e agli altri con comportamenti del genere!
    Buona giornata Arthur, a te e ai tuoi ospiti!

    Mi piace

  10. È vergognoso! Assistere a certi comportamenti mi fa salire i nervi.. Quasi quasi sarei intervenuta facendole raccogliere quanto appena gettato a terra. Peccato che tutti, allo scattare del semaforo verde, mi avrebbero maledetta -.-

    Mi piace

  11. Non so se scriverti nel commento di quanto sei stato bravo per il tuo modo di scrivere (onestamente mi aspettavo la nascita di una storia … 😀 ) o commentare in riferimento al comportamento delle persone. Opto per la prima ipotesi, mi concentro sulla tua bravura!

    Mi piace

  12. @ Diemme: l’abitudine a buttare le carte per terra è abbastanza diffusa tra le persone, soprattutto dalla macchina, quindi nulla di nuovo, ma forse bisognerebbe rimettere nelle scuole l’Educazione Civica, chissà che non cambi qualcosa. 😉

    Mi piace

  13. Sì cara Laura, l’abito non fa il monaco ed è una verità incontrovertibile, l’unico problema è che queste persone pensano di ripulirsi l’anima e la coscienza con l’apparenza, cosa del tutto sbagliata, come dire che signori si nasce non si diventa. 🙂

    Mi piace

  14. @ Sweetmilla123: beh, era impossibile non notarlo e poi io sono un tipo un po’ particolare in questo senso, non mi lascio incantare dalle apparenze.

    Mi piace

  15. Oh mannaggia Rosy, un tipo bonsai? Che simpatica che sei. 🙂

    In effetti molte donne fumano e tra l’altro da quando ho smesso di fumare, ormai da quasi cinque anni, le noto di più, ma se lo si fa tenendo conto degli altri, niente di male.

    Ciao Rosy, buona domenica. 🙂

    Mi piace

  16. E’ vero Godot, dalle piccole cose si conoscono le persone, ma tralasciando i difetti, che li abbiamo tutti, certi gesti soprattutto oggi, sono incomprensibili.

    Mi piace

  17. Sai una cosa Calo, che non so fino a che punto certi genitori insegnano queste cose ai propri figli. Ho visto bambini buttare per terra di tutto e i genitori lì impassibili, quindi… 🙂

    Buona domenica a te cara Calo e salutami la mia bella Sicilia. 🙂

    Mi piace

  18. Mi fa piacere Veronica leggere il tuo commento, tu sei giovane e dimostri nel caso ce ne fosse bisogno, che non tutti i giovani sono così. Credo che prima di ogni cosa è il rispetto per se stessi che dovrebbe smuovere la gente per dei comportamenti un po’ più civili. In fondo la tipa in questione se non si cura di cosa buttare per terra e del perché, probabilmente è disposta a vivere in un letamaio e credo che sia questa la cosa più triste.

    Comunque non sarebbe servito a nulla dirle qualcosa, pensi che avrebbe capito? 🙂

    Mi piace

  19. Ahimè, purtroppo non credo che a queste persone far notare dei loro comportamenti sbagliati possa servire a qualcosa… Ma quantomeno avrebbe riflettuto un attimo sulla sua azione e si sarebbe sentita in imbarazzo davanti a tutti. La lezione dell’umiliazione l’avrebbe certo afferrata.

    Mi piace

  20. Che cafona!
    Concordo con Scrutatrice (e più volte l’ho fatto in spiaggia, inseguendo chi aveva “scordato” lattine e sacchetti vari,restituendoglieli: diventano paonazzi.), La cosa più odiosa resta la gomma da masticare, indelebile. Nella mia auto c’è di tutto e di più in attesa di essere buttato. La sett scorsa, attendendo mio marito in un posteggio, ho fatto pulizia di carte, cartine, depliants, scatoline, foglie, cicche, ecc. Mi sono guardata attorno e non ho trovato nemmeno l’ombra di un cestino dove buttare il raccolto. L’ho fatto arrivata a casa. Devo sentirmi un’eroina??

    Mi piace

  21. Calo

    Purtroppo fanno scalpore i maleducati… ma ci sono ancora i genitori che insegnano le buone maniere!
    La Sicilia ricambia i saluti! 🙂

    Mi piace

  22. Credo che più che senso civico la signora cara Dora mancasse completamente di buona educazione e buon senso aggiungo.

    Ciao, anche se in ritardo, buon pomeriggio. 🙂

    Mi piace

  23. Cara veronica hai ragione, ma c’è una cosa che secondo me è importante, le persone si sentono a disagio se si rendono conto di ciò che fanno. Chi fa le cose per abitudine, passato il primo momento lo rifà di nuovo purtroppo.

    Mi piace

  24. Ho fatto una vacanza bellissima a Lampedusa Maria Rosaria e all’Isola dei Conigli, una bellissima spiaggia tutta bianca che tra l’altro è protetta, c’erano dei giovani volontari che passavano con delle lattine vuote e le davano a chi fumava appena arrivano nella spiaggia. Allora fumavo anch’io e la cosa mi parve bellissima. Tieni conto che anche da fumatore, non incallito qual’ero, non ho mai buttato la cicca spenta sulla spiaggia e quanto meno l’ho infilata nella sabbia. Credo che se tutti facessimo così, le nostre spiagge sarebbe molto ma molto più pulite.

    Mi piace

  25. alanford50

    Caro Arthur, tu mi perdonerai se approfitto di questo spazio per fare i migliori auguri a tutti i papà. AUGURI…..

    Mi piace

  26. Arthur.. luminoso giovedì a te !

    Ehmm mi sono ricordata solo oggi che qualche giorno fa era la festa di Alessandra..esssiìì anche la ragazza va …invecchiando ( sorrido sorrido ).Un bacione a Te e un altro alla carissima Ale
    🙂

    Mi piace

  27. io invece ci riempio le mie borse! poi appena trovo il cestino zac si svuotano 😀
    non sopporto pure io questa maleducazione, come non sopporto chi sulla soglia di un negozio senza voltarsi lancia la sigaretta accesa (ehm ho sfiorato il rischio di questo incidente troppo volte), chi sputa per terra, chi lascia cadere il chewingum, chi non raccoglie… ehm meglio finire qui! ma che abitudini abbiamo noi italiani??

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...