*** Facciamo pace?

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

“’giorno!”

“ uhmmm! “

   “Perché fai il muso”

“Beh, dovresti saperlo perché e poi, come mai me lo domandi?”

 “Così, ti stavo guardando e allora… però devo dirti una cosa, quando t’infiammi sei desiderabile eh, lo so, ti sembrerà strano, ma quando ti vedo così, da un lato ti torcerei il collo e dall’altro, uhmmmm, mi fai venire delle strane idee in testa, anche nei momenti meno impensabili, mannaggia. “

“ Maddai, mi stai prendendo in giro? “

   “ No, no, assolutamente no.”

“ Detto così non è che mi convinci molto, c’hai un’aria…”

   “Eddai con quest’aria,  facciamo la pace?”

“Perché, abbiamo litigato? O forse vuoi litigare per fare dopo la pace?”

“Come siete complicate voi donne, insomma, volevo dire che mi dispiace che non ci siamo capiti e poi tu alle volte parti per la tangente.”

“Io? Ecco, vedi come sei, la colpa è ancora mia. “

  “Ma no, ma no, ma no, cosa hai capito, ecco, vedi che non ci capiamo; però quando t’infiammi… “

“ E già, alzo la voce, non prendo fiato e dico le cose attaccate una all’altra “

“ No, beh, sì, in effetti è così, ma anche se non ti vedo t’immagino rossa in viso che gesticoli come una forsennata e sei così anche quando… hihihiiiiiiiiiiiiiiiiii!!! “

“Ma smettila di fare il leccone, smettila, e poi non è vero che sono uguale a quando… beh, forse sono rossa in viso quello sì, ma non gesticolo, anche perché mi piace se lo fai tu. Evvabè, non gesticolare, cosa hai capito e poi smettila di sorridere e di guardarmi con quegli occhi da cockerino che poi fai venire la voglia anche a me. Eddai, smettila, uehmmm, sei tremendo!“

“Io? E cosa sto facendo, ti stavo soltanto ascoltando e ovviamente guardando, ma come mai sei rossa in viso e gesticoli come una forsennata?”

“Maddai, spetta, ho perso il filo. Perché stavi parlando di far pace? “ 🙂

*** Questo pezzo, dedicato ovviamente, l’avevo scritto nel lontano 2009. Mi è venuto in mente e allora, beh, lo dedico a tutte le donne.

‘nnagg…!!!

Annunci

39 pensieri su “*** Facciamo pace?

  1. Arthur, la prima cosa che mi viene in mente è che sai scrivere magnificamente i dialoghi… lo dico per deformazione professionale, è la prima cosa che noto infatti, e poi tanti aspiranti scrittori che mi contattano sono carenti proprio lì, nei dialoghi, io dico sempre allora che il dialogo secondo me è il “ponte degli asinelli” 🙂 … perchè pochi lo superano.
    ma mettendo da parte l’analisi professionale che, per il mestiere che faccio, mi viene spontanea… che cosa vuoi dirci, Arthur? 🙂
    uso il voi, perchè tu dici che questo post, scritto originariamente per una persona un po’ di anni fa, lo vuoi dedicare oggi a tutte le donne…
    ecchevvorddì?, diremmo a Roma (nota bene: tutte le consonanti raddoppiate!)
    anch’io ti ringrazio e ti ossequio, al modo di Patrizia di cui sopra, perchè appartengo anch’io al sesso femminile e quindi se tu me lo dedichi io non posso che dirti grazie… 🙂
    epperò… resto interdetta…
    nostalgia? malinconia? l’ultima zampata di aprile, mese crudele che azzanna la memoria e il cuore?
    è questo che prova il tuo spirito oggi, 29 aprile 2014, che hai voluto tirar fuori questo “Facciamo pace”?
    con chi o con cosa ti vuoi riconciliare?
    ricordati che ogni lungo cammino inizia sempre da un primo passo, e che nessuna riconciliazione può nascere se non nasce per prima dentro il nostro cuore.
    perchè è il nostro cuore il cuore di tutto.
    è il mio augurio per te, Arthur.
    pace e serenità al tuo cuore.
    un amichevole saluto, e a presto 🙂
    Maria

    Mi piace

  2. Wow Maria, che complimentone che mi hai fatto!!! GRAZIE, e lo scrivo tutto maiuscolo perché è un grazie che viene dal cuore e poi giusto oggi mi è stato detto che il mio è un blog che non ha nulla di speciale, perché spesso parlo di cose senza alcuna importanza, persino di ricette mannaggia ( 😳 ) ed io che invece credevo di aver tirato su un blog tutto speciale, mannaggia di una mannaggissima, direbbe il mio amico Alan!!! Evvabè, me ne farò una ragione. 🙂

    Scherzo ovviamente, ma il complimento me lo prendo a piene mani, visto che non è cosa di tutti i giorni, appunto.

    Ma tornando alla tua domanda, perché lo dedico a tutte le donne? E’ presto detto, non c’è un detto che dice che l’amore è bello se è litigarello? Credo che un rapporto uomo donna debba cibarsi – nota bene che parola uso… 🙂 – d’ironia, a volte si gioca per riprendersi, un passetto lo fa uno, un passetto lo fa l’altro ed è, secondo me, l’unico modo per comprendersi, la molla per quel “camminare insieme” – parola che mi è molto cara – che in un rapporto a due è fondamentale. Voi donne spesso siete più lineari rispetto a noi uomini e, cosa non meno importante, sempre alla ricerca del confronto, cosa che invece noi uomini cerchiamo di meno.

    E allora, se si litiga, perché non rifare pace scherzandoci un po’, aprendo l’anticamera dell’amore? E’ quello che ho pensato quando ho scritto questo dialogo e forse l’ho scritto così bene (grazie ancora per le tue parole) proprio perché mi piace giocare in certi momenti; in genere dopo un’arrabbiatura, passato l’attimo, sono sempre il primo che porge la mano, ma perché non amo i musi lunghi, non amo le liti, ciò che ho raccontato non potrebbe capitare tra un uomo e una donna che si amano? E magari un bacio, un abbraccio o chissà cos’altro (…) serve per fare la pace?

    Altro che se serve.

    Lo dedico alle donne perché in certi momenti siete la nostra “condanna”, ma come fare senza di voi? 🙂

    Giochiamo un po’, un sorriso fa sempre bene, non credi?

    Mi piace

  3. Beh che dire dopo un post così ….Divertente , simpatico e bravissimo per come lo hai scritto, e ti ringrazio una cifra per averlo dedicato alle donne ma come dice Maria dove sta il trucco ?? 🙂
    Uhmmm non la racconti giusta mi sa ! ( rido e sorrido )
    ( il modo di fare della ragazza mi ricorda una cara persona …) 🙂

    Ri..buon pomeriggio Arthur caro

    Mi piace

  4. grazie Arthur , faccio la sfacciata e lo dico a nome delle donne : Ti ringrazio per la Tua sensibilità e per quel “vedere avanti ” che non è da tutti , ma è merce rara ! Quel litigarello ..nella coppia è il sale che da quel pizzico di sapore in più, poi quando si fa pace non c’è niente di più bello che sorridersi anche per un nonsense ..un semplice bacio o l’abbraccio diventano improvvisamente bellissimi. Apprezzo molto l’ironia nella coppia per me è importantissima ..una “spolveratina d’ironia e tutto funziona meglio
    :))
    ari..ri.. ri pomeriggio !!

    Mi piace

  5. Maddai Patrizia scherzavo. 🙂

    Ma la finisci di darmi del lei? Guarda che vendo da te e ti rubo la fetta di tortina che ti ha dato Rosy se non la smetti, dispettosa che non sei altro. 🙂

    Mi piace

  6. “Una spolveratina d’ironia e tutto funziona meglio” Verissimo Rosy, vedo che siamo dello stesso parere, ma vale anche nell’amicizia, anzi, guai se non ci fosse, sarebbe tutto più grigio.

    A proposito, per favore Rosy non dare nessuna fetta di torta a Patrizia perché fa la dispettosa, promesso? Poi, vabbè, cerco di far pace anche con lei. 😆

    Mi piace

  7. Arthur, in linea di massima sono d’accordo con quello che tu dici… però mi gira e rigira nella mente che… tu non me la racconti giusta 🙂

    ora sono qui che aspetto che finisca di lievitare il panetto di pasta con cui sto per fare la pizza (a proposito, tu che sei un goloso – a quanto vedo – di tanti dolciumi, ti accomoderesti al mio desco stasera? c’è pizza a volontà 🙂 ) e così aspettando ed aspettando i tempi di lievitazione, rimugino sulle tue parole… non me la racconti giusta!!!

    lo stato d’animo che ti ha fatto tirar fuori, riesumare, quel vecchio post di 5 anni fa… è quello che a me interessa e che invece tu non mi dici…
    non lo dici a me e non lo diresti neppure sotto tortura, credo.
    in questo hai ragione quando affermi che noi donne siamo più lineari e più portate al confronto e voi uomini invece no, infatti voi svicolate sempre 🙂

    ma non voglio insistere, l’amicizia è bella perchè è larga e generosamente ammette tutto, anche la reticenza… un po’ però lo ammetto che volevo stuzzicarti, perchè è una cosa che mi piace molto stuzzicare… litigare no, non mi piace assolutamente, litigare è pesante e invece ci vuole leggerezza nelle cose della vita, maneggiarle con cura, soprattutto i sentimenti, che sono la cosa più fragile… e allora sì, stuzzicare va bene, quel modo di litigare un po’ per finta che poi, come dici anche tu, finisce in un abbraccio, in gesti di compiuta tenerezza… qui sono assolutamente d’accordo con te 🙂

    e ora dimmi, ma chi è che ti ha detto oggi che il tuo blog non è niente di speciale?

    parlare della vita significa allora parlare di cose senza importanza? e quali sarebbero le cose piene di importanza? l’economia, la Borsa, le prodezze dei politici?

    a me, che frequento da una vita (non per scelta ma per mestiere) persone che si prendono molto sul serio, con un ego grande come una casa, piace tanto entrare nelle tue stanze dove respiro un’aria che mi allarga subito la bocca a un sorriso…

    un sorriso fa sempre bene…. dici tu.

    e io sono molto, molto d’accordo.

    ora torno alla mia pizza, la lievitazione volge al termine… tra poco inforno tutto e idealmente aggiungo un posto anche per te, signor Arthur, alla mia tavola 🙂

    Mi piace

  8. laurapozzani

    Che bello questo testo caro Arthur, tu non sai come arrivi ad hoc per me in questo momento! Ti ringrazio anch’io per la dedica… è vero che noi siamo un po’ così; purtroppo però io non conosco molti uomini così come te (forse nessuno?), disposti sempre a tendere la mano per primi… mi imbatto sempre in musoni rancunosi che la tirano per le lunghe, mannaggia che barba!! Ma sei tu che fai parte di una specie rara o sono io che ho molta sf…ortuna? Beh, comunque mi hai fatto sorridere alla fine di una giornata che per me è stata molto pesante sotto vari punti di vista,,, uff!
    Grazie davvero tanto, come sempre. Dolce serata. 🙂

    Mi piace

  9. Mannaggia Maria, mi hai fatto ridere come un matto, aspetta, da dove incomincio?
    A sì, dal dolce. Devo confessarti che sono un Siculo atipico in questo senso, amo molto di più il salato che il dolce, a meno che non si tratti di cioccolato, e allora non scendo a compromessi. Pensa che ricordo ancora una torta che mio zio, quand’ero piccolo, era solito comprare, di sfoglie di cioccolato ed era stupenda. Già solo a vederla era una goduria e a mangiarla ti lascio immaginare, semplicemente divina, tant’è che la ricordo anche a distanza di tanti anni.

    Per il resto, quindi la tua pizza è cosa assai gradita, se poi fatta in casa ancora di più, e magari sopra ci metti la scarola e qualche acciughina, oltre ai pomodorini e la mozzarella di bufala, o no? 🙂
    Sul perché abbia riproposto questo mio testo è subito spiegato, stavo… beh, forse un po’ di mistero non guasta, che dici?

    ‘nnagg…!!! 🙂

    Chi mi ha detto che il mio blog non è nulla di speciale? Semplicemente chi dicendomelo ha affermato che il suo era più bello, semplice no? Rido sai su questa cosa, ma solo perché non mi tocca per niente. Amo la competizione, ma solo se porta dei buoni frutti e poi per natura non guardo mai nell’orticello vicino per vedere cosa fa, ho già abbastanza fa fare nel mio, come si può vedere da queste parti. Sono fiero del percorso che ho fatto, scorrendo le mie pagine, commenti compresi, soprattutto, si scopre un bel cammino comune, tanti hanno scritto nel mio blog e a tanti ho dato la possibilità di farlo perché un gioco è tale se si gioca in compagnia e infatti sono venute fuori delle belle storie scritte a più mani e vuoi che non sia orgoglioso di questo? Tantissimo! Sì, parlo della vita, ma solo perché la conosco nelle sue molteplici facce e varietà, a volte non proprio belle, a volte tragiche. E cerco di farlo con semplicità, perché la vita è fatta soprattutto di cose semplici, di piccoli particolari che spesso passano inosservati. E allora anche una coppia seduta su di una panchina o due vecchietti al supermercato che si tengono per mano, parlano della vita. Io li guardo, a volte con gli occhi della tenerezza e se ci riesco, racconto di loro e ho raggiunto il mio obiettivo. Il blog per me è un momento di confronto, ci sono state tante belle discussioni, tra queste pagine c’è il racconto di questo mondo che di virtuale, secondo me, ha ben poco e sono felice che tutto ciò sia avvenuto proprio qui. Non è questa vita?

    A volte ci s’incontra e non sempre si è felici dei successi degli altri, ma questo succede anche nella vita reale, niente di nuovo quindi.

    Mannaggia, adesso che ci penso è da un po’ che non si vede Nonno Archimede, vado a chiamarlo, chissà che non ci parli di un bel sorriso.

    E poi, cos’è che mi chiedevi? Ah, già, del perché questo post.

    Dunque… mannaggia, dov’ero rimasto? 🙂

    ‘notte!

    Mi piace

  10. Grazie Laura, sempre molto cara con me, ma sei sicura che non ci siano uomini che non sono musoni e rancorosi?
    ‘nnagg… vengo a trovarti e faccio loro un bel discorsetto, che dici?

    E vista l’ora, dolce notte a te. 🙂

    Mi piace

  11. ”non c’è un detto che dice che l’amore è bello se è litigarello? Credo che un rapporto uomo donna debba cibarsi – nota bene che parola uso – d’ironia, a volte si gioca per riprendersi, un passetto lo fa uno, un passetto lo fa l’altro ed è, secondo me, l’unico modo per comprendersi, la molla per quel “camminare insieme”

    Bel post, dedicato all’altra metà dell’universo, eccomi che mi ritrovo nuovamente seduto sulle sponde del mio sacro fiume a rimirar l’umano scorrere, che dire del tuo post, se non, che è bello ed anche veritiero nell’espressione dell’ironia dell’eterno gioco del rincorrersi, una visione a cui fatico abituarmi perché come tu ben sai io non amo la parola ne la degno di grande considerazione, specialmente la dove utilizzata a scopi di reciproca comprensione, una dote che purtroppo non le riconosco.

    Come più volte ho affermato, per me, le persone sono come miriadi di piccole isole alla deriva nell’immenso mare, isole obbligate dalla propria natura a sfiorarsi, a guardarsi e nel tentativo di parlarsi a scambiarsi i reciproci bisogni di esprimere i propri sentimenti, ma, proprio perché isole in mezzo al mare, sono condannate come da una tremenda maledizione ed un infausto destino a potersi sfiorare solo per pochi preziosi attimi, troppo pochi per permettere una vera reciproca comprensione, siamo condannati unicamente a sfiorarci e a cercare di tradurre le miriadi di sensazioni e pensieri in parole, per far sì che in quel breve attimo l’incontro si palesi, attimi, attimi che amiamo cercare di estenderli oltre l’effettiva capacità del tempo, e poi da brave isole torniamo a fluttuare nel solitario mare, convinti, magari, di avere infranto anche per un solo istante quella barriera che da sempre ci separa e che nel suo dividerci ci rende isole.

    Et voilà, come sempre parto per la tangente, ma finisco per ritrovarmi in angoli che non mi ero prefissato di esplorare, ma è ampiamente risaputo che a noi ultra millenari questo è da sempre concesso, perdona i miei voli pindarici.

    Ciaooo neh! Alla prox.

    Mi piace

  12. laurapozzani

    Ultimamente la vedo un po’ come Alan anch’io… se non ci fosse Arthur a farmi ancora sperare che le cose possano andare anche in un altro modo… Buona giornata e grazie Arthur per tirarmi sempre su il morale. 🙂

    Mi piace

  13. 🙂
    ma che carino, dolce e garbato questo post! E grazie per la dedica:-)
    Che, in fondo è vero, sai? noi donne siamo deliziose e desiderabili anche quando litighiamo e se stiamo a litigare con un uomo che poi ci tende la mano, che smorza le nostre sfuriate ormonali con l’ironia, con lo scherzo e ci disarma con la pazienza, la fascinazione, la delicata sensualità…beh, la fiaba è fatta. E dico -fiaba- perchè di uomini così ce ne son pochini, …’nnagg..!

    Mi piace

  14. Beh Arthur una fetta di ciambella l’ho tenuta per Pat, anche se dapprima non la voleva più.. ma dopo aver sentito il profumo !! Oggi c’è un tempo schifo sembra novembre grrrrr…. Stasera pizza con acciughe e qualche pomodorino che avevo ancora nel frigor, poi mozzarrella , parmigiano, olive…insomma di tutto un po’ ! Ehiii leggo che anche Maria ha fatto la pizza.Chissà, se le uniamo poi ce le mangiamo assieme , sarebbe simpatico no ?? Oppsss ogni tanto amo fantasticare, ma l’idea sarebbe ottima ! :)) A proposito vino bianco o birra con la pizza ??
    A più tardi caro Arthur

    Mi piace

  15. Ti ringrazio tantissimo Rosy. Sempre se ci arrivo a questa sera, sono nei guai con il lavoro, è da questa mattina che non mi funziona niente di niente e non riesco a inviare le varie richieste, documentazioni ecc. ecc. Ho i nervi a fior di pelle, scoppioooooooooooooooo
    Smack, Pat

    Mi piace

  16. Si carissima, ci sono riuscita, tra un brontolamento e l’altro (chiamiamoli così che è meglio hihihi). ma caspita che tirata ho dovuto fare. Ti ringrazio molto!! Buona notte a te 🙂

    Mi piace

  17. Sì lo so Rosy che hai tanta ma tanta ma tanta pazienza con l’Arthur, ma è un periodaccio, non so da dove incominciare e così le care amiche come te ne fanno le spese.

    Perdonato? 🙂

    Mi piace

  18. Esssssiiiii La Rosy ha una pazienza certosina…..ma come si fa a non perdonare all’Arthur !!!

    E poi mannaggina sono spesso in ritardo anch’ io in questo periodo …

    Ti abbraccio e alla prossima e nn lavorare troppo ..
    vado a dormire ..che mi cala la palpebra ( sorrido )
    A domani
    😉

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...