Eccoci, ben arrivato 2016!

Eccoci

E così il nuovo anno è incominciato, senza tanti buoni propositi per il 2016 o recriminazioni per il 2015. Normalmente.

Come scrivevo da un’amica blogger appena conosciuta, in genere mi lascio guidare dal mio Carpe Diem, anche perché sono sicuro che in ogni caso non cambierebbe nulla lo stesso.

Un sorriso sempre, compiaciuto nel vedere quel bicchiere mezzo pieno, ma già lo sapete, non è una novità.

Oggi più di una volta ho sorriso tra me e me; in mattinata ascoltando un signore abbastanza anzianotto – ma non dicono che l’età rende saggi? – urlare inferocito insultandolo pesantemente in un parcheggio contro un altro signore che senza volerlo, io testimone, giurin giuretto, gli stava fregando il posto. Ho sorriso per la stupidità della gente, di come s’infervora per un non nulla, e per quanta poca considerazione ha del suo prossimo. C’è di peggio, mi veniva da dirgli, ma ho l’impressione che non avrebbe capito, preso com’era nel difendere lancia in resta le sue banalissime stupide ragioni mattutine.

Poi ho sorriso vedendo il sorriso accogliente della signorina che prendeva le ordinazioni da Giovanni Rana, anche questa non è una novità e infatti ci torno sempre volentieri proprio per questo, e poi ancora, visto che nel centro commerciale dov’ero andato a mangiare c’era il mondo intero, mentre con il vassoio in mano cercavo un posto per sedermi, un’altra signorina con ancora il boccone in bocca si è alzata pregandomi di prendere il suo posto.

Il suo era un sorriso quasi timido, è persino arrossita nel dirmelo, ma dopo averle detto più volte che aspettavo che finisse, l’ho ricambiato con gratitudine.

Quanto fanno bene queste cose!

Basterebbe poco nella vita per condividere qualcosa con gli altri, e incominciare l’anno nuovo con un sorriso, una gentilezza, fa bene all’anima.

Sì, decisamente!

Ancora Buon Anno e… buon blog ovviamente.

Dimenticavo, domani è l’Epifania e allora voglio farvi leggere una letterina che avevo scritto tanto tempo fa e che, ahimè, è ancora attuale assai assai.

“Cara Befana… 6 gennaio 2009”

Ps per Patrizia: ‘nnagg… Patrizia, ho pubblicato la foto di due volatili di cui non conosco il nome e men che meno la specie, tu, da brava naturalista, sei bravissima a fare le foto agli animali, potrai mai perdonarmi per aver osato tanto? 

ari_’nnagg…!!! 🙂

Annunci

30 pensieri su “Eccoci, ben arrivato 2016!

  1. Maddai, di cosa dovrei perdonarti? 🙂

    Ho fatto il collegamento apposta a dire il vero, ma se ci pensi, sia quello di allora che quello di oggi, parlano della stessa cosa. 🙂

    Mi piace

  2. Non sarebbe una cattiva idea Martina e sono sicuro, da brava Toscana Fiorentina DOC, che prepareresti qualcosa di buono, quindi ringrazio sempre con un sorriso, ma mi sa che dovrò accontentarmi di un semplice piatto di trenette al pesto senza aglio che preparerò con le mie “manine” e magari, vuoi favorire? 🙂

    Mi piace

  3. Aurore2014

    Sì caro Arthur, basterebbe davvero poco ma ormai non mi illudo più… io continuo a regalare sorrisi, ma vedo sempre meno gente che fa lo stesso, sempre meno buona educazione e sempre più cattiveria e stupidaggine proprio come quella del signore che hai descritto nel post… tutti se la prendono con tutti per cose di nessuna importanza, mentre la gentilezza, le buone maniere, la generosità sono sempre più rare.. Anch’io vorrei tutte quelle cose belle che hai chiesto alla Befana allora come oggi ma non mi faccio illusioni. Tuttavia questo non significa che io rinunci ad essere come sono e a credere nell’amicizia, anche quella della rete dove si trovano ancora persone bellissime come te. Un bacione e buona serata. 🙂

    Mi piace

  4. Hai ragione Arthur, basta davvero poco per star bene con gli altri, anche un sorriso, la lettera alla befana e’ stupenda, un abbraccio grande, buona settimana, 🙂

    Mi piace

  5. Il 2016 è arrivato già da 5 giorni e tu gli dai il benvenuto ora?? Umm sempre in ritardo, sempre…
    Comunque, a parte questo particolare, io di buoni propositi proprio non ne ho fatti, tanto alla fine non vengono mai mantenuti per un motivo o per un altro. Recriminazioni? Tante, ma poi alla fine non servono a niente, perché quel che è stato ormai non si cambia. Quindi poche ciance e dritti per la propria strada, senza voltarsi tanto indietro, altrimenti si rischia di sbattere contro un palo hihihihi.
    Dunque, tu chiedi a me che uccelli sono quelli della foto??? Ma che fai, mi pigli per i fondelli??
    Lo sa anche un bambino che è una coppia di anatra, un germano reale e la sua compagna.
    Mah….occhi che questa notte arriva al Befana e magari….. chissà…..

    Mi piace

  6. Elle

    Buon anno Arthur, fatto di sorrisi e di meno stupidità possibile fra la gente che ci circonda.
    I vecchietti sono i più aggressivi: penseranno “ho sofferto tutta la vita, mo’ basta”? penseranno “se ne approfittano perché sono vecchio? si sbagliano!”? A volte secondo me non si rendono nemmeno conto delle loro reazioni, oppure semplicemente sono sempre stati così.
    Io come te torno appena posso nei posti in cui so che le persone sorridono sempre, a volte perché è il loro lavoro, è vero, ma fa comunque piacere.
    Ciao ciao 🙂

    Mi piace

  7. Il liked per quello che hai scritto ora,
    condvisi le stupide arrabbiature e i sorrisi regalo che fanno tanto bene,
    per la letterina del 2009
    e per il duetto con Diemme. Straordinari!

    Mi piace

  8. …….dopo la faticaccia che ho fatto stanotte fuori al freddo a consegnare carbone e dolcetti , mi sarei aspettata almeno un augurio, gli anni passano e cominicio ad essere s..croccante quando mi alzo la mattina !! Scherzi a parte, ai miei tempi la befana non usava molto , qui arrivava S.Lucia ed era una vera festa alla mattina …io che sono sempre stata pigra ad alzarmi la mattina , il 13 dicembre ero già sveglia alle 6 , tanto che in punta di piedi andavo giù in cucina a vedere cosa aveva portato la Santa . Caro Arthur ho letto entrambi i tuoi post ,mi sono piaciuti tutti e due , sono deliziosi , sensibilissimi. In questo mondo dove tutto sta diventando sempre più complicato vivere, qualche episodio di cortesia e gentilezza esiste ancora , per fortuna, qualcosa del genere è successo pure a me , nei giorni scorsi . Ti abbraccio e Auguri di cuore ….
    da una befana ad honorem :))

    Mi piace

  9. Mia cara Aurore, non bisogna mai smettere di credere nelle buone maniere, nella gentilezza, a condividere con gli altri anche le cose semplici, che poi è il primo passo per cose molto più importanti.

    La gente, alcuni, sono maleducati e forse anche un po’ cattivi, ma non è colpa loro, a volte è la vita che li ha resi così, ma in ognuno di noi c’è del buono e riuscire a tirarlo fuori, oltre che un’impresa, potrebbe essere anche un obiettivo vincente.

    E ovviamente, buona serata con un sorriso, ma che dico, dippiù, dippiù. 🙂

    Liked by 1 persona

  10. Eddai Patrizia, non me ne fai passara una mannaggia. 🙂

    Sì, lo riconosco, sono un po’ in ritardo, ma aspettavo l’occasione dell’arrivo della Befana e… a proposito, sarà poi arrivata? 🙂

    Mi piace

  11. Ma sai una cosa Elle? MI sono sempre domandato come mai alcune persone non più giovanissime, siano così incattivite, e probabilmente la vita non sarà stata generosa con loro, ma non è una buona scusa per prendersela con gli altri, non credi? Nel caso specifico, quello che ho raccontato, sembrava che quel signore avesse paura di perdere qualcosa e infatti stavo quasi andando da lui per dirgli di stare calmo che non era il caso. Non avrebbe capito.
    Evvabè. 🙂

    Mi piace

  12. Quel periodo, Maria Rosaria, quando ancora non avevo il blog e soggiornavo, notte e giorno ( 🙂 ) nel blog di Diemme, è stato fertilissimo, è lì che ho inventato il mio “Nonno Archimede”, che poi ho continuato dopo avere aperto il blog, a volte ci si sfidava, io, Diemme, Elle, Anto, Panirlipe, e altri ancora, a suon di sonetti, e credimi era un vero piacere. UN bel salotto accogliente, dove prima di ogni cosa si respirava la voglia di conoscersi, di scambiare non soltanto sorrisi o momenti simpatici.

    Poi abbiamo continuato qui sul mio blog. Beh, Diemme mi ha insegnato come fare il blogger, e le sono grato per questo. Ma come dicono i sacri testi, qui lo dico e qui lo nego. 🙂

    Mi piace

  13. Dalle mie parti non si usava la Santa Lucia, ma c’era il Natale che da solo faceva di tutto e di più. Eppoi, maddai, Rosy, Befana ad onorem? No, non ti ci vedo nei panni della befana, capelli lunghi scompigliati e scopa compresa.

    Ma non ero passato per gli auguri da te? Ma certo che ero venuto, mi hai fatto venire il dubbio. 🙂

    Buona continuazione allora, con un abbraccio forte forte.

    Mi piace

  14. Aurore2014

    Sono d’accordo con quello che dici, ma bisogna cominciare con i bambini a tirar fuori il loro meglio.. è quello che cerco di fare ogni giorno nel mio lavoro. Dolce notte caro Arthur con un sorriso “dippiù” 🙂 😉

    Mi piace

  15. alanford50

    Oooooooooo (leggasi come una sorta di “O” di profondo stupore), 2016 anno nefasto che potrebbe anche sfociare in una sottoforma e/o sottospecie di sventura, è iniziato proprio male, dopo aver qualche tempo fa scoperto che babbo natale e la befana non esistono e che non c’è certezza sulla parabola di Gesù bambino (quello che porta i regali), cosa vengo a scoprire ” è lì che ho inventato il mio “Nonno Archimede”” quindi anche lui non esiste, teribbbbile, questa potrebbe essere la fine del mio credere nell’umano, nel divino è da un po’ che ne ho perso il senso e lo slancio, non so quanto tempo ci vorrà per consentirmi di poter convivere nuovamente con l’essere umano, ore, giorni, mesi, anni, se non addirittura secoli, ma in fondo che importa, tanto io di tempo ne ho a bizzeffe, sono immortale, l’ultimo degli highlander, e magari in un lontano tempo a venire potrò scoprire che l’uomo del futuro sovvertirà il passato tornando a regalarci, fede, speranza e perché no anche la carità, non resta che aspettare, ma n fondo che importa, tanto io di tempo ne ho a bizzeffe. Buon anno a Voi miseri esseri mortali, vittime del tempo troppo breve che non vi permette di avvedervi della semplice verità che vi circonda, condanna ed opprime….. HAHAHAHA (leggasi risata semidiabolica, tipica degli highlander attempati).
    Ciaooo neh! (Da interpretare come antico e tipico saluto di origine celtiche delle popolazioni del profondo nord/ovest laddove scivola il camoscio, fischia il vento ed urla la bufera e soprattutto laddove del doman non v’è certezza (tranne che per me ovviamente, tanto io di tempo ne ho a bizzeffe)).
    Buon 2016 a tutti/e.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...