Eccoci di nuovo insieme!

Agosto_2016

Ricordate il famoso ritornello di qualche anno fa “Apri la bici, chiudi la bici”?

Beh, come ogni anno si è riproposto, ma le vacanze sono ormai finite ahimè, detto con un pizzico di nostalgia e il piacevole ricordo di giornate passate nella spensieratezza, tra chiacchiere fra amici, passeggiate in riva al mare, rilassanti nuotate e tante cose belle da vedere, preso com’ero tra mare, mostre, mercati e mercatini vari.

Infatti, è proprio con queste immagini che voglio salutarvi, una piccola galleria, un po’ di ironia e tanta voglia di condividerle con voi.

Ciao e ben ritrovati!

©_Copyright

Annunci

33 pensieri su “Eccoci di nuovo insieme!

  1. Aurore2014

    Bentornato caro Arthur e grazie per aver condiviso queste bellissime immagini! Eh sì, le vacanze sono già finite ma chi le ha vissute nella gioia e nel relax porta con sé le emozioni che lo aiuteranno a riprendere con energia rigenerata il lavoro.
    Un abbraccio.
    🙂

    Mi piace

  2. Bentornato, lieta di sapere che hai goduto appieno delle tue vacanze 🙂
    Ho guardato con piacere il filmato delle foto e ho capito una cosa che mi ha aperto gli occhi sul perché spesso non sei “soddisfatto” delle foto che sto facendo per quel lavoro…
    La nostra visione della fotografia è totalmente diversa, ovviamente lo so che è normale, ognuno ha il proprio “occhio”. Molte delle foto che hai inserito io non le scatterei mai, i soggetti non mi attirerebbero e questo è bello a mio parere perché così abbiamo la possibilità di vedere tante cose diverse, tanti tipi di scatti, tanti modi di percepire emozionalmente ciò che ci circonda.
    Ultimamente io sono molto attirata dal soggetto “bambini” ma per educazione e rispetto non scatto foto ai piccolini che mi piacciono, alle loro smorfie, ai loro giochi, me ne beo guardandoli ed emozionandomi tantissimo. La scorsa settimana ho fatto una “gita” durante la quale ho incontrato tantissime persone e ovviamente c’erano anche tanti bambini. Beh ad un certo punto non ho resistito, ho chiesto ad una mamma se potevo fotografare i piedini del suo bambino nella carrozzina, poi le ho fatto vedere gli scatti precedenti che avevo fatto per dimostrarle che avevo unicamente fotografato i piedini e non il viso del piccolino, in modo da poterle usare senza creare nessun problema. Come ben saprai per pubblicare foto di bambini ormai serve un permesso scritto dei genitori e trovo che sia giusto!
    Urca, ho scritto parecchio direi, pardon 🙂
    Di nuovo bentornato, io per ora sono ancora ferma, foto ne faccio ma non ho voglia di proseguire con il blog, non so nemmeno io perché, forse tornerà quando meno me lo aspetto, chissà. Faccio tantissime foto, ma non ne sono mai soddisfatta completamente, mi sembrano tutte scontate, piatte… bohhhhhh non saprei come descrivere la strana sensazione che provo quando le guardo. Vabbé dai, come solito ho dato i numeri, ci vivo quotidianamente, forse sarà per questo che normalmente anche quando potrei con due parole lasciare un saluto, mi ritrovo alla fine ad averne scritte un mare o forse oggi avevo solo bisogno di sfogare, scrivendo, il groppo che ho nel cuore e ho beccato te, aripardon…..
    Niente paternali, mi raccomando, passerà, passerà anche questa!!! 🙂
    Bacione, Pat

    Mi piace

  3. Sì mia cara Aurore, le emozioni aiutano a riprendere le energie, diciamo che bisogna saper staccare, altrimenti il percorso, lungo e faticoso, lo sarà ancora di più.

    Ben ritrovata anche a te. 🙂

    Liked by 1 persona

  4. Grazie Patrizia, ma tu le vacanze le hai fatte? Uhmmm, mi sa tanto di no, visto che d’estate lavori, mannaggia. Per quanto riguarda le foto, sì, meno male che ognuno di noi ha un suo personale modo di vedere le cose, nelle foto soprattutto. Io amo i ritratti e anche questa estate ne ho fatti tanti, una bimbetta in modo particolare, ma come tu sai, preferisco non pubblicarli per ovvi motivi.
    Per il resto, in queste vacanze mi sono divertito a fotografare ogni cosa mi venisse a tiro di obiettivo e, credimi, mi sono divertito un mondo. Beh, lo vedi nel filmato, che infatti è un piccolo collage di cose strane e impensate, ma ho fotografato anche molta architettura, arte varia, sculture in modo particolare, ma dedicherò un post sull’argomento, quindi vedrai.

    Per il resto, prenditi tutto il tempo che hai voglia, ci sono momenti in cui, il blog in particolar modo, non soddisfi come prima, ma vedrai che tutto tornerà come ai bei tempi, con le tue bellissime foto e con le tue meravigliose poesie.

    Io aspetto fiducioso, ma questo tu lo sai.

    Un bacione carissima, a presto. 🙂

    ps: nel blog fotografico ho postato un bel ritratto, o almeno credo. 🙂

    Mi piace

  5. Niente male questo video, mi fai venire voglia di realizzarne uno che racconti in modo analogo le mie vacanze e le tante cose belle e curiose che ho incontrato girovagando su e giu’ per l’Italia. Ma ormai e’ tempo di tornare in ufficio e quindi ho paura che non ce ne sara’ il tempo. Vediamoci! PS: qualcosina pero’ ho avuto modo di raccontarla sul mio blog, ciao!

    Mi piace

  6. Bentornato anche a te caro nipotino, sono venuto a vedere sul blog e… ma sei impazzito? Mai visti così tanti post tutti insieme. Ma tranquillo, verrò a commentarli, uno per uno. Ma scusa, quando passi a WordPress?

    Mi renderesti le cose più facili, mannaggia. 🙂

    Comunque ho visto che hai VISTO parecchie cose belle questa estate, magnifico.

    Un bacione e a tutta la famiglia e a presto. 🙂

    Mi piace

  7. Sì gli aquiloni erano stupendi e soprattutto liberi di volare nel cielo. 🙂

    Grazie per il bentornato.

    Ciao Laura (sono ancora con la tua torta negli occhi, mannaggia. ) 🙂

    Mi piace

  8. Antonella

    Bellissimo ! Mi hai fatto venire un’idea ….. penso che tra qualche mese mi aiuterai a fare una cosettina …. ^__^

    Bentornato !

    Mi piace

  9. ‘nnagg… Emanuela, sono già stanco di essere tornato, dici che è grave?

    …bellissima la Toscana… L’ho “vissuta” tanto tempo fa, quando c’era ancora il dolce far niente, l’essere spensierati e si era solo alla ricerca di cose inutili ma, che ti facevano star bene dentro. Firenze, studiavo, cazzeggiavo, facevo finta di essere impegnato, tra barriere e bicchieri di chianti, tra sogni ad occhi aperti e realtà inaspettate. E poi, le colline del Chianti, i fegatelli e il prosciutto tagliato con il coltello ed ancora tanti, forse troppi brindisi, sempre alla salute di qualcuno. Quante volte a Montepulciano (avevo ottime referenze, una fidanzata doc), e poi il pansanto, la bruschetta con il pane abbruscato a fuoco vivo, con l’olio nuovo ed uno spicchio d’aglio strusciato sopra, i pici al sugo di carne e ovviamente conditi con un bicchiere di vino “Nobile di Montepulciano”…

    …che stretta è la via, lunga è la fune, dite pure la vostra che ormai ho quasi detto la mia…

    🙂 🙂 🙂

    Liked by 1 persona

  10. Vorrei poterti credere cara Emanuela, ma mi sa che ne passerà ancora del tempo prima delle prossime ferie, ma visto che sono un sognatore, le penso, intensamente anche e chissà che magari… 🙂

    Liked by 1 persona

  11. Esatto, caro Arthur, a me piace pensare usando un po di fantasia che l’estate e le vacanze durino per sempre dentro di noi…😊 se lo vogliamo, prendendo la vita con un po di leggerezza forse…

    Mi piace

  12. La vita andrebbe presa sempre con leggerezza, dove un sorriso alle volte è la giusta risposta. E riuscirci, non è poi una cosa impossibile, anzi, con un po’ di fantasia come dici tu, s’aggiustano tante cose. forse… 🙂

    Liked by 1 persona

  13. Maddai Sol, che burlona che sei, non ti ricordi quella canzoncina
    “ ♫ Apri il lucchetto della bici, chiudi il lucchetto della bici, apri il lucchetto della bici, chiudi il lucchetto della bici! ♫ ”

    Che tra l’altro mi avevi risposto più o meno così:
    Chiudo il lucchetto della bici ed entro nel mio orticello.
    Tutta presa dalle zucchine e dai pomodori non guardo spesso fuori (dal mio orto).
    Me ne pento.
    Ho trascorso l’agosto fra conserve di pomodori e zucchine sott’olio. In questo preciso momento in pentola bolle la marmellata di fichi.
    Se sei goloso di quest’ultima, oltre che della cecina… apro il lucchetto della bici, salto in sella e te ne lascio un barattolo sotto l’ombrellone.

    Ma le zucchine non le ho trovata mannaggia, e pensare che ci avevo fatto così tanto affidamento che le sto ancora aspettando.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...