*** Il Peperoncino

Sì, l’articolo sulle vacanze all’insegna del’arte è quasi pronto, ma lima che ti lima, nell’attesa vi lascio in compagnia di Nonno Archimede e con un suo vecchio racconto che alcuni di voi conoscono già.

© arthur
photo © arthur

Avete mai guardato una piantina di peperoncini per vedere come fanno a crescere?

Non prendetemi per matto, io sì, ho giusto comprato una piantina questa estate dal mio fiorista di fiducia e dopo aver tolto tutti i peperoncini già maturi, quelli rossi per intenderci, l’ho messa in un angolino del mio terrazzo, nell’attesa che ne crescessero altri.

E così il miracolo si ripete.

Spunta per primo un piccolo fiorellino bianco che, pur restando piccolo, man mano cresce, fino ad aprirsi come un ombrellino.

Che meraviglia!

Sta lì due o tre giorni e nel frattempo al suo interno s’intravede una “puntina” verde, e così il fiorellino da bianco diventa un po’ per volta marroncino chiaro chiaro, praticamente si secca.

Il peperoncino sta per crescere e si fa spazio tra i petali ormai appassiti ma, non li abbandona del tutto, mantiene una corolla in cima, quasi fosse una collana. Avete presente il costume hawaiano? Praticamente uguale (…), una specie di ricordo delle sue origini, che a guardarla, vien quasi da ridere.

Raggiunta la dimensione di tre o quatto centimetri, si ferma e appare in tutta la sua bellezza, verde, lucente, sodo e tronfio, fiero di essere anche lui lì a fare bella mostra di sé.

Tre o quattro giorni al massimo e si colora di rosso; le sue paretine in alcuni punti di sgonfiano e da turgido assume una forma più complessa, in una parola quasi più creativa, si curva, alle volte addirittura su se stesso e se lo si lascia ancora sulla pianta, dopo un po’ cade: è praticamente pronto.

Volete mettere un peperoncino appena colto dalla pianta e mangiato con un filo d’olio e un pezzetto di pane croccante?

Una delizia!

Vi domanderete come mai vi racconto tutto questo ed è presto detto. Un po’ essendo ormai vecchietto, ho tanto tempo da perdere, quindi cerco di passarlo come meglio posso e, un po’ perché guardare la natura aiuta a guardare intorno a noi, come dire che ci si accorge del vicino di casa, non per quello che fa e per quello che è, ma come persona che ama, che soffre, insomma, che esiste.

Evvabè, direte voi, anche questa volta nonno Archimede ha detto la sua e dicendola non ci ha capito nulla, ma tant’è… (…)

                    F.to: nonno Archimede, detto anche Archi.

Annunci

10 pensieri su “*** Il Peperoncino

  1. Uso il peperoncino nel sughetto, poco, mio marito invece lo mette ovunque, pizza, insalata, carne, pesce, e’ un peperoncino dipendente, 😀 un abbraccio grande, 😉

    Mi piace

  2. Adoro Nonno Archimede, lui sì che sa scrivere bene e coinvolgere il lettore.
    Eh sì, lui sa farlo, lui…. hihihihih

    E poi tu caro Arthur, non venire a brontolare che non passo più dal tuo blog, come vedi ho cercato di recuperare il tempo perso e che non mi ha dato la possibilità di seguirti come meriti.
    Una cosa è certa, le tue foto sono sempre particolari, hai un “occhio” che sa cogliere bene certi particolari, ovvio che non mi riferisco alla pianta dei peperoncini ma alle tue foto in genere, anche se non sempre siamo d’accordo su ciò che fotografi, non posso negare le tue capacità.
    E beh, io certe foto che tu hai scattato non le farei mai, come ovviamente tu non faresti mai quelle che scatto io e che spesso sono veramente insulse e non trasmettono granché. E non dire che non è vero, perché le critiche alle mie foto io me le faccio sempre e ci azzecco, eccome se ci azzecco ahahahahha
    Ciaooooooooo!!!!

    Mi piace

  3. In effetti Nonno Archimede… Sì ho visto che sei venuta a commentare tutti i post precedenti e ti rinrzio per questo, tu sei una ” voe” stoica qui sul blog, e senza i tuoi commenti mi sembrerebbe mancasse qualcosa, mannaggia. Manca anche Ivana, Alan, Carlotta, e tanti altri ancora, ma credo sia il periodo.
    Evvabè, vedremo.
    Per le foto ne abbiamo già parlato, tu sei bravissima, anche se prediligi altri soggeti. E meno male aggiungo. 🙂
    Ciao e buona domenica, poi stasera rispondo agli altri tuoi comenti

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...