Buon Natale e Buon fine Anno 2016.

itavola_natale

Ma siamo già a Natale? Mannaggia, come passa in fretta il tempo!

Quest’anno gli auguri ve li faccio con un articolo che avevo scritto nel 2010 per The Best Magazine. Bei momenti che non dimenticherò mai e che amo ricordare insieme a voi.

Ho dei ricordi sereni del Natale, da piccolo ci si riuniva a casa dei miei nonni e la sera si giocava a carte, sette e mezzo, tombola, e per noi piccini era uno spasso. Ovviamente ad ogni vincita, quelle poche lirette guadagnate le mettevamo una sull’altra, ed era con orgoglio che le rimiravamo.

S’iniziava a giocare i primi di dicembre, una scusa per trovarsi tutti davanti ad una grande tavolata, con un bel panno verde, imbandita con frutta secca d’ogni genere.

La parte “riservata” agli uomini era una ciminiera, giocavano a briscola chiamata o a scopone scientifico, l’occhio socchiuso, la sigaretta pendente dalle labbra e, mannaggia, quante discussioni accanite, quante urla e ogni volta, noi piccoli lì a vedere cosa era successo.

Poi, la vigilia di Natale la cena in pompa magna, i tortellini in brodo, come voleva la tradizione importata dal nord (…), il capitone, la pasta a forno, gli arancini di riso, la carne al ragù (che non è quella trita… ), olive verdi schiacciate sott’olio, acciughe salate condite con olio, aceto e prezzemolo, conserve d’ogni tipo fatte in casa, dolcetti siciliani, insomma, tante cose buone, e l’atmosfera era di gioia, d’amore, e per noi piccoli l’occasione per ritrovarci e giocare.

Finita la cena, si sparecchiava velocemente, e seduti intorno al tavolo, il momento più bello della serata che noi piccoli aspettavamo con ansia, il gioco del Mercante in Fiera.

Mio nonno faceva il mercante, prendeva le sue belle carte comprate ad Alessandria d’Egitto che conservava gelosamente in un cassetto chiuso a chiave e le distribuiva. Ognuno di noi ne comprava alcune, e una volta stabiliti i premi, lui incominciava la vendita al miglior offerente delle carte rimaste.

Ogni carta rappresentava qualcosa, degli animali, degli strumenti musicali, delle scene di caccia, delle belle donne, frutta, e per ognuna la descrizione era uno spasso: lui stava a capo tavola, con la sua bella giacca da camera e il suo inseparabile due mazzi (farfallino, cravatta a farfalla, annodata rigorosamente a mano…) e incominciava a raccontarla su, romanzando alle volte la storia o il personaggio raffigurato. Era veramente spassoso, l’occasione per noi piccoli di sognare un po’. 

Anche quest’anno Natale in famiglia, ma vuole essere l’occasione per fare una riflessione, senza per questo cercare di essere a tutti i costi più buoni giusto perché è Natale. Pensare a quelle persone che la sventura ha tolto loro qualcosa d’importante, bambini, ragazzi, giovani, persone che malgrado tutto, accettano con forza e dignità ciò che il destino ha loro riservato senza piangersi addosso, un esempio, alle volte, per ognuno di noi, perché la domanda che viene spontanea è sempre la stessa: come fanno, malgrado tutto, a sorridere alla vita?

E la risposta forse è una sola. Perché l’amano.

E visto che ci sono, il 24 è la vigilia di Natale, e sarebbe stato anche il compleanno di Simona, la mia figlioccia. (…)

Un bacio a lei e un abbraccio a tutti voi.

Buon Natale cari amici e Buon Anno, che il 2017 sia dippiù, dippiù !

ps: direte, immagino, curiosoni come siete, ma cosa c’entrano i peperoni con il Natale? Evvabè, c’entrano, c’entrano, ‘nnagg…!!!

melograno

Annunci

49 pensieri su “Buon Natale e Buon fine Anno 2016.

  1. hanno un sapore nostalgico i ricordi dei natali lontani,si è spenta la luce delle candele sul tavolo imbandito dei nonni che raccoglieva famiglie intere e sono esplose quelle dei centri commerciali…al cambio ci abbiamo rimesso non poco…
    Buon Natale Arthur ❤
    Daniela

    Mi piace

  2. Aurore2014

    I Natali più belli restano anche per me quelli legati alla mia infanzia dove anche dalle mie parti, al Nord, li vivevamo in modo così gioioso, familiare, giocoso e “semplice”, con tradizioni molto simili alle tue (magari te ne parlerò nei prossimi giorni)… hai rappresentato perfettamente l’atmosfera che si respirava (fumo degli adulti compreso 😀 ), che bei ricordi! Ti auguro un serenissimo Natale, caro Arthur. Un grande abbraccio. ❤

    Mi piace

  3. Anche se riproponi un articolo “vecchio” di qualche anno è sempre piacevole leggere o ri-leggere quello che scrivi e penso sia dovuto a quel tocco tutto tuo di saper esporre i sentimenti, i ricordi, il vissuto. Quel tocco che sa emozionare e nello stesso tempo fa pensare ai propri ricordi legati alla’infanzia, al periodo del Natale. Però devi spiegarmi la carne al ragù, dato che hai scritto che non è quella trita… Nello stesso tempo la parte finale del tuo articolo fa pensare a come non siano poi tanto cambiate le situazioni di molte persone, anzi direi che sono aumentate le difficoltà e quindi in tanti trascorreranno un Natale difficile molto difficile e niente affatto sereno. Forse per questo motivo questo’anno il Natale mi mette più malinconia del solito. Il pensiero di queste persone e soprattutto dei bambini, mi rende triste. Ho letto dell’appello dell’UNICEF, una coperta per i bambini di Aleppo… Ecco il mio augurio va soprattutto a loro e a tutti i bambini che per vari motivi non sapranno e vivranno mai la vera gioia del Natale.
    Un forte abbraccio e Auguri di tutto cuore caro Arthur. Buon Natale!!!!!
    Pat. ❤

    Mi piace

  4. Sì Daniela, al cambio ci abbiamo perso tanto, ma perché al cambio? certe sane abitudini rimangono comunque, magari non con le famiglie allargate di una volta.
    Niente nostalgia comunque, sono momenti di vita che rimangono dentro e che hanno un sapore indelebile e ci accompagnato per tutta la vita.

    Buon Natale anche a te Daniela. 🙂

    Liked by 1 persona

  5. Già, l’atmosfera, che forse è cambiata ormai. Un tempo ci si divertiva con poco e anche le cose semplici facevano felici. Ma con accanto i propri cari è sempre un bel natale e allora, mia cara Aurore, un felice, gioioso, e sereno Natale, e tutto ciò che di bello tu possa desiderare.

    Ricambio l’abbraccio. 🙂

    Liked by 1 persona

  6. Sì cara Patrizia, quest’anno di malinconia ce ne dovrebbe essere tanta, per come va questo mondo così controverso che, nell’odio e nel rancore trova l’unica sua via d’uscita.

    Ma siamo a Natale e allora… oggi ero nel mio solito centro commerciale a mangiare e vicino a me c’erano due ragazzini di circa 13 anni. Lei molto carina e lui, beh, anche lui in effetti. Erano lì che se la contavano su, ed era chiaro che si cercassero vicendevolmente. Erano tenerissimi, nessuna forzatura dell’uno nei confronti dell’altro, quasi timidamente. Ridevano, cercando l’occasione per un contatto e guardandoli mi è venuto in mente quando da ragazzino facevo le stesse cose, sì, timidamente. Beh, li avrei abbracciati per quanto erano belli. Ecco, è questo il mondo che mi piace, quel mondo che non ha paura di cercare un contatto, un confronto, senza quell’arroganza che spesso oggi si percepisce in ogni gesto, in ogni parola, anche quando si è in fila per aspettare il proprio turno. Un mondo che senza rendersene conto ha perso il senso della vita.

    Evvabè, Buon Natale cara Patrizia, approfitta di queste feste per fare delle belle foto mi raccomando.

    Ciao, auguri, auguri, auguri. 🙂

    Mi piace

  7. Più che nostalgia la mia è memoria, ci sono cresciuto e diventando grande, ho conservato dentro di me la parte migliore. Ed è così che i ricordi vivono senza lasciare nulla di amaro, perché nel frattempo anche noi stessi siamo cambiati.

    Ho nostalgia invece di un mondo migliore, ma questa è tutta un’altra storia.

    Ciao, Buon Natale e a presto. 🙂

    Mi piace

  8. Ciao Arthur!!
    ho visto che hai pubblicato nei commenti il video degli auguri che ti avevo mandato per mail, mi ha fatto molto piacere!

    Adesso però concedimi il tuo spazio, come accadeva ai tempi di Erzicovina, per fare gli auguri di Buon Anno a te e a tutti gli amici che abbiamo conosciuto in questi anni e che porto sempre nel cuore…

    Luna d’argento con stelle dorate, gnomi folletti e fatine incantate. Una pioggia di auguri e un pensiero fatato per un anno nuovo da togliere il fiato!

    Un abbraccio
    Lely

    Mi piace

  9. ‘nnagg… Lely, sai che ci avrei giurato che visto che avevo pubblicato il video saresti venuta a trovarmi e infatti, così è stato.

    Buon Anno anche a te e a tutta la tua famiglia e… quando torni in rete? 🙂

    Ps: un bacione da parte di Ivana. 🙂

    Mi piace

  10. Tanti auguri di buon anno a tutti/e voi ed alle Vostre famiglie, io come sempre mi appresto a festeggiare anche il mio compleanno, essendo nato il secolo scorso, quindi tanto tempo fa non ricordo bene quanti ne compio, ma poco importa, insomma ancora tanti e tanti auguri di buon anno a tutti/e Voi, ciaooo neh! Ci ribecchiamo il prossimo anno.

    Mi piace

  11. Felice e Sereno Anno Nuovo caro Arthur!!
    Auguri Alan, anzi auguri doppi per il tuo compleanno 😀
    Tanti auguri a tutti. Buon 2017, che sia migliore per tutti, con la speranza sempre viva che il mondo migliori e cessi tutta questa violenza inaudita.
    Bacioni, Pat

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...