Erzicovina… camera con vista.

Il cancello è aperto e la bouganville è appena fiorita e salendo su in mansarda, dalla camera da letto di Erzicovina una grande vetrata con vista sul mare e nella notte di luna piena, un luccichio che si diffonde dappertutto.

Accomodatevi! (‘nnagg…  🙂 )

411 pensieri su “Erzicovina… camera con vista.

  1. Io ho capito che cosa vuole la Lady….Il mare le piace…ma ad esempio quei cubi e parallelepipedi no!!! le piace l’arredamento caldo, in vimini, in legno…Un bel parquet.. dei tappeti teneramente colorati….tavolini bassi e in legno chiaro…fiori sparsi qua e là…batik lasciati cadere sui divani.. e cerso sera quelle tende semplici e leggere quasi bianche e rosa….a contorno sulla terrazza…insomma ..ci siamo capite?

    ci sono andata vicina lady Pat????.
    Ora passo a me:
    Da Mirko a
    @semprevento
    Grazie bellezza per esserTi ricordata di regalare baci da parte nostra a Mamma Rita. In fondo dobbiamo a Lei che Ti ha brevettata il merito per averTi conosciuta e aver scoperto che bella persona sei (e lo scopriamo in ognuno dei Tuoi passaggi, commento dopo commento).
    E chissà…. se un giorno in quella lavanderia non ci vedrai sbucare anche a noi? Tra un piumone e un pantalone, una camicia e un tailleur credo che tutto possa succedere e ci riconosceresti subito, non tanto per il cetriolo o l’aeroplanino di carta nel taschino della giacca quanto per la scrivania sollevata sulle nostre teste a mo’ di cappello.
    Niente è impossibile!
    Un bacio grande anche a Te.
    hihihihihi quanto me gusta!!!
    ora se trovo un pantalone senza numero so di chi è!!!
    O mirkino piccinino piccinino, o come tussei tenero!
    stasera mi ci voleva e anche ieri e anche un mese fa e anche domani e sempre…. n’ho sempre bisogno come tutti…
    Il tuo commentino l’ho messo qui perchè di là mi pareva desse noia…Arthur non s’arrabbierà!
    La vita è fatta in tanti nodi…e a me questo mi piace, sapere che c’è un sorrisetto sguerguescio da qualche parte che sgignazza alla faccia mia!
    ma pensa te , a 51 anni suonati so ancora fare la voce di una bimba…un po’ alla sbirulino, per intenderci. So fare la bimbetta che combina guai e che ride da sola…e poi magari dopo 5 minuti piango e m’asciugo con i calzini di Saretta….così mi stono e un se ne parla più.
    Quando è nata la soprannominai formaggina…aveva i piedini bellini da morì, ma quando glieli baciai mi pareva di essere in un caseificio ….urca, dissi! O nini il destino ce l’hai già segnato!!!
    va beh, poi arrivò il dottor sciulz ( un so come si scrive ma è quello che c’ha tutti i prodottini per i piedi!) e risolse il problema.
    Come vedi …sono un caso senza speranza…però so come ci si comporta a tavola…mi metto per benino seduta….e non faccio smorfie e dico sempre grazie…va bene vero???
    Poi chiedo sempre il permesso per qualsiasi cosa…un si sa mai.
    a volte mi guardano come se fossi un’aliena ma..a me la mi mamma m’ha insegnato a fare le ‘osine a modino.
    A parte le volte che son scappata di casa buttandomi dalla finestra…e menomale che stavo al primo piano…ora m’andrebbe male, sto al quarto….le volte che mi son vestita con i completi del mi babbo..e i pantaloni da lavoro del mi fratello…..mi son fatta i capelli da sola…mi son cucita le toppe su tutti i pantaloni…ho mangiato con le mani una salsiccia intera che poi m’ha fatto male e non ho più potuto mangiarne per anni…a parte che ho rubato una scatoletta di ceci alla mi mamma e me la son mangiata con tutto quello che c’era dentro e m’è venuto il mal di pancia…e a parte che c’ho l’incubi la notte, che ho paura del buio, che dormo in diagonale e che non mi piace spolverare…ah si sono anche stonata ma faccio finta di nulla e blatero l’nglese.
    .per il resto è tutto a posto..sono una personcina tranquilla.
    🙂

    l’ho letta alla mi figliola….m’ha guardato con tanta tenerezza…un so se è un complimento però!

    Mi piace

  2. @ Ventolino
    E brava, si mi piace l’arredamento in legno. Quelle stanze che sanno di intimità calda… stanze che quando rientri dopo una giornataccia sappiano accoglierti come in un abbraccio 🙂
    ‘notte

    Mi piace

  3. Ma insomma ragazze, Vento e Patrizia, ma lo sapete che siete delle belle criticone? Venite a parlare della corda in casa dell’impiccato? Credo che bisogna andare al di là di quello che il nostro occhio ci rimanda, perché le intenzioni possono essere tante, bisogna soltanto aver voglia d’interpretarle. Se avessi voluto mettere una foto di un’ambiente caldo e accogliente, pensate che non l’avrei fatto? Ho un archivio di case calde e accoglienti, dove il legno la fa da padrone, ma non è quello che volevo. Maddai!!!

    Quei cubi e parallelepedi sono soltanto dei volumi che determinano degli spazi, in un’atmosfera che volevo fosse fantastica, un po’ sognante. D’altra parte, avete mai visto una camera da letto con per soffitto un cielo con una luna che si riflette nel mare?

    Pura fantasia, ripeto, un’occasione perché ognuno ci veda quel che vuole.

    Evvabè, non sempre le ciambelle nascono con il buco, ‘nnagg…!!!

    Per il resto, Venticello è bello ciò che ti ha scritto Mirko e hai fatto bene a portarlo da questa parte il suo commento. No, non mi arrabbierò, d’altra se lo facessi, quest’angolo non avrebbe motivo di esistere.
    ‘notte!

    Mi piace

  4. mirko

    @ semprevento
    che vortice ‘sta donnina! Ti prende nella sua spirale e ti fa vivere in un luna-park dove tutto è colore, allegria, vociare festoso. Il peso della vita diventa fardello leggero e affronti il giorno pensando a quella scala che non finisce mai, a quell’angolo segreto dietro la via, a quel fiume di parole che non avranno risposta, alla partenza di chi non tornerà mai più.
    Buon vento a Tutti.

    Mi piace

  5. @ Arthur
    Oh Signor Architetto, allora da oggi in poi dirò che mi piace ogni cosa anche se vedo delle ciofeche va bene??? Non ho detto che fa schifio, ma solo che non è il mio ambiente ideale… uffa strauffa e aristrauffa….
    E ora me ne torno a lavorare e me ne sto zitta
    Saluti a tutti….

    Mi piace

  6. Buon giorno a tutti anche da parte mia.

    Ma la Carla, Aurelio, LaUra, sono per caso rimasti a Napoli e dintorni?

    ‘giorno!!!

    ps: guai al primo che critica la mia immagine! 🙂

    Mi piace

  7. Questa si che è una casetta che dona calore, ha un’atmosfera molto particolare… quale me la tengo per me…
    Grazie Egregio Architetto 🙂

    P.S. La canzone del video è una delle mie preferite, adoro come la cantano e il significato che racchiude

    Mi piace

  8. Veloce veloce…ma mica l’Arthur si sarà innamorato??? sta mettendo un sacco di musica!!!
    ..di solito siamo più canterini….uhmmmmm fenicottero ci cova!!!
    Cmq… visto che mette musica lui, la metto pure io!

    a presto♫

    Mi piace

  9. @ Venticello: indubbiamente sono innamorato della vita e se poi nel frattempo nelle vicinance arriva anche una donna, perché no. 🙂

    Sai cosa penso, che se dovessimo incontrarci, il nostro primo caffè così giusto per rompere il ghiaccio, sarebbe molto lungo.

    Evvabè, solo perché tu sei un’inguaribile chiacchierona. 😆 😆 😆

    ps: ti dedico questo brano di PAT METHENY – Letter from ome

    Mi piace

  10. @ Aurelio
    Tu hai scritto:

    @ Lady Patrizia

    Quagliare = stringere una sincera amicizia. Un’amicizia che non sia occasionale. Un’occasione, ecco diciamo così. Un’occasione che la vita ci regala.
    E l’amicizia regge il moccolo all’occasione!
    p.s. sono riuscito a incasinarmi da me stesso…..

    Io ti rispondo:
    L’amicizia è molto bella soprattutto quando è sincera, quindi magari l’occasione per stringerla potrà anche esserci, mai porre limiti. Comunque si, ti sei incasinato da solo ahahah

    Mi piace

  11. Antonella

    Buona serata a tutti , bentornati Carla, Aurelio e Mirko .
    @Arthur : la forma di questa stanza stuzzica la creativita’ per arredarla sperimentando diverse combinazioni ( di mobili, oggetti, colori ) , sbaglio ?
    ciao

    Mi piace

  12. Carla

    Solo ieri nella casa di Erzicovina c’era un salone con un soffitto pieno di stelle e una grande luna bianca che illuminava il cielo. E poi tanti colori che sembravano suoni, quei suoni che rapiscono gli arcobaleni per far splendere i loro colori. Ieri c’era tutto questo e c’era il mare. Quel mare che luccica sotto la luna bianca, immobile e denso, come un’enorme macchia blu.
    Appoggiata con i gomiti al muretto guardo il mare mentre le voci della spiaggia mi arrivano piccole e veloci. Non mi stancherei mai di accarezzare con lo sguardo le sue onde, lasciare andare gli occhi all’infinito senza riuscire a capire dove termina davvero il cielo e inizia finalmente il mare. Ho voglia di pensare a quando tutti insieme si andava a nuotare nel nostro mare. Andavo avanti muovendo lentamente le braccia, mi mettevo la maschera, andavo giù e guardavo i pesci intorno a me. Mi piace l’odore dell’acqua e il sole che si spacca in mille vetri se lo guardi da sotto con gli occhi aperti. Nuotavo lentamente perchè tutta quell’acqua intorno mi dava un senso di tregua, una pace fatta. Mi allontanavo dalla spiaggia mentre i pesci mi giravano intorno indifferenti. Una volta al largo facevo il morto a galla. L’acqua mi entrava nelle orecchie, scivolava dentro e mi entrava nel cervello. Mi piaceva quella sensazione anche se poi non ci avrei sentito per tre giorni. E poi arrivava un motoscafo. Un ronzio lontano e imprendibile che attraversava tutto il mare. Riprendevo a quel punto a muovere le braccia molto lentamente e quel motoscafo non mi usciva dalle orecchie, lo sentivo entrarmi nel cervello. E poi qualcuno dalla spiaggia mi faceva segno che era ora, sollevava il braccio e mi indicava l’orologio. Io col motoscafo che mi attraversava il cervello rispondevo agitando una mano. E poi passavano spesso i caccia americani sopra il mio mare. Il cielo veniva improvvisamente tagliato dal loro passaggio, forse li stavano mandando su qualche portaerei. Quando avveniva questo io mi bloccavo in mezzo all’acqua e guardavo quel rumore più forte del mio motoscafo. Qualcuno sulla spiaggia li indicava mentre scuoteva asciugamani, si infilava pantaloncini appoggiato ad un muretto e poi sbatteva le scarpe una contro l’altra, un cane abbaiava al cielo.
    Resto ancora un pò appoggiata con i gomiti al muretto ripensando al mio mare e a quando tutti insieme si andava a nuotare. Alzo gli occhi al cielo ma oggi non c’è più un soffitto pieno di stelle e una grande luna bianca che illumina il cielo, purtroppo è già tutto finito.

    Mi piace

  13. Stasera ho fatto tardi aggeggiando con le mie foto…ufff…
    va beh…ora tutti a ninna….
    ma prima volevo dire grazie a quel ciospino di Mirko…e anche Aurelio…mi fa schiantà quel ciospetto che gironzola intorno alle donnine…pure lui…sarò l’erede del capitano??? uhmmm maremmina…la voglio anch’io l’ereda!! bellina però…fatta con il pennello e tanto educata.
    Ecco si, la donnina ideale…senza tanti grilli in capo ma nemmeno pidocchi..
    Ora mi domando , dov’è la Karlitasss???? con la cappa perchè fa più modernariato!!
    Stasera l’orso mary m’ha detto che sono un quadro antico….era un’offesa??? dopo un po’ ha aggiunto…ma di valore s’intende..e s’è messo a ride…io un l’ho capita questa storia del quadro antico…come un ho capito quel tipo che ha detto…ciao fiore, ti posso cogliere? e la tipina gli ha risposto un secco no..e lui ha rimbeccatp ” allora seccati” !
    o maremmina maremmina…stasera capisco poco…e difatti mentre avevo scritto un bel commentone…maremmina…è saltata la luce!!! deh!! mi vuoi sentì???
    mi sa che ho detto una parolaccia…ma mica tanto grossa…solo un pochetto..
    Ora vo a ninna..ci si legge domani..mi raccomando fare i bimbi a modo… che a fa il ragazzaccio c’è già LUI…si, LUI, il supremo e venerando seduto in veranda colla pipa in bocca…guai a chi lo tocca!!
    Un bacio alla mi caritasss e …
    O carla…ma come fai??? te sei una scrittrice…datti da fare… 🙂
    ora vo a leggermi la poesiola della mi amica ..e a Mirko vorrei dire..mi dedichi qualcosa anche domani??? 🙂 c’ho preso gusto sà!!
    ..se lo fai io poi ti racconto di quella volta che….

    Mi piace

  14. carla

    @ Arthur: decisamene sì, la luna è proprio questa. La porterò con me. Grazie 🙂
    @ Ivana: Mirko ogni giorno ti coccolerà vedrai, è proprio un Uomo con la U. 🙂
    @ a Voi Tutti: un abbraccio forte forte 🙄

    Mi piace

  15. Ho avuto qualche casotto di natura familiare,non del bimbo di casa però..cose naturali che prima o poi arrivano.Io sto bene sono solo stata un pò più impegnata del solito.In onore della scanzonata Venticè sono Karlitasss solo per stanotte.Un bacin a todos!SSSMACKK!!!

    Mi piace

  16. Eccallà, ora in quale delle due stanze ci si deve accomodare?? In quella con la bouganville appena fiorita o in quella stilizzata??? Mah…. valle a capire certe cose….
    Vabbuò, no problem perché io non posso soggiornare in nessuna delle due…
    Buona giornata a tutti

    Mi piace

  17. mirko

    Come non iniziare la mia giornata senza mandare un bacio a quella scricciolina dell’Ivana? Glielo devo. SMACKKKKKKKKK!!!!! Solo per Te, un bacio grande 🙂
    Forza miticaa ahahahahahahah
    Mirko (ma chi mi ha mai trattato così bene come fai Tu?????) 🙂

    Mi piace

  18. @ Patrizia: la casa è sempre la stessa, accogliente quel tanto che basta per non farla sembrare troppo virtuale. Quindi, accomodati pure dove vuoi. D’altra parte, mi è stato richiesto dove fosse andata a finire la luna e… vuoi che scontentassi una signora?

    Così, siete contente in due, forse! 🙂

    Buon giorno…

    Mi piace

  19. @ Venticello: ‘nnagg… ‘ste donne che vogliono sempre le coccole dippiù, dippiù!!! Mirko il mio erede? Oh porcacc… prevedi già che io faccia una brutta fine? 🙂

    Beh, di sicuro mi sa che devo mettermi da parte, visto che Mirko e Aurelio le loro preferenze le hanno espresse chiaramente. Anzi, quasi quasi, gli “vendo” il mio blogghino tutto compreso, dici che faranno un buon affare?

    Visto che è frequantato quasi solo da donne, immagino di sì, maremma di una maremmina. 🙂
    Ma scussa (ss=s), il supremo venerando sarei io? 🙂 Sai che ho fumato per tanti anni la pipa? Poi una sera tornando a casa, a quell’epoca facevo lezioni serali in una scuola privata, mangio la mia parca cenetta e mi siedo sul divano per rilassarmi un po’. Apro la scatola delle mie pipe e ne scelgo una, la più bella: quella sera ero in vena di cose dippiù, dippiù. Ma avverto qualcosa di strano. Sento un strano profumo, anzi, un fortissimo profumo mi assale, guardo esterefatto tutte le pipe e… qualcuno aveva spruzzato dento alla scatola un profumo fortissimo, probabilmente per mascherare l’odore del tabacco. Era stata la mia donna di allora, che ogni tanto le piaceva fare la creativa.

    L’avrei uccisa. T’immagini il legno di radica impregnato di profumo? Praticamente impossibile toglierlo. Ho dovuto buttare via tutte le pipe.

    Evvabè… ‘ste donnne!!! E poi dicono che non ho pazienza… 🙂

    Ciao tenerona e ogni tanto tra un bacio alla Carlitass, alla Carla, a Mirko e a Patrizia, ricordati di lasciarne uno anche pimmia, mannaggia di una mannaggissima mannaggina. 😦 ( 😆 )

    Mi piace

  20. aurelio

    Posso dire… da Uomo, la mia impressione? Preferisco quella a cielo aperto, si intona meglio con la natura aperta di Erzicovina, sei a contatto con il cielo e con le stelle … puoi sognare, senti quell’aria di mare fresca sul viso … vedi l’infinito. E poi quel cielo, starei sdraiato ore e ore a guardarlo…. E poi quel mare…. 🙂
    La casa con la bouganville è “casa” ma non la vedo adatta alla personalità di Erzicovina così piena di acqua fresca, così vuota di classe….. 😦
    n.b.= spero di fare bene i compiti assegnati.

    Mi piace

  21. @ Aurelio: oh mannaggia Aurelio, hai colto in pieno le mie intenzioni. E’ una “casa” fantastica” dove la fantasia di ognuno di noi può spaziare senza alcuna restrizione. Però, sai com’è, quando c’è di mezzo Erzicovina, le donne hanno sempre qualcosa da dire, ‘nnagg… 😆 😆 😆

    Grazie! 🙂

    Adesso scappo, vi affido il mio blogghino, trattatelo bene. 🙂

    Mi piace

  22. daniela

    Bravo Aurelio hai preso alla lettera quanto ti è stato detto. 🙂
    Io preferisco la casa “spaziale” per come immagino Erzicovina.
    Certo per noi sarebbe congeniale l’altra ma siamo ospiti per cui … 😦
    E poi Arthur le ha messe tutte e due quindi meglio di così!!!! 🙄
    Piuttosto Erzicovina non viene mai a trovarci????

    Mi piace

  23. Oh Mirkino Mirkino!!!! ..ma tussei proprio un bravo omino!!!
    Tu hai capito ‘ome si deve trattare con le donnine brave!
    Qui ce ne sono tante…tutte LUI le ha beccate…comunque te c’hai la corsia preferenziale..hihihihiih
    Via giù, l’ho detto…e poi come fai a sapè che mi chiamavano scricciolina?? anche pippolina…Titti, testina bionda….mammolina, Priscilla…/ un amico napoletano, tanto simpati’o gli garbava la Priscilla…e siccome io mettevo un profumo che gliela ricordava…) poi anche Miki…ma qui la storia si fa lunga lunga…son la donnina che ha più nomi dell”ultimo dei moicani…che poi quanti nomi c’aveva quel tipo? boh…ma m’è venuto in mente perchè gli indiani hanno dei nomi lunghi lunghi e bellissimi. tradotti in italiano…ma mica tutti…pensa a piede nero, o a toro seduto …poi però c’è pure aquila della notte e grande falco…e poi c’è anche vento del pomeriggio che soffia a tutte le gonnelle del paese di Biricucco.. l’ho scoperto su wikipiedelungodu’metri.
    Comunque…vedi te com’è romanti’one Aurelio…gli garba il cielo…e se lo vuole vedere da sdraiato…bravo…mi garba anc’ammè!

    OOOOO devo tirà via…Kirozzo vuole uscire..appena mi sente…lo fa apposta 🙂 vuole le coccole e vuole fare la giratina… vado e porto la Carmen…si, la memory oggi ce l’ho messa! ho controllato…da buona svampita che sono….un si sa mai!

    Mi piace

  24. aurelio

    Sono sceso da solo a mare, ho con me un panino, una lattina di coca e le cuffiette nelle orecchie. Non ho detto nulla agli altri perchè voglio avere il mare tutto per me, con tutte le sue sfumature, oggi ho tanta voglia di restarmene da solo. Sulla spiaggia ho steso un telo, guardo le barche colorate che sembrano piccole piccole così lontane. Il sole è caldo ed io con la sabbia stretta nei pugni sento il vento in faccia. Mi torna in mente la tua risata, il tuo profumo, i tuoi occhi enormi, raggianti e puliti. Ricordi? quel giorno eri appoggiata ad una panchina e mi guardavi, mi sono fermato a un passo da te, senza dire nulla, un grande sorriso, il cuore in accelerazione. Appartenevi ad un altro e questo contava, mi dicevi. La mente sembra un contenitore di ricordi, troppi per contenerli tutti, soprattutto quelli che avrebbero dovuto finire subito lì ed invece sono andati avanti. A volte è meglio ignorare quello che il cuore e la mente hanno da dirsi. Non voglio più aprire gli occhi, respiro a pieni polmoni l’aria salata mentre le voci dei gabbiani si avvicinano sempre più. Oggi non ci sei ed io ho il vuoto dentro me.
    Apro piano la lattina mentre la musica suona forte nelle orecchie.
    Se penso a una persona vicina a me, ci sei tu. Qualunque situazione io pensi, al quadro manchi tu. Mi sento le vene. Sento la voglia di te premere nello stomaco.
    Voglio andar via da questo posto, mi manchi da morire. Sei andata via ed io con un bastoncino di legno scrivo il tuo nome sulla sabbia bagnata….CARLA!

    Mi piace

  25. @ Venticello: ‘nnagg… Priscillinella, Scricchiolinellina, Pippolinellucia, Testina bionda dispettosa dippiù, dippiù, assai, assai, come sarebbe a dire che LUI ha una corsia preferenziale??? Guarda che sono geloso, anzi, dippiù, dippiù, non vorrei dover sfidare a singolar tenzone questo signore che s’intrattiene a complimetar sdolcinatamente la Mammolina_Miki sudetta?
    Evvabè, andrò a farmi consolare dalla Carlotta e dalla Patrizia, porcacc…!!!

    Ma tu pensa cosa mi tocca sentire, “oh Mirkino, Mirkino!!!!” 🙂

    Mi piace

  26. @ Daniela: meno male che si sei tu. 🙂

    Erzicovina vi legge e si diverte un sacco. Chissà che prima o poi intervenga. Ti ho mai parlato di Ermanno? 🙂

    Mi piace

  27. daniela

    @ Aurelio: beccato col sorcino in bocca! 🙂 🙂
    Non è farina del tuo sacco! Si vede lontano un miglio che è scritto da una donna.
    1) sei stato tutto il giorno in ufficio con noi, quando saresti andato al mare????
    2) questo pezzo, che tra l’altro hai tanto ridotto, lo ha scritto Carla su un altro blog.
    3) stai facendo credere lucciole per lanterne…. sai come si arrabbia quando lo leggerà! 😦

    Mi piace

  28. aurelio

    @ Dany

    E va bene … è così…hai ragione…..lo ha scritto proprio lei…..adesso io ne ricopio pure un altro……se si arrabbia frega mica …… poteva non partire …. e andarsene lontano ….. 🙂
    Io volevo vedere se qualcuno si accorgeva di me! Mi sento miseramente “solo” con voi tre 😦
    @ Pat: le pratiche, le scartoffie, le denunce …. possono attendere. s.o.s. 🙄
    @ Arthur: bella canzone e poi quel nome che ritorna …..
    va bene, faccio la persona seria, ma un altro dei suoi pezzi lo vado a cercare e lo posto qui, così impara a lasciare scritti a destra e manca. E’ qui che l’avventura continua non da altre parti che non è mai cominciata. Ora trasporto una carovana di roba, vedrete…. 🙂

    Mi piace

  29. O Arthur…te sei ormai un omo navigato!!!
    mentre Mirkino è il un dolcinissimo pischello!!!
    o stai bonino e lasciami lavorà…. hahahhahahahah!!!
    Mi garba di più mette la risata…
    Immei ciccino… ma che c’hai oggi, il ballo si San Viticchio?
    e poi guarda un po’ di cambià arredamento anco al tu blogghino…è ‘na cea che ci son ‘ste due erbette….vedi un po’ di fa entrà aria nuova e un pensà sempre a Erzu..tanto lei è fra le pentole e i pentoloni…c’ha da festeggià qualcuno ma un vuole dire chi è… e sai, un lo dirà mai!! nemmeno se la minacci col forcone.
    Certo che le donne son triviali hihihiihih……t’ha messo il profumo sulle pipe..hahahah ganza, se la vedo ni stringo la mano…anzi tutteddue!!! ahahhahaha avrei voluto vedè la tu faccina…. se’ondo me t’è uscito il vapore anche dal naso…come i tori…poi la tua flemma…il tuo sciarme…la tua plomb….t’ha fatto riflette e hai soprasseduto….deh..io l’avrei furminata coll’occhi…e un dico altro!!!
    ma del resto, capace che te con quelle pipe sempre in mano a fumacchià a destra e manca la devi avè stonata di brutto…e si sa…Ha fatto bene!!! io ti ci mettevo i petardi nella pipa…vedrai te che salto per aria facevi!!! maremma bonina peccato avè perso la scena…ahahhahahah.
    Su..animo animo…vedi il lato…ma parecchio lato, hai smesso di fumà..invece io ho aumentato..son nervosa…ce l’ho tutte..e menomale che non è caldo…sennò era peggio… Con l’Assunta che mi stressa…madonnina madonnina…u ce la fo’ quasi più, ma reggo per il bene della comunità..e così sia. Amen.

    Allora ..oggi c’è sempre Libeccio..nato d’un sette quel vento lì mi manda la frangia sull’occhi mi fa la testa a patte ma io mi contengo e lo lascio fare..c’ha voglia di ruzzà..e facciamolo ruzzà , accidenti a lui e le su birbonate…m’ha scaraventato l’ombrellone in terra…m’ha aperto la finestra e m’ha fatto volà tutti i fogli…l’avrei strozzato…pensa se l’aveva fatto a Lady Pat…la sentivi anche qui….una parolina di quelle condite bene…io al massimo posso dire “accidenti a te e le tu’ corna”… un è mica tanto parolaccia…mi pare eh, poi se è brutta brutta , cancella.
    Ti volevo dire…anche te sei il mi cocco di cencio….lo sai che ti voglio bene…mi devi prende come sono …ventolata…sventola ero a 20anni….ora sono un grillino ma saltello poco, un ce la fo tanto… mi volevo comprà le scarpe con le molle…ma poi ho rinunciato…son per nulla agile…abbia a rotolare di sotto le scale..omamma sin 4 piani…arrivo in fondo tutta rotta…lasciamo stare..piglio l’ascenzore …o bischera che sono…e poi se mi prende quegli attacchi euforici che c’ho spesso ma non troppo …se mi metto a saltare..seeee m’hai belleppreso..vo a rifinì sul monte Serra e ritorno dopo una settimana esaurita e scaruffata!!!

    Allora vada per l’ascensore…che poi io soffrirei anche di chiuso…cioè , non so di muffa,quella è sul pianerottolo perchè s’è rotto il tubo dell’acqua centrale..e madonnina santa ci voleva la zatterina.. son claustrofobica ..l’ho scritto bene al terzo colpo, Quindi devo stare attenta che funzioni sempre bene…. Poi se ne riparla di questa cosa eh…
    Ora c’ho da trovà il librettino delle istruzioni….lo zumme…eh l’è un po’ difficile manovrallo quando c’è vento…ma qualche prova l’ho fatta….e son quasi soddisfatta..il che è tutto un dire…
    Provo le distanze per immaginammi come vengano bellini i mi’ fenicotterini…e mi sa che gli conterò anche le piume…lo spero…
    eh dovevo fa un altro lavoro…la studiosa …ecco. Così ora non avevo problemi a capì certi meccanismi e ero brava..’nvece mi tocca sempre aggeggiammi la vita e scoprì il buco alla conca…..via…blaterando blaterando s’è fatta l’oretta…Ho fame….pane e salame…si si lo mangio al tavolino…sennò mi vanno le briciole nella tastiera…ma io la sculaccio e sorte tutto!
    Ciao al mio Mirkino…
    Arthur, ossequi .

    Mi piace

  30. aurelio

    @ Daniela

    Se dovessi scegliere uno dei commenti più belli che ha scritto, sceglierei questo.
    C’è tutta la storia in quattro parole.
    “Era cominciata così con Alessandro, il Professore, in un modo strano. Era il mese di maggio, faceva molto caldo quell’anno e approfittando di una pausa mi ero affacciata alla finestra del mio ufficio. Ed avevo guardato l’edificio di fronte, tutto a vetri come il mio, composto di uffici come i nostri. Al secondo piano era apparso lui. Affacciato fumava una sigaretta. Era stato come se avessimo un appuntamento quel pomeriggio afoso di maggio. Io davanti la finestra guardavo lui fumare. Poi si sporse leggermente, si portò una mano alle labbra e mi lanciò un bacio. Ricambiai il bacio e chiusi la finestra.
    Fu un maggio tanto caldo, quello. Il maggio più caldo che io ricordi.”

    Mi piace

  31. @ Venticello: ossequi ammia? 😆 😆 😆

    Evvabè, ti lascio lavorare… hahahhahahahah!!!

    ‘nnagg… che ventolino che sei.

    Ti dedico questa canzone e poi mi dici se ti piace.

    🙂

    Mi piace

  32. mirko

    @ semprevento
    Ecco che arriva la mia pupattolina. I suoi acciacchini la rendono ballerina, ma la grazia, la semplicità la rendono unica.
    Oggi ci tocca correre dietro Aurelio, ce ne combina di tutti i colori.
    E scrive cose che pagherà care, moooolto care!!!!!

    Mi piace

  33. laUra

    Forse abbiamo lavorato troppo
    forse sarà il troppo caldo
    forse è troppa la sua assenza
    forse “il troppo stroppia” !!!! 🙂

    Mi piace

  34. @ Venticello: bella canzone.

    Ecco il testo della canzone: “L’uomo che amava le donne”
    Sempre lontano
    Ami tutte a modo tuo
    Ami tutte le donne
    Sei bello come un dio
    Dopo di me
    Amori stupidi
    Avere amanti che hai, lo sai
    Improbabili ed inutili, come fai
    Solamente tu, dimenticarti è difficile
    Eri un po’ di piu
    Mi piaceva come amavi tu
    Quanto sai fare l’uomo
    Se non ci sono io
    Ti consumi in un giorno
    Nell’attesa di un addio
    Lo so da me, qual è il tuo limite
    Tutte le donne che vuoi, che hai
    Ma d’amore tu non muori mai
    Proprio mai
    Solamente tu, dimenticarti è difficile
    Eri un po’ di piu
    Mi piaceva come amavi tu
    Solo tu solo tu
    Solamente tu, dimenticarti è difficile
    Non ti voglio piu, ma era bello
    Come amavi tu, solo tu solo tu

    ——–

    Però, che tipaccio il tipo!!! 🙂

    Mi piace

  35. laUra

    @ Arthur – ciao. 🙂
    Sì Carla è partita questa mattina (a noi già manca tanto!) e come puoi renderTi conto -senza di lei- il caos regna sovrano nel ns, staff. Lei come metafora usa spesso dire “li faccio accomodare sotto la scrivania” credo proprio che abbia ragione. Aurelio è ingovernabile, Mirko è un degno compare ed io e Dany cosa dobbiamo fare? Ci sarebbe anche Massimo che legge attonito il tutto!
    Speriamo che Carla sia comprensiva nel leggere tutto questo.
    Ti porgo le mie scuse per il loro comportamento esuberante.
    Ciao :-)))))))

    Mi piace

  36. @ LaUra: Ciao… 🙂
    Maddai, scuse e per cosa? E’ bella la loro esuberanza ed è bella l’intesa che c’è tra di voi. Devo invece ringraziarvi, perché mi avete dato la possibilità di aprire quest’angolo che in altri tempi era stato famoso e seguitissimo, anche se in un altro blog.

    Carla se la riderà senz’altro e spero che si sia portato con sè il pc, altrimenti incomincerà a mancare anche a me e a tutti noi.

    Ciao. hai un bel nome!!! :-)))))

    Mi piace

  37. laUra

    @ Arthur: purtroppo è senza pc e comunichiamo solo col cellulare. Comunque ci tengo a precisare che Aurelio è una persona seria, ha scritto cose che effettivamente sono pubblicate in giro. Carla ha scritto molto su altri blog, in particolare racconti che molto spesso sono flash proprio della sua stessa vita. Lei dice sempre che quello che non vuol far conoscere non è scritto da nessuna parte, lo custodisce gelosamente, quindi sono più che sicura che non dirà nulla a nessuno per queste esternazioni. Conoscendola bene, e proprio bene, riderà su quello che troverà scritto. Ieri si è raccomandata che noi dobbiamo continuare a scrivere sul tuo blog e non avendo la sua capacità di scrittura possiamo solo vaneggiare così.
    Tutti i nomi sono belli…. ho capito che c’è stata qualche Laura nella Tua vita, ma che vuoi farci, per me è solamente un nome. Le persone sono quelle che fanno la differenza. E il nome, a volte, sul blog può essere un nick ciao 🙂

    Mi piace

  38. @ LaUra: oh mannaggia, vi ha detto che dovete continuare a scrivere sul mio blog? Che carina, Carla è una donna fantastica. Spero che comunque sia un piacere per voi farlo. Piuttosto, mi piacerebbe invece che commentaste anche i miei post, sapere un vostro parere sulle cose che scrivo, in effetti il mio blog non è soltanto la pagina di Erzicovina. Quindi, posso contarci? 😉

    E per i nomi… non volevo passare per il lumacone di turno. Laura è un bel nome, indipendentemente dal fatto che io abbia avuto qualche Laura nella mia vita e tra l’altro, ho una nipotina dolcissima che si chiama Laura, appunto, e che siano le persone a fare la differenza, senza alcuna ombra di dubbio. Pensa se tutti gli Arthur fossero uguali solo perché hanno lo stesso nome!!! 🙂

    Il tuo è soltanto un nick? Arthur (Arturo) è il mio vero nome. 😉

    Mi piace

  39. laUra

    @ Arthur: è vero che Carla è una persona fantastica, la devi conoscere poco a poco per renderti conto di cosa vogliamo dire. Lei non dà mai a vedere a nessuno, soprattutto all’inizio, quello che vale, ma credici non è soltanto una persona modesta ma è di una generosità unica e ci teniamo a dire che sul lavoro riceve parecchi encomi per le sue brillanti capacità. Tutti le vogliono un bene dell’anima e noi dello staff, come dici tu, triplo dippiù!!!!
    Comunque ci fa molto piacere stare qui, non lo viviamo asssolutamente come un obbligo. grazie per permetterci di perlustrare oltre. Avevamo inteso che non ci dovevamo muovere da qui…. pena l’esclusione. Per non perdere ce ne stavamo buoni buoni (si fa proprio per dire!!!!). Allora evadiamo un pò 🙂
    p.s. Laura è proprio il mio nome di battesimo. 🙂

    Mi piace

  40. Adesso devo lasciarvi, il dovere, malgrado l’ora, mi chiama.

    Fate pure come se foste a casa vostra.

    Buona serata.

    A domani! 🙂

    @ LaUra: nel mio blog di stanze ce ne sono tante, immagino che l’abbiate visto, girate pure dove volete senza alcun problema. 😉

    Mi piace

  41. @ Arthur
    hai visto???? m’ha chiamato pupattolina acciaccata!!!
    ..mi fa sentì amata….mica come te..sempre a brontolammi!1
    e lo so il ciuchino che è buono buono viene sempre bastonato, come me del resto…
    Onvece te eh….stinco birinco di santo che vuoi passà per l’omino tutto a modino sei …sei tremendissimo!!!
    O cosa ci facevi per le vie del borgo alle due di notte con le scarpe in mano e i calzini bucati???
    Come mai correvi in punta di piedi che parevi Carla Fracci???
    Tanto io t’ho visto…sei uscito dalla finestra calandoti sulla rete del gelsomino…e poi sei atterrato sul fico d’india come la zia al giardino di Boboli.o era a Catania???’ comunque..le spine ce l’aveva piantate bene bene sulle meline!!! e ho visto anche te…hai saltato come un fringuello imprecando a bassa voce… 🙂 ma tanto t’ho sentito sà!
    Poi sei sgusciato nella notte e ti sei rifugiato da peppina la farmacista..che ha preso le pinzette….e dovevi vedè che faccia faceva a vedè le tue di meline….si divertiva tanto ma ogni tanto aveva un’espressione strana….quasi sadica…come se te la volesse far pafare di qualcosa….poi ho saputo…stamani ho indagato eh…lo sai che son curiosa come le scimmie….
    Una sera lei, la Peppina t’aspettava quatta quatta dietro l’androne…e te appena l’hai vista sei balzato sull’albero di noci ancora verdi…hai iniziato a tirear giù le noci con la fionda che ti porti sempre dietro per destabilizzare il nemico…ne tiri una destra e scappi a sinistra…o che vuoi, una nociata l’ha presa nell’unico dente sano che aveva e glielo hai portato via!!!
    s’è infuriata ed è scapata dalla rabbia….e non t’ha più voluto…
    emmenomale dici te!
    Ora però stai seduto sulla ciambella..perchè lei ha preso il martellino e ti ce l’ha piantati tre o quattro di quegli spungiglioni….forte eh, mi ricorda qualcuno…
    ora so che sei tranquillo per qualche giorno..e pure io posso stare tranquilla…era ora….
    🙂
    Ciao Mitkino..la tu pupattolina va a fare du composizioni…può essere che sia ispirata…

    @ a Carla e a chi le è amico(a
    ..si nota eccome che è una persona particolarmente sensibile e bravissima nel narrare storie…che poi alla fine tanto storie forse non lo sono…ma questa è un’altra storia …
    Torna presto…’sto blog aspetta a te!!
    Ciao combriccola svitata.
    ventolina

    Mi piace

  42. Buongiorno smidollati!!!!
    o che siete sempre a letto???
    gnamoooo, devo dà aria alla ‘amera!!!
    Poi c’ho dandà a Pontedera….per la mi ciospina.
    Oh anche stamani l’era tutta sorridente!!!
    e la mattina quando si sveglia pare un bocciolo di rose!!
    omammina o mammina…m’ha dato anche il bacino du volte!!!
    …hihihihiihihih mi fa innamorà sempre di più quella figliola…♥

    Son pronta ….prendo anche la Carmen e Pedro…
    baci a tutti…Mirhino a te uno in fronte..
    di sicuro ce l’hai alta e spaziosa, sintomo di una mente brillante e molto intelligente…
    oh poi se un ce l’hai fa nulla…era per fatti un complimentone….alla faccia di Lui!!!
    ahahahahah mi venisse l’orticaria se un lo faccio schiattà di gelosia!!!

    Buon lavoro bella gente….un saluto da Pisa grigiognola.
    Ciao Arthurino …fai a modino coi ragazzi..e le donnine….loro lo fanno sempre a modino
    perchè sono troppo avanti!!!

    un po’ di ritmo tiepido… del mi idolo!

    Mi piace

  43. mirko

    @ Semprevento: buona giornata e sempre vita piena donna frizzantina. 🙂
    Ci fai scaracollare dalle risate nel leggerti, sembra di vederle con i nostri occhi le scenette che racconti e ci sbellichiamo di gusto. Ci sembra di vederti tra fumi di vapore caldo far schizzare il ferro tra pieghe di vestiti, linee di pantaloni sempre sorridente e gioviale. Sei una gran donna! 🙂
    Certo che al Capitano lo fai piuttosto “nero”, il tipo a modino che se la spassa ovunque!
    Bene, iniziamo un’altra giornata sempre con il vento in poppa! 🙂
    Un bacio vaporoso e, se mi permetti…. uno grande alla Tua Sara (smackkkkkkk) 🙂

    Mi piace

  44. @ Venticello: sei proprio tutta matta e NOI se non son matti non li vogliamo, giusto? 🙂

    Comunque vedo che a disorientamenti letterari te la cavi benissimo, anzi, dippiù, dippiù.

    Ciao tenerona, ricordati che se ti prendo , altro che modino e visto che sei ispirata, facce vedè qualcosa di bello, mi raccomando.

    Poi passo da te per controllare le novità. 🙂

    Mi piace

  45. @ Heleneaurore: oh mannaggia, un’infammazione al piede? Niente di grave spero. Ma allora, visto che sei a casa a riposo, ci fai leggere qualcosa di bello?

    Paso poi a vedere se ci sono novità.
    Ciao, buona giornata e buon riposo. 🙂

    Mi piace

  46. @ Mirko: buon giorno a tutta la compagnia, alle signore LaUra e daniela per prima, ai due maschietti, evvabè, pure a loro, ci mancherebbe. Tranquillo, Ventolino ci prova sempre a farmi nero, ma ‘un ci riesce mai, infatti è per questo che insiste. 🙂

    Ciao, fate i bravi in mia assenza, altrimenti quando arriva Carla vedrete, altro che scrivania, come minimo una decina di 730 e una ventina F24 ogni giorno.

    ‘giono! 🙂

    Mi piace

  47. @ Ventolino di una Puppottolina che non sei altro: guarda che se fai la sciantosa a LUI non gl’importa nulla, quindi bacia pure in fronte, di lato, di sopra, di sotto, di sbieco, con doppio salto mortale carpiato sul fianco sinistro e pure su quello destro, chinandoti da un lato e facendo l’inchino come ai tempi di Re Costantino che sulle rotaie dell’Aventino cantava “Resta cummè” nella notte di luna piena, quando Cesira, detta la maga del focolare, smesso di apparecchiare la tavola, andava a correre sui sette colli al calar del sole, che poi era una scusa per incontrare quello smidollato del Sandrocchio, detto anche occhio che non vede e cuore che non duole, perché riusciva a nascondere dentro al borsello mezzo chilo di pennette al sugo lacustre di rana saltata e impanata sui banchi di pietra Ligure mista a marmo di Carrara rosso e giallo, che ‘un cambia nulla, anzi, come dicono dalle tue parti, nella zona di Cesenatico superiore, svoltato l’angolo a destra, dopo la piazza della Circostanza dedicata a Sora Pinetta amica stretta dell’Erzicovina delle Valli Ruspanti che anche lei c’aveva classe come acqua fresca mista a vino dei butteri arruffati e che lo ripete sempre anche l’Armandino, che un giono si e pure uno no, c’aveva l’orticaria giusto come te, ‘un cambia punto, APPUNTO!

    Così, giusto per dire, ‘rcacc…!!! 😆 😆 😆

    Mi piace

  48. Visto che inizia il periodo nel quale molte persone andranno in ferie e come al solito ci saranno tanti animali abbandonati, inserisco qui un raccontino scritto nel 2010, che insieme ad altri racconti e poesie di altri autori è stato pubblicato in un piccolo libro ed i proventi della vendita sono stati donati ad una associazione che si prende cura di animali abbandonati. E’ un’iniziativa contro l’abbandono degli animali che è al suo terzo anno di vita ed alla quale io partecipo da due anni. Iniziativa che l’Associazione Culturale Il Faro di Roma (di Daniela Moreschini) intende continuare a far vivere.

    ….
    ROCCO

    Rocco camminava ormai da ore sotto il sole cocente, imperterrito continuava a percorrere la strada con la speranza di ritrovare la via di casa, mentre la sua mente tornava indietro nel tempo. Stranamente ricordava come era felice di essere nato, ma ancora di più come lo era stato quando la sua mamma lo accudiva amorevolmente, con infinita delicatezza. Ricordava benissimo anche il momento in cui, quando ancora piccino venne circondato con amore da due grosse mani che iniziarono ad accarezzarlo dolcemente e poi lo posero dentro ad una specie di marsupio ed iniziò per lui il viaggio che lo avrebbe portato alla sua nuova casa.

    Tutti lo accolsero benissimo, lo circondarono pieni di curiosità, soprattutto quattro occhietti vispi e allegri che lo fecero subito sentire al sicuro. Erano gli occhi dei bambini che già abitavano in quella casa e che non gli facevano mai mancare nulla, trascorrendo molto tempo a giocare con lui, con una piccola palla o con altri giochi morbidi, affinchè non si facesse male. Con il passare dei giorni Rocco si era reso conto che stava crescendo in fretta, anche perchè sempre più spesso lo lasciavano solo, cosa che non lo impauriva ma lo faceva sentire nello stesso tempo, grande, importante; come se meritasse la fiducia della famiglia intera, anche se a volte non riusciva a capire il perché di certe punizioni se giocando rompeva qualche cosa o sporcava la casa. Ai fratellini non succedeva mai, perché lui veniva punito e loro no?

    Ma poi arrivò un giorno speciale, tutti erano in fermento perché si doveva partire per un viaggio che sarebbe durato parecchi giorni. I preparativi impegnavano tutti quanti e nessuno sembrava avere più tempo per lui, fino al giorno della partenza, quando tutti salirono sull’auto e partirono. Lui sedeva impettito nel suo posto abituale, dietro a tutti e si sentiva felice. Vedeva scorrere il paesaggio dal finestrino, cose che non aveva mai visto e che attiravano la sua attenzione, ma nello stesso tempo sentiva che c’era qualche cosa di strano. Le voci dei genitori erano alterate, sembravano litigare, eppure era sicuro di non aver fatto nulla di sbagliato, non si era mai mosso dal suo posto e non aveva infastidito nessuno, sopratutto Giulio che guidava la macchina e quindi doveva stare molto attento per via del traffico molto intenso. Oh, finalmente una sosta, almeno ci si poteva sgranchire un pochino tutti quanti, e poi aveva ete e doveva fare pipì; erano queste le cose che pensava Rocco quando l’auto si fermò e fu proprio in quel momento che successe per lui qualche cosa di impensabile.

    Appena sceso dall’auto e fatto qualche passo, sentì il rumore del motore e nonostante i suoi richiami nessuno si accorse che ripartendo si erano dimenticati di lui. Dopo il primo momento di smarrimento decise che non doveva pensare male, che avrebbe in qualche maniera ritrovato la sua famiglia ed iniziò a camminare incurante delle auto che suonavano continuamente il clacson, delle persone che dai finestrini delle auto urlavano contro di lui. Ma ogni suo tentativo ormai risultava vano, non conosceva quelle strade, la confusione prendeva sempre più il sopravvento e lui non riusciva a capacitarsi di dove fosse, di quanto poteva mancare. Finché capì che era stato abbandonato, che la sosta era stata solo una scusa per liberarsi di lui.

    Il mondo sembrò crollare all’improvviso, tutto si fece buio, come se i suoi occhi improvvisamente si fossero spenti. Rocco sifermò presso un distributore, dove alcuni camionisti si presero cura di lui e gli diedero qualche cosa da mangiare, ma con il passare dei giorni, poco alla volta tutti si dimenticarono di lui, anzi sembrava che lo evitassero in ogni modo. Alcuni erano anche cattivi, lo picchiavano, lo cacciavano continuamente quando cercava di avvicinarsi per cercare qualche mano pietosa che gli donasse del cibo, forse perché era sporco, forse perché non ispirava più tenerezza e fiducia. Il dolore e la tristezza iniziarono ad essere la sua unica compagnia quando ormai disperato si nascose sotto ad un cassone dell’area di servizio dove ormai viveva da circa un mese. Poco alla volta le forze iniziarono ad abbandonarlo, finchè capì che nessuno sarebbe tornato a riprenderlo e decise che non valeva più la pena vivere e che fidarsi dell’uomo era stato il suo più grande errore.

    Chiuse gli occhi per sempre e finalmente di nuovo felice ritrovò la sua mamma, in un luogo dove tutti i cani sono felici, perché lì non può arrivare l’essere umano che li inganna e che li abbandona come fossero un oggetto ormai inutile.

    Patrizia Mezzogori – 2010

    Mi piace

  49. Antonella

    -Ciao a tutti ! Ciao Patrizia, racconto tristemente vero…ma perche’ la gente prende gli animali se non puo’ tenerli e curarli ? E soprattutto perche’ abbandonarli con tanta crudelta’ , facendoli morire di fame e sete o malattie ? possibile che non si riesca a pensare ad una logica alternativa ? Non mi pare sia molto difficile…. penso anche che ci sia molto egoismo , nel senso che si vuole il cucciolo, si trova e poi quando non serve piu’ si butta via ….credo sia anche un fatto di educazione pero’ . Io sono cresciuta in una casa senza cortile o giardino, anche se volevamo dei cuccioli, mia madre ha sempre insistito per non prenderli e aveva ragione : non potevamo farli vivere come reclusi. E, conoscendoci ( me e i miei fratelli ) sapeva che non li avremmo curati a dovere . Da qualche anno vivo in campagna e cani e gatti mi fanno compagnia. Sono stupendi, sono liberi e per questo sono sereni . A dirla tutta sanno dare tanto amore , sembra strano ma e’ cosi’ . Non amano come gli esseri umani ma amano ….

    Mi piace

  50. @ Antonella
    Anche i miei genitori non ci hanno mai fatto prendere animali per lo stesso motivo, non avevamo nemmeno un pezzetto di cortile e tenere sempre segregato un cagnolino in casa non lo trovavano giusto. Natale e l’estate sono i due periodi peggiori per questi animali. Natale perché vengono regalati come se fossero oggetti e poi una volta cresciuti, nella maggior parte dei casi non vengono accuditi come dovrebbero e con l’arrivo dell’estate iniziano gli abbandoni. Più volte mi è capito sull’autostrada di trovarne che vagavano correndo il rischio di essere investiti e nello stesso tempo con il rischio di causare incidenti gravi. Ho sempre avvertito immediatamente al casello dell’uscita o chiamando i vigili, in modo che prendessero provvedimenti. Provvedimenti che spesso vedono questi poveri animali rinchiusi in canili orribili dove non sono custoditi e dove vengono solo sfruttati per avere il denaro che viene dato come sovvenzione. Che rabbia tutto questo…

    Mi piace

  51. Antonella

    meno male che sta aumentando la sensibilita’ delle persone verso questo argomento , ultimamente si sente sempre piu’ spesso parlare di strutture per le vacanze adatte per ospitare anche gli animali, oppure di spiagge attrezzate per cani . Anche le cosiddette pensioni per animali sono affollate di personale e/o volontari che li seguono con passione….certo, non e’ ancora arrivato il momento per non parlarne piu’, anzi, piu’ se ne parla e piu’ si sensibilizzano e responsabilizzano le persone.

    Mi piace

  52. Si, sono sempre di più le persone che si adoperano per accudire gli animali sia con strutture adatte ad accoglierli e anche come spiagge stanno aumentando quelle che permettono di farli entrare. Però hai ragione, c’è ancora tanto da fare e ricordare che gli animali non si abbandonano, continuando a sensibilizzare le persone è necessario, abituandole anche a tenere pulite le zone dove portano i loro animali a fare i bisognini 🙂

    Mi piace

  53. Ogni anno è così…E’ vero sai…eppure non si capisce come si possa abbandonare un cane che hai cresciuto , anche per pochi mesi…come fosse un oggetto smesso.
    Io il cane ce l’ho…il mi testone…bello come il sole , ma anche se fosse brutto…sarebbe un testone adorabile…Kiro, lo ha scelto Sara in base alle caratteristiche caratteriali…un po’ come lei…prima ancora che uscisse il film di Akiko . Sono cani dolcissimi..è un po’ anomalo Kiro che pur essendo un maschio e quindi dovrebbe essere più chiuso, è innamorato di tutti…basta che qualcuno lo guardi e si agita tutto di gioia…boh.
    Ecco se penso che quando rientro a casa lui scodinzola, salta, mi lecca, mi fa anche male con quelle zampone…io non posso pensare di abbandonarlo…ma che scherziamo???
    Chissà se tutti i cani hanno il microcip…da questo si può risalire al proprietario…e da questo fargli un mazzo grande grande….non si può accogliere un cucciolo in casa e poi abbandonarlo…
    La Brambilla sta lottando a gran voce per questa causa… e speriamo si muova qualcosa di concreto. Soprattutto per i canili gestiti da persone senza un minimo di coscienza verso questi animali capaci di lasciarsi morire solo per amore.
    Anche qui a Pisa ci sono dei canili gestiti da ragazzi che si danno da fare… 🙂

    bello il tuo racconto…triste ma…tenero come te.

    Mi piace

  54. @ Ventolino
    Non ne ho idea di come si possa avere il coraggio di abbandonare un animale sapendo a che fine orribile va incontro, eppure ogni anno tanti li abbandonano e purtroppo non tutti hanno il microcip perché nemmeno li registrano, già questo è un atto di poco amore, perché secondo me sanno che se vogliono liberarsene con il microchip andrebbero incontro a dei guai, quindi forse, ripeto forse, già nella mente mettono in conto questo bruttissimo gesto

    Mi piace

  55. Oggi vedo che lavorate a pieno ritmo!!!
    ..volevo dire alcune cosine…
    Mi sa che qualcuno s’è fatto l’idea sbagliata di vento 🙂
    Io felice e beata quando stiro????? hahahahahhahahahah ma che dici????
    son sempre imbervita come un un battello a vapore a pieno ritmo…seeee io allegra???
    diciamo di ni.. Dipende da quello che devo stirare…ci son dei giorni che m’affogherei nel bidet! ma lasciamo stare…poi quell’Assunta che un capisce mai come deve fare….uff.
    ho scoperto che abbonda nel sapone come se lo bevesse a gogò…maremma saponata…in una settimana ha fatto fori una tanica da 10 kg!!! ..pensa che più che ne mette e meglio viene la tovaglia della su zia…Maccccchééé..o citrullina….un è così che funziona!!!e un è una medicina…
    ma lasciamo stare perchè si va nello scientifico chimico e poi vi confondo le idee…

    Dunque , stamani sono ita a Pontedera…ho preso il trenino…maremma ciufola..un caldo della miseria!!! mi stavo per squaglà come il gelato al pistacchio…era pieno zipillo..c’erano tanti turisti fai da te…americani…’ellini andavano a Firenze…ci volevo andà anchìio..ma poi un capivo nulla di quello che dicevano , e come facevo a fammi capì??? eh perchè anche loro un capivano mica nulla d’italiano..però il caldo lo sentivano ..eh…
    Cmq..dopo 20 minutini , anche meno o di più, sono arrivata…ho fatto la stessa strada …maremmina, son finita all’obitorio…ho girato come na trottolina…o come mai la mi mammina m’ha fatto senza senso dell’orientamento???
    Chi disse “Tutte le strade portano” a Roma??? Un grullo, ecco chi!!!
    ma lasciamo stare..sennò mi altero la pressione…e gira che ti gira una brava donnina m’ha mandato nel posto giusto…e menomale…ho fatto le mi ‘osine e poi riborda a riprende il treno…urca mi son seduta sulla panchina…a guardà la gente..a far finta di leggere una rivista ma guardavo le figurine perchè avevo l’occhiali da sole e con quelli un ci vedo na cippa…ma se mi mettevo quelli da lettura mi dava noia il sole e il riflesso mi faceva lacrimare. spruuffff!
    Comunque..tutto a posto..il treno è arrivato anche vuoto…poca gente e qualche studente..

    Basta entrare nel meccanismo , diceva lei e l’altra gl’ha risposto…ad entrarci mia cara… e io volevo dire qualcosa ma mi sono trattenuta…ho preso il telefono ed ho chiamato la mi ciospina al lavoro..ho fatto il numero del centralino..hihihihihi ho sentito la su vocina tutta fine e squillante…e le ho detto..ma ciao cucciolina… so’ la tu mamma!
    du paroline veloci e un salutino…
    ho fatto colazione al Bar Roma…bona la sfoglia al riso…lo so un la dovevo mangià..ma avevo una fame!!!
    in malora le diete…tanto io son bella così, morbidosa!!
    si però l’orticaria m’è venuta ieri sera.. perchè pensavo ai petardi…o a quelle bombette che tirano per carnevale… o allora? mi piegavo da ride a pensà a Lui…
    Uhm…tutto sommato , menomale che siamo lontani…sai che gusto a fà comunella con le bimbe …..uno scherzo tira l’altro e Lui s’infuria…ahhh lo vorrei proprio vedè…
    ma scusa…il marmo di Carrara un era bianco??? mah…e poi m’hai fatto perde il filo..vai a detra e poi a sinistra e dopo fili dritta e risvolti al centro…o per chi m’hai preso?
    E poi..io la sciantosa??? ma se un c’ho neppure il boa di piume….son contraria a spennà gli struzzi….son belli con le piume…tanto tanto una bella frittata… lo sapevi che fanno l’ovi grossi grossi? e sono anche boni!!!….però a spennalli, no!!
    Insomma ..ma lo sai che il vento abbraccia tutti? magari si sofferma su chi è coccoloso…però vole a tutti un grande affetto..come l’affettato…la famosa mortadellona…è troppo buona… come me..
    Mirko, un ci fa caso a Lui…ci vole mette contro…ma ormai fai parte dell’arredamento…e un ti schiodo da qui neanche arrivasse Al Pacino!!…tanto c’andrei a cena e basta…. 🙂

    Mi piace

  56. @ Patrizia: ho cercato l’immagine ma non c’era nulla. Veramente un bel racconto, come sempre d’altronde. Ricordo male o lo avevo già letto nel tuo blog? Ti ringrazio per averlo postato soprattutto qui, perché vorrei che quest’angolo diventasse non solo un momento per condividere qualche battuta ridendo, rilassandoci, che poi è lo scopo principale per cui l’ho creato, ma anche un momento di riflesione stimolata da un dibattito come quello che c’è appena stato tra te, Antonella e Ventolino.

    E senza voler essere nostalgico e Antonella lo può confermare, era quello che poi succedeva nel vecchio angolo delle chiacchiere di Diemme, non a caso è lì che è nato Nonno Archimede ed Erzicovina, perché tra un sorriso e l’altro si parlava di cose che ci appartengono davvero, perché la vita non può esistere senza un po’ d’ironia.

    Tutto questo per dire che in effetti questo mio blog in questi tre anni e mezzo, ha avuto un senso proprio perché si è arricchito di tanti piccoli tasselli che lo hanno reso più prezioso, i VOSTRI; il mio ormai famoso “camminare insieme” in un certo senso si è avverato e di questo ne sono felice, vi ringrazio tantissimo, tutti, compresi i nuovi arrivati, Carla, LaUra, Daniela, Aurelio, Mirko, che sono arrivati in punta di piedi, dimostrando di essere delle persone fantastiche.

    E… così, giusto per dire. 🙂

    ps: Patrizia, se vuoi mandarmi l’immagine, l’aggiungo io.

    Mi piace

  57. daniela

    @ Arthur: ….”in punta di piedi”? Ehm, sei gentile a dirci così, a noi sembra di essere un pò irrequieti per la verità, non a caso c’è chi ci frena sempre e ci rimette nei giusti binari. Il fatto vedi è che siamo in tanti, parliamo a voce alta di un argomento e poi via a scatenarci sulla tastiera del pc e, ogni tanto, siamo “maldestri”, scriviamo qualcosa di sbagliato o di troppo e succede un patatrac. A volte viene data un’interpretazione diversa a quello che vogliamo dire, a volte non c’è il tempo di spiegare bene un concetto, a volte si creano antipatici malintesi. A volte ..succede.
    Riguardo a quel “camminare insieme” è un pò il nostro concetto: noi all’inizio non lavoravamo tutti insieme, negli anni a poco a poco grazie a missioni che abbiamo fatto, attraverso le quali ci siamo conosciuti sempre meglio, abbiamo deciso di restare nello stesso staff, possiamo in un certo senso dire “di esserci scelti”. Ognuno di noi ha poi una sua caratteristica e tutto contribuisce a renderci una grande famiglia (non aggiungete “di rovinati” vi prego). Durante le vacanze o i fine settimana capita sovente che anzichè stare con gli affetti personali, decidiamo di ritrovarci e passare il tempo insieme: passeggiata, cinema, teatro, mostre, viaggi, oppure cenette o pranzi a casa di qualcuno, ecc… posso dire che “non ci annoiamo”. Abbiamo anche pensato a quello che sarà il nostro domani…. saremo come oggi tutti insieme, ci sarà sempre tra noi amicizia, solidarietà e una grande complicità. Anche se dovremo finire in una casa di cura …. l’importante è finirci tutti insieme, di questo ne abbiamo già parlato e siamo tutti d’accordo. :

    Mi piace

  58. mirko

    @ Daniela

    e non ci lasceremo mai, abbiamo troppe cose insieme, se ci arrabbiamo poi, ci ritroviamo noi, un corpo e un’anima. Le stesse cose che vuoi tu le voglio io….. 🙂
    Perchè casa di cura? Non ricordi che si diceva di prendere una bella casa al mare, fronte mare, con un bel patio, un pergolato, un bell’orticello? Faremo una vecchiaia con i baffi te lo garantisco.
    Tutti per uno e uno per tutti. 🙂

    Mi piace

  59. @ Daniela

    Lo so che ti sei rivolta al Capitano, ma è impossibile restare impassibili dopo quello che hai scritto. Siete veramente un gruppo di persone speciali per come siete uniti e comunque a volte i malintesi non è che siano veri, spesso ci giochiamo pure sulle risposte e da qui nascono quelli che vengono creduti malintesi o interpretazioni sbagliate di quanto scrivete. Beh di pazzoidi (in senso buono sia chiaro) qui non ne mancano di sicuro (io in primis che parto sempre in quinta, dire in quarta è troppo poco per me). Comunque, se vi ritrovate veramente tutti nella stessa casa di riposo… ehm ehm chissà che rivoluzione ahahah

    Mi piace

  60. daniela

    @ Mirko: vivremo una bella esperienza, ne sono sicura. Pensa a quando saremo seduti sotto il pergolato, con uno scialletto sulle spalle, la ciotola col latte nelle mani tremolanti, in una sera calda d’estate piena di stelle e lucciole e cominceremo con “ti ricordi quella volta che…..” 🙂

    Mi piace

  61. mirko

    @ Daniela: e Aurelio che dirà: “io non mi ricordo niente” e noi che penseremo “ma questo che ce lo siamo portati a fare fino a qui”? ihihihihihihi 🙂

    Mi piace

  62. Ma che bel canone!!!
    ..se penso che avevo paura dei cani..e ce l’ho in casa…mi sento male…
    Qui nella mia zona ce ne sono tanti piccoli e grandi…e vedo che sono amati…
    I cani, ma del resto un po’ tutti gli animali, limitano la libertà e questo è risaputo…le vacanze te le fai nei luoghi dove puoi portare il tuo cane…chi ha il gatto però è anche peggio…
    mica può mettergli il guinzaglio!!
    Comunque io ho sempre trovato difficoltà anche in autobus…ho discusso e alla fine ho fatto come mi pareva…ma mi è passata la voglia…Ci sono persone che non capiscono nulla.. ma davvero!!!
    Va beh…io e Sara ci diamo il turno…e poi siamo fortunate in quel senso…si porta Kiro nell’isola…
    Mary il posto ce l’ha…si piglia la nave e …wow!!

    caro Arthur…grazie a te che sei una bella persona.
    E quelli che ho trovato qui devo dire che sono altrettanto…
    L”unica sgarbata sono io…ma un Pierino della situazione ci voleva…un po’ più sopra le righe
    per non dire direttamente sul tetto. ma tu perdoni tutto…e perdoni pure me!
    A te manca la socina bella a me manca la Carlitasss.
    e manca pure altro…ma la lista l’è lunga….e allora faccio così…
    ripenso ai petardi e rido…tanto sono sola…la televisione rimbomba per le scale…c’è una partita…e mi voglio rovinare …metto Mario il biondo!! a tutto fo’o!

    Mi piace

  63. aurelio

    @ Mirko: come curo l’orticello io, neppure i frati lo sanno fare. Dall’orto ricaveremo tutto e ce la spasseremo alla grande. Ormai occorre pensare “al dopo” ed è meglio farlo finchè siamo lucidi. Predisporre tutto a partire da ogni piccolo particolare. 🙂

    Mi piace

  64. ..ma questa cosa …della casa di cura..è vera?????
    …tranquilli ..io non vengo… 🙂
    Siete troppo teneri….
    Mi domando dove sono …dico, la solidarietà tra colleghi, l’amicizia, la collaborazione…mah…conosco un posto dove per dire qualcosa la più banale, anche se sono gomito a gomito, si mandano le mail…e poi…..beh..e poi sto zitta….Vo a trovare Margherita….gli ho fatto i capelli ieri…so fare anche la parrucchiera..la stilista del capello 😉 le metto i gigodini blu..
    e lei mi racconta …di solito dei defunti…e di quando aveva vent’anni…ma lei è seria…le scorribande un l’ha fatte…io si””” 🙂
    a presto..ve mando un bacito a tutti quanti…

    Mi piace

  65. daniela

    @ Patrizia: grazie Pat però ascolta, non credo che noi siamo speciali. Siamo persone come tutte le altre, con un sacco di difetti e tante volte partiamo in quarta o in quinta anche noi siamo esseri umani in fondo. Se ti guardi intorno trovi anche tu belle persone nel tuo stesso giro d’amicizie, d’ufficio, d’isolato, ecc,.. a volte siamo noi a dover tendere la mano verso l’altro… ihihihihi! Mi spiego meglio: questa è una cosa che ci ha insegnato Carla. Lei è una persona che tende la mano verso l’altro, sempre …e non la ritrae mai. All’inizio eravamo un pò sconcertati da questa cosa perchè poi c’era sempre chi se ne approfittava, chi non stava alle regole ma lei ha sempre un grande ottimismo e lo diffonde agli altri. 🙂

    Mi piace

  66. @ Daniela
    Un po’ troppo lungo il discorso e io sono una che difficilmente parla di se stessa. Ti dico solo che di errori ne avrò fatti sicuramente tanti, ma ormai sono monca di entrambe le mani… e quindi da queste poche parole dovresti già capire parecchio… forse, visto quanto sono ermetica…
    Giro di amicizie?? Quali?? I miei unici amici abitano tutti parecchio distanti purtroppo e ci si vede molto di rado…

    Mi piace

  67. @ Daniela: in questi luoghi, i malintesi sono dietro l’angolo, perché ci affidiamo soltanto alle parole. Ma non mi pare ce ne siano stati tra di noi, o sbaglio? Come avrai potuto vedere, qui si scherza alle volte, si gioca a farci i dispetti l’uno con l’altro, ma sempre e solo con assoluto rispetto. Io per esempio, gioco a fare il geloso con Venticello per Mirko, ma nulla di più, credimi. Mirko ha detto delle cose bellissime per Ventolino e lei è andata letteralmente in brodo di giuggiole, credimi. E questo vale per tutto il resto. Non so a cosa tu ti riferisca, ma i malintesi possono essere anche chiariti, nel caso. Pensa che una volta, in un blog, una blogger che conoscevo da pochissimo, mi ha scritto delle cose riferendosi alla Sicilia che io ho frainteso. E da buon Siciliano focoso, sono partito all’arrembaggio lancia in resta, come si suol dire, facendo tutta una filippica che solitamente faccio quando avverto delle prevenzioni per una terra, la Sicilia, che già di suo è bistrattata abbastanza. Avevo preso una cantonata, e infatti la blogger in questione ha chiarito il suo pensiero e dopo, siamo diventati amici più di prima. 🙂

    Invece trovo sia molto bello il rapporto che c’è tra di voi, bella anche l’idea di andare tutti insieme nella stessa casa di cura. Con alcuni amici invece avevamo pensato un’altra cosa. Ritirarci tutti in una grande casa con almeno tre o quattro badanti che ci accudiscono. Rispetto alla casa di cura, la cosa è un pochino più personalizzata, potrebbe essere un’idea, che dici? 🙂

    @ Ventolino: tu sei una tenerezza fatta persona ed io non devo scusarti di nulla. Continua a fare la Pierina dispettosa che a noi va benissimo così, ‘nnagg… !!! 🙂

    Bene, adesso vi lascio, a dopo e buona serata a tutti.

    Mi piace

  68. Antonella

    ‘ Seraaa …senti senti , qui si programma alla grande …. anch’io credo che siete un bel gruppo, ce ne vorrebbero di piu’ in tutte le situazioni . Come dicevo qualche commento fa parlando con Carla, si sente che siete molto affiatati. Mi ricordate tanto alcuni dei miei ex colleghi . Ora non lavoriamo piu’ insieme ma siamo rimasti molto uniti . Ogni volta che li sento mi si riempie il cuore , soprattutto di risate. Mi piace molto leggervi , mi piace la vostra leggerezza . Continuate cosi’ !! Miii, sto diventando la prima fan accanita del gruppo, quasi quasi fondo un fan club …..che nome gli diamo ?

    Mi piace

  69. Antonella

    Mamma che bello il cagnolone !!! Ha il vizio come il mio di rosicchiare bottiglie di plastica e di sputare il tappo fatto a pezzi !!

    Mi piace

  70. Antonella

    Certi cani hanno una personalita’ , fanno delle cose assurde, tipo rubare il cibo e ripulire tutto per non lasciare traccia , fare le finte per liberarsi del compagno e fregare le crocchette , spezzare gli arnesi da giardino perche’ qualcuno li ha sgridati…. pero’ sono tenerissimi e ho scoperto che sono anche molto gelosi del nostro affetto nei loro confronti, proprio come gli umani. Cambiano atteggiamento.

    Mi piace

  71. Però! Che nei pensieri…e soprattutto mi colpisce la Pat che è rimasta senza mani…ma allora come fa a scrivere?…col pensiero 🙂
    cara Pat, io l’ho quasi capito come tussei…C’ho l’antennina per certe cose…ma vedo anche un carattere molto forte…qui e fuori… invece io son tenera, diciamo pure bischera.
    Poi sono arrivate l’Antonella, la Daniela e quei ciospi sotto la scrivania..e la Carla…qualcun’altra si affaccia timidamente…scusare se non metto tutti nomi ma io son dimenticona…il mio l’ho imparato perchè mi stanno sempre a chiamare…e io corro!

    Eh si sarebbe bello continuare a sognare a ridere e a giocare fino alla fine dei giorni.
    Ma così non è…però fa piacere che ce la mettete tutta per essere uniti, amici e anche fratelli se occorre. Certo che i difetti li abbiamo tutti…nessuno ne è immune. E qualcosa distingue me da te da lui e da lei…Siamo unici, lo diceva sempre Leo Buscaglia, come diceva che l’abbraccio era una cosa meravigliosa.E ognulo lo faceva a modo suo. Mi piaceva quell’uomo…ma mi piacciono un sacco di cose…mi entusiasmo e vado avanti nel ricordo di un insegnante innamorato della vita..
    A Sara dico sempre che la vita è meravigliosa…e cerco di farlo con un enfasi bestiale…di quelle da Oscar…ma chissà se ci crede davvero.

    Vi ho letto con particolare attenzione..e vorrei vedere il vostro musetto tra cent’anni…
    e vorrei avere anche il piacere di conoscere non solo la Carla..visto che LEI ha abbracciato la mi Carlitasss….ehm!
    V’avviso , domani non ci sono..maremma bonina son in quel di lavanderia a lottare coi fumacchi e le righe stortignole …preparo il righello…e un rotolo di scottex, so già che dovrò sudare sette camicie..che vita però!!! ma del resto l’ho scelta io… 🙂
    notte scialuppa!

    Mi piace

  72. Antonella

    verissimo. ma non solo i cani, credo un po’ tutti gli animali . in questi giorni sto osservando molto la gatta che ha partorito un mese fa 4 gattini . e’ istintiva, protettiva, sa farsi rispettare dai piccoli che oramai vorrebbero uscire all’aperto. pensa che quando l’abbiamo presa sembrava un gatto matto, ne faceva di tutti i colori , era veramente indomabile. ora e’ cambiata dalla notte al giorno, non li trascura mai . grande lezione di vita .

    Mi piace

  73. Ventolino, si penso che tu abbia capito qualche cosa di me più degli altri come pure Arthur. Sai a volte chi dimostra di avere un carattere forte, poi alla fine non lo è poi tanto, lo è fuori, ma non dentro…. e.. beh, tante volte leggo e se mi mettessi a scrivere non finirei mai… ma tutto resta dentro di me, pensieri che si aggiungono a pensieri…
    Io son fatta così…. non sono vulcanica, non induco alla risata, anzi penso proprio di essere tutto il contrario, ma sono così e ho sempre pensato che le persone si debbano accettare per quello che sono e non dire quello che dovrebbero fare o non fare, soprattutto se non le si conosce a fondo…

    Mi piace

  74. @ Antonella
    Penso che noi umani abbiamo molto da imparare dagli animali. La gatta è stata scatenata finché ha potuto, ma poi il suo istinti materno e nello stesso tempo la sua fermezza di genitrice hanno avuto il sopravvento 🙂

    Mi piace

  75. Antonella

    gia’ . care ragazze, mi sa che vi lascio, la palpebra comincia a calare ( sono in piedi dalle 6,30 di stamattina ) e devo fare ancora un po’ di cose, tra cui sistemare le bestiole . Vi auguro sogni d’oro , a domani , buona notte ! Notte anche a te Arthur !

    Mi piace

  76. daniela

    Beh prima che si generi qualche malinteso cerco di fare un pò d’ordine a tutti i pensieri fin qui espressi parlando dal mio punto di vista.
    Il mio è un discorso senza la pretesa d’insegnare nulla a nessuno, senza fraintendimenti per carità, solo per spiegarmi meglio. Parlare attraverso un commento è molto difficile perchè per stringare un concetto si rischia di indebolirne il contenuto. Come tanti ho preso schiaffi in faccia dalla vita, ho creduto in persone che mi hanno delusa profondamente, ho offerto la mia amicizia e sono stata ripagata nel peggiore dei modi, l’amore quello con la A maiuscola è finito a tarallucci e vino con ogni logica conseguenza e infine la perdita improvvisa della mia ragione di vita, la vera ed unica. Ho un buon lavoro, la mia famiglia d’origine e i miei fratelli, alcuni buoni amici d’infanzia, qualche male con il quale convivere. Sono una persona che ha già festeggiato il mezzo secolo e quindi non sono e non mi sento una ragazzina.
    In queste righe ci sono racchiusi i miei cinquant’anni.
    Ci sono stati momenti in cui ho creduto di non possedere più nessun arto. Mi sentivo un tronco, una persona mutilata dappertutto con una sofferenza indicibile per chi non la vive e non la conosce. Avevo due alternative: andare avanti o fermarmi. Sono in vita e la vita va vissuta, ho dovuto inventarmi daccapo, completamente. Ho investito molto su me stessa, ho voluto crederci ancora, raccogliere dal passato e farne il mio presente, non ho buttato nessun coccio del mio ieri ma non l’ho neppure rincollato: è il mio monito perenne per il mio oggi. E l’oggi è quello che vivo e che in qualche modo stiamo raccontando. L’amicizia è un dono, lo è per chi sa darla e per chi sa riceverla, sarebbe un peccato privarsene per sciocchi pregiudizi: ho raccolto l’insegnamento di chi mi ha consigliato di tendere la mano e non me ne sono pentita, ci sono state persone che mi sono passate accanto senza lasciare traccia, altre si sono perse nel tempo, qualcuno si è fermato. Tra queste, anche se ci conoscevamo da tempo lavorando nella stessa azienda, le persone che sono qui. Piano piano abbiamo parlato sempre più di noi stessi, delle nostre vite, dei nostri giorni e ci siamo incontrati come per la prima volta mettendo ognuno sul tavolo, a nudo, la propria esperienza.
    Ed ho scelto di crederci ancora, di credere ancora a chi verrà domani, all’arrivo di un potenziale nuovo amico, forse di un nuovo amore e non chiudermi a riccio col rischio di essere presa a calci come fossi una palla.A volte i sogni si avverano, i miracoli avvengono, la fortuna ti arride: a me è andata così, siamo oggi contenti di ritrovarci uniti sia nel lavoro che nel tempo libero, insieme sogniamo e progettiamo sui nostri sogni. Scherziamo sul nostro futuro, non sappiamo cosa sarà di noi, per il momento sappiamo di esserci e questo è già molto importante.
    Con questo non voglio far cambiare il pensiero a nessuno ma soltanto invitare a guardare con nuovi occhi tutto quello che ci circonda, a perdonare i nostri errori, a scoprire di avere mani ancora capaci di stringere altre mani ma soprattutto a crederci ancora, a crederci sempre.
    Ho parlato con il cuore come parlo agli amici. Senza nessuna pretesa
    ciao a tutti 🙂

    Mi piace

  77. @ Daniela: ed è senz’altro con il cuore in mano che hai parlato e di questo ti ringrazio.
    Leggendoti, mi è venuto in mente un post che avevo scritto nel marzo del 2009, riferito al mondo del blog, ma non è altro che la scusa per parlare della vita e dei rapporti che si hanno con le persone a noi vicine, virtuali o reali che siano. La lettura è in positivo.
    Te lo ripropongo, scusami se è un po’ lungo, ma certi concetti, proprio perché ci affidiamo alle parole, non possono essere stringati.

    “Ci credo ancora”

    Ci credo ancora?
    …pensare che tutto ciò che c’è dato, può non essere all’improvviso più lo stesso, per una parola detta, forse “malevola”, ma quale poi, per un momento di stanchezza, per un malinteso non chiarito, o forse difficile di chiarire, per uno sguardo che non c’è stato, ma solo perché impossibile da vedere.
    Non sono scuse che cerco, ne ho giustificazioni da proporre, e poi perché mai, se qualcuno di voi mi ha letto durante questi mesi, sa che non vado cercando appigli dove aggrapparmi.
    Solo un attimo per riflettere, per darmi e darvi, la possibilità di rivedere con occhi sgombri, dove può andare a parare un rapporto che può sembrare fatto solo di parole.
    Ho iniziato per caso e poi per gioco quest’avventura, in nome forse di una libertà che, dietro la parola, poneva la fiducia, che dietro uno sguardo che non c’era, l’accento alle emozioni, che dietro ad un paravento ben protetto, cercato, voluto e non voluto, la disponibilità a condividere.

    Non mi sono posto troppe domande, mi sono “tuffato” nella rete e ho cercato di dare qualcosa, ma senza l’assillo di pretendere dell’altro.
    Non ho aperto subito un blog e, d’altra parte sono sempre stato scettico sul farlo e la mia coerenza me lo ha quasi imposto, ma mi sono messo dall’altra parte, dalla parte di chi, prima di dire ascolta e dopo, se proprio è il caso, dice qualcosa.
    Sono scappato da quei diari riproposti in chiave quasi patetica, da quelle letture che nascevano da malcontenti, o da occasioni mancate, da situazioni noiose a volte solo per il gusto di esserlo. Ma anche da chi, dietro ad un blog, poneva l’immagine di sè al di sopra d’ogni cosa, senza creare alternative, senza offrire o dire niente.
    In questo spazio, ho trovato una via da seguire, e senza che me ne rendessi conto, è diventata lunga, a volte piena di ostacoli, di silenzi non contemplati, di lunghe code nell’attesa di risposte non sempre ricevute.

    Ma gli sguardi continuavano a non esserci.

    E poi, pian pianino, ho trovato le persone, semplici persone che avevano voglia di dividere, e questo “spazio”, le lasciava libere di farlo, proprio perché non era ad un post che dovevano rispondere, ma solo a quel bisogno che è un po’ di tutti, di parlare solo per farlo, di parlare per ricevere, se era il caso, una risposta.
    Ed è in quelle parole, dette senza volere chiedere, e in quelle risposte date solo con la voglia di esserci, che ho incominciato a scorgere gli sguardi.

    Pazzia, direte, o forse un attimo d’incertezza… No, assolutamente no.

    Seduti uno accanto all’altro, alla ricerca di calore, il suono della voce di chi parlava, era un sottofondo alle cose che diceva; a volte risate incontrollate, a volte poesie sussurrate, a volte canzoni strimpellate, a volte racconti di storie che con le storie non avevano niente a che vedere, a volte arringhe appassionate su cose che purtroppo potevano dividerci, a volte confessioni fatte sottovoce e, in tutto questo, potevano non esserci gli sguardi?

    Erano sguardi fatti di parole, che ognuno di noi offriva agli altri senza pretese, senza volere per forza qualcosa in cambio, a volte come carezze, a volte fissi in cerca di risposte. Erano sguardi fatti di parole, magari solo per dire arrivederci, buon giorno o buona notte, e chi lo leggeva il giorno dopo, vuoi che non li vedesse?
    Questo per dire, che serve la voglia, per sentire, oltre che per vedere l’altro. E forse non è così anche nella vita reale? Quanto di ciò che vediamo o sentiamo ci resta veramente impresso?
    In questo mondo virtuale, il fatto di non potersi guardare negli occhi si fa sentire, essere dietro ad un video e una tastiera, può creare dei malintesi, il mezzo ci limita, ma siamo sicuri che potersi guardare sempre negli occhi dia ottimi risultati? Io non ne sono del tutto convinto, ma mi concedo la possibilità di poterci credere, così come me la concedo nel credere in un rapporto che può sembrare fatto solo di parole.
    E oggi che anch’io ho un blog, ci credo ancora.

    Benvenuta nel mio mondo Daniela! 🙂

    Mi piace

  78. mirko

    @ semprevento
    ….ma potevo oggi dimenticarmi di Te? Assolutamente noooo! Ti vedo con quello zummone andare in giro per la via, ma che dico per il paese, ma che dico per la città e zumma di qui zumma di là tutti inchiodati, impressionati, immortalati….fotografati! E vorrei essere un airone anzi no un fenicotterino rosa anzi no, facciamo celeste che meglio s’intona con la mia veste. Bellissimi i fenicotterini, splendidi quelli della Lady Pat (altra fotografa eccezionale di questo blog!).
    E dopo aver zummato in lungo e in largo di corsa in lavanderia, in tintoria o dove vuoi tu…. presto presto datemi un testo diceva la mia prof d’italiano, .. non so che c’entra ma ci sta tanto bene, in tintoria dicevo a dar di gomito di stantuffo, vapore che sale a inumidir le membra, le gote e il collo e mentre grondo io penso a te. A te solare, insolata o insolita creatura che nulla teme e che niente inganna, ma a tutti spamma di luce e di calor.
    …..abbiamo preso alla lettera i disorientamenti letterari?????? forse sì!!
    Un kissssss ventoso assai, anzi turbovento!!!!
    mirkino

    Mi piace

  79. mirko

    @ aurelio
    lo vedi che ti leggo nel pensiero? Dici troppo spesso questa frase che “me la sono sentita cucita a pelle…” ahahahahahahahahahahahah 🙂

    Mi piace

  80. aurelio

    @ Mirkolino

    meglio che ti riprendi alla svelta che il tempo passa. E lo sai, oh sì che lo sai, e ti legge, oh sì che ti legge, e ti telefona, oh sì che ti telefona. E poi …. prego accomodati, piega un pochino la spalluccia, abbassa la testolina, bene così e adesso stai!
    ahahahahahahahaha…. 🙂

    Mi piace

  81. mirko

    @ Aurelio: peccato che subito dopo aggiunge: “fatti un pochino pochino più in là, ecco bene, che ora ne arriva un altro e tu che sei bello lungo, piegati sulle ginocchia, abbassa il capino, piegati in due e pure in quattro, fletti il ginocchio, bravo che sei, guarda che carucci lì sotto che siete. Fate i bravi che stasera vi faccio di nuovo uscire! Fregati tutti e due!!!!! 🙂 ahahahahahahah 🙂
    che vita grama fratello la nostra!!!! sigh e doppio sigh. e pure sob! 😦

    Mi piace

  82. Da dove comincio?
    Vado per ordine allora…
    @Daniela…non ci sono tante parole da usare per commentare quello che hai scritto.
    Posso dire che siamo un po’ tutti sulla stessa barca…nessuno è immune al dolore, alla delusione, alla perdita. Ciò che invece ci distingue è il coraggio di andare avanti, di mettercela tutta, di investire su noi stessi…perché nessuno meglio di noi sa quello di cui abbiamo bisogno.
    Andare avanti è un gesto di grande coraggio che io ammiro molto nelle persone segnate.
    Mi viene in mente quello che penso spesso….”che peccato vivere la vita da spettatore di se stessi”. Abbiamo tanto da dare, da imparare e anche da sorprenderci…Rimettersi in gioco, che bella frase…io non ci sono mai riuscita ma non è che ne soffra…Quello che mi è mancato nella vita è stata una sfortuna. Adesso ho una sola ragione e non ne voglio altre.
    Ho chiuso le porte e tutto sommato mi va bene così. la poesia, il vento, il mare me li porto dentro finché sarà, poi finalmente un po’ di pace.
    Mi arrangio scrivendo i miei racconti , trovando metafore , collegando i miei ricordi a parole del tutto diverse dal vero significato, ma lo so io e molti non capiscono…che poi alla fine c’è così poco da capire.
    Non amo tanto parlare seriamente, preferisco circondarmi di quelle cose futili e birbone che lasciano vedere una persona allegra e spensierata..e va bene così. E poi mi commuovo troppo…
    (grosso difetto.)
    Beh,
    adesso però ti conosco un po’ di più e questo non può farmi che un immenso piacere..vorrei solo che ci fosse un’ isola felice per tutti senza passare necessariamente tra tempeste e uragani…
    ma questo è e va accettato.
    Grazie per questo tuo modo così “raffinato” nel raccontarti.
    vento

    Mi piace

  83. Ma che vedo!!!
    Benvenuta nel mio mondo!!! a me ummelai mai detto!!!
    ..e si vede che un sono la benvenuta, ma tanto io ci resto lo stesso!!! Tiè!
    ..ora che c’ho il mi Mirkino che mi scrive anche i sonetti…hihihihihi.
    Disorientamenti letterari è un parolone concettuale troppo grosso anche per la filarmonica di Bankocche, figurati se ho capito cosa sono i letterati …so suonare il flauto io, c’avevo nove in musica…e la prof mi chiamava Beethoven ma mica perchè ero sorda..no no…una volta mi sorprese al pianoforte coi capelli tutti scarruffati a fa la scema imitavo il maestro Ludovicche e mi prese a ben volere, e per non farmi fare birbonate mi nominò capoclasse quando lei andva in segreteria…maremmina ..allora si che facevo baldoria… mettevo un ragazzetto a guardia nel corridoi e ni davo di tasti… che tempi erano quelli….ma fu lì che mi resi conto che le note musicali erano diverse dalle note sul diario…il mi babbo me lo fece capire bene bene una sera …una popò di cintolata m’arrivò che feci un salto da terra come quando penso ai petardi nella pipa di Arthurino! …così finì la mia carriera di pianista sull’oceano…l’hai visto il film? bello vero?
    A me mi fanno impazzi le storie come quelle…

    Ma perchè Aury ha detto: Tranquillo … ora ti passa! Eh no!!! un avevo mai trovato un romanticone che m’immagina tutta presa collo zumme e il vapore..e te gliela vuoi fa già passà la sbronza pimmia???? …maremmina, aspetta un po’inino…
    Oh stamani si bollicchiava…l’assunta era assente..menomale, c’ha da studià diritto amministrativo… bon per lei…io ho aperto il libro a caso e mi son subito pentita..m’è arrivato un mattone tra capo e collo…allora ho lasciato stare…son cose per i cervelli svegli, il mio è allegro e svapora…ma poi…son svenuta dalla fame…e mi son mangiata un tramezzino..ma faceva schifo…allora ho bevuto succo al un pompelmo..deh…era tiepido…oimmei che pazienza mi ci vuole…un ce l’ho!!
    Mi sono attaccata alla cannella, era più fresca…E ora a casa mi son messa a mangià la granita siciliana…seeee ma che stanno a dì!!
    L’è troppo bona la vera grnita…quella lì al massimo è una sbriciolata di zucchero e du scagliette di limone …un è bona..
    ora vò da Kiro…lo so son di fori come i gerani sul terrazzo di Wanda la travestita…ma del resto dove abito io è sempre carnevale… E fa tanta allegria 🙂
    Ciao Mirkino , trottolino amoroso hahahhahaha…ti metto una canzone???
    dai vo a cercà un viseo simpati’o…. ce l’ho in mente…

    è da morsini quella bimba!!!

    Mi piace

  84. mirko

    Stamattina sono un po’ preoccupato. Il mio cervello è offuscato e non so esattamente perché, non riesco ad avere le idee lucide, frugo nei miei pensieri ma mi sfuggono via. Li rincorro inutilmente perdendomi per strada. Non riesco più a raggiungerli né a metterli a fuoco. E’ come se non coabitassero più con me e non volessero essere più a mia disposizione, per aiutarmi. Penso molto lentamente e penso che dovrei essere felice della fortuna che ho avuto fin d’ora, ma non m’importa più. E’ come se lo pensasse un altro e non io. Sento che mi sta sfuggendo qualcosa. Ma anche questo è un pensiero che mi sfugge subito via. I miei pensieri non mi vogliono più tenere compagnia. Se anche loro mi abbandonano come farò a sopravvivere senza più nulla? Rivoglio i miei pensieri! Mi appartengono. Sono i ricordi più belli di tutta la mia vita e mi hanno sempre aiutato ad essere felice. Li rivoglio tutti. Sono solo miei. Non posso vivere senza di loro. Come fa il mio cervello a vivere se è completamente vuoto dentro? Si riempirebbe molto presto d’acqua ed io ci affogherei dentro. No, non voglio affogare nel mio cervello. Voglio vivere, respirare, pensare, muovermi. Pensieri, per piacere tornate a tenermi compagnia. Il cervello è troppo in ritardo sull’azione, forse mi farebbe bene pensare a voce alta.

    “Adesso capisco i matti che parlano da soli ad alta voce per strada. Lo fanno per ritrovare i propri pensieri che li hanno abbandonati….”.

    Cos’altro non sento più? I desideri. Non ho più desideri. Di nessun genere. Mi è tutto indifferente. Non potendoli più soddisfare ho obbligato involontariamente il cervello ad allontanarsi dai desideri. E così non fanno più parte della mia vita di oggi. Torneranno? Sarò ancora capace di amare, di desiderare? E’ impossibile saperlo oggi ed è inutile torturarsi. Ma se non potrò più desiderare il sorriso di un essere umano, di cosa si ciberanno i miei futuri sogni? Forse sono stato troppo drastico nel chiudere il rubinetto del mio prossimo. Per paura che mi ferissero, ho forse ucciso da solo me stesso. Il mio più intimo io. Il mio più profondo essere vibrante. Essere umano alla continua ricerca di sensazioni, Non sento più nulla. E non sento nemmeno paura di non sentire più nulla. Nessun pensiero, nessuna azione mi può infastidire o turbare. Mi sento infinitamente forte ed insopportabilmente povero.

    Per fortuna esiste il vento che interrompe immediatamente la monotonia dei miei pensieri. E’ bastato un po’ di vento per portarmi via i cattivi pensieri. Ho già nuovi sogni, nuove sensazioni. La verità non esiste. Esiste solo quello che penso, nel momento in cui lo vivo.

    E’ bello il vento che soffia sopra la mia testa….

    Invita i tuoi amici e Tiscali ti premia! Il consiglio di un amico vale più di uno spot in TV. Per ogni nuovo

    Mi piace

  85. Buon giono ragazzi. Passato bene i fine settimana? Sabato ho sentito Carla e mi ha detto di dire ai suoi amici di FARE I BRAVI, anzi, DIPPIù, DIPPIù E assai dippiù.

    Lei si spaparanza al sole, fa delle belle nuotate, mangia la granita di caffè con panna e briochina ogni mattina a tutte le volte che sente un leggero languorino, la sera, con amici, tra braciolette di pesce spada e caponatina, ci mette anche qualche bel piatto di pasta alla norma, il tutto alla nostra salute (…) (la possino dippiù, dippiù….-) ), dice che non c’ha intenzione di tornare perché la Bella Isola dove si è rifugiata non la lascia andar via, per cui, se vogliamo vederla ancora, mi sa ci ci tocca andare a trovarla e tra braciolette di pesce spada e caponatina, ci mette anche qualche bel piatto di pasta alla norma, e ci sta anche un bel bicchiere di Rapitlà del 2011, riserva speciale.

    Il fatto è che sentendola, soprattutto sentendo i suoi accorati racconti del suo soggiorno in quelle amate terre, non ho potuto fare a meno di avere più di un attacco di bile, ‘nnagg…, visto che poi, dopo la deliziosa conversazione, sono tornato a lavorare, malgrado fosse sabato pomeriggio e malgrado fuori ci fossero 32° all’ombra.

    Insomma, che dire, mi sa, cara Daniela, LaUra, Aurelio e Mirko che l’abbiamo persa, anche perché da quelle parti si sta troppo bene, anzi, che dico, ‘nnagg… 🙂

    Evvabè, me tocca.
    Torno più tardi per commentare le cose che avete scritto.

    Ciao

    ps: Mirko. che fai una pubblicità occulta, anzi dichiaratamente dichiarata? Guarda che ti censuro, ti! 🙂

    Mi piace

  86. mirko

    @ Patrizia (la Lady) e Arthur (the boss)
    Tranquilli ragazzi, è che oggi non gira e scrivo e-mail, commenti e messaggini da paura, invio, riprendo, leggo e rileggo, passo sul cellulare, infilo sul computer e torno a leggere e mi gira e mi rigira e le notizie che arrivano non sono per nulla buone, poi scrivo qualcosa, chiedo consiglio, prendo mazzate perchè poi è così, e riprendo il mio scritto con su una bella bacchettata ma io insisto lei lo sa che non desisto quando mi metto in testa una cosa, sono arrabbiato lo voglio dire e scrivo almeno mi sfogo e ho scritto tanto stamattina ma tanto che sono riuscito a destabilizzare anche me stesso.
    Scusatemi ma oggi …. è così. Disorientato letterario doc G!
    Tanto lo so che prima o poi mi passa…. sorry a tutti!!!!!! 😦

    Mi piace

  87. @ Mirko

    No problem, se parliamo di arrabbiature io forse lo sono più di te e tra un po’ scoppio, poi ci si mette pure questo caldo insopportabile, io lo detesto 😦

    @ Heleneaurore
    Lieta tu stia meglio 🙂

    Mi piace

  88. mirko

    @ Pat. comprensiva! In effetti ogni tanto se scoppio :mrgreen: è anche un bene e poi il caldo…opprimente, che stress!!! Saperti nelle mie condizioni mi dispiace veramente ma la solidarietà, a volte, è già un valido aiuto. 🙂
    n.b.: quando dico che il weekend a volte è deleterio sembra un paradosso! Ma senti un pò…. perchè voi donne non siete tutte uguali????? 😦
    Buon lavoro Lady e sorridiamo che è meglio! .-)

    Mi piace

  89. @ Mirko: capita che non giri, se poi penso ad una certa persona che è al mare, beh, sento un’irresistibile bisogno di passare a prendere Patrizia, Ventolino, Carlotta, (Heleneaurore vieni anche tu?) e tutti voi quattro, comreso il caro Alan che però forse non si sposta tanto volentieri e caricati pochi bagagli, andare a svernate anche noi al mare.

    Che belle idee che mi vengono alle volte!!! 😆 😆 😆

    ps: vedo, anzi, noto con piacere che i miei “disorientamenti letterali” sono contagiosi, anzi, contaggggiosi con di 4 G 🙂

    Mi piace

  90. @ Arthur
    Io al mare non ci vengo, te lo scordi sempre 🙂
    Unica alternativa è poter avere una barca (solida però, mi raccomando) e poter navigare, allora mi starebbe bene hihihi

    Impossibile non muoversi, tra una cosa è l’altra il lunedì è il giorno in cui non si sta fermi un secondo, ma forse è anche meglio visto che altrimenti con lo strappo che mi sono data sabato resterei completamente bloccata 😦

    Mi piace

  91. @ Arthur
    Si caro, su certe cose sono testona. Io al mare ci vado d’inverno, così non mi vede nessuno :mrgreen:

    Comunque non stavo facendo nessuna foto, stavo facendo le pulizie a casa e tracccccccc, uno strappo micidiale. Ora non sto bene da nessuna parte, ne seduta, ne a letto, ne quando cammino… evvabbè, prima o poi passerà 🙂

    Mi piace

  92. aurelio

    @ Mirko: scrivilo adesso che dopo un’ora di chiacchierata con il “me medesimo” tutto ha un altro aspetto. Cambia prospettiva, visione, angolazione…. Il problema è che durante il fine settimana tu devi stare con me che ti fo vivere una vita diversa dove l’apparenza viene messa in un bel cantuccino (tanto pe’ restare in tema) e ce ne freghiamo di tutti quei fronzoli e paillettes e diamo conto a ciò che esiste dentro, all’interiorità di chi hai davanti. Tutto il costruito esteriormente passa prima o poi, si scende dal tacco 12, si lievita un pò, il trucco e il capello chiedono armistizio, si affacciano le rughe e i doloretti e se tu t’eri basato su quello che fai? Erzicovina adesso ha un senso (per chi lo trova! 😦 ma col tempo con l’acqua fresca ci si pole rinfrescare le idee e nulla più. Allora Mirko guarda sempre “oltre”. Oltre la siepe c’è un castello, oltre il cancello c’è il mare, oltre l’apparenza c’è il senso della vita. Coraggio amico mio! 🙂
    n.b. ammazza che saggezza sento oggi! 🙂

    Mi piace

  93. @ Patrizia: so cosa vuol dire. Io una volta ho preso uno strappo spostando un tavolo antico in ferro battuto e cristallo da una cliente. Sono rimasto praticamente bloccato per oltre un mese. Camminavo di traverso e a letto, seduto, in macchina, era un disastro.

    mettiti uno di quei cerotti che vendono in farmacia che sono ottimi e… riposo assoluto, alrimenti è un guaio.

    Mi piace

  94. aurelio

    @ Lady P.
    Allora, ordine ai pensieri:
    – stabiliamo subito che il mare d’inverno è qualcosa di spettacolare. Le onde che si infrangono sugli scogli, sulla sabbia…. visione fantastica. Quante volte ho passeggiato d’inverno sulla spiaggia, lo iodio respirato a pieni polmoni, una tranquillità e una solitudine invidiabili, il mare ingrossato che faceva paura…. bellissimo!
    – il mare d’estate è appagamento. Stai sdraiato sulla rena e senti quel sommesso lamento provocato dalle onde, quasi fosse un richiamo. E poi il bisogno di camminare, i piedi nell’acqua, la pelle che si scalda al sole e i pensieri che scivolano via con la crema solare. La mattina presto quando non c’è nessuno, la sabbia è ancora fresca dalla notte, è il momento che preferisco, e poi il mare che ti cattura, che sembra voglia giocare con te, ti porta al largo e ti rimescola tutto.
    – la barca. Un bel giro con il venticello in faccia e tra i capelli. Il pareo che svolazza con i suoi mille colori e tieniti il cappello, attento agli asciugamani che volano in acqua, e senti il motore quanto rumore fa, e attento a non prendere le buste di plastica con il motore, e attento a quel bagnante in acqua, e……che stress!!!!!
    – e mannaggia che ti sei strappata!
    – e mannaggia che fa troppo caldo
    – e mannaggia a tutto ‘sto lavoro
    – e mannaggia che è lunedì
    – e mannaggia alle pulizie di casa
    – e mannaggia pure a me!!!!
    Ma oggi, ragazzi, si può sapere cosa ci succede? 😦

    Mi piace

  95. aurelio

    @ Pat: furbesca donzella tu sei! Il tacco 12 è il vostro…. noi si sta comodi!
    Ma guarda ‘ste donne come ingarbugliano sempre tutto! Te possino, te possino….
    Però, però… meno male che ci siete, che ci sei !!!!! 🙄

    Mi piace

  96. @ Mirko
    Il mare d’inverno è uno spettacolo ineguagliabile, sola sulla spiaggia me ne cammino avvolta nei miei pensieri godendomi solo il suono del mare, del vento e dei gabbiani 🙂
    D’estate mi starebbe bene anche al mattino fresco, ma poi stare ferma per abbronzarmi proprio no, per questo dico meglio un bel giro in barca che non è uno stress come dici tu ahahha

    Che succede oggi?? E chi lo sa, sicuramente la settimana non è iniziata bene, pazienza …

    Mi piace

  97. @ Aurelio
    Io il tacco 12 non lo porto più da un pezzo, preferisco metterli più bassi anche perché non tutte sono in grado di portare tacchi di quel tipo. Se ne vedono tante che sembrano papere e non riescono a fare un passo decente… mah, ok la moda, ma non capisco perché volerla seguire a tutti i costi quando non si è adatti…

    Mi piace

  98. mirko

    Ma Ivana oggi dov’è? manca all’appello!
    sarà su un tram a fotografare tutto ciò che corre dal finestrino, sarà in qualche centro di paese a fotografare statue, sarà tutta intenta a manovrar appretto, ferro e vapore, sarà nella sua casa a elaborare immagini…. dove sarà?????
    Ivanaaaaaaa….. sento che fra un pò sbuca, con Kiro, Carmen e Sara!!! E in testa l’orso!
    Olèèèèè baci, kiss, smackkkk 🙂

    Mi piace

  99. daniela

    Coraggio che piano piano anche questa mattina prende il giusto via, ogni cosa nella giusta casella, l’umore si solleva e l’estate si avvicina….
    Pensare positivo, ecco cosa dobbiamo fare, e che ci vuole in fondo? 🙂

    Mi piace

  100. mirko

    @ Daniela: hai proprio ragione. Vedi, ero tanto arrabbiato questo fine settimana per aver avuto una brutta lite con chi credevo amico che quasi non ragionavo più. Meno male che mi passa alla svelta, comunque grazie!
    E’ troppo forte questa cosa di scriverti pur avendoti a pochi metri di distanza ma viene così facile parlare che non ho neppure il tempo di alzare lo sguardo: nonostante tutto so bene che sei lì. A me sta cosa di scrivere come se tu fossi un’amica lontana piace sempre più…..

    Mi piace

  101. daniela

    @ Mirko
    se può aiutarti… leggi attentamente quello che scrisse CARLA a LUCA.

    “Caro puntino…”

    Che rabbia resta dentro di noi quando un amico non c’è più. Molti direbbero l’ho perso. E’ un termine questo che non mi piace usare perché nella mia vita non ho mai perso le cose e le persone a cui tenevo, non ho ammesso distrazioni, ho tenuto sempre strette accanto a me le cose care, i valori, i principi e le stesse regole. Un amico che tenevo per mano non avrei mai potuto perderlo nei meandri della vita. E anche quel non c’è più non chiarisce bene la situazione. Non c’è più non vuol dire che egli sia morto. Egli è vivo e vegeto, semplicemente si è allontanato, purtroppo da me. Nessuna catena a trattenerlo, l’ho visto girare sui tacchi e andar via di schiena, passo dopo passo. Eppure tanti anni di vita in comune ci univano, confidenze, momenti di sconforto, serate in allegria ed ora il mio amico è quel puntino in fondo alla strada, minuscolo come le cose piccole, un puntino che mi sta lentamente abbandonando.

    Ho scritto abbandonando, caro puntino che eri un giorno il mio amico, perché così mi sento adesso io. “In grave stato di abbandono da te” e questo non te lo saresti dovuto permettere. Tu sapevi il bene che ti volevo e quanto grande sarebbe stato il dolore che mi avresti procurato eppure non te ne è importato assolutamente nulla. Hai deciso di recidere il nostro filo, la nostra complicità, la nostra amicizia. Lo hai deciso per te e pure per me. Hai deciso, senza chiedere, per tutti e due. Come quando ordinavi la pizza per entrambi e la mia era tassativamente ai funghi. Decidevi per me secondo il tuo gusto, senza chiedere la mia opinione. Sapevi che io quella pizza l’avrei comunque mangiata, perché c’era in essa una parte di te e mi andava bene così. Perché io ti volevo davvero bene.

    Adesso è passato tanto tempo da quell’ultima volta che ti ho visto andare via di spalle, sono passati mesi da quel giorno che da amico sei diventato un puntino ma la mia rabbia, la mia amarezza è rimasta sempre quella di allora, quella rivolta ancora all’amico. Da quel giorno né una telefonata, un messaggio, un augurio. “Né” è tutto quello che mi resta di te. E non avendo avuta nessuna possibilità per poterti parlare fosse pure per l’ultima volta, provo a spiegarti adesso ciò che provo, ciò che ancora sento per te. Non importa se non ricordi più neppure il mio nome, può capitare a chiunque di dimenticare, io sono quella persona che correva a casa tua ogni volta che non stavi bene per vedere se le scarpe da tennis che avevo acquistato erano morbide come dicevi; ero quella persona che cucinava i “piatti speciali” perché in ufficio le regalavano sempre tanta roba che era un peccato farla perdere; ero quella persona che veniva a passare la notte a casa tua dopo ogni bollettino medico perché dormiva troppo comoda su quella poltrona rossa di pelle anziché nel proprio letto matrimoniale; ero quella persona che ogni volta che la tua macchina era in panne faceva i tripli salti mortali per metterti a disposizione la sua, in fondo provare l’ebbrezza dei mezzi pubblici era sempre un piacere; ero quella persona che per anni ha mangiato la pizza con i funghi e che alla fine ubriaca del troppo bene per te si ritrova a parlare adesso con un puntino. E a quel puntino dico che in tutto questo tempo ho conservato stretto stretto nella mia mano un seme. E’ il seme dell’amicizia, perdonami se non ce l’ho fatta a buttarlo via, sono sicura che se tutti e due lo volessimo davvero, riuscirebbe ancora a germogliare.

    Sono quella di sempre, con le stesse emozioni, con la stessa voglia di crederci ancora, sono quella persona che ti sta aspettando, all’angolo della stessa via dove c’incontravamo sempre, stringendo forte un semino nella mano. Non farmi più aspettare, fra poco cala la notte e tu sei l’unico al quale un giorno ho confessato di avere tanta paura del buio.

    Mi piace

  102. mirko

    @ Daniela:
    Non l’avevo mai letta ma c’è Carla in ogni parola scritta e il suo modo di essere con gli altri.
    Soprattutto quando ha ragione da vendere e si pone così! Quel Luca me lo ricordo bene invece.
    Grazie Dany, ora sto decisamente meglio!

    Mi piace

  103. ..in effetti ero a produrre.
    http://sempreventophoto.wordpress.com/2012/06/18/le-vere-statue-della-vita/

    uhm…che strana aria che tira..
    Ho letto la lettera di Carla… quella non è una donna…è qualcosa di superiore.
    Senza offesa per nessuno ma come si fa ad essere così?
    Nessun rancore, nessuna rabbia…solo l’attesa di un nuovo incontro per ritrovarsi.
    Io non so se ne sarei capace…senza entrare nel merito di nulla vorrei solo esprimere la mia rabbia …una persona che crede così forte nel sentimento dell’amicizia come è possibile tradirla? l’abbandono in questo caso è anche peggiore della fine di un amore.
    mi sarei chiusa nel silenzio e non avrei più proferito parola. Avrei messo un muro altissimo…
    e non lo avrei buttato giù, neppure davanti alle scuse…o comunque non sarebbe più stata la stessa cosa. Sono ferite gravi queste.
    Non vivo di rancore…ma di silenzio..forse è la stessa cosa, non saprei.
    Ora vedo solo una cosa. il cambiamento…se da una parte sono diventata più emotiva e mi commuovo di nulla, dall’altra non riesco più a perdonare…Non dimentico…non dimentico un solo attimo di tutto quello che mi è stato fatto…la rabbia prende il sopravvento per un attimo…poi scende quel silenzio dell’anima…ma lasciamo perdere….la vita è vita alla fine , no?

    …mica posso scoprire tutti i miei difettucci!!!
    Mirkinoooooo, piccolo sguerguescio mio!
    ma stamani ti sei svegliato male , eh?
    Capita, se tu però ti ributti nel netto e scendi col piede giusto…vedrai te..magari ti si è addormentato e ruzzoli di sotto…a me è capitato…che botta!!!
    ma io sono fenomenale per certe cose…come si fa a cadere dal letto a 40 anni????
    va beh , ora ci sto attenta, scendo con calma…controllo la situazione…anche perchè il mio lettone è affollato…ci sta l’Orso bianco di sara, il panda ( scaldotto per i piedini) 6 cuscini, un cuore grande rosso rosso e un orsetto lavatore che è mio… c’era anche un lupo grigio, ma capirai , ora con questo caldo un si pole tenè vicino e poi russa pure!
    tè capì? troppa animalandia affolla il letto e nelle sere calde vola tutto di sotto! Ma Saretta…è lei che li vuole…e un si pole dì di no ai bimbi!

    Stamani c’avevo da afre commissioni…ma mi son premunita ..è vero.
    t’ho fatto degli scatti niente male…quanti turisti ci sono..ma la sera vanno via…tutti a Firenze ….l^è più vip…si sa!

    però potevi fammi un fischio ed io sarei corsa a consolatti… me ne intendo di certi stati d’animo…ma so anche che passano…non si deve lottare contro…vanno vissuti, mangiati e digeriti..e se ti scappa un ruttino…perdonato, in fondo sei un cucciolo anche te!
    In più i matti siamo noi che enfatizziamo i nostri momenti…che li elaboriamo e facciamo di loro zucchero filato…quando ci riesce…sennò al massimo una palla di neve…bella grossa ..tanto poi si scioglie…tranquillo….
    Ora sono a casa…fa caldo, tanto caldo…e al mare adesso proprio no. semmai la mattina pesto….ma presto…il mare d’inverno è anche la mia passione..sempre stato…e mai mi abbandona.
    Ora faccio due cosine poi torno..intanto vi vorrei dire a tutti….siete splendidi…un bello splendore davvero… vi abbracciarei tutti!!! nel tutti c’è anche incluso tutte. è ovvio!
    lady Pat..ma che combini… 😦 bacino.
    A proposito, Mirkino…l’è saggio Aury..maremma zucchina…. tienilo stretto …. 🙂 ‘ntesi???

    Mi piace

  104. seeeeeeeeeeeee!!!! …ma….NOOOOOOOOOOO!!!!
    hihiiihihihihiih ma si certo….CERTOOOOOOOOOOOOO!!!!
    a te t’amo ma un lo sì a nessuno sennò un fo più vita coll’orso lavatore!!
    ..quello sardo è un’antra ‘osa eh!!

    Mi piace

  105. aurelio

    @ Lady Pat: acuta osservazione, come “quasi” tutti gli uomini, a volte, sono maldestro! Sono stato scarso nel garbo, maremma zucchina mi ha già dovuto riprendere. Ecco una delle cose che mi piace tanto di voi donne, quei puntini che mettete a rettifica di un pensiero. Per carità…non provochiamo altri strappi. Mi sembra che tu abbia già, in tal senso, dato. E non tutti gli strappi possono poi guarire con la semplice applicazione di un cerotto sia pure medicato.
    Comunque….. ce ne avremo io e te di cose da dire. Ce ne avremo. Ssstttt, non innervosirti che poi senti male dove hai preso lo strappo! E bonina ogni tanto, ‘nnaggia ……. continuo a pensare ch’è il mio nome che ti frega. Brutto ricordo!! 😦
    p.s. Oggi mi sembra la giornata del “gommista”: si tappa un foro e si apre ‘na falla. 🙂

    Mi piace

  106. @ Aurelio
    Uno strappo per così poco?? Vabbè che sono tremenda, ma non fino a questo punto e tranquillo, non mi sto affatto innervosendo e sto pure bonina aahahahah

    Mi sa che vi siete fatti un’idea un po’ sbagliatella di me, sono diretta e schietta nelle risposte, ma non ho mai mangiato nessuno 😉

    Mi piace

  107. aurelio

    @Lady Pat…. nessuna idea sbagliatella su di Te, giuro (e vedi che sto portando la mano destra sul cuore a mò di solenne giuramento!), però…. l’ultima parola te la prendi sempre, o no? ahahahahahahahah 🙂
    E poi ho bello che capito che sei giocherellona come noi, ironica e simpaticissima.
    Vuoi fare la dura ogni tanto e te lo lascio fare, sono un tenerone in fondo io ….. 🙂
    Pat viva la vita! 🙂

    Mi piace

  108. laUra

    Temo l’arrivo del proprietario del blog! Con tutti i peperoncini alla riscossa….. 😦
    Siamo troppo irrequieti oggi, non gradirà questo sconvolgimento del blogghino. 🙂
    Diventerà :mrgreen: (speriamo bene)

    Mi piace

  109. @ Aurelio
    L’ultima parola me la prendo “quasi” sempre, spesso sorvolo su alcune cose anche io come penso tutte le persone. Certo che sono giocherellona, piace anche a me divertirmi, solo quando occorre sono una persona dura, pure di testa hihihihi
    Viva la vita Aurelio

    @ laUra
    Il proprietario del blog non è un Barbablù… si diverte anche lui a leggere quanto scriviamo e combiniamo. Però so che non gli piace la faccina verde, gli ricorda una certa signora carciofo ahahahha

    Mi piace

  110. laUra

    @ Patrizia
    Caspita quindi non devo mettere quella faccina verde … ed ora come la cancello? Non conoscevo questa regola. Sinceramente non vedo l’ora che torni Carla perchè non sono assolutamente convinta che abbiamo capito come si vive su un blog. Tutte le raccomandazioni che ci ha lasciato nonchè quelle per telefono si sono rivelate poco attendibili. Il bello è che avremo una doppia sgridata, prima dall’uno e poi dall’altra.
    Ciao Patrizia e guarisci presto con la schiena. 🙂

    Mi piace

  111. @ LaUra e combriccola: ‘nnagg… cosa devo fare con voi?
    Allora… e lo dico con 😆 😆 😆 tre faccine sorridenti, onde evitare che sembri una ramanzina. Non sono, come dice giustamente Patrizia un “Barbablù” che insegue i cattivoni che si sono comportati male, ‘nnagg… 😆 😆 😆 ( e dove poi?) e che che ne dica quella PISANACCIA DI SEMPREVENTO che dippiù non si può, che la perdono solo perché malgrado tutto quel suo apparire fuori dai gangheri è un Venticello tenero tenero forse anche quando dorme, il che è tutto dire, non sono neanche tanto a modino come vorrebbe farmi sembrare, perché se lo fossi, non avrei inventato prima e aperto poi questa pagina intitolata ad un personaggio, Erzicovina delle Valli Ruspanti, che di a modino ha poco e nulla, non mi perderei ogni tanto in quel famosi – termine coniato da una mia amica carissima un giorno dopo aver letto giustamente i miei… – “Disorientamenti letterali” e soprattutto, non mi farei fotografare con un bel sorriso e una piantina di peperoncini incollati addosso. 😆 😆 😆

    Dite la verità, avete mai visto un avatar come questo in tutta la rete? 😆 😆 😆

    Quindi, tranquilli, questa pagina l’ho aperta apposta per voi e per chi ha voglia di contarla su indipendentemente dal post pubblicato. Scherzate pure quanto volete e punzecchiatevi sempre tenendo conto di chi avete dall’altra parte, perché la suscettibilità e soprattutto la sensibilità di ognuno di noi, non è mai uguale quella degli altri. Io vi guardo alle volte a distanza, perché non sempre mi è possibile intervenire, per ovvie ragioni. Qui non esiste nessuna regola, oltre al buon senso e al rispetto, ma su questo, con voi, non c’è nulla da chiarire. Mi piace leggervi, mi diverto vedendo come giocate tra di voi e mi piacciono anche molto i vostri interventi alle cose che scrivo – visto che tra l’altro scrivete anche bene… – perché il mio blog, al di là di certe malelingue, ha avuto sempre e solo uno scopo, condividere dei pensieri, anche se diversi e distanti. D’altra parte, non essendo una Chat ma un blog, è ovvio sapere che ciò che scrivo possa essere condiviso anche solo a livello di lettura, altrimenti, che ci sto a fare? ‘nnagg…!!! 🙂

    L’altro giorno una mia amica diceva che il mio blog è molto ricco di spunti e al di là della voglia di tirarmela un po’, (lo confesso, sono un vanesio dippiù, dippiù… 🙂 ) è vero, ma questi spunti non sono mai nati dal nulla, esistono soprattutto grazie anche a voi, al vostro aiuto. Non a caso esistono pagine come “Antologia del Portiere” che da poco si è arricchita di un racconto di Aurelio, oppure Nonno Archimede, un tenero personaggio che racchiude dentro di sé la mia voglia di essere da vecchio come lui, saggio e sempre con il sorriso sulle labbra. Non a caso esistono pagine come quelle dove ha scritto Carla, Patrizia, Ventolino, Carlotta ed io – beh, io ovviamente ci sono sempre – “Giovanna e Giovanni”, “Il Treno” o quella delle ricette, quest’ultima l’occasione per parlare anche d’altro o del tempo libero.

    Insomma, a me piace così, sono molto più giocherellone di quanto crediate, ma detesto la faccina verde, perché la faceva sempre un tipo, un blogger che per motivi suoi mi aveva preso di mira con le sue critiche fuori posto e senza alcun motivo. Credetemi, alle volte la mia lingua è peggio di una spada, insomma, l’ho condito per benino. Se l’era cercata! 🙂

    Per il resto, va tutto bene così, divertitevi se avete voglia, alla Carla ci penso io. Ma torna??? 🙂

    Ps: ma avete letto il mio buongiorno di stamane? Ho parlato di Carla, ve ne siete accorti?

    Mi piace

  112. omaremmina…Pat…un capì male!!!
    al capo lo amo di un amore straplatonico…quasi mammone….anche se da mammo fa lui a me che io a lui..però sai bisogna dagli l’importanza giusta, sebbò se la piglia e un la posa più!!
    la tu schiena, mi riferivo a quella…che tu sia brava e bona lo sappiamo …ma occhio eh..perchè le mosche sul naso un ce le vuoi…al massimo una zanzarina…perchè ha sbagliato mira. 🙂
    O Pat…qui sìè messo sciroppo…maremma gatta…mi sto piegando piano piano…
    quest’anno un ce la fò…no no..un ce la fò davvero!!!

    ma Mirkino indollè????
    volevo sapè come stava…e anche Aury ………………….maremmina..che giornatina off, stasera si va a mangià un bel gelato marmato!!!.io meo….
    vò a prende la mi bimba:-)

    Mi piace

  113. @ Ventolino
    Le mie faccine non erano riferite a nulla, ogni tanto quando leggo qualche cosa che mi colpisce e non so che scrivere metto faccine ahahahha
    Si si, io sono brava finché non mi pestano i piedi, perché ho dei calli enormi e se me li pestano fanno un male boia quindi ingrano la sesta (la quarta e la quinta sono troppo poco per me) e parto per la tangenziale ahahhaha

    Qua non c’è nemmeno lo sciroppo, io sto bevendo come la rana dalla bocca larga e mangiando ghiaccioli, mi sa che mi viene una congestione se continuo così e neppure io ce la fò con questo caldo, maremma boia non possiamo nemmeno accendere un po’ l’aria condizionata perché ci sono i muratori che stanno sistemando l’ufficio e quindi dobbiamo tenere le finestre aperte, sgrunt…

    Mi piace

  114. aurelio

    @ Arthur
    ma grazieeeee! 🙂 🙂 🙂 🙂 (da parte di tutti e quattro)
    Iniziamo col dire che certo che ce ne siamo accorti che il buongiorno stamattina era tutto per Carla, lei ha avuto il buongiorno da Arthur e noi da Carla avremo la buonasera: Infatti ci ha telefonato poco fa per informarci che è di ritorno, è partita stamattina e fra poco è a casa. E tuoni fulmini e saette appena leggerà tutti i misfatti. Siamo tutti dentro un colapasta, l’acqua passerà e il resto farà bella mostra di sè. Tirerà su come fossero spaghetti tutti i nostri commenti, uno ad uno, li analizzerà e vai con il valzer. Poi sarà la volta di qualche raccontino e lì ci darà anche la mazurka. Se poi non apprezzerà le nostre risposte una passatina di pianoforte. Alla fine ci condirà con un buon sughetto … e chi s’è visto s’è visto.
    Scherzi a parte, abbiamo spaziato su e giù per il blogghino, leggendo di tutto e di più, apprezzando tanto buon lavoro che nel tempo è stato fatto da parte di tante persone.
    I nostri complimenti a tutti!!!!

    Mi piace

  115. mirko

    @ semprevento
    sto bene sto bene. Mi sono bello che ripreso, tutti a coccolarmi, a prendersi cura di me, è stato molto bello. Mi hanno rigenerato come una cartuccia di toner, ecco. E poi adesso arriva Carla e le coccole si sprecano…… 🙄
    Che il gelato ti offra refrigerio per benino, un bacione bella Dama. 🙂

    Mi piace

  116. aurelio

    @ Lady Pat
    Ingrani la sesta? o che tu hai un Ferrarino? E così ci scappi pe’ la tangenziale e un ti becchiamo più. Una specie di Isotta quindi! 🙂 Isotta isotta dai che ce la fai…. 🙂
    Fà caldo Lady, caldo da morire. E bevo anch’io, per dimenticare. I ghiaccioli come sono: menta, limone, arancia o alla coca? 🙂
    La rana dalla bocca larga…. c’è forse bisogno di un rospo che diventi un principe? Basta saperlo. A gentile richiesta….. 🙂
    Orca…. devo ammutolire che hai scritto che se ti pestano i calli tu ….e allora mi faccio pomice, leggero leggero (però è una parola!) non vorrei incappare nella tua ira funesta! 😦
    ‘ste donne, croce e delizia! 🙂

    Mi piace

  117. @ Aurelio
    Non ho il Ferrarino e nemmeno la Isotta Fraschini, non potrei visto che non ho la patente.. 😆
    I ghiaccioli sono al limone, rinfrescano di più, o in alternativa alla coca

    Mi piace

  118. aurelio

    @ Pat: allora se non ho capito male sei un motore a scoppio se ingrani la marcia e parti per la tangenziale. Una donna vulcanica in piena eruzione. 🙄
    ascolta… ma prima avevi l’avatar con una rosa rossa per caso? 🙂
    ottimi i ghiaccioli al limone…. ottimi!

    Mi piace

  119. @ Aurelio
    Ecco, hai capito perfettamente, sono un motore a scoppio ahahha
    Nel blog appena iniziato avevo un avatar diverso ma non con la rosa rossa, l’unico avatar con rosa rossa l’ho usato in un sito dove si facevano concorsi con foto e cose del genere, era la foto che avevo scattato io ad una vera rosa rosa 🙂
    Questo avatar ormai sono diversi anni che lo uso e non l’ho più cambiato

    Mi piace

  120. aurelio

    @ Patrizia: allora ho visto quelle fotografie a concorso. Comunque l’avatar di adesso è molto bello, puramente femminile direi. 🙂 🙂
    Sul fatto che tu fossi un motore a scoppio, non avevo dubbio alcuno! 🙂

    Mi piace

  121. aurelio

    Ahahahahahah, incredibile, è entrato il logorroico tutto soddisfatto nel vederci ancora “al chiodo” a sbuffare come ciminiere per il caldo, con gli occhi sulle tastiere seri seri. Si è scusato che lui sta andando a casa e gli spiace vederci …. ancora immersi di lavoro!
    Logorroico prrrrrrrrrrrrr ahahahahahahahahahahahahah 🙂

    Mi piace

  122. aurelio

    @ Pat: non so proprio come posso aver fatto ad arrivare su quel sito. Forse a forza di pigiare tasti, Ma, non vorrei preoccuparmi, era pubblico o sbaglio? Non occorrevano password particolari o conoscenze perniciose spero!
    Guarda che “essere un motore a scoppio” trovo che sia un bel complimento: non ti definirei davvero una “gatta morta” ad esempio. Hai gli artigli, farai anche le fusa ma ti vedo più come una pantera…. una zampata al momento opportuno non ce la toglie nessuno e magari poi ci fotografi pure, così, tanto per …….. E pensa vincere un concorso con quella foto!!!! ahahahahahahah, poveri noi, tu ci fai neri, anzi a strisce come le zebre!
    Piuttosto lo sai che le persone di pelle bianca credono che le zebre siano bianche con le strisce nere e le persone di pelle nera credono che le zebre siano nere con le strisce bianche? 🙂

    Mi piace

  123. mirko

    @ Aurelio: mi sto sganasciando dalle risate a proposito delle zebre perchè penso alle “strisce pedonali”. Vuoi forse dire che in Italia fanno le strisce bianche sull’asfalto nero e in Africa le strisce nere sull’asfalto bianco?? .-)

    Mi piace

  124. @ Aurelio
    Si si, è un sito pubblico, possono visualizzarlo tutti quanti senza bisogno di password
    Io ormai non ci entro più da parecchio tempo, non mi piaceva molto

    No no, gatta morta proprio non fa per me, molto meglio motore a scoppio, anche perché lo sono veramente, scoppio molto facilmente ahahah
    Beh comunque potrei prendere in considerazione di farvi la foto hihihihi

    Ora vi saluto, devo chiudere l’ufficio e spostarmi in un altro 🙂
    Ciaoooo

    Mi piace

  125. aurelio

    @ Mirko: ad esempio adesso ti farei a strisce e considerato che sei di pelle bianca te le dovrei fare nere. Daniela, passami quel pennarellone nero, please! Vieni qui, amico, lasciami fare… 🙂

    Mi piace

  126. Antonella

    Ciao a tutti, ciao Mirko, ci sono ci sono, ma viviamo e scriviamo in tempi diversi : mi posso collegare solo dopo il lavoro . Siamo due parallele : non ci incontreremo mai !! Pero’ vi seguo in differita ( come le partite di calcio ) , mi fate divertire !
    @ Aurelio : complimenti per il racconto sul portiere, mi e’ piaciuto molto.
    @ Ventolino : ma dove sei con tutta l’afa che c’e’ in giro, sto morendo dal caldooooo, dovresti soffiare un po’ di piu’ verso Roma, grazieeee !!! In alternativa al soffio potresti usare lo smacchiatore ad aria compressa ….!!
    @ tutte le donne del blog ( anche quelle assenti ) : W le donne ….siempre !!!
    @ Artur: caro Arthurino come promesso sono andata a vedere Dali’ al Vittoriano…..mi sono innamorata dei suoi baffi !!!! Quell’uomo e’ un mito , un genio, un ” folle “, io l’adoro …..
    p.s. : piantine sistemate…speriamo bene !!!
    Buona serata a tutti, vado a farmi una granita , mi sto sciogliendo ….

    Mi piace

  127. carla

    Ciao a tutti, ma proprio tutti tutti.
    Ho letto qua e là, spiluccando come un grappolo d’uva e … dolore. Quanti acini acerbi da parte della mia ciurma. Mascalzoni latini che hanno fatto solo debiti di tante inutili promesse. Ho riscontrato una parlantina sciolta e variegata tipica di chi ha qualcosa nel gozzo e non riesce proprio a frenare. Deve parlare, assolutamente dire utilizzando l’organo preposto al gusto in una soave cassa armonica. Non si è salvato nulla, è stato sparato anche l’ultimo baluardo di ricordo. Povera me che in preda all’innocenza mi beavo di una dorata amicizia. Comunque quel che è fatto è fatto e quel che è detto è detto.
    Vi immagino tutti sereni, accaldati ma fieri.
    Torno presto, quasi subito ma un messaggino sul cellulare a quei due lasciatemelo mandare.
    A tra poco

    Mi piace

  128. Antonella

    immagino il testo del messaggino : FILATE SOTTO LA SCRIVANIAAAAA !!!! Bentornata Carla ! Il problema e’ che si stanno attrezzando col PC anche li’ sotto !

    Mi piace

  129. Antonella

    Miii stasera mi sento poetica … questa l’ho trovata in rete, io la trovo bellissima . Ve la lascio prima di andare a nanna ….. nottee !

    Mediterraneo ( E. Montale )

    Antico, sono ubriacato dalla voce
    ch’esce dalle tue bocche quando si schiudono
    come verdi campane e si ributtano
    indietro e si disciolgono.
    La casa delle mie estati lontane,
    t’era accanto, lo sai,
    là nel paese dove il sole cuoce
    e annuvolano l’aria le zanzare.
    Come allora oggi in tua presenza impietro,
    mare, ma non piú degno
    mi credo del solenne ammonimento
    del tuo respiro. Tu m’hai detto primo
    che il piccino fermento
    del mio cuore non era che un momento
    del tuo; che mi era in fondo
    la tua legge rischiosa: esser vasto e diverso
    e insieme fisso:e svuotarmi cosí d’ogni lordura
    come tu fai che sbatti sulle sponde
    tra sugheri alghe asterie
    le inutili macerie del tuo abisso.

    Mi piace

  130. @ Carla: oh mannaggia, già di ritorno? Ed io che pensavo che ti saresti dimenticata di noi per un po’, mannaggissima di una mannaggina. 🙂
    Hai portato un po’ di melanzane e di peperoni per fare qui, nel nodd un buon piripacchio?

    No, no, mi sa che nel caso te lo mangi sola soletta insieme a quei tipacci di Aurelio e Mirko, ‘porcacc… !!!

    Ciao cara, bentornata. I ragazzi sono stati bravi, anche se ho dovuto riprenderli almeno una decina di volte. C’erano comunque Ventolino e Patrizia che li tenevano a bada e, meno male devo dire, che c’erano loro. Le ragazze, Daniela e LaUra, invece sono amorevoli assai assai, anzi, dippiù, dippiù, però considerato che Aury e Mirkino ( così ormai si fanno chiamare dalle donne della compagnia… 🙂 ) sono quasi gli unici maschi che girano da queste parti, evvabè, vogliamo perdonarli?

    Massi, dai!!! 😆

    Spero che tu abbia portato una ventata di Sicilia, ne ho proprio bisogno.

    Come vedi, qui c’è parecchia roba da leggere e devo dire che i ragazzi e le ragazze, in questo sono stati bravissimi.

    Buona lettura e… guarda che ci sono anche tante belle foto che ti sei persa, ma non solo mie, di Patrizia e di Ventolino.
    Ciao a dopo, a domani e, ‘notte e sogni d’oro. 🙂

    Mi piace

  131. BuonGiorno ragazzi (Carla, Daniela, LaUra, Aurelio, Mirko), BuonGiorno Patrizia, BuonGiorno Heleneaurore, Carlotta e Venticello, BuonGiorno Alan e Marghian, inszomma, BuonGiorno a tutti. Come andiamo stamane?

    Io come al solito, bello e pimpante sperando di non sgonfiarmi strada facendo. A proposito, appena ho acceso il cellulare stamattina ho ricevuto un messaggio di Ventolino che mi faceva le solite raccomandazioni ( 🙂 ) e poi mi ha scritto: saluta il mi bimbo…
    Oh mannaggia, mi son detto, e chi l’è il su bimbo? Poi ho avuto una visione, una specie di apparizione che di prima mattina è tutto dire e mi son detto: Vuoi vedere che il su bimbo è il su Mirkino??? 🙂

    Evvabè, scanso equivoci, caro Mirko, tanti saluti e baci da Ventolino che oggi, come sempre, è sommersa da una montagna di roba da stirare e, visto il caldo, non l’invidio per niente.

    Carla, e già, Carla, come è stato il rientro? Avrai trovato sulla tua scrivania un sacco di cose da fare immagino. 🙂
    Patrizia, e già, Patrizia, passato il mal di schiena? Beh, magari hai trovato una mano fatata che ti ha risolto il problema o no? 🙂
    Evvabè, vado e vi lascio con una bella musica che, al mattino non è poi niente male.

    Quell’Arturo è più famoso di me, ma sempre Arturo è. 🙂

    Ciao!

    Mi piace

  132. aurelio

    Da parte di Aury e Mirkino
    Porc…miser…. noi due siamo già qui sotto. In via preventiva. Seduti come gli indiani:augh a tutti!
    Ieri sera sul nostro cellulare c’era un messaggino che diceva: “Il silenzio è l’unica parola che avverte forte il bisogno di tacere” e questo vuol dire che aveva letto qualcosa, qualche traccia del nostro cammino. 😦 ‘nnaggia a noi! 🙄
    Però la colpa non è completamente nostra, lei non c’era, abbiamo cercato di fare i bravi fino a che abbiamo potuto poi lo spirito gagliardo è venuto fuori e patatrac… il guaio. E’ vero che ci telefonava tutti i giorni, è vero che avevamo i bigliettini con tutte le istruzioni, è vero che avevamo fatto “giurin giurello” promettendo di fare i bravi prima della partenza, è vero che non dovevamo farla arrabbiare perchè poi la voce le diventa sempre più roca, è vero che ha tanta pazienza ma proprio tanta che non abbiamo ancora capito dov’è la fine. :mrgreen: :mrgreen: (scusa Arthur ma questi siamo noi due, color cetriolo, ghigno beffardo, praticamente due ceffi).
    Ora è a ciancischiare col logorroico, a raccontare tutte le cosine e poi verrà da noi. E non ci troverà. E ricorderà i bei tempi in cui tutti insieme andavamo a prendere il caffè sempre ridendo e scherzando, e ci scarruffavamo i capelli, e progettavamo il sabato o il pomeriggio, e bastava un niente per prenderci in giro. E sta entrando…. e per fortuna ride e tiene in mano un vassoio grande grande e…… (a dopo)

    Mi piace

  133. Buongiorno a tutti e bentornata a Carla 🙂

    @ Arthur
    La schiena non è ancora a posto, per riuscire a dormire un po’ mi sono decisa a prendere un antidolorifico. Niente manina fatata, nun ce stà…

    Mi piace

  134. carla

    @ Carissima Patrizia, ben trovata, sono contentissima di ritrovarvi tutti e poi vi ho pensato cosa credete? e…. c’è qualche doloretto a quanto pare! Ma, passa, vedrai e molto presto: è il mio augurio.
    Mi sono mancate le tue fotografie ma finalmente posso rifarmi. Corro a vederle adesso. 😉
    Un abbraccissimo piano stavolta altrimenti peggioro la situazione, ma “virtualmente” è sempre forte forte …. 🙂

    Mi piace

  135. carla

    @ Antonella: buongiorno, buongiorno anche a Te: caspita che caldo ho trovato!!!! 😦 😦
    “Nelle ore calde le carni stanno al fresco” c’è scritto in una carnizzeria in Sicilia! 🙂
    A quest’ora il telebano incombe quindi leggerai stasera o appena possibile. 😦
    La mia ciurma è proprio incontrollabile niente da fare, non so se rassegnarmi o provvedere alla sostituzione! Bella la poesia che hai messo nel commento.
    I tuoi “pelosetti” stanno bene? Mamma gatta? Una stretta di zampetta a tutti loro.
    Bacio e abbraccio a te e…..a presto 🙂

    Mi piace

  136. Bene Heleneaurore, mi fa veramente piacere che il dolore se ne sia andato. Il gonfiore??? Sicuramente starà sparendo anche quello, si si 🙂
    Buon proseguimento di giornata

    Mi piace

  137. @ Antonella cara,
    la poesia di Montale….me la presti?
    é bella …e io c’ho un debole per lui…
    Brava, ottima scelta….
    la metto nella mi cartellina insieme al tuo bel fiore…
    🙂 ciao bella tipa!

    O ciurma io son distrutta oggi…un ce la fo…
    persino l’Assunta s’è accorta che ero lessa…boia che strano..era du ore che le parlavo e le spiegavo le ‘osine elei..seeee pensava alle sue di ‘osine…se n’è andata lasciandomi come un baccalà fritto e sbruciacchiato…giuro che io mentre le dicevo ..seee, buongiorno…un’hai capito nulla vero? ..me la ridevo forte…a volte mi rendo conto che parlo da sola ma se ora ci rido anche….un so come posso fare per la strada se mi piglia un attacco di risina…è già capitato ma ho fatto finta di nulla e ho tirato dritto!
    Ufff sempre un certo contenimento..e che noia….bisogna pure tracimare qualche volta , no???
    gente allegra , Dio l’aiuta…..sarà vero? uhm…sta di fatto che io se smettessi di ridere sarebbe un lavorone…quindi…
    Bella ciurma stamani è tornata la grande capa…@ Carla ciao bella donna!!!
    Arthur vedo che sei stato bravo…bene…mi posso fidare di te…
    e di Mirkino…. che oggi sta bene….ora vado…ma poi torno….
    pat..un antidolorifico al giorno mica fa male!!!
    ma vi piace tanto sopportare il dolore??? perchè un l’hai preso prima???
    ti voglio in forma…che poi un lo sapevo che eri un motore a scoppio… hahahahhahah
    ah ma allora io e te andiamo proprio bene!!!
    ..si scoprono così tante cose…boom boom!!!
    Grazie a tutti delle belle risate… …mi fa COSì BENE!!
    VENTO

    Mi piace

  138. Oh Ventolino, non è che mi piaccia sopportare il dolore, ma ci devo andare piano con le medicine perché… beh c’è un perché, magari un giorno te lo dirò 🙂
    Su una cosa non vorrei andare piano, mi piomberei come un lampo dentro ad una cella frigorifera se potessiiiiiiiiiii, poi magari esco come se fossi l’abominevole donna delle nevi, così poi ridi ancora di più ahahahah

    Mi piace

  139. carla

    @ Arthur: uhmmmm… ‘giorno a Te glorioso Capitano! 😉
    Sono assediata dalla ciurma! Il bello che stamattina (forse per solidarietà o forse per il troppo caldo?) me li ritrovo vestiti con un abbigliamento “quasi” da spiaggia, un qualcosa ridotto ai minimi termini per intenderci. Bermuda, magliette molto disinibite, colori assai sgargianti…. e mi viene da sorridere perchè per me che non vedo il mare da ieri mattina mi sembra di ritrovarmi ancora lì! 🙂
    Abbiamo oggi spiluccato qualcosa di isolano, compreso il piripacchio… e dolcetti a volontà, passito, malvasia e vino genuino. 🙄
    Ho cercato di portare un pezzetto della mia terra qui, il mare me lo sarei messa anche in tasca ma ahimè con pessimi risultati. In compenso una mattina che ero a passeggio prestissimo sulla spiaggia ho raccolto tanti pezzetti di ossidiana e oggi li ho distribuiti, una ciotola piena fa bella mostra sulla mia scrivania a ricordarmi quel giorno.

    Ho iniziato a leggere quello che i ragazzi hanno scritto (possino ammazzarellà) e… che dire? ormai hanno scritto, faccio spallucce e vado avanti. Più di onorarli col castigo della sottoscrivania cosa posso fare? 🙂

    Le poesie di Pat, le sue foto e quelle di “Ventolino” (come la definisci Tu perchè per me quella donna è un “turbo”) sono ultra fantastiche, come ebbi modo di dire un giorno hanno l’anima dell’artista dentro, non sono semplici cartoncini con impressa una immagine. Le tue fotografie lo sono altrettanto ma non vorrei fare troppi complimenti visto che mi ospiti carinamente sul tuo blog: sembrerebbe un complimento scontato e invece non lo è!!!
    Andate avanti così che voi procedete alla grande. .-)

    Non voglio, in questo frangente, non nominare Antonella: non ci può leggere in simultanea ma io so che lei è lì e questo mi basta. Stasera leggerà e sorriderà ….. 🙂

    E Carlitasss? un saluto tutto per Lei, me lo volete far dare? Cara mia mi sembra di stare ancora a passeggio insieme a Te e alla splendida Desirè mentre mi illustri gli angoli caratteristici della città, la chiesa, la fontana, la pergamena bianca e…. tanto altro ancora. Davvero un bel momento che porto dentro il cuore e ti confesso una cosa: qualche giorno fa, di sera, ho mangiato a base di pesce e c’erano anche le cozze: quando sono arrivate in tavola ho sorriso, pensavo alla tua ricetta di cozze gratinate, all’impepata e avrei avuto proprio piacere di averti lì, insieme a me, sorridenti come quel giorno. Un bacio grande ed al piacere di un nostro nuovo incontro. 🙂

    passo e chiudo….. smack a tutti!

    Mi piace

  140. mirko

    @ Semprevento
    e tu mi fai sbellica’ troppo coi tu’ scritti. L’Assunta è un donnino che nun capisce le donne con la scorza come te, cosa ci puoi fare? Oggi, vacca boia, t’avrei vista proprio con quel ferrazzo in mano buttar vapore in ogni dove, una ciminiera impazzita! Maneggiare trielina, acqua distillata e quanto serve per sistemare i vestiti di tutti quei sbrodoloni che l’hanno combinati per le feste. Prima bivaccano come zombi a cresime, matrimoni e battesimi e poi corrono da te speranzosi che lavi e levi la grande macchia. Ma lasciagliela lì in bella mostra a ricordargli come sono fatti bene!
    E poi ma senti un pò piccinina, che l’è sta storia dei fantasmi che nun ti lasciano in pace? Quei lenzoloni bianchi si permettono di far tremare a te, ma li prendo per l’angolo remoto e li smonto pezzo pezzo che a me nun fanno paura pe’ niente. La notte devi essere lasciata in pace che già mi sembra che il tu letto sia un po’ troppo movimentato, e meno male che il cane giapponese dal caldo dorme in terra altrimenti l’è un bazar di pelo, panni e carne umana. Maremmina bonina che can can che avviene! E la Sarina co’ sta mamma sbirulina ha la su vita allegra, o sbaglio? Meglio non poteva capitare, son sicuro.
    E chissà se un giorno ci incontreremo io e te, passeggiando sull’Arno pè Firenze o sotto la Torre sbilenca… chissà. L’amicizia è sacra e la vita è questa cara la mia Ivana, ogni tanto bisogna dargli una bella virata per far andar le cose come noi vogliamo, nel giusto verso. Tu col tuo vento ce la metti tutta, io ogni tanto perdo colpi poi vò al passo.
    un bacio te lo mando e tu prendilo tanto gli altri… che ne sanno?

    Mi piace

  141. daniela

    che bella giornata oggi! Il “logorroico” zitto zitto, quatto quatto, si beava tra cibo, risa a crepapelle e poco lavoro! Ma dove lo trova uno staff come il nostro?????? 🙂

    Mi piace

  142. Antonella

    .@Carla : Un abbraccio anche a te , bentornata !
    Ciurma che vince non si cambia !! poi a noi piacciono cosi’ !
    Il tempo che scorre e’ l’unico tiranno che riesce a beffare il talebano , e naturalmente quando scatta l’ora X …..via, piu’ veloce della luce ( o dei neutrini ? Ma poi l’hanno sistemato quel tunnel , a quando il fine lavori col taglio del nastro e il lancio della bottiglia ? !!! )
    Mamma gatta soffre il caldo e io soffro per i suoi lamenti, i pelosetti mi ricordano tanto la tua ciurma !!!
    @Arthur : che dirti dell’arte di Dali’ : non si discute, si ama !! Grande energia nei sui tratti, colori e soggetti pungenti, non lascia mai indifferenti. Questa sara’ almeno la terza mostra che vedo dei suoi quadri ma non mi stanca mai . Se dovessi scegliere rinuncerei tranquillamente ad un pasto per pagare il biglietto per l’entrata …(… ad uno solo pero’ eh, e poi non mettetemi sotto il naso la parmigiana di Carlotta per favore )
    @Patrizia : spero ti passi presto, non c’e’ male piu’ fastidioso , in questi giorni poi e’ uno stress continuo passare dal caldo forte al freddo degli ambienti con aria condizionata , i muscoli diventano rigidi e vedi le stelle … che noia ….prova con massaggi e acqua calda ( si lo so gia’ ti vengono i capelli dritti ma funziona ) e poi micromovimenti costanti per sciogliere un po’ …
    @ Sventolina : Montale non si presta ….pero’ si baratta …se mi dai una poesia di Neruda ti cedo Mediterraneo !!! Che ne dici ?
    Tranquilla per il fatto di ridere da sola , parlare da soli e’ diventato normale , oggi pensano tutti che siamo al cellulare .
    Un bacione a tutti , ciaoooo

    Mi piace

  143. carla

    @ Antonella: peccato che io non posso prendere i miei pelosetti uno a uno con la bocca dietro il collo, ce ne sarebbero due (quello squama di tartaruga e quello rossiccio) ai quali darei un morsone da farli diventare glabri sul momento. Con questo caldo non aspettano altro, credo!!!! 🙂
    Alle altre due (Matisse e Bizet) solo carezze e coccole, sono così tenere loro! 🙂
    Un bacione

    Mi piace

  144. @ANTONELLA! Affare fatto…si baratta tutto…come le figurine di Panini…
    Di Neruda c’ho un libro…eh un bel regalo…c’ha una storia di quelle mozzafiato…chissà, magari un giorno la racconto…e grazie del pensiero..io mi ricordo..mi ci vuole un po’ ma ti farò un regalino sventolato. 🙂
    …poRca miseria QUANTO SCRIVETE!
    basta stare un attimo sul cassero e mi ritrovo rotoli e rotoli di carta….da leggere!
    Però vu siete bellini davvero…tutti quanti…
    E allora visto che ci siamo , balliamo!
    Mirkino cocco di zia vento…ma dimmi te come sei ganzo!!
    Sai che volevo fare? Ho proposto una candid camera all’Assunta….ma lei lìè troppo seria lei si che è tutta a modino!!! anco troppo per i mi gusti…Mi dice che c’ho il linguaggio giovanile, ma perchè son così vecchia??’ un so se è un offesa o qualcos’altro ma non voglio indagare.
    Stamani ero davvero di vapore…cìho una specie di pistola che spara vapore a randa …mi vuoi veè a combatte con certe camice che non avevano nessuna voglia di essere stirate??’ allora sono andata a vedere che marca erano, indovina? 7 camice si chiama …alla faccia sua .ho sudato davvero 7 camice….accidenti a loro e tutti i su bottoni!!
    Per tornà alla candid—- si fa così..quando viene un cliente con tutte quelle patacche…gli si dice” certo però che trugolone!! un si vergogna? ah un lo so davvero se viene via…e se non viene ci se la tiene, così la prossima volta ci sta attento!!…ma per chi mìha preso? per una che fa miracoli? e se’ondo lei se io facevo miracoli stavo qui a levà le vostre patacche???? via su, sia serio bell’omino— torni tra du giorni e le saprò dì se è venuto bia questo popò di campo minato….via, sciò…c’è da lavorà qui!!! un si frigge coll’acqua noi!
    Che dici , si pole fa? ..macchè, m’ ha guardato, s’è strusciata il naso..e m’ha detto di no!!!
    è na zombi quella…Peccato!
    Bia vo a frigge le patate , io uso la padella..son di vecchio stampo maremmina….
    Ah…jiro dorme fuori…sul terrazzo…è l’unica regola che ho messo …in casa è impossibile tenerlo…e poi spela!! il letto è sacro..come il vento!
    🙂 a presto ciospino tenero…
    un bacio alla Pat..alla mi Carlitas, alla tenera Carla..e la Dani..e Auru…. ellino il pupo saggio..nzomma…va beh ..sorvoliamo!
    al capitanaccio nulla!

    Mi piace

  145. Buongiorno ciurma bella!!!
    Son di fretta….maremmina c’ho da fare un po’ di cosette…ma il tempo è tiranno…quindi devo scappare…urca fa già caldo……è dalle 5 che son sveglia ma si carbura male.
    @Arthur….. abbi pazienza un attimino eh!
    @Mirkino…ciao ciospolino caro….ho capito che vai a rufolare nel mio blogghettino…che differenza di vento vero? ma si sa…i gemelli ascendenti pesciolini hanno vairie personalità…ma son tutte vere, intendiamoci!!
    e te di che segno sei??? ..fatevi du chiacchiere sugli influssi delle stelle..io ci credo poco poco , anzi nulla però una volta un mio amico c’ha beccato alla grande!!! mi disse che dovevo patì tanto…e che andavo all’ospedale…maremma gatta è successo davvero!!! ..e l’ha letto nel mio oroscopo!!! ..poteva dimmi che avrei vinto un sacco di soldi e partivo per il Canada??? macchè…sempre funeste son le previsioni…pazienza…
    ora questo amico non lo vedo da tantissimo tempo…meglio così..porta jella, secondo me!!!

    Scappo ma oggi torno..pimpante come una rosa spampanata!
    fate a modino e occhio ai cetrioli e non fate arrabbià la Carla…eh!
    Vo da Assunta….con la bazza unta.

    a bien to!!! (so anche il frandese 🙂 )

    Mi piace

  146. mirko

    @ semprevento, ciospolina del blogghino! 🙂
    Innanzi tutto, in primis, per non sbagliare più, per non sbagliare mai, per non essere come cenci stesi, perchè ci vuole e perchè lo sento…….

    Buongiorno Capitano Arthur……..buongiorno! 🙂 (e ho detto tutto!!!!)

    Ivana carissima, ferraiola delle migliori tintorie, vaporizzatrice a randa, a stecco, a mulinello,a ping pong stendi l’Assunta sull’asse, donale du’ ferrate in largo e lungo, piegala in quattro e riponila nello stipo in alto a destra. Appennicata da sempre, quella donna non ti sente che è sordaiola. E senza di lei tu ciospa libera di volteggiar tra pieghe e cannelle, pizzi e merletti, plissi e plessi, felice e pasqualina.

    Parlavi di stelle, di oroscopi e di astronomia. A esser buono ne parlerei anch’io: io son dei pesci: per la vita che fin qui ho avuto devono trattarsi di due pescetti miseri miseri quelli che ho capitato, d’acqua dolce, quelli che anche il peggio gatto sdegna, per intenderci. Hai presente quando le barche dopo aver pescato tutta la notte rientrano la mattina al porto col loro pescato e da quelle cassette esce di tutto di più? Hai presente poi quando scende il pescatore e si avvia con un borsino di plastica, che ancora piscia acqua di mare, nel primo cassonetto della spazzatura? Ecco se tu lo fermassi in quel momento, in quel preciso istante, ci conosceremmo perchè io sono lì, dentro quel borsino, mezzo cadaverico, asfittico e con l’occhio già stralunato. Pronto da cucinare…..seeee magari! pronto da buttare che neanche il micio lo vuole. Un segnaccio insomma il mio e poi andatemi a parlare dell’ascendente. Quando già la sfiga l’hai profondamente testata cosa può interessarti se il tuo ascendente è bilancia, magari ci puoi buttare sopra quei due pesci e fare una pesata. Povero me….maremma gatta davvero!!! 🙂

    Non farò arrabbiare la Carla tanto non ci si riesce nemmeno perchè quando sembra infuriata ha sempre l’occhio che le ride. Per fortuna con questo caldo può solo ammonirci con gli aeroplanini di carta, i cetrioli reclamano il fresco e non possono essere branditi. Meglio così!

    Caldo da pazzi anche oggi ma si sopravvive.

    Un bacio a tutte le dame, un pizzicotto ai cavalieri e…. “buongiorno Capitano Arthur” ( 🙂 !)

    Mi piace

  147. laura

    Eccomi, sono pronta. Salgo a bordo 🙂
    Prima però scusatemi ma…
    “buongiorno Capitano
    buongiorno Arthur!”
    ecco fatto…. a posto 🙂

    Mi piace

  148. aurelio

    @ Patrizia
    Al fresco ce ne andiamo Lady. Di sicuro. Piuttosto, la tua schiena riuscirà a sopportare il peso delle virate? Il Capitano è un bravissimo pilota stiamo in buone mani davvero! Vedi che a volte non sbuca sul blogghino? è perchè è in cabina e non schioda da lì. Lui ci osserva da lontano, sorride magnanimo per i nostri scritti, ogni tanto interviene e poi nuovamente si rifugia in cabina di pilotaggio. E’ un grand’Uomo quello lì, è gagliardo, dobbiamo riconoscerlo! Abbiamo avuto proprio tanta fortuna ad approdare sulla sua nave… ma tanta tanta! 🙂

    Mi piace

  149. daniela

    Il Capitano merita tutta la nostra ammirazione, lui va dritto per la sua rotta completamente sordo ai richiami delle sirene! 🙂

    Mi piace

  150. @ Aurelio
    Ah è il capitano che pilota??? Ummm allora stiamo sicuramente tranquilli, non corriamo pericoli.
    La mia schiena va meglio, mi da qualche ancora qualche problema la gamba, ma è sopportabile.
    Ora abbiamo acceso l’aria condizionata, quindi devo stare attenta agli sbalzi di temperatura, ma non la teniamo alta, giusto quel pochino per poter respirare e soprattutto non fare andare in palla il cervello 🙂

    Mi piace

  151. ‘nnagg… quanti saluti stamattina, ‘nnagg… (Carla, se ti prendo vedi… 🙂 )
    BuonGiorno a tutti e grazie a tutti. Oggi è una giornata speciale, la mia amica blogger Morena Fanti, ha finalmente pubblicato il suo ultimo romanzo, che io ho visto in un certo senso, nascere.

    Ho pubblicato un post a riguardo che v’invito a leggere e soprattutto, v’invito a fare visita a questa mia amica (non dite di no, ‘nnagg… altrimenti parlo con Carla… 🙂 ) nel suo blog perché è una donna fantastica e a me piace tanto.

    Bene, detto e fatto. Stamane vi lascio soli in questa stanza e, mi raccomando, non fate i bravi, però, al mio ritorno, mi ri_raccomando, tutto in ordine per favore e lo dico soprattutto all’Aurelio e a Mirko.
    Prima di andar via, voglio fare il un saluto speciale questa mattina: BuonGiorno Massimo! 😉

    Ciao a tutti! (Carla, se ti prendo, vedi… 🙂 )

    ps: oh mannaggia, il richiamo delle sirene, beh ammwettiamolo (Aurelio e Mirko che dite?) è sempre un bel richiamo, non per altro, si evita così di andare fuori rotta, da un lato e dall’altro, ‘un si sa! 🙂

    “Sirena sullo scoglio, può essere un abbaglio!” (da Wiki_Arthur)

    Mi piace

  152. aurelio

    Capitano buongiorno, qui l’ordine regna sovrano non abbia a preoccuparsene.
    Lei pensi tranquillamente alle Sue sirene e ci risparmi la prego, ogni tipo di inchino!
    Qui con Mirko (e con Max) procediamo di “strambata” cambiando la rotta all’andatura di poppa, data l’ora stiamo “cazzando” (tirando tutte le funi) con una presa rapida del “tangone” l’asta che si protende fuoribordo e mantiene la vela gonfia. Una improvvisa virata ci butterebbe tutti a mare e forse sarebbe, mi creda, anche meglio: rinfrescar la carne, data l’ora, è d’uopo!
    Il prodiere che avrebbe dovuto “maneggiare la randa” è assente e dalla prua vedo avanzare traballante la prodiessa che anzichè maneggiare la randa, brandisce un randello ops, un cetriolo e stavolta è meglio buttarci in acqua. Molto meglio mi creda Capitano!!!!!
    A più tardi …….. e buongiorno Capitano 🙂

    Mi piace

  153. aurelio

    @ Patrizia: No ma dai, strambi no! Qui sono rimasti in cambusa i liquori (e Tu con la fotografia hai contribuito alquanto, hic!) e un goccetto per il Capitano, un goccetto per il timoniere, un goccetto per il mozzo di bordo, il liquido calava e la testa si annebbiava. La prodiessa (in mancanza del prodiere) ha capito al volo cosa stava succedendo e brandendo cetrioli nell’aria ci ha rapidamente riallineati….! Cosa credi che io adesso ti sto parlando da prua? o da poppa? Magari Pat …. io sto ‘nata vota sotto ‘a scrivania…. castigato! Col prode compagno di merende, però!
    E non si può scherzare un pochettino…. suvvia, non agitarti che la schiena e la gamba ne risentono. Pat qui c’è caldo, tanto caldo….. mica possiamo lavorare come muli, e scherziamoci su! Mannaggi i pescetti se adesso legge questo commento…. vedi che per noi son guai e ci impedirà di scrivere successivamente…. capito adesso? Vero che siamo bravi Pat? Lo vedi che è reciproco? 🙂 🙂 (da parte di tutti e due)
    Come sei comprensiva Pat, e buona, tanto buona con noi! (Di sempre di sì ‘nnagg….!)
    Buonasera Capitano Arthur, buonasera 🙄

    Mi piace

  154. @ Aurelio
    Eh no???? pure la scrivania a bordo noooo, diciamo che sei stato messo da qualche altra parte , che ne so, ai ferri?? ahahahah
    Comunque tranquillo, schiena e gamba stanno bene, sembra che stia passando tutto quanto e più in fretta del previsto e fa caldo pure qui, anche troppo, ma veramente troppo. Neppure le cose in frigorifero sono fresche, peggio di così….
    Io non dico sempre di sì, ci sono dei sì che poi ti fregano per tutta la vita, eh no no…
    Comunque ok, siete bravi bravi (come quelli dei Promessi Sposi?? Umm spero proprio di no) 😆

    Mi piace

  155. @ Carla, LaUra, Daniela, Aurelio, Mirko: beh, posso dire che sono fiero di voi? In fondo, la mia amica Morena non la conscevate, eppure siete andati tutti a trovarla ed, ognuno di voi, ha avuto per lei una bella parola.

    Grazie, grazie, GRAZIE! 😉

    ps: ehhhhmmmmm… uhmmmmmm… beh, malgrado l’imbeccata (che se la becco vede… 🙂 ), non è il caso che mi salutiate ogni volta che scrivete, ‘porcacc… !!! 😆

    Mi piace

  156. aurelio

    @ Lady Patrizia
    Vedi che sei una personcina comprensiva? 🙂 Hai inquadrato perfettamente la situazione.
    Però scusa “mi vedi ai ferri” … già mi tratta com’un pellaio, ora tu o che mi fai? un golfino? o intendi mica allo spiedo come un brutto pollastro? 🙂
    La scrivania è presente anche sulla nave! ma sai Pat, io sono contento perchè ormai è diventata un rifugio per me, quasi un nido. Mi infilo lì sotto senza graffiare il pavimento, senza disturbare gli altri colleghi e mi metto il computer sulle ginocchia. Seguo tutta la procedura: prima cosa la disciplina, seconda la puntualità e terza il rispetto. Le sue parole mi si sono attaccate sulla pelle. Le sento risuonare, mi fanno eco nella testa, mi fanno grancassa nella pancia. Vorrei essere astratto, smettere di cercare, di capire. Smettere d’inseguire un’idea. Mi passa attraverso e mi circonda. Mi supera. Mi lascia indietro. Solo. Silenzioso. Perso. E lei con me. Senza parole, senza niente. Sola. Silenziosa. Persa. In una vita senza forma che insieme abbiamo creato in un giorno unico e senza nome, vita destinata a disperdersi nell’aria. A morire nell’aria come muore il suono. Come quando mi dice a bassa voce, vicino alle orecchie e tenendomi forte per mano: ricorda che io e te abbiamo un unico modo per stare al mondo.
    Il silenzio sotto quella scrivania a volte mi trapana il corpo nella cattiveria subdola della solitudine. Sono finiti i giorni, è finito il tempo. E’ finito tutto. Tutte perde forma e colore. Resta solo un contorno astratto che riconosco a stento fra i miei desideri e la realtà. Pochi sono gli istanti in cui il silenzio è veramente silenzio e il suo volto non è più serio, la immagino correre e divertirsi, la immagino addormentata con i suoi sogni.
    E resto sotto la mia scrivania a inseguire sogni e pensieri, in un amaro silenzio.

    Mi piace

  157. @ Aurelio
    No no, ma che golfino o allo spiedo… ai presente quando sulle navi mettevano gli insubordinati ai ferri?? Catene insomma….. :mrgreen:

    Ehm ma scusa, chi è che ti dice tutte quelle cose mentre sei sotto la scrivania?? La voce della tua coscienza??? 😯

    Mi piace

  158. aurelio

    @ Lady Patrizia
    alle catene???? Nooooooo! Guarda che sono un simil angioletto io!!!! 🙂
    Sì è la mia coscienza che dice quelle cose (in realtà serve per impietosirla….così mi fa segno di uscire da qua sotto prima dell’orario previsto = è una strategia la mia, la malinconia le tocca il cuore!!!) 🙂
    Avessi la metà dei vostri neuroni sarei un uomo soddisfatto!!!!
    P.S.= la faccetta verde non si fa!!!! Il Capitano non gradisce i carciofi, dice che gli restano indigesti! 🙂

    Mi piace

  159. @ Aurelio
    Ecco, è proprio quel “simil angioletto” che fa pensare ahahahhaha
    Io la faccetta verde la metto ugualmente, anche se il Capitano non la gradisce, il massimo che può farmi è buttarmi a mare ahahahah

    Mi piace

  160. aurelio

    @ lady Pat. pecchè tu fai accussì!!!! Pecchè!!!!
    Sono un simil angioletto perchè l’aureola in fronte proprio non mi ci sta, anche col caldo cala e io ci ho giocato a fresbee, proprio come farebbe un angioletto! La disgrazia ha voluto che Carla avesse un cagnolino piccolo ma fetente, quella cosa fetusa ha raccolto il pseudofresbee e l’ha portato alla sua padroncina che, quando l’ha visto “apriti cielo” e bla bla bla bla contro di me! Io quel cane prima o poi lo rosolo allo spiedo!
    La faccetta verde (questa qui guarda :mrgreen: ) non la mettiamo che davvero poi si finisce a mare. Se ci comportiamo male lui informa la Carla del suo disappunto e lei poi ci castiga. Hai mica notato quanti salutini oggi andiamo seminando tutti quanti, come margheritine sui prati….. prova a indovinare …..perchè!
    Quindi ascolta bene questa faccina :mrgreen: non si fa, ok? 🙂

    Mi piace

  161. @ Aurelio
    Faccio accussì pecchè mi diverto 😆 e poi scussa, ma come si fa a giocare a fresbee con l’aureola?? Ma daiiiiiiiii e per forza che il cagnolino poi l’ha presa e consegnata alla padroncina, è stato istruito mooollltoooo bene ahahahha e se ti avvicini per tentare di rosolarlo allo spiedo come minimo ti morde, quindi fossi in te non lo farei… non si sa mai che morda ehm ehm…. come si dice in siculo?? Ah si, non si sa mai che ti morda ai cabasisi 😆

    Io però le faccette verdi le posso mettere, mica può lamentarsi di me con Carla e se anche lo fa, come riuscirebbe Carla a farmi andare sotto alla scrivania??? evvaiiiiiiiiiii aahahhahaha

    Mi piace

  162. aurelio

    @ Daniela
    Pure tu? Quando usciamo da qui niente gelato! Sei dalla parte del giaguaro, no della giaguara va bè della pantera che faccio prima!

    Mi piace

  163. aurelio

    @ Lady Pat
    Ti divertiiiii? Possino ammazzarellatte… io me la vedo brutta e la lady “si diverte”!!!!! :-((((((
    Per arrivare ai cabasisi dovrebbe saltare come una molla quella fetenzia di cagnaccio. Fammi tacere che se mi sente rischio il linciaggio. Eppure allo spiedo ce lo vedrei proprio bene, rosolato a dovere con il rosmarino lo metterei a tavola e poi: “Cara quale parte preferisci di questo abbacchietto? Un coscino?……” … che gusto c’avrei! 🙂
    Tu le puoi mettere le faccette verdi perchè a te nessuno ti rimproverebbe, sei tenuta in alta considerazione, io la sento quando parla di te, delle tue poesie, delle fotografie. Mai ti metterebbe in castigo, assolutamente no, anzi…. E poi in castigo manda solo a me e a Mirko perchè ….boh!!!!
    e anche il Capitano non ti direbbe nulla perchè lui è un Capitano ma è anche un Cavaliere e quando sei Capitano Cavaliere passi sopra alle faccette verdi, anzi … le trovi divertenti pure!
    (Arthur questa passamela, tra uomini tu fai un favore a me e io ne farò uno a te)….. 🙄

    Mi piace

  164. Intimamente… ricordo quella volta che Gerolamo delle Alpi Siusi, l’altipiano più vasto, più entusiasmante e magico d’Europa, scese a valle con dentro lo zaino una raccolta di vasi dell’epoca Pompeiana, si quelle che girano per le strade di Carupipi, da non confondere con “Caro il mio Peperone Maturo”, slogan lanciato negli anni ’80, per la vendita delle Lambrette, che non so se voi vi ricordate, erano uno sballo e tra l’altro, si cuccava un sacco e una sporta, nel senso che dopo si pigliava, si incartava a si portava a casa, e chi c’era c’era e chi non c’era, beh, ovviamente non c’era… vabbè, dicevo che una volta sceso a valle, gli si presentò un problema e cioè come fare a mangiare pane e mortadella se il pane non c’era e la mortadella neanche?
    E’ vero, erano problemi da nulla, ma per uno come Gerolamo, detto anche l’asso del falcetto taglia erba, diventavano degli affari di stato, neanche avesse dovuto passare notte e giorno insieme a Pistagliarella di Coverciano, che nel caso sarebbe stato altro che problema, perché quest’ultimo, prima di prender sonno, aveva il vizio di cantare Calabresella Bella, in onore della sua femmina taurina, nonché mucca delle valli Brosento posteriore, dietro Centricarella settentrionale, che quando faceva il latte amava sentire quella canzone, che lui, intimamente, le cantava notte e giorno…
    Chi è che parlava di gelato? 🙂

    Mi piace

  165. carla

    @ AURELIO (il solito scapestrato) Mirko e Daniela
    vi faccio notare che avete “costretto” il proprietario di questo blog a creare apposite camere che fungono da palestra per le vostre scempiaggini. Il tutto affinchè si salvassero i suoi post periodici. Le camere di Erzicovina prima o poi finiranno … non sarebbe il caso moderarsi un po’?
    Aurelio…. perchè? te lo chiedo davvero! Ci sarà diamine un perchè! Ma ti rendi conto che sei un Uomo di mezza età, ma ti rendi conto che stai costringendo Patrizia a interrompere il suo lavoro per dedicarsi a Dostoevskij (hai presente l’idiota?), ma ti rendi conto che dovresti avere una testa con un pur se minimo cervello dentro?.
    Non oso immaginare quando Arthur leggerà queste baggianate che avete scritto…..

    @ Patrizia: quanto ti invidio a non avere colleghi del genere. Guarda un po’ cosa combinano! Comunque, mi raccomando, se c’è da colpire colpisci pure pesantemente perchè ne hai piena facoltà. E grazie per aiutarmi a sopportarli, ce li palleggiamo un po’… 🙂

    Mi piace

  166. aurelio + 2 mani

    @ Arthur
    Io ho parlato di gelato!
    Ho parlato di gelato perchè Gerolamo parlava di vasi e allora mi son detto metti che il vaso di Pandora mi si scoccia non appena scendo a valle, io mi faccio un bel cono, ci metto sopra il vaso e si mantiene. Solo che non avevo valutato che la mucca taurina mangiando l’erbetta si leccava pure il mio bel cono che dopo che se l’era leccato lei mica me lo potevo leccare anch’io e allora altro che Calabresella Bella io c’avevo certe paturnie che neanche te le immagini per davvero. E le Lambrette io sì che me le ricordo perchè l’età tua è anche la mia e insieme siamo oltre centenari che nulla ha a che vedere col famoso cenacolo, quella è tutta un’altra cosa. La lambretta io ce l’ho pure avuta e mi ricordo che la ragazza di allora con la quale non ero accompagnato e neppure fidanzato ci veniva sempre sulla mia lambretta e teneva le gambe tutte e due da una parte, mica era scostumata come queste ragazze di oggi che si mettono in certe pose e poi dicono che noi siamo maniaci solo se le guardiamo. Quella ragazza che veniva sulla mia lambretta si chiamava Anna ed era la figlia del fattore che poi non era un calcolo matematico e neppure lei era una fattrice, la portavo con me perchè nella pubblicità della lambretta c’era sempre una ragazza dietro al conducente e siccome io conducevo avevo deciso di portarmela. Per fare scena, diciamo così. E mi ricordo pure del falcetto di Gerolamo, guai a litigare con lui, quel falcetto te lo sventolava sotto il naso che ti tremavano le gambe dalla paura e se c’era il vaso di pandora nei dintorni si sbrecciava tutto e perdeva il contenuto. Che poi non conteneva granchè, forse qualche cono gelato e ora che ci penso ecco perchè poi non lo trovavo più il cono, perchè finiva dentro il vaso ed io me la prendevo sempre con Gerolamo che lui poi sventolava il falcetto e io stavo zitto e senza più il gelato.
    Però era bello andare sulla lambretta col gelato in mano. Bei tempi i nostri tempi. Che tempi!

    Mi piace

  167. Scusate l’assenza, ma ero impegnata con l’avvocato per una storia infinita uffff

    @ Carla
    Se avessi un collega come Aurelio, ho idea che finirebbe proprio male ahahahah
    Comunque tranquilla, non mi interrompe, quando mi è possibile gioco molto volentieri, se il lavoro incombe sparirei in pochi minuti

    @ Aurelio
    Eh si, io mi diverto e tanto anche ahahah

    @ Arthur
    Capitano o mio Capitano……. te le do io a te le raccomandazioni… capisci ammè 😈

    Ora finisco alcune cosucce veloci e tra poco lascio l’ufficio, ho un altro impegno al quale non posso mancare.
    Salutoni a tutti 🙂

    Mi piace

  168. @ Aurelio + 2 mani (a caso) : No, scussa, inszomma, mannagg… e porcacc… , evvabè che come nonno Archimede non ci ho capito niente, e come Erzicovina delle Valli Ruspanti ci ho classe che sembra acqua fresca, considerando il fatto che a quest’ora del pomeriggio o forse è meglio dire sera che se è rosso bel tempo si spera, spesso e volentieri sono mezzo assonnato e l’occhio destro, che non è simile a quello sinistro per via di una papinona ricevuta alcuni anni fa, mentre leggevo il giornale, in un bar dell’angolo, si proprio quello tra via Camillo Benso conte di Cavour e piazza Reginetta Fiorentina (forza Napoli… ), infatti per tutti quelli che non lo sanno, ho un occhio di vetro che mio fratello, oculista, ha fatto arrivare espressamente dal Paraguay, terra di mille risorse e tante biglie di cristallo, poi mentre che c’era, mi ha procurato anche una dentiera fatta con osso di coccodrillo e un ginocchio di cocco essiccato esclusivamente al sole delle Maldive, quindi, nel caso mi riconoscereste subito, ma non dirlo a Carla e neanche a Daniela e a LaUra e men che meno a Patrizia che altrimenti parla con Ventolino che a sua volta telefona a Carlotta e la frittata è fatta tutta, anzi, dippiù assai dippiù e, dicevo, perché zoppico un pochettino e quando parlo strascico la lingua come se fosse una locomotiva che va per il rifornimento nel capannone accanto a quello dell’ESSELUNGA, ma così lunga che più lunga non si può. Orco, non me lo ricordo più cosa volecvo dire e no, dicevo che mi viene da ridere pensando ai bei tempi e che tempi, caro Aurelio + due mani. Inszomma, inszomma, che mani? 🙂

    Mi piace

  169. aurelio + 2 mani

    @ Arthur: quali mani non te lo posso dire altrimenti non mi accarezzano più come fa di solito che quando parte lei neppure “Italo” il treno di Montezemolo lo sa cosa significa. Non parliamo di difetti fisici perchè allora ci sarebbe da confessare parecchi altarini che intercorrono tra chi pigia la tastiera e chi invece la testiera del letto che prima di dormire non ho mai capito perchè bisogna darci una zuccata, forse per raddrizzare quel bernoccolo che a suo tempo mi fece la Pierina con quella grande borsettata oppure e spero vivamente che la memoria mia m’inganni si potrebbe trattare di un bel cornino fatto dalla mia compagna di allora e non di adesso perchè ogni volta che andava in macelleria lei ci metteva tanto tempo e quando rincasava diceva che però le bistecche erano proprio saporite e allora tanto valeva servirsi da un macellaio come l’Ambrogino, ed io lo avevo capito che mangiavano insieme i cioccolatini perchè lei usciva di casa con un gran cappello giallo. E poi cosa vuoi farci, la perfezione fisica non esiste, ci sono persone che ogni giorno camminano e fanno settemila passi e io questa cosa qui mica l’ho mai capita e lunghe corse abbracciati incontro a stelle cadute e mani sempre più ansiose di cose proibite, ma questa è un’altra storia che se vuoi te la racconto un altro giorno perchè dovrei dirti di Claudio che ha una casa a Lampedusa e pure qui c’è qualcuna che coi conigli ha avuto a che fare qualcosa ma non sbarca mica coi barconi. Parlavamo di difetti e di occhi e se te ne intendi avrai sentito parlare di iol e vabbè non ne parliamo altrimenti si ingrifa pure il gatto e poi le fusa non le fa più. Però un pensiero tutte le sere, ma che dico tutti i giorni io lo mando e quel pensiero va sempre a due uomini che per me sono stati “due eroi” si chiamano Albino e Emilio Rapizzi. Due esseri speciali che ho incontrato anni fa e da allora ogni giorno che apro gli occhi io dico a loro “grazie”, però è una storia che mi fa male a parlarne e allora non ne parlo più, perchè in fondo ognuno ha dentro se le proprie storie e non vuole mica raccontarle ai proprietari di blog. E se stasera passo all’Esselunga voglio proprio vedere se trovo quella lingua lunga lunga e se per caso sbuca da sotto la cassetta della frutta appena prendo il cestino con le fragole io gli dò un gran pistone così la smette perchè per fare la linguaccia non serve mica fare tutto questo che poi va a finire che uno parla e le cose che si leggono poi possono fare del male perchè noi mica siamo eroi come i Rapizzi. Loro sì che per me lo sono stati. Per questo ogni giorno apro gli occhi e dico “grazie”!

    Mi piace

  170. @ Aurelio + due mani: ‘nnagg… Aurelio, quanto di quello che hai scritto l’ha scritto quelle due mani, e quanto tu e, scusa se te lo chiedo e, sai perché te lo chiedo? Perché mi sembra di scorgere delle similitudini su cose non necessariamente sentite, tant’è, anche se non c’entra nulla, che mi viene in mente qualcuno che ho conosciuto tanto tempo fa una sera d’estate e come tu sai, generalmente queste serate sono un po’ galeotte e tra il dire e il fare, dopo il gelato ci scappa anche qualche bella passeggiata in riva al mare che poi, come saprai benissimo anche tu, basta un niente e quella mano che senza volerlo l’hai sfiorata, sentendo un fremito dentro di te quasi impercettibile, dopo te la ritrovi stretta stretta a te, come se fosse la cosa più naturale di questo mondo. Dicevo, scussa (ss=s), ma tra uomini ci s’intende, mi era sembrato di capire che tra il dire e i fare, sempre più spesso ci sta il mare e, ari_scussa (ss=s) non volevo dire questo, volevo dire che alle volte non c’è un motivo particolare per cui si fanno certe cose. Può essere un bisogno che nasce dal profondo o solo la voglia di sentirsi bene con se stessi, perché dopo una giornata, o forse è meglio dire, dopo esserti scontrato con pensieri diversi e qualche scintilla soffocata per caso, quei settemila passi possono diventare l’occasione migliore per scoprire cose che altrimenti, tra le pagine di un blog, difficilmente si vengono a sapere, anche se alla fine, il proprietario di un blog a furia di leggere commenti e di rispondere, qualcosina l’impara anche, perché tra le virgole e i punti e virgola, senza alcun bisogno di decoder strani, certe verità si riescono a percepire, basta volerlo o aver voglia di vederlo e come se si riescono a vedere.

    Quindi, beh, dirai, cosa c’entra tutto questo, ed io ti rispondo, c’entra, c’entra e se per caso non c’entrasse, con un po’ di buona volontà ce lo facciamo entrare, perché una portina sempre aperta c’è sempre e comunque.

    E se parliamo di un “grazie”, devo confessarti che io di grazie dovrei dirne tanti, per essere come sono, per essere insieme a quelli che sono come sono.

    Ciao, grazie della compagnia, tra poco chiudo bottega e mi licenzio dalla giornata.
    Stasera un bel programmino, una cena a base di pesce, dall’inizio alla fine.

    Un bacio a Carla, Daniela e LaUra ed una calorosa stretta di mano a te e a Mirko.

    Siete una gran bella compagnia!

    Mi piace

  171. Mie CARISSIME amiche,scusate il ritardo,lo so,non sono più quella di una volta,irriconoscibile..seriosa e precisina tanto che ogni mattina quando mi sveglio e il dovere mi chiama(magari restasse senza voce!),per prima cosa mi prendo a schiaffi da sola!Ma voi di buon cuore,mi perdonerete!Vento tu fai sempre la brava,mi raccomando,non assalire troppe navi in mia assenza,lo so che la ciurma và mantenuta e si nutre anche bene..!!Solo il Capitano scende sulle isole e fa i settemila passi,ma qui tra marinai e mozzi so bene che tra cosciotti (di cane??), alcool e soste sub-scrivaniche,le calorie si mettono al ballare il valzer ..delle candele..che è più lento e fa brucià di meno!Metti il Pareo,che poi s’organizza come l’altr’anno il pareo party,metti tutte le cozze nella ghiacciaia sott’acqua e il rum nei barili al fresco nella stiva, che quest’anno il Capitano non ce la fa buona,ha promesso di metterci al ramazzare il ponte ad oltranza se non gli stiriamo le duecento camicie che ha nell’armadio e non lucidiamo i centocinquanta stivali che sono nella scarpiera.A te le camicie e a me gli stivali(e non ti credere che vada meglio di te,forse hai dimenticato che il “camembert” a confronto odora di mammola!!!)Vabbè Ventolì..qui il dovere mi chiama,ma prima fammi fare anche un giusto saluto all’arguta e romantica Carla che ha ricordato il nostro incontro nella mia città,ed ha ascoltato con vivo interesse le vicende di Ferrante d’Aragona e l’Angioino l’un contro l’altro armati per singolar tenzone.Cara Carla hai mangiato le cozze senza di me e può capitare,ma non mancherà l’occasione di consumarle insieme,sul cassero della nave o sulla poppa con le vele al vento(e qui la Tenente di Vascello da me promossa,ci sta TUTTA!..Sai a chi mi riferisco!)Il Capitano in quel periodo,”l’è fori”..,direbbe come al solito la mia compagna d’avventure,e quindi si fa bisboccia,senza temere rimproveri!A proposito di rimproveri,non temere,per i due monelli,abbiamo la scrivania anche qui,ma se non bastasse,abbiamo anche la cella nella parte bassa della stiva,mal illuminata,quel poco che basta,per vedere qualche vecchio teschio ancora con la benda sull’occhio e tre denti e qualche topo vorace di passaggio..lento!Salutamosss!!!!

    Mi piace

  172. ahahahhahahah……ma che bella scugnizza stasera!!!
    Ma perchè per le camicie un si fa metà io e metà te???
    no? ochei, io le stiro di notte però…maremmina sul cassero di giorno e mi ci cocio!!!
    poi sai che fo’? gli taglio quelle maniche a vela che c’hanno…ma si pole vedè uno che gira sulla nave( si fa per dì…quella è un veliero di lusso per come gl’ho sistemato la cabina)meglio dell’Amerigo Vespucci) con quelle maniche alla Dartagnan e Radamess messi insieme??? son troppo ..alla Portos…..no via…vanno recise!!! Così duro meno fati’a…capirai, un mi paga nemmeno!!! e mi fa lavorà come na ciuca se gli capito nel mirino..un mi fa vive!
    ma aspetto quando va via…si fa le donnine del Can Can !!! i vestiti di scena? quelli si fanno con le maniche delle camicie…un si butta via nulla vero?
    E poi col fisicaccio che c’avemo…tirato e ascutto come una bistecchina di vitello tonnato!!
    noi si sappiamo di carne e di pesce all’occorrenza!! 🙂 urca che bombe!!!
    Vo a fa du passi fori…maremmina…c’ho le gambe che sembrano i cotechini della dolce Raffaella Carrà…la Spagna l’abbia in gloria…è sempre viva eh..era solo un modo per dì che nessuno sente la su mancanza…peccato però…a me il tuca tuca piaceva !!! e poi rivà di moda!!
    …son sbrindellata…. vò… ripasso eh..spero!

    Mi piace

  173. @ Carlotta: mia cara bella Carlotta, come sarebbe a dire che metti il pareo e insieme a Ventolino vi date ai bagordi giusto quando non ci sarò? ‘nnagg… certo che a leggervi tutte e due sta diventando un vero spasso, chissà come mai c’è questo bel feeling tra di voi, ari_’nnagg…!!! 😆

    Comunque, ti fai desiderare lo sai? Con questa storia che sei sempre molto impegnata qui tutti chiedono di te, Carla per prima ed io che non so cosa rispondere. Ma, scussaste, che forse forse c’è qualche picciotto nell’ombra che noi non sappiamo?

    Dai Carlottina, lo sai che tutto quello che dici qui resta qui, appunto, e non va da nessuna parte, tranne tre, quattrocento di visitatori al giorno, poi non passa più nessuno. 🙂

    Muti comu u pisci semu nuiautri!!! 🙂

    Comunque, mi viene da ridere al pensiero di lasciarvi quest’estate da sole con quei due monellacci di Aurelio e Mirko. hihihihhiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii… 😆

    Evvabè, un bacione e… ‘notte. 😉

    Mi piace

  174. @ Venticello: riguardati, vai a dormire che ti vogliamo sempre pimpante. Altrimenti, cosa raccontiamo al Mirkino? 🙂

    A proposito, ma Patrizia, che fine ha fatto? Boh!!!

    ‘notte. 🙂

    Mi piace

  175. Ecco la prova tangibile!Dove sta un imbecille così conformato che mi lascia a casa in una serata come questa a vedere films stupidi in tv??Infatti non c’è perchè l’imbecille potrebbe esistere ma io mi guardo bene da farlo diventare “fidanzato mio”al limite me lo tengo come conoscente,almeno quando lo vedo non devo tirargli le polpette!Ventola ciao!!Scommetto che tu gli tireresti le cozze,ma con il guscio!Di quelle belle grandi spagnole o giapponesi che sembrano gli scudi di Guerre Stellari!Eh si proprio così..più giù di così un se pole(dici tu)..Campa cavallo che l’erba cresce e si secca …’Notteeeeee!!

    Mi piace

  176. Ciao capitano..
    ma lo sai che mi sei simpati’o?
    ..e poi hai detto che sei un po’ vanesio….ma che vordì???
    che c’hai un vano solo? un la conosco questa parola…come siete diventati difficili nelle vostre elucubrazioni …lo chiederò all’Assunta domattina..lei è tanto stritta che sa tutto..anche come fammi imbestialì…pensa ‘n’po’…ooh ma si pole vedè una enne scritta così? a me mi garba scrive come il vento..pensampo’..via, l’è più bellino!!!
    Mirrrrkino t’ho dedicato una foto…per fatti capì che sei tanto bravino con le mie sventagliate ..però anco te un sei pe nulla male..anzi…anzi…sei un talento promisquo. vale a dì che c’hai la bici con la marmitta!! Ganza…e ti vedo! a giro per la città a fà i sorrisini alle donnine…ma attento agli stoppe, mi raccomando…c’hai la targhina…ti si rintraccia bene!!

    ora do retta alcapo e vo a ninna…domattina si svaporeggia di brutto…
    notte…e speriamo sia frescolino…ho buttati fori dal letto tutti quell’animali pelosi…ci son rimasti male ma io devo dormì beata…e no incavolata.
    🙂 cià!

    Mi piace

  177. @ Venticello: oh mannaggia Ventolino, non me lo avevi mai detto che ti ero simpatico e comunque, è già qualcosa. 🙂

    Hai dedicato una foto a Mirkino? Bisogna che domani glielo dica, altrimenti preso com’è a farti i complimenti, si dimentica di tutto e dippiù.

    Ma sai che me lo vedo andare su una bici con la marmitta? 🙂

    ‘nnagg… Ventolinella, sei unica e… detto tra noi, visto che ti son simpati’o e che sono il tuo mammo, guai a chi ti tocca! 😆

    Ed anche se non so cosa voglia dire, cià! 🙂

    Mi piace

  178. mirko

    Buon Mattino a tutti!!!!!!
    Buon Mattino al Capitan Arthur…. 🙂
    Dire grazie è proprio ben poca cosa! 🙂
    Ivana sei fantastica in tutto, pure con i pensieri! Dedicarmi la fotografia è stato un gesto che mi ha emozionato. La bici con la marmitta mi garba assai assai. L’importante è che sia a due posti e che ci sia il cestino per Carmen e Pedro (sembrano du cagnini). E da quel momento… chi ci tiene più a noi due? 🙂
    Stamattina la ciurma è dimezzata. Carla è alle prese con la maturità, Aurelio si è chiuso nella stanza con il logorroico, che con il caldo è sempre più logorroico, Dany e Laura son qui.
    Coraggio, un buon caffè e si parte….. a proposito fervono i preparativi per le vacanze!!!!!!
    hasta la vista 🙂

    Mi piace

  179. mirko

    @ Patrizia, buongiorno, eh sì 🙂 con il caldo che incombe (oggi bollino rosso) parlare di vacanze aiuta almeno la mente ad evadere un pò. E poi ci si organizza …. 🙂
    La schiena… è in via di guarigione? Spero proprio di sì (attenzione all’aria condizionata).

    Mi piace

  180. @ Mirko
    Aiuta se si è sicuri di poterle fare, io so già che non andrò in vacanza 😦
    La schiena molto meglio grazie, ora devo stare attenta con l’aria condizionata come mi hai suggerito tu 🙂

    Mi piace

  181. aurelio

    Buongiorno Dame, Cavalieri e Capitano Arthur!
    Ho scoperto poco fa che oggi non è il primo giorno d’estate perchè essendo l’anno bisestile… era ieri! Pazienza! Giorno più o giorno meno… facciamocene una ragione.
    Le vacanze… riprendiamo questo argomento tra qualche giorno, con i faldoni che ci sono sulle scrivanie, i telefoni che gracchiano continuamente non c’è neppure il tempo di alzare gli occhi al calendario e poi agosto è ancora così lontano. Il nostro gruppo sarà assente tutto il mese di agosto.
    @ Pat: felice della tua guarigione. Posso complimentarmi per “l’apone”? caspita è veramente bella e vederla così da vicino con quegli occhioni che sembra ti osservino…. 🙂
    Faccio un salto dal logorroico che è diventato particolarmente simpatico tra l’altro…. e torno presto! Oggi sostituisco Carla, almeno ci provo e almeno non mi castigo da solo!!!! 😦

    Mi piace

  182. BuonGiorno Patrizia, BuonGiorno Daniela e BuonGiorno LaUra (scusate ragazzi, ma le signore vengono prima e buonGiorno a Mirko e Aurelio. La giornata si prospetta caldina oggi, e infatti stamattina ero indeciso, prendere la strada dello studio oppure quella del mare. Evvabè, ho deciso per la seconda, ma solo per un motivo, perché non volevo farvi restare male sentendo che ero spaparanzato sulla spiaggia con un bel gelato in mano. 🙂
    Noto con piacere che la NOSTRA PATRIZIA è in via di guarigionee d’altronde, secondo voi, potremmo fare a meno di lei?
    Mai, mai e mai più!!! 🙂

    Ho capito bene che Carla sta facendo la maturità? (???) Oh ‘nnagg… sapevo che era una ragazzina, ma non così ragazzina. Evvabè, c’è il tema di Montale, la metto in contatto con Ventolino e il gioco è fatto.

    E’ tanto invece che non sento LaUra. Tutto bene? Venticello stamattina è tra una camicia e l’altra e non l’invidio per niente. Però, ditemi la verità, non è tenerissima quella Pisanaccia che dippiù non si può? MirKo, tu che dici? Quando la sento al telefono i fa morire. Appena risponde mi dice: Prooooontooooooooooooooooo…!!! ìnnagg… che ventonellino che è.
    Bene ragazzi, vi lascio, tanto Pat vi tiene a bada benissimo.
    Un video di un chitarrista che amo in modo particolare: Pat Metheny


    Ciao e a dopo. 🙂

    Mi piace

  183. laura

    Ciao,
    Eccoci finalmente in Camera. 🙂
    O Camera cafè o Camera di Erzicovina va comunque bene per interrompere un pò…
    Buongiorno Arthur 🙂
    Oggi Mirkino come lo chiamate qui, è particolarmente garrulo, l’ho visto zompettare da una gamba all’altra come un passerotto per esser stato gratificato da Ventolino! E ci voleva però perchè ogni tanto è bene ricordare che i nostri tre uomini (Aurelio, Mirko e Massimo) sono davvero encomiabili con noi tre.
    E lì come va? Tutto a posto? Tutto in ordine?
    Un bacio a tutti

    Mi piace

  184. Ciao carissima (LaUra), beh, ci sta che possa essere questa una camera caffè. Comunque tra poco cambieremo stanza, altrimenti poi diventabtroppo lungo il tempo per scorrere i commenti. Superiamo i 300 e poi vediamo. 🙂

    Mi piace

  185. mirko

    @ Arthur
    BuonGiorno 🙂
    Innanzi tutto se hai preso la seconda strada… sei andato al mare col gelato in mano!!!! Qui la ciurma è attenta Capitano mica siamo sbragati al sole!!!!
    A furia di essere stringato ho scritto di Carla che è impegnata con la maturità… errore. In realtà in questi giorni suo nipote (V° liceo) sta facendo la maturità ed ha preferito trasferirsi a casa della zia per stare tranquillo.
    Bello, bellissimo il pezzo che hai messo. Ci vuole proprio…. 🙂

    Mi piace

  186. @ Arthur
    ‘giorno 🙂
    Come sarebbe hai preso la seconda strada perché non volevi farci restare male sentendo che eri spaparanzato sulla spiaggia con un bel gelato in mano???? La seconda strada hai scritto che è quella che porta al mare e non al lavoro, che invece sarebbe stata la prima strada…
    Ummm non mi torna qualche cosa qua.. eh no no no…

    @ Aurelio
    Alla faccia delle vacanze, un mese interooooooooo ❓ ❓ Beati voi…. sigh sigh

    @ laUra
    Il Mirkino garrulo hihihi, troppo forte 🙂

    Mi piace

  187. aurelio

    @ Patrizia: ebbene sì Lady per noi un mese di vacanze (e che vacanze, quest’anno si prova “lo scacco matto” si parte insieme e… per il momento bocche cucite, ma l’organizzazione è al top!!!!!) per dirla tutta chiudiamo il 27 luglio e facciamo ritorno il 3 settembre, ….il pensiero è con voi, spostiamo solo le masse e comunque i computer – almeno due – li portiamo! Se non si finisce sui giornali quest’anno, noi l’abbiamo scampata a vita. La Capitaneria è già allertata.

    @ Arthur: per favore non buttare la miccia per un raccontino che adesso sono solo, senza le altre “due mani” che suggeriscono fornendo aiuto strategico io sono perso …. gasp! Non far scendere a valle Gerolamo, Erzicovina o gli altri perchè io mica sono lei, io vado in bambola 😦

    Mi piace

  188. @ Patrizia e MirKo: ‘nnagg… prima era Patrizia che non me ne faceva passare una, adesso ci si mette anche il Mirko, ‘porcacc… 😆 😆 😆

    Evvabè, mi sono sbagliato, nella fretta di scrivere e inviare invio ho invertito i dividendi, ma il prodotto è cambiato? 🙂

    Ragazzi, ma pensate che se per caso fosi stato al mare sarei stato così scribacchino nel mio blogghino???

    E poi, scussate (ss=s) chi va in vacanza per un mese intero? 😦

    Mi piace

  189. E per le vacanze (adesso ho capito chi sono i fortunati…) appoggio incondizionatemante il pensiero di Patrizia e mi avvalgo anch’io della facoltà di non rispondere.
    Porcacc… !!! 😦

    Mi piace

  190. @ Arthur

    Ma non è per non fartela passare nemmeno una, ma solo per capire se eri veramente andato al lavoro o se stavi facendo il lavativo 😆

    Comunque non sono io ad andare in vacanza per un mese intero, ormai non so più da anni che cosa sono le vacanze 😦

    Mi piace

  191. aurelio

    @ Pat
    al tuo posto farei altrettanto :mrgreen:
    come ti capisco! 🙂
    sigh mi viene da piangere al pensiero che dovrò fare una vacanza così, in una spiaggetta piccina, una caletta fra gli scogli, un gommone, qualche buon amico, la chitarra…. che schifo!!!!
    Ho pregato fino all’ultimo: non mi portate, lasciatemi a casa, puntavo i piedi facendo resistenza e loro niente: “tu verrai con noi, sei il jolly della situazione, il cuoco delle vacanze, devi soffrire….”. Ingrati, senza cuore…. 😦 😦

    Mi piace

  192. daniela

    @ Aurelio
    Quando leggerà queste cose…. credo che ti lascerà a casa, ad infilare collane e braccialetti! Accorda invece bene la chitarra che l’ultima volta Margherita di Cocciante è venuta un pianto con quella mosceria che avevi messo su. E mi raccomando: quanti spaghetti occorrono per 6-8 persone? E quanta polpa di ricci di mare serve? Ti ricorda niente tutto questo?????? 🙂

    Mi piace

  193. aurelio

    @ Dany
    per carità…. non mi ricordare quella cena!!!!!!!! Però le risate…..poi!!!!!
    La chitarra l’accordo anche sul posto…..IO!!!! Siete voi a stonare tutto e dare poi la colpa al suono melodico della mia chitarra! Tsè! 😦

    Mi piace

  194. Ma non essere considerata un bijoux lo devo considerare un’offesa?? Una critica?? o che cosa??

    Aurelio, tu rischi veramente grosso con me se fai finta di essere costretto a fare un mese di vacanza, minimo se ti metto le mani addosso ne esci veramente malconcio e penso che l’aver detto che Carla è più bijoux sia proprio riferito a questo :mrgreen:

    Mi piace

  195. Appunto!

    @ Daniela: ti ci metti anche tu con la polpa di ricci e chitarra? 😦

    No, volevo dire, dove è che andate? Così, giusto pour parler. 🙂

    Io, nel senso di IO, la chitarra la suono benissimo, ho fatto gavetta sul Ponte vecchio a Firenze, sempre accordata e sempre intonata. 🙂

    Mi piace

  196. aurelio

    @ Patrizia: o mamma li turchi…. tu meni??????? Una fotografa picchiatrice, insomma! 😦
    Evvabè, in un mese di vacanza può capitare che uno si annoia, o no? quando sei davanti ad un’acqua cristallina non ti può venire voglia di una montagna innevata, o no? quando sei costretto a mangiare delle prelibatezze e desideri mangiare un panino, può capitare o no? quando hai intorno a te degli amici speciali ti può venire nostalgia di un logorroico, o no? quando pensi che sei felice anche con poco, ti senti bene fisicamente e mentalmente, può capitare che desideri di avere una febbriciattola, o no?
    Io questo intendevo…. come te la prendi subito!!!!!! 🙄
    Kiss, doppio kiss, triplo kiss! 🙂

    Mi piace

  197. aurelio

    @ Patrizia
    ma dai che non ti sto prendendo in giro, quando mai?
    Scusa ma tu non ami il mare e la spiaggia, vuoi stare tutta accappottata sulla barca e poi …. dici a me? 🙂
    te pozzino un pozzetto stavolta!!!!!
    però …. sei sempre perdonata!!!!!!
    p.s. chissà se questi commenti passano, il Capitano voleva chiudere a 300!
    Il Capitano…. lui si che sa vivere, altro che me e ‘sta ciurma sbalenga!!!!!

    Mi piace

  198. daniela

    @ Aurelio
    a te il troppo sole già dà in testa, i sintomi ci sono tutti, amico mio!

    @ Arthur
    andiamo in un bel posto che qualcuno chiama “la cotoletta”, sarà per la forma? Andiamo al mare, tutti quanti, tutti insieme, tutti uniti, tutti meno fragili.
    La tua chitarra è accordata e suoni benissimo? Non dircele queste cose, non farci soffrire!!!!!! E chissà che bel programma estivo avrai tu.
    Sulla spiaggia noi canteremo col karaoke andrà sicuramente a finire così, però non fa nulla, l’importante è divertirci ed in questo siamo esperti!

    Mi piace

  199. @ Aurelio 👿
    Io non ho mai detto che non amo il mare, ma che non amo stare sulla spiaggia. Mi piace il mare se posso godermi l’acqua, sia per farci lunghissimi bagni, sia per farci lunghi giri in barca, ma se devo andare in spiaggia per starmene stesa a prendere la tintarella sto benissimo anche senza. E poi non ho mai detto che voglio stare accappottata sulla barca, ma che non amo stare in costume se ci sono altre persone. Il mare mi piace per poterci passeggiare, senza dover sopportare il caldo e la calca delle persone, cosa che in piena stagione trovi sempre a meno che non si conoscano posticini appartati e ignoti ai più…

    Mi piace

  200. che spirito fumante stamani!!
    O come siete bellini e ciosposi tutti insieme…Ok manca a Carla…ma tanto torna 🙂 più pimpante e attenta che mai!!! Mi devo far fare qualche lezione di bon tom tomne…Mi so’ arrugginita ultimamente! O ome si mangia la cranita? a morsi o si ciuccia??’o ci vole la paletta? meglio il rastrello secondo me. Comunque, tanto lei di sicuro mi iuterà…una gomitatina ed io capisco che quella cosa un la devo fa…come al ristorante…do sempre un pizzico al cameriere…ma se l’è bellino e simpati’o un se la prende tanto….anzi mi mette da parte l’avanzi per Kiro.. 🙂 …
    ciao Carla! ♥

    ma passiamo a noi presenti…ma quante n’avete combinate insieme???
    Le vacanze…io porto la ciambella sempre dietro…mi ci voglio addormentare a galla…sul materassino è facile, l’ultima volta mi tirovai alla Gorgona con lo squadrone dei vigili del fo’o dietro…ma io seeee dormivo come una papessa e mi pareva d’esse alle Canarie….sentivo tutti i canarini e i cicalini…fu un risveglio inzuppato però…Marcello, il vigile senza fiamma..mi scaraventò nell’acqua..ni venisse la gotta all’alluce….per un pelo affogo!!! ..ma lo perdonai perchè aveva una figlia dell’età mia…e diventai la sua amica.
    Comunque…dicevo…la ciambella..c’ho la giraffa così posso ommaginare di prende per il collo quella bradipa dell’Assunta…mi fa cascà le rotule dei ginocchi….difatti un ce l’ho più…dove saranno finiti??? mah…poi stai a vedè che li ritrovo quando ormai sono in pensione e mi ritiro sull’isola del vento..e lì u mi servano più…lì volo dove mi pare e basta…mi specializzo in fenicotteria…una materia bellissima e un se ne parla più.
    oimmei, qui c’è la vicina che urla..i cinesi che di mandano a quel paese…come lo so? semplice…lei gli fa l’ombrello col braccino…presumo voglia dire la stessa cosa…
    ci sono i muratori che martellano nelle scale…e io a letto un ci vò…e chi dorme?
    Poi sai..c’è Mirkino che mi fa piegà in due dalle risate…però Carmen e Pedro sono amanti ….perchè ho lasciato da parte l’altro ..si chiamava Anonimo Veneziano…e c’è rimasto offeso….ma un avevo nomi sottomano…quante storie però!!!
    E sicchè poi a un certo punto , così su du’ piedi…leggo che son speciale!!!
    seeee, è un miraggio…un è così…però me lo tengo il complimentone…
    e penso sempre che siamo tutti speciali..la mia teoria l’è sempre questa!!!
    Però…mirkino è un pippolino che saltella da una gambetta all’altra…hihihihi magari con un bel palloncino a fiore tra le manine…e il fiocco azzurro sul grembiulino!!
    chissà co’era bellino da piccino! un ranocchietto…come mi diceva una signora che ho conosciuto…sei una ranocchina te…sarà che ero piccina è che saltavo su e giù dall’alberi?
    boh, ora sarei cresciuta, sulla carta però perchè la mi Saretta mi chiama mezza seghina…così io fo con la mi mammina..oh ma lei è diventata piccina davvero…. accanto mi sento un pilastro della terra.
    però ho sempre sognato sin da ragazzetta di avere una figlia tanto alta che m’abbracciasse e mi facesse sentire la mamma più protetta del mondo…manco a dillo , s’è avverato!!!
    Ora provo a desiderà di diventà come Ivana Trampe…che dici’ s’avvererà? se’ondo me posso anche stagionacci come i formaggi su questo pensiero! ma va bene anche se un s’avvera nulla , la mi ricchezza ce l’ho!….ma insomma , magari, un pensierino….una piccola somma…eh…no?
    parliamo d’altro…anzi …mi confondano sti due cinesini..sono anziani ma c’hanno una vocina acuta..oimmei….la vicina s’è chetata…ha smattato… ce l’ha con tutti…è diventata isterica..l’ho salutata du’ giorni fa e lei un m’ha neanche guardato …anzi no..m’ha dato un occhiataccia….allora io ho fatto le corna dietro la schiena…un si sa mai!!!
    Oh ma mi dimenticavo…il tandem…ce l’ho ….anzi no ..un ce l’ho più maremma gatta…è finito nel cestino del pc..mi sento male…un si recupera più nulla una volta svuotato….maremma sgangherata…ma sa qualche parte saranno…continuo le ricerche…
    Allora si ca in tandem ….io e te e la mi Carmen….al seguito si portano tutti…hahahha sul lungarno a scampanellà e a cantà o mia bella madunina , grazie Roma…. 🙂 nelle valli di Comacchio c’è la Lady tutta pepe, paraponzi ponzi pò 😆
    ora mi fermo…

    Mi piace

  201. ahahhahahahahhahaha!!!!!
    Pat, allora siamo in sintonia davvero!!! Perfetto!!! Un avevo dubbi!

    ma guarda te chi t’ho beccato a fa l’inciuci con le donnine belle!!!
    S’è tinto pure i capelli ma un me la fa!!!
    Vedi la camicia???? hahahha ora un sventola più….n’ho tagliato quelle maniche da scana ballereccia e Beccacciona… Arthurrrrrrrrr ma chi t’ha fatto la messa in piega??’ il parrucchiere di marzullo???? maremmina che sguardo a vanesio tu c’hai…un voleva dire avè un solo vano..ma almeno 10!!!!!
    devo dì che però il ritmo un ti manca…guarda lì come muovi bene i piedini..sembri Cordesss…ma lui l’è più macio….e dimolto di più…che roba pperò…ecco perchè andavi dalla tamburella verso le 5 del mattino…andavi a imparà batte i piedi sulle sponde del letto…a quanto pare t’è servito!!
    Te sei furbo si, ma a me un me la fai…so con chi vai prima ancora che tu vada….heheheheh so veggente tra la ggente e te ummi sottovalutà….
    Intanto ho portato le maniche dalla sarta cesira…tutta felice c’ha messo l’elastico così se tante volte s’ingrassa per agosto ci s’entra lo stesso nel costumino per ballà il can can…
    …..c’ho in mente una coreografia che nemmeno immagini…ti posso dì cara carlitass che ho prenotato i fuochi d’artificio ..saranno votti come un si son mai visti…arrivano direttamente dalla Cina con furore…pensa te chi ho scomodato…
    gli stivaletti col tacco a rocchetto l’ho presi direttamente alla Rocchetta…son leggeri da portà e non fanno fare plin plin …c’ho fatto mette tanto sale…si deve ballà almeno du ore…un c’è pause…capisci amme!!

    Bella roba lo jutubb …hihihihiihihihi il biondo… 🙂 se lo vedeva il mi nonno …chissà che strafalcione diceva…ma tanto era in casettino…provincia di Massa, e lì un si capisce nulla quando parlano…per dire ” senti” dicano ” ota…. ma ti pare???
    altro giro ….altra ballata!!!……go scoperto che il capitano c’ha pure un canale tv, ma è sotto copertura…si fa chiamare Arturo!

    Toh beccatevi il Capo …..

    Mi piace

  202. @ Daniela: sulla spiaggia canterete con il karaoke? Maddai, non ha detto Aurelio che suona anche lui? Sulla spiaggia, di sera, è bello cantare al suono di una chitarra, magari canzoni anni ’60 e ’70, un revival che non guasta mai. Magari anche con un bel fuocherello in mezzo o solo alla luce della luna. Ma t’immagini che belo che sarebbe? Io ho tre chitarre sparse in tre case diverse, una a casa mia, ovviamente che però ormai uso pochissimo se non addirittura per nulla. Una a casa di un mio amico, che quando ci ritroviamo e in genere siamo una bella truppa, ci divertiamo a cantare i nostri cavalli di battaglia, Vasco Rossi, Battisti, dik dik, Baglioni, Cocciante, Paoli e così via dicendo, ed una nella casa al mare che se capita, può sempre servire.

    Una volta suonavo più spesso, ma se capita, paasiamo anche un paio d’ore se non di più a sgolarci ed è bello così. 🙂

    Potremmo fare io e Aurelio un bel duetto, che dici? Lui accompagna opure preferisce fare il solista? 😉

    Mi piace

  203. @ Venticello
    Avrai pure tagliato le maniche alla camicia del Capitano, ma lui continua sventolare che suona la chitarra. Ora fa sapere che ne ha pure 3 a disposizione. Ma insomma la ciurma che deve andare in ferie per un mese, non lo vuole proprio capire che il Capitano magari vorrebbe essere invitato pure lui ad unirsi al gruppooooooooooooooooooooooooooo
    Forzaaaaaaaaaaaaa svejaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa ahahahahha

    Così poi restiamo io, te e Carlitasss e ci diamo alla pazza gioia, evvaiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii ahahahah 😆

    Mi piace

  204. @ Pat: senz’altro sarebbe un bel gruppo quello di questi ragazzacci, ma non so se loro sarebbero disponibili a venire dove vado io. 🙂

    ps: e per quanto riguarda le chitarre, se è per questo ho anche un pianoforte, una tastiera elettronica ed una fisarmonica, visto che in casa mia si è sempre suonato. Tiè!!!

    Mi piace

  205. @ Arthur
    Ma proprio perché sono un bellissimo gruppo io stavo perorando la tua causa, poi che loro non vengano dove vai tu è un altro discorso, ma tu potresti benissimo andare dove vanno loro….
    Mah, uno crede di fare bene e guarda come viene trattato, sgrunt…

    Mi piace

  206. @ Pat: loro sono un gruppo affiatato ed è giusto che sia così, mentre invece dove vado io vorrei portarci tre amiche mie conosciute giusto da queste parte, sì, proprio quelle che vorrebbero divertisrsi in mia assenza… Immagino già la scena, escono dal bungalow con il pareo e arrivano in spiaggia e, una mano davanti e una dietro… ‘nnagg… come mi diverto!!! 😆 😆 😆

    Mi piace

  207. aurelio

    @ Lady Pat
    scusa x il ritardo nella risposta ma è arrivata Carla e si parlava. Ancora non è andata al computer e ignora tutto questo nostro chiacchiericcio. Appena vedo che lo accende io scivolo dabbasso. Mia sponte. Il non vedermi ad altezza dello schermo “dovrebbe” rabbonirla. Per fortuna è di ottimo umore e questo è già un buon segnale. Intanto chiacchiera, ride e scherza. E io scrivo. A te.
    Però, cosa che l’è quel diavolo con gli occhietti rossi accanto al mio nome? Significa che sono cattivo, monellaccio… io??????. Non avevo capito nulla Lady, però bastava dire:
    “non amo fare la lucertola sulla spiaggia, ancora meno in costume se ci sono persone”.
    Vedi? bastava una riga, tu ne hai usate 7 e mezzo. Prolissa. E dai la colpa a me? Ingiusta. Prolissa e ingiusta…. va be’ ci siamo compresi male. Comunque sono io duro di comprendonio!
    Va bene così Lady?
    Io quella faccina con gli occhi rossi non la so fare, altrimenti ricambiavo!!!!
    Kiss come sempre…. sono di coccio io!

    Mi piace

  208. @ Aurelio
    La faccina doveva essere alla fine delle parole, non vicino al tuo nome e doveva rappresentare me e.. ok sarò più succinta nelle prossime risposte… ma poi non lamentarti se divento troppo enigmatica o criptica… Kiss a te

    @ Arthur
    Ridi ridi….

    Mi piace

  209. hhahahahhhhahahahhahhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhh!!!!!
    …Lui una mano davanti e una dietro…..anzi…nulla!!!
    se non ricordo male il signorino va in giro senza tasche 🙂

    dove vai quest’anno Arthur???
    no perchè vorrei vedere il tuo modello nuovo nuovo..hihihiihiihihihiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii!!!!
    ( nuovo..uhmmm…usato …ecco si usato va meglio!!!)
    e non fa finta di nulla…che tanto t’ho bell’e capito sà!!!

    Mi piace

  210. @ Venticellaccio: per vederlo, dovresti venire anche tu senza tasche e comunque, ho sempre fatto tutti i tagliandi, per cui, diciamo che è un usato sicuro… 😆

    Tu a tagliandi come vai? 🙂

    ps: conosci quel detto? Cù lassa a via vecchia pi chidda nova sapi chiddu ca lassa ma un sapi chiddu ca trova! 🙂

    Mi piace

  211. Oddio Ventolino, mi fai sganasciare dalle risate ahahahahhaha
    Ma non dire che sai suonare il flauto, questi sono tremendi anche se fanno finta di essere come l’acqua cheta, ma poi si sa benissimo che l’acqua cheta corrode i ponti, mica ci fregano ahahahah

    Mi piace

  212. A proposito…io vo via ad agosto!!!
    dal 13 al 23….mi mancherete così tanto 😦
    vò nella caletta….dove un c’è nessuno…
    acqua turchese…fresca….cuscinone gigante,
    ciambella ….maschera e pinne…

    Mi piace

  213. ahahahhahah…io a tagliandi non vado!!!
    mica scoppietto e la marmitta un ce l’ho!!!!
    hahahahha Arthurrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrr!!!!!!!!
    —io raccolho bollini, così poi vinco l’altalena!

    Mi piace

  214. aurelio

    @ Arthur
    chissà sarebbe bello conoscerci anche se per me lo stare qui è comunque conoscerci. Mi dissocio un pò in questo dai discorsi dei componenti del mio gruppo che vedono quest’amicizia soltanto una cosa virtuale anche se più vera del reale perchè è più libera, meno condizionata, possono dire quello che sentono e che vivono in completa libertà. Io la penso come Carla che non mette limiti a nulla e se un domani ci si incontra tanto meglio, si conferisce una fisicità ad una persona che fondamentalmente si è già imparato a conoscere. A voi vi conosco per i pensieri, per quello che scrivete, per come la pensate, mi manca il timbro della voce e l’aspetto fisico. Due dettagli, se ci si pensa, che vi completano ma che tuttavia non stravolgono il pensiero che ho di voi. Si parte dall’interno per andare verso l’esterno. Nel reale conosci una persona dall’esterno e poi (forse) al suo interno. 🙂
    Quanto a suonare la chitarra credo di saperla suonare benino. Se coloro che cantano non sentono il “tempo” e vanno “a cappella” non possono poi lamentarsi. Comunque…. quando suono il gruppo è contento, si lamenta per partito preso! 😦
    Le vacanze…. quest’anno facciamo per la prima volta un tentativo di gruppo, nel passato io e Carla abbiamo fatto diverse vacanze insieme e ci siamo sempre divertiti da matti, ce ne sarebbero di aneddoti da raccontare … 🙄 Noi stiamo organizzando per benino il tutto, pianificando gite e divertimento. Molto probabilmente anche a fine giugno, col Santo Patrono che cade di venerdì organizzeremo qualcosa, solo che il gruppo è diviso tra la Costiera Amalfitana e Gardaland. La maggioranza vince. .. e credo si vada a Gardaland.
    Carla è vicina alla scrivania, fra poco boooommmmmmm!!!!!!!!!! 😦
    Se non mi leggete…….. sapete perchè!!!!!!

    Mi piace

  215. Oh mannaggia, i bollini fedeltà? 😆

    Guarda che forse siamo vicini questa estate, anch’io vado in una caletta con l’acqua turchese, però senza ciambelle e cuscini giganti.

    Mi piace

  216. ‘nnagg… ma io non parlavo di vecchie esperienze… 😦

    Non mi segui, non mi segui, questa è la verità.

    A proposito, visto che non ho avuto risposta, hai ricevuto il programma che ti ho mandato per recuperare i file cancellati?

    Mi piace

  217. si certo che l’ho ricevuto!!!
    sono andata a rufolare…ma un ho trovato nulla…ecco!!!
    t’ho risposto…stamani…!!!
    Non ti seguo??? ma con tutto ‘sto bailamme !!!
    leggo Aurelio, leggo te contemporaneamente…vado a cercà video…te che balli sfrenato…e io non capisco??? allora pala chiaro!!! io sono un po’ durina…
    comunque a dirla tutta il programma l’ho salvato…ma dove??? nel pc…da qualche parte… hahahahahah Mi meraviglio di te!!! come si fa un lo so!!! se aggeggio rischio di far saltare tutto…me lo fa Saretta….almeno lei è quasi sicura!!!
    Tranquillo…alla fine ho allegegrito le cartelle!

    Mi piace

  218. @ Aurelio: la penso esattamente come te, anch’io non credo che queste conoscenze siano virtuali, proprio perché parliamo attraverso le parole scritte, cosa che nella vita “reale” è difficile che avvenga con la stessa intensità. Ho scritto parecchio sull’argomento e quel testo che avevo riproposto a Daniela l’altro giorno è una piccolissima parte dei miei pensieri in proposito.

    Ciao Socio!

    Posso chiamarti così? 😉

    Mi piace

  219. @ Aurelio
    Sta tutta lì la tua saggezza pacata…
    e mi piace tanto quello che hai scritto!!!
    Bravo ciospino…quindi Mirkino è in buone mani!
    PS: ma non è che Mirkino è stonatello? 🙂
    ..

    Mi piace

  220. carla

    ‘sera a tutti

    @ Aurelio
    “cento pagine che nessuno potrà lavare via” 🙂

    @
    Quanti discorsi avete fatto in mia assenza, credo di essermi persa qualcosa! 😎

    Mi piace

  221. aurelio

    Il boooommmmm non c’è stato! Grido al miracolo!
    Però ha quello sguardo che sembra dire:
    “veni acca’ che io e te avimm ‘a parlà”
    Mah, strano, non c’è poi molto da dire mi sembra….. 🙂
    @ Arthur: certo che puoi chiamarmi socio … ne abbiamo di affari in comune!

    Mi piace

  222. carla

    @ Arthur 🙂
    Benissimo grazie, ammetto che tra poco sapete più cose voi di me che io di me stessa. Incredibile quello che succede in rete, incredibile! Per fortuna che questa pagina sta chiudendo i battenti, mi sembra che si sia andato oltre, ma proprio aldilà del muro…. 🙄

    Mi piace

  223. @ Carla: aspetta, mi pare si parlasse di una terza o forse quarta… no mi sbaglio, Aurelio diceva che… e invece Mirko asseriva come… ma anche Daniela e LaUra non sembravano molto convinte e così il logorroico ha finalmente detto la sua.
    Appunto! 🙂

    Maddai, non preoccuparti, resta tutto in famiglia. Oggi ci sono stati solo 547 visualizzazioni. 😆 😆 😆

    Mi piace

  224. carla

    Apparteniamo a una “strana” famiglia non v’è dubbio!
    547 visualizzazioni? spero abbiano circumnavigato le nostre divagazioni e si siano diretti ad altri tuoi post…. altrimenti avremo sulla coscienza 547 cristiani, stecchiti al suolo e non dal troppo caldo, questa volta!!!! 🙄

    Mi piace

  225. No, dai, hanno girato ovviamente anche in altri posti. A proposito, sai che il mio “casa mia, casa mia” di Nonno Archimede ha sempre tutti i giorni qualche visita? O è un detto che va alla grande oppure non capisco come mai.

    Comunque, questa pagina di Erzicovina ed anche le altre, sono molto visitate. Mi ricorda quello che succedeva nell’angolo delle chiacchiere di Diemme, eravamo una diecina i soliti a commentare più o meno quasi sempre, ma c’erano tanti silenti che leggevano e basta. Una volta una ragazza aveva confessato che ogni mattina apriva quell’angolo, leggeva e poi andava a lavorare.

    Sarà così anche per Erzicovina? 🙂

    Mi piace

  226. aurelio

    Caro Socio Arthur,
    ma quale terza o quarta… io parlavo di una quinta e non facciamo sconti prima dell’inizio dei saldi, mi raccomando altrimenti l’impresa va a ramengo. Daniela e LaUra non erano troppo convinte perchè volevano provare altri modelli, le vanitose!
    Parlavamo della “quinta” che nasconde il living se non ricordo male vero? Non vorrei si generasse confusione 🙂

    Mi piace

  227. carla

    @ Arthur: speriamo di non intossicare nessuno con queste letture! Nonno Archimede è un grande, lo sai….
    @ Aurelio: a te la settima ti ci vuole! Quella di Beethoven sparata in cuffia, devo vederti lo stemma del dollaro dentro le pupille….. 🙂 Quanto vorrei incontrare una persona che legge i tuoi commenti, guardarla negli occhi e vedere lo stemma del dollaro: ora capisco!

    Mi piace

  228. Antonella

    notte ragazzi , fate i bravi….ma non troppo se no domani sera quando torno non mi diverto a leggere tutto !!!! ….mi sembra di tornare bambina quando la sera leggevo i fumetti !!!!
    Smack a tutti, ciao grande Capitano , buona notte anche a te !

    Mi piace

  229. SEEEEEEE!!!! Diglielo anche te che è grande …così un si fa più vita!!
    Antonella tu sei troppo buona!
    Madonnina santa…. che serata!!
    Un è successo nulla nulla!!!! Peccato …so solo che domani sera sono stata invitata a ,magiare la pizza con Margherita e le sue compari Cesira e Rita e la Fedora e altre donnine arzille ( si fa per dire) che non conosco…così ho detto a sara se veniva anche lei..ma lei m’ha risposto ..un ci penso nemmeno, mi pinzano le zanzare!
    Già…dato che mangeremo sotto un gazebo…anzi due gazebi…o quante donnine ci saranno? seondo me va a finì che qualche donnina s’imbria’a e fa un macello…monta sul tavolo e balla la lambada ….speriamo bene….sennò mi tocca fa la crocerossina. Menomale che l’ospedale è vicino…a du passi….ce la posso portà con la carretta del muratore…hahahha che scena idilliaca!
    No via, andrà tutto bene…si mangia anche la cecina…e ci si fa portà dal bimbo in motorino…così gli si fa votà le scatole…se si da la via ai pollai c’è da ride di nulla!!!
    le vecchiette son tremende sa! vogliano per forza avè sempre ragione…magari è anche vero , però dillo a modino..un fa sempre la prepotente!!
    Margherita è la più tosta..e Cesira è diventata una sindacalista…Rita invece sta sempre zitta ma vede e ascolta tutto!
    Io ? io son piccina sempre…però mi garba mette zizagna…e fa passà la marghe per una donnina allegra che la notte fa entrà in casa l’omini e balla la brek dance…lei un lo sa cos’è pensa sia tipo il ballo di San Vito e tutto sommato c’ha ragione…son tutti svitati i ballerini di quella roba lì.
    Io son per il classico…e u po’ di disco music….il tango lo ballavo col mi babbino…e qualche vecchietto…che faceva la manina morta ma io gliela rinvivivo subito…li lasciavo in mezzo alla pista e me ne andavo…la seonda volta però stavano bonin…con le buone maniere si ottengono ottimi risultati…quasi sempre eh..perchè poi c’era quello che osava fare lo scemotto e allora si beccava una cialappa ner musetto e viveva bello felice e paonazzo per tre giorni!
    Insomma tutto questo per dire che domani sera sicuramente avrò qualche aneddoto da raccontare..
    e se sara non viene …rappresaglia ….un gli fo da mangiare per una settimana..io dico che viene!!
    see, magari!!! testa dura com’è mi dice di no…e poi mi fa du’ moine e io…ci casco a tonfo nel suo abbraccio… tanto va così….me lo sento!!!
    Notte a tutti….ciao Mirkino….pensami eh… 🙂
    lo faccio pure io..mi metto sotto il tavolo di cucina… ci son du bricioline e le scanso …le dò a Kiro… tanto mangia anche quelle…anche te se gli caschi nel su piatto!

    Carlitassssssssssss, ammore bello…. :-)son stata in pena per la mi bimba…sai che c’è? m’hanno stufato anche l’omini delle altre donne!!! ma come mai son così….così…così…un mi viene la parola giusta….e che diamine!!!
    No un capì male…intendevo dì che tutte le amiche di sara si confessano e c’hanno dei problemi..mi par d’esse alla via crucis…e io benedico le loro testoline dure…ecco.
    Son bambine , va detto….ma una c’ha 30 anni ..insomma tanto bimba non è…
    Beh..tesò…a presto..vo a ninna nanna con Morfeo…anche se l’idea di dormì con un uomo, mi fa caldo di suo!
    Bacio

    Mi piace

  230. Vento ciao..ma mi fai un favore?Mi spieghi cosa mangi a colazione ?Tu c’hai un’energia sorella cara che non ti si sta dietro!Ma neanche nei pressi!!Bella la Ventuccio mia sempre cara con me,ma come s’incomincia la giornata secondo te..Birra e salsicce?Cotechino e patate?O lasagna al forno con le braciole al ragù?Io sto provando un assaggio di tutto ogni giorno ma a me fa effetto di non ritenzione..nel senso che non lo reggo!Nzomma!!Amore dell’amicuccia tua,dimmi tutto, io ho bisogno di energie, ma non tra mezzanotte e le due !A quell’ora sfogo solo a cambiare canali alla tv e fare le corse con la cagnolina.In compenso sulla barcaccia faremo faville tu diurna ed io notturna ci daremo il cambio e ci incontriamo a cena a fare bisboccia e ci raccontiamo dell’omini delle amiche della tu bimba che son ..lo vuoi il termine??Te l’ho detto già una volta!A Napoli si dice che son CHIACHIELLI ed è un termine che racchiude più di un significato(lì in questo son speciali)nel senso che sono inconcludenti, se la tirano,sono vanesi,tutto fumo e niente arrosto,insomma delle palle al piede e per giunta, inutili.Sciala popolo!!Li ho passati al tritacarne,ma tant’è..Ora vado a nanna ,domani provo con l’amatriciana chissà se và meglio!Un bacio alla truppa d’assalto..Salutamosss!!!

    Mi piace

  231. mirko

    @ Semprevento
    Bella pimpante come accendo il computer mi ritrovo la mi’ Ventolino. Una ventata di vento leggero che ti inebria la papilla e il cuore e rinverdisci col su’ brio. Alla cena mi garberebbe esse ‘na moschina piccina piccina che settata in un angolino ascolta i discorsi delle genti. E sono sicuro che la Saretta ti ci accompagna, non ti molla in balia delle onde. Da che mondo e mondo durante le cene avvengono situazioni, contratti e alleanze che neppure dopo un mese di contatti diurni si fanno. Da noi le chiamano pranzi di rappresentanza e non possiamo neanche declinarli: questo però avviene perchè il logorroico che parla parla e riparla non arrivando mai a una netta conclusione, ha sempre bisogno dell’agenda personale umana, quella che gli ricorda le situazioni, gli spostamenti, le decisioni. Il più delle volte l’agenda umana deve tenere banco alle discussioni che si creano, deve saper sciogliere dubbi, porre i quesiti pertinenti ed altro. E il logorroico si bea di situazioni che non gli appartengono, comunque fa parte del nostro lavoro e lo accettiamo.
    Domani sera aspettiamo un riassuntino condito di tutto punto…..
    Ed oggi? dopo la passeggiata con Kiro, il pranzetto per la figliola (abbiamo “ammirato” la ragazza: proprio una bella ragazza!), qualche elaborazione di fotografie, una manipolazione tra Carmen e Pedro, che ti aspetta? ancora il ferro col vapor fuggiasco…. e sul lavoro – di questi tempi- non ci si sputa e allora coraggio, diamo inizio al nuovo giorno, un bel sorriso e un abbraccione a te.
    Un saluto a tutti 🙂

    Mi piace

  232. Buon giorno a tutti…

    È nei ritagli ormai del tempo
    che penso a quando tu eri qui
    era difficile ricordo bene
    ma era fantastico provarci insieme.
    Ed ora che non mi consolo
    guardando una fotografia
    mi rendo conto che il tempo vola
    e che la vita poi è una sola…
    E mi ricordo chi voleva
    al potere la fantasia…
    erano giorni di grandi sogni……..sai
    erano vere anche le utopie
    Ma non ricordo se chi c’era
    aveva queste queste facce qui
    non mi dire che è proprio così
    non mi dire che son quelli lì!

    E ora che del mio domani
    non ho più la nostalgia
    ci vuole sempre qualche cosa da bere
    ci vuole sempre vicino un bicchiere!
    Ed ora che oramai non tremo
    nemmeno per amore…sì!…
    ci vuole quello che io non ho
    ci vuole “pelo” sullo stomaco!

    Però ricordo chi voleva
    un mondo meglio di così!
    sì proprio tu che ti fai delle storie…(ma dai)…
    cosa vuoi TU più di così
    E cosa conta “chi perdeva”
    le regole sono così
    è la vita! ed è ora che CRESCI!
    devi prenderla così……

    SI!!!!
    STUPENDO!
    MI VIENE IL VOMITO!
    è più forte di me
    NON lo so
    se sto qui
    o se ritorno
    se ritorno
    se ritorno tra poco, tra poco….tra poco

    Però ricordo chi voleva
    un mondo meglio di così!
    ancora tu che ci fai delle storie…(ma dai)…
    cosa vuoi TU più di così
    E cosa conta “chi perdeva”
    le regole sono così
    è la vita ed è ora che CRESCI!
    devi viverla così…….

    Mi piace

  233. ma buongiornooooooooooo!!!!
    Stamani son di fuga…c’ho da fa la messa in piega alla margherita…si fa bella lei!!!
    Io ‘nvece mi mi metto du mollettine coi fiorellini di campo…e una spruzzata di brillantini …fanno molto serata chic !!
    tanto per restare in tema…da noi si dice che a tavola prese moglie anche il frate! il che significa che potrei trovar marito! hahahhaha seeee gnamo, scherzo…io un mi sposo..l’ho sempre detto e lo ribadisco…l’ultimi anni della mi vita soffiona li voglio passà libera libera!!
    un so mi citrulla!!! c’ho dandà a giro per l’Italia…a conosce tutte le mi bimbe..e anche i bimbi…hai inteso? un posso mi’a fa la badante a tempo pieno…ecchediamine!!
    Oggi son di festa..ho svaporato e apprettato ieri..un c’è rimasto nemmeno le mutande del capitano da stirare…ho fatto fòri tutto! sono una scheggia a vapore io!
    Stanotte ho dormito beata…ma mi son rimasti sullo stomaco i peperoni…allora stamani per mandalli giù ho fritto du ali di pollo e le patate..poi gli ho dato giù di lambrusco…e un caffettino al cognacche! mi son sentita subito bene…c’ho messo accantola sfoglia alla ricotta ma era sciapita e allora un pò di peperoncino grattato l’ha resa una goduria!!
    Per quanto riguarda l’omini…stendo per ora un velo pietoso e anche di più…ma mica son tutti uguali…però si somigliano tanto!!! O come mai??? misteri della genetica un li capirò mai!!! ma del resto si discende tutti dalla stessa scimmia babbuina…nata d’un sette! che vuol quasi dire ..accidenti a lei!

    Per il resto bella gente, mattinata osè…m’ha ribeccato sul pulman quel trespolo d’omo che mi vuole portà a cena…ma io un ci vado…la mi bimba sola un la lascio…bella scusa eh…se la trovate meglio voi…senza offende l’amor proprio di nessuno…scrivetemela…
    ho accompagnato la mia pippolina al lavoro..e me ne son venuta a casa…
    ora esco di nuovo…fate i buoni se potete e se un potete state attenti a non favvi beccà!
    Ciao Mirkino adorato…devi esse di un bellino…coi boccoletti biondi…:-) come un putto!
    Aurelio, a te dico dai sempre un occhio al mi bimbo…ma non te ne fare accorgere..s’offende sai.

    Buondì evviva Zucchero… ( ci sta di lusso!)

    per tutta la ciurma bellina bellina 🙂 ♫

    Mi piace

  234. aurelio

    @ Pat: quelle maiuscole sono le parole che preferisco io!
    È nei ritagli ormai del tempo
    che penso a quando tu eri qui
    era difficile ricordo bene
    ma ERA FANTASTICO provarci insieme.
    Ed ora che non mi consolo
    guardando una fotografia
    mi rendo conto che IL TEMPO vola
    e che LA VITA poi è una sola…
    E mi ricordo chi voleva
    al potere LA FANTASIA…
    erano giorni di grandi sogni……..sai
    erano vere anche le utopie
    Ma non ricordo se chi c’era
    aveva queste queste facce qui
    non mi dire che è proprio così
    non mi dire che son quelli lì!
    E ora che del mio domani
    non ho più la nostalgia
    CI VUOLE SEMPRE qualche cosa da bere
    ci vuole sempre VICINO UN bicchiere!
    Ed ora che oramai non tremo
    nemmeno per AMORE …sì!…
    ci vuole quello che io non ho
    ci vuole “pelo” sullo stomaco!
    Però ricordo chi voleva
    un mondo meglio di così!
    sì proprio tu che ti fai delle storie…(ma dai)…
    cosa vuoi TU più di così
    E cosa conta “chi perdeva”
    le regole sono così
    è LA VITA! ed è ora che cresci!
    DEVI PRENDERLA COSI’……
    SI!!!!
    STUPENDO!
    mi viene il vomito!
    è più forte di me
    non lo so
    se sto qui
    o se ritorno
    se ritorno
    se ritorno tra poco, tra poco….tra poco
    Però ricordo chi voleva
    UN MONDO meglio di COSI’!
    ancora tu che ci fai delle storie…(MA DAI)…
    cosa vuoi tu più di così
    E cosa conta “chi perdeva”
    le regole sono così
    è LA VITA ed è ora che cresci!
    DEVI VIVERLA COSI’ …….

    Mi piace

  235. @ Aurelio
    Ah ecco, a me piacevano altre parole questa mattina quando ho inserito la canzone, o per meglio dire, erano adatte al momento 🙂

    Che tramano?? Che vogliono combinare???

    Mi piace

  236. carla

    BuonaSera a tutte/i 🙂 🙂 🙂

    Antonella cara, visto che non ti puoi collegare di giorno per i motivi ampiamente noti e puoi leggere solo la sera i nostri “fumetti” e considerato che Aurelio afferma che se solo volesse troppi aneddoti ci sarebbero da raccontare … ne racconto uno su di lui, blando e pio. 🙄
    Dicembre 2011: io in quel periodo non stavo molto bene e andavo al lavoro tenendomi alla larga dallo spirito goliardico che regnava nella nostra stanza, osservavo da lontano, diciamo così. 😦
    Aurelio e gli altri cercavano in tutti i modi di coinvolgermi e distogliermi dai miei pensieri e credo sia proprio quello il motivo per il quale nel preparare l’albero e il presepe, Aurelio decise di dare quel tocco in più e cioè “meccanizzare Gesù Bambino”. Indubbiamente Aurelio è un creativo, ha fantasia, è veramente in gamba quella volta però…..
    Aveva costruito con il gesso un pupazzetto con gli arti slegati dal corpo e attraverso un piccolo motorino elettrico gli arti superiori si sarebbero dovuti muovere come se benedicessero e gli arti inferiori sgambettare come fosse un neonato. Avrebbe dovuto essere un Gesù semovente e benedicente, almeno così raccontava lui. Tutte le prove del suo lavoro avvenivano rigorosamente in ufficio per cui tutti seguivano attenti i suoi progressi. 🙂
    Questo Gesù benedicente si sarebbe potuto muovere a due velocità e si poteva scegliere di avere o una benedizione ogni venti secondi oppure ogni minuto.
    Ora vuoi per la fretta di concludere quel lavoro o perché aveva fatto male i suoi calcoli il Bambino Gesù si ritrovò gli arti montati al contrario dando veramente uno spettacolo indecoroso. Era tutta una contorsione di moncherini sbagliati, le gambe al posto delle braccia e le braccia al posto delle gambe. Agitava le sue braccia gambute alla massima velocità con la faccina che sorrideva sempre beata ignorando completamente l’orrore sottostante. Tutti guardavano sconcertati la scena ma nessuno levava la corrente e così Gesù continuava ad emettere un ronzio meccanico agitando le sue orrende articolazioni invertite. Improvvisamente accadde l’irreparabile: come due pugnali gli arti del Bambino volarono per la stanza ed un braccetto venne recuperato dentro un grande portaoggetti sulla scrivania.
    Alla fine il Bambino riebbe i suoi arti avvitati nel giusto modo anche se per la gamba destra si dovette procedere con l’aiuto del bostik cosa che gli rese un po’ difficoltosi gli sgambettamenti durante tutte le successive benedizioni a tempo.
    Ancora adesso Aurelio sostiene di averlo fatto per riportarmi il sorriso, ammetto che ha funzionato! 🙂
    In questa occasione voglio dirgli “grazie Aurelio” 🙂

    Mi piace

  237. ..qiando dico che son teneri questi maschietti!!!….un po’ pasticcioni ma all’occorrenza diventano come Nutella…
    Ciao Carla…una chicca su Mirkino ce l’hai? 🙂
    Io esco ..volo a prendere la mia ciospina…quando torno leggo.
    baci a tuttissimi. ma naturalmente uno speciale va al Putto mio!

    Ma il Capo dove sta? mica si sarà già accorto delle camicie????
    ormai è fatta 😆

    Mi piace

  238. carla

    @ Patrizia
    ciao carissima, sì sì Aurelio è sicuramente un pazzo genialoide e il sorriso alla fine ti torna sempre. Che poi tante cose non ci riesco neppure a raccontarle bene, bisognerebbe viverle. …. 🙂

    Mi piace

  239. @ Ventolino
    Come Nutella??? bleahhhh ma a me non piace la Nutella. Meglio un pochino amarognoli, lasciano più gusto quando si sciolgono 🙂

    Il Capo?? Mah… chissà… che stia già facendo le prove per il costume adamitico??? 😆

    Mi piace

  240. carla

    @ Ventolino
    che bello eri qui… 🙂
    Una chicca su Mirko…. di certo non è un terremoto come il compare ma a fare scherzi ci sta sempre. La prima cosa che mi viene in mente è quando quest’inverno siamo andati tutti insieme un pomeriggio al cinema e usciti di lì al ristorante. Al ristorante avevamo ordinato “tutto alla brace” ed io avevo preso una specie di galletto, poco più di una quaglia (non mi ricordo adesso il nome). E poi c’erano bruschette varie, patate, cipolle, pannocchie, melanzane, tutto rigorosamente alla brace. Non sapevo che Mirko conosceva bene quel locale ed aveva preso precisi accordi, a mio danno, con il cameriere che ci serviva. Lo avrei scoperto successivamente. Infatti quando il cameriere venne per ritirare il mio piatto fece tutta una sceneggiata, strabuzzava gli occhi, guardava me e uno ad uno gli altri commensali e poi quasi balbettando mi chiese: “signora ma dove sono le ossa del volatile?”. Confesso che me l’ero mangiate quasi tutte, tranne quelle delle cosce le più grandi, che ne so scricchiolavano che era un piacere e parlando parlando…. però non sapevo neppure come giustificarmi. Tutti mi guardavano in silenzio, con grande disapprovazione, e piano piano anche dagli altri tavoli venivo osservata in modo strano. Da seppellirsi. Mirko poi si è alzato e a voce alta ha chiesto se in sala fosse presente un medico che potesse valutare la situazione. Io penso di essere sparita dalla sedia e finita sotto il tavolo perchè ho un ricordo molto vago di tutto quello che accadde poi. Ricordo che mi si avvicinò un ragazzo chiedendomi che sintomi accusavo, voleva guardarmi gli occhi e alzarmi la palpebra, io credevo di vivere un incubo…. alla fine, ma dopo buoni quaranta minuti, venne fuori che era tutto uno scherzo architettato alle mie spalle.
    Però Mirko è ancora convinto che il cameriere avesse nascosto le ossa di quella specie di galletto e non ha mai capito che io le avevo davvero mangiate!!!! 🙄

    Mi piace

  241. aurelio

    @ Lady Patrizia
    sulla nutella son d’accordo ma cos’è sto fatto che saremmo amarognoli????? Io sono un pacco di Eridania in zollette e non aggiungo altro.
    E tu … sei dolce o un pò balsamica alla Ponti? 🙂
    n.b. questa è però pubblicità ingannevole! Il Capitano ci bacchetta poi! 😦

    @ Carla
    col montaggio del bambinello ti ho restituito un sorriso spettacolare! Da singhiozzo! 🙂

    Mi piace

  242. @ Aurelio
    Eh no, leggi bene cosa ho scritto, ma soprattutto interpretalo bene
    Io non ho scritto che siete amarognoli. Leggi leggiiiiiiiii

    Io non sono balsamica, sono acida 🙂

    Mi piace

  243. aurelio

    @ Lady Patrizia
    come non hai scritto che siamo amarognoli? Un pochino amarognoli … hai scritto! E poi come sarebbe a dire “lasciano più gusto quando si sciolgono”!
    Oh Signore mio (che poi manco lo posso tanto dire dopo quanto ho combinato al presepe)
    Su una cosa sono d’accordo: su quella punta d’acido, ma appena una punta ho detto…..
    ma le donne perchè sono fatte così????? Perchè????
    Lady ma pago lo scotto dell’altro Aurelio? Tu vuoi sbollire su di me la rabbia irrisolta? Mannaggia la pupazza maremmana!!!!

    Mi piace

  244. Buongiorno… 😆

    Uhmmm… non so come dirvelo ma, indovinate dove sono?

    Evvabè, in effetti mi sento un po’ in colpa pensando a QUEI ragazzi e RAGAZZE che sono in città a lavorare. Hhihihihihiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii…

    Prendo il coraggio con quattro mani e forse anche otto. SONO AL MARE Arrivato da una mezzoretta, posato le valige e, indovinate dove sto andando? 😆 😆 😆

    AL MARE!!!

    Potevo non dirvelo????????? 😆

    Ciao, a dopo, ma molto dopo. 😆

    Ciao, ciao, ciao!!!

    ps: dimenticavo, divertitevi, poi vi leggerò stasera. 🙂

    Mi piace

  245. @ Aurelio
    Ma che devo fare con te???
    Io ho scritto:
    Meglio un pochino amarognoli, lasciano più gusto quando si sciolgono
    Non mi pare di aver detto che siete amarognoliiiiii, ma visto che non mi piace la Nutella ma la cioccolata fondente, ho associato il mio gusto agli uomini. E quell’amarognolo che verrebbe lasciato sciogliendosi, significa che il gusto resta più a lungo. Chiaro ora?? 🙂

    Comunque, quando mi rivolgo a te, sappi che non penso a nessun altro e non è mia intenzione sbollire nessuna rabbia irrisolta visto che non ne provo…

    @ Arthur
    Meglio se a te non rispondo. Dico solo goditi il mare … i conti si faranno quando torni hihihi

    Mi piace

  246. aurelio

    @ Lady Patrizia
    SI’ BADRONA! 🙂
    Piuttosto…. sei la “guardiana” del blogghino in assenza del Capitano Arthur?
    …. e grazie che mi scagioni dall’altrui colpe! Mi piace l’idea che quando pensi a me non pensi a nessun altro….. mi sembra giusto!

    @ Capitano Arthur: spero che ha mollato bene l’ancora! Buon mare fra qualche ora ci saremo anche noi a bagnomaria nelle fresche acque blu.

    Mi piace

  247. @ Aurelio
    Non penso che servano “guardiani”, anche perché io tra un po’ chiudo l’ufficio e me ne vado, nel fine settimana normalmente non c’è nessuno, quindi dovrebbe restare tutto tranquillo 🙂

    Aurelio, il solo nome uguale non implica che io arrivi ad associare due persone completamente diverse e poi ripeto, non ho nessun rancore nei confronti del tuo omonimo e quando parlo con qualcuno non penso mai ad altri, mi piace essere diretta e quindi attenta a quello che dico e che mi viene detto, anche quando si scherza 🙂

    Buon mare anche a voi allora. Ciao a tutti 🙂

    Mi piace

  248. mirko

    @ TUTTI 🙂
    Un’altra settimana è andata, finalmente! Lunedì si riprende, per adesso fuori tutti!
    Buon weekend, riposatevi e state tranquilli.
    Un bacio e un abbraccio 😎

    Mi piace

  249. carla

    Grazie Pat, per il momento usciamo dall’ufficio e quanto andare al mare …. si vedrà, almeno per me. Dovrei sbrigare alcun incombenze nella giornata di sabato che sto rimandando da troppo tempo, d’altro canto il lavoro mi assorbe quasi tutta la giornata quindi non ho molte alternative. Mi riposerò comunque, anche al fresco della mia casa.
    Per il momento ti auguro una felice sera e poi chissà che non ci si incontri sul blog. Il Capitano si è allontanato, mi sembra giusto vivere la nave in qualche modo e a noi non mi sembra manchino le iniziative.
    A dopo, quindi…. e ciao!

    Mi piace

  250. Iiiiihhhiiiiiii…Ho anch’io la mia barchetta nuova piccina picciò !Fatemi gli auguri e datele un nome c’ha le ruote ed è tanto azzurrino maglia dell’Italia,però non è nuova,ha qualche anno ma così, se voglio, raggiungo il Capitano e scopro le magagne..casomai anche quelle senza tasche come dice Ventolina mia!A proposito,tesora,qualche post fa ti ho fatto i complimenti per la tua salute,oggi me ne serviva un supplemento,così me ne son presa un pò in prestito da te,poi te la restituisco,ed ha funzionato.Ma stasera,ti rivelo un segreto,vado in un ristorante qui al centro dove si mangia prevalentemente un piatto,anche se non lo vuoi te lo propinano perchè è standard..’Mpepata di cozze!!Ventuccia mia, quanto staresti bene qui staseraaaa……….!!!!

    Mi piace

  251. carla

    Evviva cara Carlitasss finalmente ti è arrivata! 🙂 Se il varo della nave si festeggia con lo champagne la macchinina si può benissimo festeggiare con una bella ‘mpepata di cozze … basta non centrare il parabrezza! Per il nome cedo il passo a Ventolino perchè la sua fantasia è dippiù!
    Un bacio grande grande e auguri auguri auguri! 🙂

    Mi piace

  252. ….Carlitasss…son sicura che Querida andrebbe bene per la tua azzurrina… che ne dici?
    ..m’immagino le scorribande con la tua “amata”!
    Il Capo è al mare, quella specie di sottobosco con le gambe me lo ha ribadito ben benino che se ne stava spaparanzato beato a rimirare il luccichio del sole dell’acqua..che antipatico!
    Io mi sono alzata presto per godermi un po’ di fresco… io niente mare niente gite…troppocaldo.
    Firenze aspetta…d’estate diventa una fornace. uh!
    Intanto ammiro il solito panorama…mi bevo il mio bicchierone di latte e caffè e la mia cicchina è bell’e pronta per prendere fuoco!
    ma passiamo ad altro…la pizzata con le mie donnine…
    è iniziata tranquilla tranquilla poi è esplosa in un fragore che ha colpito anche Saretta….
    Alla fine è venuta…hihihiihih.ha fatto un po’ la gnorri …la birbona..ma la ho saputo gestire la situazione e ha abdicato.
    Nove persone sotto il gazebo …pizza e cecina…birra , cocacola e vino di monti pisani…
    le signore si son tutte contenute all’inizio..ma siccome tra noi c’era pure Luciano…un omone di 80 anni arzillissimo…la furba Cesira l’ha stuzzicato con la domandina…ma ti vedi sempre con Maria? è scattato ogni’osa!!!
    Da lì un c’è più stato verso di fallo sta zitto….c’ha fatto morì dalle risate…
    Maria ha quasi cent’anni…ma lui dice che sembra una neonata…che è innamorata…ma che lui la vede come fosse la su mamma…pare una cataratta tanto è piatta e liscia..troppo vecchia per fà qualcosa…anche se lei i pensierini ardenti ce l’ha ogni volta che lo vede. Però lui la tiene bona con du bacini in fronte…I figli di Maria lo stimano perché d’estate gli fa da badante e lei sta meglio.La sera l’accompagna in camera e lei gli fa gli spogliarelli…ma lui non cede al desiderio e se va imbestialito. Allora lei gli ha detto di prendere le pasticchine blu…ma Luciano si rifiuta…fosse matto..le vuole bene si ma non sino a quel punto..dice che poi gli viene la tachicardia e il su medico curante un vòle.
    La serata si è svolta tra pizzi e merletti, cremine e profumi di lei…e le fughe di lui.
    Luciano è un signore a modino e tanto allegro…la scorsa estate gli rubarono l’auto mentre era all’hotel in vacanza..era talmente arrabbiato che quando Maria le chiese un bacino e du carezze, lui la mollò sul letto in linerie e se ne tornò a Pisa..andò al concessionario e se la ricomprò bella rossa fiammante…12mila euro pagati sull’unghia…ma del resto un vole dipende dalle su figliole
    e alla su autonomia un ci rinuncia. Bravo Luciano!
    Tutti i dettagli un ve li posso dì ma spero che abbiate capito che aria birbona tirava venerdì.
    Alle 23 eravamo per la via di ‘asa…tanto son pochi passi…ma la zona non è tanto serena. Ho accompagnato Cesira e Rita al portone ..ho aspettato che entrassero e chiudessero la porta …un si sa mai volessero fare le gitane…avevano assaggiato il vino e siccome ridevano come matte….meglio esse sicure!
    Il 15 di luglio partano tutti..anche la Margherita…prima va al mare e poi in montagna..ma ritorna a novembre quella sciagurata…va in Umbria dove c’ha la sua casa…O come faccio senza di lei…??? 😦 Poi io che m’affeziono subito…sentirò la sua mancanza.. Anche Cesira se ne va via…maremma bona…e io con la Rita un mi ce la di’o. l’è troppo seria…ma troppo troppo..un c’ha il senso della battuta..un le capisce…fa un mezzo sorrisino ma dopo un quarto d’ora.
    L’altra sera non ha spiaccicato parola…però ascoltava attenta…uhm…quando fanno così , gatta ci cova… 🙂 indagherò…
    …………………………………………………………………………..the end

    Carissima Carla!!!!
    Orca boia!! Anche te mangi le ossa??? pure io!!!
    ..certo che Mirkino tanto per sottile non c’è andato…però che bellino, t’ha messo a tuo agio veramente!!! Al tuo posto mi sarei avvampata…e dopo in qualche modo mi sarei vendicata…oppure avrei risposto per le rime …dipende dal momento e dall’ispirazione 🙂
    Idem per il dottore… 🙂
    Spettacolare però questa sintonia che vi unisce… e Mirkino poi…♥un amore di Puttino Boccoloso! Ma che son contenta d’avevvi trovato ve l’ho detto? si? no? ..siccome ne di’o tante un vorrei avello dimenti’ato!
    Via…gnamo a fa du passi che c’ho da comprà le ciccchine.
    ..i tanti passi li lascio al Capo…Buona domenica a tutti.
    Baci

    Mi piace

  253. carla

    Carissima Ivana oggi siamo rimaste in due sulla nave a tenerci compagnia e non c’è nessuno a indicarci la rotta, per cui caliamo l’ancora e sostiamo. Il sole è bello alto e non ci manca di certo il buonumore. Se pensano che ramazziamo il ponte o lustriamo gli ottoni si sbagliano di grosso. Primo perchè di domenica anche l’Altissimo si è riposato, secondo perchè meritiamo il giusto e sacrosanto riposo. Per cui stendiamo i teli e al sole. Tu fuma pure la cicchina tranquilla che ti rilassi e stai bene. 🙂
    Originale Querida il nome trovato per la macchinina celestiale di Carlitasss, ci farà sapere cosa ne pensa. 🙂
    E ieri sera te la sei spassata a cena sotto il gazebo, però, scusa anche se Luciano è simpatico di più giovane non circolava nulla? Ormai è andata. Sara è stata brava a seguirti, è una ragazza in gamba, la tua. Diciamo sempre dei giovani ma io sostengo che non sono poi diversi di come noi eravamo allora.
    Mia cara Ventolino leggo che t’immagini l’aspetto di Mirkino simil a quello di un puttino. Magari fosse. 🙂 Del puttino manco l’ombra salvo qualche ricciolo qua e là, sparso. Biondo una volta, adesso bianco. E l’occhio ceruleo mai avuto, quello che resta è un nocciola stanco. Stanco perché a forza di guardare, e spesso non è stato un bel vedere, adesso inforca un paio d’occhialetti che sembra un maestro liceale. E sull’aspetto cos’altro posso dire? Altezza buona, quasi un metro e ottanta, corporatura ben distribuita nel senso che ha mangiato e pure tanto, una vita dignitosa e senza vanto.
    Gli piace il riso, il pesce ed il melone, adora ridere, scherzare e fare burle, cos’altro dirti dopo tutto questo? Che lui è felice dello stare al mondo! 🙂
    E’ capitato anche a te di sgranocchiare qualche ossetto? Bene, mi sento meno sola, però devo precisare che era una specie di pollettino piccolo e cotto alla brace era diventato una roba unica e che volevi togliere, sarebbe come dire “levo i semini al fico d’india mentre lo mangio”, una parola! Poi mettici che si chiacchierava, si scherzava piacevolmente, non so neppure io cosa mi sia preso ma inghiottivo tutto. Sono rimaste solo le ossa delle cosce, mannaggia a lui. Tu scrivi che saresti avvampata, io ero scivolata sotto il tavolo con il viso violaceo, per fortuna che il locale si chiamava “la cuccagna”. Mirko è così, non ti combina nulla per tanto tempo poi all’improvviso gli si accende la fiammella e parte. Comunque fa parte della goliardia del gruppo e tutto sommato guai se non ci fosse perchè si finirebbe a parlare di altre cose che non sollevano il morale.
    Qualche sera fa la mia amica Valeria che doveva venire a cena da me mi aveva chiesto se poteva portare anche i suoi genitori che non potevano restare da soli a casa, nessun problema figurarsi, li conosco benissimo, sarebbe stato anzi un piacere per me. Bene durante la cena sai di cosa abbiamo parlato? di ospedali, tombe e obitori il loro pane quotidiano. Erano anni luce lontani dalla parola felicità o forse era proprio la stessa felicità ad evitarli. Ho cercato di mandare la conversazione su altri lidi ma niente giravano la barchetta e via ora un problema al cuore, poco dopo ai reni. Con Valeria mi scambiavo occhiate solidali ma capivo che anche lei non ne poteva più. Guardandoli mi era venuto un tuffo al cuore, l’idea di diventare così, aiuto!!! Ma mi mangio anche le cosce del polletto basta che ci ridiamo su mi va tutto bene, Il tempo stringe ed è meglio ottimizzarlo. Che tristezza ragazzi.
    E allora … andiamocene al sole, non ci facciamo fregare dalla malinconia.
    Bacioni 😎

    Mi piace

  254. carla

    @ Laura
    ciao 🙂 il jazz difficile che non piaccia. Quando sono in casa c’è sempre musica in sottofondo e spesso proprio musica jazz perchè la trovo molto rilassante. Quel pezzo di Bill Evans piace molto anche a me e di questo artista ascolto volentieri anche “But beautiful”. 🙂
    Stamattina ho ascoltato un cd che ho acquistato ieri suonato con il clarinetto.
    Perchè non resti un pò con noi a prendere il sole? Possiamo ascoltarci anche della buona musica se ne hai voglia. Non senti che pace?
    Fai tu, libera di scegliere e ciao 😎

    Mi piace

  255. …e dove sono quei discolacci??? speriamo per loro che non siano a far danni.E
    domattina fai l’appello!
    Oddio, io adoro le ossicine…Mio padre me ne lasciava sempre…preferivo le ali alla coscia…il petto lo lascio volentieri. 🙂 magari al nostro Mirkino che è una rivelazione continua…Poi sai, e lo sai che in compagnia prese moglie anche un frate..e quindi ci sta anche mangiarsi le ossicine alla brace fuse con la ciccina.
    Mi dici che Mirkino non è un Putto…e che vuoi che sia!!!!??? un fa nulla, a me mi garba lo stesso . anche se c’ha i capelli grigi…poi sai, le sfumature grigie ce l’ho pure io..ma li tingo e camuffo la bella età!!! E’ una noia ogni mese ma meglio la tinta del grigio topo!
    L’è cicciottello? meglioooooooooo!!!!! l’è morbisoso allora…sai che salti sopra la pancina??’ l’è perfetto….meglio di così un si poteva !!!
    L’occhialetti a prof? uhm si va dall’ottica Mori…c’ha quelli belli magari con du strass per dar luce al su visino tondo. No dai, scherzavo…. 🙂 sennò mi diventa la Mirkina e io poi lo guardo in modo diverso…c’ho un debole per le Wande… ma ormai l’è diventato il mi cocchino…dovrei stravolgere ogni’osa!

    Quanto alle pulizie…eheheheh manco penniente!! Oggi ci si sollazza al sole e al vento…musica a gogò e stasera si scende e si fa un bel falò…alla faccia di quel sottobosco con le gambe…
    La domenica si fa bisboccia ..il sabato anche di più.

    Da me a cena ti saresti divertita….ma veramente…saresti stracollata dalle risate…se poi ti piace il toscano…bada bene senza nemmeno una parolaccia avresti apprezzato ancora di più… Si dice che i toscani son sboccati..oh è vero ma c’è modo e modo….e Luciano era un bel modo…
    Margherita poi è una donna forte e anche se ha i suoi malanni…l’è battagliera più di me!!!
    Lo sfogo ci sta sempre…ma poi chiude la porta alla tristezza e sfodera il sorriso!
    ..in più ci sono io..eh!!!
    Ciao Carla…grazie della compagnia….ma te lo devo dì ..oggi pomeriggio m’è capitato un contatto..José…credo sia spagnolo..omamma che emozione!!! hahahahhahah appena c’ho tempo indago! …Querida sembra in suo onore! ..Ma è in onore della mi Carlitasss….e della su azzurrina….sempre se le piace…a volte è talmente esigente quella “farpalona!!!”

    Mi piace

  256. Antonella

    ‘seraaa …..posso unirmi a voi ragazze ? anche se il sole sta per calare….queste sono le ore piu’ belle dell’estate , il sole non picchia forte, ci si prepara per la serata, una bella doccia, un po’ di profumo, rossetto, e si esce per l’aperitivo ! solo aperitivo pero’…..quest’anno la mia prova costume e’ passata solo per un pelo …..maremma zucchina ho magnato troppo !! da domani caro Capitano mi unisco a te per fare i famosi 7.000 passi insieme….devo assolutamente ridurre la circonferenza delle mie cosciotte ….. come state ? passato bene il WE ? io si, sabato al mare ho fatto il primo bagnetto della stagione , oggi invece mi sono rilassata e basta …voglia di fare faccende ce n’e’ poca….bacioni a tutti / e .
    P.S.
    Querida e’ molto molto carino come nome !

    Mi piace

  257. carla

    Ciao cara Antonella la giornata volge al termine e per fortuna fra poco si esce. Aperitivo o gelato? ho trascorso un buon fine settimana in riposo e tranquillità. Domani si riprende ma per fortuna solo quattro giorni di lavoro ci aspettano. Anche tu ti unisci al coro per “Querida”? Bene. 🙂
    Buona serata in allegria e ci sentiamo appena possibile. Bacione anche a te 😎
    Può darsi che il Capitano ci destini un’altra stanza che da qui ci sfratta! Evvabè dobbiamo ubbidire…..

    Mi piace

  258. Antonella

    …..Gelato ? Tentatrice !!! caro capitano nella prossima stanza metti una piccola palestra , please !!! bacioni a tutti, ciao .

    Mi piace

  259. Che bello tornare a casa e vedere tutto questo bel movimento e poi, Carla, grazie per aver tenuto stavolta tu le redini del mio blogghino intrattenendo in quest’angolo gli altri viandanti che, anche solo per un saluto, hanno raccontato qualcosa.

    Sono rientrato ed è stato un bel fine settimana. Vedo comunque che qui siamo arrivati a 410 commenti, 411 con il mio e allora ho preparato l’altra stanza per gli ospiti e guarda caso, potevo non parlare di mare:

    Però, prima scappare (sono stanchissimo…) un saluto a Carlotta, Venticello, Marghian, Laura, Antonella, Patrizia e, non per questo ultima, Carla.
    Ci “vediamo” domani e, mi raccomando, leggete il mio nuovo post che, anche quello parla di mare.

    La nuova stanza: Erzicovina… e il mare

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...