Erzicovina… torna l’autunno.

E già, torna l’autunno ed anche l’inverno e se devo essere sincero, la cosa m’intristisce un po’, visto che amo il sole e il mare, mannaggia.

Lo so, anche d’inverno il mare è stupendo, le spiagge sono deserte senza confusione alcuna, ed è il momento migliore per stare soli con se stessi e, con la natura che ci circonda.

Evvabè, come direbbe l’Arthur, così siamo arrivati alla decima pagina dell’Erzy, una più fitta dell’altra. La foto l’ha scelta Aurelio, tra le tante che, facendo bella mostra di sè, ci accompagnano ogni giorno e l’autore è la nostra Patrizia e chi altri, se non lei, poteva descrivere meglio la natura?

Una foto che secondo me racchiude più di una metafora della vita; lascio ad ognuno di voi, il piacere di scoprirla.

Evvai!!!

Annunci

443 pensieri su “Erzicovina… torna l’autunno.

  1. Ops… così mi metti in imbarazzo 😳
    Aurelio però ha fatto proprio una bella scelta, su questo non c’è dubbio, e non perché la foto è la mia, ma perché la natura è proprio stupenda

    Mi piace

  2. @ Patrizia: non imbarazzarti, non è il caso, la foto è molto bella e qui ci sta divinamente, ma non è bella solo perché o è la natura, ma perché tu l’hai resa tale.

    ‘nnagg…!!! 😉

    Mi piace

  3. ciao
    molto bella la foto complimenti Pat
    io amo l’autunno ci sono colori bellissimi e poi si possono indossare i maglioni
    preferisco quelli in cotone, colore preferito blu…..
    saluti
    Duil

    Mi piace

  4. Bellissima…io ci vedo…ci vedo….
    ci vedo moltissimo….
    C’è lei Patrizia….bellissima e legata ad
    uno sguardo che va davvero oltre gli
    sguardi, trapassa i muri e apre le porte ad un immensità di emozioni.
    Quel salice che si allunga verso la terra abbraccia i nostri passi.
    Sempre.
    Un abbraccio immenso
    e a presto.
    vento

    Mi piace

  5. carla

    Che bella pagina! Magica Patrizia, è uno splendore questa fotografia ed è incastonata perfettamente in questo post. Mi piace l’introduzione data da Arthur, sempre sottile e delicata ma pregna di emozioni e stavolta ho anche un plauso per Aurelio che ha scelto bene grazie però al nutrito vivaio di foto di Pat una più bella dell’altra.
    Amo l’estate svisceratamente ma, come Duilio, trovo anch’io che l’autunno sia una stagione con una particolare intimità per i colori, i profumi, i nuovi regali della natura.
    Vi lascio un abbraccio autunnale, pieno di tepore 🙂

    Mi piace

  6. Grazie Duil, Ivana e Carla… ma il merito di questa foto che risalta così tanto è delle belle parole che l’accompagnano e che ha scritto Arthur, grande Capitano di questo Blog e di questa ciurma tutta matta 😆

    Io ora me ne vado a letto, oggi ho raggiunto il culmine di negatività come giornata… meno male che domani è venerdì, speriamo che non succeda nulla almeno da finire in bellezza questa settimana lavorativa veramente folle….
    Buona notte !!!

    Mi piace

  7. Ciaooooooooooooooooooo 😀 sono di premura perché Morfeo è già sotto casa da 10 minuti e continua a suonare il clacson.. dice che sono sempre la solita ritardataria!! giusto di ritardi… ho ancora un sacco di mail da guardare ma lo farò domani… come senz’altro domani sarò qui a scrivere qualcosa di più profondo… però una cosa lasciatemela dire…
    Volevo fare i miei complimenti a Pat per la foto e a Arthur per ciò che ha scritto!!
    Un complimento anche ad Aurelio che ha saputo scegliere tra i tanti capolavori della Pat (io non sarei mai stata in grado perché ho avuto modo di sbirciare la sua galleria Nikon e sono rimasta a bocca aperta!!)
    e poi volevo abbracciare tutti quanti e auguravi una buona notte!! nel caso buona giornata!! 😀
    non so in quanti fanno le ore piccole come me 😛

    A domani!!
    Lely

    Mi piace

  8. @ Patrizia: e già la nostra Lelyna è un po’ biricchina e fa anche rima ( 🙂 ), sta in piedi fino a notte fondina, più o meno come te d’altronde, gira nei meandri della rete lasciando perline in ogni dove (come sono forbito stamane… notare, ho detto STAMANE. 🙂 )

    Oggi mi sa che Erzy resterà tutta sola soletta, Ventolino è partita per l’Isola, non dopo averle fatto un pochetto di raccomandazioni ovviamente, Carlotta è ancora senza telefono, a quanto pare il suo vecchio fornitore non passa le carte al nuovo fornitore, mannaggia, viva la libera concorrenza, Antonella, leggermente in letargo per di un autunno ahimè ormai inoltrato, ha a che fare con i suoi talebani che le impediscono di collegarsi in questo meraviglioso posticino che è, inutile dirlo, il mio mondo, la ciurma, a quanto pare, oggi è impegnata altrove, quel dispettoso di Aurelio che ieri non è voluto venire nella nuova pagina di Erzy, è sotto tutela di Carla, Duilio starà mettendo ordine alle migliaia di foto che scatta giornalmente e in effetti lui e Ventolino è quasi un lavoro stargli dietro, Lely, sempre che si sia già alzata, starà pensando a nuove perline da proporci per le vacanze natalizie, Solindue avrà inforcato la sua fidata bici e sarà in giro per le vie meravigliose della sua amata Firenze, Ermanno, dopo l’attenzione dei giorni scorsi di Laura e Mariagrazia, si sarà semz’altro intimidito e mi sa che un po’ di giorni non lo vedremo da queste parti e, chi manca? A già l’Arthur come al solito visto che oggi è venerdì, sarà lacerato dalla voglia di chiudere baracca e burattini e andarsene anche lui al mare, ma mi sa che desisterà, mi sa. Mi sono dimenticato di qualcuno? A già, il nemico è sempre dietro l’angolo, con le orecchie a pinnuluni per cogliere il ben che minimo movimento, ma lo lasciamo volentieri lì, ci sta bene ed è in buona compagnia. 🙂

    Bene, lascio e chiudo. Buona giornata Patrizia e buona giornata a tutti.
    A dopo, a presto, insomma, Ciao! 🙂

    Mi piace

  9. Buongiornoooooooooooooooooo 😀
    tranquillizzo subito tutti… non mi sono alzata ora.. stamattina alle 7 ero già in piedi.. oddio il corpo era in posizione verticale il cervello era ancora sul cuscino -__-”
    poi per fortuna non dovevo uscire e ho ronfato un’altra oretta 😀

    Ho letto l’intro, con più attenzione di quella di ieri notte, della nuova stanza di Erzy.. cavoli ma qui stasera bisogna stappare lo champagne.. anzi corro al supermercato a comprare quei due ingredienti che mi mancano e poi mi metto subito a fare una torta.. insomma se non si era capito dobbiamo festeggiare la 10ma pagina di Erzy!!! *_______*

    Alt! fermi tutti… ricapitolando.. mancate in tanti.. poi la Vento è nella meravigliosa isola.. ok, la festa la si rimanda quando ci saremo tutti.. Arthur, vero che festeggiamo?!?!!? eddaiiiiiiiiii accontenta una perlina biricchina.. sono sicura che se lo chiedi a tutti nessuno si tirerebbe indietro… 😀 primo fra tutti Aurelio seguito da Mirko…. 🙂

    visto che hai citato il mare d’inverno… l’assonanza di queste due parole mi porta a una sola canzone..

    A presto!!

    Lely

    Mi piace

  10. Pat carissima, sono appena tornata dal cinema..
    stasera mi hanno sequestrato il pigiamone mi hanno messo il cappotto e mi hanno portato al cinema… gli amici.. quelli che io da ora in poi chiamerò i magnifici 7 😀
    Sono arrivata e era tutto già pronto biglietti prenotati da internet (addirittura!!) film in 3D, mi è stato detto… e quando ho avuto il biglietto tra le mani curiosa come pochi ho visto che si trattava di hotel transylvania…
    Oh bella… un cartone!! hahahaha però la motivazione è stata… nel tuo stato qualsiasi film ti avrebbe sicuramento lasciato il segno… ergo il cartone era il più adatto 😀
    e poi se vogliamo dirla tutta.. per il 165° anno della nascita di bram stoker ci stava tutto 😀 (anche se era ieri -__-“) hahahah
    ti dirò dai tanti hahaha che noti il film ha sortito un po’ l’effetto che ci si aspettava… ovvero mi è tornato un po’ il sorriso.. i pensieri ci sono sempre, però ecco ora sono chiusi momentaneamente nello sgabuzzino e… sinceramente adesso li lascio li.. casomai domani mattina posso anche aprirgli la porta.. ora proprio no!
    com’era il film?? ah guarda c’erano bambini delle elementari ma anche tantissimi giovani e… chi rideva di più eravamo proprio noi grandi 😀 la storia è la classica un po’ adolescenziale… ma la risata te l’assicuro!! 😀 e spesso ridere è già una buona medicina 😀 😀
    La tematica di fondo non è tanto la paura del diverso quanto la transizione dall’età adolescenziale a quella adulta… analizzata dal punto di vista di un genitore che ahimé spesso ne fa le spese perché si sa per loro è difficile vedere il proprio “piccolo” abbandonare il “nido”…
    Mmm sai cosa, a me il finale è sembrato un po’ troppo affrettato .. magari mi sono sbagliata e mi è sembrato affrettato perché mi stavo divertendo e non volevo più che finisse 😀 hahahah

    Senti ma dici che siamo rimaste solo noi due a Erzy?? non sarà che il Capitano è andato al mare?!?! 😀 😀

    Buona notte Pat…. e buona notte a tutti gli altri 😀

    Lely

    Mi piace

  11. Wow, Lelyna, un film in 3D? Bello, io per il momento in 3D ho solo visto Avatar ed era bellissimo e coinvolgente. Io invece stasera sono stato in una Milonga, cioè un locale dove si balla solo Tango Argentino. Mannaggia, c’erano delle persone bravissime e certe signore, ma anche giovanissime, che facevano con le gambe dei volteggi stupendi. Beh, essendo ancora alle prime armi, mi sentivo un po’ a disagio, ma ci ha pensato la mia maestra di tango a svezzarmi, mannaggia, che figure!!! 🙂

    Vado a nanna pure io.

    Ciao Lely, ciao Patrizia, ‘notte, ‘notte, ‘notte. 🙂

    Mi piace

  12. @ Lely: dimenticavo il tuo commento che avevi fatto nell’altra stanza di Erzicovina. Con quella mia alunna avevo un rapporto un po’ più privilegiato, conoscevo il marito che fa il geometra e poi lei era veramente brava, molto creativa, ci siamo frequentati dopo scuola perché eravamo diventati amici, poi tra una cosa e l’altra, per vari motivi, abbiamo rallentato gli incontri, ma ci siamo mantenuti sempre in contatto. Ma anche con gli altri miei alunni ho avuto sempre un buon rapporto, forse perché erano ragazzi grandi, anche con qualche contestazione e ci stava pure quella, alcuni lavoravano già e per loro l’apprendimento era importante, perché volevano dare una svolta al loro lavoro con una specializzazione che li rendesse più competitivi, il famoso “valore aggiunto” 🙂

    Quindi, niente di strano in questo. Per me l’insegnamento è stato l’occasione per verificare con me stesso cosa ero in grado di trasmettere agli altri, che non fossero per necessità di cose i miei clienti. E’ stata una bella esperienza e sono contento di averla fatta. Ogni tanto incontro qualcuno, una ragazza in particolare, anche lei molto brava, faceva dei progetti che erano una meraviglia, quando mi vede mi apostrofa ancora con quel “prof”che essendo passato qualche annetto, mi sembra persino strano, ma è simpaticissima, quando va via, mi stampa sempre sulla guancia due bacioni e la cosa mi diverte tanto ed essendo una bella ragazza, direi piacevolmente. 🙂

    ari_’notte!

    Mi piace

  13. Tutti tranquilli a quel che vedo.

    E per augurarvi una buona serata, vi lascio una musica bellissima, una Milonga Triste che, secondo me non è triste per niente se la si balla o la si ascolti, facendo si che la musica entri dentro le vene.

    E allora, ascoltiamola…

    Buona serata! 😉

    Mi piace

  14. Arthur, sei tu il ballerino??? Gulppp!!!

    Oggi sono stata a Ravenna a farmi un giretto, c’era la quinta edizione di “ART & CIOCC. Il tour dei Cioccolatieri”…. miii non sapevo più dove guardare e che profuminiiiiii
    Alla fine sono tornata a casa con cioccolata al peperoncino, al cognac e fondente pura, cioè massa di cacao senza zuccheri. Talmente fondente che ne basta un pezzettino picccccoooollooooo, di più impossibile mangiarne.. Ho preso tavolette piccole, ma se avessi dovuto dar retta alle tentazioni, mi sarei portata a casa di tutto e di più ahahahah

    Serena notte e buona domenica…
    Pat

    Mi piace

  15. Fuori dalla finestra non c’è un diluvio.. dippiùùùùùùùùùù dippppppiuuuuuuù!!! ‘nnaggia -__-”

    @Pat: sai già che quella al cognac non la vedrai neache perché me la pappo tutta io stanotte!!?!? 😀 😀 😀 a parte gli scherzi wowwwwwww e non lo dico perché ho la bavetta alla bocca… 😀

    @Arthur: sei stato in una Milonga!! altro che il mio film in 3D! 😆
    sono contenta di apprendere che anche per te la serata è stata super!!! ma ho letto che eri con la tua maestra di tango.. mmm è stata un specie di “gita scolastica”?? 😀 😀 a parte gli scherzi, sono contenta che c’era la tua maestra che ti ha svezzato.. secondo me ti ha dato la sicurezza, che in quei primi attimi in cui ti sei visto sotto il naso quei volteggi, ti sei perso… hai detto che hai fatto delle figure… io spero che tu ti riferissi a figure di danza 😀 se poi era quell’altro tipo di figure.. poco importa.. secondo me, anche se non ti ho visto, eri bravissimo… e ora… dimmi… non ti ha detto la stessa cosa la tua insegnate?? 😀
    Grazie per avermi risposto al commento dell’altra stanza di Erzy, vedi io un prof che mi trasmettesse quel “valore aggiunto” non l’ho mai incontrato.. fare l’insegnante non è per niente semplice.. avere a che fare con i ragazzi a volte è molto più complesso di quanto si immagini.. l’insegnate non è solo quella figura che ti insegna le cose scritte su un libro ma molto spesso cerca anche lui di darti un’educazione e di farti trovare la tua strada nella vita… perciò io ti faccio i miei complimenti più sinceri perché anche se i tuoi alunni erano più grandicelli, questo non giustificava il fatto che instaurare un rapporto con loro fosse più semplice e anche se l’educazione ormai a una certa età è già bella che formata hai saputo comunque lasciare la tua impronta in modo positivo.. e l’affetto che a distanza di anni i tuoi ex alluni ti dimostrano ne è la prova. Spero di incontrare anch’io, nella mia vita da studentessa, un prof che sia al tuo pari.

    Già oggi Erzy è stata in vancanza 😀 Ora ascolto la Milonga che hai postato e poi scappo a nanna…

    Buona notte Arthur, Buona notte Pat e buona notte a tutti!!
    un abbraccio

    Lely

    Mi piace

  16. @ Patrizia: no, non sono io il ballerino, magari lo fossi. 🙂

    Sai che io adoro in cioccolato fondente? Lo mangio ogni tanto, ma alle volte mi viene in mente una scena che non ricordo dove l’ho vista, dei tipi che lo mangiavano e ridevano a crepa pelle con la faccia e le mani sporche di cioccolato. Bellissimo. Facevi così anche tu stasera? 🙂

    ‘notte e domani, visto che piove, una domenica all’insegna del dolce dormire, a chi riesce.

    Mi piace

  17. @ Lely: a quanto pare siamo in contemporanea. Sulla storia del prof c’è un piccolo segreto che non ti ho rivelato, io amo ciò che faccio per cui, mi diventa più facile farlo. Comunque, non credere, c’erano anche i problemi, ma l’importante è risolverli.

    Anche qui diluvia. Oh mannaggia, magari scopro che abiti a due isolati da casa mia. 🙂

    ‘notte Lelyna, a nanna che è tardi.

    ps: la figura era proprio una figuraccia, d’altra parte sto imparando quindi, ci sta. 🙂

    Mi piace

  18. @Arthur: hahahah ti immagini!! magari sei il mio vicino di casa… 😆

    si Arthur, vado subito sotto il piumone anche perché fa freddino e la voglia di rimanere al pc mi sta abbandonando 😛

    Ho sentito la Milonga triste e l’ho apprezzata.. diciamo che gli ho dedicato 3 ascolti: il primo per fare il così detto “battesimo”, il secondo nel quale ho visto le immagini a corredo della musica e il terzo… ad occhi chiusi per far si che mi entrasse nelle vene…

    PS: Ah beh come dici tu, la figuraccia ci stava tutta perché stai imaprando.. secondo me ancora qualche lezione e iniziarai a far fare dei volteggi perfetti anche alla tua partener.. tra l’altro ti sei scelto proprio un ballo mica da ridere … non che gli altri siano semplici ma il tango secondo me lo è dippiù!! ‘nnaggia!! 😀

    Mi piace

  19. Bella domanda Carla, sono contento che tu l’abbia messa in quest’angolo, magari è l’occasione per farci entrare qualcun altro. Io non ti rispondo subito, ci penso, ma la verità e che sto preparando la copertina del nuovo Magazine di Scriveregiocando e così questa mattina sono impegnatissimo ma, stanne pur certa, torno senz’altro. Potremmo farci un post, che dici? 🙂

    Mi piace

  20. Voglio ricordarvi che tra poco scade il termine (diciamo il 15 novembre, ma nel caso possiamo parlarne… 🙂 ) per consegnare i testi per partecipare a quella bella iniziativa che Morena Fanti porta avanti tutti gli anni per Natale, Scriveregiocando. Sarei felice se partecipaste. Come tutti gli anni, Morena si occuperà della raccolta dei testi per poi pubblicarli sul sito di Scriveregiocando, mentre invece io, oltre al logo che avevo disegnato già l’anno scorso, e che quest’anno resterà invariato, mi occuperò del Magazine su Issuu.

    L’appello lo lancio a tutti quelli che mi leggono e in modo particolare agli amici che frequentano questo blog, Patrizia, Ventolino, Carlotta, Lely, Alan, Antonella, Sys, Carla, Aurelio, Mirko, Daniela, Laura, Mariagrazia, Marcello, Duilio e Margian se avesse modo di leggermi, tra l’altro sto preparando una copertina stratosferica, volete perdere questa occasione? 🙂

    Maddai!!!

    Quindi, poche scuse, siete tutti bravi a scrivere e poi, quale occasione migliore per stare tutti insieme nello stesso Magazine? Quest’anno sarà veramente bello!

    Questi sono i riferimenti per mandare i testi e per conoscere Scriveregiocando:

    Morena Fanti e il suo blog

    Morena Fanti, per contattarla e spedire i testi: http://morenafanti.wordpress.com/contatti/

    Potete mandarli anche a me, che poi provvederò a mandarli a Morena.

    Il sito di Scriveregiocando curato da Morena Fanti: http://www.scriveregiocando.it/

    Scriveregiocando dell’anno scorso, sempre sul sito: http://www.scriveregiocando.it/natale11.html

    Scriveregiocando Magazine su Issuu: http://issuu.com/scriveregiocando/docs/scriveregiocando2011

    Vi aspetto. Buona domenica.

    Mi piace

  21. Buongiorno Arthur, buongiorno a tutti.

    Sono ancora alquanto rintronata dopo un fine settimana per così dire “del cavolo”… ma se ho letto bene la nostra cara Carla ha compiuto gli anni…. TANTISSIMI AUGURI CARLA, perdona se arrivo un po’ in ritardo… avrai trascorso sicuramente giornate bellissime con i tuoi amici e questo non può che far piacere. Quando si hanno accanto le persone care tutto è ancora più bello….
    Ciao ciao, Pat

    Mi piace

  22. carla

    @ Patrizia: ti ringrazio davvero 😆 Ho avuto una festa a sorpresa, complice Aurelio & C. che hanno organizzato tutto senza far trapelare nulla. Giorni splendidi. 🙂
    Grazie Patrizia.

    Mi piace

  23. Oh mannaggia Carla, perché non l’hai detto che organizzavo una mega festa qui nel mio blogghino?

    Mannaggia Aurelio, perché non me lo hai detto?

    Auguri, anche se in ritardo.
    ‘nnagg…!!! 🙂

    Mi piace

  24. carla

    @ Duilio
    Sai … difficilmente alzo la coda e sempre dopo un’attenta riflessione. Sono molte più le volte che la coda mi è stata amputata poi, come le lucertole, è ricresciuta. Mi resta l’amarezza quella sì, mai il rancore.
    Grazie degli auguri e auguri anche ad Elsa 🙂

    Aurelio & C. sono ormai anelli di una catena, ci vogliamo molto bene 🙂 e pensare che il primo giorno che ho conosciuto Aury credevo fosse proprio sciroccato e pure di brutto 😦
    Ora ti racconto 🙂
    “Era un giorno d’estate, un venerdì e l’indomani sabato lui voleva andare al mare. In mattinata ci avevano presentati dicendoci “lavorerete fianco a fianco”. L’avevamo presa bene tutti e due, ci sembravamo simpatici a vicenda. 🙂
    All’ora di pranzo lui si assenta e ritorna con una maschera subacquea di silicone completa di tubo. Mi chiede se per caso c’è un contenitore per “provarla” in acqua così se non va bene la cambia al volo.
    Debbo dire che un primo cedimento sulla sua intelligenza lì lo ebbi ma, prudentemente, tacqui 😳
    Avevamo, a quei tempi, un grande lavandino a piano terra, un pò nascosto. Glielo ricordo e lui mi chiede se lo posso accompagnare per tenergli la testa dentro l’acqua fredda. Per la seconda volta in pochi minuti dubitai di lui, della sua integrità mentale … ma andai. Messo il tappo, fatta scorrere l’acqua, lui indossa la maschera, mette bene il tubo ed io tengo la testa pronta al battesimo.
    Al momento dell’immersione però si sbraccia che …. aveva dimenticato una cosa 🙂
    Torna nel nostro ufficio, togliendosi la maschera e lasciandomela in custodia, e ritorna con un chilogrammo di sale fino.
    Per mimetizzare meglio il mare…. mi dice 😆
    Lì ebbi l’assoluta certezza che la mia vita non sarebbe più stata la stessa. “twisted”
    E non mi sbagliavo affatto” 😦

    Mi piace

  25. Manco un giorno da Erzy e mi perdo un evento importantissimo!! il compleanno di Carla!!!
    scusami se ti arrivano i miei auguri in ritardissimo….

    ◊»▬«•●•»▬▬«•●•»▬▬«•●•»▬▬«•●•»▬▬«•●•»▬«◊
    _./’._▫ -:¦:- • • █─█ █▀█ █▀█ █▀█ █─█ • • -:¦:-_./’._
    *•. .•* -:¦:- • • █▀█ █▀█ █▀▀ █▀▀ ▀█▀ • • -:¦:-*•. .•*
    /.•*•.”-:¦:- • • ▀─▀ ▀─▀ ▀── ▀── ─▀─ • • -:¦:-/.•*•.
    -:¦:–:¦:- █▀▄ █ █▀█ ▀█▀ █─█ █▀▄ █▀█ █─█ -:¦:–:¦:-
    -:¦:–:¦:- █▀█ █ █▀▄ ─█─ █▀█ █─█ █▀█ ▀█▀ -:¦:–:¦:-
    -:¦:–:¦:- ▀▀─ ▀ ▀─▀ ─▀─ ▀─▀ ▀▀─ ▀─▀ ─▀─ -:¦:–:¦:-
    ♥♫♥♪♥♫♥♪♥♫♥♪♥♫ (_CARLA_) ♫♥♪♥♫♥♪♥♫♥♪♥♫♥♫♥♫
    ◊»▬«•●•»▬▬«•●•»▬▬«•●•»▬▬«•●•»▬▬«•●•»▬«◊

    😎
    Ma pensa che ieri mi sono anche messa a fare una torta.. dici che il mio inconscio sapeva del tuo compleanno?? mah!

    Ci vediamo più tardi ora scappo a cibarmi… anzi, buon appetito a tutti!!!

    Mi piace

  26. @ Carla: bellissimo, ma siamo sicuri che non c’è un po’ di fantasia nella storia che hai raccontato? E comunque Aurelio è un uomo che vuole rendersi conto delle cose, mannaggia. 🙂

    Mi piace

  27. Wow, che bel bigliettino di auguri che hai fatto Lely, bello, bello davvero, Carla ne sarà felicissima. E per quanto riguarda la torta di ieri, ‘nnagg…!!! 🙂

    ‘pranzo!

    Mi piace

  28. carla

    @ Arthur
    Conoscere Aurelio vuol dire conoscere un mondo a sè. E’ un tipo stravagante e quello che mi piace di lui 😳 (mi strozzerà quando leggerà) è che se deve fare una cosa …. la fa! 🙂
    E non vi ho raccontato come è andata a finire per ritornare al piano, nella nostra stanza, con i capelli bagnati…. meglio non dire! Ma era estate, per fortuna! Ricordi andati…. 🙂
    ed ora….. caffèèèèèèèèè! 🙂

    Mi piace

  29. aurelio

    Stop…. che qui a mie spese esce un papello 😦
    Vedete…. l’importante è raggiungere il fine con ogni mezzo. La maschera ho constatato che aderiva perfettamente al viso, il modello era giustissimo. Io ho sperimentato anche il livello di galleggiamento col sale. Sale marino s’intende! 🙂
    E i capelli bagnati? Ma eravamo giovani mica “COME ADESSO con un anno fresco in più(ihihihihihih, disgraziato vero sugnu) ♪ ♫
    Ve lo dico io come è andata a finire. Non avevo phono, asciugamano, voi che avreste fatto? Io ho preso la carta igienica e gira gira ho fatto un turbante.
    Carla si rotolava dalle risate. Ammazza che conoscenza sul campo che abbiamo fatto.
    A proposito: vi avevo salutati? Noooooo? Ciaoooooooooooo!!!!!!! 😆
    n.b. c’è pure l’aneddoto del costume… finite di ridere con calma però! 🙂

    Mi piace

  30. carla

    Tranquillo Aury, non è colpa tua, Darwin è passato troppo velocemente su di te e comunque…. eravamo giovani! 😦
    E poi, scusa, prova a metterti nei panni, io ero quella “al di là” cosa dovrei dire? 😆
    Che belvedere c’era! (ahahahahahah)

    Mi piace

  31. aurelio

    Avanti allora. 🙂 Però… fuori i bambini.
    Attenzione non c’è nulla di osceno ma non vorrei che i bambini imitassero le mie gesta. 😦
    Dopo la maschera subacquea è stata la volta dell’acquisto del costume da bagno. 🙂
    Occorreva comprare un costume nuovo. Mi reco quindi in un negozio del centro specializzato in articoli sportivi. La scelta ricade su un pantaloncino di quelli corti con la gamba svasata, non aderente, di una fantasia particolare, comunque bello. Me lo provo nel camerino, un figurone. 🙂
    Torno in ufficio col mio bel pacchetto in mano e mi riprende voglia di misurare di nuovo il mio acquisto. Vado al bagno dell’ufficio e l’indosso. Troppo bello. Quanto mi piaceva però…. lo sentivo un po’ stringere. Non so bene ma mi dava fastidio. 😦
    Sono una persona brillante e Carla lo dice sempre. 🙂 Quella volta lì ci conoscevamo da troppo poco per svelarle certi reconditi pensieri e poi dovevamo andare al mare insieme, ci tenevo a fare bella figura con la mia collega. 🙂
    Mi tolgo il costume e lo guardo bene. Io quel fastidio non lo volevo, occorreva provvedere in qualche modo. Mi rivesto, lascio il costume al bagno e mi dirigo nella mia scrivania. Dal cassetto prendo le forbici e me le metto in tasca. Torno in bagno. E lì si compie l’abominevole misfatto.
    Prendo il costume e taglio quella cavolo di mutandina interna bianca, tipo retina, che stringeva troppo, quasi fosse una taglia più piccola dello stesso costume. La butto nel secchio tanto che me ne facevo più, ripiego il costume e ritorno alla mia scrivania. Soddisfatto.
    Il giorno dopo….. mare. Costume nuovo, maschera nuova e tanta gioventù.
    Eravamo un gruppetto, Carla capitava dritta per dritta seduta davanti a me che stavo bello tranquillo spaparanzato e comodo molto comodo, c’era un sole caldo e Carla che all’improvviso rideva, rideva, rideva, rideva, rideva, rideva. E io che credevo ridesse per le mie parole, per quello che raccontavo….
    Praticamente era successo che 😳 ……….. scusate mi viene troppo da ridere……non ce la faccio proprio. Tanto avete capito lo spettacolo che ho offerto! 😳
    Ecco, adesso vi voglio dire, “non tagliate mai quella mutandina all’interno del costume perchè “serve a qualcosa”, è contenitiva, mica l’hanno messa lì per niente”.
    Carla…. ma la dovevamo proprio raccontare questa? 😳

    Mi piace

  32. ragazzi scusatemi se non vi rispondo ma sono totalmente nei casini con il lavoro, ma vi seguo ugualmente e me la sto ridendo alla grande…
    Aureliooooooooooooo hihihi, che spettacolino che hai dato però 😆

    Mi piace

  33. carla

    @ Aury
    Scusa se mi vedi ridere, non riesco proprio a trattenermi 😳
    anche perchè dopo tanti errori non è che sei diventato una “volpe”, che hai fatto ammenda, macchè ….. perseveri convinto delle tue giuste azioni. Poveri noi 😆

    Mi piace

  34. mirko

    @ Compare Aurelio
    come fai a vergognarti…. sempre dopo?
    Sei il solito ritardatario 🙂
    passo di qua a leggere e vedo questo spettacolo… ma proprio a zampa d’elefante dovevi prendere il costume? 😦

    Mi piace

  35. aurelio

    @ Mirko: Taci… brutta bertuccia che non sei da meno 🙂
    La differenza fra te e me è che io ho coraggio a raccontarmi …. beh insomma!
    Modo di dire! 😦

    Mi piace

  36. aurelio

    Dopo queste dissertazioni marine (in fondo è estate di San Martino ancora!) ce ne andiamo a casa, tomo tomo cacchio cacchio? 🙂
    E prima di andarcene a casa un aperitivo come lo vedete? 🙂
    E mentre brindiamo alla nostra e perchè no anche alla vostra, due chiacchiere prima del distacco non stanno forse bene? 🙂
    Un bacio a chi è passato e a chi nottetempo passerà.
    Noi c’eravamo! 🙂

    Mi piace

  37. Io arrivo solo ora, scusate ragazzi, ma come avevo scritto mentre raccontavate di voi, purtroppo questo periodo è per me alquanto caotico e non mi riesce di seguire come vorrei…
    Brindo a voi ora, cin cin…
    kIssss

    Buona notte !!!

    Mi piace

  38. Hahahahahah hahahahahah si può che mentre scrivo questo commento rido come una matta e tra un po’ mi manca anche il respiro… 😯
    Però adesso mi sono chiare due cose… perché ogni volta che vado in un bagno manca sempre la carta igenica (per forza si vede che passa prima Aurelio che deve porre rimedio a qualche danno) e l’utilità della retina bianca (hahahah 😳 )

    Ora però il pensiero va alla moglie e ai figli di Aurelio… hahahah hahahaha di certo non passano giornate piatte!!! 🙂

    Ricambio il bacio di Aurelio e ne lancio uno a tutti gli altri 😀
    Notte
    Lely

    PS: Tra l’altro stasera lo spritz me lo sono concessa.. non sapevo dell’invito di Aurelio… diciamo che è stato un aperitivo a distanza?!?!? 😀 ora però inizio a preoccuparmi.. ieri ho fatto una torta ed era il compleanno di Carla… oggi ho fatto l’aperitivo (di lunedì poi?!?!) e Aurelio invitava a festeggiare 😀 avrò mica qualche dote paranormale?!?! hahahahaha ok, una di sicuro ce l’ho.. sparare cavolate 😀

    Mi piace

  39. carla

    @ Lely
    ‘notte. A quest’ora sono in compagnia delle pecorelle ma alla notizia di Aury con moglie e prole ho sussultato. 😦
    Lelyna cara sei davvero veggente ad avanzare questa ipotesi ma sicura che la palla di vetro sia valido strumento? Giornate piatte non se ne passano in tutti i sensi con il giovane ed io auguro a lui un futuro scintillante ma ne avremmo di cose da raccontare alla futura moglie…. sicura che ce la farà a tenere botta? 😆
    Raduno le pecorelle e ridendo al sol pensiero vò a sdraiarmi sul divano. Pure di notte Aurelio riesce a farmi ridere, chissà perchè…. 🙂

    Mi piace

  40. Buon Giorno a tutta la ciurma, dalle mie parti splende il sole, la nostra Ventolino è finalmente tornata, piede lungo che non è altro ed io vi auguro una buona giornata con un sorriso e sempre con gioia.

    A dopo! 🙂

    ps: ieri sera mi sono riletto le avventure di Aurelio, mannaggia che matto che sei caro socio e che matti che sono quelli che ti stanno vicino, come dire, quando avete fatto il colloquio nelle caratteristiche richieste c’era, oltre all’altezza, anche un po’ mattitudine? 😆

    Mi piace

  41. aurelio

    Buongiorno regalato uno al dritto e uno al rovescio, così perchè mi garba. 🙂

    Veniamo al dunque:
    La Lelyna non si tocca, lei ha capito perfettamente che dentro la mia noce di cocco c’è qualcosa di buono oltre il latte, ridi di gusto eh Lelyna per le mie babbiate? …. e non finisce qui. 🙂

    La Pat è presa dal caos che sul lavoro sempre impera, ogni tanto allunga l’occhio, ci osserva e spero gradisca le mie baggian…. .paziente che sei! 🙂

    Arthur sono un uomo che spesso cade e quando succede dispensa tutti dalle visite. Tutti tutti proprio no dai, diciamo che tre persone al mio capezzale le ho fatte sempre entrare….coraggio amico mio, non disperarti che ogni tanto mi passa e torno in piedi, sempre per quel nostro giorno in più, per quel nostro giorno in meno 🙂
    Per quanto riguarda il lavoro, la mattitudine cosa dire?
    Sono loro che ci hanno voluto, cercati…. noi mica gli eravamo dovuti, eravamo proprio “altrove” 😳

    Un sorriso grande 😆

    Mi piace

  42. Eh si Aurelio, questo periodo è un caos totale, pare che siano tutti impazziti ma con le difficoltà che si stanno vivendo sono anche da capire, un po’ meno quelli che però sbraitano e pretendono quando invece dovrebbero starsene solo zitti e allora mi girano storte e sbrocco di brutto….
    Quindi purtroppo posso solo allungare l’occhio e farmi qualche risata con quello che scrivete oppure leggermi tutte le cose carine che ci raccontate e non sono poche perché tra di voi c’è un rapporto veramente molto molto molto bello. Gradisco eccome se gradisco le tue baggian… sei proprio forte ahaha
    Ora riprendo il mio tuour de force, ufff ‘sta burocrazia però quanto è esagerata a volte, anzi spesso….

    Mi piace

  43. aurelio

    @ Patrizia:
    oggi non se ne esce proprio. 😦
    Scartoffie, burocrazia, balzelli vari anche per noi. E Bora Bora è lontana mannaggia la suerte! Però poco fa ho pappato qualche caldarrosta, urca se son buone! 🙂 Quasi quasi se domenica è bel tempo organizzo una gita in montagna in mezzo ai boschi, aria salubre, pascolo allo stato brado e vai! 🙂
    Adesso riprendiamo a sfogliare cartacce, Maremma bona! 😦

    E’ tornata Ventolino, ciao Ventoooooooooooo 😆

    Mi piace

  44. mirko

    Ventoooooooooo ♥ batti un colpo, non di ferro please! 🙂
    La Sardegna ti sta portando via da me, lo avverto nell’aria che qualcosa sta cambiando….. e non è il maestrale. Stai spupazzando Pulcy a destra e a manca e quando sbucherà fuori sarà bello che strambato, buono buono per essere in prima fila alla sfilata carnevalesca.
    Il dottore ce l’aveva detto. La signora deve stare riguardata, a riposo ma che ne sa lui del vento? Come ho aperto la porta se n’è volato nel vero senso della parola ed è atterrato sull’isola.
    Piuttosto sei calata mica di pancia all’atterraggio? verrà mica il naso a patata a Pulcy. Quello ci nasce con la stenosi al piloro con tutti questi sballottamenti, fermati un pochino altrimenti son frittelle. 🙂
    un bacio vento che sventoli ovunque, e fatti viva ♥

    Mi piace

  45. Mannaggia oggi è stata una giornataccia 😦 anzi avanzo già l’ipotesi che sarà così tutta settimana!! ufffffffff (si, sono la solita pessimista)

    @Carla: hahahahah vedi ho scritto quella cosa di Aurelio prima che leggessi il post e relativi commenti in prima pagina… perciò pensavo fosse con moglie e prole a seguito (alla fine io vi conosco solo attraverso i commenti che lasciate)… ecco dopo che ho preso questo granchio ho guardato la sfera di cristallo e ho visto che era crepata alla base… perciò la devo buttare praticamente nuova :-S
    Urca ma Carla tu mi batti… addirittura tu le percorelle le conti alle 4:25!!
    Sono contenta di averti fatto ridere (per una volta ho “rubato” il mestiere ad Aurelio) 😀
    PS: massì la “future wife” ce la farà a tener botta 😀 magari domani uscendo di casa incontra una donna che è la sua copia al femminile e…. cupido farà il resto *__*

    @Aurelio: tu dici?? eheheh io ho l’occhio lungo 😛 urca ora non tenermi sulle spine… mi lasci con un “non finisce qui”… Aurelio, mi sa che sei come i cioccolatini.. uno tira l’altro 😀 hahahaha

    La cosa più piacevole e leggera della giornata è stato venire a leggere i vostri commenti…
    come dico in queste situazioni, anche oggi è andata.. speriamo che domani sia migliore!
    Lo spero veramente… e anche per voi.. soprattutto per la Pat e Aurelio che sono in lotta con scartoffie e burocrazia.

    Un abbraccio a tutti!!
    Buona notte

    Lely

    Mi piace

  46. Me ne sono andata a vedere un film… Hotel Transilvania, se non erro quello che ha visto pure Lely… a parte qualche risatina non mi è piaciuto per niente… chissà che mi aspettavo. Vabbè, non tutti i film possono piacere, a volte quelli che danno meno fiducia invece si rivelano essere i migliori. La cosa strana è che c’erano diversi bambini, ma chi rideva di più (anche quando da ridere secondo me non c’era proprio nulla) erano due ragazzi che avevo accanto. Mah… 🙂

    Buona notte !!!

    Mi piace

  47. aurelio

    @ Lelyna 🙂
    Oh scintillina ramata che in un colpo mi hai trovato moglie e prole, cosa scrivi???? 😳
    Che esco di casa e trovo una mia fac-simile? Impossible! 😦
    Le donne hanno la testa sulle spalle, sono concrete, lungimiranti, sanno quello che vogliono insomma e ti assicuro che non sanno cosa farsene della mia noce sul cuscino accanto al loro: l’è troppo dura ormai. Son cocco io e ancora nel suo mallo! Anzi sono ancora proprio sulla palma! 🙂
    Ma sai Lelyna che avrei qualcosa da raccontare proprio di questa mattina quando sul pianerottolo ho incontrato Maurizio, mio vicino e amico di casa……. vedrai che te la racconto! 🙂
    E…. non essere pessimista! Ridere, sorridere ecco quello che ci vuole e poi affronta la giornata, non partire col piede sbagliato forza “mascottina”! 🙂
    Ora un momento di stacco perchè la combriccola chiama, qualcuno ha portato qualcosa, forse un dolce, ho capito… torta di mele su strato di crema. Troppo buona. Ora una bella fetta e poi…. scartoffie venite a me! E si butta tutto in caciara…. c’è da dirlo?
    Ma il Comandante …. dov’è oggi???? 😦
    Starà forza radunando i mozzi di bordi per rinforzare gli ormeggi in previsione di maltempo? 🙂
    E’ sempre in movimento, all’opera, un vulcano di idee, di creatività, d’ingegno!
    Meno male che ci lascia fare in questi salotti dell’Erzicovina, meno male che ci lascia dire, meno male che ci lascia stare….pfui meno male! 😉
    Senza lui….ma dove andremmo, ma chi vi vuole, ma chi ci piglia? 😦 Oddio, c’è la differenziata ma io che sarei? …..umido…. 😦 povero me 😦
    Ma Sant’Arthur quand’è? Urge festeggiare 😆
    vado … la torta di mele mi aspetta! 🙂

    Mi piace

  48. Buongiorno a tutti!!!
    Aurelio, qua abbiamo perso il Capitano… che abbia fatto come nel film “Gli ammutinati del Bounty “, invertendo le parti però? Invece dei sottoposti (si chiamano così quelli di grado inferiore?? ) e della ciurma però si è ammutinato lui?? Naaa non credo, impossibile… forse ha impegni improrogabili e arriverà in giornata. Intanto chi ha tempo si può sbizzarrire in sua assenza hihihi e raccontare qualche cosa…

    Torta di mele?? Che buonaaaaaaaaaaaa, chi l’ha fatta???

    Mi piace

  49. @ Patrizia e Aurelio: perso, Maddai, cosa dici mai Pattina mia, nostra!!! Ci sono, certo che ci sono, sto dietro il paravento a origliare, sicuro che voi vi comportiate bene, ‘nnagg… diciamo quasi sempre bene, ‘nnagg… evvabè, diciamo… 😆

    Comunque sia, Sant’Arthur è l’otto agosto, quindi se volete preparare qualche bel regalino nel frattempo, avete qualche mesetto per pensarci. E gà, i regali!!!

    Sapete perché non mi sono mai sposato? Perché non ho mai avuto troppa fiducia nei regali e l’idea di vedermi recapitare qualche servizio di tazzine da caffè cerchiati di azzurro, con macchie di giallo, rosso e vermiglio o un bell’orologio a dondolo stile barocco tendente al rinascimento andante dippiù, dippiù, mi viene la pelle d’oca e così ho rinunciato.
    Aurelio, ci scommetto che anche tu hai avuto le mie stesse perplessità, ammettilo, mannaggia.

    Ciao, ragazzi, buona giornata e in mia assenza, fate i bravi, come sempre d’altronde, ‘nnagg… come… 😆

    ps: Aurelio, dì la verità, la nostra Lelyna è amorevole, non credi? E poi è brava a fare le torte di mele, pensa che me ne manda sempre una fetta ed è buonissimissima.
    Se ti vuoi prenotare, ci metto una buona parola Pittia, ci metto. 🙂

    Mi piace

  50. mirko

    @ Patrizia
    il compare dooooopo aver sgargarozzato il dolce buono, ottimo, strepitoso (sante mani di Dany) 🙄 sta accingendosi a scrivere. La scena è questa 😉
    gomito sinistro poggiato sul tavolo e mano all’orecchio sinistro con testa piegata a lato
    gomito destro sul tavolo e mano con all’interno biro nera con cappuccio.
    sguardo oscillante tra soffitto bianco e tavolo
    il foglio è completamente bianco 😦

    Mi piace

  51. Mirko, allora ho idea che quel foglio rimarrà bianco ancora per un bel po’, ora che si è pappato la torta fatta da Daniela (carinissima, vi vizia tanto con i dolci ) ha la pancia satolla e quindi continua a pensare a quanto è buona…
    Ora io scappo per un po’, pausa pranza.
    Buon pranzo a tutti, Pat e….. in assenza del Capitano scateniamoci hihihihi, tanto oggi non torna a quanto pare hihihii (poi mi dirà…. ti mangio il cuore tremenda ….., ma fa niente ahahah)

    Ciaooo

    Mi piace

  52. Buondì!!!!!!!
    ‘giorno capo…’giorno bella ciurma…giorno Pulcy che stanotte hai giocato a dragon boll nella mi’ pania….bruciori e colpi bassi…..che gioia….
    Comunque eccomi…corro piano perchè ormai sono con una pancia grossa come il cocomero che h mangiato quest’estate…bello che era…e tanto bonino!
    ho dovuto fare qualche giro nella posta…seppellita sugnu!!!
    ma di te adorato Mirkino♥ neanche l’ombra…però ti trovo qui e son felice come una pulce che salta da un pelo all’altro credendosi Tarzan forever!
    il volo d’andata è stato una calma piatta..e all’arrivo c’erano tutti i mi parenti….’ellini tutti in fila sventolavano un cartello grande con scritto vento e Pulcy….sanno che son cecata….e allora per farsi notare c’hanno pure messo una bella forma di pecorino sardo….tante volte avessi avuto fame, avrei seguito l’odore…. 🙂
    Il viaggio di ritorno pure quello ..solo che il olo è partito in ritardo perchè mi son dimenticata la sciarpetta della zia Maria…e allora sai com’è, quella urla di disperazione…son tornata a riprenderla.
    PER IL RESTO TUTTO BENE! diciamo così….quando vado via dall’isola mi sento quasi male, che sia la fame???
    E invece no…è sempre quel diversi tra terra e mare…tra amori e profumi che adoro come adoro te… pensa che strapazzamento c’ho nel cuore!
    mi viene sempre la lacrima…poi però penso che ti vedo…e allora si riprende il battito quasi normale.
    Accidenti tesoro, potevi essere un ciuchino ?? o meglio ancora. un cavallino della Giara???
    t’avrei accudito come un figlio….e t’avrei tenuto .in cantina…sopra il comò di nonna Evangelina..
    sbrigliato e profumato…sfamato e coccolato.
    Così invece diventa tutto faticoso…io parto te parti, noi giriamo a trottola, si perde il filo e il posto in fila per tre col resto di nove.

    Ti volevo dedicare una foto e ce l’ho….si…ti immagino un papy amorevole che corre dietro al pargolino….Non è un marcantonio come te ma è ciò che rappresenta: un momento leggero leggero e meravigliosamente nostro♥
    ..che dici ? la metto?….ma si..la metto…

    Dov’è la nostra scrittrice? Carla….!!!!
    Miseri ladra quanto è brava, ma quanto è studiata e delicata ….c’ho voglia di darle un vacio sula fronte!! e lo lasco iqui… così lei lo prende e lo mette in tasca, tra le cose da tenere sempre a portata di mano…
    …..ora faccio una giratina eh…ci si vede dopo…il dottore m’ha detto che posso volare atterrare, cantare e pulire i piatti con le dita… le dita nel naso ha detto di no……è da trugoli! 🙂
    Un abbraccio a tutti …smack!

    Mi piace

  53. mirko

    @ Venticello adorato che soffi leggiadro 😆
    Mi ci sono voluti i sali….. scusatemi tutti per l’assenza ma ho avuto un piccolo mancamento! 😦 Ho visto la foto e puff…. in terra. Perchè, perchè…. ne ho visto più di uno e ho collassato, non ce l’ho fatta. “Pulcinella, Arlecchino e Colombina” oddioodddio tutti accanto a me. Pazzia, sogno o incubo? Tutti e tre, uno non bastava. Ero fermo alla pazzia con Pulcy invece ho triplicato… 😦 😦 😦
    Vento mio che mi combinasti! 🙂 La botta è stata terrificante. Tutta la mia vita è passata davanti in un lampo lasciandomi solo in terra con quelle tre maschere.
    Pure un canarino mi hanno fatto che non ha cinguettato per niente, l’ho tracannato per dimenticare ma è stato come se avessi bevuto dell’idrogeno liquido. Ho visto tutto giallo per un pò ma alla fine mi è passata. 🙂
    Venticello mio statte accorta nel volare nell’isola, non vorrei che il maestrale ti schiattarasciasse in terra e a me restasse solo l’idea del tuo refolo di vento. Dobbiamo ballare la tarantella insieme ormai, sennò Pulcy che ci sta a fare? 🙂
    Un bacio a te e un bacino a quel fetente di figlio 😉

    Mi piace

  54. mirko

    @ Patrizia
    pssss…. è ancora davanti al foglio. 😆
    Si sta ispirando 🙄 ma il fatto è che manca l’ispirazione …. 😳 Se arrivasse, lui scriverebbe slanciato 😉 oserei direi quasi di getto 🙂 occorre srotolare il pensiero come fosse una matassa senza rompere il filo e bisogna essere in due, uno tiene la matassa e l’altro fa il gomitolo. 🙂
    Al momento lui ha una matassa di nodi da sciogliere 😦 e non c’è il gomitolo, forse se l’è preso il gatto di SyS. 🙂 Melliiiiii posa l’osso, il gomitolo, la lisca, la lenza. Fà la brava Molli che qui si deve lavorare, questo è un blog “creativo” 😳 …. se ti dò un’alicetta facciamo cambio? 😆

    Mi piace

  55. Urca Mirko cosa possiamo fare per sciogliere i nodi di Aurelio?? O povero Aurelio, tutto annodato nei suoi pensieri… ma che espressione ha uno che ha i pensieri annodati ma non il gomitolo???
    Ammappate, qua bisogna trovare una soluzione…
    Un pochino di anticalcare potrebbe scioglierli??? 😳

    Mi piace

  56. mirko

    @ Pat
    L’anticalcare mi sembra esagerato, un pò di balsamo va più che bene. 🙂
    Che espressione ha? 🙂 E’ un mezzobusto che spunta da dietro la scrivania, il volto fermo come per un autoscatto, l’atteggiamento fiero che solo lui possiede e sembra che sia in adorazione di Santa Rosalia coperta di fiori e illuminata da tremula fiammella. 🙂
    E’ un pò triste 😦
    Dobbiamo sforzarci sempre di vedere il bicchiere mezzo pieno, dobbiamo sforzarci sempre di vedere il bicchiere, dobbiamo sorzarci sempre di vedere, dobbiamo sforzarci sempre, dobbiamo sforzarci, dobbiamo ….. 🙂
    Adesso mi sembra un pò felice 🙂 Che abbia bevuto il balsamo? 🙂
    Vado a sentire se è morbidoso! 😳

    Mi piace

  57. @ Mirko
    Mi spiace che Aurelio sia un po’ triste, ma la descrizione la descrizione della sua espressioni mi ha fatta piegare dal ridere 😆
    Ok vero, l’anticalcare è esagerato poverino, rischio di fargli del male e basta, quindi vada per il balsamo e se ora è più felice significa che dovrebbe aver fatto effetto… però Mirko, con tutti questo sforzarci.. ehm ehm, bisogna stare attenti a che non diventino altri tipi di sforzi… capisci ammè…. 🙂

    Mi piace

  58. Ma che bello, Ventolino e Mirko si sono finalmente ritrovati.

    Ragazzi, mi raccomando, non fateci stare in pensiero, anche perché io c’avrei pronto anche un regalino pevvoi, visto che il ciospino che è in grembo vedrà presto la luce…

    ‘nnagg…!!! 🙂

    Mi piace

  59. aurelio

    @ Mirko
    sono un pò felice perchè ho trovato “l’effe” che ti sei perso. 🙂
    Mi stai dando dell’imbalsamato! 😳

    …. sto semplicemente lavorando “stiupido”! :mrgreen:
    p.s. lo so che sono in debito di un raccontino ma vedrete che prima o poi arriva. 🙂 Sgomitolerò a poco a poco….. Melli permettendo 😆 (che poi le gatte si dovrebbero chiamare Molly…. boh valle a capire le donne!). Melli, Molly, sempre miao fanno….. 😦

    Mi piace

  60. Capitano, l’ombra nell’occhio del cavallino, dovuta alla maniglia dal lato opposto, gli da un’espressione alquanto scocciata hihihiih

    A proposito, finito di ripassare??? Pronto per l’esame???? Su su, che altrimenti ti bocciano….

    Mi piace

  61. mirko

    @ Arthur
    appena arriva quel coso in casa io ti regalo una cosa: un bell’orologio a dondolo stile barocco tendente al rinascimento andante. 😉 Al posto dell’uccellino spunta in ceramica Pulcinella 😆
    Che design d’interni 😆
    Cucù, cucù, cucù…… sai che creazioni notturne uscirebbero fuori? 😆
    p.s. . o preferisci le tazzine….. 😉

    Mi piace

  62. No, cara Patrizia, sono preoccupato, tu dici che anche Ventinocella bella bella avrà qualcosa da ridire per il mio regalo?

    E no, perché non vorrei trovarmi la casa piena di tazzine con bordature rococò tendente al fuxia spinto con il manico a forma di nodo scorsoio. 😦

    Devo preoccuparmi? 🙂

    Mi piace

  63. mirko

    Oh Arthur certo che ho gradito, adoro quel dondolo, 😉 sul cappello farò sedere Aurelio perchè la scena non me la voglio perdere e poi vedi se l’occhio della papera riprende, urca se riprende. 😆 Se Aurelio si diverte 🙂 vorrà dire che anche Pulcy si divertirà sotto l’occhio vigile della papera, e io mi divertirò per lui ed anche per te al pensiero che di notte quell’orologio a cucù scandirà il tempo. Allegramente 😆 cucù, cucù, cucù….. 🙂

    Mi piace

  64. Evvabè Mirko, mi sento sollevato. però è anche vero che sono le donne a decidere in queste cose, non per toglierti nulla, per carità, assolutamente ente.
    Ma scusa, l’Aurelio ci sta sul dondolino? 🙂

    Per quanto riguarda il cucù ti ringrazio, gradisco molto molto il pensiero ma se posso vorrei farne a meno, visti i tempi critici e i tagli del governo, anzi, facciamo così, tienilo in ufficio, così scandisci il tempo delle mele, o parbleau, il tempo per l’arrivo del Pulcy.

    Che idee che mi vengono!!! 😆

    Mi piace

  65. Bene, oggi ho concluso ben poche cose e domani dovrò recuperare. Ma mi sono divertita tanto in vostra compagnia e quindi mi sta bene ugualmente, grazie a tutti….
    Buona serata, ciaoooo
    Pat

    Mi piace

  66. Ossanto lazzerone!!!
    ma che belloooooo quel cavallino dondoloso! ci posso salire? la molla dovrebbe essere d’acciaio.
    Lo so perchè sino a qualche anno fa ci montavo spesso…heheheheh mi dondolavo di nulla!!
    e poi c’ho il cuore fanciullo , io!
    Mirkinoooooooooooo♥♥♥ ammmore mio!!!
    ma come ? il nostro Pulcy non è ancora nato e tu lo chiami già fetente??? col naso a ballotta poi!!! io c’ho un nasino quasi francese…un po’ alla Toscana ma soprattutto non è torto.. E te???
    va beh anche se è torto fa nulla…anche se ce l’hai sbilenco e peloso io t’amo lo stesso.
    Il ostro pulcy prenderà il meglio di noi, me lo sento! …sempre ammesso che abbiamo questo meglio..e se non l’avessi??? si , te. Se non ce l’hai??? ma pensaaaaaaaa, sarà un concentrato di tutto quel ben di Dio che ho io!!e non si incorre in inquinamento di prove, Me lo dice sempre Orazio quando va sulla scena del crimine.. le prove parlano…se nasce peloso son affari tua!!
    ma sorvoliamo e parliamo del dondolo.
    Quando arriva??? spero presto.
    Sai che c’è? c’è che il medico oggi m’ha guardato strano….o che c’è ? ho pensato che forse un moscerino s’era infilato nell’occhietti sua. Aveva i luccio’ni!
    boh..m’ha chiesto come mi sentio..deh sto bene…a parte il peso…mi sento una livella…..
    Stai a riposo ciccia sennò lo fai pe’ strada..oimmei ci mancherebbe….per strada no!!!
    mah..io sto bene…te comunque tienti pronto a partire , prepara la valigia e mettici anche le mutande di lana…mi sa che farà freddo nei prossimi giorni…
    Bon..ora mangio le papate lesse….T’aspetto domattina Pulcini pio!

    ciao a tutti…Aury ti strizzo di pizzicotti le tue guanciotte e te le fo come quelle di Ehidi…….visto che penso pure a te??? eh lo so..c’ho il cuore immenso…prendi il matitone e scrivi il discorso per il battesimo…mi sa che s’avvicina prima del previsto… 😆
    Bacioni a tutti , anche agli assenti presenti,

    Mi piace

  67. Patrizia, come sarebbe a dire che ho osato troppo? Allora, ricapitoliamo, mentre oggi ero intento tra il dire e il fare a ripassare mi è venuto in mente di fare un regalo a Venticello e a Mirko, uomo generoso assai fui, nell’altra vita ed anche in questa terrena, odierna, insomma così come sono ora, tu c’hai visto l’occhio strano, critica tremendona che non sei altro, Mirko mi ha praticamente detto che appena arriva quel coso a casa sua mi regala un orologio a cucù e a questo punto non so se il dispiacere è più il mio o il suo, e visto che l’ha chiamato “coso” immagino che malgrado l’abbia negato, non gli sia piaciuto per niente, Venticello arriva e nemmeno mi ringrazia, oltre che salutare, che è il minimo sindacale che ci si possa aspettare, nelle notti di luna piena e di sole calante alle falde del Kilimangiaro e presa com’è dal suo osannato ammore, maremma scorticata mattina e sera, a questo punto secondo te un cristiano timorato e con tutte o quasi le cose a posto, cosa dovrebbe fare? Come minimo va da quella Santa Donna dell’Erzicovina e si fa fare una dose stratosferica di coccole che dippiù non si può, così vi fa a tutti tante belle linguacce, anche con volo carpiato sul fianco destro e pure su quello sinistro, non per altro, così vengono bene bene che più bene non se pote.

    Per cui, onde per questo e per quanto, nel presente e nel futuro prossimo venturo e anche in quello che sta per arrivare, la prossima volta che mi vien voglia di fare un regalo, mi compro un bel gelato al cioccolato e al caffé con doppia panna montata e a voi, nisba, ciaschicchia e rapitalà, da non confondere con il vino Siciliano che è tutta un’altra cosa.

    Uhmmmmm!!! 😦

    Mi piace

  68. @Pat: carissima sister… mi dispiace per la serata non scoppiettante al cinema, hai ragione il film è lo stesso che ho visto io… però non so io mi sono divertita un po’ di più complice la compagnia dei miei amici, i genitori e gli adulti che ridevano all’unisono o forse più di tutti è stato proprio il gesto che hanno avuto i “magnifici 7” a infilarmi il cappotto per uscire e andare al cinema con loro…
    Se avessi potuto scegliere io tra i film che ci sono ora nelle sale forse avrei optato per venuto al mondo… mi incuriosisce 😀

    @Aurelio: sai che la scintilla ramata lo è davvero?? al sole un po’ di riflessini ramati i miei capelli li hanno e tutta roba naturale neh!! hahahaha
    Comunque secondo me una donna che ti segua nelle tue attività la trovi di sicuro.. dici che noi donne abbiamo la testa sulle spalle.. è vero! Però dai qualcuna pazzerella nel gruppo c’è 😀 forse è più rara da trovare però non vorrai mica smettere di cercarla di già 😀 ecco posso dirti che tra le mie amiche non c’è.. che io sappia nessuna ha sperimentato una maschera da sub come hai fatto tu… 😆
    Poi magari non la devi neanche cercare te ma ti piove dal cielo… nel senso che di donne che si arrampicano sulle palme per prendere una noce di cocco ci sono eccome 😀 hahahah
    Pessimismo è una parola che sta sulla mia carta di identità 😀 nel senso che io molto spesso parto già in retromarcia perché così nel caso in cui qualcosa vada storto non ci ho sperato più di tanto e il dolore è minore… Ah, però non lo sono sempre… dai sono anche allegra, dispettosa, comica, ecc ecc
    Qualcuno a volte mi dice: “dimmi la verità, dove l’hai messa la Lely….” 😀 hahahha
    Buona la torta di mele!!! 😛 hai fatto bene a scappare subito a prendertene una fetta.. insomma in ufficio appena arriva qualcosa di dolce.. è come se si palesassero le cavallette.. in 3 secondi già non c’è più niente, o sbaglio??
    Ora ho con me una tazza di tisana… sono in pigiama e pronta per sentire il racconto su Maurizio 😀
    Sempre che tu abbia sbrogliato i nodi.. nel caso fammi un fischio che vengo a darti una mano.. sai, sono brava con i nodi 😀

    Oggi è stata una giornata pesante… e domani lo sarà ancora di più… mi sa che non riuscirò neanche a passare di notte da Erzy…. 😦

    Bacio a tutti, notte

    Lely

    PS: Vento, mi raccomando stai riguardata!!! non farmi prendere dei colpi… e poi hai quel bellissimo gomitolo rosso che ti attende.. sferruzza un po’ che ti rilassa 😛

    Mi piace

  69. Beccata al volo Lely, stavo spegnendo tutto per andarmene a letto, tra poche ore la maledetta sveglia suona…
    Dolce notte sorellina e non stancarti troppo mi raccomando 🙂
    Ciao, Pat

    Mi piace

  70. Ciao Arthur
    Geniale
    “ripasso”
    mi piace molto,molto!
    non posso mettere le faccine, ma quì ne metterei una molto sorridente.
    Buona giornata……
    se permetti
    ripasso!
    Ciao a tutti con simpatia
    Duil

    Mi piace

  71. @ Patrizia: buonGiorno Patrizia, vedo che sei mattiniera, brava, è così che si fa.

    Buongiorno ragazzacci, anche voi siete già al lavoro? BuonGiorno Carla, BuonGiorno Daniela, Buongiorno Laura, BuonGiorno Mariagrazia, BuonGiorno Ventolino, Lelyna, Sonia, Antonella e Carlotta, BuonGiorno Duilio, BuonGiorno Marcello (non ti ho messo insieme a quei ragazzacci, Aurelio e Mirko, perché mi dicono che lo sei un po’ meno… 🙂 ) BuonGiorno Solindue, insomma, BuonGiorno a toute le monde e magari anche a qualcuno in più.

    Il tempo oggi è uggioso, cielo coperto, temperatura fredda, praticamente un disastro. Chissà come è al mare, mannaggia. Stamatina prima di andare in ufficio, ho fatto un giro sotto casa, belle le foglie che cadono dagli alberi, io abito in posto dove c’è tanto verde, per cui ogni tanto in autunno mi metto davanti alla finestra, magari mentre abbottono la camicia ( 😉 ) e guardo fuori dalla finestra. Gli alberi sotto casa un po’ per volta si spogliano, tanto che per strada, sui marciapiedi è un manto di foglie secche. Ma, porcaccia alla miseria, non passano più a pulire le strade? 🙂

    Evvabè, piccola digressione mattutina che spero mi perdonerete.

    Vado, un bacio a tutte le donne e una stretta di mano agli uomini. E cosa se no? 🙂

    PS: Patrizia… copiona! 😉

    ps di ps: cara Lelyna, il pessimismo non è mai una buona compagnia, io non ho mai sentito la tua voce, ma da quando ti conosco, ormai da più di tre anni, ahimè, ho sempre pensato che tu sia una ragazza solare, un po’ insicura magari e ci sta anche visto che sei giovanissima, ma pronta al sorriso, pronta a giocare. D’altra parte, non credere, le cosiddette menate mentali ce le facciamo tutti, chi più e chi meno e, non si migliora neanche con l’età, anzi, alle volte si nota un leggero peggioramento in proposito, per cui come vedi, sei in buona compagnia. Sei la nostra Lelyna non dimenticarlo, la mia per diritto acquisito ( :-), degli altri, tutti quelli che ti hanno conosciuto anche tramite le mie pagine, perché non poteva essere altrimenti, quindi stamane, visto che sono in vena di favoritismi, cosa di cui spero gli altri mi perdoneranno, un sorriso particolare pittia ed anche un abbraccio, ma che dico, dippiù, dippiù. 🙂

    Ciao!

    Mi piace

  72. @ Arthur
    Ti metti davanti alla finestra mentre abbottoni la camicia?? Sotto metti la canottiera oppure no??
    Se la metti, beh fa niente, se non la metti… occhio potrebbe esserci qualcuno in agguato per guardarti e poi… vendicarsi del “ripasso” continuo di ieriiiiiiiiii 😆

    Mi piace

  73. carla

    Ieri sera mi sei tornato in mente.
    Mi hai condotta per mano, come in una fiaba, tra i colori dei ricordi.

    Eravamo ragazzi ed eravamo amici. Come tutti i ragazzi avevamo tanti sogni in tasca; tu da grande avresti voluto fare il pompiere, spegnere incendi e soccorrere qualunque persona in difficoltà. Io da grande sognavo solo di essere felice, volevo avere la felicità di vivere dentro.
    Quanto discutevamo sugli scogli del mare di Sicilia sul termine “omertà”. Pensavo fosse il segno distintivo della mafia e tu a sostenere che era invece l’abito mentale, un vizio della politica italiana. E sotto il sole cuocevano la pelle e i sogni.

    Eravamo pionieri nella vita, io e te parlavamo di tutto e quando quel tutto non ci bastava più, sognavamo di noi e del nostro futuro affacciati ai balconi fioriti di putti barocchi di palazzi settecenteschi e guardavamo i giochi di luce e i riflessi del sole sul calmo specchio del porto.

    Te li ricordi quegli anni Edmondo?

    Eravamo ragazzi ed eravamo amici. Come tutti i ragazzi avevamo tanti sogni in tasca; tu da grande avresti voluto fare il pompiere, spegnere incendi e soccorrere qualunque persona in difficoltà. Io da grande sognavo solo di essere felice, volevo avere la felicità di vivere dentro.

    Ieri sera quando sono rientrata a casa ho sentito il gattone della vicina miagolare impaurito sull’albero di limoni del mio giardino. Ho preso la scala, l’ho raggiunto, riportato a terra ed è subito scappato via di corsa.

    Ieri sera ho fatto il pompiere al posto tuo Edmondo e mi sei tornato in mente.
    Chissà se tu sei mai stato felice, al posto mio. 🙂

    Mi piace

  74. Oh caspita Carla, ho riletto più volte quanto hai scritto e ho il cuore che batte forte forte… che emozioni suscitano le tue parole…
    Chissà se Edmondo è mai stato felice, questo forse non si potrà sapere, ma gli si augura di si 🙂

    P.S. Brava pompiera che hai salvato il micetto della vicina

    Mi piace

  75. carla

    @ Pat ciao 🙂
    Edmondo è un caro amico del tempo della gioventù, ho vissuto con lui alcune delle più belle estati della mia vita. Le nostre famiglie avevano la casa al mare nello stesso posto, nella stessa via ed io e lui ci “aspettavamo” sempre. Per andare al mare, per andare a passeggio, per andare a fare qualche gita, per andare incontro alla vita.
    Oggi lui vive a Santiago del Cile ed è un affermato cronista, ogni tanto ci sentiamo al telefono. 🙂
    n.b. Quel gatto è un persiano abituato a stare in casa, ogni volta che scappa con quattro salti se ne va sull’albero poi …. non è capace a scendere giù, miagola disperato e bisogna recuperarlo.

    Buona giornata a tutti 🙂

    Mi piace

  76. @ Carla: bella storia, ma anche perché è una bella amicizia da quello che mi sembra di capire.

    Sai… stavo facendo una gaffe, e la tua risposta a Patriza l’ha evitata per miracolo. Quando ho letto questa tua storia, in un primo momento ho pensato fosse una storia inventata, buttata lì per “ricamarci” su un seguito e infatti mi ero già fatto un’idea su come e cosa continuare a scrivere, tipo Giovanna e Giovanni, mannaggia, meno male che mi sono fermato in tempo. 😆 😆 😆

    Evvabè, capita anche nelle migliori famiglie di prendere un granchio.

    A proposito, Ermanno mi ha chiesto di Laura… 🙂

    Ciao carissima, buon pomeriggio.

    Mi piace

  77. @ Duilio: che piacere sapere che hai messo qui in anteprima la tua nuova fatica Photografica_Letteraria, Wow!!!

    Grazie! 😉

    Sono ovviamente andato a vedere e, beh, ormai è scontato dire che le tue sono sempre delle belle foto, tra l’altro la copertina è stupenda, ma la sorpresa maggiore è stata quella di trovare la nostra Ventolino e la nostra Patrizia coinvolte con i loro pensieri. Bravissime anche loro, tenere, che con la loro usuale delicatezza in poche righe hanno saputo raccontare uno stile di vita, non sempre dei migliori purtroppo.

    Un bel magazine, un bel lavoro. Complimenti, sei un artista sensibile che con un pizzico di magia ma soprattutto con la capacità che hai di dare voce alle tue emozioni, sei riuscito a far rivivere una realtà che troppo spesso non passa inosservata, in un paesaggio ferito e maltrattato.

    Mi piace

  78. Grazie Arthur
    i tuo commenti sono sempre molto graditi….
    Tu sei stato l’ispiratore per usare questo mezzo creativo che mi diverte molto, e mi permette di far conoscere i vari aspetti delle mie foto.
    Grazie della tua disponibilità e signorilità tipica di un siciliano autentico.
    Come ti ho già scritto trovo che “ripasso” sia geniale, mi piace molto…..mi diverte, bravo!
    ciao
    Duil

    PS: ma quanto sono brave le due signore……..

    Mi piace

  79. Di nulla Duilio, grazie a te per l’attenzione e per le tue parole. Che le due Signore siano brave è ormai assodato, ma l’ho anche scritto, due personalità diverse ma, per certi aspetti, molto simili, entrambe, pur essendo delle brave fotografe, sanno raccontarsi con le “parole” e più di una volta, leggendole, mi sono messo lì in un angolino, non a pensare o a riflettere, ma solo ad aspettare che passasse quell’attimo, unico e irripetibile, mai sempre lo stesso.

    … ripasso… ‘nnagg…!!! 😉

    Mi piace

  80. aurelio

    Un saluto veloce veloce riservandomi di leggere poi con calma 🙂
    Stiamo preparandoci per andare all’EICMA 2012 e il tempo stringe. Una parte del gruppo va e una parte invece resta … lavorando anche per noi 😆
    A presto …. 🙂

    Mi piace

  81. Ma siete sempre in giro, ammappate…. alla 70° Esposizione Internazionale del Motociclo
    Ehm, Mirko per caso deve guardare per il primo triciclo di Pulcy???
    A presto Aurelio
    Ciaooo

    Mi piace

  82. daniela

    Accipiripicchia quanto dovrò leggere, qui, lì e là.
    Ho appena finito il mio lavoro e adesso mi metto all’opera qui, lì e là.
    un bacino a tutti e inizio la lettura 🙂

    Mi piace

  83. daniela

    Capperi di Pantelleria e Burro della Valtellina…… che bel lavoro ha fatto silenziosamente Duilio e bravissime sia Patrizia che Ivana. Ottimo trio! 🙂

    Mi piace

  84. ah ma allora siete tutti al sole!!!
    Buongiornoooooooooo…sono rientrata da poco ma devo “riscappare”…maremma gatta…
    ..e allora, ripasso con calma 😆
    Ah si,
    caro lei, Arthur, mi hai rimproverata…così non si fa però….io c’ero!
    Eccome se c’ero!
    ma ti perdono perchè scrivi tanto bene….anche se un ho capito nulla cioè , quasi nulla 😆
    Un bacione…ripassato e spiattellato sulla tua fronte alta e spaziosa!
    sintomo di intelligenza notevole che rasenta la genialità….Grande!!

    Mi piace

  85. @ Ventolino: maddai cara Ivana, io rimproverarti? Con il pericolo di essere malmenato dal Mirko per codesta ipotetica mala parte? Maddai, non sia mai. 🙂

    Eravamo solo un po’ preoccupati pittia, non ti vedevamo, non ti sentivamo ma poi, dopo aver visto la tua bella fotina, ci siamo rincuorati e, pazienti, ci siamo seduti in un angolino ad aspettarti.

    Eccoci, più o meno è andata così. 🙂

    A proposito della mia bella, alta e spaziosa fronte, ieri sera ho fatto lezione di tango e indovina con chi era spiattellata la mia bella, alta e spaziosa fronte? Con una bella signorina che, però, ahimè, amabaradacicicoco, puzzicchiava un pochetto di sudore. Però ho fatto finta di nulla, anche se devo essere sincero, non era un gran bel sentire, porcacc…!!!

    Sono stato bravo? 😆

    Mi piace

  86. E già, Patrizia, sono stato veramente bravo. Tra l’altro, la signorina in questione, una bella signorina devo dire, è arrivata in codesto stato puzzicchioso, quindi immagino non avesse fatto le dovute abluzioni prima della danza, mannaggia. 😆

    Ma come si fa mi domando e dico!!!

    Che pazienza che c’ho. 🙂

    Mi piace

  87. Eddai, non esagggggeriamo, non faccio questo effetto, aveva solo dimenticato che quando si balla il tango si sta molto vicini e, mannaggia…

    Però meglio così, ché se sapeva di buono, avrei incominciato a sudare io. 😆 😆 😆

    Mi piace

  88. carla

    Sono calate le tenebre a quanto pare! 🙂
    Tutti dormono ed io son qui a radunare pecore che non ne vogliono sapere di cadere in trance.
    Si aspettano che io racconti una favola, non sanno quanto l’ho aspettata anch’io nella mia vita.
    E la notte sono sempre sveglia. 😦

    Mi piace

  89. secondo me sbagli soggetto…cioè animale….
    prova con le mucche lilla….(ci metti qualche morsino di cioccolata…)
    tesò le mucche son grosse…
    un bacio a te e a tutta la banda dissidente…
    Io vado a Firenze….:-) pensa se ci fosse anche il capo ..che scoop!!!
    uhm…tanto quel ballerino un viene..c’ha da sta’ dietro alla signora con l’ascellina pezzata!!
    …pure io lo ballo il tango..e anche il valzer..e il foxtrot..tiè!!!

    Buon w.e.

    Mi piace

  90. carla

    Noi due …..

    Camminiamo in silenzio su sassi tondi levigati dal mare talmente vicini che sento il tuo respiro salire e scendere. Sparsi qua e là pezzi di conchiglie e tante piccole pietre.

    L’aria s’infila nei miei capelli lunghi e dentro il tuo maglione azzurro. Volano bassi sull’acqua i gabbiani, hanno poca voglia di volare e c’è qualche raggio di sole.

    L’onda improvvisa arriva, scivola sotto i nostri piedi e senza rumore torna subito via. Avvolge e trascina in un attimo di pace. Le nostre labbra al vento sono salate.

    Vaga lo sguardo su sconfinati orizzonti, le mani nelle tasche dei jeans. Non c’è gente intorno a noi, fa freddo questa mattina di novembre.

    E poi:
    “Ti ricordi quando ti chiamavo ostrica?” mi chiedi.
    “Mi ricordo” e guardo la sabbia davanti ai miei passi. Torna un nodo improvviso.

    Mi chiamavi ostrica perché avevo sempre una corazza a difendermi, era la coperta di Linus. Dovevo essere dura per stare al mondo, senza perdere la mia coperta. Ero tenera, fragile pure a sbattere le ciglia.

    Sai… ti racconto adesso che tanti anni fa, mentre come oggi camminavo in silenzio su sassi tondi levigati dal mare ho sputato la mia perla lontano e l’onda che in quel momento scivolava sotto i miei piedi l’ha avvolta e trascinata via. L’ho sputata via perché mi faceva tanto schifo come mi fanno schifo le ostriche così molli dentro. Avevo anche allora le mani nelle tasche dei jeans, faceva freddo ed era novembre.

    Da qualche giorno ho un nodo improvviso come se avessi ancora quella perla d’ostrica in gola.
    Basterebbe qualche raggio di sole ma ho poca voglia di volare 🙂

    Mi piace

  91. Buona sera… 😉

    Non dite che mi è venuta la mania del tango che, evvabè, un po’ sì, lo ammetto ma, come si fa a non ascoltare una musica come questa… tango nuevo, tango elettronico, Tango… 😉

    Attenzione che sono diversi pezzi, dopo uno, comincia l’altro e poi l’altro e poi l’altro e poi l’altro… volendo, avete musica per tutta la serata.

    Un bacio a tutte le donne di questo blog.

    Ciao Carla!

    Buona serata

    ps: e visto che voci di corridoio dicono che so sempre tutto (il capo, il capo… 🙂 ), Carlotta è a letto con 40 di febbre, mannaggia, Antonella coccola il nuovo cucciolo e la sua mamma dopo aver perso la sua cagnetta adorata, ne ha finalmente un’altra, Lely aspetta il sole per scattare le foto della sua nuova creazione per Scriveregiocando, ‘nnagg…!!! 🙂

    Mi piace

  92. Buona notte anche a te Patrizia e buona notte a tutti, sperando che le pecorelle di Carla siano perfettamente in fila una dietro l’altra, così non diventa matta a contarle. 🙂

    ‘notte!

    Mi piace

  93. Ho iniziato a leggere un po’ di mail… e poi sono passata di qui… a leggere voi!! 😀

    @Arthur: approposito delle foglie… ma lo sai che anche da me ci entro tranquillamente con tutta la scarpa?!? manco fosse neve 😀 oddio visto il tempo e il freddo ci manca solo quella 😀
    L’unica volta che le hanno pulite è stato quando sono passata di li con la bestiolina avevo in mente una foto delle mie… e quando sono arrivata ho visto quelli con quel tubo per soffiare via le foglie.. le mie foglie!! quelle che dovevo fotografare!!! va beh -__-” ora che invece mi servirebbe un po’ di pulizia non c’è!! già perché il pallino per quella foto ce l’ho ancora 😀
    Ma com’è che mi assento da Erzy e tu racconti questi dettagli “scottanti” (ahahaha) sulla tua routine mattutina?!?! per dirla tutta io alla finestra mi affaccio in pigiama appena alzata (che vista l’ora è già tanto se ci siano fuori gli uccellini a cantar) e poi stop, la finestra non mi vede finché non ho fatto “il restauro” hahahaha 😀
    Però sono convinta che in qualche finestra ci sia qualche signora con il cannocchiale che tutte le mattina è li ad ammirarti mentre ti abbottoni la camicia HAHAHAHA 😳
    Ps di ps : grazie per il sorriso tutto per me… 😀 mi è servito e mi serve ancora perciò me lo prendo a piccole dosi per non farlo finire troppo in fretta 🙂
    Per la compagnia hai pienamente ragione!! mi sento come se fossi a casa mia ( o quasi ahahah) quando entro in Erzy… ci sono tante persone splendide come te sempre pronte ad accogliermi, ridere, scherzare e giocare assieme… è un piccolo paradiso virtuale che in questi giorni di pessimismo cosmico mi serve anche per respirare da tutto ciò che mi travolge…

    Tra le tante cose che mi sono persa durante questi giorni c’è stato anche questo intervento di Carla su Edmondo…. un intervento toccante che mi ha fatto riflette… e sorridere all’idea di Carla che salva il micione persiano della vicina 😀 (per lo meno non ti graffia come fa quello della mia amica con il vicino, perché tutte le volte che lo incrocia si fanno “la festa” 😆 )
    Giusto per non farmi mancar niente mi sono persa anche il magazine di Duil!! però sono andata a guardarlo subito e ho lasciato le mail da parte per un attimo 😀 (oh noi donne siamo per natura curiose.. io dippiù di tutte!! 😀 ) insomma ci credete che mi sono commossa alle parole scritte da Vento e Pat?? e ho scoperto con Duil i dettagli!! quei piccoli dettagli che spesso abbiamo sotto gli occhi tutti i giorni ai quali non badiamo e basta solo un occhio più sensibile (come il suo) per dargli un anima e farceli assaporare pienamente…
    e giusto per finire Aurelio&Company che vanno alla EICMA!!! (a saperlo ci facevo un salto solo solo per incontrarli) beh, tempo e lavoro permettendo io chiedo a loro un resoconto 😛 secondo me ne avranno combinata qualcuna 😆

    Siccome le cose sono ancora tante.. comprese ovviamente le mail in arretrato…. dico una cosa che piace tanto ad Arthur… Ripasso 🙂
    già anche perché si è fatta una certa ora e io dopo i giorni a fare la brava e andare a dormire all’ora delle galline sto sforando di brutto stasera e poiiiiiiiiiiiiii non posso mica togliermi tutto il divertimento subito.. ne serbo qualcuno per domani 😀

    Notte a tutti!! anche a Carla che magari tra poco passa a contare le pecore di Erzy 😆
    Bacione

    Lely

    Mi piace

  94. Buon giorno e buona domenica. Oggi Ventolino va a Firenze e s’incontra con la mia Socina Bella ed anche con Mister Calzino, mannaggia di una mannaggissima.

    Evvabè, divertiti Venticello e salutami Martina, anzi, dalle un bacio da parte mia, ma non farti vedere da Mister Calzino che magari è un po’ gelosetto. 🙂

    Lely, mannaggia, non sono così ricercato e neanche così affascinante e bellone al punto da essere spiato da una signora con il cannocchiale, al massimo potrebbe accadere il contrario, anche se devo ammettere che piuttosto che spiarle, le signore preferisco guardarle da vicino, mannaggia, comunque, grazie per la fiducia. A proposito, stai lavorando per Noi? 🙂

    Patrizia sarà in giro a fare foto e Carla, già Carla, cosa starà facendo? 😉

    E Duilio? Mi pare che oggi doveva fare un reportage, se non sbaglio e nel caso, buon reportage.

    Io stamattina ho fatto i miei 12.000 passi e, porcaccia, sono distrutto. Ora faccio una doccia, poi mangio qualcosa e dopo faccio un pisolo, se ci riesco, ma mi sa che perdo tempo inutilmente. 🙂

    Vado, ma siatene certi, Ripasso! 🙂

    Mi piace

  95. Oggi c’era il sole e ho fotografato un po’ 😛 prima che qualche nuvoletta me lo portasse via…. non sono ancora soddisfatta ma almeno oggi non ho passato tutto il giorno al pc davanti a quelle mail!! 😀 cosa che però ho fatto stasera -__-” (anche se avrei dovuto fare altro.. vero Arthur?)

    @Arthur: ma lo sai che ho le prove che esistono donne che stanno dietro ai vetri con il cannocchiale a spiare!! magari nel palazzo vicino al tuo c’è nè una!! ahahahah
    però, ho letto della tua avventura tanghera… tra te e la Pat mi avete fatto ridere!! io ti auguro che per la prossima lezione le cose vadano meglio… 😆 e se andassi tu a far lezione dopo aver percorso i tuoi 12.000 passi 😀 😀 hahahah no dai sarebbe troppo!!
    ma ora sono curiosa.. 12.000 passi all’incirca quanti km sono??

    scappo a dormire.. domani è una giornata intensa!!

    Buona notte a tutti
    un abbaccio

    Lely

    Mi piace

  96. Buona notte sorellina Lely, buona notte a tutti 🙂

    P.S. Arthur, guarda che io mica sto sempre a fotografare, faccio anche altre cose, oggi ad esempio non ho scattato nemmeno una foto … (prima o poi ti strozzo!!! )

    Mi piace

  97. ehm 😳 sono tornata a prendere un bicchiere d’acqua (che stupido vizio prima di andare a dormire!!) e ti ho beccato sister!! 😀

    PS: mi sa che oggi ho fatto anche la tua parte, quella di Vento, quella di Duil e pure di Arthur!! ho schiacchiato il tasto e non mi sono fermata più!! 😕 foto foto e ancora foto!! hahahah
    la cioccolata c’è ancora?? magari un quadratino di quella al cognac me lo lasci?? 😛

    Ora scappo prima che Arthur mi veda!! se no mi bacchetta perché sto alzata fino a tardi!! 😳

    Mi piace

  98. @ Lely: allora, fughiamo tutti i dubbi in proposito, il palazzo più vicino di fronte a casa mia è a circa otto novecento metri, perché davanti ho verde, solo ed esclusivamente verde, quindi, altro che cannocchiale ci vorrebbe, e poi, come ti ho detto, non credo di essere così interessante da suscitare tali curiosità. Mi auguro invece che la prossima volta al tango mi vada meglio, e poi non andrei mai ad una lezione di tango dove praticamente si sta appiccicati l’uno all’altro, senza non aver fatto prima una doccia, cosa che la (bella) signorina probabilmente aveva dimenticato di fare, maremma capitolina. 🙂

    Quanto sono 12.000 passi? Circa 8 km, considerando che ogni passo sono circa 65/70 centimetri.
    Quando sei pronta dimmelo, che passo a prenderti. 🙂

    Un abbraccione.

    ‘notte! 🙂

    Mi piace

  99. @ Arthur
    Ovvio, perché te lo meriti 😆

    Faccio la brava almeno quando dormo?? Non facile, non dormo affatto ultimamente…,ma prima o poi crollo e magari ronfo finalmente!!!
    Ciao ciao

    Mi piace

  100. Questa la scrissi diversi anni fa, erano le prime volte che mi cimentavo con la poesia (e forse si nota alla grande)

    Passione e ardore

    Un tango infuocato ci unisce mentre
    i nostri corpi eseguono languidi passi
    Occhi che si incontrano
    esprimono passione e desiderio

    Passione e ardore che bruciano
    e mentre le fiamme dell’amore ci avvolgono
    ogni inibizione scompare
    per lasciare spazio ai nostri sensi

    Mani e labbra che si sfiorano
    nella danza dell’amore
    Un fuoco inestinguibile
    un ardore senza fine

    2007

    Mi piace

  101. E’ normale che tu la viva così, le prime cose che si scrivono ci sembrano sempre “buttate lì”, perché nel frattempo siamo andati avanti, ma a me piace e poi mancava, qui dall’Erzy, un momento di magica poesia, un brano di musica e le parole. Bellissimo.

    ‘nnagg…!!! 😉

    Mi piace

  102. Giorno sono ripassato, ma non trovo nessuno……
    forse sono tutti seduti sulla panchina…
    ho da sistemare centinaia di foto scattate ieri….
    ciao
    buona settimana Arthur
    Duil

    Mi piace

  103. Tutti impegnati oggi caro Duil, io sono nel caos più totale e a quanto pare sarà così per parecchio tempo, uffff
    Tu sistema le foto, almeno alla sera mi rilasso un pochino con i tuoi bei lavori
    Smackkk
    Ciaoooo

    Mi piace

  104. Ciao Daniela
    ma cosa era successo……i due monelli hanno combinato qualche guaio……..
    Ciao a tutti gli amici, di amici, di amiciiiii
    buona serata
    Duil

    PS. Un bacio a Carla…. e a tutte le donne dell’ufficio…

    Mi piace

  105. aurelio

    @ Duilio
    Ciaoooooo, non siamo monelli dai, si gioca tra noi…. 🙂
    A Carla il bacio glielo do di sicuro, non lo può rifiutare, le dirò che me lo hai detto tu! 🙂
    e anche alle altre 🙂 io faccio quello che dici tu, soprattutto in questo caso (ihihihihihihih) 🙂

    Mi piace

  106. carla

    @ Aurelio
    Non ti becchi l’aeroplanino di carta in testa perchè sono occupata al telefono con una GRANDE del blog…. altrimenti ti facevo lo scalpo!!!! 😆
    Duilio grazie! 😆
    un abbraccio a tutti, anche al Capitano che oggi è piuttosto silenzioso 🙄

    Mi piace

  107. Buongiorno a tutti… ‘giorno capo!!!
    tanto per esser chiari…la GRANDE al telefono con Carla (La MEGLIO), sono io!!!
    le ho fatto una testa grossa come un macigno…e mi sono lamentata che Mirkino è dissidente….
    mai una visitina…e a me , secondo quanto percepisco mi si stanno per rompere le Acque….
    Fai te!!!!
    Ora scappo…ho messo in programma una pubblicazione foto intorno alle 9..io non ci sono ma son curiosa di vedere se funziona!!! hihihihiihih

    baci al Capo ,,
    al mio fotografo silenzioso che ormai è di tutti….
    ìo lo adoro ‘sto fraticello!
    …ma essendo Vento adoro tutti….ciao belli belli…buon lavoro
    io vo da Assunta …tornerò esaurita lo so già!

    Mi piace

  108. aurelio

    Ho capito che qui “ripassano” tutti ma io mi fermo solo un attimo e vi racconto una piccola cosa riguardo la Fiera di Milano. Non mi dilungo perchè sarebbe noioso per chi a questa fiera non è interessato. Sappiate però che ci siamo divertiti da matti e ne valeva davvero la pena. 🙂
    Siamo partiti alla volta della Fiera di Milano in otto (considerate che voi conoscete a grandi linee sette persone, ovvero quelle che si sono affacciate sul blog di Arthur, ma in realtà il nostro gruppo, inteso come staff, si compone di ventidue persone), un’occasione unica per lasciarsi tentare in fatto di anima gemella a due ruote. L’importante è sempre scegliere la moto che piace in assoluto. Ce ne pentiremo sicuramente un giorno o l’altro ma, ridotti senza neanche un “ghello” per la benzina, potremo ammirarla intensamente e sussurrarle:
    “Però, quanto sei sempre bella…..”
    Troppo ci sarebbe da raccontare sul nostro sguinzagliamento alla volta della città.
    Potevamo forse smentirci? Giammai. 🙂
    La grande festa della moto è stata degna della sua tradizione. Il successo dell’esposizione milanese non va visto soltanto alla luce delle cifre che riguardano espositori e visitatori perché ben più significativo è il motivo di fondo che ha caratterizzato la manifestazione, tante le novità presentate e la nuova politica che indirizzerà il settore.
    La Fiera è stata molto interessante in particolare io, Mirko e Massimo ci siamo soffermati laddove il nostro cuore batte da memorabili anni: la mitica, gloriosa Ducati. 🙄 Senza nulla togliere però alla KTM (stratosferica anch’essa). E belle tutte le altre 😦 così non c’inimichiamo nessuno 😈 , sappiamo tutti che le marche giapponesi fanno comunque la parte del leone….
    Ora … io, Mirko e Massimo allo stand della Ducati ♥ abbiamo letteralmente radicato. I suoi colori nero, rosso e giallo li abbiamo ancora fissi negli occhi, roteano insieme alle orbite. 😳 Ben poche moto al mondo hanno saputo circondarsi di un alone leggendario come le Ducati.
    C’erano le modelle. Belle e giuste nelle forme ma… 😦
    Mi dispiace ragazze mie, io ero lì per le moto… perdonatemi se non vi ho dato proprio retta!
    Mirko pensava alla sua Vento e cercava in giro una miniducati per Pulcy…. figuratevi se si faceva distogliere. 🙂
    Massimo comprava caramelle per la settimana (i gadgets erano una “bomba”). 😉
    Però una chicca ve la lascio.
    Le modelle…. belle ragazze, tu volevi fotografare una moto? Bene, loro improvvisamente ci salivano sopra. Guardavi una carena? Loro l’accarezzavano con mano, coprendo la scritta e quei particolari che t’interessavano. Mi sono inchinato per vedere un particolare del motore e dall’altra parte si è inchinata pure la modella.
    Io volevo fotografare solo le moto!
    Andiamo al bar, noi tre perché gli altri avevano un appuntamento e s’incontravano con una persona presso uno stand. Al bar ci sediamo e comodamente ci prendiamo un caffè. Vicino al nostro tavolino due modelle mangiavano un gelato. Forse per la tipologia del contratto di lavoro, forse per carattere, forse per carineria sta di fatto che si avvicinano a noi. Loro a noi. 😳 (Loro avevano max 25 anni a testa, noi in tre quasi 170, e adesso non fatevi i conti birbaccioni e poi ho detto “quasi”!).
    Chiedo loro se, per caso, era passato presso il loro stand il “de cuius”. 😉 Loro mi dicono che al momento non si era visto però c’era il De Martino. 🙄
    “Avete però presente qual è?” insisto.
    “Credo di sì, è quello alto che passa all’apertura della Fiera….” mi risponde la mora. 🙂
    “Il de cuius?” chiede Mirko facendosi serio. 🙂 🙂 🙂 😉
    “Hai possibilità di parlarci?” continuo io.
    “Certo” mi rincalza lei “io curo anche le relazioni, mica siamo ragazze immagine”. 😦
    Ecco, quando stasera o domattina lo vedi digli che la sua assenza è imperdonabile e De Martino non lo può sostituire, non è proprio la stessa cosa.
    Ci siamo ricongiunti agli altri amici ed abbiamo continuato a girare per la Fiera, noi otto più l’immaginario “de cuius” la cui anima volteggiava sulle nostre teste.
    Nessuno si permetta di dire che erano ragazze-immagine. 😉

    Mi piace

  109. Buongiorno Arthur e ovviamente buon giorno a tutti…

    Oh era ora che qualcuno raccontasse di questa vostra “gita” alla Fiera di Milano e chi se non Aurelio poteva farlo. Grazie Aury
    Che dire… beh a volte credere che non voi uomini non siete attratti dalle belle ragazze di queste fiere pare impossibile, ma nello stesso tempo quando la passione per ciò che è esposto è tanto grande io ci credo. Un’occhiatina alle ragazze ma poi gli occhi sono tutti per le moto, loro si che attraggono e rubano la scena a tutto il resto (sempre per gli appassionati ovviamente).
    Ma Aurelio… quando la ragazza si è chinata tu al posto del particolare del motore che hai visto?? 😆
    Però perdonami, il “de cuius” chi sarebbe?? 😳

    Mi piace

  110. Buonggggiorno… lo dico come lo dice sempre la mia donna delle pulizie, che mette l’accento sulla G ed è simpaticissima.

    BuonGiorno a tutta la ciurma e a chi si è già affacciato da queste parti, Patrizia, Aurelio e Ventolino, e a quest’ultima dico che avevamo capito che la GRANDE al telefono con la MEGlIO era lei, anche se mi fa piacere che lei l’abbia fatto presente, vuol dire che il discorso che abbiamo fatto ieri ha dato i suoi frutti. 😆 ( a buon intenditor…)

    Mannaggia Aurelio, non sapevo foste andati al salone della moto, io non me ne intendo, anche se la moto mi ha sempre affascinato con quel senso di libertà che ispira andandoci.

    Non vado più spesso alle fiere, un po’ perché c’è troppa gente e un po’ perché ormai con i mezzi odierni, media, e internet, si “rischia” di vedere cose già viste, anche se dal vero è sempre tutta un’altra cosa. Avevo scritto un articolo tempo fa sulla visita alla fiera dell’artigianato a Milano ” Cronaca di una gita annunciata” con un po’ di ironia, e sì, perché quando visiti una mostra e per vedere i vari stand sei praticamente trasportato dalla marea di gente che ti trascina come un pacchetto, l’ironia è l’unica valvola di sfogo, oltre ai panini con i wurstel, gli hot dog, con senape e crauti che nelle bancarelle della fiera sono buonissimi, che poi, gira e rigira, è lì che la ritrovi (ancora) tutta la gente, mannaggia quanto magnano!!! 😆

    In questi ultimi anni, vado solo al Salone del Mobile, un punto d’incontro con gli operatori del settore davvero interessante e imperdibile, ma contrariamente al salone della moto o dell’auto, di ragazze immagini non ce ne sono molte, e quelle che ci sono, sfoggiano tutto tranne che le forme avvenenti, mannaggia. 🙂

    Comunque, vedo che vi siete divertiti e questo è l’importante. Avete prenotato qualche moto nuova? Attenzione a dirlo, visto che da queste parti ci sono più donne che uomini e la tentazione di farsi scarozzare immagino sia tanta.

    Ma a proposito, cos’è il “de cuius”? 🙂

    Ciao a tutti e buona giornata.

    Mi piace

  111. aurelio

    @ Pat, Lady Pat 🙂 devo ampliare il raccontino? Ok 🙂
    Allora, quando la ragazza si è chinata eravamo uno di fronte all’altra ognuno sulle proprie ginocchia, maliziosa sei!!!! 🙂 te possino…. tra di noi c’era il motore della motocicletta. Praticamente io la vedevo aldilà della moto e non la vedevo per niente perchè mi guardavo i dettagli del motore! 😉
    Sul “de cuius” è il caso che io faccia un passo indietro, bravo Mirko che me lo ha fatto notare…. 🙂
    Noi, come ufficio recuperiamo atti e pratiche inevase, che fanno parte di un contenzioso. Siamo l’anello finale della pratica, per farla breve, siamo coloro che “pagano gli aventi diritto se poi diritto hanno”. Pagano, sia chiaro, dopo aver studiato tutta la pratica dall’inizio, cercando di capire dov’era l’eventuale intoppo, il blocco per il pagamento. Ora, e succede spessissimo a causa di lungaggini di ogni tipo indipendenti dalla nostra volontà, accade che il soggetto che vantava il credito ahimè muore. Al posto del deceduto (per l’appunto il “de cuius”) viene da me un avvocato, un tutore, un chicchesia a ritirare il tributo che gli spettava. Quindi viene un tizio per conto del de cuius.
    A te, come ufficio, non capita? 🙂
    Sarai….mica….una……ragazza immagine?????? 🙂
    A volte riesco ad incartarmi come un pacchetto regalo! 😉 Maremma oggi le busco! 😦
    Per favore, non farmi strillare da Crudelia per il mio raccontino che poi me lo dà lei il de cuius, la ragazza immagine eppure la moto Ducati. Li vedo già fluttuare nell’aria, come aeroplanini!!!!
    Quando dice…. Aury parla poco e dimmi prima a me cosa vuoi dire, c’ha ragione, ecco….. 😳
    e ora chi se la sente? 😦
    (e poi scrive da “Spaziocorrente” che ci sono persone che senza che lei parla… capiscono: ma la capirò prima o poi anch’io ‘sta donna, devo solo trovare il comincio. Maremma poco in essere ma molto in stare!) 🙂
    Io non c’ho capito niente da questo commento, mi sento Nonno Archimede, anzi mi sento tanto scemo, per dirla tutta….. 😦

    Mi piace

  112. aurelio

    @ Arthur
    Buongiornissimo Grande Capitano. 🙂
    non ho prenotato nessuna moto: ne ho tre. 🙄
    Ho una Ducati iscritta al registro storico. Ce ne sono solo due esemplari in Italia tra cui la mia ed è molto quotata all’estero (in Germania per intenderci). Altre non intendo acquistarne ma mi piace comunque vedere le novità del settore, tutto qui. 🙂
    E adesso lavoriamo sulle pratiche dei de cuius….. mannaggia a me! 🙂

    Mi piace

  113. @ Aurelio
    Aureliuccio mio, dai un pizzico di sana malizia ci sta bene hihihi giusto per farsi due risate, tanto lo immaginavo che avevate occhi solo per le moto 😆
    Comunque, lo so chi è il “de cuius” a livello giuridico ed in altri ambiti, ma leggendo il tuo racconto pensavo ti riferissi ad una persona in particolare che avevate chiamato voi chiamato in tale modo, per questo ho chiesto ahahaha
    Io comunque non sono una ragazza immagine… non potrei mai esserlo anche perché scapperebbero tutti quanti, altro che attirare ahahaah
    Comunque tranquillo, non vedo perché dovresti essere sgridato per il tuo raccontino così piacevole. Ciao dolce “scemotto” ahahahah (che poi non lo sei affatto anche se dici di sentirtici)
    Ciaooo

    Mi piace

  114. aurelio

    @ Pat
    mi sono peperonato tutto 😳
    vedo che sei l’unica che hai capito che ero lì per le moto…. tutte malelingue le altre! 😦
    Sono un Aureliuccio perbene, io!
    La gendarme è uora uora arrivata 😆 Ancora non ha letto perchè è di là col logorroico 😦 però spero che quando leggerà le tue bellissime parole 🙂 si accorgerà che ha vicino a lei un Uomo denso, ma che dico denso…intriso, ma che dico intriso….. ma che dico stamattina????? 🙂
    n.b.= credo che Daniela faccia i dolci troppo alcolici…. ho questo dubbio! 😳
    Ha fatto dei piccoli babà al rhum, in effetti compra del tappetti di sugheri secchi dolci (1 kg) li mette a bagno nell’acqua e nel rhum, loro si gonfiano si gonfiano si gonfiano e poi mi fanno chiacchierare così come scrivo,,,,, e mi becco del dolce scemotto, io! 😳

    Mi piace

  115. Wow Aurelio, una ducati storica? Chissà che bella. Quindi immagino che tu vada ai raduni delle moto storiche che, a guardarli dall’esterno, hanno sempre un che di romantico. Quando ero a Firenze da studente, avevo un amico che aveva trasformato una vecchia Guzzi militare in una moto “moderna”, praticamente un ibrido, però nel suo genere molto bella. Ci sono anche cascato con quella moto, su una strada piena di ghiaia e una curva presa male. Per fortuna andavo piano, per cui solo un paio di sbucciature.+

    Quindi, capelli al vento, porti Carla in moto? 🙂

    Vado e vista l’ora, buon pranzo a tutti. Oggi vado a pranzo dalla mia Ostessa preferita.

    ps: quell’Aureliuccio di Pat lo terrei da conto fossi in te, però diciamolo, la nostra Pat è molto tenera, quando non fa i dispetti (ammia!!!). 🙂

    Mi piace

  116. aurelio

    @ Arthur
    Sì Arthur ho partecipato ad alcuni raduni per moto d’epoche e devo dire che è molto bello parlare con persone che come te hanno vissuto molti anni sulle due ruote. C’è una sintonia pazzesca.
    Cadere fa parte del gioco. Io la peggior caduta la feci per un cane che mi sbucò dietro una curva.. Ero molto piegato con la moto, toccavo quasi l’asfalto e per schivarlo fu inevitabile cadere. Per fortuna la velocità era contenuta e i danni furono modesti.
    Con Carla ho partecipato ad alcuni raduni indetti dal Motoclub cui faccio parte. L’ultimo cui siamo andati è stato quello di Porto Sant’Elpidio (città famosa per le calzature) dove a tutti i partecipanti oltre alla medaglia di partecipazione hanno regalato, a sorpresa, una scatola contenente un paio di scarpe da uomo o da donna. Non ti chiedevano il numero che avevi, ti davano una scatola e basta. se eri uomo scarpa da uomo, se eri donna scarpa da donna. Mi ricordo che abbiamo aperto le scatole seduti sotto un albero (su una panchina!) ….. meno male che eravamo seduti perchè abbiamo iniziato a ridere, ma a ridere nel vedere il contenuto che chi passava rideva di riflesso. Ridevamo per il colore, il numero e il modello: una triade pazzesca. Il problema è stato dove imboscarle per liberarcene, in fondo non sapevamo che farci tra l’altro eravamo in moto senza neppure il bauletto nè le borse laterali….. Di comune accordo le abbiamo lasciate sulla panchina, ma quanto abbiamo riso per quell’avventura. Proprio l’altro giorno quest’evento è stato ricordato in occasione (dell’eventuale!) matrimonio di Mirko: quelle scarpe sarebbero state la ciliegina sulla torta. Peccato che io mi dovrei vestire da Indiana Jones e lei da Mary Poppins e pure con l’ombrellino aperto.
    Riponiamo i ricordi che troppo ci sarebbe da dire 🙄
    Certo che l’Aureliuccio me lo tengo stretto, di complimenti in ufficio se ne fanno pochi! A me poi mi trattano come un cencio, un cencio da spolvero 😉
    Vado a mangiare anch’io…. oggi risotto!
    Poi….quando rientriamo ci aspettano gli altri turaccioli di Dany, non sprechiamo nulla noi! 🙂

    Mi piace

  117. @ Arthur
    Penso proprio che cambieresti idea nel definirmi “tenera” se tu avessi a che fare con me in questo periodo, specialmente oggi.. Altro che tenera, sono velenosa e di brutto anche…. a tal punto che se mordo qualcuno schiatta in un nanosecondo… eppoi se faccio i dispetti (attia!!!) è perché te li meriti tutti, ma proprio tutti.

    @ Daniela
    Ehm metti meno alcolici dolci o Aureliuccio il “de cuius” lo fa resuscitare (con il dovuto rispetto al de cuius, chiedo venia), anche se in effetti, visto il risultato è uno spasso 😆

    @ Aurelio
    Su su, non arrossire per un semplice complimento e faglielo leggere alla Capa se non lo nota; anche perché io difficilmente ne faccio, credo che si sia capito da un pezzo ormai 😉

    Mi piace

  118. daniela

    Eccomi, ci sono ci sono, arrivo un pò di corsa 🙂
    Ma che ha scritto Aury dei miei dolcetti, tappi di sughero, turaccioli 😦
    Sono babà lunghi cinque centimetri, di pandispagna secco, li compro nel laboratorio di pasticceria. Sono sigillati in un sacchetto da un chilo. Si tengono diverse ore immersi nell’acqua zuccherata e rhum, si impregnano ben benino e si dispongono su un vassoio. Sono buonissimi! Aurelio a volte ci spruzza la panna vanigliata sopra. Sei un lazzarone Aurelio, perchè li hai sempre ingozzati…. ha ragione Carla a bastonarti, ne combini una dopo l’altra! 😆
    La prossima volta li metto a bagno nel cianuro e te li mangi tutti te! 😉
    Ed io che coccolo tutti addolcendo le loro tristi giornate….. sgrunf!

    Mi piace

  119. Aurelio, bellissima quella delle scarpe, pur non avendovi mai visto, vi immagino seduti sotto l’albero tu e Carla a ridere come matti, ma scusa, come mai non chiedevano almeno il numero?

    Bello comunque, come sono belli questi ricordi che nel tempo non si cancellano mai, anzi, immagino che alla prima occasione tu e Carla ridete ancora da matti al pensiero.

    Ma cambiando discorso, cara Patrizia, te l’ho detto, tu con me non riuscirai mai a litigare, non per altro, perché malgrado le tue tremenditudini, che sono tante ma tante, ma tante, non te ne darò mai l’occasione e se per caso si presentasse, tranquilla, cambio discorso e parlo del tempo. 😆

    Che io mi meriti tutti i tuoi dispetti, beh, parliamone, d’altra parte come faccio a non definirti tenera dopo aver letto una tua poesia? Maddai!!! 🙂

    E continuando a cambiare discorso, oggi a pranzo ho mangiato tortiglioni zola e zucchine, sfoglia con prosciutto cotto e fontina, patatine fritte con maionese e… mannaggia, ho avuto una visione celestiale, mi è passata accanto e come all’improvviso, sono stato rapito dal suo profumo di buono, un’andatura morbida e sinuosa, con uno sguardo di quelli che ti passano da parte e parte. Girando la testa, mentre mi guarda, un sorriso e un “ciao…” ed io sono ancora qui… mannaggia! 🙂

    Buon pomeriggio, io vado a fare almeno quattro o cinquemila passi, ho bisogno di respirare aria pura, ho bisogno… caro Aurelio, caro Mirko, caro Marcello e caro Duilio, le signore mi perdoneranno, ma io ho bisogno di respirare aria pura… ari_mannaggia!!! 🙂

    Mi piace

  120. daniela

    Pat…. sei troppo generosa dammi retta! 🙂
    E scusa, fai pochi complimenti e uno che ne fai se lo becca lui? 😉 Quello è un mariuolo fetentone altrochè! Un’amanita nel risotto dovevano mettergli altro che finferli e porcini. E grattugiatina di parmigiano per la sua boccuccia di rosa, ma mi faccia il piacere direbbe Totò! 😆

    Mi piace

  121. @ Daniela
    Eh che devo farci, oggi è andata così, se l’è beccato lui, forse perché è stato il primo della ciurma che è riuscito a farmi sorridere quando siete arrivati, magari complice il suo nome che per me era legato a ricordi belli ma che poi hanno avuto un risvolto molto duro. Infatti mi pare proprio di essermi rivolta a lui immediatamente proprio per il suo nome. Poi ovviamente siete arrivati tutti e siete tutti uguali per me, siete delle carissime persone e formate un gruppo veramente bellissimo.
    Dietro alle mie parole però c’è sempre tanta simpatia per tutti voi 🙂

    @ Arthur
    Senti un po’ tu, fanne pure 10.000 di passi e respira tanta tanta aria pura… io non ho mai avuto intenzione di litigare con te, non so perché continui a ripeterlo… e ok ok, faccio la brava, me lo dici continuamente, ma se poi tu scrivi determinate cose riguardo al bisogno d’aria solo per un “ciao”… beh altro che tremenditudini ti meriteresti..(provolone)… tzè…

    Mi piace

  122. aurelio

    @ Arthur
    Era una scatola a sorpresa per tutti. E che sorpresa è stata! 😆
    @ Daniela: non lamentarti piccola lo sai quello che per me tu sei! portami quei babà che mi tappo la bocca e la faccio finita! 🙂
    @ Pat: sono tutt’altro uomo da ciò che raccontano. Si divertano a fare le ganze le donne del giro, sanno che abbiamo un cuore burroso e con noi la spuntano sempre. Stai sicura che se fanno così è perchè hanno qualcosa da chiedere. 🙂
    Ora ci pigliamo ‘o caffè, dopo u babbà, poi si ragiona meglio, vedrete 😆

    Mi piace

  123. mirko

    Bene, smangiucchiati i babbaini, preso il caffè …. 🙂
    Vento mio ascolta bene pure te, così sai che vita t’aspetta….
    Io sono stato shampato, non so se si scriva così, però fa schiuma e quindi mi va bene.
    Sono stato pigghiatu a mazzugliate da Carla. Ha detto così e io così scrivo.
    Ma questa come parla? Boh!
    Dice che non è possibile quello che combino, non è proprio possibile….. è sconsolata lei. 😦
    Però ditemi chi ha ragione. 🙂 😦
    Mi affido a voi,. rimetto a voi l’anima mia come rimetto i miei peccati.
    Sentite che è successo.
    Ultimamente, sarà per il fatto che diventerò pure padre ma io sono particolarmente distratto. Non vedo, non mi accorgo di quello che succede ad un palmo del mio naso.
    Ora, c’è un bar, lo so che c’è pure da voi, dicevo c’è un bar da noi da oltre vent’anni.
    Sono vent’anni che frequento quel bar, ma solo oggi 20 novembre 2012 ho realizzato.
    Da vent’anni entro in questo bar, consumo cornetto e cappuccino, pago ed esco. Siccome mi secca tenere la bustina in mano mentre faccio colazione, ho già la valigetta d’altronde, entro in un bar successivo e compro un cornetto con la marmellata da mangiare alle undici con il caffè. Succede a volte, non tutti i giorni. Anche qui, pago ed esco.
    Stamattina avevo appuntamento con Carla al bar, poi lei sarebbe andata dal logorroico io sarei entrato in ufficio.
    Andiamo al bar, consumiamo la colazione ed usciamo. Mentre parliamo di una pratica sulla quale stiamo lavorando entro nell’altro bar (quello dove prendo a volte il cornetto con la marmellata, vi ricordate?) e lei mi segue.
    Chiedo il solito cornetto con marmellata in bustina e nel girarmi, vedo Carla con un’espressione “alla ditemi solo che non è vero” 🙄 mi guarda pagare ed usciamo.
    Cos’è successo? 🙂
    Oggi ho scoperto che quel bar che tra l’altro è grande, ha due porte. Praticamente entravo sempre nello stesso bar, pur uscendo all’esterno. 😳 E non mi accorgevo che il barman era sempre quello, 🙂 la cassiera sempre quella, 🙂 i cornetti sempre quelli. 🙂
    Domattina li frego io. 😈 Pensano di fare gli spiritosi a non dirmi niente, non sanno che mi avvicinerò al bancone e chiederò subito due cornetti uno da mangiare e uno da portar via perchè io non ho mica tempo da perdere. 🙂
    n.b. purtroppo… è una storia vera!

    Mi piace

  124. carla

    Buonasera ……. 🙂

    “Regalasi “due attrezzi” ottimi per nessun uso.
    Sono disposta a consegnarli gratuitamente anche in capo al mondo
    Lauta ricompensa per ogni giorno che non me li restituite”

    Grazie!

    Mi piace

  125. mirko

    Pure a me ostregheta 😦
    Crudelia Demon è impazzita… e poi la legge protegge i padri in attesa, sono tutelato!
    Le parlerà Venticello e mi integrerà di nuovo in servizio. E’ senza cuore, è scuorata! 😦
    Compare…. siamo fritti e panati! Pane e panelle!!!

    Mi piace

  126. aurelio

    Psst, vieni vicino, non facciamoci sentire! 😉
    Avevo letto un giorno che Arthur conosce una patologia che rende acide, brutte e cattive le donne. Forse anche lei ne è rimasta colpita poverina! 😳

    Mi piace

  127. mirko

    Ma che dici davvero? 😦
    Aiutiamola noi, allora, che aspettiamo? in fondo, le vogliamo bene………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………. in fondo! 😉

    Mi piace

  128. aurelio

    No, ecco, veramente, come dire, cioè, scusa ma….. noi non possiamo! 😦
    Noi …… siamo A M I C I! 🙂
    cerchiamo un sacrificando! 😳
    ma lo scegliamo noi 😈

    Mi piace

  129. daniela

    Fate fagotto….. HA LETTO!
    Buttatevi nella planetaria mentre gira al massimo. oppure date la colpa ai babà…. troppo alcolici!
    Dai mi sacrifico per voi! 🙂
    p.s.= …. però le viene da ridere! 🙂

    Mi piace

  130. mirko

    Guarda che a te ti sta chiamando a voce .-)
    e a me col cellulare 😦
    dice che vuole uno scemo dal vivo e uno in viva voce.
    E’ una punizione creativa, si vede…… 🙂

    Mi piace

  131. aurelio

    Tu immagina se qualcuno in questo momento ci sta leggendo e non alza un dito per noi……
    mi verrebbe da dirgli: “che ti guardi, che ti ridi…. lavora piuttosto che io me la cavo benissimo da solo, non ho mica paura io, insomma paura poi…. un pò di tremore alle gambe, alle mani, un pò in tutto il corpo. Tremore poi, ma no, una lieve oscillazione come il lampadario e Galileo”
    Adesso vado di là, apro la porta all’improvviso e le dico:
    “Carla … eppur si muove!” 🙂

    Mi piace

  132. mirko

    @ Daniela
    Ho parlato adesso con lei. Non è arrabbiata però dice che domani porta lei i biscotti, ha i wafer alla vaniglia e pure al cioccolato a casa.
    Tequila non può mangiare i dolci perchè ai cani fanno male e allora dice che i wafer sono tutti per noi.
    Non portare i babà….. sono troppo alcolici. I wafer suonano meglio! 😉
    p.s. mi avrà mica buggerato? Rideva troppo! Io vafer, tu vafer, egli vafer noi vaff…. ecco quasi come vafer però suonava diversa dentro quelle mura! che si sia sbagliata nella pronuncia??????
    Mah… non ce lo dirà mai! Per non sbagliare però…. noi andiamo! 🙂
    ‘sera! .-)

    Mi piace

  133. No, scussa (ss=s) Carla e Daniela, inszomma, mannagg… e porcacc…, evvabè che come nonno Archimede non ci ho capito niente, e come Erzicovina delle Valli Ruspanti ci ho classe che sembra acqua fresca, considerando il fatto che a quest’ora della sera spesso e volentieri sono mezzo assonnato e l’occhio destro, che non è simile a quello sinistro per via di una papinona ricevuta alcuni anni fa, mentre leggevo il giornale, in un bar dell’angolo, si proprio quello tra via Camillo Benso conte di Cavour e piazza Reginetta Fiorentina, da non confondere con forza Napoli dalla tribuna d’onore sotto le transenne girato l’angolo a destra dove c’è il negozio del salumiere trasteverino famoso per le bruschette al midollo di bue, trafitto e insaporito con erbe esotiche della Transilvania meridionale sulle sponde del mar Nero, infatti per tutti quelli che non lo sanno, ho un occhio di vetro che mio fratello, oculista, ha fatto arrivare espressamente dal Paraguay, terra di mille risorse e tante biglie di cristallo, poi mentre che c’era, mi ha procurato anche una dentiera fatta con osso di coccodrillo e un ginocchio di cocco essiccato esclusivamente al sole delle Maldive, quindi, nel caso mi riconoscereste subito, perché zoppico un pochettino e quando parlo strascico la lingua come se fosse una locomotiva che va per il rifornimento nel capannone accanto a quello dell’Ossalunga, ma così lunga che più lunga non si può… dicevo, orco, non me lo ricordo più… e no, dicevo che mi viene da ridere pensando a tutte ‘ste bocche chiuse, che come dire, “‘un parlate che se no ci scappa la sorpresa” e quale sorpresa mi domando? No, non c’entra niente, lo so, ma scussate (ss=s), Aurelio e Mirko, cosa avete combinato stasera che anche quella Santa Donna di Daniela si è innervosita??? 😆 😆 😆

    Mi piace

  134. Ragazzi mi sto piegando dal ridere e non sto scherzando…
    Ho perso tutto il pomeriggio con un lavoraccio, ricostruire un periodo retributivo da Aprile 2011 a Luglio 2012 con tutti i vari annessi e connessi che comporta una cosa del genere. Domani controllatina finale per vedere se è tutto veramente ok e poi si consegna, ufffff
    Apro il blog e trovo il racconto del bar di Mirko, con scritto sotto che è vero e non inventato…. madòòòòòòòòòòòò che risata che mi sono fatta, mi ha risollevato l’umore con la sua storia, ne avevo proprio bisogno 😆
    Grazieeeeee

    @ Carla
    Non puoi regalarli, sono troppo… troppo… beh si troppo insomma, non riusciresti a restare senza di loro ahahah

    Mi piace

  135. carla

    Qui d’innervosita c’ero io! Però siccome il nervoso mi è passato non mi ricordo più nulla dell’inizio e nemmeno della fine.
    Mi ricordo che la notte era piena di stelle, l’aria era calma e quasi tiepida e nelle campagne ardevano i grandi falò di San Giovanni. E c’era festa nella Locanda.
    Sull’immensa tavola, coperta da una candida tovaglia di lino, erano allineati numerosi piatti di carne insaccata, di salsicce fritte, di polli arrostiti, di salami e prosciutti provenienti dalla Contrada delle Valli Ruspanti e c’erano piatti pieni di frittelle. Al centro una zuppiera fumante. Armide di Rotterdam intinse il mestolo nel liquido dorato e cominciò a riempire una scodella che aveva tolto dalla pila posata alla sua destra. La porse ad Erzicovina che prese il cucchiaio, rimestò due o tre volte e ne assaggiò una boccata. Subito dopo la locanda fu piena del rumore che facevano i commensali sorbendo avidamente il brodo. Curva sulla taviola, con il naso a breve distanza dal piatto, Erzicovina mangiava in gran fretta. Quando la sua mente era occupata in qualche fantasia, dimenticava completamente ciò che stava facendo per concentrarsi tutta su un unico pensiero. in quel momnento, ad esempio, divorava la minestra con la stessa voracità con cui, nella sua fantasia eccitata, si succedevano vorticosamente le immagini.
    Poi qualcuno attaccò un valzer.
    “Le onde del Danubio” e per un attimo Erzicovina si abbandonò al gioco spietato e dolce della fantasia, immaginando di ballare stretta fra le braccia del suo ultimo spasimante e per cacciare il pensiero inghiottì l’ultima frittella rimasta sul piatto e fece segno ad un giovane che gliene servissero delle altre. La classe si sa…. non è acqua. Poi portò il bicchiere colmo di vino alle labbra, lo vuotò con gioia sensuale e strofinò col tovagliolo le labbra. Bisognava che bevesse molto per stordirsi e partecipare così all’allegria generale. L’alcool era una medicina impareggiabile, l’aiutava a sentirsi leggera, gaia e spensierata come un palloncino gonfiato ad elio.
    Ecco l’alcool dei babà di Daniela hanno combinato tutto questo. Domani wafer…. l’ho detto! 🙂

    Mi piace

  136. Bravissima Carla, con questo bel racconto fai contento Arthur (e ovviamente anche tutti noi che ti leggiamo) così lo consoli del mio essere “tremenda e dispettosa” con lui, solo con lui 🙂

    Però non hanno colpa di babà di Daniela, tu scrivi benissimo anche senza quelli, sia che si tratti dei racconti di Erizocovina, sia che si tratti di altri tipi di racconti 🙂

    Domani wafer inzuppati nel cognac ahahahahah

    Mi piace

  137. carla

    @ Patrizia
    Esagerano perchè esagerano ma per nulla al mondo di quei due me ne priverei. .-)
    Sai…. quante volte con le loro str….strampellerie mi hanno tirata su di morale? C’è stato un periodo in cui di ridere non avevo proprio voglia perchè la vita mi aveva presentato il “conto”, bene dico sempre a tutti quando ne parlo che grazie a loro, ai loro cabaret, alle loro str…. strampellerie, a quello che erano in grado di mettere su in cinque minuti…. mi hanno ripresa per i capelli.
    Gli voglio un bene dell’anima altrochè!!!! Però ‘so scemi davvero. 🙂

    Mi piace

  138. Oh mannaggia Carla, non ho mai visto Erzicovina mangiare il brodo a quella maniera, ma come si sa, c’è sempre una prima volta. 🙂

    Ciao ragazzacci, devo scappare via, stasera cena a base di pesce in un posticino giusto e con la giusta compagnia.

    E per chi ne avesse voglia, appuntamento sul tardi qui dall’Erzy, per ascoltare un po’ di musica e per auguraci la buona notte.

    *** Ciao Ciao!!! ***

    ps: Wafer, Wafer, Wafer, ma con il rum invecchiato in botti di rovere delle Barbados? 😆

    Mi piace

  139. Eh si Carla, che vi volete bene si intuisce dopo poche volte che vi si legge, su questo non ci sono dubbi e questo significata tanto perché la vostra unione è un valido sostegno nei momenti difficili di ciascuno di voi, diciamo che siete il “bastone d’appoggio” l’uno dell’altro nel bisogno e un’allegra brigata costantemente unita.
    Ma ‘so scemi davvero quei due?? Che splendidi scemi però 🙂

    Mi piace

  140. @ Arthur
    Tu vai a cena in un posticino giusto, con la compagnia giusta e poi dai appuntamento qui sul tardi?? Ma chi ti credeeeeeeeeeeeee e poi perdonato di cosa?? tzèèè
    Buon divertimento provolone…. hihihi

    Mi piace

  141. Oh mannaggia Patrizia, sembra che tu vada matta per le provole, ma chi di provola colpisce, di provola perisce, mannaggia.

    Provolone, provolone, voce del verbo provolare? Non conosco! 😉

    Togli per un attimo la malizia e vedrai che la compagnia giusta può essere di tanti tipi mia cara, ari_mannagia.

    Fai la brava!!!

    Mi piace

  142. Ma dove la vedi la malizia?? ma chi ci ha messo malizia??
    Solo perché ti ho chiamato provolone?? Mah….
    Ok ok, faccio la brava. Faccio tanto la brava che oltre ad augurarti nuovamente buon divertimento, ti auguro anche la BUONA NOTTE!!!!

    Mi piace

  143. ,,,notte ragazzacci…cioè, volevo dire ragazzaccio!
    Il mi Mirkino♥ è solo trascinato da un onda anomala…dicesi e appellatisi Aury, giustamente senza far nomi!
    …ero triste…ero…molto molto…ma ora penso a Carla….maremma bufala come fa??? sopporta du bufali ….uno peperino..e uno imbambolato tanto….
    son contenta però…anche se cambiassi colore di capelli e l’arredamento di casa , per il mi Mirkino♥ tutto resta uguale! Come se nulla fosse..anzi un c’è nulla nulla!
    c’è pure il rovescio della medaglia eh….ma sorvoliamo.

    Son qui a grattarmi la pancia…e mi sento scalciare sul fegato…c’ha voglia d’uscire il pulcy….
    io stringo un’altro po’ ma …se le acque si rompono occhio all’inondazione…saranno botti e fuochi d’artificio.
    Mirkino♥ ti amo ma ti devo parlare…mi preoccupi e parecchio anche !
    Aury a te un posso dir nulla..tanto fai sempre come ti pare!!!
    Carla ogni tanto ricordagli le responsabilità civiche….e morali…nonché etimologiche….che non c’entra nulla ma mi co piaceva..mi fa più pomposa!
    notte a tutti..ciao capo….domani finisco il compitino!

    Mi piace

  144. carla

    Buonanotte dolcissima Ivana, riposati e non strapazzarti. 😉
    Io ho cominciato la conta delle pecore ma porcaccia miseria ci sono due maremmani che si mettono in mezzo e mi fanno sbagliare il conteggio e allora ricomincio: 1-2-3-4- etc….
    ‘sta a vedere che anche questa notte la passo così, al pc, musica in sottofondo e gregge malefico all’orizzonte che bela. Che vita la mia! 🙂
    ‘notte

    Mi piace

  145. Eccomi come promesso, ciao Ventolino, mi raccomando il compitino e poi, se somiglia a sua madre il Pulcy ha bisogno di coccole, di tante coccole, un bacio a te, ciao Patrizia, so che sei lì in qualche angolino, per te una coccola virtuale, un bacio anche a te, ciao Carla a quanto sei arrivata? 200, 3000, ma per prendere sonno il pc non è una buona compagnia, e allora, una parola, un bacio anche a te, ciao Lely, so che tra poco passerai da queste parti, a nanna presto mi raccomando, un bacio anche a te. 😉

    Vi lascio con questa canzone di Elton John che amo tantissimo, ogni tanto quando mi capita un pianoforte a portata di mano, la suono, ed è dolcissima…

    ‘notte e sogni d’oro! 😉

    Mi piace

  146. Alla fine sono riuscita a ripassare… 😀 meglio tardi che mai, no?

    @Arthur: hahahahah secondo me appena si sparge un attimo la voce… una mattina ti ritroverai in mezzo al verde un gabbiotto di Bird Watching… in problema è che non sarà per osservare gli uccelli ma per osservare te! Hahahahaha va beh lo ammetto siccome la Pat mi ha fatto venire tanta voglia di cioccolato.. ho esagerato con qualche cunese al rhum e all’havana (alias Havanotto) perciò 😕 hahahahah
    Oh bella ma lo sai che più o meno li faccio anch’io 12.000 passi 😛 se vuoi passa da me anche domani sera 😀 sono allenata, chissà se mi stai dietro!! 😀

    @Aury: io l’ho vista solo in tv la Ducati di cui parli 😦 non mi intendo di questo “mondo” però ecco… quando vedo una Harley, una Ducati, una Honda …. ci sbavo dietro! Beh come ad Arthur il “mondo moto” mi piace per l’idea di libertà.. ma ecco… se vogliamo dirla tutta… ecco il motociclista non mi dispiace per niente ;D hahahaha 😳
    Oh mamma sai che mi sto mettendo a fare i conti dunque dai detto 170 in tre… calcolando che magari non avete proprio tutti la stessa età… hahahah ok facciamo valere i miei studi di ragioneria 😀 chissà magari ci ricavo anche un bell’utile! Hahahah
    il “de cuius” sapevo cos’era (però devo dar ragione alla mia sister perché nel racconto sembrava che fosse un appellativo per qualcuno li in fiera… ) …però ora che ci penso.. io ho da poco passato l’età ragazza immagine (meglio non quantificare quel “poco” perché non è tanto poco!! hahaha) e quindi dove mi posso classificare?!? mmmm
    Senti ma un Babà me l’avete lasciato?? oddio non vorrei passare per una spugna!! visto che ho già dato con i cunesi 😀 😀

    @Mirko: maddaiiiiiiiiii non ci credo neanche se ti vedevo entrare per due volte nello stesso bar!! è impossibile che in 20 anni tu non abbia realizzato che era sempre lo stesso bar…
    hahahaha ora penso ai proprietari che per 20 anni ti avranno additato come quello “strano” che entra prima da una entrata poi dall’altra e compra sempre cornetti!! 😀

    Oh mamma ho riso parecchio, ho recuperato tutta la Erzy che mi ero persa.. però devo ammettere che oggi tra il racconto di Aury, quello di Mirko, le ire di Daniela (ecco io di sicuro non disprezzerei i tuoi babà… quindi nel caso… sai che ci sono 😛 ) e di Carla… la cronaca in diretta di Mirko e Aury hahahahah uno spasso!!

    Urca ma Arthur come facevi a sapere che sarei passata!! non mi avrai fregato la sfera di cristallo, vero?? 😀 grazie per aver postato your song.. sai piace tantissimo anche a me e alla mia mamy 😀

    Un abbraccione a tutti e buona notte!!
    Lely

    PS: shhhhhhhhh mi sa che Carla si è addormentata *_____*

    Mi piace

  147. carla

    Porca paletta ha ragione Lelyna alle 2.00 le saracinesche si sono abbassate ma poi qualcuno ha bussato e cucù…. di nuovo! 🙂
    Ora sono scesa in cucina per il coffee, poi una bella doccia a ritemprar la vita, mi faccio bella (e oggi ci vuole perchè è un day moooolto particolare 😆 salgo in macchina e via da quei due scemotti che squinternano manco poco la vita mia e la giostra gira ancora, eccome se gira! Spero che nel vortice non mi trascini pure a me facendomi girare tutto! Perchè se girano a me allora sì che nel vortice trascino tutto …. altro che planetaria 🙂
    Aury e Mirko preparatevi perchè oggi “SOS Tata”… non perdona. Siete avvisati! 🙂
    Buongiorno a tutti dei nostri e del vostri mari ………’mmazza quanto dormite! 🙄
    Buongiorno Capitano e scussa se ogni tanto “dimentico” di salutarti. Dovresti sapere che il bianco “acceca” e tu con quella divisa…. 😳

    Mi piace

  148. mirko

    Il linguaggio delle donne. 🙂
    Le donne parlano un linguaggio diverso dal nostro. Un linguaggio che richiede un vocabolario a parte. Loro parlano “a metà”.
    Ricordo mia madre. Di domenica preparava sempre il ragù. Alle nove mentre dormivo beatamente nel letto mi svegliava e diceva: “Mirko sto facendo il ragù però….” E la frase restava lì, sospesa nell’aria, incompleta. “Però che? ….benedetta donna!”
    Voleva dire…. però mi manca la carne, o la salsa, o gli odori. Ma non lo diceva ed io interpretavo. Mi alzavo quindi dal letto, mi preparavo velocemente e scendevo. Risalivo con carne, odori e salsa. Meno che l’acqua. E lei diceva: “Ma non serviva, mi serviva solo la cipolla”. Ma non lo diceva mai ed io non sapevo mai. 🙂
    Ho avuto una compagna che in molte occasioni, magari eravamo al cinema oppure con amici a cena e lei voleva andare a casa. Ma non diceva il motivo ed io pensavo “avrà sonno oppure si annoia”. Poi il giorno dopo ti diceva che aveva male ai piedi con le scarpe nuove che aveva appena comprato. Una volta…. perché doveva chiamare l’amica del cuore, allora c’era solo il fisso non esistevano i cellulari. L’ho lasciata per incompatibilità di linguaggio. 🙂
    In ufficio è capitato qualche giorno fa un aneddoto simile. E’ venuta una signora, si è seduta di fronte a me e mi ha detto: ”ho comprato una Limousine, ma i costi sono troppo alti e vorrei venderla…” Mi giravo la penna tra le mani, guardavo la tizia che era vestita decentemente ma in maniera dimessa, quasi piagnucolava e pensavo come fosse possibile che avessero fatto passare alla reception una persona che cercava una concessionaria. Poi è entrato trafelato un tizio a riprendersela e l’ha dirottata al “servizio carni”. La Limousine in questione era in realtà la razza di una vacca. 🙂
    Poi leggo di Ventolino che scrive che le si stanno rompendo le acque. Non capisco. Dove ce l’hai l’acqua benedetta donna? E perché si rompono? Mi viene in mente Bossi e il figlio “il trota”. Ho paura che non mi è stato detto tutto. Ho paura che Pulcy sia in realtà un pesce quindi mangiando un pesce, forse tutt’intero si resta gravide e si diventa padri.
    Ora, Pulcy nascerà a Carnevale quindi potrebbe essere un “pesce d’aprile” ma se si rompono le acque nasce adesso ed io sarò un padre con una “trota”. Vabbè… basta che non sia un “merluzzo” magari filiforme, a bastoncino, perché allora ci sarebbe un inghippo sotto. Il Capitano della nave non sono mai stato io diciamolo chiaramente, io sono solo un mozzo di bordo messo in mezzo, e a me risulta che i Capitani c’entrano con i bastoncini. 🙂
    E per non parlare chiaro, donne, guardate adesso che è successo!
    Stamattina arrivano pacchi di vafer …. e se qualcuna ieri non ha parlato chiaro, cosa dovrò aspettarmi?
    Nell’attesa vado a comprare il “Vocabolario delle donne” 🙂
    Così …….m’imparo! 😳

    Mi piace

  149. Buongiorno a tutti 🙂

    Mirko, penso proprio che anche se giri tutte le librerie d’Italia o del mondo il vocabolario delle donne non sia mai stato pubblicato, impossibile trovarlo ahahah, quindi vedi di prendere un bel quadernetto e prendere appunti giorno dopo giorno. Chissà, magari alla fine lo scrivi tu il primo vocabolario delle donne, diventi famoso, guadagni un sacco e non hai nessuno problema per il mantenimento della “trota”, ops del “merluzzo” maddaiii che mi fai scrivere… di Pulcy 😆

    Però c’è una cosa che non ho capito… la Limousine è un razza di vacca?? Mai sentita nominare… gulp!!!

    Mi piace

  150. mirko

    @ Pat buongiorno!!!!
    Eh sì la limousine è proprio una razza di mucca! 🙂
    Ma quante cose potrei raccontare delle donne, del loro modo di parlare…… ma lo scrivo un libro, mi hai dato un’ottima idea. 😆 Diventerà un “sellerone” altro che best-seller! E comincio dalle donne dell’ufficio che sono passati anni… e ancora non ci ho capito niente! 🙂 sembro Nonno Archi, ma lui è un Grande, noi siamo particelle al Suo confronto. :-(Però…. atomiche e oggi “bombardo”! 😉
    Pat… molla un pò il lavoro e dedicati al “gioco”, urge sopravvivere! 🙂

    Mi piace

  151. @ Mirko
    Mi dedicherei molto volentieri al gioco Mirko, anche perché non ne posso proprio più in questo periodo, ma non mi è possibile. Mi sembra di vivere in un incubo ultimamente, un incubo dal quale non riesco ad uscire, ogni giorno c’è qualche cosa di nuovo, questa burocrazia che dovrebbe agevolare con le nuove normative invece non fa altro che ostacolare e creare problemi, rendendo le pratiche da svolgere più pesanti di quando si lavorava facendo tutto a mano. Mah… e poi parlano di tecnologia… Anche oggi tuou de force purtroppo, mi spiace non poter giocare di più, ma proprio non mi riesce
    Grazie 🙂

    Mi piace

  152. aurelio

    @ Mirkino
    Mirko marca bene…. io già sono stato intimidato! Non so se si dica così, ma rende l’idea!
    il vafer l’ho avuto al limone, “lei” dice che il limone è astringente! 😆
    Parla bene tu delle donne, dì che sono onore e vanto, che senza di loro staremmo meglio, anzi questo non lo dire che poi “lei” si arrabbia e dice che anche lei senza gli uomini sta bene e che anzi proprio ieri con un uomo si è tanto arrabbiata perchè, bè questo non posso dire in diretta ma se vuoi ti scrivo una mail e te lo dico al confessionale. Però hai ragione tu quando dici che le donne non si fanno capire perchè io che capisco tutto con loro non ci ho mai capito niente. Ti ricordi quel giorno che io e te passeggiavamo e chiacchieravamo e poi abbiamo visto quel pastore tedesco dietro a un cancello chiuso? ti ricordi che ci siamo fermati a parlare con quel cane e lui piegava pure la testa da una parte per capirci meglio? e poi gli abbiamo chiesto “perchè fai così, perchè ci sdegni, che ti abbiamo fatto?” e il cane ci guardava e aveva pure tirato la lingua dentro per ascoltare meglio e noi continuavamo ” guardaci, diventa nostro amico, dacci la zampa, esci da là, fai un bel salto e vieni a spasso con noi”. Poi è uscita la tizia pazza e si è messa a gridare contro noi due che infastidivamo il suo cane e che ce ne dovevamo andare. Il cane l’ha guardata e si è messo ad abbaiare contro lei come un pazzo. Per una volta che aveva trovato due amichetti quella glielo aveva impedito. Anche il cane era dalla nostra parte, ed era un maschio.
    Mirko…. che lo vuoi un vafer al limone? Io mi sento stringere forte forte! 🙂
    oggi con questi vafer ci teniamo stretti ma verrà il momento che ci allarghiamo e allora non ci sarà diga che tenga! 😳

    Mi piace

  153. daniela

    Ciao a tutti, ciao Comandante Arthur
    oggi i gaglioffi senza i miei dolcetti l’ho lasciati. Oggi vanno a vafer! 🙂
    Adesso vado a fare gli auguri a Elsa (Duil) 😆
    e torno qui, mi alloco! 🙂

    Mi piace

  154. ‘giorno ragazzi tutti sempre e comunque, Carla, oggi la divisa non l’ho messa, quindi acceco di meno e a proposito di questa cosa, ti confesso che il bianco mi piace tanto, nella biancheria intima uomo e donna, così giusto per dirne una, ma soprattutto nel vestiario. Non ho mai avuto un vestito intere bianco, giacca e pantaloni intendo, pantaloni bianchi sì, ma prima o poi la faccio questa pazzia, magari con un bel cappello bianco a larghe falde, come quei signorotti Siciliani di un tempo, ricordi? Beh, Nonno Archi ogni tanto gira vestito così e, da degno nipote suo quale sono, vuoi che non diventi anch’io così?
    Evvabè!!! 😉

    Ma in effetti è l’aria della Sicilia che mi manca, quell’atmosfera che conservo ancora nella mia memoria, oltre che nel mio cuore e che chissà se c’è ancora, così come la ricordo. L’altro giorno ho sentito mia cugina che viva a Messina, l’accento, il modo di parlare, certe espressioni, mi piacciono tanto, e poi anche il modo che ha di chiamarmi “Arturuzzu”, mi sciolgo dippiù, assai dippiù, sempre e comunque dippiù, e quadruplo dippiùùùùù 🙂

    Il saluto… sai che noi Siciliani siamo dei sbaciucchiatori folli, ricordo che quando c’erano ancora i miei genitori, se per caso capitava di andare a trovarli magari due o tre volte al giorno, il “ciao” con il bacio c’era sempre e comunque, era una cosa spontanea e il non farlo sembrava che mancasse qualcosa. Fa un però parte di quel senso di accoglienza che è un po’ tipico di noi meridionali, i Noddici sono un po’ più freddi in proposito, e spero mi scuseranno per questa mia osservazione, ma è così, alle volte capita di entrare in un ufficio e a mala pena alzano la testa facendo un cenno (distratto) di saluto, quando va bene. Salutare non è soltanto un fatto di educazione, ma secondo me, un modo per dire che ci siamo accorti di chi ci sta di fronte, se poi fatto con un sorriso, meglio ancora. Siamo sempre così distratti e presi dalle nostre cose che se ogni tanto prestiamo attenzione anche agli altri, ci guadagniamo di sicuro.

    Ma scusa, cosa devi fare stamattina, se non sono indiscreto, che ti sei messa tutta in ghingheri? 🙂

    Mirko, bella la storia di tua madre, sei troppo forte, hai un modo di raccontare le storie che è fantastico, alle volte non so se ridere o cosa, mannaggia, Ventolino devo dire che c’ha visto giusto, attento ai suoi “però”, mi raccomando, se non vuoi trovarti con un set di macchine fotografiche dell’ultima generazione nel cesto della spesa. 🙂 E sulle donne, beh, io mi illudo sempre di conoscerle, ma ci caso sempre come un principiante, però ammettiamolo, cosa faremmo senza di loro? 😳

    Vado, vi lascio come sempre padroni del mio blogghino, fatene buon uso, so che è in buone mani, ogni tanto faccio un giro, così mi faccio due risate.
    Ciao e a tutti, buona giornata, con un bacio a tutte le Signore.

    *** Ripasso!!! *** 😉

    Mi piace

  155. carla

    @ Mirko e Aury
    SOS Tata sta iniziando a prendere provvedimenti che vanno oltre i normali vafer! 🙂 Cominciate a oliare bene bene le ginocchia e toglietevi il cappello, il parrucchino e gli occhiali da sopra la testa, bisogna abbassarsi…. lo sapete. Forza che l’ora si è fatta! 😆
    Non vorrete mica far tardi, vero? 🙂 Vi è concesso portare i limonvafer, ai condannati pur sempre qualcosa è concesso e visto che lì non potete fumare….. sono buona non trovate? 😈

    Mi piace

  156. carla

    @ Arthur
    Di baci non parlare a me che bacio pure le bambole. 😳
    E’ nel DNA un certo ingranaggio non ci possiamo fare niente.
    E per aver baciato un rospaccio del nodd (per quel mio DNA) …. me lo ritrovo adesso tra i piedi e del principe non ha neppure la piuma del cappello. Non sparisce mica. Mannaggia ammia! 😦

    Mi piace

  157. @ Arthur
    I noddici sono freddi con chi lo meritano, sfatiamo ‘sta fanfaronata una volta per tutte…
    E poi scusssaa (scritto di proposito sbagliato), oltre al vestito intero bianco, poi metti la camicia nera e la brillantina per emulare Travolta ne “La febbre del sabato sera”???
    E non dirmi che sono tremende cuttia (non credo si scriva così ma fa niente, io non sono sicula), te le attiri da solo le mie frecciatine mie

    @ Aurelio
    Aureliuccio, non è da tutti farsi ascoltare così attentamente da un cane sconosciuto, però dovevate piacergli veramente tanto se poi si è messo ad abbaiare contro la padrona. Bravo cagnolone così si fa, anche voi avete diritto ad avere amici che vi parlano 🙂
    Attenti però con i wafer che stringono, poi Carla vi deve dare una purga se ne mangiate troppi 😆

    Mi piace

  158. @ Patrizia: ma ce l’hai forse con me ultimamente? Mannaggia alli pescetti!!! 😆

    Con il fatto di essere freddi con chi non se lo merita, beh, non sapevo fosse un fatto di meritograzia, adesso capisco tante cose. 🙂

    Se tu fossi un po’ più attenta e meno propensa a farmi le frecciatine a tutti i costi ( Porcacc… 🙂 ), avresti capito che non era a Travolta che mi ispiravo, ma ai Signorotti Siciliani di un tempo, mannaggia di una mannaggissima mannaggina, come direbbe l’amico Alan e poi con la brillantina in testa non sono il massimo. Beh, anche senza in effetti. 😆

    Comunque ci sono cresciuto con la musica della febbre del sabato sera, la musica dei Bee Gees, sai quante volte l’ho ballata? Bellissima!!!

    Ciao cara!

    ps: hai diritto di replica, come dire, ti lascio l’ultima parola. 😆

    Mi piace

  159. @ Carla: per caso quel rospaccio ama vestirsi di verde? Capita! 🙂

    Tu parla che noi lo facciamo rientrare negli Inferi. (mazza come parlo forbito questa mattina!!!) 🙂

    ps: quante volte al giorno sbaciucchi Aurelio?

    Mi piace

  160. E cosa avresti capito Arthur?? Non è nemmeno questione di meritocrazia, ma se uno mi tratta male perché devo essere per forza calorosa con lui e addirittura baciarlo?? Non ci penso proprio a farlo. Gentilezza e cordialità finché vuoi, ma ci sono certi limiti. Io la penso così, ma questo però non significa che sia nel giusto…

    E poi l’ho capito che ti riferivi ai Signorotti siciliani vecchio stile per quanto riguarda il vestirsi di bianco, solo che a me hai fatto venire in mente Travolta, tutto qua…

    Ossequi Capitano e ringraziamenti per la sua magnanimità nel lasciarmi il diritto di replica!!!

    Ora però mi sto zitta, non so quando tornerò, devo finire un sacco di cose.
    Ciao a tutti tutti tutti 🙂

    Mi piace

  161. ..e io devo finire il compitino!!!
    Non ho tempo ..sono subissata di mail…seee no, son tutti gli aggiornamenti….
    che vuoi ormai sono incita e gonfia e non ho manco la briciola di uno spasimante….
    Mirkino♥ lo sento sfuggente, c’avrà paura…..ma di che???
    Di Pulcy? ma no …no….impossibile. Lo abbiamo concepito nell’amore più assoluto, quello che sta sulle alte vette e sfiora il cielo!!!
    Lui così ingenuo e vergognoso, timido all’eccesso…..e gnamoooooo, svegliati!!!
    E si svegliò tutt’in colpo! Audace il topolino mio!!!
    Pure lui ha una doppia personalità…come me!
    ma Trota no!! Bastoncino nemmeno!!!
    son doppia ma fedele…devi temere dopo il parto…che quando ritorno in forma …te ne devi accorge di quanto t’assassino di baci!! 😆
    Ora porto il cane giapponese fuori …sta ululando….dovete avere delle ghiandole canine voi due insieme…son certa che kiro vi salterebbe addosso per giocare….lui non si ferma mai ad ascoltare…vuole aggredire bonariamente l’uomo!
    Ieri voleva far l’amore con Giarga , un ragazzo tanto carino ….morivo dalle risate…forse è lì che Pulcy ha tentato di uscire 😛
    Bene , detto questo …vado.
    a presto…ciao capo!!!

    la Carla dorme? un ve la ciccate …lei non dorme…riflette ad occhi chiusi ma Vede e Sente tutto!!!
    Uomini avvisati, mezzi salvati.
    uh!

    Mi piace

  162. mirko

    Ventolino mio ♥
    l’ape c’è (e grazie ad Arthur è stratosferica)
    la pulce (o Pulcy) pure
    mi chiami topolino
    ma che l’è… lo zoo di Berlino? ♥

    Prendo un caffè ….. 🙂

    Mi piace

  163. aurelio

    Compare…. inzuppaci un vafer! Così smaltiamo la scorta ….
    Il limone col caffè sta una favola! Per lo meno come colori: giallo e nero. 🙂
    che giornatina vulcanica oggi…. abbiamo avuto lava e lapilli. E sbuffi di fumo. 😦

    Mi piace

  164. daniela

    Smetteteli “scemotti” come dice la Pat! 🙂 siete sotto osservazione! 😦
    Ma che ti è balenato Mirko di metterti il portapenne in testa e simulare la sirena della polizia?
    Hai fatto un frastuono infernale! 😦

    Mi piace

  165. Buongiorno a tutti! 😀
    Carla, dimmi chi ha bussato che lo sistemo io!! eppure avevo avvertito e messo anche un cartello DO NOT DISTURB per una volta che eri riuscita a contare le pecorelle in santa pace senza che quei maremmani ti distrassero.. argh!
    Però che bello, la mia sfera di cristallo, dopo la riparazione funziona ancora bene 😀

    Da quello che leggo oggi in ufficio da voi c’è un po’ di pandemonio, più del solito o sbaglio?? addirittura c’è la “polizia”! 😆
    Stavo pensando ma non organizzate anche delle visite guidate?? sai com’è sarebbe divertebte vivere in prima persona il tutto 😀

    Oggi mi sa che mi alleo ancora dippiùùùù con la mia sister Pat… l’Arthurino ha detto che i nordici sono freddi!!! Grrr 👿
    oh bella con le temperature basse che ci sono qui vorrei vedere se non si è freddi!! hahahaha a parte gli scherzi non è mica vero Arthurino che siamo freddi!! :((( dai non facciamo di tutta l’erba un fascio… secondo me se mi metto di impegno un siculo freddo lo trovo!! 😆

    Buon lavoro a tutti!!!

    Lely

    Mi piace

  166. Lely se vogliamo pareggiare i conti con Arthur, visto che dice che i noddici sono freddi, allora io dico che ho conosciuto un siculo tutto carinerie e bacetti ma poi alla fine si è rivelato essere di un fituso allucinante, tutto falsità e basta…. Onde per cui, meglio freddi ma sinceri che caldi e falsi

    P.S. Ovviamente è quanto capitato a me, questo non significa che tutti siano così, questo sia chiaro… ci tengo a sottolinearlo. Il buono e il cattivo sta ovunque, non è questione di noddici o suddici ( si dice suddici ? ahahah)

    Mi piace

  167. Oh mannaggia, le due sister, Patrizia e Lely alleate contro di me!!!

    Aurelio, Mirko, Marcello, mi volete dare una mano mannaggia??? 🙂

    Allora, e lo dico con un tono di voce basso, molto basso, che rasenta il sussurro, cara Patrizia e cara Lely, è ovvio che non bisogna fare di tutta un’erba un fascio, Maremma Bufalina (scusate, ho alzato per un attimo la voce… 😳 ), e la mia non era una condanna ai Noddici, per carità, mai detto questo Maremma Sconsolata (scusate, ho alzato ancora la voce… 😳 ), il mio era un discorso generale, niente di più e niente di meno, non volevo appiccicare etichette a nessuno, maremma ortolana, quindi non capisco questo vostro sentirvi chiamate in causa, Maremma Capitolina.

    Ormai sono anni che vivo al NODD e di donne caliente (si dice così?) ne ho conosciuto tante. Diciamo che in generale, IN GENERALE, i meridionali sono più espansivi dei settentrionali, ma questa non è una novità, assolutamente, Maremma Noddica, è solo uno stramaledetto dato di fatto. Poi le persone carine, coccolone e quant’altro ci sono dappertutto e su questo non ci sono ASSOLUTAMENTE DUBBI.

    Mi sono spiegato, cara Patrizia e cara Lely??? 🙂

    Tra l’altro la cosa che odio su ogni altra è fare partigianerie, figuriamoci se le faccio tra nord e sud, Maremma Bonina! 🙂

    Mi piace

  168. suddici noooooooo dai che poi modificandola di una lettera sembra un’altra cosa… hahahaha
    Sono sempre più d’accordo con te Pat!!
    Urca chissà quando leggerà Arthur… 😕 sono già preparata al peggio (Stile Mirko e Aurelio) 😆

    Mi piace

  169. Oh Arthur, ma se non alzi la voce sentiamo ugualmente sai? Anche perché qui si deve leggere e non ascoltare 😆

    Tu pungoli noi rispondiamo, ovviamente sempre generalizzando come fai tu e l’ho pure specificato ( la sto alzando io la voce però 😳 ) leggi bene tu per una volta…
    “a tlà dàg una musgà …”

    Mi piace

  170. ops, non mi ero accorta che avevi già risposto!! 😳
    Spero che le donne calienti tu non le abbia trovate solo al corso di Tango… 😆
    Recepito il messaggio…. sai ieri tra amici era uscito un discorso simile… tipo che la vicina pugliese ogni giorno passasse da casa di M. a portargli dei dolcetti, dei taralli, delle conserve.. insomma qualsiasi cosa… mentre l’altra vicina milanese la salutasse a stento.. ecco si vede che ero ancora adirata per le cose che si sono dette e allora appena ho letto che pure te lo dicevi…. mi sono alleata mia sister Pat che forse è una delle poche nordiche oltre a me che ci sono qui!! 😀

    Mi piace

  171. aurelio

    Sono toscano. Ho conosciuto il nord 🙂 e il sud 🙂
    Le persone sono calienti o fredde a seconda dell’interlocutore che hanno di fronte. Ho conosciuto persone calienti e simpaticissime al nord e persone antipatiche, invadenti e scostanti al sud. E viceversa.
    In un bilancio grossolano (passatemi il termine) trovo un’immediatezza nei contatti con le persone del sud, quasi fosse una predisposizione in loro innata. Al nord hanno bisogno forse di un tempo maggiore.
    Al sud mi hanno conosciuto e mi sono sentito subito parte di loro, del loro gruppo, delle loro conoscenze.
    Al nord mi hanno conosciuto e mi hanno tenuto un pò in standby, hanno preso tempo, mi hanno vagliato.
    Poi hanno deciso.
    E…… 🙂

    Mi piace

  172. …menomale io sono al Centro!!!
    hahhahah se va per quello la milanese m’ha chiamata terrona!!
    ..e io alla signora le ho lasciato le calze sul banco….mica perchè ha offeso me”””” ha offeso il commercio….
    che bischera la signora….ha perso l’occasione di star zitta.
    ma mica son così i milanesi…..neppure i torinesi….
    i pisani invece se la tirano un po’…….fanno gli studiati perché c’hanno la Normale!!!
    ..se va per quello son normale anch’io…quasi….c’ho du gambe, belle come cotechini…c’ho du braccia , uno è più grosso dell’altro , c’ho la pancetta, ora è più grossa del normale, son cecata per benino….e amo il mi Mirkino♥
    Appunto!
    Via, torno a fa’ il compitino….la fine forse l’ho trovata…gli dò fo’o!
    Aurelio tu mi ignori…..me la lego al piede….anzi no, al collo!
    😛 alle donne incintole si da sempre il posto in prima fila!!!
    …ma te mi mandi in piccionaia!!
    ..antipatico e pure simpatico! 🙂
    la mi Carla che fa??? ascolta??? Osserva???
    ehehheehe ci devo dire du cosine alla mi prof.♥
    Ascolta bene……..la prossima settimana…eh…..te lo faccio sapere!!
    Te preparati 😀

    Mi piace

  173. mirko

    @ Pat 😆
    E……. ce lo siamo accattato noi per non buttarlo via 🙂
    Aurelio lo hanno inventato però…. nessuno ha voluto il brevetto! 😦

    Mi piace

  174. mirko

    Oh s’è finalmente svegliata la mi bella! E il piccolo che fa, capriole o tarantelle? ♥
    Ma che compitini stai facendo qui c’è da fare un compitone! 😦
    La Carla si sta esaurendo appresso al logorroico dell’ufficio e a un tizio-blogger. 😦 A noi ci lascia fare, siamo custoditi dentro il recinto e finchè stiamo qua si fida. 🙂

    Mi piace

  175. mirko

    @ Pat
    Però ascolta “Principessa che annusi la rosa bianca”, guarda che Arthur non ha detto affatto una cosa sbagliata. Non è andato a sfavore del Nord ma ha semplicemente fatto una constatazione che non deve essere vista come un’accusa.
    L’essere “freddi” va preso a grandi maglie. E mettiamogliene sopra una così si riscaldano.
    Quella freddezza che lui bene descrive l’ho provata e vissuta anch’io, la vivi di primo acchito, al momento della presentazione, da quel porgerti la mano, da quel sorriso un pò tirato, da quello studio sommario della tua persona vistoenonvisto. Poi la superi ed entri pure in sintonia, è scattata l’intesa 🙂
    Al sud ti presentano e sembra che quella mano aspettava di stringere proprio la tua, la trattengono quasi e ti sorridono con più forza, più convinzione, sei amico di quel loro amico sembra che neppure si accorgano di come sei vestito. Poi magari dopo il primo impatto non li vedi più. 😦
    E’ un modo proprio diverso di mentalità, ma non è detto sia il migliore. 😆

    Mi piace

  176. Tornando per un attimo seri, l’eterna diatriba tra nord e sud credo che non porti da nessuna parte, se non a considerarci un popolo che nelle divisioni e nei campanilismi ha trovato la sua maggiore forma di espressione.

    Io sono tanti anni che manco dalla Sicilia, sono andato via a diciassette anni e pur avendo conservato dentro di me delle radici profonde, che essenzialmente derivano dall’educazione ricevuta e quindi dalla mia famiglia, ho sempre considerato le “diversità” in fatto di appartenenza, di provenienza un fatto marginale del tutto irrilevante per giudicare una persona che, tolta dal suo contesto storico, può essere tutto e il contrario di tutto.

    Il Nord e il Sud, proprio per una questione geografica ma, soprattutto per delle radici culturali proprie, determinate il più delle volte da vicende storiche ed economiche che nel tempo ha provocato dei cambiamenti determinanti se non addirittura epocali, conservano ognuno e con molta dignità, una loro identità che per necessità di cose è spesso differente nei modi, nelle circostanze, nella concezione della vita stessa e niente di male in questo, aggiungo, perché così come è vero che al Nord è più facile l’uso del cappotto, della coccola al lume scoppiettante di un camino nelle sere buie con le colline innevate, al Sud, è più congeniale il fiorire rigoglioso di una bouganville, che nei raggi del sole trova nutrimento. E allora diventa più comprensibile rinchiudersi in se stessi, se fuori dall’uscio fa freddo e cade la neve, come si è più portati al sorriso, se fuori c’è il sole che scalda e risplende.

    Ho sempre pensato e di questo ne vado fiero, che non si può giudicare un popolo se non se ne conosce la storia, perché è lì che è racchiusa la sua essenza; è l’unico modo per comprenderlo, con i suoi pregi e i suoi difetti poi, ci sono sempre le eccezioni, ma si sa, eccezioni che non sempre sono una regola.

    Come è stato appena detto, ci sono i buoni e i cattivi sia al Nord che al Sud, i simpatici e gli antipatici, i calorosi e i freddi glaciali, i generosi e gli spilorci, gli accoglienti e gli egoisti, i timidi e gli esuberanti, gli uomini e le donne ma, mi piace pensare che non ci sia un Nord e un Sud, ma solo delle persone, a volte più coccolone, a volte più distanti a volte più Tremende, a volte più pazienti e comprensive, a volte…

    Grazie Mirko! 🙂

    Mi piace

  177. mirko

    Eddai Patrizia…. che gongoli pure tu 😆
    Sennò mica lo mettevi il sorrisetto, lo vedi che non è vero che siete freddi? 🙂
    E’ bastata una maglia sopra e tutto è andato a posto……..
    Forza forza e basta co ‘sto nord, ‘sto sud… siamo noi e basta! 🙂
    Va meglio? Dici di sì? Ti metto alla prova????
    …….. senti….. hai da accendere? 😆

    Mi piace

  178. mirko

    Brava sai stare al gioco, così ci piaci! 😆
    Il primo che sento che il Nord è freddo, l’accido perchè posso testimoniare che Pat è caliente. E tanto pure……
    Complimenti Pat …. sei dei nostri a 360 gradi: DOCG!
    E basta! 🙂

    Mi piace

  179. @ Arthur
    …… meglio se non ti rispondo questa volta!!! Ero rilassata e stavo giocando, uff!!!

    Ora scusatemi tutti, ma devo assolutamente finire dei lavori, avevo detto che non sarei stata molto presente ed invece mi sono distratta parecchio, ovviamente l’ho fatto con molto piacere 🙂
    Buona serata ragazzi/e la burocrazia chiama e non posso non rispondere!!!

    Mi piace

  180. La connessione va e viene…maremma cignala!!!
    cmq, ho spedito il compitino…
    ma se non va bene, cestinalo pure….
    mi son rovellata ..ma non sono soddisfatta….
    scritto breve…conciso…e che zibidei!!!
    mi son venuta a noia””
    giudica te se spedirlo o no.
    lo sai che ti seguo ovunque ..anche nel cestino:-D

    Mi piace

  181. mirko

    @ Carla
    Non perdere tempo a leggere, ti racconto io:
    Eravamo in 3, (Patrizia io e Arthur) e giocavamo a Nord, Centro e Sud.
    Siccome Patrizia era l’unica femminuccia voleva vincere lei, allora Arthur ha detto “no, il gioco è gioco”. Lei si è messa subito a piangere e io le ho fatto pat-pat sulla spalla. Lei si è ripresa e tutta contenta è andata via. Arthur si è messo a ridere e poi sei arrivata tu.
    E’ andata così, più o meno… 😳

    Mi piace

  182. mirko

    Comandante …. eddai ho detto “più o meno”! 🙂
    Hai visto in diretta come vanno le cose nel nostro Ufficio! “più o meno” 🙂

    Mi piace

  183. carla

    Ivana bella ciao! Stasera con calma mi leggerò tutti i commenti in giro nei blog perchè mi sa che devo sapere qualcosa che al momento mi sfugge. 😦
    Ho avuto una giornata abbastanza intensa ma sono molto soddisfatta del risultato. 🙂
    un bacione

    Mi piace

  184. eh, connessione permettendo si!!!
    TROVATAAAAAAAAAA!!!!!
    sei sicuro? sicuro sicuro???? mi pare un po’ piagnisteo!!!! uff…. in realtà lo sono!!
    ma si poleeeee????? dai scherzo..
    no affatto!!
    son contenta che ti piaccia la foto…fatta in tre balletti… spero renda!

    Mi piace

  185. aurelio

    Buongiorno a chi lava la prua, a chi lucida la poppa, a chi issa le vele, a chi stipa la cambusa, a chi governa il timone. Buongiorno a questa nave che solca i mari, accarezza le onde e guarda fiera l’orizzonte tra giochi di delfini e luci d’alba. Schivando gli aguzzi neri scogli pieni di gabbiani bianchi e cormorani grigi.
    Buongiorno in questa mattina d’autunno inoltrato.
    Ci sono tappeti di foglie secche sulla strada e le calpesto pensando. Sono i miei pensieri assorti, quelli che non portano a nulla, sono i miei passi che trascino dietro la scrivania ed inizio così la mia giornata.
    Penso al mare e calpesto foglie. Inizio ad elargire sorrisi e buongiorno.
    A voi lo scrivo perché abbia più senso.
    Buongiorno! 😉

    Mi piace

  186. BuonGiorno a tutta la Ciurma, tutti inclusi, nessuno escluso, caspiterina Aurelio, sapevo che tu fossi un uomo sensibile, ma scopro anche con piacere che sei un uomo poetico e quale miglior modo per incominciare una giornata se non con dei pensieri positivi “elargiti” con così tanta delicatezza?

    Grande Socio, davvero grande! Ricambio quindi il sorriso che scambio volentieri con tutti voi, tutti inclusi e nessuno escluso 🙂

    Ma hai visto che la nostra Lelyna ha preso le vostre difese, pensando a chissà quale castigo vi sarebbe stato inflitto dalla persona che tutti noi, tutti inclusi, nessuno escluso conosciamo? 😆 😆 😆

    Che cara, però volevo dire una cosa a Lely, di non prendersi nessuna colpa, anche perché non mi pare sia successo nulla, anzi, se tra una risata e l’altra ci sta anche qualche pensiero serioso, che male c’è?

    Piuttosto, non vedo la nostra Patrizia, te lo dico in un orecchio Aurelio, è un po’ arrrrabbbbbiata con me, perché ieri l’ho fatta inquietare, mannaggia. Ma è mai possibile che ci sia sempre qualche donna che si inquieta con me? Aurelio, Mirko, Marcello, datemi una dritta che così magari imparo a conoscerle meglio queste donne, mannaggia. 😆

    Suvvia, detto, scritto e confermato, scappo via che è già tardi. Come sempre un bacione alle Signore, tutte incluse e nessuna esclusa e una calorosa stretta di mano agli uomini.

    *** Ciao! *** 😉

    Mi piace

  187. Buon giorno a tutti!!
    Patrizia è assente per un semplicissimo motivo… deve assolutamente finire dei lavori urgentissimi e non può permettersi distrazioni. Mi spiace non poter giocare e scherzare con voi, ma proprio non mi riesce. Scusatemi!!!
    Ciao a tutti e se non ci si sente, buon fine settimana (lunedì sarò ancora assente anche perché nella via dove lavoro l’Enel deve fare dei lavori e quindi niente elettricità, completamente isolata perché non funzioneranno nemmeno i telefoni, essendo collegati al modem come i pc 😦 )

    Ciao ciao, Pat

    Mi piace

  188. mirko

    Buongiorno, ehm ehm… buongiorno! 🙂
    Scrivete forte per favore che non vedo molto bene. Nulla di grave, non preoccupatevi è che stamane ho un occhio un pò chiuso, non si apre molto bene forse perchè ha tutt’intorno un’aureola grigia, anzi direi proprio nera. Poco fa un collega voleva offrirmi una canna di bambù dice che i panda prediligono quel cibo. Valli a capire i colleghi! 😦
    Sto digitando lentamente perchè al braccio destro devo aver riportato una leggera contusione, all’altezza del gomito. No, state tranquilli, nulla di che, neppure però può definirsi “il gomito del tennista” perchè le racchette non le ho usate. E’ che se ti prendono il braccio e te lo ruotano dalla parte inversa qualcosa deve per forza accadere… e forse è accaduto. Ma và a capire!
    Piano piano, attenzione per favore che dietro al collo sento male, forse ho stretto il nodo della cravatta un pò troppo oppure la camicia si è ristretta ma io all’altezza della cervicale è come se avessi preso un colpo, Forse ieri sera, o stanotte. Và a capire! 😦
    E poi la gamba. Era dritta come un fuscello e adesso sembra un ramo d’ulivo. Sbilenca come una ruota di bici bucata. Forse tre calci sono stati troppi, due mi bastavano. Và a capire. 😦
    E il sedere…. manco avessi fatto cinquanta chilometri su una bicicletta da corsa con la sella inesistente, un dolore, ma un dolore, devono essere stati al principio quei cinque calci: due alla gamba e due al sedere, che furia scatenata. Và a capire. 😦
    Quando poco fa con Aurelio & C. siamo andati alla tavola calda la Signora che serve ai tavoli mi ha guardato proprio strano e poi mi ha detto “senti camminiamo, siamo scesi in fretta ma restati lì….” no, no questa è la canzone che sta passando ora di Patty Pravo, a proposito ciao Pat! 🙂 la Signora mi ha detto “eri un perticone ora che t’è preso?”.
    Io le ho detto che oggi sconto una penitenza e cammino ginocchioni (quindi da cm. 1,80 a cm. 1,20), non potevo confessare che ero stato addobbato di tutto punto.
    Mi ha chiesto: “e che hai combinato?”
    Io ho subito abbassato lo sguardo di panda, E sono diventato rosso.
    Carla ha detto alla Signora che sono stato “abbracciato calorosamente”, mica ha confessato la crumira che è stato col suo calore che mi ha letteralmente distrutto.
    Da questo momento siete tutti avvisati: Trattatemi “con freddezza”.c’ho il “mal da calore”!
    Aurelio butta un altro secchio d’acqua fredda che vo’ a foco….. e a Natale si va in Siberia, …..
    ohi, ohi, che male che c’ho! 🙄
    @ Arthur: fratello mio tu che m’hai chiesto?… di darti “io” una dritta sulle donne?
    Ohi, ohi che male che c’ho! Ohi che dolore! solo a ricordare quei dritti, quei rovesci, quei calci, quelle mani….. mi è venuto pure il mal di testa! Vado a fare gli impacchi sulla fronte, ma dov’è la carta che non ci vedo…… Aureliooooooooo 🙄

    Mi piace

  189. ..e son passata a vedere se è successo qualcosa….
    arrivano strane risate a Pisa….. boh…
    Mi pare tutto calmo…
    seeee calmo un tubo! ma che c’hai mirkino ♥ adorato? t’ha fatto male venire a trovarmi????
    secondo me t’ha preso un tram in pieno a giudicare dai dolori sparsi…. poi te la metti sulla burla ma nascondi qualcosa….
    …il foco , come lo chiami te, ce l’hai perchè ti manco…mi pare ovvio!!
    …ti lamenti te poi!!! e io allora????
    sono bella gonfia ..come mi guardi mi guardi c’ho sempre il medesimo profilo…questo pulcy s’ha da fare nell’immediato…Pio pio vieni fuori perchè un ne posso più—
    ma ti pare bello??? te fai lo gnorri, mi vieni a di’ due paroline dolci dolci e io ci casco…Poi perl i piedi me li devo fa massaggiare da Duilio….che poverino corre a destra e a manca…e mi scambia per un vento pasticcione…in effetti c’ha ragione… ma ne riparleremo …
    Ora devo preparare il minestrone con i legumi…tutti….
    c’aggiungo pure le carote e il sedano..anche 3′ patate…e u pomodoro…
    tanto la Carlitass c’ha dimenticato 😦 anzi m’ha dimenticato.
    Invece la Carla che tutto vede e sente??’ dov’è 0 …è dietro a te Cucciolino..con un secchio…
    ;.-) eeeeeh che vita da incinte è questa!!! sola e gonfia….ma c’ho la salamella piccante e ora me la cucco!
    ..baci

    Mi piace

  190. mirko

    @ Vento ♥
    Vento mio soffia forte che sò tutto un bozzo, rinfrescami tu, sò un quadruccio come quelli della scacchiera! Maremma imbufalita che ho passato…. una furia come il cavallo nero di Mal.
    S’è scatenata la belva che c’è in lei ed è uscita una pantera. Sono a tocchi. 🙂
    E’ da stamane che il compare fa’ impacchi sul mì viso, sul mì braccio, sulla gamba, e su tutto quello che scotta. Aureliuccio vieni col secchio, corri compare….
    vento un bacio caldo, scottante. fra un pò c’ho pure la febbre! 🙂

    Mi piace

  191. @ Venticello: cara ventolino, io l’avevo detto, ma tu non stai attenta, non stai. Carlotta è una settimana che è letto ed ha avuto anche 40 di febbre, mannaggia, se non c’ero io a coccolarla, mannaggia!!! 🙂

    Mi piace

  192. @ Daniela: grazie Daniela, ricordati che quando c’incontriamo devo darti un bacio, però non farti sentire da Mirko, non sta bene ridere dei mali altrui… 😆 😆 😆

    Mi piace

  193. Buongiornooooooooooooooooooo 😀
    il mio non è poetico come quello di Aurelio 😛
    Mannaggia ma a Mirko che è successo?? non penso sia stata Carla…. quella santa donna!! non è capace di torcere un capello neanche a una mosca 🙂 Di la verità, non sarai mica caduto con la moto??

    Sister, uh come mi dispiace che sei piena di lavoro (ieri per “colpa” mia ti ho distratto e impelegato in una discussione nord e sud che potevi risparmiarti per dedicarti al lavoro… 😦 oggi chissà come stai galoppando e che salti mortali e carpiati starai facendo per ricontrollare tutto!!)
    Se non ci sentiamo più (causa Enel) ti auguro un buon fine settimana e un buon lunedì (anche se non ci sarà la corrente!!) sai già che mi mancherai?!?! 😦

    @Arthur: va beneeeeee non mi metto in castigo da sola per questa cosa, hai ragione a volte ragionare su queste tematiche fa bene… però ecco.. forse per questo è più indicata la Carla… non trovi?? 😀
    Chiedevi di avere delle lezioni per capire le donne… io le chiedo per capire vuoi uomini!!
    com’è che prima al bar/tavola calda in fila per pagare la consumazione e prendere il caffè, che stupidamente 5 minuti prima al tavolo avevo rifiutato, un tipo mi tocca dentro e mi dice: “che bella che sei, senti aggiungimi su FB così facciamo quattro chiacchiere” allungandomi il suo biglietto da visita -__-” ok, un approccio 2.0 ma stavolta avrei preferito il classico caffè!! -___-”
    Ho anche avvallorato l’ipotesi che mi stesse prendendo “in giro” per non usare un francesismo 😀
    solo che era solo e quindi di solito queste cose le fate se siete in gruppo, no??
    mah! comunque per non saper ne leggere ne scrivere il bigliettino l’ho cestinato nel primo cestino che ho trovato uscita dal bar… 😆
    Sono Cattiva?? mah forse si!! 👿 😀

    Mi piace

  194. mirko

    @ Carla
    GASP!!!!!!! 💡
    Ciao carissimissima, no non perdere tempo a leggere. Ti riassumo:
    Raccontavo agli amici che a mezzogiorno nel fare una fotocopia mi sono fatto un tagliettino quasi inesistente sul mignolo della mano destra con la carta e c’ho messo un cerottino di quelli piccoli piccoli, che poi manco serviva.
    E poi Arthur che è sempre premuroso e attento ha voluto farci un disegno, il mio nome con quel cerottino. 😉
    Aurelio sta dando secchiate d’acqua fresca alle piante dell’ufficio. 🙂
    Più o meno…. 🙂

    Mi piace

  195. wowwwwwwwwwwwwww!!!! ammazza che cuorone!!! un “cuorummmmmmmmmmm”………
    beh..tutto meritato… che bello!!! mi sento quasi felice!!
    Pure il tulle!! d’evesse l’avanzo dell’apino!!!
    Qui un si butta via nulla!!

    E mi dispiace assai ma tanto tanto per la Carlitass mia….non è riuscita a cucinarli a dovere questi virus impazziti fuori stagione!! ..domani la chiamo…giuro! la voce per parlare ce l’ha???
    pure la mi mamma c’ha l’influenza ed è con un fil di voce…. a domani Carlitass!

    ♠ ecco Carla!!! ora son due di picche…. hhihihiiiih

    Mi piace

  196. @ Lely: mannaggia, ti ho sempre raccomandato di non fare la brava, ma questa volta mi sa che hai fatto bene, anzi dippiù. Già uno che per attaccare discorso ti lascia il suo biglietto da visita,. mi sembra un po’… beh, diciamo un po’… insomma ci siamo capiti e mi sa che anche tu hai già capito come sono gli uomini, visto che hai fatto le tue scelte ben precise. Brava! 😉

    E poi, come si permette? NOn sa che deve prima passare al vaglio del sottoscritto nonchè dell’Aureilio, del Mirko, del Marcello e ci Duilio??? 😆

    @ Ventolino: sì, qui non si butta nulla, hai ragione, ma non hai notato nulla? 🙂

    @ Mirko: sì, sì, più o meno… 🙂

    Mi piace

  197. Lely, tu non hai nessuna colpa per ieri, mi sono distratta e anche volutamente da sola, oggi sto cercando di recuperare tranquilla, alla fine tutto sarà sistemato 🙂
    Ciao ciao

    CIAO A TUTTI !!!

    Mi piace

  198. mirko

    @ Aurelio
    c’ho fatto la Torre di Pisa. 🙂 Volevo star vicino alla mia donna almeno col pensiero….. 🙄
    Non ci crederai ma la torre di carta pendeva pure da una parte! 🙂

    Mi piace

  199. @Arthur: per fortuna stavolta ho fatto bene!! e tutto per far compagnia a una mia amica che oggi mangiava da sola.. avrei potuto dirle: “vieni a mangiar a casa mia, cucina Giovanni!! 😀 ” così evitavo certi personaggi.. hahahah il bello è che poi una volta in strada lei si è fatta le sue grosse e grasse risalte -___-” va beh solo a me posso capitare certe cose 😆
    La prossima volta che succede qualche episodio simile rispondo :”ma l’hai chiesto il permesso ad Arthur, Aurelio, Mirko, Marcello…” hahaha

    @Pat: ti mando un abbraccione più pandoso che ci sia!!! *_________*

    @Vento: ora ho capito che fine aveva fatto il mio tulle per il fioccone di Pulcy.. me l’aveva rubato Arthur!! hahahaha 😆

    Mi piace

  200. @ Lely
    Sorellina, ieri sera ho visto dei pinguini coccolossimi e ti ho pensata ma non mi è stato possibile fare delle foto, avevo troppa fretta
    Però se riesco pubblico le foto di pinguini veri, tutte per te 🙂

    Mi piace

  201. laura

    Ciao a tutti voi che state scrivendo ed anche a quelli che leggono silenti. 🙂
    “CIAO” al Comandante Arthur! 🙂
    Mi viene da ridere!
    Alzo gli occhi e vedo Aurelio nella sua postazione che lavora. Serio, tutto compito, occhialetti da presbite calati sul naso, sguardo pensieroso ed io mi muovo piano piano per non disturbarlo, per non ostacolare il suo pensiero. Ho addirittura abbassato la suoneria del telefono fisso e messo “in silenzioso” il mio cellulare. Non ho mangiato una caramella, poco fa, per non dargli noia con la carta che scricchiola.
    Leggo poi di secchi d’acqua, carta per impacchi, cerotti per ferite. 😦
    Mangio la caramella con la carta che scricchiola e gliene tiro una pure a lui. Finisce sulla sua tastiera, alza gli occhi da sopra gli occhialini e “che fai? sto lavorando……” 🙂
    Ma va là, istrione…….. 🙂 🙂 🙂

    Mi piace

  202. mariagrazia

    BUONASERA GENTE 🙂
    @ Mirko 🙂 in effetti saresti da schioppettata seduta stante. 😯
    Però… mi schiatto dal ridere a leggere, te lo voglio proprio dire! Ma sai che non avrei mai detto, a vederti, che eri “pure” tutto questo? 🙂
    ciaoooo a tutti!!!
    bacin bacino! 🙂 No bacillo, quello mai! 😦

    Mi piace

  203. mirko

    @ Mariagrazia
    collega…. tu mi elevi come poche persone al mondo (fatta eccezione per la mi’ Ventolino bella bella perchè è lei il vento che smuove tutti i miei pensieri, li rende fruibili, fluidi, fantastici) 🙂
    Anche Erzicovina a pensarci bene rende i pensieri fluidi e chissà cosa direbbe a vedere un ganzo come me. Chissà…. 🙂
    Bacio

    Mi piace

  204. aurelio

    @ MirKo
    un ganzo e pure bischero tussei! 😦
    Erzicovina neppure ti vede, se ti vede…..sempre se ti vede. 🙂
    piuttosto… ho un’idea 💡 vado da Carletta 🙂

    Mi piace

  205. carla

    Un ganzo come Mirko. Insolente il ragazzo. 🙂

    Alle nove della sera Mirko se ne stava fermo in un angolo della piazza della Contrada con l’ala del cappello calata sulla fronte e con gli occhi fissi sulla porta con la maniglia lucida d’ottonedella Locanda. Da circa un’ora era lì, ad osservare gli ospiti che arrivavano sempre più numerosi e le ombre scure che si muovevano dietro le finestre illuminate.

    Nel silenzio ode brusii e ronzii metallici come se la sua testa si fosse tramutata in un alveare.
    Volge il capo verso il campanile e fissa il gallo di ferro battuto che gira vorticosamente sotto la sferza del vento. L’aria è piena di un rumore di tuono e sembra che il vento impegni un furioso combattimento con quei folli rintocchi inseguendoli fra i tetti e le mura, verso l’aperta campagna.

    Gli alberi della piazza squassano i rami.

    Un giornale si solleva di colpo e sale verso il cielo come un aquilone sperduto.

    E la vede.

    I bruni capelli di Erzicovina lucidi per la generosa aspersione di olii aromatici, sono raccolti alla sommità della testa in un’acconciatura quasi settecentesca e nel contrasto della lana nera dell’abito, il suo viso ovale assume un pallore d’avorio. Intorno al collo uno stretto nastrino di velluto nero da cui pende un medaglione d’oro annodato le da l’aspetto di una ragazza di città.
    Ad Erzicovina fa un effetto strano vedere tutti quegli uomini che ogni giorno incontra dentro sdruciti jeans, camicioni a righe e due dita di barba nera, attenderla sulla porta della Locanda della Contrada , ben vestiti e con le scarpe lucide.

    Lei che c’ha classe, avverte subito la sottile differenza. Mica è acqua fresca, in fondo.
    Mirko l’osserva abbassare la maniglia d’ottone della Locanda delle Valli Ruspanti, le rivolge un gesto di saluto, lei rapida ricambia. Gli uomini affamati come lupi la seguono all’interno e spariscono velocemente dietro il pallore soffuso delle lampade.

    S’incammina lungo il viale alberato ormai spoglio Mirko. C’è un tappeto di foglie rosse e secche per terra, lui nella testa ha soltanto la sua donna.

    Il vento dolcemente gli accarezza la barba. Come fosse una carezza. 🙂

    Mi piace

  206. mirko

    @ Carla
    ma che mi combini pure Tu? Vuoi lite in famiglia…. forse? 😉
    Erzicovina ci ospita nelle sue stanze…. cosa chiedere di più?
    🙂

    Mi piace

  207. carla

    @ Mirko
    eri lì soltanto per un rapido saluto, in fondo! 🙂
    Non ti ho mai visto all’interno della Locanda della Contrada delle Valli Ruspanti seduto su una panca a ingollare birra e vino, sei morigerato mica un libertino lumacone come gli altri avventori.
    Li ho sentiti sai cosa dicono.
    Pensa che solo poco dopo alcuni minuti che loro sono là dentro, la conversazione raggiunge un tono così alto e concitato che tutti devono urlare per farsi udire sul rombo delle loro stesse voci e sul suono della musica.
    C’è un giovane che ha preso persino l’iniziativa di cantare una canzone ad Erzicovina ma, poveretto, ha una voce che stride come un catenaccio arrugginito.
    Una sofferenza per i timpani.
    Cosa non succede la sera dentro quella Locanda!
    Ogni volta che vedo abbassarsi la lucida maniglia d’ottone capisco che ci sarà una nuova storia da raccontare.
    E un giorno, chissà….. 🙂

    Mi piace

  208. Che bel racconto Carla!! mi sa che quando vedo Erzy non gli chiedo come è andata alla Locanda ma… dove ha comprato il medaglione!!!
    sono già con gli occhietti scintillanti… lo voglioooooooooooo anch’io!! 😀

    @Pat: non preoccuparti non fare i salti mortali… saprò attendere fino a martedì e oltre se è necessario 🙂 sai sono paziente.. per i pingu questo e altro!! 😀

    Buona serata a tutti!!

    Lely

    Mi piace

  209. carla

    Oh mannaggia Lelyna…. non ho pensato a rendere il medaglione ancora più scintillante.
    Grazie sei carinissima, ma che dico…. una perlina! 😆

    Mi piace

  210. @Carla: stanotte sognerò quel medaglione 😀 hehehehe

    @Arthur: erano anni che non la risentivo più!!! aaaaaaaaaaaah grazie *___*
    ♫ Cara celesteeee nostalgia…. dolce compaaagna di stoooorie d’aaaamoooore…. sempre mia sempre miaaaa… nana naaaa ♩ ops meglio che me la canto mentalmente … non vorrei svegliare l’interno condominio!! hahahaha 😀

    Buona notte a tutti…
    baciiiiiiii ♥♥♥♥
    Lely

    Mi piace

  211. carla

    Buongiorno, sveglia che la mattina ha inizio e oggi l’alba… è straordinaria. 🙂
    Sono ancora in pigiama con la tazzina di caffè in mano, tutt’intorno è silenzio, fantastica giornata, oggi la faccio andare così… devo vedere tutto rosa, quindi pupille a cuoricino, sorriso perenne sulle labbra, e musica n testa!
    Vedo rosa…. non scardinatemi le idee che oggi va così! L’ho deciso io! 🙂
    Ciao 😆

    Mi piace

  212. aurelio

    Io Carla ti segue…. vado dietro la tua scia rosa. 🙂
    Un confetto per 24 ore! Ci sarà da ridere, oggi! 😆
    Voglio vedere anch’io rosa.
    BUONGIORNO A TUTTIIIIIIIIIIII, e vai con le risate ahahahahahahahah!
    Oggi va così!

    Mi piace

  213. Buon giorno a tutti 🙂
    Capatina veloce per salutare tutti quanti e augurarvi una buona giornata all’insegna del rosa allora. Certo Aurelio che immaginarti come un confettone rosa è alquanto carino 😆
    Ciaoooo

    Mi piace

  214. BuonGiorno a tutti!
    Oh mannaggia Carla, sai che il rosa ti dona??

    Evvai!!!

    E allora vi lascio “padroni” (con garbo mi raccomando… 😆 ) di quest’angolino, quando ritorno voglio vederlo come un arcobaleno, ma non troppo però, solo un pochetto, anzi, facciamo così, lo affido a Laura, Daniela e Mariagrazia che tutte insieme tengono a bada quei tre ragazzacci quando Carla non c’è. Ma ho la vaga sensazione che oggi bisogna tenere a bada anche Carla, mi sa.

    *** Ciao! ***

    ps: Carla, com’era il tuo pigiamino? Parliamone! 😆

    Mi piace

  215. mariagrazia

    BUONGIORNO 🙂
    oggi “comu veni si cunta” (dice così Carla)
    Oggi giornata in rosa fino alla mezzanotte, poi alla mezzanotte e un secondo si vedrà.
    E allora… vedo rosa anch’io! 🙂

    Mi piace

  216. mirko

    Ciao ciao…. oggi qui è un giorno “perfetto”. 🙂
    Sembra un pre-carnevale, c’incontriamo e sorridiamo, nessun sarcasmo. Tutto fila liscio e non ci sono intoppi. Davanti a qualche controversia troviamo subito il lato positivo.
    Quasi quasi… si sta meglio! Vedremo passo passo quello che succede! 🙂
    BACIO A VENTO…. ♥
    BACI A TUTTI ♥

    Mi piace

  217. daniela

    Ciao ragazzi, ciao Arthur, veramente una bella giornata oggi, mi piace il clima solare che si è creato, basta poco davvero per far andare bene il giorno. 🙂
    Essere positivi senza cercare a tutti i costi un pretesto per immalinconirsi è veramente un toccasana. Dovrebbe essere fatto ogni tanto, un pò come il giorno del digiuno.
    io ho la piastrella rosa, cado a fagiolo! 🙄
    un saluto affettuoso e rosato ve lo lascio. 😉

    Mi piace

  218. aurelio

    @ A “Donna rosa” che oggi non aveva niente da pensare alle sei di mattina 😦
    Dunque… ho appena aperto a metà una bella mela. Vicino al semino nero…. c’era un vermetto bianco. Piccolo piccolo, quasi come il semino nero. 😦
    Oggi “devo” vedere rosa e …allora ho pensato che vuol dire che il frutto è sano, privo di anticrittogramici e che in fondo…. è normale, può accadere ecco! Ho fatto col coltello un bel buco per portar via il seme,tutto l’interno della mela e il vermetto.
    Ho mangiato la buccia della mela 😈

    Mi piace

  219. mirko

    @ Aurelio
    Compare, anzi che la mela l’avevi lavata… pensa se l’avevi sbucciata come fai di solito. 🙂
    Ora che ti mangiavi? 😦

    Mi piace

  220. Buongiorno a tutti!! e buon pranzo vista l’ora 😛
    Fatemi capire, quindi oggi è una giornata così??

    Ho capito va, l’aperitivo stasera lo offro io!! 😀

    Dopo le notti rosa ora anche i giorni rosa.. dai mi piace questa cosa!! 😀

    Mi piace

  221. aurelio

    @ Dany
    ascolta mattonella rosa, tu vedi di farmi arrivare a mezzanotte e un nanosecondo poi ne riparliamo. 😦
    Quando prima è caduto il faldone per terra e ha fatto quel bel botto io a voce alta ho detto “e meno male che non erano due” siccome però mi è finito sul piede sapessi quello che ho detto dentro.
    Tutta ‘na roba celestiale è uscita, altro che rosa. 🙂

    Mi piace

  222. laura

    Ciao Lely, qui oggi è proprio così, tutto rosa.
    Devi sapere che Carla quando è arrivata ci ha fatto un bel discorsetto, ha stabilito che è ora di finirla con le lagnanze immotivate fra noi dell’ufficio, perchè non ce n’è proprio motivo, etc….
    Dobbiamo saper gioire delle piccole cose, anche quelle che ci sembrano insignificanti, a un certo momento ha nominato pure la conchiglia dell’acquasantiera ma non mi ricordo bene in quale contesto.
    Dice che bisogna sentire il profumo di zagara anche quando sai perfettamente che non c’è, che se non nutri le aspettative eviti le delusioni perchè la vita ci tiene sempre sotto scacco e tante altre cose.
    Occorre saper vedere con occhi nuovi il lato bello di tutte le cose. 🙂
    Super il video e grazie per la solidarietà. 😆

    Mi piace

  223. Oooh mannaggia ciao!!
    ieri mi son stufata…avevo scritto e scritto ma il mio modem fa i capricci…
    pazienza …. ormai tutto è passato e ieri appartiene a ieri…Oggi è rosa…l’ha stabilito Carla e va benissimo così…e nonostante l’alba qui non ci fosse perchè era tutto grigio scuro, anch’io vedevo rosa…sarà che ho sognato che ridevo come una matta e quindi mi ha contagiato…mi son svegliata con la faccia a ebete, col sorrisino stampato sulle labbra e non riuscivo a smettere,
    Ho pure pensato che mi fosse venuta una paresi..invece poi ho parlato ed ho capito che ero sana in mente malata…esiste anche la forma latina..ma io di latino conosco solo il ballo…
    Bene…sono andata di nuovo a caccia…io prendo le fisse e siccome stanotte ha piovuto acqua son tornata al viale delle Piagge…. la pioggia tinge di fresco i colori d’autunno….
    Due passi, mi son detta dopo che ho depositato la ciospina al lavoro…aveva sonno la cucciola stamani…eccerto m’ha dato noia sino a mezzanotte con le sue moine …testina di qui, orso di là, panda a destra, il lavatore a sinistra, cane lupo nel mezzo e 6 cuscini…4 io due lei…insomma, una confusione !!! Poi un botto sordo..l’inquilina di sopra è caduta dal letto….un altro movimento sgusciante e poi silenzio…e io??? ” O nini, sei ruzzolataaaaaa???”
    Silenzio. Secondo me si vergognava da morì…
    e noi??’ a ridere …..poi mentre seguivamo il film di un ascensore assassino…botta di sonno micidiale …la tv s’è spenta da sola….e noi abbiamo perso la fine, Me l’ha chiesto la pupa se avevo visto il finale ma io ..nulla.
    Bon …detto questo devo andare alla panchina …qualcuno ha capito male ..mi spiego come posso perchè si sa, io un son tanto integerrima..allenata e subissata…sono ventosa e a volte sbaracco tutto.
    capito Mirkino♥??? e nonostante io veda rosa…mi sento rossa come l’amore…batte forte il cuore per te, batte in fronte lo stipite della porta….e l’armadietto delle medicine è caduto sul panchetto.
    E’ l’amore lo so..prende sempre più il sopravvento anche sulle cose..tutto parla di te e si muove come te…spero la tua camminata non sia a orango…. 😀
    Arthur buongiorno e buon pranzo…

    Mi piace

  224. marcello

    buondì 🙂
    pranzo; “pennette al salmone rosa”
    buonissime.
    Ho rispettato il compito assegnato.
    (avete visto la “mia” piastrella? In tema)

    Mi piace

  225. aurelio

    Le pennette erano proprio buone credo però sia stata del tutto casuale la loro scelta. o pensi che……ma non ci posso credereeeeee. 😦
    Riscontro però una verità: tendenzialmente tutti siamo portati ad essere negativi, proprio nel modo di porgerci, di parlare. Effettivamente il nero è un pò troppo presente a volte. Siamo ingiustificatamente “pessimisti” oltre il dovuto.
    e allora guardiamo “rosa”, tanto la mela è capitata a me, il faldone è finito sul piede mio…. 😦
    però, sono quisquilie dai, sto scherzando, era così buona la buccia in fondo……
    piuttosto…. non ci sono troppe panchine in giro? 😦 Non è che finiamo per accasciarci e santa notte! 🙂

    Mi piace

  226. Oh porcacc… sono appena rientrato in ufficio e ho visto una quindicina di e-mail che facevano bella mostra di sé e mi sono detto, vuoi vedere che quei ragazzacci si sono scatenati? Poi ho pensato che c’era Daniela, Laura e Mariagrazia a tenerli a bada e così mi sono tranquillizzato. Pennette al salmone rosa, Mirko? Con pepe nero o peperoncino? Io invece oggi ho mangiato tagliatelle al ragù, ma ho chiesto esplicitamente alla signorina di farmeli un po’ mero rossi e un po’ più rosa, così giusto per stare in tema. 🙂

    Mi piace questo cosa del “Pensiamo Positivo”, mi piace assai, tant’è che stavo per scrivere un post di quelli cervellotici e mi sono detto: Ma che. vogliamo pazziaàààà?
    Quindi mi adeguo con immenso piacere e d’ora in poi spero che siate d’accordo, una giornata al mese la passiamo vestendoci di rosa. Oh mannaggia, mi piacue l’idea, sì sì sì, mi piacue l’idea, che ne dite? 😳 😳 😳

    Vabbè, intanto vi lsacio in buona compagnia.

    A dopo, nel senso che ripasso! 🙂

    Mi piace

  227. io adoro gli uomini in rosa….
    che non è color carne…ma rosa rosa!!!
    oggi tante belle donne, finalmente….
    Manca Antonella….sarà a fotografare fiori sugli alberi all’orto botanico???
    uhm…
    baci a questa ciurma e buon week end

    w il rosa….
    Peccato che Mirkino♥ mio.debba comprare il fiocco celeste….ma una spruzzatina di rosa possiamo anche metterla…vero ciccipucci♥???
    fai il bravo…che il grande fratello t’osserva…vale a dire che non mi vedi ma ci sono, caro. 😆

    Mi piace

  228. @Laura: un discorso molto bello e istruttivo sia per il lavoro che per come affrontare la vita a giudicare dal tuo riassunto… *__* e brava la Carla!! non ci delude mai 🙂
    Senti, ma quando ci sono queste “conference” possono partecipare anche gli esterni?? tipo le perline sbrilluccicanti 😛

    Ah, ma oggi uscite prima dal lavoro?? allora si anticipa l’aperitivo!! 😀 😀

    @Pat: ho visto il post pinguinoso *_____* grazie Sister sei stata gentilissima e tenerissima a postarlo così in fretta… 😀 Buon week end carissima… ci sentiamo presto allora!! bacione Lely

    e gli altri… ci vediamo più tardi per brindare in rosè 😀 hahahah

    Mi piace

  229. @ Venticello: Beh, il rosa non è un colore molto maschile, ammettiamolo, a me piacciono le camice rosa, con o senza righina, le adoro. Poi in ordine di apparizione vengono quelle bianche e quelle azzurre. Diventeresti matta a stirarmele. 🙂
    L’Antonella è in letargo, lei sempre in autunno. Oggi mi ha messaggiato dicendomi che stasera usciva fuori a cena, non so se con uomini o con donne e allora, Urrà!!! 🙂

    Comunque ci legge sempre, anche lei ha la connessione ballerina, ma poi in questi giorni è tutta presa dal nuovo cucciolo. Carlotta credo che sia ormai in via di guariggione.
    Insomma, Tutte e due non ci sono in questo periodo, ma ci sono ugualmente, d’altra parte, cosa farebbero senza di noi??? 🙂

    Mi piace

  230. mirko

    @ Ivana (una donna sempre in rosa)

    Oggi in ufficio è stato veramente simpatico cercare la positività, lo stare bene, andare incontro agli altri, io non me lo aspettavo che avrei provato certe sensazioni. Forte l’idea! 🙂

    Facevo tutto questo però, bada bene, pensando sempre a te. ♥
    Quando siamo andati a mangiare, dopo il salmone al pepe rosa (che era buono, buono, buono) pensavo di prendere due lampascioni, che pure loro mezzi rosati sono. Poi Aurelio mi ha detto, ma che fai oggi che dobbiamo avvicinare gli altri tu ti metti a mangiare quei bulbi odorosi? E così mi sono attaccato, nel senso che ho afferrato la forchetta e ho tagliato il mio filetto al “pepe verde”. Mi è dispiaciuto che il pepe fosse verde, io lo avrei voluto rosa per restare in tema ma quando l’ho detto alla Signora che serve ai tavoli lei mi ha fatto notare che non era dal colore che si giudicano i grani. Non ero molto convinto e l’ho chiesto ad Aurelio. Lui mi ha risposto Mirko non è mica da questi particolari che si giudica un giocatore, un giocatore lo vedi dal coraggio, dall’altruismo e dalla fantasia. Che c’entrava il giocatore con i grani non l’ho mica capito però sono stato zitto perchè quando sei nel giorno “rosa” devi fare il bravo ed ho mangiato il filetto al pepe verde. Buono anch’esso come il salmone.
    Arrivati alla frutta ci siamo guardati, qual è la frutta rosa? Non esiste e se esiste è una fetenzia. Siamo passati al dolce: abbiamo preso tutti una “mousse alla fragola con panna”. Siccome la volevamo proprio rosa, ci siamo guardati, abbiamo strillato uno, due, tre e col cucchiaino abbiamo mescolato i due prodotti ed è venuta una crema rosa. Siccome però abbiamo gridato “uno, due e tre” tutti i clienti ai tavoli si sono girati verso di noi ed hanno guardato quello che stava succedendo. Noi gli abbiamo detto che era il giorno rosa e loro hanno scosso la testa come a dire voi state messi proprio male di brutto, però hanno chiamato la Signora che serve ai tavoli e se la sono fatti portare pure loro. Quando la Signora gliel’ha messa sotto il naso loro hanno gridato “uno, due, tre” e via di cucchiaino a girare. Allora io e Aurelio abbiamo scosso la testa e gli abbiamo detto che adesso stavano proprio come noi. Male di brutto, in compenso però erano “rosa”.
    Il caffè non l’abbiamo preso perchè il nero non c’entrava un piffero oggi ed abbiamo preso l’amaro. Più la signora snocciolava i nomi degli amari che teneva più noi immaginavamo il loro colore. Nessuno ci andava bene. Allora ci ha chiesto: “ma voi quale volete?”. “quello rosa” abbiamo risposto. Mi ha fatto segno di seguirla. Sono andato in cucina e mi ha lasciato campo libero di prepararlo io con le bottiglie che c’erano a disposizione.
    Ho mescolato il mandarinetto, lo cherry, l’amarena, una bella sorsata d’orzata e poi cognac e whisky a volontà, ed io di volontà ne avevo molta. E’ venuto un liquido rosa da paura. Fiero come un toro ho riempito i bicchierini e l’ho portati al tavolo. Ho servito prima le signore perchè conosco il galateo e so stare al mondo e poi a Marcello, Massimo e Aurelio. In ultimo, a me. L’amaro si tracanna in un sorso unico, ho detto e tutti via…. se lo sono lasciati calare nel gozzo. Poi abbiamo cercato di alzarci per ritornare in ufficio. La mente obbligava le gambe e loro manco pe’ ‘a capa rispondevano. I vicini del nostro tavolo hanno capito la situazione e ci hanno offerto il pranzo prima di andarsene perchè era stato un piacere dividere con noi la giornata rosa. Così ci hanno detto ma io li sentivo lontano lontano per cui non sono tanto sicuro e non vorrei che lunedì quando la Signora ci vede ci dica: “Ve ne siete andati senza pagare il conto con la scusa del rosa”, E già sarà tanto se non troviamo da pagare pure il conto dei vicini.
    Siamo riusciti a scollare le gambe dal tavolo poco fa e zigzagando siamo tornati alla base.
    Nel giorno rosa tutto può succedere e vedete che a noi è successo.
    Vento mio quanto mi sei mancata…….. ♥

    Mi piace

  231. Ma che bello ragazzi, ho appena scoperto che Patrizia prendendo spunto da Erzicovina, ha scritto una bella storia, “La Farfalla Dorisdeatramundatas e Teresina”
    Andate a leggerla, che è veramente bella e questo ancora una volta ci ricorda che Patrizia oltre che scrivere delle belle poesie e fare delle belle foto, scrive anche molto bene.

    Sono contento che Erzicovina abbia ispirato sia Carla che Patrizia, io in effetti l’ho un po’ lasciata in un angolino e queste pagine sono servite per farla rivivere, ma grazie a loro, soprattutto grazie al loro modo di interpretarla, la nostra Erzicovina sta per diventare un personaggio al pari di Nonno Archimede, una di noi insomma, come dire, la classe non è acqua fresca. 🙂

    Ciao, buona serata a tutti e buon fine settimana se non ci sentiamo più con alcuni di voi.

    Mi piace

  232. Sono andata a leggerlo!! e hai ragione Arthur meritava veramente… ma non avevo dubbi trattandosi della mia Sister 😀
    Un bel racconto prima di andare a dormire… di sicuro farò dei bei sogni e chissà magari mi sveglio sorridente come la Vento stamattina 😛
    Urca, mi sono appena resa conto che la giornata rosa è finita 😦 peccato!!… però dai non sono triste.. perché tutto quel rosa è ancora in me!! 😀 ce ne vorrà prima di smaltirlo 😛

    Buona notte e un buon week end a tutti!!

    Lely

    PS: ma Mirko ha poi trovato un nome a quel cocktail “amaro” che ha tagliato le gambe a tutti i colleghi?!?! 😆 😀

    Mi piace

  233. c’è nessunooooooooooooooooooo??? oh bella mi sento molto particella di sodio oggi 😀 😀
    ho sentito perfino l’eco della mia voce hahahahah

    A parte gli scherzi, sono passata per lasciare un salutino alla nostra Erzy e uno a tutti i suoi amici 😀

    Buona serata!!!

    Stasera ho la febbre… ma non preoccupatevi.. è quella del sabato sera!! 😀

    Besos

    Lely

    Mi piace

  234. Oh mannaggia Lely, cosa ci fai qui da sola? No spetta erano le 17.02 e a quest’ora, visto che forse per una volta mi hai dato retta, chissà dove sarai.

    Io sono appena tornato da una cena con amici e abbiamo riso come matti. Che bello avere dei cari e buoni amici!!!

    Bene, Ventolino sarà già a nanna, Carlotta e Antonella pure, forse, Patrizia di sicuro è ancora in giro, Carla chissà cosa fa a quest’ora, magari avrà incominciato a contare le pecore e il resto della compagnia? Chissà, chi lo sa!

    ‘notte, domani mi aspetta un po’ di lavoro da finire.
    A domani sera quindi.

    *** Ciao ciao! *** 🙂

    Mi piace

  235. carla

    E’ mezzanotte, c’è una pallida luna e poco vento, l’autunno è nell’aria col suo odore di foglie macerate. In notti così, accartocciata come una gatta nel piumino, mi sdraio sul lettino e osservo il cielo. E’ il mio serbatoio, è da lì che attingo voglia e forza. Consumo la solitudine in quella superficie della memoria da cui riaffiorano frammenti. Sono attimi di quelli in cui la vita pare sospesa e il tempo prendersi una pausa. Distesa in giardino guardo il buio, le stelle, i carri, la luna, le nuvole disperse, ascolto il mio silenzio e viaggio, m’interrogo, a volte pure m’addormento.
    Quando mi addormento capita che sogno e…

    “….. ho abbassato anch’io stanotte la lucida maniglia d’ottone della locanda delle Valli Ruspanti. Ho spinto la porta a vetri ed ho lasciato i miei pensieri fuori, al fresco della notte. La curiosità è un pozzo sul quale ogni tanto vale la pena affacciarsi, attingere acqua o solo specchiarsi. Nella locanda durante la notte c’è sempre fermento, falchi, uomini e lupi a contendersi il cielo. Tintinnano i bicchieri di vetro pieni di vino e i boccali colmi di birra spumosa. C’è fumo là dentro, le finestre opache non hanno riflessi e le luci che escono dalle lampade verdi appese alle pareti disegnano ombre spettrali. Sono ombre degli uomini che una volta varcata la soglia diventano lupi affamati con la bava alla bocca, il contesto elimina ogni limite e restituisce la libertà. Il corpo è solo un territorio dove è bandita la censura e il giudizio, l’eleganza morale rimane indifferente, estranea a quel luogo e resta fuori. Ho letto da qualche parte che “la grandezza di un uomo si misura da quanti stupidi gli danno addosso” ma nella locanda sono tutti grandi amici e tutti uguali.
    C’è la musica a forte volume che galleggia nell’aria odorosa di alcool, fumo e legno di pino proveniente dall’arredamento, panche e sedie rivestiti da tessuti vecchi e corrosi con quell’odore di resina che impregna i vestiti, sale dalle narici e colma la testa ubriacandola.
    Mi siedo su uno sgabello vicino al bancone, a lato c’è un grosso vaso in ottone pieno di fiori di plastica, guardo con attenzione il liquido nel bicchiere che tengo tra le mani, ho il vestito già impestato dal fumo, qualcuno accanto a me fischietta una canzone, le sue parole rallentate dal vino.
    Lo vedo poi voltarsi verso l’uscio aperto di scatto e riprendere vita distogliendosi dall’ipnosi. Seguo il suo sguardo e finalmente la vedo. Erzicovina è lì, a qualche metro da noi e saluta gli uomini con una voce dal tono forzatamente squillante. Ha gli occhi di un verde che ricorda l’acqua dei mari tropicali. E’ la sua arma, un gioco vecchio come il mondo ma là dentro è ancora piacevole da giocare. Dal vaso sul bancone estrae una rosa rossa e se la punta tra i capelli. Il brusio tra gli uomini è incontrollabile, sembra un fiume la cui diga è in procinto di crollare. Le voci salgono di tono, Erzicovina comincia a ballare. Le movenze, gli ancheggiamenti, quel suo lisciarsi i capelli distrattamente e poggiare la mano sui fianchi e muoversi con ondeggiamenti lenti, studiati e sorridere a tempo, malizia nei gesti, nei modi, negli occhi. E lunghi sospiri. Mancamenti tra i lupi affamati, rossore sui visi, fa caldo nella locanda in questa notte d’autunno.
    Lo sconosciuto di fianco a me estrae del tabacco e delle cartine, con calma arrotola una sigaretta. Me ne offre, non fumo, ringrazio, non sente. Accende e si concede una boccata che diventa ben presto una nuvola di fumo sopra le nostre teste. Erzicovina balla, il suo viso si disegna a mano a mano che diminuisce la distanza. I lupi trattengono i respiri, lasciano camminare i pensieri che come puledri cavalcano impazziti tutti i sogni proibiti. Il presente e il futuro stanno giocando a scacchi, gli uomini sono pedine senza scampo, un corteggiamento pazzo, un obiettivo comune, brandelli di carne e pruriti traditi. I bicchieri si svuotano ma non placano l’arsura anzi, moltiplicano la sete.
    Accanto a me lo sconosciuto accende un’altra sigaretta e si pulisce la cenere dal bavero della giacca. Me lo ritrovo a fianco come un compagno di scuola non gradito. Ha il viso segnato dalle rughe e il corpo secco come il legno stagionato, è il ritratto dell’amarezza che nessun luogo riesce a soddisfare. Mi chiede il mio nome, non so se per sincerità o per convenienza. O forse per capire soltanto se ha ancora voce prima di arrivare al sodo. Rimango in silenzio a guardare quella sua aria sofferente che porta addosso tutte le cose che ha dovuto sopportare, sembriamo due manichini dentro un blocco di plexiglas.
    Ed Erzicovina balla con quella classe che ormai le si conosce, che non fa acqua ma apporta sangue al sangue. Ed i lupi si sa di sangue vanno a caccia.
    “Mi chiamo Carla”. Mi fissa e non risponde. Meglio così. Ho una vita piena di grane per cercarne altre. Di colpo inizia ad ululare.

    ……sento abbaiare un cane in lontananza, ne riconosco la voce, è il mio. Apro gli occhi, sento freddo anche sotto il piumino, guardo l’ora è l’una, sono Cenerentola sopravvissuta alla mezzanotte.
    Stavo sognando qualcosa, non ricordo ma ho una rosa rossa di plastica tra le mani.
    Entro in casa e mi verso da bere. Vado a letto, fra poco è l’alba.
    Buonanotte al mondo. 🙂

    Mi piace

  236. @Arthur: sono stata un angioletto 😛 urca lavoro da sbrigare?? ‘nnaggia mi hai fatto venire in mente che dovevo fare qualcosa pure io!! hahahahah paura neh?? don’to worry 😀

    @Carla: *________* che bello questo racconto!!! una descrizione precisa e dettagliata… leggendolo sembrava quasi di essere uno spettatore… una racconto coinvolgente…. e poi per me ancora di più!! perché ?? ma semplice mentre leggevo papà è passato alle mie spalle e aveva appena acceso una delle sue sigarette..’nnaggia non sono ancora riuscita a farlo smettere!! 😕
    Diciamo che a breve tu e la Pat potreste scrivere un sequel a 4 mani 😀 Stasera prima di andare a dormire me lo rileggo perché è veramente bello!!

    PS: non dire a Erzy che dalla Vento c’è una rosa rossa… non vorrei che gliela portasse via 😛

    Buona serata a tutti!!!
    Lely

    Mi piace

  237. @ Carla: di una cosa sono contento, del fatto che Erzicovina da quando l’hai scoperta qui nel mio blog, ti abbia ispirato più di una storia appassionata, raccontata sul filo del rasoio, come si suol dire, che in qualche modo evidenzia il tuo stato d’animo nei confronti di una determinata categoria di donne. Beh, io Erzicovina in effetti non me la sono mai immaginata come una mangiatrice di uomini, anzi, una donna senz’altro appariscente che solo per questo suscita sentimenti e sensazioni del tipo che hai descritto in questo tuo racconto ma, al tempo stesso, molto timida, cosciente delle sue virtù esteriori, ma non del tutto sicura di volerle davvero.

    In effetti Erzicovina nasce dal ricordo di una signora che ho conosciuto alcuni anni fa che, per il suo modo di fare, più di una volta aveva suscitato equivoci, al punto da essere definita alle volte una poco di buono. Ma lei, da un lato ci giocava e dall’altro si sentiva in un certo senso quasi schiava di una natura che l’aveva “troppo” dotata e alle volte era come una specie di condanna. Adesso che ti scrivo queste cose, mi viene in mente una mia amica un po’ piccolina di statura ed esile di costituzione, che però aveva un seno abbastanza sproporzionato alle sue “dimensioni”. Cercava di nasconderlo con un portamento un po’ ricurvo e delle maglie abbondanti, perché per lei era un problema. Tra l’altro, malgrado le dimensioni, aveva un bel seno, ma se lo avesse potuto diminuire di due o tre taglie, avrebbe fatto i salti mortali.

    Mannaggia, quando si dice che voi donne non siete mai contente!!! 🙂

    Bello comunque il tuo racconto, come ho già detto, appassionato, con una visione della Carla del tutto inedita, perlomeno in certe situazioni. Hai mai pensato di scrivere sul serio, tipo un libro? 🙂

    Appena ho un attimo, voglio raccogliere questi brani che vedono protagonista Erzicovina per metterli nella sua pagina dedicata e tra un po’, con tutto quello che è stato scritto su questo blog, da Voi, oltre che da me, potremmo farci anche un libro e non sarebbe per niente male l’idea, che dici. 🙂

    Grazie cara Carla, mi piace molto questa vostra partecipazione, ma questo l’ho già detto. 🙂

    Buon inizio settimana.

    Mi piace

  238. @ Lely: sei stata un angioletto? Mannaggia, quante parole buttata al vento!!! 😆

    Mi sa che questa settimana devi darci dentro in quel che sappiamo noi, mi raccomando ando, ando ando ando. 🙂

    Ciao, buon inizio settimana anche a te e buon inizio settimana a tutta la Ciurma, tutti compresi nessuno escluso.

    Mi piace

  239. …la Carla con le parole incanta…
    i complimenti non si esauriscono mai…
    l’idea del libro non è per niente male…
    Brava Carla….come ti vengono certe idee…
    sei un talento naturale. un ci piove sopra…
    Potresti insegnare “Romanzi” alla Normale di Pisa.
    ………♥♥♥ Buona giornata Carla.

    ..e ora torniamo a noi….
    sempre curiosa di vedere un po’ di tv ieri mi son guardata per un momento Bonolis…
    dopo che avevo pianto per un po’….ebbene chi ti vedo?
    in marcantonio di ragazzo truccato a mestiere, ballerino, fisico statuario da quel che ho potuto osservare…molto generoso….
    Quel nome m’è saltato su come una rana nella stalla…in mezzo ai piedi!
    Oh cavolo! Mirkino♥mio????? Lui???? eh si, il fegato mi diceva di si…
    Ho collegato i suoi silenzi…le sue mosse…i suoi modi scribacchini…e
    se tre più 5 fa otto …eccolo lì!!!
    Con quella parrucca fiorita….quella maschera di carnevale….quel tutto braccio in primo piano…quella bella dentiera..e labbra rosse luccicanti…..eh..m’è preso uno ‘s’ciopone…
    ..e ora? cosa faccio?? c’è mancato poco che partorissi…ma un trauma l’ho avuto…ho sentito il Pulcy rotolarsi dalle risate..pareva una scimmia imbufalita…. piroettava come la Fracci …e si innalzava come Nureyev nel bolero di Ravel… apperò!!!!
    Tutto questo nella mi pancia…
    Mi auguro che la nascita avvenga nella calma più assoluta…altrimenti mi toccherà chiamare l’ Abelarda….chi è? è parente di Bud Spencer….gli somiglia anche di brutto!!! ..sicuramente mi calmerà…. 😦

    Mi piace

  240. Buon giornooooooooooooooooooooooo
    pant pant pant…. Arthurrrrrrrrrrr sto pedalando!!! mi manca anche il fiato… ahimé non sono più allenata hahahahah sono passata di qui di corsa per salutare tutti e…. augurarvi un buon appettito!! ecco mi sa che mi ci vorrebbe anche il cocktail di Mirko così mi tirerebbe un po’ su… anzi no! prima che poi vado a zig zag e faccio qualche incidente!! però suvvia penso che un goccettino non mi faccia poi così male 😀

    Vabbé scappo perché ho la “pausa pranzo” contata… se no poi come faccio a finire nei tempi il lavorone?!?! 😀 hehehehe

    Besos a tutti!!
    Lely

    PS: chissà la mia sister adesso cosa starà facendo… senza corrente… davanti ai suoi faldoni… spero che la facciano uscire prima dal lavoro!! oggi piove e la giornata è talmente buia che per leggere le carte dovrebbe usare la luce di una candela… e poi così facendo si rovina gli occhietti e le foto stupende poi come fa a farle?!?!

    PS2: Bella l’idea del magazine!!! sai che era venuta pure a me.. poi dopo, se ho tempo, ti mando una mail per spiegarti le idee che mi erano venute 😛

    Mi piace

  241. Bentornata Carlotta, ne avrai di cose da raccontare immagino, ci sei mancata, così come ci sono mancate le tue ricette, a quando la prossima? Oggi da queste parti c’è stata calma profonda e domani per quanto mi riguarda, non ci sarò fino a tardo pomeriggio, essendo fuori sede per lavoro. Ti aspetto e vista l’ora, ‘notte. 🙂

    Mi piace

  242. Carissimo..un abbraccio e grazie per avermi attesa tanto a lungo,,mi siete mancati tanto, ma nello stesso tempo ,la mia giornata era così stravolta che ho saltato anche i pasti o mi è capitato di pranzare alle 4 del pomeriggio..questo per dirti che sarei stata un fantasma sul blog comunque!Un saluto e buondì!

    Mi piace

  243. aaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaah!!!
    Urlo di gioia!!!
    Bentornataaaaaaaaaaaa ciospina del cuore mio!!!
    Eccerto che sei mancata!!!
    ma ora sei qui e tutto il resto si mette nella pentola!!
    ..ehm..io c’ho la linea che fa capricci….boh…
    va e viene a comodo sui..mi fa perdere i commenti…mi salta tutto!!
    Cmq…lasciamo perdere ogni cosa…un si sa mai vada peggio!!
    bentornata Carlitass del nostro cuore…te l’ha chiesta la ricettina il capo??
    se non l’ha fatto beh..lo fo io!!
    qualcosa di pratico pimmia …e solo pimmia!!
    magno io e basta! 😀

    sono sfacciata? si? e sia…viva la sfacciataggine a ricetta!
    Buona giornata anche se piove!

    Mi piace

  244. mirko

    BUONGIORNO A TUTTE/I 🙂 🙂 🙂
    Buongiorno Grande Capo Arthur 😉
    Ivanuccia mia ♥ sogno di mezzanotte ♥ non ti ho abbandonata ♥ anzi son qui a stringerti stretta stretta ♥ che tutto il male va presto via 🙂
    Sono semplicemente rimasto da ieri mattina “l’unico homme dell’office”, mi sento tanto Kiro lasciato senz’osso! 😦 Stanno tutti relazionando ….. 😳
    In loro assenza mi sono ricordato questa ricettina che mangiavamo spesso in Sicily:

    Bucatini al pesce spada e olive nere

    Ingredienti per quattro persone:
    grammi 320 di bucatini
    mezza cipolla
    grammi 250 di polpa di pomodoro
    un trancio di pesce spada di cuirca gr. 400
    una ventina di olive nere denocciolate
    olio, sale e pepe

    Preparazione:
    In una padella soffriggete la cipolla tritata con l’olio, aggiungete il pesce spada tagliato a cubetti. Fate rosolare da ambo i lati dopodichè aggiungete le olive, la polpa di pomodoro, aggiustate di sale e pepe e fate cuocere per 20-25 minuti.
    Una volta pronti i bucatini saltateli per qualche minuto nella padella con il sughetto e serviteli ben caldi.
    (se dalle Vostre parti circola Aurelio…. scappate con tutta la zuppiera fumante, imboscatevi nello stanzino, nascondetevi insomma perchè lui è ingordo e se la pappa tutta, a noi c’è già successo, c’ha lasciato il buco della pasta, le spine del pesce e il nocciolo delle olive…..)

    In attesa di una bella, buona e vera ricettina di Carlotta 😉
    Ed ora mi faccio un bel giro nelle altre casette che anch’io mi sento tanto solo….. 😦
    poi ritorno qui! 😆

    Mi piace

  245. Eccomi, caro Mirko, la tua ricetta mi è piaciuta e così l’ho messa in prima pagina. Ho fatto bene? 🙂

    Ciao a tutti, che tempo, mannaggia!!!

    Ripasso! 🙂

    ps: ma il resto della Ciurma, che fine ha fatto?

    Mi piace

  246. pant pant… presenteeeeeeeeeeee!! 😀
    Ufficiale Lely a rapporto, mi dica Capitano!! 😆
    Passo per augurare a tutta la ciruma Buona notte 😀
    Ho visto che è tornata Carlotta!!! e quindi mi aggrego pure io a Vento, Carlotta.. ricettinaaaaaaaaa ?? 😀 prima però vieni qui e fatti abbracciare e siediti a prendere con me una tazza di tea, raccontami tutto quello che ti è successo in questi mesi di “latitanza”…

    Siccome mi sa che sarà l’unica a essere ancora sveglia… lascio anche una buona giornata a tutti!! e, anche se pioverà (ormai lo fa da lunedì!!) sarà comunque una bella giornata, no?? 😀

    Mi piace

  247. ‘giorno, passo solo per un saluto veloce. Stamane devo andare a litigare con la mia occhialara di fiducia, visto che è la seconda volta che mi fa un paio di occhiali che non riesco a mettere. 😦

    Lelyna, ho ricevuto, devo ancora leggere e appena sono pronto, ti faccio un colpo, colpin colpetto. 🙂

    Ci sentiamo più tardi. Buona giornana (piovosa) a tutti.

    *** Ciao Ciao! ***

    Mi piace

  248. mirko

    Arieccomi, esco fuori come la lumaca dopo la pioggia….. 🙂

    Stiamo allegri anche se il tempo oggi non è dei migliori. E’ uggioso ma fa lo stesso, mi sorride il cuore pensando alla mia donna ♥ e al suo vento ♥ e a quello che ruota dentro e intorno a lei ♥
    E’ forte quel donnino lì, sembra una scaglietta di parmigiano invece quando la conosci avverti tutta la sua sostanza, la sua concretezza. E’ una “forma” d’amore intera lei! 🙂 Altro che ‘sti stracchini che vanno in giro, brigidini che non si tengono neppure in mano, colano a destra e a sinistra e scadono subito anzi, partono già scaduti. 😦

    Allora che si dice? che si fa? 😆
    Si lavora, Maremma bona, lo so, non lamentiamoci però, dai ….

    Io faccio un pò di compiti 🙂

    La ciurma stanotte mi ha raccontato un sacco di cose.
    Si chiacchierava come se fosse pieno giorno ed erano le due di notte. Ari_Maremma!
    Io ho chiesto: “cosa posso scrivere domani?”
    Mai l’avessi chiesto! Avete presente quando si toglie il tappo da una vasca piena d’acqua e glu glu glu glu….. 🙂
    Io non mi ricordo un fico secco di tutto quello che è stato tirato fuori. 😦
    A un certo momento ho sentito:
    “Francesco è entrato nel negozio di fiori all’angolo della piazza. Ha ordinato venti rose rosse da consegnare a Erzicovina, oggi è il suo compleanno.
    Aveva conosciuto Erzicovina frequentando la stessa scuola media della Contrada delle Valli Ruspanti, erano due adolescenti e occupavano lo stesso banco.
    Era lui che durante il compito in classe d’italiano svolgeva due temi ed era ancora lui che gesticolava dal banco le risposte sulle materie per le quali la ragazza era chiamata in cattedra.
    Era lui che suggeriva tutte le soluzioni se lei andava alla lavagna.
    Se alla fine di ogni anno scolastico Erzicovina era promossa lo doveva a Francesco.
    A Francesco piaceva Erzicovina e non perdeva occasione per dimostrarglielo. Ora con un gesto affettuoso, ora con un sorriso, ora con un cioccolatino.
    Conseguita al licenza media avevano trascorso l’estate nella casa al mare dei genitori di Francesco che ogni anno vi si trasferivano dalla prima settimana di luglio. I genitori di Erzicovina avevano piacere che la loro figlia si concedesse vacanze marine ed avevano accolto di buon grado quell’opportunità che veniva offerta dalla famiglia di lui.
    e andava avanti …bla bla bla bla, io mica mi ricordo tutta quella pappardella che è stata detta e per non sbagliare vado a comprare un mazzo di fiori e lo metto nella stanza. Vado al negozio di fiori che sta all’angolo della piazza e se incontro Francesco gli chiedo come è andata a finire perchè stanotte io non c’ho capito proprio niente!
    Appena mi telefona la ciurma glielo dico che sono bello che pronto, col mazzo in mano, e sento che mi rispondono. O voi lo immaginate già? 🙂
    Buongiorno, il tempo di una spolveratina col piumino di struzzo, arieggio le stanze, svuoto i cestini e ripasso…. tanto la bocciatura è assicurata! Ari_ari_Maremma! 😦

    Mi piace

  249. mirko

    Eccomi di ritorno da queste parti. 🙂
    E’ successo un guaio, ve lo dico subito. Eravamo rimasti che io stavo spolverando col piumino di struzzo, ve lo ricordate? Riordatevelo bene perchè io poi sono andato avanti con lo struzzo. Mentre spolveravo la scrivania del Capo che non era presente in ufficio è caduto il vaso.
    Un vasaccio di pessima fattura, mica un Ming.
    Ho raccolto tutti i pezzi e sto facendo un puzzle.
    E ancora sono in alto mare. 😦

    Mi piace

  250. Scusatemi per l’assenza ma è un periodaccio, pochissimo tempo a disposizione e durerà ancora un bel po’ ….

    Mirko, ma poi l’hai sistemato il vaso?Gulpp!!!
    Salutoni a tutti tutti
    Ciaoooo

    Mi piace

  251. carla

    Buongiorno anche sotto la pioggia pazzerella. 🙂
    che tristezza…. sono passata a far visita ai miei amici in rete e ho trovato due blog “chiusi”. Non hanno nè venduto e nè affittato, hanno abbassato la saracinesca e puffff… neppure il campanello suona più. Imposte chiuse, porta bloccata, luce staccata. C’è lo zerbino e lì sotto ho lasciato un ultimo mio messaggio. Quanta amarezza si prova in questi casi! 😦
    Dopo la visita ai parenti ritorno a casa. 🙂
    Abbiamo finito in questi giorni un lavoro “dabbestia” e tra mezz’ora lo presentiamo ufficialmente. Nel primo pomeriggio torniamo in libertà….. 🙂
    Ho letto che anche Carlotta è riuscita a far ritorno e meno male, almeno avremo qualche ricetta “seria”…. dopo quella di Mirko. Carlotta va tutto bene, vero? Come sta la piccola, bellissima e tenera Desirè? 🙂
    Vento …. drinn drinn (prestissimo sai, così ce la ridiamo un pò!) 🙂
    Patrizia indaffaratissima sul lavoro come forse anche Antonella….. porcaccia miseria! Coraggio che tutto ha sempre una fine, anche i periodi “out” 🙂
    Duilio…. “A”rtista devo passare con calma a leggere i Tuoi scatti! Imperdibili! 🙂
    Marghian un amico “fantastico” per me e con una sensibilità che…, arrivooooo! 🙂
    Lelyna…. tu sei troppo buona con i miei lestofanti. io li farei scivolare su un tappeto di perline colorate, hai visto mai che rinsaviscano? Abbiamo una cosa in comune: tu passeggi con Billy e i con quelle due “bestioline”, ognuno passeggia con quello che ha! Ed io ho la solita sfiga! Con calma ti racconto le loro bravate, così ci facciamo due risate cioè… due pianti! 🙂
    Sys…. vuoi che una capatina dalle Tue parti non me la faccio? E dai! -)
    Dimentico sicuramente qualcuno, me lo sento e mi rammarico da sola. Perdonatemi! 😦
    Dovrei dire qualcosa su Arthur. Qualcosa è un termine riduttivo però e Lui non merita solo quattro parole messe in fila. Quindi sto zitta e lascio al silenzio ogni parola. Se si sente un gran fracasso è perchè il silenzio quando vuole sa far davvero rumore! Grazie Capo! 🙂

    Ora accosto la porta piano piano, è ora di andare, a dopo …. 😆

    Mi piace

  252. BuonGiorno a tutti voi, Ciurma vicina e lontana e a Carla che stamattina si è affacciata per prima nel blogghino, alla quale dico Grazie per le sue parole nei confronti di tutti e un Grazie Grande da parte mia che, mannaggia, mi ritrovo di prima mattina rosso come un peperone per ciò che ha scritto. Si vede? 🙂

    Sui blog che chiudono sai come la penso, io ho sempre difficoltà ad accettare un distacco dalle persone, soprattutto con quelle con cui si è creato un rapporto diverso, profondo; mi capita alle volte di ritornare su qualche blog che ha chiuso sperando sempre di ritrovarlo, così per incanto, di nuovo aperto, magari un ripensamento e la voglia di rimettersi in gioco e sì, perché è di questo che stiamo parlando, non solo di bei post pubblicati o commenti più o meno tanti o più o meno pochi e numerini che scorrono uno dopo l’altro.

    Ieri, in preda ad una nostalgia “assassina”, ho bussato ad una porta chiusa, una porta che nel passato neanche troppo lontano, mi era stata addirittura spalancata, un’intesa senza confronti che, sembrava essere frutto di una vita intera e che si è conclusa con la certezza di essere stata prima d’ogni cosa, una cosa bella.

    Ieri, il suono sordo delle mie nocche su quell’uscio chiuso, ha risuonato nelle mie orecchie per un po’ come una sconfitta, una tremenda sconfitta, di quelle che, inevitabilmente, lasciano il segno.

    Ma abbiamo già parlato di questo, rischierei di ripetermi e vabbè che con l’età capita, ma non voglio neanche tediarvi con le mie elucubrazioni mentali sull’argomento.

    Emulando un pochetto la Carla, vi saluto uno per uno, augurandovi una bellissima giornata, o quanto meno, una giornata serena.

    Ciao Carla, Patrizia, Ventolino, Lelyna, Carlotta, Antonella, Sys, Sol’, Laura, Mariagrazia, Daniela, Silvia, Lucia, Morena, Laura, Aurelio, Mirko, Marcello, Duilio, Deborath, Marghian, Rebecca, Gabry, Simona…

    *** Ciao! ***

    Mi piace

  253. mirko

    ciao a tutti 🙂
    sono riuscito a recuperare tutti i pezzi del vaso, meno uno. L’ho rincollato alla meno peggio.
    La figura riproduce una scena di caccia. Cè un setter irlandese, un tizio che imbraccia un fucile e in lontananza le montagne. E c’è un bel buco… il pezzo di puzzle che manca. 😦
    il logorroico non se n’è mica accorto tutto preso a gongolare. 🙂

    Mi piace

  254. daniela

    Ma ci siete? 😆
    Eccoci, noi ci siamo tutti, consegnato il lavoro e tornati.
    Io…. saluto anche “EleOnora” perchè andando sul suo blog ho capito che, come me, ama tanto il caffè! 🙂
    Ciao Eleeeee! (ma mi leggerà? boh!) 🙂

    Mi piace

  255. Ciao Daniela, Eleonora ci segue, non preoccuparti, almeno che io sappia. Andrò da lei a dirle che che l’hai salutata.

    Siete così più liberi? Beati voi, io tra un po’ faccio un paio di omicidi, dici che può far bene farlo? 🙂 Ma vedo che anche Patrizia è sulla mia stessa lunghezza d’onda ma, a proposito, che fine ha fatto Ventolino? Ha fatto a fuitina con Mirko e non ci ha detto niente? A no, aspetta, Mirko sta raccogliendo i cocci del vaso del logorroico, se non ho capito male, e allora dove è fuiuta quella benedetta “Santa” donna?

    Boh, valle a sapere ‘ste cose.

    Vado, a dopo, non dico ripasso altrimenti apriti cielo, apriti. 😆

    Ciao Daniela (a proposito, te l’ho mai detto che hai un bel nome?)

    Mi piace

  256. mirko

    Pat ciao, mannaggia ma pure tu sei incasinata col lavoro? 😦
    A noi domenica sera ci ha telefonato il Logorroico che la Società esterna che doveva preparare una relazione “sull’olio di oliva, la frangitura, la gramolatura, la spremitura” per stamattina non ce la faceva a rispettare i termini. 😦
    Noi svolgiamo tutt’altro lavoro ma sentito com’era in crisi, in tre giorni ci siamo buttati a capofitto col rischio di fare un brutto tonfo. 😳 Invece anzichè una relazione alla fine è venuto fuori un bel libro corredato da immagini e ricette.
    Io ho allegato la ricetta che Arthur ha pubblicato. 🙂
    Carla ha scritto quella sui:
    “Calamari ripieni di olive”
    Ingredienti per 4 persone:
    gr. 700 di calamari
    gr. 150 di olive nere di gaeta
    gr. 50 di pangrattato
    1 spicchio d’aglio
    1 cipolla
    10 capperi
    1 ciuffo di prezzemolo
    1 uovo intero
    olio extravergine d’oliva
    1 bicchiere di vino bianco secco
    sale e pepe
    Preparazione:
    Sbucciate e tritate finemente l’aglio, i capperi e metà delle olive nere. Lavate, asciugate e tritate il prezzemolo. Staccate i tentacoli dei calamari, tritateli e metteteli in una terrina amalgamando con il pangrattato, poco prezzemolo, l’aglio, le olive tritate, i capperi, l’uovo, sale e pepe.
    Farcite ora i calamari con il composto e richiudeteli con uno stecchino.
    In un tegame, fate imbiondire la cipolla tritata con l’olio di oliva, unite i calamari e le olive rimaste, salate e pepate a piacere e fate cuocere bagnando con il vino secco.

    Aurelio, che è il solito vagabondo 😦 ha scritto:
    Insalata di patate e olive
    Ingredienti per 4 persone:
    n.5 patate di media grandezza
    gr. 150 olive verdi denocciolate
    olio extra vergine di oliva
    sale
    prezzemolo
    peperoncino in polvere
    Preparazione:
    Lessate le patate in abbondante acqua bollente e pelarle,tagliarle a fettine, condirle con l’olio, le olive, il sale, il prezzemolo e il peperoncino.
    Che ricetta eh? da grande chef proprio! 😦

    Ma se continuo così il commento diventa lungo, lungo e Arthur s’arrabbia, 😦

    A proposito, il Logorroico oggi è talmente contento che mica se n’è accorto che c’ha il vaso… fucilato! Il problema sarà se lo riempie d’acqua ma se nessuno fa la spia non saprà mai cos’è successo!
    E poi è più che evidente che è partito un colpo dal fucile del cacciatore disegnato 🙂
    Ciao Pat…. e non prendertela x il troppo lavoro, uffa però per colpa sua stai pochino con noi! Ariuffa! 😦

    Mi piace

  257. daniela

    @ Arthur
    certo che me lo hai detto che ho un bel nome! 🙂
    e io te l’ho mai detto? (ahahahahahah)
    Senti …. per gli omicidi, pensaci, te l’ho mai detto che è meglio sorridere? 🙂
    Tu me lo hai sempre detto! (ahahahahahah)
    Passerò anch’io da EleOnora, fà di quei lavoretti a maglia che… troppo bellini!
    ciao Arthur

    Mi piace

  258. aurelio

    Buona sera a tout “le monde di Arthur” 🙂
    Cos’ha la mia ricettina che non va? è semplice, genuina e veloce 🙂
    e in casa, generalmente, si hanno quei prodotti senza bisogno di alambiccarsi il cervello!
    Piuttosto, se il libro-relazione è andato alla grande lo è stato anche per la mia grafica/impaginazione, troppo da geni! Come da geni è stato scrivere le migliori qualità d’olive italiane che fino a domenica neppure conoscevamo:
    -ascolana
    -bella di Cerignola
    -giarraffa
    -taggiasca
    -nocellara del Belice (oliva di Castelvetrano, Nuciddara, Nebba, Nerba)
    per ognuna un bel commentino, fotografia e ricettina. che scoop! 🙂
    Però a questo punto scrivo anche la ricettina di Daniela
    Antipasto olive nere e melanzane
    Ingredienti:
    3 melanzane tagliate a fette
    1 cipolla tagliata a spicchi
    3 spicchi d’aglio
    4 cucchiai di olive nere snocciolate e tagliate a rondelle
    sale e pepe
    timo e origano
    aceto di vino rosso
    3 cucchiai olio extra vergine d’oliva
    Preparazione
    far scolare le melanzane cosparse di sale per 30 minuti. Lavarle, asciugarle e tagliarle a bastoncini.
    Scaldare l’olio con l’aglio e la cipolla, aggiungere timo, origano, olive, sale e pepe, aggiungere le melanzane e cuocere dieci minuti.
    Quest’antipasto freddo o caldo si può preparare in anticipo, ottimo come contorno alla carne.
    Per adesso basta così, sennò hanno ragione a darci dei “grulli toscanacci”, ma oggi siamo felici, che ne so, è andato talmente tutto così bene…. 🙂
    Pat, 🙂 e sbuca fuori ogni tanto, così imboscata nelle pratiche chi ti vede? 😦 Anzi ti vengo a trovare nel tuo blogghino che lo scompiglio un pò, tanto grullo pè grullo ci stà! 🙂
    Arthur…. niente omicidi, per quei due giorni che s’ha da campare,,,,,,, 😆
    e poi, racconta a me, confidati…. chi ti stuzzica a tal punto? Ma lo sanno che hai la coda in sù? Noi lo sappiamo bene visto che una coda gira anche da queste nobili parti, e che coda quando la ciribiricoccola parte, e che pizzichi che arrivano ….. 😦

    Mi piace

  259. Mirko, incasinata è un eufemismo, molto peggio, ma veramente molto. Si sono scatenati tutti in una volta, i programmi aggiornati non arrivano e devo fare tutto manualmente e tanto altro. Bohhh io non so proprio se ce la farò!!!!
    Scusatemi, ma proprio non riesco a seguirvi, dispiace tanto anche a me 😦
    Salutoni a tutti tutti tutti

    Mi piace

  260. laura

    Ciao Pat e ciao tutti 😆
    scusate, a questo punto anche la mia di ricetta…
    MACCHERONI CON ZUCCA E OLIVE
    Ingredienti per 2 persone (…. è intima)
    200 g. di maccheroni
    15 olive verdi denocciolate
    200 g. di zucca
    1 scalogno
    2 rametti di timo
    sale
    olio extra vergine d’oliva
    Preparazione
    Tagliare finemente lo scalogno (molto sottile così si scioglie in cottura) e farlo soffriggere nell’olio extra vergine d’oliva.
    Aggiungere la zucca tagliata a dadini e lasciare insaporire per qualche minuto. Aggiungere acqua lentamente fino a quando la zucca non sarà molto morbida e non avrà iniziato a crere una cremina. Aggiungere le olive, il timo e il sale.
    A questo punto facciamo cuocere i maccheroni in abbondante acqua salata e uniteli alla zucca.
    Ciao 🙂

    Mi piace

  261. Tranquilli ragazzi, per il momento (per il momento) non uccido nessuno, comunque non si trova da queste parti, ma in quelle più diciamo così, reali, ma va bene lo stesso, tra l’altro, caro Aurelio, hai ragione, i miei collaboratori sanno che se mi arrabbbbbio, altro che punzecchiature, ma per loro fortuna capita raramente.

    Daniela, scussa (ss=s) ogni tanto mi dimentico di averti chiesto qualcosa, però è vero, hai un bel nome, dolce, tenero, e da quello che scrivi, mi sa che ti si addice. però una cosa mi sfugge, cos’è che non mi hai mai detto? 😆

    E adesso arrivo a quei due ragazzacci, Aurelio e Mirko: non sprecate così le ricette, altrimenti non facciamo in tempo a gustarcele ben bene. Buona quella dei calamari ripieni di Carla, io una volta li ho fatti, ma avevo messo un ripieno troppo “denso”, morale della favola, se li avessi tirati in testa a qualcuno, altro che bernoccolo. Un po’ come quella volta che avevo degli ospiti e mi è venuto in mente di fare lo stoccafisso a ghiotta, tipico piatto Messinese, che immagino Carla conosca benissimo e che mia mamma faceva divinamente.

    Ebbene, prima di metterlo in forno, l’ho fatto cuocere troppo sul fuoco, per cui alla fine si è praticamente liquefatto, riducendosi in pezzettini piccolissimi e allora per non fare brutta figura con gli ospiti, approfittando del fatto che un mio amico aveva tirato fuori una discussione appassionante, ho fatto delle polpettine belle croccanti, accompagnate con delle fave fresche saltate in padella che un po’ di aglio, prezzemolo e acciughina sotto sale, spacciandole per una specialità di famiglia, mannaggia. Ho recuperato e solo gli intimi sapevano del disastro che mi era successo.
    Capita alle volte. In compenso avevo un Rapitalà d’annata che ha conquistato tutti.

    La cosa più bella è stata che le donne continuavano a chiedermi la ricetta ed io, visto che avevo improvvisato, non sapevo da dove incominciare, dallo stoccafisso finito in briciole oppure dall’impasto per le polpettine? Boh!!! 😆 😆 😆

    Ritorno e… fate i bravi.

    Mi piace

  262. laura

    @ Arthur
    Sì sì puoi mettere tranquillamente al posto della zucca….. non so cosa ma oggi va bene tutto! 🙂
    E dai che hai messo la fotina col peperoncino, troppo forte così!
    Piccantino e peccaminoso, urca….. 😳
    Noi l’abbiamo mangiato lo stoccafisso alla ghiotta, ammazza se è buono! Io la ricetta non la so, però…. con una buona parola si ottiene, si ottiene! ed io una parola pettia la metto, eccome se la metto….! 🙂
    ciaoooo Arthur, m’hai fatto ridere col raccontino della tua ricetta! Uno chef rimedia a tutti i pasticci!

    Mi piace

  263. @ Laura: ho dovuto farlo, altrimenti chissà per quanto tempo me l’avrebbero rinfacciato. 🙂

    Scherzo, i miei ospiti sono in genere pazienti, li ho abituati a dei buoni manicaretti e non potevo deluderli. Per fortuna il pasticcio è venuto bene. Poi avevo trovato un nome Esotico_Siculo_Mediterraneo venuto al momento, che adesso non ricordo più quale fosse, sai quelle cose inventate lì per lì che fanno morire dal ridere, basta dirle nel modo giusto, un alzata di sopracciglio, un sorriso appena accennato e il tono di voce convincente. 😆

    ‘nnagg… !!!

    Conosco la ricetta dello stoccafisso a ghiotta, ma lo confronto volentieri, per cui mettici pure la buona parola.

    Grazie, sei un tesoro! 😉

    A questo punto quasi quasi apro una pagina della pagina dedicata alle ricette, visto che siete in vena creativa. Vi farò sapere! 🙂

    ps: ebbene sì, oggi mi sento molto peperoncinato, dici che è grave? 😆

    Mi piace

  264. Ciao ragazzi, vi devo lasciare, purtroppo. Siete sempre una bella compagnia, grazie per questo. Vi auguro una buona serata e se per caso passate sul tardi, ascoltiamo un po’ di musica insieme, prima di auguraci la buona notte, dopo baci e abbracci ovviamente. 🙂

    *** Ciao ciao! ***

    Mi piace

  265. aurelio

    Ultimo giorno della settimana, ultimo giorno lavorativo del mese. 🙂
    E siamo a quasi 400 commenti su questo post, sicuramente per finire l’anno il Capo dovrà aprire un’altra stanza.
    Stavolta se arriva “girato” sottosopra com’era ieri…. apre una botola! 😦 E chi cala cala… 😉
    Piove ma non importa ….. l’arcobaleno è dentro di noi. O no?
    Oggi posso solo alloggiare da Erzicovina perchè sul post della “fotografia” …. passo! 😦
    un saluto, un bacio e un abbraccio a Tutte/i.
    (poi ho da fare una linguaccia: a te che “sai” e se cominci col compatimento… te ne fò due! 😆 )

    Mi piace

  266. BuonGiorno Aurelio e BuonGiorno a tutta la Ciurma, anche oggi sono di corsa, ti terrò informato se strada facendo ho accoltellato qualcuno oppure no ( 🙂 ), piuttosto, dimmi una cosa, perché “passi” sul post della fotografia? Maddai, da notizie certe, assolutamente certe, so che sei diventato un fotografo provetto ma, al di là di questo, il tutto è solo per contarsela su un po’, mica per altro, quindi non fare il timido e dimmi come la pensi sull’argoento, se hai voglia ovviamente. 🙂

    Come stanno le “tue” donne oggi? Carla, Daniela, Laura e Mariagrazia? Non farle dannare mi raccomando, sai che le donne basta un attimo e poi, chi le ferma? 😆

    Il tuo compare, Mirko, ‘ndò sta?

    Un saluto per tutti voi ed anche per tutti gli altri.
    A dopo,più tardi. 🙂

    Mi piace

  267. mirko

    Ndò sto? io sto qui 🙂
    Non mi vedi? l’occhialara ha risbagliato la visione allora… però oggi da te me ne sto alla larga, tieni ‘u cutieddu e io m’appaurisco! 😦
    Le donne sono qui … sognano una casa tutta per loro (un blog) e sfogliano pagine e pagine da stamattina, in fondo le capisco, mica si può stare “ospiti” a lungo e già ci siamo stati troppo.
    A me e al compare toccherà dividerci ancora! A meno che anche noi due si pensa a metter su una catapecchia, in fondo presto mi sposo. 🙂
    A dopo, a dopo, 🙂 fà con calma e spunta l’arma che sennò fà guai…. 😦

    Mi piace

  268. Anche oggi toccata e fuga per un salutone a tutti, scusatemi ancora ma proprio non mi riesce di trovare tempo a sufficienza per poter ridere e scherzare con voi, cosa che è piacevolissima.
    Colgo anche l’occasione per augurarvi un buon fine settimana con la speranza di essere un pochino più libera nei prossimi giorni, anche se sarà molto difficile uffff 😦

    @ Carla
    Appena Mirko sarà diventato padre, che gli fai?? hihihi
    Ciaooooo

    Mi piace

  269. carla

    @ Pat 🙂
    a Mirko ogni tanto lo strozzerei proprio per le cose che racconta….però prevale la ragione e lo sopporto. 🙂 ciao e buon fine settimana se non ci s’incontra nottetempo!
    n.b.= coraggio prima o poi l’ondata di lavoro si attenuerà 😉

    Mi piace

  270. @ Mirko: maddai, ma è uno scoop (si dice così?) il tuo, le Donne vogliono aprire un blogghino anche loro? Maddai, che bello che sarebbe!!! Potremmo fare un ponte levatoio tra loro e il mio blogghino, magari una specie di coperativa, che dici? Che idee che mi vengono il venerdì pomeriggio!!! 🙂

    A parte gli scherzi, sarebbe veramente bello, perché non fate un blog multi_autore? Un po’ come abbiamo fatto io e Solindue con il blog di The Best Magazine. Potreste pubblicare a periodi alterni, dando ovviamente a chi vi legge il tempo per recepire il post del giorno o del momento. Pensateci. Se lo fate, anche se lo fa solo uno di voi, sappiate che sarò il vostro principale sponsor, dippiù, dippiù.

    Oggi è andata bene, nel senso che non ho accoltellato nessuno ( 🙂 ), però per un attimo ho avuto la tentazione di fare almeno qualcosa di poco usuale. Sono andato a mangiare il mio solito piatto di tagliatelle da Giovanni Rana e oggi c’era una signorina nuova, con una voce così squillante che era persino fastidiosa da ascoltare.

    Metto la mia tessera nell’apposito strumentino e le chiedo un piatto di tagliatelle al ragù e un acqua naturale e lei: “Vuoleeee il menùùùùùùùù?” con quilllo finale.
    No, le rispondo, un piatto di tagliatelle al ragù e una bottiglietta di acqua naturale. ” Mangia anche il dolceeeeeeeeeeeee?” Sempre con squillo finale che aumenta di qualche decibel… No, le rispondo, solo il primo con una bottiglietta d’acqua naturale. mettendo il punto sulla E finale. “Abbiamo del tiramisù buonissimo, sicuro che non lo vuole assaggiareeeeeeeeeeeeeeeee?” Sempre con squillo finale con decibel in progressivo aumento e un mezzo sorriso stampato sulla faccia. No, le rispondo per l’ennesima volta, solo quello che le ho chiesto e questa volta il sorriso stereotipato era stampato sulla mia faccia. “Pane, caffèééééééééééééééééééééééé?” ‘nnagg… le ho risposto… 🙂 “Mannaggiaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa in che sensoooooooooooo?” 😆 😆 😆 A questo punto scoppio a ridere e alcuni signori vicino a me lo stesso. Sa, le rispondo, deve scusarmi, ma “mannaggia” è un mio abituale intercalare, non ci faccia caso. 🙂

    Ma vi pare??? 😆

    Evvabè, capita. A proposito, la mia amica Morena Fanti ha pubblicato il post con l’uscita del blog di Scriveregiocando, l’iniziativa che lei ogni anno porta avanti per Natale, pubblicando brani e poesie di amici blogger e non, che vogliono partecipare. Come sempre, c’è il mio zampino, sto preparando il Magazine che uscirà se tutto va bene per fine settimana prossima. Carla mi aveva mandato un brano che Morena ha pubblicato nel sito di Scriveregiocando, io ci ho aggiunto una mia foto che spero piacerà a Carla. Se volete andare a dare un’occhiata, questo è il link: http://morenafanti.wordpress.com/2012/11/29/e-gia-natale/

    Il magazine che sto preparando è strepitoso, con nella prima pagina una sopresa per la nostra Lelyna. Quando sarà, vi aspetto tutti compatti, mi raccomando.

    ‘nnagg…!!! A dopo.:-)

    Mi piace

  271. carla

    @ Arthur
    Per quanto mi riguarda il blog non si fa, nè ora e nè mai. 🙂
    Personalmente mi basta visitare i blog nei quali lascio traccia, mi diverto con loro e a me questo basta. Occasionalmente mi avventuro un pò più lontano e in tre occasioni mi sono pure persa. Nel senso che ho scritto su un blog molto divertente, poi non l’ho più ritrovato.
    Ho perso le chiavi con tutta la casa! 😦 Porcaccia miseria!
    “Scriveregiocando” grazie Arthur, ho visto la fotografia e mi piace tantissimo, è proprio indicata. Mi è piaciuto molto partecipare all’iniziativa di Morena ritrovando tre amiche d’avventura (Pat,Vento e Lely): sono state bravissime! 🙂
    Il tempo è un pò tiranno, ci sono in programma tante cose nel ns. ufficio ma cercherò di essere presente il più possibile.
    a presto, un abbraccio a tutti 🙂

    Mi piace

  272. @ Carla: sono contento che la fotografia ti sia piaciuta, in effetti anch’io penso che si adatta benissimo al racconto. E per il blog, beh, lo so che tu non vuoi aprirlo, ma magari le tue amiche sono tentate, come diceva Mirko. E poi, dove meglio del Mondo di Arthur? 🙂

    Evvabè, scherzo ovviamente. Potresti aprirlo senz’altro un blog e di cose da dire ne avresti tante, così come i tuoi amici, ognuno di voi scrive molto bene e a quel che vedo le idee non vi mancano ed io sono contento di avervi qui con me, in fondo, è un po’ la vostra casa, non è così? 🙂

    Ciao carissima, buona serata, se passi più tardi, ascoltiamo un po’ di musica insieme a Patrizia, se non è andata a letto, visto che domani per lei è una giornata importante. (l’ho detto!!!) 🙂

    ‘sera.

    Mi piace

  273. @ Arthur
    Non credo che andrò a letto molto presto, lo faccio molto raramente e lo sia benissimo, anche se non sempre sono qui al pc, ma faccio altre cose, come “studiare”, eh si, devo anche studiare…
    Domani è importante per me, vero, ma un’altra parola e ti uccido… PROMESSO!!!!

    Mi piace

  274. ciao carissimi!!
    ho un po’ di arretrati da recuperare 😦 ma penso che per un po’ non riuscirò a stare al passo…
    ho dei problemini e mi è difficile rimanere al pc… quindi non impensieritevi la Lely non è scappata con Erzy su un isola deserta… è sempre qui ma un po’ latitante.. ecco potrei chiederei i diritti ad Arthur per utilizzare il suo ripasso…. va beh
    scappo perché Morfeo mi attende di già!
    Un bacio alla mia Sister Pat, alla mia virtual_mamy Vento, a Carla, Aurelio, Mirko, Marcello, Carlotta, Duil, Daniela, Laura, Mariagrazia… ecc ecc
    ah già dimenticavo il Capitano!!!
    un bacione speciale solo per te Arthur!! 😀

    Buona notte a tutti

    Lely

    Mi piace

  275. Oh mannaggia, mi spiace Lelyna che tu abbia dei problemini e comunque, qui facciamo tutti il tifo Pittia, questo è certo che dippiù non si può.
    Ti dedico una canzone bellissima che ogni tanto suono con la chitarra cantandola con gli amici…

    Ciao Lely, un bacione super speciale anche da parte mia. 🙂

    ‘notte!

    Mi piace

  276. avete fatto i festini!!!!!!
    …beh..e ora???
    io ascolto il mi’ piacione: heheheheh vi garberebbe sapè chi è???
    son parecchi…. 😆

    Buongiornoooooooooo…bacio e a presto!
    Oggi mi cimento sui dettagli..di cosa? un lo so!

    Mi piace

  277. BuonGiorno a toute le monde e a Voi, dippiù, dippiù. Oggi fa un freddo cane, anche se c’è il sole, per cui ho deciso, vado a vivere in una città di mare. Quando? Quanto prima, managgia!!! 🙂

    A dopo e, fate i bravi mi raccomando. 🙂

    Mi piace

  278. Buon giorno a te Arthur e buon giorno a tutti. Anche qui oggi sole, ma freddo, ma io sto bene ugualmente anche perché la settimana è iniziata caoticamente e nonostante sia al lavoro da più di due ore non ho ancora iniziato a fare nulla, perché c’è un via vai di gente incredibile, telefonate e cose varie, quindi sono continuamente in giro per l’ufficio a tirare fuori pratiche e altro ancora e quindi ho caldooooooooo 🙂

    Ci si sente po, se riesco. Ciao a tuttiiiiii 🙂

    Mi piace

  279. Ehm Capitano, prima di andartene in una città di mare, se hai tempo, sarebbe meglio aprire un’altra pagina di Erzicovina, da me si carica a fatica, ci mette un sacco di tempo. Però non so se è così anche per gli altri, quindi non prendere per certo quanto ti ho scritto.
    Ciaooooo!!!!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...