Quel profumo di zàgara.

 

BuonaPasqua_14

Zàgara è il fiore dell’arancio, la cui fioritura avviene tra aprile e maggio; viene utilizzato per la preparazione dei profumi, ma anche di alcuni prodotti dolciari.

Il suo profumo fa parte dei miei ricordi d’infanzia in Sicilia, quando da piccolo giocavo a nascondino insieme a miei cugini tra gli alberi di arance e di limoni. La campagna allora, per noi picccini, era la scusa per sperimentare cose nuove, e una in particolare mi è rimasta dentro, il suo silenzio, quello che oggi mi piacerebbe ritrovare lasciandomi alle spalle il frastuono della vita di ogni giorno.

Insieme ad una bellissima una poesia di mio Papà Santi, è così che voglio augurarvi la Buona Pasqua: chiudete per un attimo gli occhi e cercate d’immaginarlo questo profumo.

Quel profumo di zàgara

Ed eccolo, ancora, febbraio
sonnolento. C’é più buio che luce
nel suo movimento, più lesto il tempo
l’ore residue consuma d’un giorno
breve e di me che, assorto
nel mio fantasticare, mi confino.
La nostalgia m’assale e valli
rivedo verdeazzurre, il mare quieto,
l’incantesimo sento
di quei giorni lieti quando, esplorando
vaghi sentieri,
raccogliendo fiori gioivo.
Spazia il mio sguardo
sulla campagna che digrada
e memorie risveglia
di melograni in fiore e gelsomini;
ora mi tenta il rosso
dei papaveri, ora
seduce
quel profumo di zàgara soave
del cui diletto giovinezza é piena.
Ma, come un sogno che sfuma,
nella bruma si perde
il mio fantasticare. E qui la nebbia
s’addensa sulle case e oscura il cielo;
sui sensi affaticati notte incombe.

                                                Santi

Buona Pasqua a tutti voi!

©_Copyright

Annunci

50 pensieri su “Quel profumo di zàgara.

  1. anche le poesie di papà Santi sarebbero da pubblicare in un volume, Arthur, sono così belle e profonde…

    pure io amo il silenzio e lo cerco in questi giorni, lontano dalla concitazione quotidiana…

    mi sono molto graditi questi tuoi auguri pasquali con i versi di Santi e il profumo delle zagare nell’aria… grazie Arthur, buona Pasqua anche a te!

    Mi piace

  2. Ehhh Papà Santi, quanto mi piace leggere le tue poesie. Mi entri nel cuore in maniera incredibile e susciti tante emozioni. Le leggo in silenzio, senza nessuna divagazione e assaporo parola dopo parola, perché sono troppo intense, sentite, vere. Grazie Papà Santi, mi serviva proprio una tua poesia per rasserenarmi un po’ in questa giornata così brutta!!!
    Buona Pasqua a te Arthur!!!
    Ciao, Pat

    Mi piace

  3. Bellissima, tanto bella che con presunzione ho chiusi gli occhi e con la mia mano nella mano di tuo padre ho viaggiato in questo quadro meraviglioso, ho sentito mie queste parole trasformarsi in immagini dentro me. E grazie per averle postate e grazie per aver ricordato le zagare, mia suocera ci aromatizza una gelatina all’arancia per le torte, come profumo lo usa sul bordo delle lenzuola quando arrivo io. sa che la amo e lei mi ha insegnato a spruzzarlo sulla biancheria da letto o da bagno, pochissima…è persistente e sensuale.
    Buona Pasqua a te e che sia di pace.

    Mi piace

  4. Meravigliosa poesia caro Arthur. Tanta sensibilità che sento vicina alla mia e di cui penso già di averti parlato. Stavo passando da te per lasciarti un augurio, quando mi è arrivato il tuo gradito post. Ricambio quindi gli auguri con un forte abbraccio. Isabella

    Mi piace

  5. Buona Pasqua 🙂 e grazie per questo bellissimo poesia.
    Vissuto per venti anni a Sicilia, ho chiuso gli occhi, e sento quell’intenso dolce profumo. Nostalgia mi assale! – dolceamaro.
    “Che la pace la serenità e l’amore regnino sovrane nei vostri cuori.”
    Lisa

    Mi piace

  6. Grazie Maria. In effetti mio padre ne aveva già pubblicati due di libri di poesie e parecchie sono state anche pubblicate iin giornali e riviste specializzate, ma ho in programma di pubblicarne uno tutto nuovo con quelle che ritengo siano le più belle e nel caso lo pubblicherò anche in e-book.

    Tanti auguri di Buona Pasqua cara Maria, con serenità, che poi credo sia l’augurio migliore.

    Mi piace

  7. Penso che se mio padre leggesse i tuoi e i vostri commenti alle sue poesie, cara Patrizia, diventerebbe rosso per l’emozione e per i complimenti. Come sai, è un po’ come suo figlio, un po’ vanesio è vero, ma anche tanto timido. 🙂

    Sai che questa poesia ha ottenuto diversi premi? E’ la poesia delle radici, le sue, le mie, che rende nostalgici, non solo per ciò che non è più, ma anche e sopratutto per certi colori, certi sapori, certi odori, che fanno parte della nostra natura che è radicata in una cultura difficile da dimenticare.

    Buona Pasqua a te Cara Patrizia, mi raccomando con le uova, io ieri ne ho mangiati sei, sai di quelli piccolini di cioccolato fondente con la cremina dentro? Wow!!! 🙂

    Mi piace

  8. Che gioia ritrovarti!!!! Si Arthur sono proprio io, la Mistral che conoscevi tu 🙂
    Quale migliore occasione per poterti offrire quel piccolo segno di rinascita. Mandami una mail con your address e presto lo riceverai.
    Un augurio di Buona Pasqua e…………….

    un abbraccio infinito

    Mi piace

  9. Calo

    Quel profumo…
    che mi è congeniale,
    che racconta tanto della mia terra,
    della mia storia,
    della mia anima,
    della mia nostalgia…
    Grazie a te e a papà tuo!
    In giornate come queste non potevate farmi regalo più bello! 🙂
    Buona Pasqua!

    Mi piace

  10. laurapozzani

    Dolcezza di visioni, dolcezza di profumo che, chiudendo gli occhi, mi è parso di percepire, dolcezza nel cuore che arriva da questa splendida poesia del tuo papà. Grazie caro Arthur per averla condivisa, Tanti cari auguri per una Pasqua profumata e dolce anche a te…Un abbraccio grande.
    P.S. Il mio bagnoschiuma preferito è al profumo di fiori d’arancio… 😉

    Mi piace

  11. Dire che è bella è quasi fargli un torto, ma non trovo parole capaci di descriverne la bellezza, chiudendo gli occhi mi sembra di vedere il percorrere di quel sentiero capace di regalare così tanta semplice, tenera e struggente poesia.

    Ciao Arthur, tanti auguri a te, a tutti gli amici e le amiche del blog ed alle relatvie famiglie, tanta serenità a tutti voi, tenendo ben conto che la serenità è la cosa che più si avvicina al vero ed unico senso dell’ utopica felicità.

    Mi piace

  12. Che dire , le parole della poesia di tuo padre, mi hanno lasciato davvero un’emozione intensa dentro ! Mentre le leggevo sentivo il profumo intenso dei gelsomini delle zagare e il dolce rumore delle onde del mare …una sensazione forte e piacevolissima. 🙂
    Ebbene si, perchè nasconderlo ,questo post pasquale mi ha preso molto, mi ha ricordato uno dei profumi legati alla mia infanzia , quello delle zagare…Vicino alla muraglia del cortile di casa mia c’erano due piante di zagare, messe probablimente dal precedente proprietario. Il loro profumo in primavera era cosi intenso, che entrava in casa. Mi piaceva tantissimo, quando uscivo andavo vicino per sentirlo anche più forte:)) Ogni volta che lo risento la mente corre subito ai ricordi piacevoli della mia infanzia,ai giochi fatti di cose semplici ma divertenti…Sono molto legata alle sensazioni olfattive che mi ricordano momenti piacevoli di quando ero bambina, l’odore del pane fresco che mi svegliava tutte le mattine, quella dell’erba tagliata di fresco, allora abitavo vicino all’argine del Po e in questa stagione il vento portava il suo odore fino da me.Un altro “odore” che non ho più sentito era quello della ciambella ” il bisolan” di mia nonna che cuoceva nel forno del camino ! Mmmmmm….grazieeee Arthur per queste sensazioni …sensoriali è stato uno splendido regale pasquale! Mi hanno risollevato lo spirito in questa vigilia di Pasqua invernale.
    Un Bacio al cioccolato te lo meriti proprio :))
    ( anche più di uno, ma hai già mangiato una caterva di ovetti…poi diventi tutto ciccia e brufoli!!!)

    Ribuona Pasqua 😉
    rosy

    Mi piace

  13. laurapozzani

    Grazie anche ad Alan per i suoi auguri che ricambio sentitamente e.. questa volta sono d’accordo con lui, sul suo concetto di “serenità”. 😉

    Mi piace

  14. …a proposito di zagare, ho finito la mia scorta di miele di zagare mannaggia 😦
    me lo manda una carissima amica palermitana ( grande donna ) nel frattempo vedrò di comprarne un vasetto in un erborteria qui vicino, ma di zagare ha solo il nome sull’etichetta :-/
    Buon sabato un abbraccio
    :))

    Mi piace

  15. Sicilia t’amo

    Immensa è la luce della tua terra.
    Il fragore del mare
    che s’infrange sulle tue spiagge,
    diventando musica e sollievo per
    le tue stupende scogliere.
    Il profumo degli ulivi,
    l’incessante richiamo
    dei tuoi colori,
    sono le giusta risposta
    al credere in DIO…
    Nulla
    di piu perfetto, preciso
    può essere stato creato,
    se non da Lui.
    L’uomo ti ama
    ti custodisce premiandoti
    con proprio amore.
    Solo
    chi vede lo splendore
    dei tuoi tramonti,
    dei tuoi arborei mattini dorati
    può capirne il fascino.
    Mai vidi tanta caparbia bellezza
    oltraggiare
    il mio cuore.
    E nel tuo cielo che ho scoperto
    l’azzurrite del paradiso.
    E la celestiale forza della natura,
    che confonde un profano viaggio
    di piacere
    in un interminabile volo di luci
    colori, odori
    dove
    atterrare,
    per poi risalire
    fino a quando la proprio anima
    non diventa la materiale
    continuazione del tuo infinito essere.
    Terra
    Sicilia
    Non ti dimenticherò mai.
    (Mondello_Addaura /1990-2002)

    Dedico a tuo papa 🙂
    Buon domenica serena a tutti!

    Mi piace

  16. Grazie Lisa, è una poesia bellissima, ci ho visto la mia terra, i suoi sapori e i suoi colori, capisco adesso perché dici che l’ami.

    Grazie, grazie davvero, se mio padre fosse ancora qui, ne sarebbe felice. 😉

    Mi piace

  17. Grazie a te per l’ospitalità … mi piace pensare che i miei pensieri volano qua e là … come quando ho cominciato “dimenticare un bel libro appena letto” sulla panchina, sul autobus, treno e cosi via. Penso che i pensieri positivi, non vanno chiusi … 🙂
    notte sereno a te

    Mi piace

  18. Il mio blog cara Lisa è sempre aperto a questo tipo di collaborazione, se a parlare sono le emozioni, quei pensieri che qui si comunicano e che spesso rimangono poco visibili agli occhi degli altri. Quindi il grazie va tutto a te e… buon inizio settimana. 🙂

    Mi piace

  19. Il miele di zagare ha un sapore molto delicato , ma profumatissimo , non si trova facilmente ! Ora sto mangiando quello di arancio .Sono anni che adopero il miele lo metto al posto dello zucchero e ci faccio colazione alla mattina. In casa ne tengo sempre diversi vasetti di tanti gusti , che mi arrivano dalla Toscana. E’ molto buono anche quello di Marruca , che si trova quasi esclusivamente nella provincia di Grosseto e di Siena.
    Per restare in tema un dolce Abbraccio …’riggio 🙂

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...