Erzicovina… la dolce attesa.

Da quando, a maggio di quest’anno, ho deciso di aprire le porte della casa di Erzicovina, di cose ne sono state dette tante e senza voler far di conto a tutti i costi, devo dire che Aurelio e Mirko sono stati i più ciarlieri, ci hanno intrattenuto con le loro schermaglie che, a leggerle alle volte, a fatica si sono trattenute le lacrime agli occhi.

Patrizia, a onor del vero, non è stata da meno, Lei, sempre vigile e attenta nel fare gli onori di casa in mancanza dell’Arthur, ha saputo destreggiarsi con enorme disinvoltura tra quei due birboni che, facendosi scudo l’un l’altro, si sentivano in una botte di ferro. E’ vero, ogni tanto erano richiamati all’ordine da Daniela e Laura, ricompostavano, nel senso che facevano finta di tornare per un attimo buoni e tranquilli, ma poi, c’era  la Carla che ci pensava a rimetterli in riga, dietro alla lavagna uno e sotto la scrivania l’altro, ma allo sbattere della porta di “Crudelia”, tornavano subito all’opera, un’invenzione dopo l’altra.

Che sagome!!! Quel che si dice, due simpatiche canaglie.

In questi cinque mesi, di chiacchiere quindi ne abbiamo fatte tante, Carlotta, Antonella, Helenaurore, Lely, Ventolino, Patrizia, Carla, Daniela, Laura, Mariagrazia, tutte donne a dire il vero, non si sono fatte mancare nulla, mentre io, Aurelio, il mio Socio, Mirko e Marcello, cercavamo di tenerle a bada e, credetemi, non è stata un’impresa da nulla.

Poi… beh, poi è successo il fattaccio, o forse è meglio dire, l’arrivo di un nastro infiocchettato che per il momento non si sa di che colore sia, magari rosa, magari azzurro, magari arcobaleno e, conoscendo chi l’ha generato, con i colori del mare, insomma, se non si è ancora capito, sto parlando di un evento che più di una volta quelle famose lacrime di gioia le ha fatte provare, a turno, un po’ tutti, sto parlando dell’amore nato tra le lettere scompigliate  di un paio di  tastiere, l’amore di Ventolino, e sì, la nostra Venticello e Mirko, altrimenti amorevolmente chiamato Mirkino.

Lei è in attesa, in dolce attesa, lui ha assicurato che, malgrado un passato da scapolo impenitente al pari del suo compagno di merende Aurelio, ha messo la testa a posto e quindi che si curerà personalmente del bimbo o bimba che sia. Lely, la nostra Lelyna, penserà alle Perline, Aurelio farà da testimone ed io, mannaggia, non mi ricordo più che ruolo ciò, ‘nnagg… mi sa che sto diventando come Nonno Archimede, mi sa.

‘nnagg… !!! 🙂

E così, pronta per voi, ecco la nuova pagina, e se qualcuno si vuole unire, sarà sempre il benvenuto, così come lo siete sempre stati voi, cari amici.

Annunci

389 pensieri su “Erzicovina… la dolce attesa.

  1. ..ed è arrivata anche la Befy…ma si sa quel tipetto dai capelli ritti che ora siccome son lunghi , ritti non stanno più, c’ha tante facce….no, facce no, sennò sa di falso, diciamo allora che c’ha variegate in sé molteplici personalità.
    Quale sia la migliore non saprei…magari son belline tutte quante…Il faccino però a volte subisce degli sballottamenti e quindi all’occorrenza si sfodera la faccina silenziosa ..in attesa….quella che sbuffa, quella curiosa e quant’altro.
    Per la strada si perde qualcosa, si smarrisce la via…. poi si ritrova…e poi si cambia direttamente stazione.
    Che posso dire….me ne dispiace…si.
    oppure , punto e a capo. o accapo , vanno bene entrambe 🙂 l’importante è lasciare buone cose di sé!
    Ora il tempo si sta rabbuiando…mannaggia pioverà ancora????
    ..nell’attesa mi copro con la mia felpina verde!
    un bacio e buona serata…stasera un ci sono..vado afar due passi….magari al mare mio…. 😆

    Mi piace

  2. Cara Ventolino, sai… quando si smarrisce qualcosa per strada, ed è davvero importante, se si ha il coraggio di tornare indietro e cercare attentamente in ogni vicolo, dietro le scatole accatastate o dentro ad un portone quello che si è perso, il tempo che hai impiegato per farlo te lo ritrovi tutto, uguale come a prima.

    Non ci sono vie che si smarriscono, ma solo vie che non si ha più voglia di ripercorrere.

    E a questo proposito mi viene in mente una storia che ci ha raccontato Nonno Archimede, “ Il tempo che ci dedichiamo” la ricordate?

    “Sai cosa c’è, miei cari, che oggi non si ha più il tempo da dedicare a se stessi, quel quarto d’ora in più che magari risolverebbe tante cose.
    Si corre e al tempo stesso ci si rincorre, alla ricerca di domande che sempre più spesso non trovano risposte e allora, Giove, Marte, Saturno magari se ne approfittano e ci fanno stare male.
    A questo proposito, mi viene in mente una storiella che devo senz’altro raccontarvi.
    Capitava alle volte di tornare a casa stanco e avvilito per delle cose successe durante la giornata o magari, certe incomprensioni con Lei, ci portavano a creare dei muri impenetrabili che, se nessuno dei due riusciva a superare, rischiavano di continuare per giorni interi.
    Beh e allora quando capitava, avevamo preso l’abitudine di uscire e andare a fare una camminata, così senza una meta fissa, magari nel parco, magari in riva al mare, e camminando, ognuno era intento nei suoi pensieri e camminando, a mala pena sentivamo il rumore del respiro dell’altro, ma soltanto quello dei passi, uguali, con lo stesso ritmo… capitava anche di fermarci a guardare che ne so, una barca attraccare, una mamma con un bimbo in carrozzina, gli uomini della nettezza urbana che con l’idrante pulivano la piazza che, poco prima, era servita alle bancarelle del mercato…
    …e camminavamo, in silenzio.
    Dopo un po’ i nostri sguardi erano più rilassati, vedevamo con più attenzione ciò che ci circondava e allora magari ci fermavamo ad aiutare una vecchietta che non riusciva ad attraversare la strada da sola, incominciavamo a sentire i nostri respiri, il calore del corpo dell’altro, e di sottecchi, anche gli sguardi che incominciavano a cercarsi, sempre però in silenzio, senza dire una parola.
    Poi, una volta tornati a casa, era giunto il momento di parlare e poi… Lei che chinava la testa da un lato, e sorrideva… e già, è troppo poco il tempo che ci dedichiamo.
    Però, non chiedermi quando, perché sinceramente non ci ha mai capito niente con i mesi, gli anni, e così via…
    Evvabè… buona serata a tutti!!!
    ft: nonno Archimede. “

    L’importante è saper dire, cara Ventolino, mi dispiace e allora tutto torna come prima.

    Un bacio a te! 😉

    Mi piace

  3. BuonGiorno Patrizia, BuonGiorno Lely, BuonGiorno Ventolino, Antonella, Solindue, Carlotta e tutta la ciurma, anch’io oggi vado di fretta.

    Ci “vediamo” stasera.

    Ciao e buona giornata. 🙂

    Mi piace

  4. Ho portato fuori Kiro….Kiro Kiro che bel guaio hai combinato….eppure mica ce l’abbiamo con te..anzi….t’h fatto pure le foto…ho scelto la migliore e l’ho postata da Sara….Lei felice è!
    Dunque…vedo che c’è silenzio…significa che avevo ragione…e quando mai non ce l’ho????
    Come con la mia amica ieri…..le ho chiesto…scusa cara, ma che, cos’hai, che c’è? e lei….silenzio e poi pianto dirotto. Io avrei tirato il telefono nel miro….son come certi uomini sensibili….non sopporto sentire una donna piangere…e benché mascheri il tutto, piangevo insieme a lei.
    …accidenti al lavoro..alle preoccupazioni…alle ansie….
    No no, non le ho parlato delle mie…ma le ho proposto che appena torna dal suo viaggio andiamo a farci due passi….””io e te da sole””….così potrai parlare , se ti va….
    Bon sembra abbia funziono….domenica prossima ci vediamo….
    Quindi non cercatemi … 🙂
    Ora torno sui miei sogni….

    Mi piace

  5. So che non c’entra nulla, ma parla di mare, parla di un’amicizia ed è il filmato che avevo fatto per Sol’ il giorno del suo compleanno, il 30 novembre 2010, utilizzando delle sue bellissime foto e alcuni spezzoni di miei filmati.

    ‘notte!

    ps: Patrizia, nnaggia attia! 😆

    Mi piace

  6. Mi sto godendo questo bellissimo video, non lo avevo mai visto ed è veramente emozionante
    Capitanoooooooo, visto che ho il naso tappato e non sento l’odore del mare, portami qualche foto o mi vendico hihihi

    Mi piace

  7. Meglio se non lo scopri come mi vendicherei hihihi
    Questo non l’avevo mai visto, quello del Natale si e lo sto riguardando proprio ora
    Tra poco ci vado a nanna, non ho ancora sonno e poi domani non lavoro quindi posso anche alzarmi un pochettino più tardi del solito 🙂
    Bacio a te e dolce notte

    Mi piace

  8. Aaaaaaaaaaaaarthurrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrr come ti invidio!! il profumo non lo sento nemmeno io… quindi se non porti delle foto mi unisco alla Pat (se mi vuole) per aiutarla nel piano vendicativo 👿

    @Vento: che ha fatto Kiro?? Billy oggi si è azzannato con un altro cane… M’è vegnù un sciupun! hahahaha Tra l’altro io un incontro come quello che avrai tu domenica l’ho avuto oggi pomeriggio però per un aperitivo… causa lavoro di lei.. ma anche se è durato poco è stato intensissimo e particolarmente illuminate. 🙂

    Buona notte a tutti!! ( e tu capitano dormirai anche meglio di noi.. cullato dal dolce suono del mare!! ‘nnaggia a te!! 😛 )

    PS: il video me lo ricordo benissimo, ma è stato un piacere rivederlo!! 😀

    Mi piace

  9. Maddai, torno dal mare, mannaggia di una mannaggissima mannaggina, dopo un paio di orette passate steso sulla sabbia a prendere il sole, un sole caldo, accogliente, morbido, insomma una meraviglia, sembrava di essere in quelle giornate d’estate che ti ammaliano con il loro tepore, ebbene sì, più o meno così, in una spiaggia deserta, decisamente sublime e il dolce suono del mare e cosa mi ritrovo? Tre bellissime donne, Ventolino, Patrizia e Lely,che in mia assenza (giustamente… 🙂 ) chiacchierano amabilmente.

    Fantastiche!!!

    Torno in spiaggia, ma solo per camminare un po’, visto che oggi ho poltrito abbastanza… hhihihihihiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii…
    *** Ciao, Ciao! ***

    Mi piace

  10. BuonGiorno a chi mi ha dato la buonanotte, BuonGiorno a chi è passato da queste parti in mia assenza, facendo vivere questo angolino, BuonGiorno Patrizia, Ventolino, Lely, Antonella, Sol’, Buongiorno a tutta la ciurma che spero si decida a farsi viva tra una pratica e l’altra, la vacanza, se di vacanza possiamo parlare, è ahimè finita, relax, buona compagnia, belle passeggiate, tanto pesce a pranzo e colazione, insomma, all’insegna della buona cucina, sono stati gli ingredienti che mi hanno fatto stare bene, e sì, perché alle volte bastano anche due giorni per ritemprarsi, giusto lo spazio per riordinare (in termine tecnico si direbbe resettare) la mente e, volete mettere la sera, quasi notte, seduto sul terrazzo a guardare le stelle far capolino tra le altre fronde di un pino marino, con una temperatura così tiepida quasi da non crederci? E’ la cosa che più amo fare quando vado al mare, un momento dedicato esclusivamente a me stesso, magari alla ricerca di una stella cadente che poi è la solita scusa per esprimere un desiderio, che si avvererà?

    Che importa, averlo creduto è già molto, non credete?

    Evvabè, come direbbe l’Arthur, mi sono lasciato andare un po’, vedo già i vostri sorrisi compiaciuti e al tempo stesso comprensivi perché… è così, non è vero? 😆

    Buongiorno a TUTTI e buona giornata. 🙂

    Mi piace

  11. Buon giorno Capitano… e che dire… seduto sul terrazzo in dolce compagnia a guardare le stelle… che c’è di più bello?? Briccone hihihihi
    Qua invece continuano i nebbioni e mettersi sul terrazzo a guardare il mare non è proprio l’ideale… anche perché non si vedrebbe proprio nulla. Quindi dopo il pranzo pantagruelico a base di pesce di ieri mezzogiorno, finito praticamente a metà pomeriggio, un breve passeggiata prima che la nebbia diventasse impenetrabile e poi a casa 🙂
    Espresso il desiderio Capitano?? Beh, ti auguro che si avveri. Ehm è che non si può chiedere quale desiderio hai espresso (che ficcanaso sono) altrimenti svanisce subito….. 😳

    Buona giornata a tutti. Pat

    Mi piace

  12. ‘nnagg… Patrizia, leggi bene, purtroppo sul terrazzo ero da solo, ‘nnagg… !!! 🙂

    Il desiderio non si può dire, quindi ti lascio con la curiosità.

    Ciao, Buona giornata anche a te. 🙂

    Mi piace

  13. aurelio

    Buon Giorno a TUTTI.
    Posso disturbare un momentino? Io ho una vecchia promessa da mantenere.

    Sono un toscano della Maremma, un buttero. Quello che generalmente ci s’immagina a cavallo di uno stallone, con il cappello tondo ben calcato sulla fronte, i gambali di pelle, il lungo crognale utilizzato per aprire i cancelli e spronare gli animali al pascolo e il fedele binocolo appeso al collo.
    Sono un uomo che ama la vita e follemente il mare con quella sua forte sensazione di pace e bellezza. E voglio iniziare questo racconto parlando dell’isola dai colori pastello con le case ammucchiate l’una sull’altra in un’identità inconfondibile. L’argento del pesce che guizza vivo nelle cassette sbarcate dal gozzo e il salino che il vento ruba alla risacca e fa turbinare nei vicoli e la spiaggia di sassi con le barche tirate a secco, ciottoli che salgono fino alle case con quel rumore, quel tipico fruscio d’onda che ti accompagna mentre cammini tra gli intonaci sempre insidiati dal sole.

    Vi avevo promesso che dopo Donna Carmela avrei raccontato almeno un aneddoto su un’altra persona speciale, Domenica, ovvero Donna Mica. E allora che sia.

    “Ho conosciuto Donna Mica in pescheria una sera d’agosto. Ero lì per acquistare del pesce spada a fette da arrostire sulla brace e tranquillamente in fila aspettavo il mio turno. In quella pescheria mentre aspetti di essere servito ti offrono il caffè, è un modo per avvicinarsi con benevolenza alla tua persona, sempre per quella forma d’ospitalità alla quale nessun siciliano viene meno, salvo rari casi.
    Donna Mica è una signora in gamba, matura negli anni e dall’aspetto tranquillo, profuma di cipria e rossetto, veste con cura quasi a sfiorare la civetteria.
    Nell’attesa di essere serviti inizia a parlarmi, prima quasi con riluttanza poi come un fiume in piena che straripa; in breve tempo vengo a conoscenza che ha un figlio meccanico che lavora in Germania, due nipoti adolescenti che non vede ormai da cinque anni ed un marito buonanima seppellito dieci anni fa nel punto panoramico del cimitero perché essendo pescatore possa abbracciare con lo sguardo sempre il mare.
    Lei è lì per acquistare alici con le quali preparare un tortino alla sua maniera per l’indomani che è in visita ad una persona amica ed io sono lì per acquistare pesce spada. Chiacchierando della vita, del tempo, del luogo e delle persone usciamo dalla pescheria lei con le sue belle alici impacchettate nella sportina ed io con quattro chili di gamberoni rossi al posto del pesce spada. Benedette donne. Quel donnino mentre mi parlava scambiava furtive occhiate col venditore ed aveva capito che il mio potenziale acquisto non rispondeva alla freschezza che speravo e gli aveva fatto intendere che io andavo rispettato in quanto persona di sua conoscenza e quindi l’obbligava a mettere sulla bilancia il pescato più fresco della giornata. Uscivo quindi dal negozio con i gamberoni rossi che ancora si dimenavano a cercare acqua di mare, incredulo nell’aver pagato un prezzo così familiare.
    Uscendo dal locale mi offro per accompagnarla a casa e scopro con piacere che abita dalle nostre parti, in un bel villino bianco dove spicca la stessa vegetazione che circonda la nostra casa: eucalipti e bouganvillee, yucche e cactus; in quella zona le strade non hanno un nome, lo hanno nelle abitudini quotidiane dei contadini e dei pescatori. La saluto, torno a casa e racconto l’accaduto ai miei amici mentre sulla brace, da loro già preparata, colloco in bella vista i gamberoni interi. Una cena da leccarsi i baffi grazie a Donna Mica.
    Il giorno dopo lo trascorriamo ormai come d’abitudine al mare, la sera tutti sotto il patio a chiacchierare, poi cenare ed infine andare al borgo. Al borgo avverti l’anima vera del luogo. Le barche dondolano tranquille all’ormeggio e in qualunque scampolo di spazio libero ci sono reti appese ad asciugare o stese a terra per ripararne le maglie. Mentre discutiamo piacevolmente sotto il patio in attesa della cena, una figura di donna si staglia dietro il pesante cancello nero in ferro battuto. Non suona il campanello alloggiato in bella vista ma come usano da quelle parti comincia a cantilenare il nome della nostra amica-padrona di casa che si precipita ad accoglierla lasciando me come “un pesce stocco” nel vedere proprio Donna Mica avanzare verso di noi col tortino di alici sottobraccio pronto da mangiare. La complicità tra donne è un qualcosa che ogni volta mi trova impreparato pur lasciandomi piacevolmente sorpreso.
    Donna Mica è di una simpatia universale, contagiosa e a fine cena ci racconta che l’indomani avrebbe dovuto fare la conserva in casa, qualche bottiglia di pomodoro per l’inverno ma la persona che avrebbe dovuto aiutarla si è infortunata ad un braccio e lei è tanto preoccupata che il “pomodoro san marzano” possa perdersi.
    Vuoi non essere quel bravo ragazzo di sempre? E vuoi nella fattispecie non tirare per la cavezza quel tuo amico a collaborare insieme a te? Certo che sì, quindi ci facciamo avanti.
    Due “mascoli” … che ci vuole a fare quattro bottiglie di pomodoro per l’inverno? Tsè…
    L’indomani mattina io e Mirko saremmo andati da Donna Mica ad aiutare a fare i pomodori. Le femmine sarebbero scese a mare.
    Termina la serata tra racconti, risate e una bella coppa di gelato.
    Arriva il giorno dopo. Maremma imbufalita se ci ripenso svengo. Voi sorreggetemi col pensiero.
    Prima di andare a casa di Donna Mica io e Mirko ce ne andiamo al bar. Solita granita con brioche appena sfornata e Giornale di Sicilia. Sappiate che durante tutta la mia permanenza a Lipari ho sempre acquistato quel giornale, edizione di Palermo. Mi sono talmente calato nell’isola che ero interessato a tutto ciò che la riguardava. Un vero siciliano liparota. Uno sguardo rapido alla prima pagina del giornale, consumiamo la granita e ci avviamo a piedi a casa di Donna Mica.
    Giunti in prossimità del suo villino bianco cominciamo a vedere rosso. Due tori nell’arena. Ma dov’è finito quel bianco immacolato della parete della sera prima? Qui è tutto rosso brillante, porcaccia …. ci sono le cassette di legno ben accatastate una sull’altra, una muraglia che copre il bianco del muro. Una parete di pomodoro san marzano.
    Ci viene incontro Donna Mica apparecchiata con un grembiule stretto in vita e un fazzoletto in testa, felice per il nostro arrivo mattutino e come un generale pronta ad impartire ordini alla truppa. Un generale con due soli soldati le cui gambe avevano già iniziato a fare “giacomo giacomo”. Con le mani ad anfora sui fianchi ci chiede con modo imperativo di lavare i pomodori alla fontana, stenderli al sole e nel frattempo lavare le bottiglie una ad una e metterle capovolte.
    Una ad una vengono snocciolate dalla truppa diverse silenziose imprecazioni e distribuite generosamente a favore prima dei pomodori e poi delle relative bottiglie.
    Mentre laviamo quelle robe veniamo a conoscenza che quel donnino provvede a fare la salsa per ben due ristoranti dell’isola dove la cucina è ancora casereccia. Qui il sushi e il kebab sono visti come nemici da debellare al più presto a favore della cucina mediterranea. Noi siamo i prodi guerrieri mandati in trincea da Donna Mica per contrastare l’avanzata del nemico. A suon di pomodoro verace.
    Verso le undici i lavaggi sono ultimati, io e Mirko crolliamo dalla fatica ma impavidi resistiamo, per la gloria disposti al sacrificio. Pensate per un attimo come stiamo noi a neuroni … e porcaccia miseria siamo solo a metà dell’opera ma siamo già stesi come due lucertole al sole.
    Donna Mica a quel punto arriva con l’aggeggio infernale, la macchinetta che trita l’ortaggio.
    Incartata dentro teli e cartoni finalmente la fregatura emerge. Lucente nel suo acciaio, aspetta di essere avvitata al tavolo di marmo, un grande imbuto in cima e una fondamentale carenza alla base, ovvero la totale assenza di filo elettrico.
    La macchinetta è rigorosamente a manovella. Non ridete, per cortesia.
    Guardo Mirko e lui poggia lo sguardo sul mio avambraccio. Io guardo il suo avambraccio e a tutti e due viene da piangere. Guardiamo la montagna di pomodoro che ci aspetta di lavorare e ci abbracciamo. Donna Mica conferma che due persone che si vogliono così bene non le ha mai incontrate, vorremmo abbracciare pure lei e passarla per prima, come spartiacque, dentro quella macchinetta infernale ma in fondo ci dispiace, per cui le rivolgiamo un sorriso a sessantaquattro denti ed iniziamo. Maremma bona….
    Mirko gira la manovella con il braccio destro e con la mano sinistra riempie l’imbuto con i pomodori. Io controllo sotto alla base il contenitore per la raccolta e con un mestolo inizio a riempire bottiglia dopo bottiglia, moccolo dopo moccolo. Il generale Donna Mica controlla l’operato aggiungendo su ogni bottiglia prima della tappatura una fogliolina asciutta di basilico o un po’ d’origano. Decine e decine di bottiglie confezionate in quel modo.
    Mirko ad un certo punto ha necessità di andare alla toilette e si assenta. Lo imploro di far presto e prendo il suo posto mantenendo pure il mio. Un polpo ed io eravamo in simbiosi con tutte quelle braccine. Sembravo un invasato. Giravo, riempivo, mescolavo e imbottigliavo. E mentalmente imprecavo sottovoce al grullo che sono. Meno male che con la coda dell’occhio vedo ritornare il mio amico. Ero stremato e nell’attesa, sillabavo colui che in quel momento si trovava il 21 gennaio sul calendario che avevo di fronte. A chiamata diretta. Mirko era stato assente ventuno giorni di calendario, santo dopo santo, che equivalgono a quattro minuti e trentasei secondi.
    Senza neppure fermarci per il pranzo siamo andati avanti in quel modo fino alle venti di sera, quando l’ultimo pomodoro imboccava il tunnel del tritamento ed usciva liquidato nella bottiglia. Una foglia, il tappo e l’odissea finalmente terminava.
    Donna Mica ci zompettava intorno per ringraziarci, noi ci schernivamo. Era stato un piacere ci siamo sentiti dire dalle nostre bocche bugiarde. Il pensiero nelle nostre teste era completamente diverso ma, per fortuna, se ne stava ammucciato in un cantuccio remoto.
    Siamo tornati a casa tramortiti, procedendo a zig zag, il Giornale di Sicilia sottobraccio e il braccio destro che in un riflesso condizionato ancora disegnava cerchi sospesi nell’aria come a girare la manovella.
    Eravamo contenti di aver dato una mano a Donna Mica. E’ la verità, questa.
    L’incubo era …. “sembrava” finito!
    Arrivati in prossimità del grande cancello di casa nostra notiamo sotto il familiare patio alcune cassette piene di melanzane, di un colore viola intenso, barattoli di vetro e olio extravergine d’oliva rigorosamente di casa poggiati sul grande tavolo esterno. Avvinghiati ai tondini di ferro battuto abbiamo aspettato qualche minuto per realizzare cosa fosse quello strano rimescolamento di vuoto e di pieno che sentivamo, come il riverbero di aria smossa che c’è vicino ai binari dopo che un treno è passato in velocità.
    “Sono proprio contento, apprezzo sempre più la generosità dei nostri amici, guarda che bel pensiero hanno avuto per noi!” ho detto a Mirko con una voce che mai prima d’ora avevo sentito uscire dalla mia gola. Sapevo in quel momento cosa avrei fatto l’indomani anzichè andare a mare grazie alla gentilezza degli amici siciliani che ci avevano omaggiato dei loro prodotti locali. Il mio amico, sempre tirato dalla cavezza, avrebbe spontaneamente collaborato.

    Con uno sforzo estremo ci siamo sdraiati sul pavimento del patio… non ci siamo neanche accorti di addormentarci”.

    Ciao! 🙂
    Grazie Arthur.

    Mi piace

  14. Oddio Aurelio, io sono qua che rido come una pazza. E’ stato come vedere i fotogrammi della vostra “odissea” … MirKo, Aurelio e la lotta con i pomodori ahahahaa
    Beh dai, ora penso che avrete il braccio più muscoloso, certo che uno più grosso dell’altro non è certo un bel vedere, ma eventualmente potreste offrirvi come volontari per qualcuno che ha necessità di un aiuto manuale (quale non ne ho idea ) e così irrobustite pure il braccio sinistro 😆
    Ma poi, con le melanzane che ci avete fatto?? Lavate, affettate, grigliate e poi messe sott’olio nei vari baratto?? C’è del positivo comunque, se vi viene voglia di cambiare lavoro avete già esperienza con le “conserve”…
    Grazie di questo bel racconto di vita vera… oltre ad essere piacevole perché ho fatto la conoscenza anche di donna Mica, mi sono pure divertita tanto
    Ciao ciaooo

    Mi piace

  15. aurelio

    Grazie Patrizia.
    Immagina che era una giornata con un caldo infernale, oltre 40° all’ombra e dovevamo affrettarci perchè il pomodoro attirava paurosamente gli insetti e al sole inacidiva subito. E poi pensavamo a quelle tre disgraziate dentro l’acqua che ridevano alle nostre spalle….
    L’ho romanzato un pò questo racconto ma la fatica c’era tutta perchè con quel cacchio di Nonna Papera per il pomodoro a manovella ci siamo davvero sderenati il braccio.
    Su quell’isola c’è la mania di fare le provviste per l’inverno. Fanno di tutto e tutto è veramente eccellente. Quando io e Mirko abbiamo visto i barattoli di vetro, le melanzane e l’olio c’è preso un colpo secco. Il mattino dopo però eravamo al completo ed abbiamo lavato tutti insieme le melanzane e l’abbiamo tagliate a fette sottili un centimetro. L’abbiamo sbollentate in acqua e aceto e adagiate sul tavolo all’aperto, coperte bene bene da teli di lino e siamo andati al mare. Dopo qualche giorno messe nei barattoli, coperte dall’olio, qualche spezia, aglio e via. Sinceramente è stato facile però a cantar vittoria aspetto perchè non le abbiamo ancora assaggiate. Il botulino è un pensiero recondito. A settembre ci siamo dedicati alle olive, schiacciandole una ad una con una pietra e anche quelle in barattolo con olio e finocchietta. Una bontà. La cosa più semplice e divertente da fare, secondo me, sono i pomodori secchi. Prima fai una collanina, l’appendi alle travi del soffitto e quando sono belli asciutti li metti in barattolo, sempre con l’olio. Porcaccia miseria ogni tanto c’erano i gechi che gli gironzolavano intorno ….
    Nella zona dove abitavamo ci conoscevamo tutti, è un piccolo agglomerato di villette e quindi era facile darsi una mano l’uno con l’altro, quando poi incontri una signora in là con gli anni, come fai a dir di no? L’ho scritto, sarò grullo di mio, ma nel bisogno ci sono.
    Sono contento se ti ho fatta ridere, ti avviso però, se tu fossi stata lì, presente insieme a noi e ti fossi solo azzardata a tirar fuori la macchina fotografica per fare le tue macrofotografie a tutti gli insetti che arrivavano mentre giravamo la manovella ecco io penso che in quel caso la tua foto sarebbe venuta assolutamente mossa, ho questo presentimento….. ihihihihihihih!
    ciao 😉

    Mi piace

  16. Mah, chissà, io solitamente le foto le faccio senza farmi vedere…. il geco mi manca mannaggia, quello lo avrei fotografato molto volentieri… e pure due ganzi giovanotti che molto signorilmente hanno aiutato donna Mica, che sicuramente avrei colto con le espressioni più strambe ed inimmaginabili ahahaha

    P.S. So cosa significa preparare il passato di pomodoro, mio padre lo faceva ogni anno e io mi ci divertivo da matti a girare la manovella… penso però che il quantitativo fosse molto minore di quello preparato da voi 🙂

    Mi piace

  17. aurelio

    Il geco ti auguro d’incontrarlo. E’ un simpatico animaletto tranne … quando s’avvicina ai pomodorini appesi.
    La fotografia. Ho un paio di buoni amici, validi fotografi, dalle parti dove sono nato (Grosseto) che durante il fine settimana se vado a casa mi fanno un corso accelleratissimo che sto divulgando agli altri. La tecnica però è troppo ampia, altro che guardi e scatti. Una volta mancano i piedi del soggetto, una volta è decapitato, una volta è venuto nitido il gatto che stava dietro il soggetto da fotografare tanto che gli si potevano contare i peli del musetto e la persona che m’interessava prendere è venuta a macchia di leopardo. E poi o sono mosse o hanno colori da schifo. Ad agosto sotto la loro guida ci siamo messi a scattare qualunque cosa incrociavamo, un sacco di belle foto ce le hanno regalate loro. Queste foto stanno facendo la fine più bella che mai potessi immaginare e desiderare. In questi giorni, a sorpresa, ci hanno sostituito i computer con mostri tecnologici e i nostri andranno in regalo a ragazzi di un istituto segnalatoci dalla Croce Rossa dove finisce tutto il materiale smesso. L’istituto accoglie adolescenti con problemi psicomotori. Ho lasciato sul desktop la cartella che contiene quel materiale fotografico, sono sicuro che qualche sorriso glielo riesco a strappare.
    Pat… dopo tutta quella salsa per diversi giorni io e Mirko abbiamo mangiato in bianco. Colore rosso noooooooooooooooooooo 🙂

    Mi piace

  18. @ Aurelio:concordo con Patrizia, un simpatico e bel racconto che, tra una cosa e l’altra, mi ha fatto venire un po’ di nostalgia per la mia terra. Mia nonna faceva le conserve, la salsa di pomodoro, usava anche lei il passatutto a manovella e alle volte lo facevamo noi ragazzi, divertendoci un sacco. Poi c’erano le melanzane e i carciofi sott’olio, una vera bontà e così buoni, oggi si trovano raramente.

    E le olive schiacciate, con il sedano, l’aglio, il peperoncino, dove le vogliamo mettere? 🙂

    Mi auguro che la signora vi abbia regalato qualche barattolo di conserva, e se sì, quando è che ci vediamo?

    Bravo Aurelio, visto che hai questa capacità di scrivere racconti che si leggono tutti d’un fiato, proporrei di pensarci e chissà, potrebbe venirne fuori una bella raccolta, magari da pubblicare, che dici?

    Tra l’altro potevi scriverlo direttamente come commento a “Donna Mela”, sarebbe stata una continuazione a quel che avevi già scritto.
    Comunque sia, grazie a te per averci raccontato queste storie, che come puoi immaginare, io sento un po’ mie. 😉

    Mi piace

  19. aurelio

    @ Arthur
    Comandante io non so dove devo mettere di preciso quello che scrivo. Pensavo di dover restare sempre su Erzicovina, pagine e stanze inaugurate apposta.
    Il post di Donna Mela l’hai realizzato tu, non so se lo rovino aggiungendo dell’altro materiale. Ci tenevo a scrivere qualcosina su Domenica perchè l’avevo promesso, non mi va che si possa dire poi anche di me “che volto le spalle con indifferenza dopo aver mangiato con ingordigia nel piatto, alla faccia dell’ospitalità e dell’accoglienza da te elargite”. Sarebbe davvero troppo per me! E’ stato spiacevole leggere quei commenti sul blog di Solindue e mi dispiace davvero che tu possa essere stato vittima da parte di persone pregne di cotanta codardia!.
    Proprio in questi ultimi giorni mi è arrivata una mail da parte di una “persona” del web che mi invita calorosamente, a me e agli altri amici, a passare sul suo blog dove scrivere i nostri racconti in dialetto oppure semplicemente fare tanti capitoli delle nostre avventure vissute insieme. Una specie di libro a puntate settimanali.
    Grazie Arthur come sempre per le tue parole.

    Mi piace

  20. Aurelio, l’arte della fotografia non è affatto facile, io ne combino tante che nemmeno puoi immaginare… ehhhh sapessi quante foto scattate malissimo scarto ogni volta che le scarico nel pc…. un vero macello.. Ho tantissimo da imparare anche io, non parliamo poi di foto alle persone perché sono un vero disastro, ben poche possono essere definite accettabili… Io faccio foto da circa 20 anni e qualche cosa l’ho imparata grazie alla pazienza di un fotografo professionista, ma purtroppo non ha più potuto seguirmi per vari motivi. Poi non l’arrivo delle macchine digitali mi sono rovinata da sola perché non ho continuato con quello che avevo imparato. Ora sto praticamente ricominciando da capo e se mi capita un corso nelle vicinanze che insegna fin dalle basi più elementari è mia intenzione frequentarlo… eh si, ho veramente tanto da imparare…

    Vedrai che i ragazzi guardando le foto che hai lasciato nel vecchio pc sorrideranno sicuramente, specialmente. Bellissima iniziativa l’aver dato i vecchi pc ai ragazzi, bravissimi…

    Mi piace

  21. Oh mannaggia Aurelio, scusami ma mi hai fatto ridere, tu come gli altri non fate assolutamente danni se uscite da Erzicovina, assolutamente, anzi, ma come ti viene in mente? Forse è doveroso fare una precisazione. Erzicovina, come sai, è un personaggio che ho creato qualche anno fa e che poi, come alcune cose che in questi anni di blog ho fatto, è rimasto lì un po’ in standbay, forse perché mi sentivo più in sintonia con Nonno Archimede, per cui l’ho trascurata un pochetto. Grazia a Carla, l’ho riesumata, tanto da far diventare la sua casetta, un posticino dove poter amabilmente chiacchierare. E’ vero, questo spazio l’ho creato pensando quasi esclusivamente a voi, ma tutto il mio blog è dedicato a voi e a chi ha voglia di leggermi e commentare, infatti nasce solo per questo un blog per cui, ecco perché ti ho detto che avresti fatto bene a mettere questo racconto nella pagina di “Donna Mela”, anche perché al di là del fatto che l’ho creato io (il post) dopo che tu avevi messo questo racconto da Erzicovina, perché appunto il racconto è TUO, solo ed esclusivamente TUO, quindi, quale luogo migliore per postarlo?

    Ma non importa, lo farò io per te, anzi, lo aggiungerò al post “Sicilia” come gli altri, che poi è il posto più adatto.

    Insomma, se ancora non si è capito, non sei, anzi, non siete relegati nell’angolo di Erzicovina, come ho già avuto modo di dire, aspetto sempre con piacere i vostri commenti ai miei post, che scrivo anche per questo.

    Per quanto riguarda il resto di ciò che hai scritto, che dirti, caro Aurelio, caro Socio, la storia a quanto pare non avrà mai fine, anche se non mi meraviglio per niente di questo, ma sai com’è, certe persone soffrono di una sindrome molto diffusa ai giorni nostri, la cosiddetta “Defectio Penis”, quindi non è neanche colpa loro, bisogna capirli, lascia pure che scrivano, che dicano, l’ingiuria e senz’altro come hai ben detto CODARDIA, oltretutto delle peggiori, perché è fatta dietro le spalle, di nascosto, lontano dai riflettori, altrimenti come si fa ad apparire puri e incontaminati, dopo, per raccontare le malefatte altrui?

    Ancora una volta, ti ringrazio per la tua lealtà che dimostra, nel caso ce ne fosse stato ancora bisogno, che il merito paga sopra ogni cosa.

    Grazie a tutti voi, tempo fa si parlava in queste pagine di ONORE, l’onore è tutto mio, per avervi conosciuto.

    ps: sai che sono un Siciliano e che l’ospitalità è una mia ragione di vita, quindi non la dono per averne qualcosa in cambio e poi, siamo onesti, è sempre tutto reciproco, una mano lava l’altra e tutte e due lavano la faccia, non credi? 🙂

    Qualcuno invece ha bisogno di elargire per avere qualcosa in cambio, se poi non ce l’ha, apriti cielo.

    E già, qual’era la famosa sindrome? 😆 😆 😆

    Mi piace

  22. ah, sei tornato!! iniziavo ad essere super gelosa della tua vacanzina… (scherzo!!) in compenso oggi fa caldo e mi sembra di essere tornata in estate… oggi si che era giornata di mare ma qui da me non c’è ne di mareeeeeeeeeeeeeeeeeee :(((
    in compenso il pesce l’ho magiato ieri… non ha quel saporino che acquista solo se lo mangi in un posto di mare ma era buono lo stesso 😀
    Allora il desiderio non possiamo proprio saperlo?? insomma io spero che si realizzi presto così magari ce lo puoi rivelare… no?? 😀

    Grazie ad Aurelio per il raccondo su Donna Mica, è sempre bello leggere i tuoi racconti!! 😀
    che bellissimo inizio di settimana 🙂 Arthur è tornato, Aurelio ci ha regalato uno dei suoi racconti, il tempo è stupendissimo sembra quasi estate, le mie cose girano stupendamente bene senza intoppi… insomma è un lunedì che non mi pesa per niente !! 😀

    Mi piace

  23. Eh mannaggia, ma solo da me c’è la nebbia e freddino??? Non che io sia una grande amante del caldo, ma il caldino di fine estate è gradevole e mi piace, quello si… e invece qua nebbia, nebbia e nebbiaaaaa, sgrunt….

    Mi piace

  24. Nuuuuuuuuuu Pat mi dispiace che da te ci sia solo nebbia e ancora nebbia!! chissà magari domani un po’ di caldino viene a farti visita… al massimo se è ancora da me gli dico di passare da te 😀

    Uff questa sera mi sono data ai nodi marinari… insomma volevo impararli, mi son detta “chissà magari posso tirarci fuori qualcosa di carino per i miei lavoretti” … intreccia di qua intreccia di la.. passa sotto di qui passa sopra di la… e tutta la sera così! volete sapere se ho cavato il ragno dal buco?? macché ora vado a dormire con un nervoso e un amarezza… ah, ma domani ci riprovo cambiando cordino!! non esiste che abbia seguito un sacco di tutorial e video, tra l’altro tutti fatti da uomini, che in men che non si dica fanno quei nodi tanto carucci… e io non riesco!!
    Oh bella se anche domani non ci riesco prendo e vado a Genova… un allievo di accademia che me li insegna lo trovo senz’altro… se poi è anche carino… 😛 magari prendo due piccioni con una fava!! hahahahaha 😆
    Ok, i nodi mi danno alla testa 😀

    Notteeeeeeeeeeeeeeeeeeeee

    Lely

    Mi piace

  25. Nessuno ha dato il buongiorno oggi??
    Beh anche se siamo già a metà giornata lo faccio io…
    Pensavate di esservi liberati di me eh?? E invece no, eccomi qua ancora una volta, dopo aver scorrazzato tutta mattina sono rientrata alla base…(cioè al lavoro sgrunttt) e quindi..
    CIAO CAPITAN ARTHUR, CIAO A TUTTI!!!!

    P.S.. Lely, qua nebbia anche oggi, ma per fortuna non fitta come quella dei giorni scorsi, il sole ha fatto capolino presto e ancora regge bene, probabilmente quello che hai inviato è arrivato a destinazione molto bene. Grazieee 🙂

    Mi piace

  26. 0__o ma a che ora sei andato a dormire Artnur!!! e poi dici di me ;D dai scherzo!! 😀

    Pat, liberarsi di te?? giammaaaaaaaaaaaiiiiiiiii!!!, sono contenta che il sole sia venuto da te 🙂 allora gli ho devo aver dato le indicazioni giuste 😛

    Buon pomeriggio a tutti e buona serata!! 😀

    PS: se qualcuno se lo sta chiedendo anche oggi mi sto “annodando” le dita!! >__< "

    Mi piace

  27. Eh Lely … Arthur è un gran nottambulo…. una volta è capitato che abbiamo fatto le ore piccole insieme, lui mi ha indicato un bellissimo video concerto e ogni tanto ci davamo “la voce” per far sapere che eravamo entrambi ancora collegati.. è stato veramente molto bello 🙂

    A proposito, hai dato indicazioni perfette al sole, continua a splendere tutt’ora 😆
    Mi raccomando però, non annodarti troppo le dita o se devi dargli nuove indicazioni poi come fai??? ahahah
    Ciaoo, salutone, Pat

    Mi piace

  28. Ciao Lelyna, devo confessarti che a quell’ora ero ancora in piedi (si fa per dire ovviamente… 🙂 ) ma solo perché volevo controllare se anche tu eri ancora in giro e ti è andata bene che non ti ho trovato, altrimenti vedevi. 🙂

    Piùttosto oggi ho sentito la mia Socina bella, Solindue e mi diceva che ha rivisto alcuni numeri di The best e che le copertine erano alcune molto belle, tra le quali, c’era anche la tua, quel numero che ti avevamo dedicato, ricordi? La tua foto che poi ho utilizzato per la copertina era stupenda.

    ‘nnagg… noi non li vogliamo se non sono bravi, anzi, dippiù, dippiù. 😆

    Ciao, buona serata. Ci incontriamo stanotte.
    Anzi, devo dirti una cosa, ricordamelo. 🙂

    Mi piace

  29. ‘nnagg… Pat, hai ragione, quella sera (notte) ci siamo divertiti un sacco con tutti quei video uno più bello dell’altro. Ma anche quella volta che c’era la Carla, ricordi? Quella volta che vi prendevate gioco di me, mannaggia di una mannaggissima mannaggetta. 🙂

    A più tardi, buona serata e buona cena.

    Mi piace

  30. Si certo che lo ricordo, ci siamo divertite un sacco ahahah
    Buona serata e buona cena a te e ovviamente a tutti quanti
    Ciaoooo, finisco alcune pratiche e poi me ne vado a casaaaa 🙂

    Mi piace

  31. @ Carla e Patrizia: mannaggia, sento delle interferenze, non riesco a leggere bene, ,mannaggia, deve essere la nebbia che imperversa nella città di Patrizia oppure quel sole accecante che c’era oggi da me, mannaggia… 😆 😆 😆

    Mi piace

  32. ‘nnagg… devo andare a ritirarli, tutti belli nuovi, neri e all’ultima moda, poi ti farò sapere. Comunque vi tengo d’occhio, contaci. 🙂

    Ciao e buona serata (di nuovo)

    Buona serata a Carla e a tutta la ciurma, alla nostra Venticello che è un po’ triste, a Antonella che è in letargo a Carlotta che deve sbrigarsi a tornare, perché vogliamo una ricetta nuova.
    Ciao a tutti.
    A dopo!

    Mi piace

  33. carla

    Il nipote di Nonno Archimede! 🙂
    Tiene le braccia in quel modo perchè sotto nasconde la carabina e lo stemmino sulla maglietta lo conferma “coccodrillo = caccia grossa”….. 😳
    Da te Pat mi “ela palso di vedele un gatto” qui “ho paula di vedele i solci veldi”…. 😆

    Mi piace

  34. Eccomi 😀 sono riuscita a slegare le dita 😛
    Alla fine se il filo ha vinto le battaglie…. io ho vinto la guerra!!! muhehehehehe (<— risata malefica) peccato perché l'idea di andare a Genova non era mica male 😛

    Pat sono felicissima che il sole ti abbia fatto compagnia per tutto il giorno!! domani gli dico di tornare da te… se è rimasto per così a lungo si vede che si è trovato bene 😛

    Arthur ieri mi "sono ritirata alla base" abbastanza presto ( era la 1 o giù di li) 🙂 quindi devo dedurre che mi è andata di lusso non averti incontrato hahahahahaha 😀
    Cavoli, salutami la Sol!!! mi manca terribilmente.. poi ieri ho visto la mail di notifica per il suo ultimo post… e…. non sono passata da lei per quello che ha detto… non voglio contribuire a farla arrivare ai 50.000!! (poi magari ti spiego bene in privato)
    Mi manca sopratutto lei… certo anche il the best!! ma in primis lei!!
    Sai che quel numero alla fine l'ho stampato?!?! 😀 ce l'ho nella libreria… *_________*
    Hai ragione quella foto era stupenda!! partorita all'ultimo, perché l'idea iniziale non era così, ed è stata fenomenale *_______*
    Uh mamma la "mia" Vento cos'ha?!?! :(((((((((((((( non deve essere triste!!! :(((((((((( poi mi intristisco pure io!!! :((((((((
    e poi sabato e venerdì mia mamma mi ha detto che la Vento passerà a trovarci 😛 perciò non dovrebbe essere triste 'nnaggia!!!
    Piuttosto ora sono curiosissima di vedere i tuoi nuovi occhiali 😀

    Cavolino qui si parla di pelle e scalpi e io che sto aspirando a diventare la nuova Raperonzolo…. aaah sono una preda ambita mi sa!! ho capito domani vado a tagliarli… 😦

    Detto ciò auguro a tutti una buona notte!! e un buon inizio di giornata 😀 a domaniiiiiiiiiiiiiiiiiii!!!

    PS: Arthur ho fatto il nodo al fazzoletto

    Mi piace

  35. —buondì…
    scapppo!!!!
    baci a tutti e state buoni se potete, altrimenti
    fate pure caciara….
    un bacio a tutti…
    uno al mi Mirkino♥ ( ti devo raccontare un sacco di cose, tesorillo♥)
    uno al Duil♥ il mio fotografo amatissimo
    e uno al Capitano♥ capo indiscusso della nave♥♥♥♫
    A presto …quando non so.

    Mi piace

  36. mirko

    Ivana dolcissima,
    sotto lo smoking ho bisogno di vestire la corazza di armadillo 😦 ma ci sarò, tante cose da raccontarci, ne avremo di tempo, con un colpo di spugna non si cancella il destino, nel bene e nel male. Bacio grande a te indiscussa Dama ♥

    Mi piace

  37. Ciao caro Mirko, anche se in ritardo, buon giorno anche a te. Immagino che dopo quell'”Ivana dolcissima”, la tua Ventolina si scioglierà come neve al sole e la vedo già dietro all’angolino a cercare le parole giuste per risponderti. 😉

    E per il resto, nessun ordine ( 🙂 ), solo il piacere di averti qui insieme a noi.

    A dopo che il dovere chiama, purtroppo. 🙂

    Mi piace

  38. carla

    Mirkino da Duilio c’è una sorpresa per te. 🙂
    Non pungerti e non cappottarti che mi servi intero. Tu vai da lui che le sigarette te le vado a comprare io col monopattino.
    Bacino… neo…… ♥! 😆

    Mi piace

  39. @ Pensierieperline: Lelyna, mannaggia, sai perché io e Sol dicevamo che tu eri la nostra mascotte? Perché tu sei la Lely che sei, cara, gentile, generosa e disponibile, anche se ogni tanto mi verrebbe voglia di tirarti le orecchie, mannaggia e tu sai il perché. 🙂

    Ho raccontato a Solindue quello che tu avevi scritto a proposito del contatore che non volevi con una tua visita che andasse avanti e lei mi ha risposto queste testuali parole: Dolce, piccola Lely!

    In effetti hai detto una cosa bellissima.

    Ciao, poi ci “sentiamo” per sciogliere quel nodo al fazzoletto. 🙂

    Mi piace

  40. Bene, si è fatto sera e allora, buona serata a tutti e mi raccomando, dopo cena a letto presto. 🙂

    ps: volevo chiedere a chi ha il blog o a chi non ce l’ha, ma anche a voi capita di vedere quando entrate in un post senza essere registrati a wordpress dei banner pubblicitari di google?

    E no, perché mi sembra un modo insolito e non del tutto pulito quello di utilizzare i nostri blog con una pubblicità che va a vantaggio di qualcun altro, o sbaglio? 😦

    Mi piace

  41. Dopo vari giri peschi..eccomi.
    Devo chiedere scusa al generoso Aurelio…
    Non ho ancora letto Donna Mica…perdonami…lo faccio al più presto
    e tu spero sappia che le promesse che faccio le mantengo sempre…
    Chiedilo a Sara…lei ti risponderà…una sola per ora non riesco a mantenere…
    però è tanto grande…tanto tanto e ci vuole tempo tanto tempo.
    ma vedrai che ce la farò…
    Poi volevo ringraziare la Carla…quella frase che ha scritto nel post di Vito, m’ha fatto piangere, eh si ..son facilotta alla commozione e non è un pregio..
    Donna com_Mossa non è molto carino come nomignolo…ma non ho trovato di meglio.
    Anzi vorrei prenderla per metterla come titolo ad una foto..tra le centinaia che ho,sicuramente troverò quella che mi ispira….posso???
    Poi uno strizzotto alla magica, Patrizia, lei c’ha le alette e svolazza su un sacco di fiori che ho fotografato 🙂 . Grazie Pat
    ..e poi la cara mascotte lelyna..e come si fa a non coccolare una bimba così????
    Tranquilla Lelyna, sono in forma…per forza …e non farmi commuovere pure te perchè altrimenti
    finisco i fazzolettini e devo usare la carta igienica 🙂 dai, non è signorile!!
    Ciospina , stai serena e pensa che aspetto qualcosia che anche se non sberluccica …è fatta con le tue manine.
    Caro Arthur… te sei il mio Principe…nonchè quella persona che raccatta ogni mio vento…e allora mettiti l’animo in pace, c’hai da raccattà un bel po’… su, non rendermi la vita difficile e pubblica una bella foto… 🙂 please!
    A Duil…ma verrà qui ???? boh…da me non passa mai…sarò la sua poetessa preferita ma….insomma mi manca!! E poi manca una, o poco più, settimana alla mia poesiola per lui…mi devo caricare bene per farlo apparire!!!! Uhm, abracadabra zulumba balù 🙂 potrebbe funzionare…

    Hai ragione Capitano, vedere il mio Mirkino♥ che mi scrive “dolcissima♥” eh beh….mica si frigge con l’acqua!! la maniera per rassicurarmi ce l’ha….
    Ed io mi sento rasserenata, Tesorillo mio♥ ! ( …abbiamo anche l’apino coperto… che possiamo volere di più 🙂 ? )
    Poi sai, ci vuole tanta pazienza…io donna Mossa che mi confondo tra varie personalità…una Befy, una Ventosa che comprende un sacco di venti trasversali e trombette d’aria…a volte mi perdo…Ma tu in silenzio e da un angolino capisci tutto….e sorVoli.
    Bene…il sole ritorna sempre…stai certo. Ti abbraccio stretto stretto al mio corassssson che batte forte forte… e abbraccio anche i passati …aspetto la Carlitass mia adorata che si connetta …’sta casa aspetta solo te…. 🙂
    Notte serena a tutti.
    Ps: Sol mi hai fregata 😦 però non ho scritto nulla..e neppure likkato …
    una musichetta ci sta bene???
    cerco…
    E CERCANDO VADO SU UNA STORIA D’AMORE BELLISSIMA….
    chissà se…

    Mi piace

  42. @ Arthur
    Si, la pubblicità saltuariamente di vede in ogni blog, è un espediente di WordPress per raccogliere un po’ di soldi visto che la piattaforma la da gratuitamente per i blog….
    La si vede solamente se non si è collegati, altrimenti non appare e come dicevo sopra, non c’è sempre, ma solo qualche volta, perché da quel che ho capito fanno a rotazione tra i tanti blog che hanno usato l’opzione blog gratuita. Io non lo trovo sconveniente, in qualche maniera devono sostenere le loro spese, o no??

    Ed ora un saluto a tutti, finito il lavoro me ne vado a casa
    Ciaoooooooooo

    Mi piace

  43. Ventolino, una cosa è certa, che quando non scrivi un po’ ci manchi e poi una parola per ciascuno ed è la cosa più bella di questo blog, ognuno di voi, ed è questo che lo rende unico e a me, orgoglioso d’esserci insieme a voi… e allora vi voglio dedicare questa bellissima canzone che vi confesso ascolto sempre quando vado a fare i miei ormai 12000 passi, un’aria Siciliana cantata da Franco Battiato e Giuni Russo…

    Bellissima!

    Mi piace

  44. Buongiorno!
    …svolazando a destra e a manca mi son catapultata qui!
    ..scrivere…ora mi è un po’ faticoso… però vi penso a tutti….
    Buona giornata a voi
    Mirkino♥ come stai? tante volte non te lo chedo ma è implicito che spero sempre che tu sia scintillantee creativo come le perline della Lely……che sia anche per questo che t’amo????
    Buona giornata Capo♫…buona giornata a tutti..il sole è alto…ma appannato da quel velo d’umidità che di solito porta pioggia…
    ma non mi pare…fa caldo!!!
    baci
    vento

    Mi piace

  45. Buongiorno…
    Oggi sono fiacca, morale sotto ai piedi… ma fa niente, si va avanti ugualmente altrimenti mi ingolfo e mi ritrovo con le cataste di scartoffie da sistemare, uff… e strauffff…
    Buona giornata a tutti tutti!!!

    Mi piace

  46. BuonGiorno Ventolino,

    vedrai che sul tardi
    quel velo appannato sparirà
    e come per incanto,
    il sole apparirà. 🙂

    E sì, lo so, oggi mi sento un po’ poetico con le rime che baciano da tutte le parti. 😆

    Buona giornata anche a te con baci baci. ‘nnagg… si può dire? 🙂

    BuonGiorno Patrizia, dai parliamone, vuoi? Non essere triste, non lasciare che il morale l’abbia vinta, l’autunno, malgrado tutto, non è ancora del tutto arrivato e quindi goditi questi ultimi sprazzi di sole tiepido che se riesce ad entrare nelle ossa, è come u toccasana.
    Hai presente l’albero dell’ulivo?

    Evvabè, non c’entra niente! 😆 😆 😆

    Vedi… se ieri notte fossi arrivata da queste parti, ci saremmo messi a giocare un pochetto, poi avrei fatto ugualmente vincere te, ma vuoi mettere che spasso? 🙂

    Buona giornata carissima eddai, non ci pensare.

    BuonGiorno Ciurma sparsa uun po’ dovunque, Carla, Daniela, Laura, Aurelio, Mirko, Marcello, Mariagrazia, e poi, Antonella, Lely, Solindue, Carlotta, Heleneaurore (sta preparando senz’altro il matrimonio), Duilio, Alan ( che ogni tanto mi fa compagnia di notte), tutto bene stamane? Anche qui da me splende il sole e fa quasi rabbia vederlo dalle finestre del mio ufficio, mannaggia, è un po’ sfacciato, non credete?

    E a voi, come butta?

    Evvabè, meglio tirare i remi in barca, che poi non ho mai capito cosa voglia realmente dire, ritirata strategica? Scappare a gambe levate? Saltare da palla in frasca? (questo non c’entra… 🙂 ), Girare pagina mentre sei sul più bello quindi malgrado tutto e tutti? Boh, visto che la barca ‘un l’ho e che al massimo mi compro un pedalò (‘nnagg… oggi è la giornata delle rime… 🙂 ), mi sa che i remi in barca non devo metterli e quindi finisco sti disorientamenti e torno a lavorare.

    *** Ciao! *** 🙂

    Mi piace

  47. Ieri sera sono crollata presto Arthur, ero veramente stanchissima e dopo aver dovuto sentire tante storie delle quali non ne posso più… ho ceduto totalmente. Quindi me ne sono andata a letto anche perché mi era venuto freddo, ma quel freddo dentro che ti fa stare malissimo e che fai fatica a mandare via anche se ti copri con decine di coperte…. Ma passa, vedrai che anche questa volta passa, sono momenti che poi cerco di buttare alle spalle e tutto torna a posto, perché non cedo e non darò mai soddisfazione a chi non merita niente…
    Kiss 🙂

    Mi piace

  48. Cara Patrizia, come diceva quello che non ricordo chi fosse, ( 🙂 ) non ti curar di loro e… 🙂

    Hai fatto bene ad andare a letto presto, ogni tanto, anche se raramente, lo faccio anch’io, ci vuole. E’ un po’ come resettare per un attimo il cervello.
    Invece sul non dare soddisfazione a chi non lo merita, scusami, se me lo concedi, non sono d’accordo, ma semplicemente perché alla fine la contesa diventa ingestibile e oltre al sangue fradicio, non resta nient’altro.
    Quindi, se vuoi un mio modesto parere, abbi cura di te, cerca di volerti bene che, alle volte e scusa il gioco di parole, fa molto bene.
    Kiss ricambiato! 😉

    @ Aurelio: sei un grande! 😉

    Mi piace

  49. Arthur, per non dare soddisfazione, intendevo dire che non ho nessuna intenzione di farmi vedere giù di morale, io continuerò a ridere, a fare le cose che ho sempre fatto, ma senza farmi mettere i piedi in testa. Nessuna contesa, non c’è migliore cosa che lasciare crogiolare nel suo brodo chi vorrebbe invece vedere delle reazioni…. Poi magari ti spiegherò 🙂

    Mi piace

  50. mannaggia di una mannaggissima!!!
    Eccomi…. scusate la mia assenza, ieri non sono stata benissimo.. avevo la pressione un po’ bassina :-S e oggi un virus mi ha abbracciato e mi ha rubato la vocina che mi contradistingue.. per fortuna qui vi scrivo e non devo parlare perché se no non mi capireste mai 😀
    Mi sono commossa leggendo di Vento e di Sol.. e non è il virus che mi fa lacrimare gli occhietti…
    Vi abbraccio tutti (non preoccupatevi non vi contagio mica!) ora scappo a gustarmi la minestina calda, l’arancio e mandarino che in questi casi un pieno di vitamina C non fa che bene!! 😀

    PS: Arthur io il nodo al fazzoletto che ora sto usando anche per un altro uso c’è l’ho ancora 😛

    Mi piace

  51. Oh Cielo ragazzi! Nessuna commozione per Solindue, vi prego!
    Sol’ è un personaggio adorabile che mi è appartenuto per ben 3 anni. E’ entrata nei vostri blog a volte in punta di piedi, altre volte con un po’ di irruenza. Ha giocato con voi ha scritto insieme a voi e vi ha unito e amalgamato nella direzione di The Best, assieme ad Arthur.
    E’ un personaggio che sta svanedo dentro di me e tenerlo seduto a questa scrivania davanti ad un foglio bianco non porta più a niente.
    Ringrazio Lely per la sua dolcezza e la sprono, invece, a venire a salutarmi, a lasciare ancora qualcosa di sè sul blog di Solindue. Niente andrà perduto. Sol’ porterà via tutto con sè e si terrà tretti i vostri ricordi per le giornate di pioggia.
    Suvvia raggazzi, facciamo festa!!

    Mi piace

  52. Buondì Capo, . 🙂 Buongiorno a tutti!
    Come promesso mi so’ letta Donna Mica.
    wow…mi son fatta due sane risate….ma che teneri con quella manovella…gira te che gira Lui, il mio girino♥ !!!
    Quel tipo di donna è un clone….qui le signore di una certa età son così…in tre balletti ti raccontano la loro vita…marito. figli e ci mettono pure la guerra.
    Però a parte la fatica , è una bella soddisfazione l’aver fatto parte per un giorno della vita semplice e soprattutto sana di Donna Mica!
    Ottimo lavoro Pupi! E ottimo racconto , carissimo Aury, maremmano doc!!

    Ora tocca a te cara Sol !
    …son convinta che te ne andrai ..ma poi tornerai in veste nuova…
    oppure la stessa… per chi non ha FB sarà una perdita notevole…ma io ho
    qualcosa in più..e la tua città è la mia cartolina preferita oltre Milano.
    Vero , nessuno ti perderà…tu giochi, e ami giocare, quindo non starai troppo lontano.
    Nel frattempo ti auguro una buona e fruttuosa giornata….
    Arthur…lavora bene mi raccomando…come solo tu sai fare….e getta un filo a cui la tua socina bella ci si possa attaccare e creare così qualcosa di esplosivo 😆
    Senza fretta…con tutta la calma possibile.
    Ora vado nel mio mondino….
    Stamani pensieri e cose nella testolina mia ciottolano di brutto…maremma anti’a!

    Mi piace

  53. Buongiorno Arthur, buon giorno a tutta la ciurma !!

    Sol… eddaiiii io devo ancora conoscerti bene, se togli il blog come faccio?? Quel poco che ho potuto vedere mi piace molto ma se vengo a vedere altre cose poi il contatore sale troppo velocemente…. sgruntttt

    Ventolino, non farli ciottolare troppo, potrebbero lasciare dei bitorzoli e poi sai che carina diventi se devi uscire di casa e ti vedono tutta bitorzoluta…. smackkkk

    Mi piace

  54. eh lo so…difatti le emicranie vanno a mille…devano esse tutte quelle popò di botte.
    Comunque…un riesco a concentrarmi su nulla….oggi son pestifera più che artistica…
    ma mi devo dare una mossettina….magari metto un po’ di Riki Martin è il mio cucciolino lui….e mi tira su il morale. la lavatrice è finita…vado a stendere du pannetti….tanto oggi capace piove e si ricomincia col dilemma …””come li asciugo ora…mi ci voleva proprio quella maglietta!!!””
    Siamo a venerdi…domani è sabato..e poi domenica….
    e così amen!!!
    va là che poi dormo come un tufolo…magari!!!! mi giro e aspetto le pecorelle ma arrivano cammelli. mi alzo e giro in ovale perchè in tondo è impossibile….faccio un’ellisse e mi perdo in una spirale a sorpresa….apro il frigo: mortadella!!! prendo due uova e le cocco…quattro morsi ed è fatta…mi sente la pancia! ma il guscio l’ho levato??? mica mi ricodo ..stavo guardando la novella dello stento che dura tanto tempo…e me ne son dimenti’ata.
    Torno a letto e mi dissocio….prendo il panda, mi ricorda che andavo alla Standa nel reparto balocchi….ecco son piccina ….e menomale così faccio le bizze e la mi mamma mi lancia uno scappellotto….ecchediamine!!!! Volevo ciccio bello…e me l’ha dato di brutto!!!
    Allora torno grande in un baleno e cavalco la scopa della Befy, nuova nuova , però il calzino mica ci sta…è rotto al pollicione, e che figura !!!!! Un c’ho nemmeno il carbone..in compenso c’ho le caramelle all’orzo ma non le regalo a nessuno, le tengo per me. si sa che le Befy son tirchie e pelose, c’hanno i baffi e alle gambe le liane di quello gnocco del Tarzan, tutto voce e muscoli…e po’o cervello….però l’è sempre stato fortunato, un ha mai beccato un tronco d’acacia nei suoi slanci alla riscossa…ma del resto era innamorato..della bella jane….che fortuna ..a me al massimo per dimostrà l’amore m’hanno regalato una scatoletta di Tinzemal….che non è carne ma un anti stitico!!….però mi va di lusso ….son mezza matta e posso fa quello che mi pare….
    E ora che il latte se n’è uscito dal pentolino…esco pure io… Ecco!

    Non prima di….♥ Luii lo sa..io l’aspetto sempre….ciao amorino mio♥♥♥
    via giù , vi lascio la musichetta….


    hola!!

    Mi piace

  55. Cavoli, lo sapevo che non avrei dovuto mettere la matita nera stamattina -__-” ora tra le parole di Sol, il raffreddore e tutto il resto sembro un panda -__-”
    Carissima verrò senz’altro a lasciarti un ultimo ricordo di me… uno da portare con te nella tua nuova avventura post blog… Sol è un personaggio ma è animato da una persona che sei tu e sei una persona stupenda alla quale è difficle rinunciare!!!
    TBM è stata un avventura fantastica (conservo ancora le mail di quel periodo) il regalo che mi avete fatto tu e Arthur ancora di più!! Sono stata fortunata a conoscere due persone come voi.. meno nel fatto di perderne una… chissà magari un giorno la macchina TBM ripartirà oppure tu Sol deciderai che è tornato il momento di riempire quei fogli bianchi che stanno sulla tua scrivania e io (come immagino gli altri) saremo qui ad accoglierti a braccia aperte 😀

    Buon giorno ragazzi!!! la Lely oggi ha due super poteri.. la gola in fiamme per carbonizzare i nemici e il super starnuto per farli volar via!! 😀
    Anche se piove spero che questa per tutti sia una splendida giornata!!!

    Buon appetito ( o voi che potete gustarvi il cibo… il mio sa di niente!! 😦 )

    Lely

    Mi piace

  56. Lely…. accipicchia quanto sei pericolosa, hai due armi veramente micidiali… mi spiace veramente tanto, io sono ormai due settimane che continuo, per fortuna sta passando e le armi hanno perso parecchio potere, resta solo ancora attiva quella della tosse… spara colpi a raffica quando si innesta 🙂

    Piove anche qui e parecchio anche, speriamo smetta perché nel fine settimana da noi c’è un anticipo di Halloween che a me piace solo perché è un’occasione per fare foto, ma se piove uffff…

    Buona digestione, ormai penso abbiate già pranzato tutti.
    Ciaoooo

    Mi piace

  57. Buongiorno anche se in ritardo care ragazze, Patrizia, Lely e Ventolino ()Lely, come vedi ti ho messo in mezzo così ti coccolano un po’ visto che sei ammalatina. mannaggia 🙂 )

    Buongiorno al resto della ciurma che però non vedo, non saranno per caso in castigo per le malefatte di ieri da Duilio? 😆

    Siete fortissimi ragazzi.

    Oggi sembra che tutti abbiano bisogno di me, per cui, così come sono arrivato, devo scappare. Mi raccomando Patrizia, sabbiti u cutieddu (fatti spiegare da Carla cosa vuol dire) insomma, non arrabbbbbiarti con nessuno che, come si è sempre detto, non ne vale la pena. Ventolina anche tu ammalatina? Evvabè, ragazze, cosa facciamo qui la confraternita degli sternuti? 😆

    Riguardatevi ragazzacce, io purtroppo oggi non vi posso coccolare.

    Ci aggiorniamo più tardi.
    A dopo.
    Arthur

    ps: piove, governo ladro e mai detto fu più vero. 🙂

    Mi piace

  58. Arthur, se non erro significa : Conserva il coltello… cioè non usarlo a sproposito, magari ti serve un’altra volta… (beh dai, non essendo siciliana accetta questa traduzione personale) 😆
    Ciaooo!!

    Mi piace

  59. mirko

    … son qui. 🙂
    Mia cara Ventolino a cui la testa duole, finalmente ce la faccio a scaracollarmi da te. Lo avrei fatto pure prima ma qualcosa mi tratteneva al braccio. No no, stà tranquilla che poi quel ragno scalcia (il Pulcy s’intende) io ero temporanamente trattenuto. Allacciata al mio braccio, come il laccetto emostatico che ti mettono quando fai le analisi del sangue, Crudelia oggi era fuori di sè e infatti mi tratteneva; avrei lanciato volentieri al cielo un ululato che avrebbe fatto sembrare afono un coyote perchè se l’alfabeto ha ventuno lettere lei ne ha sfoderate quarantadue, tutto raddoppiato perchè eravamo in due. In giro per la rete a far danni, io e il compare di vita e di sventura. Era talmente inviperita che anche un cobra nel vederla sarebbe scappato strisciando al grido di: “mamma… che serpe”. Per carità ieri ci siamo fatti prendere la mano, il braccio e l’avambraccio e lei ha tutte le ragioni del mondo ma stavolta ci ha messo rigorosamente in castigo. Speravamo di essere mandati a raccogliere cotone cantando il blues invece ha preferito mandarci in archivio a sistemare faldoni e a montare dei ripiani che da tempo giacevano. Appena siamo arrivati in quel sottobosco di pratiche e odore di pollo strinato abbiamo cominciato a spacchettare i pianali imballati. Nel primo pacco tutto bene, quattro aste, cinque pianali e un sacchetto di viti per l’assemblaggio. Nel secondo pacco quattro aste, quattro pianali e un sacchetto di viti per l’assemblaggio. Iniziamo a montare il tutto ma la scaffalatura era asimmetrica. Lampo di genio! Su una scaffalatura mettiamo sette pianali e nell’altra due, le pratiche piccole da una parte e quelle grandi dall’altra. Eravamo soddisfatti abbestia del nostro lavoro e montata la scaffalatura iniziamo a prendere i faldoni, grandi e pesanti che sul dorso portano scritto il contenuto da posizionare a vista.
    E come lo metti il faldone sulla scaffalatura di sette piani, neppure sdraiato ci sarebbe entrato.
    Sulla scaffalatura con due ripiani invece ci possono entrare due scatoloni.Oppure io e Aury.
    Più tardi continueremo il lavoro che spero non dia vita ad uno spettacolo agghiacciante.
    Questo per dirti che quando sbucherà al mondo Pulcy monterò il lettino della Foppi tutto da solo perchè mi sento portato per il bricolage.
    n.b. spero di non averti fatto aumentare il mal di testa Vento bella 🙂
    Mirkino ♥

    Mi piace

  60. mirko

    Per dar conto alla mia amata, dimenticavo il resto… 🙂
    saluti a tutti voi con baci e abbracci, io e Aury come formaggio di Fossa stagionato terminiamo l’opera intrapresa…. peccato sia sbilenca! 😳
    a presto, se ci è consentito!
    baci 😆

    Mi piace

  61. Buon pomeriggiooooooooooooooooooooooooooooooooooo, eccomi ancora qui a “rompere” 😀
    Mannaggia Pat se mi dici così mi preoccupo, questo dannatissimo virus doveva scegliere proprio me quest’anno… poi magari si trova anche bene e non mi molla più per un mese! ufffffffff
    Mmm tu hai la spara colpi… che dici fondiamo un duo?? andiamo in giro a stanare e punire i cattivi?? hahahah 😀
    Allora speriamo veramente che il fine settimana sia bello!! :)) questa volta mi sa che io però non posso aiutarti con il sole.. da me non passerà nei prossimi giorni 😦

    Arthurrrrrrrrrrrrr tutti ti vogliono tutti ti cercanoooooooooooooooo 😛 non sarà mica una strategia per non essere contagiato anche te?? 😆
    Se vuoi fare una confraternita io ho tanto tempo libero per far su tutto l’occorrente dal modulo di iscrizione fino al logo con i gadget!! hahaha 😀

    Mannaggia e che mai avranno fatto Mirko e Aurelio per essere puniti con l’archivio?!?!
    se fossi in grande forma verrei volentieri a darvi una mano… fare l’archivio non mi pesa e poi visto che c’è un po’ di lavoretto manuale con gli scaffali mi piace anche di più!!
    (PS: ma poi avete risolto con la disposizione ottimale?? mmm qualcosa mi dice che è una cosa lunga… 😛 )

    un abbraccio (disinfettato) a tutti!!

    Lely

    Mi piace

  62. 😆 😆 😆 veramente!!! sarebbe una punizione tremenda!! 😀
    oh bella nel caso in cui entro mezzanotte non hanno ancora finito mi copro benissimo e vado a dare una mano… mi vedo già nel mio scafandro anti_contagio a montare scaffali e passar faldoni 😆 😀

    Mi piace

  63. aurelio

    La scaffalatura ragazze stavolta è pisana “pende”! 😦
    Il problema è che gli occhiali sono rimasti sopra le nostre rispettive scrivanie e mettiamo le viti d’assemblaggio alla come capita. E non sempre va bene. 🙂
    Lely ci vieni davvero ad aiutare? Eureka! Siamo disposti anche ad influenzarci se è così ….. 🙂 ti chiedi cosa abbiamo fatto? ecco… veramente noi siamo discoli, e tanto. Abbiamo fatto i monellacci sul blog del grande Duilio e siamo stati bacchettati. Siamo riusciti a far parlare quasi “in diretta” il buon artista silenzioso e questa credimi è stata per noi una bella soddisfazione (nessuno c’era riuscito così velocemente), però capperi se abbiamo esagerato e poi stamattina quando Crudelia ha letto, ci ha chiamati a rapporto e ci ha fatto neri, abbrustoliti, inceneriti e di conseguenza punizione. Chiaro? 🙂
    Pat…. meno male che almeno tu ci hai risparmiati. Altrimenti doppia razione! grazie per la tua clemenza. 🙂
    Ci ha minacciati che non dobbiamo andare a scrivere da nessuna parte…. e da oggi “bocca chiusa” 😡 poveri noi, e chi resiste? 😦

    Mi piace

  64. Ehmmm da me c’è la porta aperta… (madòòòò poi bacchetterà pure me però)… ve la chiudo solo se…beh non ve lo dico, altrimenti dove sta il bello della sorpresa ahaha

    Mi piace

  65. aurelio

    Mirko… perchè sei ancora lì? 🙂
    Io sono già arrivato al secondo piano! 😡

    Pat: i cuoricini! ♥ Lo abbiamo sempre sostenuto che è una cattiva-buona! Come gli omini della meterologia non sappiamo però quando si apre la porticina cosa esce! 🙂

    Mi piace

  66. mirko

    Sì Pat cara, quello negativo (vuol dire che piove!) e qui tira pure vento. Vento? ♥♥♥ luce dei miei occhi! 🙂
    Ma io dico…. l’omino col sole dove cacchio è finito? Si sciuscia forse! Accidenti a lui! 🙂

    Mi piace

  67. aurelio

    Che peccato! Ha deciso di darci via, l’ho beccata che sta preparando un cartello:
    “Regalo due cuccioli sverminati e svezzati…….

    Mi piace

  68. aurelio

    Mirko …. ma che ingiustizia! 😦
    A te ti ha più svezzato che sverminato allora….. 😦
    Pat, quando vai in gelateria e dici “mi dà un cucciolone?” 🙂 La signora sparisce per metà dentro la ghiacciaia e tira su un biscotto. Tu non dici niente e paghi. 🙂
    Chiamaci allora “biscotti sverminati e svezzati”, l’importante che siamo due. Uno suona male! 🙂

    Mi piace

  69. mirko

    Se sbuca l’Arthur la pancia mi farà ancora più male! 🙂
    Ieri sul blog di Duilio, oggi stiamo inzaccherando il blog di Arthur. 🙂
    Popolo della rete… a qualcuno vengono utili ‘sti due scarafoni? Tutto tace, come previsto 😦

    Mi piace

  70. aurelio

    Comincia a preparare le pezzuole che stavolta anche “polo blu” ce le suona!!!! A morte!!!!
    Gasp, gulp!
    O fine com’è Lui direbbe con la boccuccia a cuoricino “vi cambio l’architettura frontale!” 🙂

    Mi piace

  71. aurelio

    Pat non preoccuparti anche il computer è contro di noi! Sob! 😦
    ti auguro un fine settimana migliore del mio! A prescindere! 🙂
    Serenità a tutti (ce n’è bisogno veramente)! 😉

    Mi piace

  72. Salveee!
    Ciao Mirkino♥…oggi ho dormito….insieme alla mia ciospina. 🙂
    Sono un po sonata ..ma lo sono sempre 🙂 …apprezzo il tuo impegno da bricolage…ma la culla la compro bell’e pronta!!!
    ..siete stati puniti???? eh ogni tanto una bacchettatina ci vuole!
    Bene , la settimana è finita….ora vi aspetta il w,e,
    Speriamo sia riposante…
    Io mi son messa girare su un libro…che ho trovato sotto l’asse da stiro…si intitola
    la felicità è dentro di noi di Morelli, quel piacione a cui pare vada tutto per il verso…
    Teorie e indottrinamenti, auto convincimenti e rasserenamenti.
    Alcune cose son giuste…altre, le trovo snaturate!
    me lo ha restato la cara amica Grazia, cognata di Laura ..la mia tenerissima amica tornata da Berlino..m’ha detto che è stata benissimo, s’è rilassata e divertita! e ci credo, ha trovato una combriccola livornese che l’hanno presa in custodia….c’era pure un fotografo attrezzato di tutto punto….Secondo Morelli staccare la spina è più stressante che lasciarla attaccata 😦 !
    Io son del parere diverso…staccherei tutto e un se ne parla più Punto!
    Comunque vi farò sapere…anche se a dir la verità un ce ne frega nulla!
    Allora perchè lo leggo?????? …è sempre quel mio modo di fare le cose anche se non mi danno soddisfazione..mah, valle a capire le donne!
    Vi abbraccio tutti…
    ♥ciao Lelyna..resta ben tappata!!! Fuori è umido e piove a catinelle!
    ♥ Arthur…buona serata bella bella…rilassati con un bel bicchiere di vino rosso..
    e intanto aspettiamo la Carlitsss….ma quando TORNAAAAAAAAAAAAA??????
    Prufffffffff 😦
    baci ai bimbi e alle bimbe….


    ho bisogno di calma e meglio di lui… 🙂 nessuno me la regala!!!

    Mi piace

  73. Eccomi!!!! sono ancora “viva” non so ancora per quanto però!! 😕
    Mannaggia a me… dovevo aiutare Aurelio e Mirko ( grazie per la spiegazione sulla punizione) e allora mi son detta “fammi prendere qualcosa di caldo e poi mi metto li ad avvitare e a contare i buchini per far si che non diventi pisano lo scaffale” 😛 (con la mia supervista si andava sul sicuro!) e niente dopo la tazza di tea caldo ho maturato l’idea di uscire ( Ventoooooooooo ti ho letto solo ora… ecco vedi dovevo star ad ascoltare mia mamma e ovviamente pure te) perché ero sola in casa e mi annoiavo!! non mi piace fare l’ammalata!! e così ho unito due cose l’utile al dilettevole.. sono uscita perché ero stufa di stare in casa e dove sono andata?! ma in farmacia! così ho fatto scorta di farmaci per combattere il tremendo virus! Entro in farmacia (sapete ne ho una di fiducia, vado sempre li.. e mi trattano come se fossi di casa hahahah) faccio la fila e una signora davanti a me si gira e mi dice “vuole passare avanti??” io: “ma guardi non ho fretta…” lei” ma si figuriiiiiiiiiii passi pure” 😯 mi sa che o gli facevo tanta pena… o non voleva essere contagiata! nella nuova postazione avevo davanti una signora in la con l’età… e ho pregato che non si girasse pure lei per farmi passare.. mi sarei sentita troppo a disagio per fortuna non è accaduto niente di tutto ciò…. l’unica cosa è che il farmacista da due cose che dovevo prendere mi ha dato un sacchetto della spesa di farmacia e rimedi vari.. dalle pastiglie alla propoli fino ai cerottini per respirare di notte -__-” si sono proprio un caso umano 😆
    Tornata a casa mamma mi ha ripreso perché non dovevo uscire con questa pioggia (che ovviamente non accenna a diminuire 😦 uffffffffffff ) stasera poi a cena c’è stata l’apoteosi talmente alternavo starnuti a soffiate di naso (ecco cosa non mi ha dato il farmacista!! la cremina per il naso !!! ah ma domani ci ritorno, ehm no mando la mamy 😀 ) che il papy non ha capito niente del tg serale.. e nemmeno del film che stava cercando di vedere.. quando all’ennesima soffiata di naso sul dialogo fondamentale del film lui si alza dal divano ed esclama “stasera ci sarà ancora il concerto??” hahahaha ovviamente scherzava anche perché incurante del virus malefico ha deciso di darmi un abbraccione 😀 😀

    Scusami Arthur se ho fatto un lenzuolo di commento.. 😕 ti sto trasformando il blog in un lazzaretto mi sa!! 😦

    Buona notte a tutti!!! e Buon week end! 😀

    Lely

    Mi piace

  74. carla

    Oh Lely come sei dolce, pur malata sei disposta ad aiutare quei due scellerati. 🙂 Hanno trascorso la giornata di ieri a cercare di montare due scaffali di ferro con tanto di istruzioni sotto il naso. 😦 Il risultato è raccapricciante: da una parte ci sono piani alti 15 centimetri, buoni per metter due risme di carta, dall’altra hanno creato due vani, uno per ognuno di loro. 😳 Per i faldoni non c’è alcuna speranza di alloggio, nè verticale nè orizzontale. 😦 Sto pensando di provare, a questo punto, a fargli infilare perline colorate. 😆 Ti racconto però una cosa. Qualche tempo fa, non sapendo come trastullare una bimbetta di circa sei anni figlia di amici vicini, alquanto irrequieta, mi venne la brillante idea di farle una collanina. Ma con che cosa? 💡 Con la pastina da minestra, quella piccolina per intenderci e bucata al centro. Aurelio quel giorno era da me. 😦 Per dare un tocco alla creazione ho preso un pentolino basso, ho messo una manciata di pastina senz’acqua sul fuoco e l’ho fatta abbrustolire infatti è diventata marroncina, tutta tigrata. Bell’effetto. Mentre la pastaperla si freddava mi sono allontanata con la bimba per mano e siamo andate a prendere il filo. 🙂 Quando torniamo pentolino vuoto. 😦 Aurelio masticava e sentivo scricchiolare dentro le sue fauci. 😳
    Risultato: bimbetta gridava come un’aquila, Aurelio deglutiva con inumano sforzo, io… ridevo senza farmi vedere perchè la soddisfazione di piangere non gliela avrei data per niente al mondo. 🙂
    Adesso guarisci in fretta che poi qualche idea buona ci viene in testa per giustiziare, cioè voglio dire, tenere a bada quei due. Basta solo qualche idea 🙂
    Un saluto a tutti 🙂

    Mi piace

  75. Mannaggia Carla e Lely, quanto mi avete fatto ridere con le vostre storie. 😆

    Incomincio da Lely dicendole di non preoccuparsi per i suoi commenti a lenzuolino, perché li adoro, (qualcuno lo sa… 🙂 ) perché quando li vedo, che siano commenti o e-mail, è l’occasione per rilassarmi un po’, mi siedo tranquillo e mi beo nel leggere quanto c’è scritto.
    Quindi, tranqui, e poi quest’angolo è abituato ai commenti lunghi, se scorri indietro, ne vedi tanti e poi tanti e poi tanti, e poi tantiiiiiiiiiiiiiiii… 😆

    Invece concordo con Mamy, avresti fatto bene a non uscire di casa e te lo avevo detto anch’io per una volta di fare la brava, ma tu nulla e così, immagino la scena del Papy confuso e annnnnebbbbbbiato tra uno sternuto e l’altro.

    ‘nnaggg… !!! 🙂

    Carla, maddai, vuoi farci credere che Aurelio, il mio degno Socio, ha mangiato la pastina cruda abbrustolita? Maddai!!!

    Non è che per caso, (è solo un’ipotesi), l’avevi invitato a cena e lui non vedendo nulla di preparato e essendo un gentiluomo si è messo a sgranocchiare la pastina, così giusto per non chiedere nulla? (è solo un’ipotesi, ovviamente. 🙂 )

    Immagino comunque la scena, tu che ridi, la bambina che urla e lui che, tra uno sgranocchio e l’altro, fa finta di nulla.
    Bellissimo!!! 😆

    Evvabè. Patrizia oggi sarà in giro a fotografare qualche fenicottero in libera uscita, Ventolino oggi riposo senz’altro, dopo una settimana intensa, Antonella, anche lei in riposo, mi ha detto di salutarvi, starà in questo momento litigando con le ultime erbacce del suo giardino. Carlotta mi ha scritto dicendo che una casa nuova è come una neonata, bisogna starle dietro aspettando paziente che i primi dentini non creino troppi danni, e poi non ha ancora l’ADSL, per cui appena sarà collegata, si fionderà subito da queste parti per recuperare il tempo perduto.

    Io invece sono in ufficio, ho qualcosa da finire e poi passo dalla mia occhialara di fiducia a ritirare gli occhiali nuovi. Poi, cena da amici.
    Bene, lelyna e Carla, un ciao a voi come prima cosa, visto che ho iniziato questo lenzuolino giusto con voi e un ciao a tutti gli altri.
    Buon fine settimana. 🙂

    Mi piace

  76. ..ciao Arturino..ammazza che freddo!!!
    Sara ed io siamo state in casa tuuuutto il giorno!!!.Che bello….me la son coccolata tutta…non sta tanto bene…. ha bisogno di dormire . Domani inizia il lavoro…. ed è già un po’ nervosetta…
    Lo hai rimesso l’orologio a cucù??? non ce l’hai??? peccatooooooooooooo…, nemmeno io!!
    é carino da vedersi e fotografare..ma da tenere in casa no….dai….ogni ora quell cucù…l’avreo aspettato al varco..e appena la testa fuori, zacchete col macete!
    Sanguinaria sugnu!!!!
    Grazie del logo….sei sempre troppo caruccio!!!
    Bene…pappa e poi sotto coperte….notte a tutti e buon risveglio!

    Mi piace

  77. ‘sera…
    Patrizia non è andata in giro a fare foto, è da venerdì che piove a dirotto, hanno anche dovuto sospendere la festa in piazza che era in programma per oggi uffff, allora si che avrei provato a fare foto… Ho passato il fine settimana a sbaraccare la casa, cioè a cercare di sistemarla, visto che è ancora tutta sottosopra dopo i lavori fatti…. solo che si fa prima a togliere tutto che a rimettere tutto a posto mannaggia e rimannaggia…
    E poi nonostante lo spostamento d’orario il fine settimana passa sempre velocemente, per fortuna che se tutto va bene (spero di non parlare troppo presto e fare da solo l’uccellaccio a me stessa) la nuova settimana sarà corta… essendoci il 1° Novembre festa si fa il ponteeeeeeeeeee e quindi 4 giorni di seguito senza lavoro hihihih

    Ventolinoooo, anche qua ha fatto parecchio freddo e di brutto anche, all’improvviso…. Un bacione a Sara affinché si rimetta al più presto cucciolotta adorabile, smackkk smackkkkk

    Salutoni a tutti e serena notte….

    Mi piace

  78. @ Ventolino: porcaccia la miseria, Sara non sta ancora bene? Mi dispiace. Sono sicuro che le tue coccole l’hanno fatta felice.

    Ti è piaciuto il loghino? Se hai problemi, come al solito, faremo una video conferenza.

    Ciao e dormi bene. 🙂

    ‘notte!

    Mi piace

  79. @ Patrizia: hai sistemato casa? se mi facevi un fischio venivo a darti una mano. 🙂

    Io invece oggi sono stato stamattina in ufficio a sbrigare alcune cose e poi nel pomeriggio ho fatto gli otttomila passi sotto la pioggia e dopo una bella doccia, ho poltrito alla grande.

    Wow!!!

    Ma scusa, come mai fai la settimana corta? Io venerdì lavoro, mannaggia, non è giusto.

    Evvabè, notte anche a te, riposa visto che oggi, OGGI, hai lavorato. 😆

    ‘notte!

    Mi piace

  80. Come mai faccio la settimana corta?? Perché capita poche volte la possibilità di farla e quindi non me la faccio scappare. Sempre che qualcuno non si svegli all’ultimo minuto e debba andare al lavoro ugualmente… Sembra che lo facciano apposta, ogni volta che si decide di chiudere.. trammmmmmmmmmvataaaaaaaa, niente da fare, si deve andare ugualmente…
    Tu venerdì lavori?? E per forza, sei durante gli altri giorni non fai mai niente e così ti ritrovi a dover recuperare gli arretrati ahahahaha
    Io non ho fatto gli 8000 passi (mò sono pure aumentati, prima non erano 7000??? ), e quando mai li faccio, schiatterei molto prima. Però ho fatto su e giù dalla scala, a volte messa anche in maniera non tanto corretta… ma non avevo altro modo per arrivare ai ganci delle tende…. ed altro ancora… Ma io dico, perché le case devono essere per forza brillanti, in ordine ecc ecc….. dopo sembrano bomboniere nelle quali non ci si può muovere o qualche cosa va fuori posto. Ma nooo daiii, la casa va bene vissuta, con un po’ di disordine, con un giornale qua, un libro là, la macchina fotografica a zonzo ecc. ecc… ahaha

    Vabbè, meglio se mi fermo, o chissà che si penserà di me dopo ahahaha

    Buona notteeeee 😉

    Mi piace

  81. E le scale, le scale…

    Ascolta questo brano, la prima parte è bellissima, poi c’è l’intervista e continua…

    ‘notte!

    ps: la polvere non ha mai fatto male a nessuno. 🙂

    Mi piace

  82. Ma no, dai, conosci Pat Metheny?

    E’ fantastico. Io ho sentito un suo concerto a Milano qualche anno fa ed è davvero coinvolgente…

    Così, giusto per sognare un po’. 🙂

    Mi piace

  83. Sono contento che ti piaccia e allora, così giusto per la notte, ascolta questa che avevo già postato e che trovo sia non spettacolare, ma dippiù, dippiù. 🙂

    ‘notte!

    ps: ho visto che c’è in giro la nostra Lely e allora. ‘notte anche a lei. 😉

    Mi piace

  84. ‘nnagg… beh, sogni tanti bei sogni sogni e così domani ti alzi con un bel sorriso sulle labbra e chi ti vede ti chiederà: “Cosa hai sognato?”
    E tu: “Tanti bei sogni sogni!”

    ‘nnagg…!!! 🙂

    Mi piace

  85. @Carla: ma sai che ho riso tantissimo per il racconto della pastina?!? Oh bella sai che ho iniziato anch’io con la pastina e guarda ora dove sono finita 😀 però mamma me la faceva colorare con le tempere 😛
    Ossignur ma che hanno combinato Mirko e Aurelio!! hahaha Ok, guarirò in fretta anche perché una mano a quei due va data e poi se vuoi penso anche a qualche “tortura” 😀 hahahah

    @Arthur: allora ti regalerò altri commenti a lenzuolino =) papà ormai ha perso ogni speranza… oggi si è aggiunta la tosse, il super potere di Pat, e allora la tv stasera l’ha vista un po’ si e un po’ no… ma stamattina… oh bella, la smart tv in sala era tutta per lui… non sai che ha combinato per mettere a tacere me e mamma 😀 diciamo che si è preso una rivincita personale 😛
    Hai ritirato gli occhiali nuovi?? 😀 se vuoi mostrarceli 😛 😛 io sono molto curiosa!! 🙂
    Ma lo sai che tu sei proprio uno stacanovista!! sabato lavori, domenica lavori…. ma non ti fermi mai?? 🙂
    Comunque non lo sapevo mica che facevi le conferenze con tutti tranne che con me HAHAHAHA 😀

    @Vento: ma Saretta sta male?? non lo sapevo mica!! povera 😦 dalle un abbraccione anche da parte mia… tranquilla non le contagio niente… l’ho super disinfettato da ogni germe e virus possibile 😀

    @Pat: Mi dispiace moltissimo per la festa e per le foto mancate 😦
    carissima hai una tua sostenitrice per quanto riguarda la casa… anch’io (sarà che sono disordinata e casinista e mamma si danna sempre per questa cosa) la penso come te.. se c’è un giornale sul tavolo o un libro sul letto che male fa! Vivo in casa e qualcosa dovrò pur fare no??
    Oddio c’è da dire che quando arriva qualcuno a trovarci mamma mi mette talmente ansia addosso che in 5 minuti ripulisco tutta casa!! hahaha

    ‘nnaggia è tardissimo!!
    scappo a dormire, senza prima però aver fatto il mio rito pre_nanna, ovvero: cerottino per respirare meglio, pastiglia balsamica per la gola, cremina per evitare che il naso si screpoli e mega scorta di fazzoletti sotto il cuscino 😀

    Buona notte e buona giornata (domani non so quanto riuscirò a venirvi a trovare)
    un abbraccio a tutti

    ♥Lely♥

    Mi piace

  86. aurelio

    Oh Lelyna…. come puoi pensare a torture da infliggerci? pure tu? 😦 Ma allora la novella del Verga “Rosso Malpelo” è vera! Che associazione d’idee mi vengono… perdonami Lelyna cara altrimenti davvero pago pegno! 😦
    Ho due precisazioni da fare:
    1) il foglietto con le istruzioni per montare gli scaffali dell’ufficio era composto da tre pagine. Io ho letto quella … in “finlandese” me ne sono accorto tardi ostrega! 😳
    2) la pastina credevo fosse davvero per me. 😦 Ogni tanto devi sapere che da noi, a turno, partono gli esperimenti culinari (un pò come i disorientamenti letterari dell’Arthur….) si provano, si testano ricette e la cavia si sacrifica 😦 Quel giorno credevo di essere “cavia” ma che sacrificio ho fatto Lely. 😦 Scricchiolava sotto i denti la pasta come pietruzza, un sapore di nonsonemmenoche, quella bimbetta antipatica che gridava come un’ossessa “mi hai mangiato le perline, mi hai mangiato le perline….” Ma che perline e perline d’Egitto le rispondevo “io ho mangiato “i paternoster” una specie di cannolicchietto piccolo, bucato e zigrinato tutt’intorno”. Carla appoggiata al lavello rideva a crepapelle poi mi ha fatto segno “ho i rigatoni, quasi quasi abbrustolisco quelli che poi voglio vedere….” ed io senza farmi capire da Aquila Reale le dicevo “quelli …. te li mangi poi te”. 🙂 Alla fine risolvemmo con una manciata di stelline perchè il riso non ha il buco! Che giornatina pure quella…… 🙂
    Buona settimana a tutte/i, ciao caro Arthur, oggi c’è pulviscolo in giro, non so a Voi ma a me lacrimano gli occhi.
    Forse ho Sol 😦 un pò di allergia! Vado di là vediamo se mi passa!

    Mi piace

  87. Auryyyyyyyy!!!! …mi balla la dentiera!!! hahahahha , vero!
    Dunque..esulo un attimino dalla pastina abbrustolita…l’ho fatta pure i la collanina però poi me la son mangiata ma consapevole che non era commestibile……e allora….va beh, sorvoliamo.
    ovvìa, si è alzato un quesito interessante sui nomignoli tra la Pat e me….
    e allora ci siamo chieste ” chissà come lo chiamavano l’Arthur da piccolo….. ???? 😆
    Ce lo dirà senza nascondere eventuali nomignoli imbarazzanti???? questa è la domanda del giorno che ci rimbalza in testa….
    aspetto , tanto ho altri 5 mesi ….settimana più settimana meno!
    Mirkino♥ amato mio…mi manchi 😦 ma tanto tanto!!!!
    …………………………………………………………………………………vado.

    Mi piace

  88. BuonGiorno Ragazzi, ‘giorno Aurelio, mi hai fatto ridere come un matto leggendo dei maccheroni da sgranocchiare, ma poi, Carla li ha cotti oppure no? 🙂

    Ventolino, non ho mai avuto soprannomi imbarazzanti per mia fortuna, comunque ho risposto nel tuo blog, prove comprese. http://sempreventophoto.wordpress.com/2012/10/27/dedicata-elsa-e-duilio/#comment-7840

    ps: ho visto che hai messo il logo, ma non va bene così. 🙂

    poi ti scrivo, più tardi, perché adesso devo scappare via.

    Ciao a tutti, Carla, Daniela, Laura, Mariagrazia, Aurelio, Mirko, Marcello, Patrizia, Ventolino, Lely, Alan, Antonella, Carlotta, Dulio… ‘nnagg… quanti siete. 🙂

    Mi piace

  89. mirko

    Ivanuccia mia ♥
    io manco a te, tu manchi a me…. è tutta una mancanza. 🙂
    Mancanza però che non inficia la presenza perchè son qui 🙂 stavo a lavar du’ cenci con la Carla 😳 raccontandole quello che mi è andato a capitare sabato sera 😦 .Mentre raccontavo ma non mi si mette a piangere dal ridere o forse a ridere dal piangere e mi ha obbligato a scrivere questo episodio per condividerlo con te, con voi, tra noi insomma.
    Provo a buttar giù due righe così, alla come viene, non sono mica scribacchino, fatevi due risate pure voi oppure ….date sfogo al pianto…. 😆
    Allora:
    Sabato sera volevo cucinare il pesce: “spigola al sale”. Avevo la spigola, il prezzemolo, l’aglio, il limone e la teglia idonea. Mancava solo altro sale grosso considerato che il pesce deve esserne completamente ricoperto.

    “Nessun problema” penso tra me faccio un salto all’ipermercato vicino casa e il gioco è fatto.

    Sabato poco prima dell’orario di chiusura vado all’ipermercato. E’ rarissimo che vada quel giorno della settimana ma “necessità si dice faccia virtù” e quindi per necessità “vado”. Già parcheggiare mi è valsa l’aureola. Ho impiegato una buona mezz’ora a trottolare, gira di qua, gira di là, quello mi sembra che esca, quello ha le chiavi in mano della macchina vedrai che un posto si libera, poi arriva il tipo evanescente: spinge davanti a sé un carrello strapieno e “cerca” con lo sguardo di capire dove ha parcheggiato la sua auto. Ha gli occhiali calati sghimbescio sul naso ma non li può raddrizzare preso com’è a spingere quel catafalco con le ruote che vanno nell’esatto contrario al suo senso di marcia. Guarda, riguarda e poi finalmente scorge la sua auto, l’apre, carica la spesa e se ne va. E il carrello resta là. Sposto il suo carrello, parcheggio la mia auto e col carrello dell’evanescente (con la moneta da 50 centesimi dimenticata nella fessura e che in automatico diventa mia) mi dirigo verso l’entrata. Ovvero io avrei voluto dirigermi verso l’entrata ma il carrello andava letteralmente da tutt’altra parte, comandava lui da che parte andare. Ed era ancora vuoto, da pieno mi avrebbe sventolato “a bandiera”.

    Per arrivare allo scaffale delle spezie e del sale devo per forza attraversare la “zona detersivi”.

    Spingo il carrello imponendogli la mia volontà manco fossi Giucas Casella e il suo “…quando lo dico io!”.

    “Scusi signore….” mi sento chiamare alle mie spalle.

    Mi volto e vedo una signora che col dito indica qualcosa verso l’alto e punta con lo sguardo alcuni flaconi che sono all’ultimo piano dello scaffale. Flaconi da due litri di colore celeste, rosa, violetto….

    “Che me ne prenderebbe uno?” mi chiede piegando la bianca testolina da un lato e sorridendo angelica.

    “Certamente” rispondo. Mi sbraccio e ne prendo uno. Intanto nella fase di allungamento la camicia che indossavo sotto il pullover se ne sale uscendo dal pantalone e quella è una tra le cose che maggiormente odio. Mi sento sbudellato. Le porgo il flacone e manifesto l’atto di andarmene.

    “Cos’è?” mi dice trattenendo il mio carrello con la sua manina e cercando di leggere la scritta sul flacone.

    “Il flacone che voleva” le rispondo cercando di dare alla mia voce un suono vellutato. Poi guardo meglio e aggiungo “è ammorbidente”.

    “Ah ecco….” fa lei “…ma è per i panni?”

    E che ti vuoi ammorbidire i piatti? penso tra me però, per rispetto al gentil sesso e all’età perchè un pò “nonna Abelarda” …. annuisco con un cenno del capo.

    “E perché è viola?” mi chiede con l’aria di una bambina a cui hanno regalato Ken al posto della Barbie che desiderava.

    “Forse c’è qualche essenza floreale, che ne so, forse le violette” rispondo.

    Inizio a seccarmi ma non lo dò a vedere.

    “Però ci sono pure altri colori, quello celeste ad esempio mi sembra che vada meglio…. “ dice la signora Abelarda.

    Quello celeste in quel momento mi sa di cielo, di creato, di aldilà. Vorrei dirle di astenersi dal prenderlo perché alla sua età porta male ma quella con l’indice puntato fa segno che non ci rinuncerebbe mai. Come vuoi ma l’hai voluto tu strega ricordatelo, m’allungo, l’afferro e glielo porgo. Lei lo porge immediatamente a me manco scottasse. Che abbia letto il mio pensiero ‘sta chiromante?

    “Legga cosa contiene, la composizione….” mi chiede.

    E che vuoi contenga? L’ammorbidente come l’altro penso tra me, mica sarai una chimica brutta strega ma per evitare polemiche, leggo tra gli ingredienti una sfilza di elementi che finiscono in “….one”. Tutti miei simili perché in quel momento l’unico vero “…..one” sono io.
    Poi la parola chiave.“Borotalco” le dico.

    “A me quell’odore non mi piace” mi risponde e pure mezza seccata.

    “A me frega mica” vorrei risponderle ma sempre data l’età, il sesso, il luogo, soprassiedo.

    “E quello rosa?” chiede risoluta.

    Trattengo a stento una rispostaccia.

    Chi ci vede in quel teatrino pensa di sicuro che io e quella signora siamo conoscenti perché si è instaurata una certa familiarità fra noi due. Lei comanda a bacchetta ed io eseguo. Peccato che io non conosca neppure il suo nome. Anche se Abelarda (battezzata al momento) è l’ideale, ha pure un grosso porro sul naso!.

    Mi allungo e tiro via il flacone rosa. Ora anche un babbeo capirebbe che di quel colore ma di cosa vuoi profumare, di catrame? No ….profumerà di rosa, di fiore.

    Amabilmente informo la signora che prende il flacone dalle mie mani e incomincia a guardarlo strabuzzando gli occhi poi la domanda che non ti aspetti proprio:

    “Sarà buono….. per lei questo?”

    “Certo” rispondo con un imperativo nella voce che avrebbe ammutolito un Giudice di Cassazione. Una sicurezza che non ammetteva replica. Volevo andarmene e tagliar corto. E per dare enfasi alla mia risposta aggiungo “è quello che uso sempre io, ad ogni bucato”.

    Ora avessi risposto “è quello che a casa mia usa mia moglie” sarebbe stato meglio perché la signora con uno sguardo sparviero, diabolico come sanno essere le vecchie che per tutta la vita hanno letto romanzi gialli m’incenerisce con la domanda:

    “….. e per ogni bucato quanto ne usa?”

    Lì le certezze che il sesso femminile sia un sesso debole sono di colpo venute meno. Penso ci sia un’arte subdola, insita in loro per fare certe domande alle quali non sempre siamo capaci di far seguire una degna risposta.

    Ma che ne so io di ammorbidente, di uso e di abuso, di colore e di fragranza. Per uscire però da quella situazione butto lì: “ne uso un pò” muovendo la mano destra a significare “così, alla come mi va, pure mezzo flacone se mi garba….”.

    Ma non mi va quella bisbetica a tirar su una filippica sull’uso indiscriminato di quei prodotti, sull’inquinamento e che era anche per colpa mia se il Paese e bla, bla, bla…..

    Più parlava e più alzava la voce tanto che qualcuno iniziava a voltarsi, a guardarci. Lei che si agitava sempre più col flacone rosa in mano io che sorridevo per calmarla ma l’avrei volentieri messa in lavatrice per salutarla poi dall’oblò mentre girava svuotando nella vaschetta tutto il flacone dell’ammorbidente. Hai visto mai che s’ammorbidiva pure il carattere?

    Con un cenno del capo la saluto e afferrata la maniglia del carrello mi dileguo e continuo il mio giro.

    Arrivo allo scaffale del sale giusto in tempo per vedere l’ultimo pacchetto di sale grosso volar via nelle mani di un attempato signore. Non ce n’è altro. Ripiego sul sale fino.

    Alla cassa pago ed esco. Metto il carrello al suo posto, recupero la moneta e salgo in macchina.

    Arrivato a casa cucino il mio pesce.

    Dovete sapere a questo punto che:
    col sale fino non si forma la crosta e la spigola faceva pena;
    il nervoso che mi ha regalato quella bisbetica è durato a lungo;
    ho guadagnato cinquanta centesimi;
    la prossima volta entro al supermercato con le cuffie e la musica a palla;
    non serve prendere il carrello se ti serve solo un prodotto;
    non serve l’automobile se il supermercato è a due passi da casa
    ….. e l’ammorbidente io NON LO USO 😦

    Nonna Abelarda alla larga da me se mi incontri ancora!!!! 😈
    e tu…. dolce compagna di vita, Ventolino mia, lo usi l’ammorbidente? 🙂

    Mi piace

  90. oddio oddio oddio, mi sto piegando dal ridere ahahah
    Mirko, scusami, lo so che era principalmente scritto per Ivanuccia tua, ma non ho resistito. Avrei voluto vederti alla presa con Nonna Abelarda, mentre caruccio caruccio le prendi i vari flaconi e poi le spieghi tutto quanto ahahah. Però me lo sono chiesta anche io a che ti serviva un carrello se dovevi prendere solo il sale…. eh questi uomini….. hihihihi

    Mi piace

  91. ………..io??? tesorillo mio♥ io lo uso solo quando me ne ricordo!!!
    …ma stai sicuro che no verrei mai ad importunarti per sapere come si usa…..e bla bla bla….son lavandaia e figlia di una lavandaia e nipote pure di una nonna lavandaia. Quindi…..so fare il mio mestiere. 😆
    Il carrello stortignolo!!! Quante volte m’è capitato…una fatica trascinarlo…ho imparato a sostituirlo.
    Beato che hai la Carla che ride e piange…io son sola sola..e gonfio gonfio di pancia!
    Tra poco vado a prendere la mia ciospina al lavoro…
    bacini amormio♥

    Mi piace

  92. In effetti devo dire cara Patrizia, che sia Aurelio che Mirko hanno una particolare propensione per storie dove c’è sempre una visione positiva della vita e soprattutto, riescono a descrivere i loro personaggi in un modo che a noi, che lo leggiamo, ce li fanno sembrare ancora più veri e reali. Anch’io leggendola avevo le lacrime agli occhi, più che altro immaginandomi Mirko – è vero non l’ho mai visto, ma so che è alto – che sovrastava con la sua altezza Nonna Abelarda e lei piccola piccola che rimbrottava ad ogni sua parola. Una scena bellissima, avrei voluto essere una moschina e non perderla. 😆

    @ Ventolino: maddai, se dici che sei sola sola, ci metti tristezza. Io ti ho dato un consiglio oggi, mettilo in pratica (Mirko, Venticello soffre di mal di testa in questi giorni, un po’ perché somatizza, un po’ perché cambia la stagione e il suo mare è lontano, vai da lei a farle i massaggini sulle tempie? ‘zie! 🙂 )

    Mi piace

  93. mirko

    Oh Ventolino…. cosa mi combini? 🙂 Tristezza, apatia, malinconia, quel qualcosa che vorresti eppur non hai? 😦 Quella sventura ambigua e varia che manda tutti a zampe all’aria? 😳 Coraggio il tuo tetro lamento raggiante nel vento disperde il suo suono e la pena e arranchi a cavalcioni di scopa strillando, squarciando fra i tuoni la tenda dell’ombra che gli occhi mi benda.
    Ci sono…. sono qui ♥ tra una mitragliata e l’altra dei tasti ti leggo, ti ascolto. 🙂
    E non sei sola, non dirlo mai. Orsù! suvvia, coraggio…… un bel respiro e vai che si ripiglia! 🙂

    Mi piace

  94. aurelio

    Ripigliamoci davvero, soprattutto tu compare che ti vedo alquanto smunto, spento, scolorito. Sembri albino ecco! Ed eri bello nero tutto colorato, variopinto, un farfallino quasi! E adesso cosa sei? 🙂

    Mi piace

  95. aurelio

    appena schiudi diventi un macaone! 😳 E la Pat ti fotografa all’istante! 🙂
    Un macaone volante, sbozzolato sul gelso. Spettacolare amico mio. Perchè piuttosto non sei andato a commentare la maschera da Pat? 😦

    Mi piace

  96. mirko

    Le hai viste quelle maschere di pelle? Sono tutte più belle di me. Per onestà avrei dovuto lasciare sul quel tavolo una mia foto, un ritratto. Poi avrei aspettato la persona che l’avrebbe voluta acquistare e le avrei chiesto “perchè la prendi”?. Lei mi avrebbe risposto perchè “mi piace” ed io mi sarei sentito orgoglioso di quel che sono!.

    Mi piace

  97. mirko

    Buona idea Pat. Pure la foto speciale però mi sembra troppo! Grazzzie 🙂
    Però divento bello, il macaone vive tre giorni, tu mi fotografi, il tempo di sistemarmi sul blog e divento “il caro estinto” e così mi sento doppiamente macaone…. 😳

    Mi piace

  98. aurelio

    Ahò ma sei cocciuto proprio! 😈 Da macaone vivi tre giorni, bene, viviteli! 😆 Lo senti o no cosa dice Arthur? Noi abbiamo due giorni da vivere…. quindi stiamo peggio del macaone. 😦 Anzi fammi una foto per favore, un ritratto….

    Mi piace

  99. mirko

    Son bellissimo da bruco evvai!!!! 🙂 🙂 Ma io pensavo di diventare una specie di bigattino da pesca. 😦 Quel coso lì tutto luminoso, autoarticolato, con le striscettine mi fa impazzire. Bello bello proprio. Ho deciso: da grande voglio fare il bruco! 🙂

    Mi piace

  100. aurelio

    Ari_eccoci. Siamo stati chiamati per mangiare una fetta di ciambellone fatto in casa. E c’era pure la granella di zucchero sopra. Buonissimo. L’ha fatto Dany che per i dolci è proprio speciale. Ogni lunedì abbiamo un dolcetto diverso, lei li prepara la domenica mattina. Brava, molto brava. 😆

    Mi piace

  101. Acccc!!!!
    Mirkinooooooooo….ora non leggi ma domattina…Si!
    ma io ti amo come sei…perchè in effeti mica ti ho visto mai….però un bruco articolto…mi fa schifo…senso e mi nebulizza le orbite frontali!!!
    ma mi vuoi lasciare? o stai facendo di tutto perché io scappi?? .e coe faccio? c’ho n pancia che pare una mongolfiera…faresti prima a saltarmi che a girarmi intorno, le gambe son cortine..non so saltare nemmeno un panettone….io t’amo e fai il bruco da grande…ma a Pulcy chi ci pensa poi?
    namo, un fa il bischero perchè …perchè un lo so ancora ma stanotte ci penso.
    So’ nervosa , cerca di capì…maremma bufalina…dob’è fiito il tuo carattere coraggioso?? un bruco che bruca…ossantalò con tutti i filibustieri!!!!!
    ma te perdonami se sparo cannonate e faccio il ruttino all’aglio…scansati un pochino e non sentirai nulla!!!
    un bacino e a domani se la testa mi duole ancora preparati a mettere in movimento le tue manine d’oro… 😆
    domani ti racconto …ho giocato con una bimbina giapponese….. vedessi come rideva ed io che ero lesas dalle risatine sue!!!!. E poi ho incontrato la sorella della tua amica Abelarda…hahahha roba da chiodi!!!
    ..son fatte con lo stampino certe nonne Abelarde!
    ……che diventi pure io un’ Abelarda ????
    conto su di te per una ramazzata in testa come Dio comanda!
    Ora a nanna…sono un cencio….e moscio.
    baci al capo e alla mitica fotografa del web animalesco e insettufero!!!
    Insettufero…’ellino, ho coniato una parola nuova!!!
    ci sta benino, vai!!!
    notte ♥
    lelyna: ciao cucciola, ma che fate ??’ te e Sara ve le passate?? tosse , raffreddore a gogò pure lei…. oimmei..si comincia bene dopo un giorno di freddo….. 🙂

    Mi piace

  102. Bambine belleeee, copritevi che questi freddi improvvisi fregano alla grande…..

    Aurelio, pardon ma non sono più riuscita a collegarmi…. gente in ufficio. Beh, golosoni avete proprio chi vi coccola alla grande, pure il dolcetto ogni lunedì, così iniziate la settimana con più sprint… Brava Daniela 🙂

    Evabbè… allora buona notte a tutti!!!
    Ciao ciao

    Mi piace

  103. Oh mannaggia, è passata l’Antonella e mi ha lasciato anche un baciuzzo, che bello. 🙂

    Notte anche a te Patrizia, ‘notte a Ventolino, tra poco passerà Lely, possiamo non coccolarla un pochetto anche a lei, che tra l’altro è ancora malatina? E Carla, dove la mettiamo? Lei a quest’ora, visto che c’ha un sacco di pecore da contare, starà facendo il giro dei blog amici per la buona notte.
    Vabbè, buona notte a tutti, a domani. 🙂

    Mi piace

  104. Eccomiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii ce l’ho fatta a recuperare tutto quello che mi sono persa oggi.
    Vi do subito una buona notizia… mi sento meglio 😀 sarà perché ho spartito il virus con il papy?!? 🙂 tranquilli non mi odia per questo… si lamenta all’inverosimile ma non mi odia hahahaha

    Ho letto la storia di Aurelio e anche quella di Mirko e il fazzoletto stavolta l’ho usato non per soffiare il naso ma per asciugare le lacrime che mi uscivano per il troppo ridere!!
    Oddio ha proprio ragione l’Arthur a leggere le vostre “avventure” si ha come l’impressione di viverle assieme a voi… se vogliamo dirla tutta una nonna Abelarda l’ho beccata pure io! ho idea che ce ne sia una per ogni supermercato … mi sa che ci vivono proprio dentro!! 😀
    Per quanto riguarda la pastina… non mi resta che dire “sante stelline!” 😀 oddio mia mamma le odia perché si attaccano sempre alla pentola.. però sono così carucce da vedere… e hanno il buco in mezzo e…. salvano sempre le situazione neh Aurelio?? 😀
    Piuttosto, avete sistemato lo scaffale?!?! 😀 di sicuro il dolce oggi l’avete mangiato (una fetta ne è rimasta per me??) perciò magari quello era il premio per aver sistemato l’archivio?!? 😀

    Vento mi dispiace che Saretta abbia preso anche lei l’influenza… insomma io avrei preferito uno scambio perlinoso anziché di virus…. abbracciala forte forte da parte mia… spero che in pochi giorni si rimetta in sesto anche lei.

    Pat hai ragione!! oggi sono uscita per andare dal medico e sono tornata che sembravo un ghiacciolo… ho già cercato i guanti e cappello… domani se esco non sarò impreparata!! 😀

    Buona notte a tutti!!
    Lely

    Mi piace

  105. aurelio

    Lelyna cara solo tu ci capisci. 🙂 Noi siamo geni incompresi veramente. 😦
    Il bello è che a vederci non scommetteresti un centesimo bucato, quando si dice che l’apparenza inganna. Doppiopetto, cravatta, scarpa lucida e ventiquattrore. Poi….il terremoto dentro.
    Oggi pomeriggio vò a casa e piazzo una sedia davanti la lavatrice.
    Ieri sera ho fatto il mio bel bucatino. Quando la madame ha fischiato perchè il suo lavoro era terminato, ho girato la manopola, ho aperto l’oblò ed ho messo il bucato centrifugato nella bacinella. Ho steso e ho constatato l’ammanco. Non c’era più un fantasmino. Allora ho pensato: “ecco perchè lo chiamano così, perchè non si deve vedere, può nascondersi” ma il gemello porca miseria c’era! Ed io, giuro, non ho camminato su una gamba sola come un airone. E’ sparito un calzino, il mio fantasmino bianco. Ho controllato pezzo per pezzo il bucato steso, hai visto mai si fosse infilato in una tasca, in una manica di camicia, niente …. dileguato.
    Ho riaperto l’oblò, ho messo una mano dentro e ho tastato tutto il cestello. Vuoto. Ho controllato la guarnizione ed ho trovato tre centesimi, lucidi lucidi. Che mi abbia pagato?
    Oggi pomeriggio vò a casa e piazzo una sedia davanti la lavatrice.
    Io e lei dobbiamo parlare 😳

    Mi piace

  106. Buongiorno Arthur, buongiorno a tutti!!!

    Aurelio, mi raccomando, sii chiaro con la lavatrice mangia fantasmini-calzini….
    se ottieni qualche risposta per cortesia riferiscimela, ogni tanto capita anche a me di non trovare più un calzino e quindi ritrovarmeli spaiati… 😦

    Mi piace

  107. aurelio

    Buongiorno Pat e Buongiorno a tutti
    Pat …. ma ci credi che la cosa m’inquieta? 😦
    Ho pure pensato “forse avrà fame…..” ma dai questa teoria è impossibile! Allora ho pensato “vuoi vedere che influenzata da Mirko si sposa pure lei?” e inizia a prepararsi il corredo. Ma allora perchè con la lavastoviglie non funziona? E il frigorifero dovrebbe autoalimentarsi…. no, le debbo parlare. Oggi!
    p.s. ahahahah… certo che parliamo di tutto quello che ci passa per la testa. Altro che “off topic”. Arthur ogni volta che leggerà questi scritti è come se facesse una lampada. Diventa nero!
    Invece Crudelia oggi è col logorroico fuori e quindi…..hai voglia a tango! Bailando bailando…. 🙂

    Mi piace

  108. BuonGiorno Patrizia e Aurelio, vedo che siete già in movimento. Io oggi ho già perso la mattinata dalla mia occhialara di fiducia che mi ha sbagliato il fuoco agli occhiali nuovi e così sono da rifare, mannaggia. E visto che c’ero, ho cambiato anche la montatura, perché quella che avevo scelto non mi convinceva più di tanto. La Signora… caro Aurelio, veramente una bella signora, 45 anni, fisico asciutto con tutte le cose al punto giusto e, tanghera, nel senso che balla il tango argentino, infatti le ho detto che vado a trovarla nella sua scuola per vederla ballare. Lei fa lezioni i venerdì ed io faccio lezioni il giovedì. Aurelio e Mirko, perché non vi scrivete ad una scuola di tango argentino? E’ un bellissimo ballo ma, evvabè, ne avevo già parlato. 🙂

    Ma scussa (ss=s) Aurelio, cos’è che devi fare con la lavatrice? Guarda che la lavatrice è donna e in quanto tale, non te la da vinta per niente.

    Pensaci! 🙂

    Ciao e tout le monde, a dopo.

    Mi piace

  109. Eccallà, con la scusa che le lenti non sono a fuoco, che la montatura che prima era bellissima ora invece non lo convince più di tanto…. torna dalla Signora ecc ecc ecc
    Non aggiungo altro, perché leggere certe cose mi fa pensare sempre di più che una cosa che penso da tempo la penso giusta……. eccome se la penso giusta….. 😦

    Mi piace

  110. E invece cara Patrizia, fai male a pensare male. Le lenti me le ha sbagliate veramente, una questione di centratura del fuoco, la montatura non ne ero convinto nemmeno prima, che tra l’altro è strano, visto che di solito sono abbastanza deciso nelle mie decisioni, quindi non sono tornato per rivedere la signora che è tranquillamente e felicemente sposata.
    E poi, per mia scelta personale, non mischio mai le cose.
    Antipatica! 😦 ( 🙂 )

    Mi piace

  111. aurelio

    Un saluto al “volo” ma devo raggiungere Crudelia e il logorroico in una filiale.
    Sono più che certo (sicurissimo!) che oggi fino alle 21,00 non se ne esce…. porcaccia miseria! 😦
    E’ il nostro lavoro quindi “passo lungo e ben disteso, molto disteso”. 🙂
    A domani …… baci, baci, baci ♥

    Mi piace

  112. Ciao bellini!!!
    qui il tempo è nero nero….maremma gatta!!!
    E pensare che era bellino con quel solicchio che sbucava a dietro le nuvolette bianche 🙂
    ….ma Mirkino♥ mio è stato lasciato solo?? o non c’è proprio?
    Stamattina sveglia presto…poi all’improvviso un htido disumano verso il mare…e dopo varie riflessioni, visto che avevo pure dimenticato il cell a casa….sono andata!
    .metti che mi si rompevano le acque….come potevo avvisare ????
    ma siccome son tranquilla…sono andata!

    Che bel profumo….quanti pensieri…quante cose tutte insieme….poi però mi son seduta su uno scoglio grande…e lì son rimasta un po’….silenzio rumoroso al punto giusto….mare, onde, sassolini che rotolano e nessuno intorno….wow…che aria bella!
    ma detto questo…..vi saluto …tra poco esco a prendere la mi’ bimba Mocciosetta….e porto l’ombrello perché son sicura che la fa!

    PS: la bimbina giapponese,….il linguaggio dei bambini è micidiale.
    Una bella famiglia di 5 elementi….lei molto carina,esile …ammazza!, ha fatto tre figli… si siede davanti a me con la più piccola in braccio, avrà si e no un anno….paffutissima e morbidosa… tutta imbacuccata..cappellino piumino…un batuffolo simpaticissimo…dopo due minuti inizia ad annoiarsi.., smanacca e piagnuccola…la mamma la trastulla ma nulla…E allora arrivo io, catturo l’attenzione con le smorfie.”queste sono universali” ho pensato, e difatti la piccolina inizia a ridere…si diverte..e se smetto mi guarda seria seria…allora ricomincio e lei ride Ci siamo godute lo spettacolo…io mi son sentita bene….e quando sono scesa m’è dispiaciuto…. :-/ Vedi Mirkino♥ son portata per i bambini…..quindi non ti preoccupare di nulla…tu devi solo alzarti la notte per ninnarlo nel caso piangesse…io DEVO dormire. 😆
    di Abelarda ti racconto un’altra volta!

    Mi piace

  113. Ciao Capo….furbetto etto….
    😆 tutte scuse!!!
    ..poi si vole vedè la montatura!!
    c’ha gli strass???? se luccica , occhio perché ti potrebbe sparire!
    bacini bacini…..Hola Capo!
    Ciao Pattttttttttttttttttttttttttttttt 🙂

    Mi piace

  114. Hoooooooooooooooo
    ma avete letto Aurelio da Pat……
    tutto serio e a modino non sembra neanche lui
    Carla come lo ha istruito bene, o gli ha promesso una pastina alla piastra brusè…
    ciao
    a tutti
    Duil

    Mi piace

  115. Wow, Duilio da Erzicovina, benvenuto anche a te in queste pazze folli pagine. 🙂

    In effetti Aurelio oggi era un po’ serioso e Mirko, non si è fatto vedere? Anch’io sono stato un po’ latitante, ma lo faccio sapendo che c’è la cara Patrizia che guarda quest’angolino con amorevole cura.

    La giornata sta per finire e mi accorgo che ho tante cose da fare, mannaggia.

    Evvabè, buona serata a tutti, ciao Pat, ciao Duil, ciao Ventolino, ciao Lely ( tra poco passerà senz’altro) ciao Carla, ciao Ragazzacci, ciao Anto e Carlotta, ciao Sol che tra poco chiude veramente ( 😦 ).

    Ciao e buona serata. 🙂

    Mi piace

  116. ..Sol chiude veramente…e lo sapevo!!!!
    …….quella è uno spirito libero…ma io non sono ancora andata da lei…e lei è venuta da me invece….e mi ha scritto una bella cosa……però dai…anche se chiude mica ci abbandona…magari ne apre uno sotto falso nome. 😆 tipo LoS ..può essere no???

    E va beh…chiusa una porta si apre un portone disse quello!
    Il mi’ Mirjino un s’è visto…manco di striscio m’ha pensata….pazienza, avrà avuto da fare cose più importanti…ma vorrei sapere chi è più importante di me per lui!!!
    Tanto lo so….non mi ama più come prima perchè son gonfia tutta davanti….si immagina che un ce la fa ad abbracciarmi!! come se contasse qualcosa….io l’amo al buio!! e incondizionatamente!
    AAAAAAh ma non mollo sa^!!!!
    Però in compenso è arrivato il mi Duil…..l’è il mio fotografo amato e coccolato….e per stasera mi basta…poi c’è il capo che frettoloso c’ha da fare tante ‘osine..e poi la ciuma latitante che c’ha da sta dietro al logorio della vita moderna….il Cinar ci vorrebbe a chicco di ^occo!!
    Bon , metto du fotine che ho fatto stamani e poi vado!
    Notte a tutta la ciurma ..io stasera c’ho da fa!
    😆 baci
    Ps: ciao Lelina….fai la monella mi raccomando…..( Sara è mocciosissima..dice anche che c’ha la voce a trans…..hihihihihi…è vero!!!)

    Mi piace

  117. Sì, cara Ventolino, Solindue chiude sul serio e la cosa m’intristisce tanto, è come una finestra che si chiude.
    Oggi l’ho sentita al telefono e credo che la sua risata sia stata la prima cosa che mi è piaciuta di lei, calda, accogliente, serena e sincera.

    Contrariamente a Elle, che ha chiuso e che su sua richiesta non sento più ormai da tanto, Martina la sentirò ancora e sopratutto la seguirò in tutti i suoi progetti ma, non è questo il punto.

    Evvabè, ciao tenerona, un bacio a te, uno a Sara e uno a Patrizia che senz’altro ci sta leggendo.

    Buona serata.

    Mi piace

  118. Ciao a tutti…. come sempre ho una tempismo… mi sa che siete tutti indaffarati o già a nanna… beh mi leggerete domani.
    Oggi la mia giornata non è stata poi molto attiva… l’unica cosa che sento di aver fatto di importante è l’essere andata al cimitero a far visita ai miei defunti e avergli portato i fiori…
    quel posto ha un effetto_ricarica per me… non mi mette tristezza anzi mi da l’ossigeno che a volte mi manca.

    @Aurelio: oh cielo!! anche tu con i fantasmini che spariscono?? 😀 guarda è successo anche a me un sacco di volte.. mamma si danna sempre a cercarli perché immancabilmente un pezzo svanisce per magia eppure non ho la lavatrice di Silvan! Sai che fa mamma?? quando è proprio alla frutta decide che è venuto il momento di lavarli a mano… sai a fur di accoppiargli tra i superstiti prima o poi anche quelli svaniscono 😀 Oh bella la tua ti paga anche il calzino!! la nostra no però 😦
    ‘nnaggia Aurelio sei uscito vivo insieme a Mirko e a Carla dalla filiale!?!? 😀
    Tra l’altro ora rido perché ti immagino tutto vestito bene a montare uno scaffale e a impolverarti con le carte… rido ma dovrei star zitta!! una volta è successo anche a me… era estate la stanza non era con l’aria condizionata -__-” io avevo una camicetta bianca con dei “ricami” sul davanti e dei pantaloni blu taglio jeans… il capo mi chiama e mi dice: “ci sarebbe l’archivio da sistemare… e poi ci sono i moduli X e Y da cestinare perché nel pomeriggio arrivano quelli nuovi” io novellina accetto ben volentieri quando mi rendo conto della mole di lavoro e dell’abbigliamento che poco si prestava mi danno terribilmente per aver 1 accettato 2 non aver portato un grembilule in quella maxi borsa che porto sempre appresso con tutta casa mia dentro! Morale ne sono uscita con i capelli arruffati, la camicia grigiastra di polvere i pantaloni con chiazze bianche di polvere… le mani distrutte perché ti pare che il trita-carte me lo davano?!? eh no! Per fortuna ho terminato che era quasi ora di tornare a casa.. se no mi sarei nascosta nell’ultimo ufficio in fondo prima che qualche cliente mi vedesse conciata così!! hahahah

    @Arthur: oh mannaggia l’occhialaia ti ha sbagliato gli occhiali… non avrà mica fatto apposta per farti ritornare?? ♥___♥ Potresti sempre spostare la lezione di tango al venerdì *__*
    Ecco questo è quello che ho pensato prima che leggessi il seguito… è sposata!! ah mannaggia 😀 io che vedo sempre cuoricini per tutti 🙂 (oltre che perline ovviamente!!)
    Comunque se ha ragione la Vento e ha gli strass guarda che ti sparisce veramente l’occhiale!! e… chissà chi te lo ruba… eheheheh 😛

    @Vento: Urca io monella non lo sono 😦 e pure la voce da trans mi sta sparendo.. anzi mi sta sparendo proprio la voce! poi mi innervosisco perché la gente mi chiede 200 volte di ripetere le cose… argh! Tipo stamattina in banca: “quanto ha detto che deve prelevare??” e io che gridavo a più non posso la cifra… ma non la capiva nessuno!! hahaha alla fine ho risolto 😛

    Cosa mi tocca leggere… allora Sol ha proprio deciso non torna sui suoi passi 😦 ecco ora si che sono triste!!!

    Buona notte alla Pat (che forse è ancora in piedi a sbrigare qualche faccenda) a Carla,Mirko e Aurelio (chissà se sono usciti vivi dalla loro filiale) a Arthur (che ultimamente è sempre di fretta… )a Vento ( ti immagino già li nel lettone a coccolare la Sara che ha la voce da trans hahaha) a Sol ( che tra poco ci lascierà 😦 ) e a tutti gli altri.

    Lely

    Mi piace

  119. Buongiorno a tutti e buona giornata!!
    Un saluto veloce, oggi giornata strapiena e quindi poco tempo libero. Per me fine settimana lungo e quindi fin da ora vi auguro un buon fine settimana. Ci rivedremo tra qualche giorno.
    A presto. Ciao ciao
    Pat

    Mi piace

  120. Tutti latitanti!!!!!
    il mi ‘morecoccoloso♥ manco l’ombra!!!
    …beh…che si dice????
    io mi son messa il piumino stamani…e la sciarpina ….che se mi viene a me la voce a trans , l’è un macello!!!!Magari fumo meno…il che non guasterebbe 🙂 .
    Uff…giornatina bischea….ho dovuto fare una consulenza in lavanderia…ma vi pareeeeeeee?????
    Solo perchè ero in città altrimenti un mi sarei mossa di ‘asa. c’ho il cuore buono però….sarei andata ugualmente!!!! Tanto mi cnosco…raramente dico no….solo quando son fuori sede, e cioè nell’isola….. 🙂 ma il giorno 8 novembre volo via qualche giorno …mi vado a godere il maestrale…se tutto va bene e andrò bene…son fiduciosa IO!!!!
    Detto questo…per ora vi saluto mandando baci matti a tutti…
    Ciao Capo veggente!!!!

    Mi piace

  121. Ciao Ventolino, Ciao Patrizia, Ciao Lely, Ciao a tutta la Ciurma, anche stamane sono di corsa, non prima di essere stato dall’Occhialara di fiducia, che mi ha fatto riprovare le lenti e, vicina, vicina, ha preso il fuoco dei miei occhi.

    Mannaggia!!! 😆

    Dai, Lely, scherzo, la signora in questione è molto carina e professionale, oltre che essere una tanghéra (che balla il tango). 🙂

    Buona giornata e mi raccomando, domani è un gran giorno per me, non mancate.

    *** Ciao! ***

    A dopo… 🙂

    Mi piace

  122. Arthur, o porca paletta… io ho scritto sopra che da domani non ci sono per diversi giorni…. Gulp!!!!

    Scusa, ma se ha preso il fuoco dei tuoi occhi tu ora che vedi??? Nulla… argh!!!!

    Mi piace

  123. Notte a tutti!!!
    ‘nnaggia ho in testa vecchio frack di Modugno… e con questa vado a dormire ma prima vi contagio, si spera, così magari ci ritroveremo tutti quanti a cantarla ognuno nel proprio lettuccio hahahah

    … dimenticavo!! Buona giornata (perché mi sa che qui sono l’unica ancora in piedi!! ‘nnaggia)
    Arthur spero che domani (oggi ormai) per te sarà una super giornata!!!
    Kiss

    Lely

    Mi piace

  124. aurelio

    Eccola là la roscetta che la va di fretta! 🙂
    Buon appetito “perlina rotolante”, salutino a te che sei guarita dal frutto di stagione. 😆
    Qui si stanno facendo i compiti sotto lo sguardo vigile di Crudelia, Santa Crudelia!
    Kiss a te, un kiss rosso rosso, infuocato come peperoncino calabrese 😳
    e un saluto a tutti beninteso 🙂

    Mi piace

  125. @Aurelio: eh già sono guarita… ho solo qualche lieve strascico… in compenso papà è KO (mi odiaaaaaaaaaaaaaa hahahah) e mamma… lei inizia solo ora il cammino_influenza… hahhaha vedi come sono generosa.. divido tutto con tutti 😀 hahahah
    allora ha portato a termine i compiti?!?! 😀
    Kiss preso 😳 😛 😛 😀

    Urca qui ho un po’ di musica da ascoltare… bene!! è quello che mi ci vuole in questo momento 😀

    intanto auguro a tutti buona notte e se non ci sentiamo buon week end!!

    Lely

    Mi piace

  126. Orco Lely, tra una nota e l’altra ero giusto da te.
    A proposito, adesso, dopo averti visto sulla scala, posso anche immaginarti con il tuo pigiamone… ‘notte. 🙂

    Mi piace

  127. @ non sono Patrizia: urca ma Pat, sei o non sei Pat??!! comunque… io sono un angioletto con l’aureola di perline 😀 non è colpa mia se regalo abbracci e baci …. e anche virus! 😀 hahah io sono affettuosaaaaaaaaaaaa hahah 😀 e ovviamente generosa… hahahahah 😀

    Mi piace

  128. Ehm ehm… si si sono io ahahhaha
    Solo che non dovevo collegarmi per alcuni giorni poi invece Arthur mi ha catturata e quindi sto in incognito ahahaha
    Beh il voler bene è anche condividere i virus Lely hihihi

    Mi piace

  129. @Arthur: Urca e io ero qui a sollazzarmi con la musica 😀 scappo subito a “casa mia” per vedere cosa mi hai lasciato 😀 hahahah
    Ecco… li è tutta colpa di mamma e del suo “estro” hahha tu guarda se doveva fotografare una Lely all’opera!! hahahah 😀 ‘notteeeeeeeeeeeeeee

    Mi piace

  130. BuonGiorno ragazzi, anzi, buon pomeriggio, vista l’ora. Oggi è l’onomastico di Carlotta e quindi, AUGURI a Carlotta.

    La nostra si trova ad Ischia, beata lei, si è presa una piccolissima vacanza dopo le fatiche per la casa nuova. Ci pensa, vi saluta a tutti e spera di essere quanto prima tra di noi. le ho detto che ci mancano anche le sue ricette, quindi di muoversi, che altrimenti devo dire a Patrizia di raccontarcene una lei.
    Come andrà a finire nel caso? 🙂

    Ciao, ciao!

    Mi piace

  131. Tanti AUGURI a Carlotta per il suo onomastico…

    Ehm però mi raccomando cara, torna presto perché se il Capitano chiede a me una ricetta c’è il rischio di una strage di enormi proporzioniiiiiiiiiiiiiii…….

    Senti un po’ Capitan Burrasca, ma come ti vengono in mente certe idee??? Chiedere una ricetta ammia??? naaaaaaaaaa, non se ne parla proprio, le mie sono troppo pericolose….

    Ciao ciao

    Mi piace

  132. Auguri a Carlotta!!!! 😀 ‘nnaggia un po’ la invidio perchè è a Ischia 😛
    Carlottina le tue ricette mancano anche a me… perciò torna presto!! 😀

    @Pat: carissima non che io abbia qualcosa da dubitare anzi.. la assaggerei volentieri una tua pietanza… sarà che tra donne che fanno ricette da stragi_enormi ci capiamo!! 😀 ehhehe oggi ho cucinato io e il papy piuttosto di darmi la soddisfazione e dire “brava” ha mangiato come un uccellino… perché non si fidava -__-” sacripante!

    Mi piace

  133. Oh mannaggia, quello mi manca.

    Maddai, vuoi farci credere che non sai cucinare? Non ci credo.

    Invece Lely, so che ogni tanto prepari delle buonissime leccornie, tipo tortine salate, soufflè… 😆

    Mi piace

  134. No, non so cucinare… anche perché non ho pazienza, non mi piace. Ogni tanto capita la giornata giusta e quindi preparo qualche cosa di diverso, come ieri che ho fatto il risotto con la zucca, ma altrimenti cose veloci veloci….

    Mi piace

  135. Ma non ce l’ho la ricetta….

    E poi è semplice…
    Io solitamente prendo le zucche quelle lunghe di colore chiaro, per fare il risotto uso soprattutto la parte alta, quella piena dove non ci sono semi. Dopo averla tagliata a pezzetti di media grandezza la faccio bollire finché diventa morbida morbida in modo da schiacciarla (sempre mentre cuoce) con una forchetta. Aggiungo un po’ di sale, noce moscata e un pezzetto piccolo di dado da brodo (di quelli senza glutammato). Lascio bollire ancora un pochino e poi aggiungo il riso. Quando è al dente (ne troppo duro ne troppo molle o diventa colla) tolgo la pentola dal fuoco. Aggiungo un pochino di olio di oliva a crudo ed ecco pronto il risotto.

    Come vedi non è che lo faccia con una ricetta elaborata, ma in maniera semplice semplice
    Per le dosi vado ad occhio…. Ovviamente per chi piace, poi si aggiunge formaggio grana 🙂

    Mi piace

  136. carla

    ‘sera a tutti. 😉
    (sorry per l’incursione) 😳
    Pat la tua ricetta è buonissima, sarà che adoro il riso. 😉
    Domani arrivano alcuni amici dalla mia amata Sicilia a casa mia – una settimana di risate (io sarò in ferie): domani sera per l’occasione cucinerò solo piatti locali (dietro loro esplicita richiesta). poi li metterò ai fornelli e cucineranno loro tutte le prelibatezze della loro terra! A cominciare dalla Norma…. 🙂

    Questa è la ricetta culinaria del mio primo (mezz’ora di tempo) 🙂

    BUCATINI ALL’AMATRICIANA

    Tempo di preparazione:
    10 minuti

    Tempo di cottura:
    15 minuti

    Ingredienti per 4 persone:
    gr. 320 di bucatini
    gr. 160 di guanciale
    gr. 40 di pecorino romano grattugiato
    peperoncino piccante
    sale

    Preparazione:
    – tagliate il guanciale a fettine spesse circa 5 mm, quindi riducetele a dadini di cm.1 di lato;
    – fate rosolare i dadini di guanciale in una padella su fuoco allegro, mescolando di tanto intanto con un cucchiaio di legno, quindi insaporite con il peperoncino sbriciolato;
    – cuocete la pasta in abbondante acqua salata e scolatela al dente. Versatela in una zuppiera e unitevi il guanciale. Cospargete con il pecorino grattugiato e servite

    Se questo piatto non dovesse andar loro bene… ci sono degli ottimi panini! 🙂
    Ciao ragazzi, sono troppo felice che arrivano quei “matti”! 🙂

    Mi piace

  137. Ecco, questa di Carla si chiama “ricetta” mica quella che ho scritto io ahahaha e sicuramente è buonissimaaaaaa, chissà, magari un giorno di quelli buoni ci provo 🙂

    Lieta per l’arrivo dei tuoi amici che ti rendono così felice, divertitevi tanto e … se per caso dovessero leggere le mattate che scriviamo qui, (ma non penso perché sicuramente e giustamente farete tanto altro) ehm ehm di loro che alla fine siamo solo un pochino strambi ma innocui hihihihi

    Ciaooo

    Mi piace

  138. carla

    Pat ma che dici… la tua ricetta è collaudata ed è buonissima. Oggi mi hanno telefonato da giù e sinceramente pensavo scherzassero, il tempo non è dei migliori ma quando mi hanno detto: hai 24 ore per svuotare il frigorifero… ho realizzato che è vero! Ogni volta portano su un ben di Dio che non t’immagini, a cominciare dai dolci. Io domani andrò in ufficio ma solo per tre ore poi ferie, voglio stare insieme a loro.
    Domani sera cucino io poi…. avanti il prossimo gli lascio il posto mio. Povero diavolo! 🙂
    Comunque cercherò di collegarmi un pochino, magari la sera, vedremo….
    Ciao Pat un bacione 🙂

    Mi piace

  139. @ Pat: come dice il proverbio poche ma buone!! ;D pensa te che l’uovo alla coqué ho imparato a farlo qualche mese fa… insomma non azzeccavo mai la cottura… 🙂 sarà che fino a qualche tempo fa non andavo pazza per le uova.. al massimo mangiavo il tuorlo.. ora sono proprio golosa!! sarà forse perché l’amico di papà si è preso qualche gallina e spesso ci porta le uova?!?… vedessi che tuorlo!! è rosso!! *______*

    @Arthur: oh ‘nnaggia… mi sa che le torte e i soufflé sono le uniche cose che mi escono abbastanza bene… 😛 😛 eheheheh

    @ Carla: urca e ora chi li gestisce quei due (alias Aurelio e Mirko ) 😀 comunque se ti avanzasse qualche dolcino non farti problemi a portarlo qui a Erzicovina… 🙂 eh va bene! sono golosa 😛 almeno ci ho provato no? 🙂 al massimo mi accontento anche di un buon piatto di Norma 😛 A parte gli scherzi se non ci sentiamo, buona settimana di risate con i tuoi amici… poi finite le ferie ti aspetto qui a raccontarmi ops a raccontarci come è andata 🙂

    Visto che mi avete fatto venire una bavetta assurda leggendo le ricettine… ve ne lascio una sciuesciuè che a volte faccio… è velocissima e per niente elaborata
    Filetti di nasello o merluzzo (vanno bene anche i classici surgelati :-S )
    in una padella metto un filo d’olio, del pomodoro, un po’ di spezie per il pesce (il classico insaporitore) dispongo i filetti e li bagno con un po’ di vino bianco… copro il tutto per un 10 minuti poi tolgo il coperchio e continuo la cottura per altri 5 minuti facendo rapprendere il sughetto… in ultimo spolveratina di prezzemolo una girata e sono pronti per essere serviti 😀
    Ecco dopo questa posso andare a nascondermi 😳

    Mi piace

  140. Wow, che belle ricette, Patrizia, Carla e Lely, quasi quasi le aggiungo alle altre, le mie e di Carlotta. Tra l’altro risotto con la zucca è un piatto delicato e gustoso, i bucatini all’amatriciana li adoro se sono fatti bene, cioè non troppo unti e il nasello di Lely potrebbe essere il secondo giusto, semplice e gustoso anche quello.

    BRAVE!

    Ascoltate Norah Jones in un Summertime sublime…

    🙂

    Mi piace

  141. aurelio

    BUONGIORNO popolo della notte! 🙂
    Siamo rimasti soli soli, in una cesta di vimini, sotto la pioggia. Neppure di Erzicovina l’ombra. Siamo allocati nella sua casa, in dolce attesa. Nessuno bussa, nessuno apre e noi sullo zerbino infreddoliti aspettiamo.
    E intanto piove…. 😦

    Mi piace

  142. BuonGiorno Aurelio, oggi giornatina tosta come puoi vedere. Sì, di notte ci divertiamo io e Patrizia, aspettiamo che arrivi la Lely e completiamo il giro. Ventolino va a letto presto, lo fa per sognare il suo Mirkino, anzi, a proposito, mi date un’idea di come intitolare la nuova pagina di Erzicovina che, per il numero dei commenti, incomincia ad aprirsi con fatica?
    ‘zie! 🙂

    Buon pranzo Socio e buon pranzo a tutta la ciurma.

    A dopo! 😉

    Mi piace

  143. Buongiorno a tutti, giornata molto caotica per me… appena arrivata ho trovato un sacco di cose da fare, come se nel fine settimana fosse entrata un’entità a lasciare tante scartoffie sulla scrivania ufff ufff ufff….

    Un titolo per la nuova pagina?? Bohhh… Erzecovina… tra i colori dell’autunno (ummm non è granché… )

    Mi piace

  144. CCCCapoooooooooooooo..buondì…di volata….vado dalla ciospina!!!
    ..il mi Mirkinooooo ♥ l’ho letto di là….bellone mio …ti rispondo stasera…intanto ho fotograto una palla magica…c’è la piramide di Tutankhamon…tra le maschere ci sta bene anche un faraone!!!
    Baci a tutti e uno speciale a tutti tutti!!! 🙂
    hola
    PS: Pat…bella la Nina!!!!!!

    Mi piace

  145. mirko

    @ Patrizia
    Come la Nina chi è? La Nina Simone (Feeling good) ….l’hai….pure….messa….tu! 😳
    Le donne riescono a perdersi per un niente. 😆

    Mi piace

  146. Ahhh ora ho capito… chiedo venia, ma io pensavo a qualche cosa scritto da Ventolino, non ai video musicali qui dal Capitano ahahaha

    Ehm ehm 😳 scusate, ma con tutto quello che sto facendo mi ero distratta… hihihi

    Mi piace

  147. Buongiornoooooooooooooooo a tutti!!!
    sono di fretta (ma dai?? mi sa che oggi questo ci accomuna) ho visto la foto della Vento la sua piramidina e mi è venuta voglia di perline ‘nnaggia 😛 perciò ora ingrano la 5 e se riesco entro sera perlino pure!! dai che che la posso fareeeeeeeee…
    un abbraccio a tutti e buon lavoro!!

    Mi piace

  148. Ahhh ora ho capito… chiedo venia, ma io pensavo a qualche cosa scritto da Ventolino, non ai video musicali qui dal Capitano ahahaha

    Ehm ehm 😳 scusate, ma con tutto quello che sto facendo mi ero distratta… hihihi

    Avevo pure pensato alla Nina, alla Pinta e alla Santa Maria ahaha

    Mi piace

  149. mirko

    @ Alla mia bella Ventolina
    Ho visto da te la piramide luccicante e …. i coriandoli carnevaleschi. E’ tutta una roba festosa. Luccicosa come piace alla Lelyna. 🙂
    Qui…. è meglio non raccontare come si sta. E’ una tregenda. 😦
    Quoto il titolo che Pat vuole dare alla nuova stanza. 🙂 Mi gusta parecchio. 😆
    (Erzicovina …. tra funghi e castagne)
    Au revoir!

    Mi piace

  150. che barba… che noia…. che noia…. che barba…. ufffaaaaaaaaaaaa stasera ho perlinato ma non sono mica soddisfatta.. mi è presa questa apatia assurda!!
    ergo faccio fagotto e vado a nanna….

    Buona notteeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee a tutti

    Lely 😀

    Mi piace

  151. Ecco, allora siamo in due cara Lely
    Ultimamente non mi soddisfa nulla di quello che faccio, il non riuscire a scrivere nulla poi mi rende di un nervoso incredibile…. mah… chissà che m’è preso da un po’ di tempo …

    Notte dolcissima, sogni d’oro 🙂

    Mi piace

  152. Perché criptica??? L’ho detto chiaramente che in questo periodo non sono soddisfatta di quello che faccio, le foto non mi piacciono e non mi riesce di scrivere nulla di nuovo..
    Fino ad oggi non avevo mai cestinato nulla, ma lasciavo li che maturasse con il tempo. Oggi invece ho buttato ben due cose iniziate.. facevano proprio pena…

    Mi piace

  153. Hai buttato ben due cose perché non eri soddisfatta? Sapessi quante ne butto io, altro che due. 🙂

    Capita, ci sono periodi così, l’importante è non dargli troppa importanza, scusa il gioco di parole.

    Mi piace

  154. A livello di foto ne ho buttate un sacco anche io, ma veramente tante. Invece di quello che scrivo difficilmente lo faccio, come ho scritto sopra lascio fermentare le cose che non mi riesce di completare in maniera soddisfacente e poi di colpo arrivano le parole giuste per terminarle…
    Però il non riuscire a scrivere, nonostante mi frullino tante cose per la mente, mi innervosisce un po’, non ho problemi ad ammetterlo, ma se non sono soddisfatta io per prima non ha senso metterle nel blog, devono piacere a me prima di tutto, poi se piacciono anche agli altri bene, altrimenti bene ugualmente….

    Mi piace

  155. Sai quante volte ho in mente di scrivere qualcosa e malgrado sia pieno di idee, ho come un blocco? Allora faccio una cosa semplicissima, metto giù due righe e poi salvo. Metabolizzo il tutto per un po’ e poi, al momento giusto, quello che pensavo viene fuori senza nessuna difficoltà. E’ un mio metodo, faccio così anche sul lavoro. E’ una specie di contemplazione nella quale mi do il tempo necessario per mettere a fuoco le idee.

    Prova anche tu e soprattutto, non lasciati la possibilità che il tuo cervello faccia una pausa, ogni tanto ci vuole. 🙂

    Mi piace

  156. Si, di solito faccio così anche io, ma mi gira veramente male ultimamente. Beh dai passerà e se le parole vogliono tornare bene.
    Grazie per il consiglio, sei un vero tesoro. Ora però io vado a ronfare, la sveglia suona tra poche ore e qualche ora di sonno ogni tanto mi serve o crollo… sai che capocciata poi sulla scrivania?? ahahaha

    Ciaoo, dolce notte
    Kiss, Pat

    Mi piace

  157. Buongiorno a tutti!!! ecco diciamo pure buon pranzo 😀
    qualcosa mi dice che anche oggi siete tutti trafelati e pieni di impegni…. 😛 ehm meglio che non parlo perché pure io non sono da meno.

    Pat carissima, noto con piacere (stavolta forse meno piacere perché a tutte e due questa situazione non piace) che ci diamo sempre di più la mano.. prima la cucina poi “il cestino” 😀 non è che per caso siamo “sorelle” e non lo sappiamo?!?! ‘nnaggia.

    Besos a tutti quanti!!

    Lely

    Mi piace

  158. Buon Giorno Lely, come mai anche tu di corsa? Ieri sera io e Patrizia ti avevamo aspettato, ma tu sei sparita nel nulla, mannaggia.

    Sorella di Patrizia? Simpatica la cosa, ma scusa cosa c’entra il cestino?

    Mi piace

  159. Ciao Arthur, eh oggi pensavo di avere una giornata sollazzante e invece… 😀
    Ho visto che mi stavate aspettando ‘nnaggia ma ieri sera talmente ero apatica e nervosa che ho fatto il mio fagotto e son scappata dal mio uomo… ovvero Piumone 😀

    il “cestino” è riferito al fatto che anch’io ultimamente, come lei butto via tante cose che ho iniziato e che non riesco a terminare (ergo mi innervosisco e mordo, non letteralmente, tutti) per non parlare poi del fatto che non riesco neanche a fotografare.. hahahhaha insomma sono entrata nel circolo come Patrizia… prima la cucina sciuesciuè che ci accomuna, tranne per le torte salate e non, ora questa cosa… chissà cosa sarà la terza 😀 scopriamo di essere sorelle!! hahahaha

    Mi piace

  160. @ Lely: rispondo a te come ho risposto a Patrizia, sai quante cose butto io durante la giornata? Tante.

    Tra l’altro alle volte mi verrebbe voglia di buttare via anche qualche persona ma, per mia fortuna, ho il pudore di non farlo. 🙂

    Ciao Lelyna, buona serata e buonaserata a tutti, ciurma compresa che oggi, tranne Laura, ha bigiato. 🙂

    Mi piace

  161. @Arthur: si si anche io butto via un sacco di cose… però boh nelle ultime settimane sono diventata più nervosa perché non mi riesce niente e non è da me!! tutto è più difficile.. tutto non viene come vorrei…. e questo mi innervosisce…
    hahahah addirittura le persone 😀 oh bella per ora quelle non le ho ancora cestinate.. dici che domani mi alzo e vedo che devo cestinarne qualcuna 😐 speriamo di no! sarebbe la cigliegina sulla torta -__-”

    Beh oramai la serata è quasi terminata… si aprono le danze per il popolo della notte 😀 hahaha me compresa!! hahaah

    Eh già oggi c’è stata una calma surreale qui… sarà che mi ero abituata bene con Aurelio, Carla, Mirko, Vento, Pat…. 😀
    Dunque vediamo… Aurelio e Mirko ne staranno combinando qualcuna delle loro, Carla non vigila su di loro e quindi… però non lo fa per un buon motivo 😀 ha i siculi in casa!!! (che invidia) chissà quante risate e bagordi, Vento starà senz’altro sistemando qualche foto magnifica che mi lascerà a bocca aperta come sempre… poi avrà portato fuori Kiro e chissà cosa gli avrà combinato quel cagnolone :D, la Pat invece spero che al lavoro non sia stata sommersa dalle carte.. piuttosto la sua assenza la immagino perché è uscita dal suo periodo no e ora starà sistemando qualche foto e aggiustando qualche scritto che giaceva da tanto tempo li sulla sua scrivania 😀

    Mi piace

  162. @ Pat: nuuuuuuuuuuuuu mi dispiace…. speriamo che domani sia diverso… insomma una giornata alla Paganini… perché?? perché come si suol dire Paganini non replica e quindi la giornata di oggi sarà solo di oggi.. 😀
    ok, mi sa che sono diventata criptica pure io 😆

    Mi piace

  163. carla

    Lelyna cara, forza e coraggio. Ti leggo, un pò tardi come vedi ma riesco a seguirvi.
    Momenti negativi in cui “si vede tutto nero” chi non ne ha? Vedrai che l’Arthur prima o poi farà un post così sfoghiamo lì tutte le nostre rabbie e poi via… voltare pagina e ripartire. 🙂
    Ho avuto un papà straordinario e quando capiva che ero a terra mi portava via con lui. Stavamo fuori da soli un giorno intero, generalmente si andava al mare. Insieme a lui prima in sordina poi tranquillamente iniziavo a parlare e lui con un braccio stretto alla mia vita restava in silenzio. Parlavo, parlavo e poi lui mi diceva: adesso guarda il cielo, il mare. Sono grandi, estesi, immensi e il tuo problema è una nuvoletta, un granello di sabbia a confronto e lo puoi collocare in un angolino, in un piccolo spazio, prova a dargli il valore che merita, non puoi starci così male. La soluzione poi c’era sempre in effetti, ho imparato che pur se dolorosa c’è veramente per tutto ed il tempo ti è amico in questo.
    Ti racconto questo perchè….guarda il cielo, lo vedi com’è grande, bello, immenso? Ogni tanto prova a staccarti, ad alzare il tuo sguardo e a perderti dentro di lui. Poi torna a terra tra noi e…conserva quel celeste negli occhi, nel cuore. Non è meraviglioso?
    Un bacio Lely 🙂

    Mi piace

  164. @ Pensierieperline: cara Lely, mi spiace, ieri sera ero troppo stanco e così ho saltato l’appuntamento. Mi rifaccio subito però, un bacione e una giornata dippiù, dippiù. 🙂

    Mi piace

  165. @ Carla: dimenticavo, perché non lo scrivi tu un post su “si vede tutto nero” che poi io lo pubblico?

    ‘nnagg… che belle idee che mi vengono mercoledì mattina! 🙂

    Mi piace

  166. ‘nnaggia che silenzio!!! 😦

    Ma dove sono spariti tutti? Aurelio, Mirko, vi siete per caso fidanzati per cui siete maledettamente impegnati? Vabbè, Mirko è meglio che faccia il bravo, perché Ventolino è tosta assai.

    Carla, Laura, Daniela, Marcello, dove siete tutti?

    Evvabè, ciao e buon pranzo, vista l’ora. 🙂

    Mi piace

  167. mariagrazia

    Buon Pranzo Arthur 🙂
    visto che non mi hai nominata te l’auguro io (ahahahahaha).
    Ha ragione Ermanno che non fa parte della nostra “banda”, lui è un tipo serio mica è scellerato come noi. Sono sicura che lui apre le porte abbassando la maniglia, noi con un colpo d’anca come le soubrette.
    Come direbbe adesso Arthur? …..’nnaggia ‘ste donne! 😉

    Mi piace

  168. @ Mariagrazia: Oh mannaggia, hai ragione, chiedo venia, sono mortificato, anzi, assai dippiù, dippiù, il fatto è che
    siete talmente in tanti che ogni tanto me ne perdo qualcuno strada facendo, è l’età purtroppo, non farci caso. 😆

    E a questo punto c’ha proprio ragione l’Arthur, ‘nnagg… ‘ste donne!!! 🙂

    ps: un bacio? Sì, un bacio! ( 😳 )

    Mi piace

  169. @ Mariagrazia: sei sicura che Ernmanno non vorrebbe diventare anche lui un po’ scellerato? Mi sa che devo dire al mio Socio, Aurelio, di prenderlo sotto la sua ala protettiva, e magari farlo entrare nella “banda”, visto che voi donne lo strapazzate, mannaggia. 😆

    Mi piace

  170. mariagrazia

    Sì sì sì noi lo vogliamo Ermanno, è troppo carino, contattalo Arthur con una mail e digli di scrivere un pò di più. Maria non se ne avrà a male, è un contatto virtuale il nostro. Ci piace molto Ermy, soprattutto a Laura.
    Quando Carla leggerà sarà contenta di noi 🙂 lei dice che noi facciamo solo danni 😦 e dimostrarle che siamo riusciti a stanare Ermanno la riempirà d’orgoglio. Almeno una cosa buona l’abbiamo fatta.
    Arthur grazie per il bacio, ho visto il cielo stellato e pure il fogliettino con la frase d’amore. Sono romantica! 😳

    Mi piace

  171. aurelio

    Buongiorno a tutti.
    Rientro solo adesso in ufficio. Maremma impiastricciata che mattinata.
    Mariagrazia…..cosa vuoi stanare! Mica è un fagiano Ermanno. 😦
    Leggi bene cosa dice Arthur: è Aurelio che lo deve prendere sotto l’ala. Certo che detto così mi sembra di essere “io” un fagiano.
    Ho capito: Ermannoooooooo buttati che ci sono io che ti raccatto! 🙂
    E non t’intimidire tanto qui il rossore mica si vede siamo “virtual man”
    Ermannoooooooooooo dove ti sei ficcatoooooo? 🙂
    ‘sta banda aspetta a te! Ti piazzo vicino la grancassa! 🙂

    Mi piace

  172. @ Mariagrazia Patrizia e Aurelio: mannaggia ragazzi, siete stratosferici, siete troppo forti, ecco cosa mi piace del mio blogghino, questa partecipazione goliardica all’insegna del buon umore. Vedrò di convincere Ermanno a farsi vivo, lui era un fan della Signora Solindue, come era solito chiamarla, però mi sorge un dubbio, Mariagrazia sei sicura che Ermanno piaccia tanto a Laura? Se così fosse, potrei convincerlo a invitarla a cena e se ci scappa anche un bacio finale, EVVAI, così sarà poi Laura a raccontarci gli sviluppi finali. 🙂

    A proposito, era di queste stelline che parlavi?

    Maddai, roba già vista e per farmi definitivamente perdonare…

    ‘nnagg…!!! 🙂

    Mi piace

  173. mariagrazia

    Arthur…. m’hai stesa! A pelle di leopardo! 😳 Che carino che sei…. 🙂
    Sì a Laura piace il tipo-Ermanno, a lei piacciono proprio gli uomini così (ma quanti anni ha?), avevamo un collega in ufficio su quel genere ma è stato trasferito in Abruzzo. Guai a chi parlava male di lui, era sempre pronta a difenderlo, è una che difende le cause dei deboli, se poi si accorge che qualcuno viene deriso lo “trita” nel vero senso della parola. Ma chi lo dice poi che Ermanno sia un debole? Laura è una persona “libera”, ama la vita e chi la vita ama, è cordiale e serena, soprattutto di gran compagnia, con lei non ti annoi davvero, è un vulcano. Con Ermanno interagirebbe da pazzi, sai che risate sempre se lui sa stare al gioco senza offendersi. Se è un tipo permaloso non c’è margine, finirebbe subito, mai lei si approfitterebbe della bontà dell’altro.
    Non credo però che a Maria questa situazione faccia piacere. Ma tu che fai il “sensale”? 😦

    Mi piace

  174. aurelio

    @ Mariagrazia
    collega cara….. bevesti? 🙂 Ma che v’è preso benedette donne?
    Qualcuno potrebbe credere che il ns. sia un ufficio allegro, invece siamo seri fino al midollo! Ci piace il clima goliardico, scherzare e ridere ma FONDAMENTALMENTE siamo irreprensibili.
    Per fortuna che “avremmo” dovuto fare i “bravi”! Quelli dei Promessi Sposi stiamo facendo 🙂
    n.b.= purtroppo, ahimè, quello che stiamo scrivendo, nottetempo sarà letto e noi potremo cercarci, a quel punto, un atollo sul quale andare a stare. Un atollo lontano però, moooolto lontano. Irraggiungibile da terra, mare e cielo. 😦
    Arthur ci lincia prima o poi. Il blogghino da lui tanto amato…. 😦

    Mi piace

  175. @ Mariagrazia:grazie, sono felice che tu abbia gradito il mio “fiore”. 🙂

    Allora… no, non faccio il sensale, apro solo la porta e faccio accomodare nel mio blog chi s’avventura, cercando di essere un vero ospite. Ermanno lo conosco da lunga data, ( 😉 ) credo abbia circa 35 anni, se non ricordo male. Non credo sia un debole ma neanche uno che sta dall’altra parte della barricata. Se vuoi (volete) conoscerlo meglio, vi riporto ad un commento che lui ha lasciato nella Lettera dei Direttori, il giorno che Solindue ed io abbiamo comunicato che l’avventura di The Best Magazine era per il momento finita. Forse tu non conosci The Best magazine e magari questa potrebbe essere l’occasione per approfondire qualcosa sulle mie passate esperienze.

    Mi sono riproposto di farne un post prima o poi delle cose ha scritto Ermanno, anche perché su tante cose la pensiamo allo stesso modo. 🙂

    Questo è il link: http://thebestmagazine.wordpress.com/2011/10/24/lettera-aperta-dei-direttori/#comment-1365

    Ciao. 😉

    Mi piace

  176. mariagrazia

    Vado a leggere così conosco questo nuovo amico. Però non scrive molti commenti a quel che vedo! Ha 35 anni? Beato lui, noi siamo cinquantenni, chi più e chi meno quella è la boa.
    Speriamo che con le mie parole non si sia offeso, ci mancherebbe pure questa. 😦
    Non fai il sensale, va bene va bene, qui giusto Mirkino ha ceduto. In due per carità si sta benissimo, io lo so per esperienza personale poi quando tutto è andato in malora…. grazie agli amici dell’ufficio ci siamo raggruppati “spaiati” in questo nostro piccolo mondo. Organizziamo viaggi, gite, cene tra noi, siamo felici per tutto quello che abbiamo poi …. la porta l’abbiamo lasciata comunque sempre aperta. E vada come vada!
    Ma che le racconto a fare queste cose…mica sei un sensale! 🙂 🙂

    Mi piace

  177. aurelio

    @ Pat
    Come va? in questo periodo ho letto che sei un pò a terra con le idee, poche foto e poche poesie. Sarà un momento passeggero, vedrai che poi torni in pista, sei una tosta, si vede dai tuoi lavori quindi non abbatterti che prima o poi torni a volare.
    Quanto ad Arthur devo dire che è molto paziente, peraltro a largo raggio. E con noi in particolare, lo devo dire. Mariagrazia è una persona scherzosa non pensatene male ed è vero quello che dice, la nostra è soprattutto voglia di “stare bene” insieme, condividendo e dividendo tante cose. Siamo arrivati al punto che il problema di uno è davvero il problema di tutti e se c’è una gioia la dividiamo in parti uguali. Non pensate però che siano state sempre rose e fiori, le persone che sono entrate e uscite dal nostro gruppo ci sono state, noi però eravamo la vecchia leva e tra noi c’è stato sempre un legame forte che col tempo è andato rafforzandosi sempre più. Non mancano le discussioni, i confronti però che dire, ormai ci conosciamo talmente bene, conosciamo i singoli caratteri, le divergenze che ci sembra tutto normale. E poi il segreto è non tirarla troppo alle lunghe, mai far passare il giorno senza esserci chiariti, nessuno è comunque bellicoso da armare guerre o altro. Com’era? Due giorni da vivere e allora, non è meglio ridere e stare in armonia? 🙂

    Mi piace

  178. Si caro Aurelio, questo periodo passerà sicuramente e tutto si sistemerà, grazie 🙂
    Bello quello che hai scritto e soprattutto vero. Tra le persone possono esserci dei malintesi, dei battibecchi, delle divergenze ma poi se si risolve tutto e non si porta rancore i rapporti diventano ancora più belli. A tutta vita quindi 🙂

    Mi piace

  179. @ Aurelio: maddai, non penso assolutamente male di Mariagrazia, è molto ironica e questa è senz’altro una gran bella qualità, è simpaticissima e in effetti lei mencava in quest’angolo. E poi, le ho anche regalato un fiore per farmi perdonare, non l’hai visto? In effetti mi ero dimenticato di lei, e quindi mi toccava in qualche modo fare un mea culpa e inventarmi qualcosa a mia discolpa. 🙂
    Per quanto riguarda ciò che dici del vostro gruppo, sì lo so, mi ha parlato tante volte Carla di voi e conosco il vostro legame ed anche questo essere tutti per uno, trovo che sia una cosa molto bella, che non prescinde dall’essere comunque obiettivi e critici nei confronti degli altri, questa è l’amicizia, o comunque vogliamo chiamarla. E poi, io l’ho tra l’altro sperimentato sulla mia pelle con voi, nel momento in cui avete fatto muro per essermi solidali in una certa situazione che conosciamo tutti, che immagino abbia creato un bel travaso di bile (bile, bile, bile… tipico colore della bile il verde composto nelle sue gradazioni da: 40% di giallo gelosia tinto d’invidia acidosa, 40% di rosso paonazzo tendente al porpora e 20% di blu oltremare tendente al violaceo, il colore della tempesta imperfetta. 😆 ). E di questa cosa, credimi, non lo dico solo per dirlo, vi sono molto riconoscente, perché avete dimostrato una coerenza che vi fa onore, ed io m’inchino sempre di fronte alla lealtà, quella vera.

    Sul fatto di non tirarla troppo per le lunghe nelle discussioni, sai benissimo che concordo con te, anch’io non amo farlo e… noi due ne sappiamo qualcosa. 🙂

    Mi piace

  180. Nessun mistero Patrizia, ci divertiamo soltanto e questo è quel che conta. A proposito, Mariagrazia è rimasta per caso scossa dalle parole di Ermanno? 🙂

    E a proposito ancora, cara Patrizia, tu che fotografi la natura, hai una bella foto da prestarmi così la uso nel nuovo angolo di Erzicovina dedicato all’autunno? 🙂

    Mi piace

  181. aurelio

    Arthur ci sono persone che sono come le piante: sofferenti. A me dispiace che potrebbero essere belle persone invece si perdono nel nulla e per il nulla diventando pessime, tra l’altro sparando ingiuste cattiverie nei confronti di chi neppure conoscono. Sono alberi malati che per sopravvivere devono continuamente passarsi sopra il verderame nella speranza di abbattere i parassiti della cattiveria che vivono dentro di loro.
    Siamo uniti tra noi, verissimo e sapessi quanti hanno cercato di mettersi fra noi seminando zizzania, a cominciare da chi sporadicamente transita sul tuo blog sapendo che c’è Carla. Un anno fa ho sperato che l’incubo finisse con l’ultima frase che gli scrissi sul blog che entrambi frequentavamo “Il jukebox ha finito di suonare”. Niente da fare….suona ancora. 😦

    Mi piace

  182. Ma si dai Aurelio, queste cose non ci appartengono, non ne parliamo più (spero!), per me il problema non esiste.

    Bella però quella del Jukebox. 😆 😆 😆

    Mi piace

  183. Arthur, le foto che ritengo valide sono nel mio blog, oppure ce ne sono in quello della Nikon. Però è un pezzo che non gliene metto in quello, ma ce ne sono che non hai mai messo in questo di WordPress. Vedi se c’è qualche cosa che ti va bene…

    Mi piace

  184. Preferivo se la sceglievi tu, ma vado a dare un’occhiata. Anzi, che idea, la facciamo scegliere a Aurelio e company? 😉

    Che dici Aurelio, hai voglia di farlo?

    Mi piace

  185. Eccomi, ma che silenzio che c’è stasera, dove siete tutti? Patrizia, se ci sei batti un colpo. Ventolino so che è nel mio blog fotografico, adesso l’acchiappo, mannaggia, mi ha chiamato amico quierido, che vor dì? 🙂

    Mi piace

  186. Ciao ragazzi,
    scusate si vi scrivo così in ritardissimo ma oggi sono stata lontano dal pc e stasera quando ho aperto la mail… ‘nnaggia ne avevo già una sessantina -__-”
    così piano piano mi sono letta anche tutti i vostri commenti ed eccomi qui con un lenzuolo di commento a dire la mia 😀

    @Carla: il primo che ho letto è stato il tuo, senz’altro hai avuto un papà stupendo… il mio non mi ha mai portato al mare, sarà che qui al nord il mare non c’è.. piuttosto il lago.. mah, anzi diciamocela proprio tutta il mio papy non è uno di quelli che dimostra il suo affetto con abbracci e carezze… è un uomo ligio e severo (un po’ da caserma) poi ci sono quei momenti rarissimi in cui diventa un po’ più dolce e mi fa capire che sotto a quella scorza dura che mi mostra sempre si nasconde una creatura più sensibile e fragile di quanto io non immagini…
    Oggi tanto per cambiare ho “cestinato” ancora i miei insuccessi, ma più che altro è stata una giornata da cestinare… oltre alla mia personalissimi collezione di insuccessi ho avuto anche delle delusioni da persone che, per la mia ingenuità, credevo diverse… e forse è questo che oggi mi ha fatto più male..
    Carla proverò a guardare il cielo non solo attraverso l’obbiettivo della mia bestiolina.. proverò a ragionare su quello che mi hai scritto… senz’alto posso dirti che se andassi in piazza Duomo all’orario di punta e fermassi la gente chiedendogli quali sono i loro problemi troverei qualcuno che sta vivendo in una condizione peggiore della mia.. non che questo mi debba far sentire bene, anziiiiiiiii!! piuttosto mi farebbe sentire peggio perché io mi dispero per qualcosa che sotto sotto rapportata al problema altrui è una cavolata.
    Sto diventando criptica anche per me… 😳 meglio che mi fermo qui 😀

    @Arthur: figurati, non c’è nessun problema se per una volta il Capitano non ha presenziato 😀 sai cosa penso quando la sera sono troppo stanca e scappo subito a dormire? Che quella giornata me la sono veramente vissuta appieno e forse sono quelli i giorni che preferisco più di tutti 😀
    Beh senz’altro se la Carla scrive un post sulla “visione nera” ahahahah (che termine!) un po’ di merito non pensi che vada riconosciuto anche alla Pat e a me che ultimamente pare che ci portiamo dietro la nuvoletta di Fantozzi -__-” anzi mi sa che, per quanto riguarda me, sto deprimendo tutto l’angolo di Erzicovina!!

    Hahahah in questo momento dopo che ho letto il commento di Aurelio sul “fagiano” Ermanno il sorriso mi è tornato seppur per poco… 😕
    Aurelio descrive il clima “da vecchia leva” che tutte le volte cerco di mettere in piedi e poi immancabilmente un giorno qualunque (tipo oggi) questa certezza mi viene a mancare.. capisco che “la vecchia leva” non c’è mai stata.. che è sempre stato un qualcosa unidirezionale.. un rapporto che stava in piedi solo per comodità… perché la Lely abitua sempre bene tutti (si vede)… e niente come ho detto a Carla quello che oggi mi fa star più male è proprio questo.. l’essermi sbagliata per l’ennesima volta.. aver creduto per 7 anni in amicizie che non avevano ragione di esserci.. il problema che la divergenza non l’ho creata io.. mi è stata portata davanti al naso e non mi è stata data nessuna spiegazione (come sempre).. va beh!

    Oh bella penso di aver depresso abbastanza tutti no?? quindi ora vi riporto un episodio piacevole di questa giornata…. ho perlinato con una baby perlina!! 😀
    Si da il caso che un’amica di famiglia sia passata per un saluto e con lei c’era la sua splendida bambina di 6 anni… quando questa bambina ha visto le mie perline sparse per tutta la camera (ehm stavo cercando una cosa per un progetto che avevo in mente) è letteralmente impazzita.. aveva una faccia molto simile a questa: *__________* io ero nera per la situazione che vi ho descritto in modo vago sopra e lei da prima titubante mi chiedeva cosa fosse questo e quello se poteva toccare questo e l’altro e poi non so neppure io come ma lei è tornata a casa con un braccialetto semplice semplice che ha fatto da sola e io per il tempo che è stata qui da me ho dimenticato i miei problemi 😀 Ovviamente mi è venuta in mente la scenetta di Carla che abbrustoliva la minestra… 😆 😆 😆

    Notte a tutti!!

    Lely

    Mi piace

  187. E no dai Lely, così non va, tu non devi essere triste, assolutamente e poi non prendertela, capita con le amicizie, pensa che a me è capitato con un amico che conoscevo da ben quindici anni. Ma la vita continua, sempre con un sorriso, sempre senza perdere la speranza che la gente possa cambiare in meglio.
    Sorridi Lelyna, non serve a nulla prendersela e questo vale anche per le cose riuscite male. Magari domani il tuo cestino rimarrà vuoto e ne sono sicuro.

    Vuoi raccontarci come è andata? Se vuoi ti ascoltiamo e poi, quando finisci, nessuna pacca sulle spalle, solo un sorriso, nient’altro.

    ps: c’è posta pittia! 🙂

    ‘notte tesorino, dormi bene, ‘notte a tutti con un abbraccio.

    Mi piace

  188. aurelio

    @ Pat
    Ciao, a me piacciono in particolare due foto:
    – lo spettacolo della natura del 9 aprile 2012
    – frutta del 15 ottobre 2012
    scusatemi per il ritardo nella risposta ma “va un pò così” 🙂

    @ Lely
    mi piacerebbe portarti un sorriso sempre, magari con le scempiaggini che racconto 🙂 ma attualmente ci manca il collante che tiene in piedi la brigata e ci siamo un pò smosciati 😦

    Un abbraccio a tutti 😉

    Mi piace

  189. Buongiorno a tutti…

    Grazie Aurelio per aver scelto le foto, ora al Capitano decidere quale delle due, per me non ci sono problemi 🙂
    Ragazzi, però anche senza il collante, non smosciatevi, siete in gamba tutti quanti e quindi lasciatevi andare se ne avete l’occasione così ci si diverte tutti insieme.
    Ehm io però oggi non so proprio se ce la faccio, sono indietro con il lavoro e poi.. boh, mi gira in una strana maniera, non so nemmeno io cosa mi è preso. Ieri sera alle 21,30 già mi si chiudevano gli occhi e dopo poco sono andata a letto, iooo che solitamente faccio le ore piccole tutti i giorni, bohhh, forse la stanchezza è diventata un po’ troppa e ho bisogno di recuperare. Anche perché in questo periodo il lavoro è veramente caotico e anche la mente ne risente…
    Se impazzisco non meravigliatevi, magari sparo cavolate a ripetizione, quindi non fateci caso hihihi

    Ciao ciao

    Mi piace

  190. Caspita Aurelio, hai fatto una bella ricerca, anche perché Patrizia pubblica parecchio, almeno rispetto a me. Avrei scelto, se siete d’accordo, Patrizia e Aurelio, quella del 9 aprile, “Lo spettacolo della natura”, ovverosia, il salice piangente, molto bella e in tema con l’autunno. Grazie a entrambi! 😉

    Appena posso, apro la nuova pagina e nel frattempo, Buona Giornata a tutti. 🙂

    Mi piace

  191. Eh si Arthur, Aurelio ha fatto proprio una bella ricerca tra le mie tante foto e soprattutto ha fatto una bellissima scelta, ha molto gusto (e io così me la tiro un pochino scusate hihihihi)…
    Però anche se ne pubblico di più rispetto a te, (io una al giorno solitamente, ogni tanto salto però) non eguaglierò mai Duil e Ventolino, sono inarrestabili ahahaha

    Ariciao ciao

    Mi piace

  192. Sono contento Patrizia che la scelta fatta da Aurelio ti sia piaciuta, in effetti quella foto è molto bella, come ho già detto e come hai visto, l’ho condivisa anch’io molto volentieri.

    Evvabè, stamattina mi ripeto un po’, ma ho la testa altrove. Ho saputo che una mia ex alunna di quando insegnavo in una scuola professionale architettura d’interni, è molto malata, sta facendo la chemioterapia e, anche se non mi hanno detto esattamente cosa abbia, credo sia un tumore alle ossa. L’ho sentita questa mattina al telefono e, con voce tranquilla e serena mi ha detto che non stava per niente bene.
    Mi ha colpito molto questa sua voglia di non apparire malata. La conosco molto bene, è una giovane donna sposata con due bellissime figlie ed è stata un’alunna speciale, molto brava, molto creativa. Ci siamo frequentati anche dopo che la scuola era finita ed erano alcuni anni che non la vedevo più, per vari motivi, ma c’eravamo tenuti sempre in contatto.

    Questa notizia è stata come una doccia fredda e, sempre con più convinzione riaffermo quello che diceva sempre la mia ex compagna, cari amici, ma anche quelli che per vari motivi, i loro, non mi sono più amici, viviamo questa vita con un pizzico di serenità in più, tutto il resto, è solo tempo perso.

    Ciao e buon pranzo a tutti.

    Mi piace

  193. mirko

    Caro Arthur che vita è mai questa? Viviamo poco rispetto all’eternità e a volte pure male.
    Occorre riflettere più spesso.

    Immerso nei cupi pensieri non m’avvidi che Ventolino salpò ♥
    Ritornerà in palindroma data ossia il 12.11.12 🙂

    Un vigoroso abbraccio ad ognuno di voi

    Mi piace

  194. @Arthur
    Davanti a queste notizie io non sono capace di spiaccicare parola, se non un “mi dispiace” ma non uno di quelli di circostanza che si odono anche troppo, uno di quelli sentiti, perché il male non si augura mai a nessuno e non si può rimanere indifferenti davanti a situazioni come queste.
    Tu dici che bisogna vivere serenamente la vita e che il resto è tempo perso.. si è vero, ma a volte è così difficile farlo…. ma non ci si deve rinunciare, questo mai.

    Salutone anche a te Mirko.

    P.S. Arthur, oggi ho scoperto una cosa nuova di te, sei stato pure insegnante… sei stato fortunato a non avermi come alunna (a parte che sarebbe stato impossibile per motivi d’età)… io come alunna sono stata un vero disastro, nel senso che ero molto, ma molto, ma molto tremenda… la frase rito dei professori era … “Patrizia… fuori dalla porta… “

    Mi piace

  195. daniela

    Ciao a tutti….
    il pensiero di Patrizia con il suo commento è anche il mio.
    Patrizia quello che ti hanno detto a suo tempo i professori 😈 nel nostro staff è “pane quotidiano” 😦 Ogni tanto ci ritroviamo in quattro fuori della porta e allora tiriamo fuori il mazzo di carte e ci castighiamo così! Abbiamo addirittura organizzato un torneo 🙂 Il problema sorge quando fuori siamo in cinque, che gioco possiamo fare? 🙂

    Mi piace

  196. Oddio Daniela, a carte non ne ho la più pallida idea di quale gioco si possa fare in 5…. non sono molto esperta… però potreste fare un giro a Monopoli… anche se in effetti è un po’ lunghetto come gioco…

    Io comunque ero l’incubo dei bidelli, non me potevano più di vedermi in giro per i corridoi… ricordo che una volta mi fermò una professoressa di un’altra sezione e mi disse: “ancora fuori dalla porta sei?? Non va per niente bene, devo prendere provvedimenti”… io le risposi… “ma che cavolo vuole lei?? Mica è una mia professoressa, pensi ai suoi alunni” .
    Penso che se avesse potuto mi avrebbe strozzata volentieri… 😉

    Mi piace

  197. aurelio

    @ Dany
    appena Crudelia legge questi commenti -seduta stante- ci trova il gioco da cinque. Quest’anno ci manda a raccogliere l’olive, una ad una, da terra. Lo ha promesso tante volte e questa sua minaccia incombe spesso 😦
    Vi ho mai raccontato che tanti, ma tanti anni fa quand’ero insomma un giovincello, finita scuola in estate proposero a mio padre un lavoretto estivo per me. Gli dissero: “manda tuo figlio da noi, al Consorzio, c’è da raccoglier frutta e il ragazzo si guadagna qualcosa e impiega bene il suo tempo….”.
    Tornato a casa, durante la cena, mio padre mi fece un bel discorsetto, di quelli proprio da padre a figlio. Sembrava molto contento per me, per quella mia piccola e leggera occupazione ed io non volevo deluderlo. Il giorno avrei lavorato al Consorzio e dalle diciotto in poi ero libero di stare con gli amici.
    Accettai di buon grado, lo volevo far felice se lo meritava proprio.
    Quando tornavo a casa mi vedeva sfinito ma io gli dicevo che era il caldo in fondo raccoglievo quattro pesche e tante volte alle venti me ne filavo a letto.
    Non ha mai saputo che raccoglievo angurie, una ad una, pesanti come massi. Non ho avuto mai il coraggio di dirglielo, si sarebbe mortificato. Ancora adesso quando vado a Grosseto e passo davanti a quel Consorzio che ancora è lì mi viene in mente quella vissuta stagione.
    E tiro sempre un moccolo.

    Mi piace

  198. Uhh Aurelio, so che significa raccogliere i cocomeri , l’ho fatto pure io, e alla fine della giornata ero con la schiena a pezzi, ammappate…
    Però sei stato bravissimo con tuo padre 🙂

    Mi piace

  199. mirko

    @ Aurelio
    Compare sono solidale con te 🙂 E poi al tempo tuo c’erano quelle angurie rettangolari grossissime, pesantissime, verdissime 😦 che spaccavano la schiena.
    Ma quante ne raccoglievi al giorno? 😆

    Mi piace

  200. @ Patrizia: ebbene sì, ho anche insegnato, quand’ero ancora studente anche nelle scuole medie, ma in quella breve esperienza, ce mancato poco che mi tagliassi le vene.

    Non è che i ragazzi più grandi siano meglio, anzi, ma se non altro sono più motivati e poi io li tenevo talmente impegnati che avevano poco da fare i tremendi. Ricordo che una volta ho preso il posto di un’altro insegnante che era diventato il direttore dell’istituto dove insegnavo. Mi sono ritrovato con di fronte una classe che, arrabbiata perché non avevano più il loro insegnante preferito, hanno incominciato a fare ostruzionismo contestando tutto quello che dicevo, praticamente un muro impenetrabile e credimi, non è una bella cosa per chi arriva dopo. In particolar modo c’era una ragazza di circa 20 anni che ogni mia parola era l’esatto suo contrario. In genere sono molto paziente e tra l’altro, per la materia che insegnavo, e cioè l’arredamento d’interni, ero molto più qualificato dell’insegnante che mi aveva preceduto, visto che era il campo nel quale operavo professionalmente e, sì, sono un vanesio, con ottimi risultati.

    La ragazza in questione tra l’altro era anche con poche capacità creative, aveva delle basi di disegno praticamente uguali a zero, caparbia e ignorante, come tutte le persone che non hanno l’umiltà di mettersi in un angolino in silenzio e imparare, prima di contestare. Ebbene, siamo andati avanti due o tre mesi, nel frattempo le sue compagne sono venute tutte dalla mia parte, anche perché avevo trovato il modo per interessarle, insomma, la mia arma segreta, poche imposizioni, ma un coinvolgimento a 360°, anche al di fuori dell’orario di studio con mostre e conferenze di vario genere e di professionisti affermati. Insomma, facevo del mio meglio, e mi toccava, se volevo avere dei risultati, visto che nell’insegnamento il braccio di ferro serve a ben poco. Nel frattempo ho dedicato alla ragazza un po’ più di attenzione e lei pieno piano è entrata nell’ottica dell’impegno, addirittura quasi bravina e, morale della favola, alla fine dell’anno, dopo gli esami, mi ha abbracciato, scusandosi per come si era comportata con me.

    Tutto questo non per dire che sono bravo, ma solo per farti capire che se l’insegnante ci mette qualcosa di buono in quel che fa, l’alunno prima o poi lo capisce e, quindi, se fossi stata una mia alunna, stai pur certa che l’avresti smesso di farti mandare fuori dalla porta.

    D’altra parte cosa ti ho detto una volta? Tu con me non riescirai mai a litigare. 😆 😆 😆

    ‘nnagg…!!!

    Mi piace

  201. Aurelio

    @ Patrizia: che donna che sei Lady! 🙂 Mio padre era orgoglioso di me.
    @ Mirko: caricavo tutti i giorni due Leoncini. Una fatica che non ti dico! 😦

    Mi piace

  202. Arthur, prima o poi me la tolgo la voglia di prenderti a morsi…. 😆

    Io comunque a scuola, fino al terzo anno delle superiori, ero terribile, contestatrice, soprattutto se i professori, forti del loro ruolo, mi volevano imporre cose che non entravano nella mia ottica. Come insegnante mi dovevano preparare nelle materie, non imporre le loro idee. Comunque a volte finivo fuori dalla porta perché davo contro agli studenti ruffiani e anche per altri motivi.
    Ciò non toglie che in un’assemblea generale mi sia messa contro gli studenti per difendere una Professoressa che era stata presa di mira da una classe che le faceva patire di tutto. Lei dolcissima non riusciva (essendo anche al suo primo incarico) a reagire a sufficienza.
    Quindi come vedi, tremenda si, ma sempre con un po’ di sale in zucca…

    Mi piace

  203. daniela

    @ Arthur
    Crudelia…. cioè Carla. Quando non ne può più dice che dobbiamo andare a spigolare fuori. In cinque sotto la scrivania l’è dura starci! 🙂
    Purtroppo succede che lei è concentrata come un pomodoro al computer e pigia sui tasti come una macchinetta, tic e tac, tic e tac, noi parliamo, ridiamo, scherziamo e alla fine lei perde il filo, si alza, apre la porta e ci invita al pascolo….. 😳
    Però devo dire che quando ha finito il lavorino, apre la porta e rientriamo.
    E, in segno di perdono…. sempre con un caffè! 🙂

    Mi piace

  204. aurelio

    Qualche giorno fa siamo stati puniti (non ridete ma è così) avevamo passato il limite e quindi …. col caldo anzichè scrivania … fuori la porta. Siccome siamo ignobili a 360 gradi siamo usciti pure fuori dall’Agenzia e ce ne siamo andati al bar a comprarci il gelato. Lo abbiamo comprato pure a lei. Un nocciolato, perchè le piace. Arrivati al piano, la porta era ancora chiusa (proprio a chiave da dentro) aspetta, aspetta, il gelato si è sciolto. Quando finlmente ha aperto le ho consegnato un sacchetto, l’ex-gelato. Invece di scomporsi lo ha vuotato in un bicchiere di carta e lo ha “bevuto”.
    Avete capito bene… ha bevuto il gelato. Poi mi ha dato lo stecchino di legno ma non ricordo bene cosa mi ha detto…. 😳

    Mi piace

  205. mirko

    Perchè pure lui ha conosciuto Carla e lei gli ha dato lo zeppetto di legno?
    Perchè vedi…. tutto avrebbe pure un certo senso al futuro outing…. 😳

    Mi piace

  206. aurelio

    @ Pat
    stavolta è Arthur che ci mette alla porta in mancanza di Carla. 🙂
    Con una zampata proiettata su diverse angolazioni. 😦

    Che poi dovete sapere che il logorroico quando ci vede nel corridoio…. sorride. Che pasta d’uomo.
    Una volta ci ha detto “l’avete fatta grossa anche oggi?”.
    E noi “abbastanza”.
    E lui “se volete potete venire nella mia stanza anzichè stare qui”.
    Siamo andati da lui e abbiamo chiacchierato di sport.
    Poi ha telefonato a Carla dicendole di non preoccuparsi “che ci avrebbe guardato lui”.
    Lei gli ha detto “grazie, molto gentile”.
    Noi pensiamo che lui non ha proprio nulla del dirigente. Come dice Ermanno è un mammalucco.
    Questo lo pensa però anche Carla, dal primo giorno che è arrivato. Non lo scerne proprio.
    Se leggesse questo blog lo penserebbe pure lui di se stesso. E avrebbe ragione stavolta! 🙂

    Mi piace

  207. aurelio

    No Arthur noi di là non ci veniamo, non possiamo trasportare tutte queste scemenze che scriviamo da una stanza all’altra. 🙂
    Carla si è raccomandata “di stare qui” mica di andarcene a zonzo, ora di qui, ora di lì 🙂
    Quando stanotte leggerà queste cose si arrabbierà con noi che ci siamo spostati, mica con te. 🙂
    tsè…. 🙂
    Per aver commentato maldestramente sui blog altro che conditi col pinzimonio ….ci ha liquefatti proprio, gocciolavamo come spugne imbevute d’acqua. Ed è ancora arrabbiata mica passa subito!
    Voi andate di là tranquillamente noi spariamo bordate da qua e vince chi ne spara di più e più lontano…..

    @ Duilio: tu sei “di parte”, troppo buono con lei. 🙂 Abbiamo un giornale interno, lei su ogni numero scrive degli articoli, mi piacerebbe un giorno parlarne ma lei non vuole, porcaccia miseria! Lei scrive, un collega “baciato dall’arte” disegna la vignetta e noi ci sbellichiamo a leggere…. 😆

    Mi piace

  208. Aurelio, mannaggiatte, guarda che mi è arrivato un Cablogramma che, dall’odore, sapeva di pennette alla Norma, forse con un pizzico di troppo di peperoncino e arrivava indovina da chi? Da LEI che vi autorizzava a espatriare senza alcun problema. E poi la foto l’hai scelta tu, non vorrai mica non fare onore alla nostra Pat? 😦

    Mi piace

  209. carla

    @ Aurelio
    hai presente la sogliola? penso che col mattarello dovresti venire un fac-simile. 😈
    Raggiungici subito a casa che ti stanno aspettando, porta con te la chitarra che stanotte si suona!

    @ Arthur
    ma… sei sicuro che possiamo stare ancora sul tuo blog? A me sembra che con la nostra presenza ci sia soqquadro assai assai…. scusami i malandrini non sanno cosa sia il bonton! 😦 Grazie per averli sopportati, domani li ho da me quindi tu respira libero 😆

    Grazie per i bellissimi commenti che ho letto.
    A presto ragazzi 😆

    Mi piace

  210. @Aurelio: come smosciati?? non dirmi che è una cosa contagiosa ed è arrivata fino a voi!! Sai che non è concepito nel vocabolario della Lely sotto la voce Aurelio la parola smosciato.. hahah è un contrario semmai non certo un sinonimo!! 😀
    di sicuro c’è la parola gusto perché è quello che hai avuto quando hai scelto tra le centinaia di foto della Pat!
    @Pat: carissima sister anche questo ci accomuna non so che mi prende in questo periodo.. poi ci sono dei problemi famigliari da affrontare.. le ansie, le paure e ovviamente le delusioni dell’altro giorno… se trovo per prima la medicina per curare questa “malattia” ti allungo senz’altro una pillola 😀
    @Arthur: mi ha meravigliato il rapporto che hai con la tua ex alunna… io i miei prof li incontro qualche volta per la city e li saluto sempre calorosamente ma non li ho mai frequentati al di fuori dell’ambito scolastico e neanche una volta che ho finito il percorso con loro.. è un rapporto bellissimo il tuo… però si vede che io dei prof come te Arthur non li ho mai avuti.. sono sempre stati molto freddi e distaccati si sono sempre limitati a insegnare quello che c’era scritto sui libri di testo senza mai dare adito a nuove idee e pensieri… l’unica umanità che percepivo era quella che facevano trasparire all’interno dei colloqui con i genitori (ai quali io partecipavo sempre… non c’era molto da dire su di me.. non davo problemi e studiavo sempre) nei quali parlavano di me e lo facevano con sentimento non come insegnavano durante le lezioni.. non so se mi hai capito 😛
    Mi dispiace tantissimo per questa tua alunna che da come ne parli è proprio una persona speciale…
    Sai io sono stata molto vicina a una persona che ha avuto questo “mostro” come malattia.. quella parola mette sempre paura a tutti… e nel mio caso questa persona ne era proprio condizionata… e grazie al calore mio e di tutti quelli che l’hanno seguita in quel bruttissimo periodo è riuscita a “sconfiggere” questa malattia.. ogni 3 mesi però si sottopone ai controlli di routine e quando viene il fatidico giorno lei va un po’ sempre in crisi perché ha paura che possa ritornare a farle visita… noi le siamo sempre vicini.. ma il più deve farlo lei.
    Sai non è semplice stare accanto a una persona che ha questo “problema” perché devi sempre darle la forza che le manca e molto spesso la forza ti viene a mancare e la voglia di piangere viene a trovare anche te… ed è in quei momenti che devi spingere giù le lacrime e raschiare il fondo per prelevare anche quell’ultimo granello di forza che ti serve per sostenere chi hai vicino con questa malattia…
    Sono contenta che la tua ex alunna stia affrontando la cosa nel modo migliore..
    Ecco ora se ripenso alla mia situazione attuale mi sento una formica scema e stupida perché mi preoccupo per delle cose che in confronto al “mostro” non sono niente!!

    0.o ma come?!? Mirko si è perso che la sua Vento partiva.. eh no caro futuro papà queste cose non si fanno.. fai viaggiare la tua bella in dolce attesa da sola?!?! 😀 😀

    @ Pat2: Sister!!! ora sono io che ho imparato qualcosa di nuovo su di te… cioè non lo sapevo mica che tu eri una discola… insomma io sono sempre stata l’acqua santa e tu.. il diavolo!! ma sai che non l’avrei mai immaginato 😀

    Mmm allora qui siete tutti lavoratori stagionali… oh bella, mi sa tanto che anche a me servirebbe andare a raccogliere la frutta… se non altro sarebbe un buon insegnamento
    Aurelio, sai che anch’io al tuo posto avrei fatto la stessa cosa.. non avrei mai detto a papà che erano angurie e non pesche! 😀 ora il moccolo ce l’ho io!! insomma prima mi fai ridere poi mi fai “piangere” mmm potresti farmi piangere dal ridere no?? così faccio tutte e due le cose assieme 😀
    hahahah

    Bene, ho recuperato tutti i commenti di questa pagina (ieri non ce l’ho prioprio fatta)

    Voglio chiudere questa “porta” con una foto.. che è per Carla.. mi avevi detto di guardare il cielo… e l’ho fatto… ieri era così 😀

    Ci vediamo nella “nuova stanza” di Erzy 😀

    Besos a tutti!!

    Lely

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...