E così le vacanze sono finite, ahimè.

Spiaggia_aaa

DiGià?

E’ sempre duro rientrare al lavoro dopo una vacanza, forse perché sono troppo poche, mannaggia, o forse perché, malgrado ami il mio lavoro, nella quotidianità il tempo passa così velocemente che la distanza tra i giorni della settimana si assottiglia sempre di più.

Che dire, il famoso ritornello “apri la bici, chiudi la bici” ogni anno si ripete e per fortuna aggiungo, sono forse i momenti che più amo durante le mie vacanze (esclusivamente) al mare; sono momenti di svago all’insegna del buon vivere, senza cercare nulla di particolarmente complicato, nella semplicità quindi, all’aria aperta, godendo nei brevi tratti o nelle passeggiate più lunghe e intense, il piacere delle cose da scoprire, magari viste migliaia di volte.

E’ il piacere della chiacchierata con gli amici della stagione estiva, con i quali ci si intrattiene amabilmente come se fossero amici lasciati il giorno prima. Senza ritegno a volte, in una disponibilità che può sembrare artefatta, ma che invece racchiude il bisogno di ritrovarsi per lasciare dentro di sé un piacevole ricordo.

Ma è anche il piacere di chiudere per un attimo con i problemi di sempre, quelli che ogni giorno durante l’anno ne creano degli altri, nell’incomprensione, nella difficoltà che oggi s’incontra per cercare di capirsi, di comprendere che la vita è fatta di attimi, purtroppo.

Il rientro porta con sé anche il dispiacere nel leggere notizie sempre più tragiche, come la morte che si consuma dentro ad un tir per mancanza di aria, acqua e cibo di povera gente alla ricerca di una vita diversa e… migliore. Una tragedia che lascia tanti indifferenti, così come si è indifferenti di fronte alle disgrazie altrui, che se poi è di colore, meglio ancora.

Sarebbe bello poter leggere ogni tanto della felicità, della mancanza di ingiustizie e di ipocrisia, della fratellanza che unisce e che aiuta a crescere, ma forse è soltanto un’utopia; malgrado tutto, perché non credere in un cammino diverso? In quel camminare insieme che ho tanto blaterato in questi pochi anni di blog?

Spiaggia_aa

Evvabè, direbbe l’Arthur, si ricomincia. Buon rientro a chi è andato e anche a chi è rimasto, buon rientro a tutti voi!

Annunci

26 pensieri su “E così le vacanze sono finite, ahimè.

  1. Io le mie debbo ancora farle. Eh, eh furbetta sono….Ciao carissimo. Isabella PS bentornato e buona ripresa di tutto. Belle quelle gambe all’aria, ma le tue non ci sono? Vabbè che dovevi fotografare ….

    Mi piace

  2. Aurore2014

    Caro Arthur, hai passato le vacanze (al mare) proprio nel modo che piace anche a me, questo è davvero relax e ritrovare serenità e piacere di stare con persone care, con persone genuine… poi quando si torna alle nostre routine anche di lavoro, per quanto possa piacerci il nostro lavoro, ci sono sempre problemi da affrontare e talvolta ci sono rapporti umani tesi, difficili quando non si trasformano in veri scontri.. Per non parlare, come ben sottolinei tu, di tutte quelle brutte notizie che ci bombardano appena ricominciamo a seguire la tv, tornati da una pausa anche mentale da queste cose.. Sì, il rientro è sempre un po’ duro, comunque sia stata la vacanza, tanto più se è stata gustata così intimamente e attimo dopo attimo come hai fatto tu.
    Bentornato e buon ritorno al lavoro caro amico.
    Un abbraccio 🙂

    Mi piace

  3. Sì, l’ho gustata questa vacanza, soprattutto apprezzando le cose semplici e la buona compagnia.

    Un abbraccio anche a te Aurore e grazie per il bentornato. 🙂

    Mi piace

  4. Un’altra foto no??? Ummm vabbè accontentiamoci di questa. Certo che sono finite le vacanze, mica possono durare in eterno, pensa che ci sono persone che nemmeno si ricordano più che cosa sono le ferie… sgrunt.
    Mi fa piacere leggere che ti sei gustato questa vacanza, che ti sei rilassato, divertito, che hai mangiato di brutto ecc. ecc.
    Purtroppo ci sono sempre le notizie negative che ogni giorno riempiono le giornate e che rovinano l’atmosfera che si era creata, quante tragedie, quanto menefreghismo! Che vergogna, non capisco come si possa essere indifferenti davanti a tanto dolore, eppure è così, c’è veramente indifferenza ed egoismo!!
    Beh dai, non voglio fare la piagnona e rovinarti il rientro. Bentornato!
    Salutone e serena notte, Pat

    Mi piace

  5. Perché, cosa ha questa foto? E’, ovviamente, un po’ provocatrice, come tante mie foto d’altronde, l’emblema della vacanza, due gambe accavallate che fanno presagire il relax, con un libro in mano da leggere, il tutto nella calma assoluta e all’insegna dello star bene. E la seconda foto, beh, ne ho scattate almeno un migliaio di foto questa estate e questa era una di quelle che più rappresentava l’idea del tramonto in riva al mare: una spiaggia non deserta, con gli ombrelloni e le cose appoggiate in attesa di essere usate dopo un bel bagno ristoratore, l’ultimo della giornata. 🙂
    Grazie carissima Pat, serena notte anche a te.

    Mi piace

  6. Wow wow wow, proprio vero che di eterno non c’è proprio nulla, tantomeno le ferie, welcome home, leggo con piacere che sono state serene, quindi nulla da rimpiangere, se non il fatto che sono ahimè finite.

    Circa le notizie di cronaca di questi tempi che dire, se non che sono il frutto o ancor meglio l’inevitabile conseguenza delle politiche occidentali con le loro manie di espansione e di imperialismo sulle popolazioni più deboli, che hanno avuto la sfortuna d vivere in nazioni capaci di offrire succulenti guadagni al mondo occidentale, l’unica conseguenza che si poteva prevedere sta avvenendo, in tutta la sua crudele realtà, come pensare che quelle persone non hanno il diritto di ritagliarsi una vita migliore, di rincorrere una difficile speranza di vita.

    Al di là delle opinioni umane/politico/religiose, resta una considerazione, crudele ma reale, sono convinto che ormai, occidente, oriente e paesi sottosviluppati facciano parte di un enorme tremendo quanto crudele gioco dei poteri forti, era ovvio che queste masse umane avrebbero cercato nuove terre di pace, quindi questo esodo biblico era in qualche modo prevedibile, si potevano fare politiche di miglioramento e di contenimento nei loro luoghi di origine, bastava non portare le guerre su quelle terre, non dimentichiamoci che quelle guerre sono un esportazione degli egoismi e delle bramosie occidentali.

    Ma a questo punto che dire e che fare non lo sa più nessuno, è forse troppo tardi, l’uovo si è rotto quindi la e frittata è inevitabile, così come è impensabile non dare aiuto a quelle genti, resta comunque un fatto altresì ineluttabile, l’Europa e tantomeno l’Italia possono farsi carico di tutte quelle persone (Africa 1,111 miliardi con una estensione 30.220.000 km²– Europa 742,5 milioni, con una estensione di 10.180.000 km² , dati del 2013) la sproporzione numerica è assurda e improponibile, così credo che in un prossimo futuro nasceranno per noi nuovi e inevitabili problemi di convivenza e di sfruttamento delle risorse, non solo, probabilmente il modo di vivere occidentale verrà ampiamente ridimensionato da quelle persone che vorranno sfruttare le risorse occidentali, lavoro e quant’altro, insomma non per essere catastrofico ma non vedo un bel futuro per noi e soprattutto per le nuove generazioni.

    Ma torniamo alle cose belle, anche se finite, le benedette ferie, io quest’anno non ne ho approfittato, d’altra parte da quasi quattro lustri sono tornato padrone del mio tempo quindi posso scegliere come e quando decidere di staccare la spina, devo confessarti però che forse a causa dei millenni che mi porto sulle spalle ho sempre meno voglia di muovermi, la classica pigrizia degli highlander,ahahah.

    Vabbeh! In attesa dell’evidenziarsi degli eventi, Ari-bentornato a casa e auguri per l’inizio di un nuovo anno lavorativo.

    Ciaooo neh!

    Mi piace

  7. ahhh, che duro lasciare il mare e tutto ciò che rappresenta! Riposo, relax, nuoto, compagnia, orizzonti, passeggiate, bici, tempi lenti, letture a gogò, senso di libertà e di liberazione! Il rientro è sempre un po’ da shok e se aggiungiamo le brutture delle news…roba da tapparsi occhi e orecchie!
    Dai, cerchiamo di ripartire carichi di entusiasmo e buona volontà, tanto lo sappiamo che poi questi si perderanno un pochetto per strada.
    Buon rientro anche a te:-)

    Mi piace

  8. Sì Alan, il futuro non è dei migliori, ma credo debba essere chiaro in tutti che non possono esistere barriere di qualsiasi genere e che le persone qualsiasi sia il colore della loro pelle, hanno il diritto di vivere dignitosamente. Indubbiamente qualcuno deve farsene carico e forse sarebbe ora che l’Europa si svegliasse e si prendesse le sue responsabilità. Per il resto un po’ di comprensione e di solidarietà non guasterebbe, fermo restando i diritti, nonché i doveri di tutti.

    Situazione difficile da risolvere e in questo sono perfettamente d’accordo con te.

    Grazie per il bentornato, adesso voglio dedicarmi un po’ di più al mio blogghino, che ultimamente ho trascurato un pochetto.
    Ciao carissimo, a presto quindi. 🙂

    Mi piace

  9. E già Marirò, mannaGGIA. L’entusiasmo non manca mai per fortuna e quindi… 🙂

    Evvabè, salutami il bel mare della mia/nostra Bella Sicilia.

    Ciao! 🙂

    Mi piace

  10. Già le vacanze son finite….o almeno son finite quelle “canoniche” visto che ora sono costantemente in ..vacanza. Cmq tutto bene vacanze tranquille , piacevoli e nel luogo
    che amo di più :))) . Bellissima la foto del tramonto sul mare, anche quella della spiaggia,
    ……lettura interessante !
    bacione a bien tòt
    ;))

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...